Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘feccia’

Graziella Mascia: La Racaille

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

Roma, martedì 15 giugno, ore 18.00 Feltrinelli Libri e Musica, Piazza Colonna 31/35 Le periferie contro lo Stato Prefazione di Fausto Bertinotti. L’autrice ne discute con Fausto Bertinotti Antonia Tomassini Introduce e coordina Paolo Franchi (Collana Saggi, Formato 14 x 21, Pagine 150, Prezzo 10,00, Uscita 26 maggio 2010) Racaille, feccia: così l’aveva definita l’allora ministro degli Interni Nicolas Sarkozy. Di questa “feccia” facevano parte anche Zyed e Bouna, 17 e 15 anni, morti mentre scappavano, inseguiti dalla polizia. È la scintilla che fa scattare la rivolta nelle banlieues, cinque anni fa. Gli scontri si susseguono per giorni, le immagini di quelle diecimila auto bruciate fanno subito il giro del mondo e si ripetono tre anni dopo ad Atene. Sono immagini che assomigliano a quelle di Los Angeles, solo che stavolta gli scontri razziali non c’entrano nulla: le rivolte di Parigi ed Atene sono, infatti, i simboli più evidenti del “modo” in cui intere generazioni hanno scelto di comunicare la loro rabbia e i loro desideri. Non si tratta del “malessere” dei figli dell’immigrazione, ma dell’espressione di una condizione di vita precaria che caratterizza tutti i giovani in Europa. Il libro ci aiuta a vedere nell’universo della banlieue come si articolano le diseguaglianze, come le diverse cause che la generano pesano diversamente sui diversi segmenti della popolazione. Ed è nelle banlieues diseredate che nascono i conflitti, conflitti che la sinistra non è in grado di intercettare. Da dove ripartire allora? Dal lavoro, innanzitutto. Bisogna iniziare a considerare il lavoro come nuovo conflitto di civiltà, bisogna indagarlo come una realtà multipolare, bisogna analizzare le nuove forme di schiavitù. Ma bisogna, innanzitutto, ricostruire una nuova coalizione della lotta contro le diseguaglianze e tutte le forme di oppressione.
Graziella Mascia è presidente dell’associazione “Altra Mente – scuola per tutti”. Già dirigente nazionale del PRC, è stata consigliere comunale a Milano, consigliere regionale in Lombardia,   e Deputata alla Camera nella XIV  e nella XV legislatura, nel gruppo  del Partito della Rifondazione comunista – Sinistra Europea. Capogruppo nella 1^ Commissione permanente – Affari Costituzionali,  è stata relatrice di minoranza nel comitato  di indagine parlamentare sui fatti del G8 di Genova nel 2001,  e relatrice in aula della legge istitutiva della “Commissione nazionale per la promozione e la tutela dei diritti umani e il garante dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale”, approvata alla Camera dei Deputati il 4 aprile 2007. Pubblicista, ha collaborato con Liberazione e l’Humanité. Collabora con Gli Altri e la rivista Alternative per il socialismo. E’ vicepresidente del Partito della Sinistra Europea.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Racaille: Le periferie contro lo Stato

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2010

Roma, martedì 15 giugno, ore 18.00 Feltrinelli Libri e Musica, Piazza Colonna 31/35 presentazione del libro di Graziella Mascia La Racaille Le periferie contro lo Stato (Collana Saggi, Formato 14 x 21, Pagine 150, Prezzo 10,00) L’autrice ne discute con Fausto Bertinotti Antonia Tomassini Introduce e coordina Paolo Franchi
Racaille, feccia: così l’aveva definita l’allora ministro degli Interni Nicolas Sarkozy. Di questa “feccia” facevano parte anche Zyed e Bouna, 17 e 15 anni, morti mentre scappavano, inseguiti dalla polizia. È la scintilla che fa scattare la rivolta nelle banlieues, cinque anni fa.  Le periferie popolari francesi in cui infuria la protesta sono state per molti anni luoghi di emancipazione e di esperienze di protagonismo sociale, ma i grandi processi di ristrutturazione economica ne hanno cambiato il volto. Oggi la storia delle banlieues racconta solo la violenza poliziesca e l’incontro mancato tra la sinistra e le ultime generazioni, che rifiutano tutte le forme di rappresentanza, anche quelle introdotte col ’68. Ecco perché quelle periferie costituiscono la chiave di lettura per capire i nuovi fenomeni legati al lavoro e denunciano drammaticamente il vuoto di democrazia di Europa. Il libro ci aiuta a vedere nell’universo della banlieue come si articolano le diseguaglianze, come le diverse cause che la generano pesano diversamente sui diversi segmenti della popolazione. Ed è nelle banlieues diseredate che nascono i conflitti, conflitti che la sinistra non è in grado di intercettare. Da dove ripartire allora? Dal lavoro, innanzitutto. Bisogna iniziare a considerare il lavoro come nuovo conflitto di civiltà, bisogna indagarlo come una realtà multipolare, bisogna analizzare le nuove forme di schiavitù. Ma bisogna, innanzitutto, ricostruire una nuova coalizione della lotta contro le diseguaglianze e tutte le forme di oppressione.
Graziella Mascia è presidente dell’associazione “Altra Mente – scuola per tutti”. Già dirigente nazionale del PRC, è stata consigliere comunale a Milano, consigliere regionale in Lombardia,   e Deputata alla Camera nella XIV  e nella XV legislatura, nel gruppo  del Partito della Rifondazione comunista – Sinistra Europea. Capogruppo nella 1° Commissione permanente – Affari Costituzionali, è stata relatrice di minoranza nel comitato  di indagine parlamentare sui fatti del G8 di Genova nel 2001,  e relatrice in aula della legge istitutiva della “Commissione nazionale per la promozione e la tutela dei diritti umani e il garante dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale”, approvata alla Camera dei Deputati il 4 aprile 2007. Pubblicista, ha collaborato con Liberazione e l’Humanité. Collabora con Gli Altri e la rivista Alternative per il socialismo. E’ vicepresidente del Partito della Sinistra Europea.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »