Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘federconsumatori’

Turismo: Indagine Federconsumatori sul bonus vacanze

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2020

Stiamo ricevendo in questi giorni molte segnalazioni di cittadini che si lamentano del fatto che molte strutture alberghiere non accettano i bonus vacanza istituiti dal Governo per agevolare le famiglie, permettendo loro di usufruire delle ferie estive e per sostenere il settore del turismo in grande difficoltà nel nostro Paese a causa della pandemia.
Al di là delle polemiche degli albergatori sulle modalità con cui è stato strutturato il bonus, lo riteniamo un importante strumento di sostegno per le famiglie… se solo venisse accettato! L’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha infatti monitorato 370 strutture in tutto il territorio nazionale, ubicate nelle principali località turistiche al mare, in montagna, nonché nelle città d’arte, chiedendo se accettassero o meno il bonus. I risultati sono stati alquanto deludenti: solo il 46% delle strutture interpellate accetta il bonus vacanze, il 35% non lo accetta, il 19% sta ancora decidendo se accettarlo o meno.
Delle strutture monitorate 210 sono alberghi, 110 sono B&B e 50 sono agriturismi. Gli agriturismi sono le strutture che accettano di più i bonus: di quelli monitorati ben il 60% si è dichiarato disponibile ad accettare tale agevolazione per i soggiorni. Tale percentuale scende al 53% negli hotel e al 36% nei B&B. Sempre presso gli agriturismi risulta elevata (24%) la percentuale delle strutture che stanno ancora decidendo se accettare o meno il bonus. “Un dato allarmante: se da un lato, infatti, è a discrezione dell’esercente la scelta se accettare o meno tale bonus, dall’altra la mancata applicazione dell’agevolazione presso un numero così elevato di strutture rischia di rendere vani gli sforzi che il Governo ha messo in campo per sostenere le famiglie che, a causa della crisi post-covid, saranno costrette in molti casi a rinunciare alle vacanze.” – afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori.
Tutto ciò creerà enormi danni all’intero comparto del turismo, settore chiave nell’economia del nostro Paese: basti pensare che, da solo, genera direttamente oltre il 5% del PIL nazionale, che aumenta al 13% se si considera l’indotto.
Per questo è necessario uno sforzo congiunto di Governo e Associazioni di categoria che raggruppano gli esercenti delle strutture ricettive affinché il bonus vacanze diventi uno strumento strategico per rilanciare una stagione turistica avviata al declino.
Nel dettaglio, da un lato è necessario estenderne la fruizione anche attraverso i portali di prenotazione online (OTP): è dato noto che molte famiglie, per cercare le offerte migliori e per risparmiare, prenotano autonomamente le vacanze approfittando di sconti ed offerte online. Le maggiori criticità sollevate dagli albergatori sono i tempi molto ristretti per valutare l’adesione all’iniziativa e la necessità di risorse immediate dopo la chiusura per la pandemia: in tal senso è necessario effettuare degli accordi per far sì che gli albergatori che accettano il bonus possano disporre immediatamente della liquidità, anche attraverso un coinvolgimento delle banche.Ricordiamo infine ai cittadini che Il bonus è fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore, il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale).Il contributo arriva a un massimo di 500 euro per nuclei familiari composti da almeno tre persone, 300 euro per due persone e 150 euro per single. In tutti i casi, i beneficiari devono avere un ISEE inferiore a 40mila euro.Il bonus può essere richiesto e viene erogato esclusivamente in forma digitale. Per ottenerlo è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettonica). Potrà essere richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 tramite l’app IO, l’applicazione dei servizi pubblici.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: sospensione del mutuo negata e interpretazione eccessivamente restrittiva delle norme

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2020

Federconsumatori ha richiesto oggi un intervento urgente da parte dell’ABI in merito alla sospensione delle rate dei mutui per i lavoratori posti in Cgi ordinaria o in deroga.Sono molte le segnalazioni che stiamo ricevendo da parte di cittadini in difficolta, a cui le banche negano tale sospensione, limitando possibilità di accedere a tale beneficio solo per coloro i quali siano sottoposti al trattamento di cassa Integrazione per 30 giorni consecutivi.Nella grande parte delle aziende, così come previsto dalla legge, il ricorso alla CIG si accompagna allo smaltimento delle ferie arretrate, pertanto in molti casi il datore di lavoro provvede ad alternare o a interrompere la CIG per uno o più giorni, ponendo in ferie forzate i lavoratori.Questa circostanza determina una grave anomalia, che a nostro avviso va sanata al più presto: il lavoratore, infatti, in tal modo non rimanendo in CIG per trenta giorni consecutivi si vede negata la sospensione.“L’interpretazione troppo restrittiva dell’accordo sta creando problemi enormi a migliaia di famiglie che stanno pagando un costo salatissimo per questa crisi.” – afferma Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori. – “Ritengo che sia interesse di tutti superare questa situazione e sanare un vulnus che sta mettendo moltissime persone in difficoltà.”Per questo attendiamo dall’ABI e del Governo un intervento in tal senso, che permetta di inoltrare e accettare le domande anche in caso di CIG per 30 giorni non consecutivi. Sarebbe un importante segno in direzione della ripresa del Paese, che consentirebbe a migliaia di famiglie di affrontare con dignità e senza eccessivi sacrifici le gravi conseguenze che la pandemia ha determinato e sta determinando sul piano economico e sociale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federconsumatori aderisce ad appello per accesso cure e vaccini

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2020

Federconsumatori aderisce all’appello al Governo italiano, sottoscritto da oltre cinquanta esperti di salute pubblica, accademici e intellettuali, affinché adotti tutte le misure utili a garantire l’accesso a cure e vaccini necessarie durante l’emergenza coronavirus.
L’iniziativa, che vede tra i suoi primi firmatari Silvio Garattini, fondatore e presidente dell’Istituto Mario Negri di Milano e Claudia Lodesani, presidente dell’organizzazione non Medici senza frontiere Italia, chiede in particolare che il sistema internazionale della proprietà intellettuale non limiti l’accesso a farmaci, vaccini e test diagnostici ai Paesi o ai pazienti che non possono permetterseli.
Le disuguaglianze non possono e non devono creare differenze nell’accesso alle cure contro questo terribile virus che sta colpendo l’intera popolazione mondiale. Mai come in questo frangente è necessario globalizzare diritti, permettendo a tutti di poter combattere la pandemia, attraverso le cure necessarie. Gli interessi del mercato farmaceutico non possono e non devono prevalere sulla salute pubblica a livello planetario. È necessario uno sforzo del Governo e dell’intera comunità mondiale, a partire dall’OMS, perché si permetta l’accesso al vaccino che sarà predisposto e ai farmaci per curare il Covid-19 ai sistemi sanitari di tutti i paesi, anche di quelli in via di sviluppo, che hanno minori possibilità economiche. I firmatari dell’appello ricordano che: “In presenza di crisi sanitarie conclamate come quella che stiamo attraversando, un governo può autorizzare la produzione di un farmaco senza pagare le licenze al detentore del brevetto emettendo una «licenza obbligatoria». Non si tratta di un esproprio proletario, ma di una procedura prevista anche dall’Organizzazione Mondiale del Commercio, dopo una lunga battaglia vinta dalle associazioni di pazienti per l’accesso ai farmaci anti-Aids nei Paesi in via di sviluppo all’inizio degli anni Duemila.”
L’appello ricorda inoltre che i parlamenti di Cile, Israele, Ecuador e Germania hanno già adottato risoluzioni in cui si dichiara che l’epidemia globale di Coronavirus giustifica l’uso di licenze obbligatorie per vaccini, farmaci e test diagnostici. Invitiamo il Parlamento italiano a fare altrettanto. Desta preoccupazione, visti i precedenti, anche l’accesso ai farmaci necessari e promettenti per la cura al coronavirus, in primis il Remdesivir, farmaco antivirale commercializzato dalla società farmaceutica Gilead. La stessa società che, per i farmaci contro l’epatite C, qualche anno fa arrivò a far pagare fino a 80 mila dollari per trattamento sul mercato americano e decine di migliaia di euro in Europa, finché nuovi antivirali concorrenti non sono stati immessi sul mercato calmierandone il prezzo. Per altri farmaci ritenuti utili, come l’idrossiclorochina, il cui costo è più contenuto, è necessario implementare l’attuale capacità produttiva, oggi ridotta. Anche per tali farmaci è necessario un deciso intervento del governo e delle agenzie internazionali, per permettere una distribuzione equa, basata sulla necessità della popolazione e non sulla capacità economica dei Paesi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute: importanti provvedimenti del Ministero della Salute sui tamponi

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 marzo 2020

Federconsumatori valuta positivamente la nuova circolare del Ministero della Salute, del 20 marzo scorso, relativa al “rintraccio dei contatti in ambito di sorveglianza sanitaria e aggiornamento delle indicazioni relative alle diagnosi di laboratorio dei casi di infezioni da SARS-CoV-2”, in quanto offre una risposta positiva, sia in termini sanitari che sociali, al rafforzamento dell’attività di contrasto al contagio, attraverso l’effettuazione di un maggior numero di tamponi rino-faringei e di test diagnostici.Si tratta di un passo importante, tenuto conto dei risultati positivi ottenuti in quei paesi, come la Corea del Sud, che hanno attivato una capillare attività di test diagnostici.La circolare individua quali destinatari “tutti gli individui che sono stati o possono essere stati a contatto con un caso confermato o probabile di COVID-19, focalizzando la ricerca degli stessi con particolare attenzione alle 48 ore precedenti l’insorgenza dei sintomi fino al momento della diagnosi e dell’isolamento del caso.”Federconsumatori chiede al Ministero l’applicazione effettiva delle disposizioni previste nella circolare, facendo in modo di mettere tutte le regioni e tutti i territori in grado di ottemperarvi in tempi consoni all’emergenza in corso.Un’attività così importante, che risponde a un’istanza molto forte espressa dai cittadini, non può prevedere soluzioni differenziate a macchia di leopardo, che non garantiscono a tutti il medesimo livello di cura e di tutela.Occorre un piano nazionale, dei piani regionali e territoriali, che stabiliscano dei tempi di realizzazione, con adeguate risorse in termini di personale e di dispositivi medici, nonché un piano organizzativo in grado di portare al raggiungimento dell’obiettivo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federconsumatori per la sospensione delle rette scolastiche e delle sanzioni per i parcheggi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2020

Crescono le segnalazioni dei cittadini che, a causa della chiusura scolastica, chiedono informazioni in merito al pagamento di rette, abbonamenti al trasporto pubblico locale e sosta nelle strisce blu.Cittadini che aspettano risposte, per questo abbiamo sollecitato da parte del Ministro dell’istruzione e del Presidente dell’ANCI l’adozione di provvedimenti straordinari, per far sì che i cittadini, oltre alle preoccupazioni di una situazione già di per sé molto difficile, non debbano anche fare i conti con ulteriori problemi.
Nel dettaglio abbiamo chiesto il congelamento del pagamento delle rette scolastiche, universitarie, nonché alle rette delle mense site all’interno degli istituti e quelle relative agli asili nido privati.A seguito della chiusura degli istituti di ogni ordine e grado molte famiglie si trovano a dover pagare ugualmente per un servizio di cui non stanno usufruendo.Inoltre, alla luce delle misure adottate dal Governo con il D.P.C.M. 11 marzo 2020, che hanno giustamente invitato i cittadini a rimanere presso le proprie abitazioni per limitare al massimo la diffusione ed il contagio del virus, abbiamo chiesto di disporre la sospensione delle sanzioni per la sosta degli autoveicoli nelle strisce blu: sarebbe ingiusto ricevere una multa per aver rispettato le disposizioni rimanendo a casa.Lo stesso dovrebbe valere per gli abbonamenti del trasporto pubblico locale, pagati da utenti che non ne stanno usufruendo e che, a questo punto, dovrebbero poter sfruttare l’abbonamento pagato non appena ritornerà tutto alla normalità.Si tratta a nostro avviso di un atto doveroso per venire incontro alle esigenze dei cittadini, dare loro respiro anche in termini economici, dal momento che già in molte realtà si prospettano ripercussioni sul piano del lavoro.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dispositivi antiabbandono e privacy

Posted by fidest press agency su sabato, 29 febbraio 2020

Federconsumatori ha inviato oggi una segnalazione al Garante della Privacy ed all’Autorità Antitrust per denunciare e invocare un intervento sanzionatorio nei confronti del comportamento scorretto e deliberatamente lesivo del diritto alla privacy messo in atto dalla Chicco e dalla società Artsana S.p.A. attraverso la app connessa ai dispositivi antiabbandono (Chicco BebèCare).
Chi possiede un dispositivo di tale marca, scaricando la relativa app sul proprio device, è di fatto obbligato, al fine di permetterne il funzionamento, a consentire l’accesso a numerosi dati sensibili. Se possiamo comprendere la necessità di individuare la posizione e di effettuare delle chiamate verso dei numeri prestabiliti, ci pare fortemente lesiva del diritto alla tutela della privacy la richiesta di accesso alle foto ed ai contenuti multimediali presenti sul dispositivo, nonché di accedere alla fotocamera per registrare video o scattare foto.Già in passato avevamo denunciato, per motivazioni simili, la app ENI Gas e Luce per poter visionare i dettagli della propria bolletta, per cui siamo ancora in attesa dell’esito del provvedimento.Ci auguriamo che le Autorità Indipendenti da noi investite della questione intervengano al più presto, vista anche la delicatezza dell’argomento e la sussistenza di una precisa normativa che impone l’installazione di dispositivi antiabbandono sulle auto per il trasporto dei bambini.

Posted in Diritti/Human rights, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acqua: Federconsumatori denuncia le carenze nella qualità dei servizi idrici

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 febbraio 2020

Stiamo assistendo ad una situazione estremamente critica nel settore idrico. Ad esempio, a Mantova, sono piovute sugli utenti circa 24.000 fatture che, a nostro avviso, sono del tutto improprie. In Sicilia l’acqua potabile non viene fornita in modo continuativo. Sono molte le aree del Paese in cui si riscontrano criticità e problemi in relazione alla qualità ed alla disponibilità delle risorse idriche. In tutta Italia, inoltre, falliscono aziende e dilaga, è proprio il caso di dirlo, l’illegalità.Quanto sta avvenendo rappresenta una grave inottemperanza delle norme fissate a seguito della consultazione popolare (che, lo ricordiamo, è stata promossa e sostenuta con convinzione dalla Federconsumatori), che non si limitava a stabilire l’illegittimità, nella tariffazione, della remunerazione del capitale investito dalle aziende, ma definiva precisi obblighi di miglioramento della qualità del servizio, che invece si attesta ancora oggi su livelli imbarazzanti. Federconsumatori denuncia le gravi vicende che coinvolgono Mantova e Agrigento (solo per citare le zone di maggiore criticità), dove sta realizzando un monitoraggio sulla qualità del servizio idrico integrato reso all’utenza, rapportandola all’applicazione delle tariffe che i cittadini sono chiamati a pagare, spesso inique rispetto al servizio reso. Al fianco dei cittadini, inoltre, stiamo affrontando un dibattito costruttivo sulla corretta gestione delle aziende in vista della scadenza delle concessioni, in modo tale da definire gli strumenti che impediscano di scaricare i costi di gestione del servizio idrico integrato direttamente sugli utenti, costringendoli a sostenere spropositati importi “per partite pregresse” (terminologia utilizzata dalle aziende per definire i cosiddetti conguagli). Da tale riflessione emerge con chiarezza l’importanza di verificare la solidità delle aziende fornitrici, nonché di attuare interventi di tutela della materia prima acqua a partire dalle sorgenti e di mettere in atto una manutenzione capillare delle reti per contrastare il fenomeno della dispersione. Per rendere realmente efficiente la distribuzione su tutto il territorio nazionale è in particolare indispensabile realizzare una mappatura dei gestori idrici nel nostro Paese e auspicare una vera e drastica riforma del settore, armonizzando le tariffe e ricomponendo l’eccessiva frammentazione degli attori che operano sul mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federconsumatori, risparmi da farmaci monodose

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2012

Dispensare tutti i farmaci di fascia C in parafarmacie e corner salute e avviare l’entrata in produzione delle confezioni conformi e monouso. Tutte proposte, queste, che dovrebbero permettere un risparmio per i cittadini e che Federconsumatori ha rilanciato all’indomani della pubblicazione delle elaborazioni di Federfarma sui dati sulla spesa farmaceutica. «Dal consuntivo emerge una forte riduzione della spesa per il 2011», che però «non è andata a vantaggio dai cittadini a causa dell’aumento del ticket. Ora ci aspettiamo che il ministero della Salute operi in maniera decisa perché si riducano i costi che i cittadini sostengono per i farmaci di cui hanno bisogno». E così, tra i progetti che potrebbero avere un’incidenza in questo senso, per Federconsumatori c’è la vendita in parafarmacia e corner salute di tutti i farmaci di fascia C, «che comporterebbe possibili risparmi di oltre 42 euro annui a famiglia» e poi «una riforma strutturale, che avvii finalmente l’entrata in produzione e in commercio delle confezioni conformi e monouso, dando applicazione a norme già esistenti». Tale provvedimento garantirebbe «minori sprechi e farebbe evitare avanzi che poi devono essere eliminati, con ulteriori costi di smaltimento, consentendo complessivamente un importante risparmio ai cittadini, pari a 600-700 milioni di euri annui».(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta alla contraffazione

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

“Io non voglio il falso”. È questo l’invito che il Ministero dello Sviluppo Economico e le Associazioni dei Consumatori lanciano agli italiani. È partita infatti la campagna informativa per la lotta alla contraffazione promossa dal Dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione – Direzione generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con le Associazioni Acu, Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Codici, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Movimento Difesa del Cittadino. La campagna ha lo scopo di sensibilizzare i consumatori sull’illegalità della contraffazione e quindi dell’acquisto di prodotti contraffatti e della eventuale pericolosità derivante dall’acquisto di tali beni.
La contraffazione è un fenomeno in espansione, che a partire dall’abbigliamento si è esteso contaminando anche settori sensibili quali gli alimenti, i prodotti per l’igiene della persona, i cosmetici, i giocattoli, ecc.. Un fenomeno preoccupante perché mette a repentaglio la sicurezza e la salute delle persone. Acquistare e regalare prodotti originali e certificati è, invece, garanzia di sicurezza e salute per se stessi e per gli altri. Presso le sedi e sui siti delle Associazioni Acu, Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Codici, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Movimento Difesa del Cittadino sarà disponibile GRATUITAMENTE materiale informativo sotto forma di Vademecum e Volantini su come contrastare il fenomeno della contraffazione, e sui rischi che un prodotto contraffatto comporta alla salute e alla sicurezza. “Io non voglio il falso” non è solo una Campagna di sensibilizzazione per la tutela del consumatore, ma anche una Campagna per la salvaguardia delle imprese italiane e dei posti di lavoro. Sostenere il commercio legale è un modo in più per combattere l’illegalità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumenti: la federconsumatori lancia l’allarme

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 agosto 2010

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori non ha dubbi. La crescita dei prezzi e delle tariffe incideranno duramente sui già magri bilanci delle famiglie, Si parla di un aggravio di ben 1118 euro così ripartito per il corrente anno:
ASSICURAZIONE AUTO………………    159 euro
TARIFFE AEREE E AEROPORTUALI…..65 euro
TARIFFE AUTOSTRADALI……………..    60 euro
RICORSO MULTE E CONTENZIOSI…..  55 euro
TARIFFE GAS………………………….     107 euro
TARIFFE ACQUA………………………..    19 euro
TARIFFE RIFIUTI……………………….    .38 euro
SERVIZI BANCARI………………………   30 euro
MUTUI……………………………………      65 euro
CARBURANTI………………………….    120 euro
TARIFFE ELETTRICHE………….meno  15 euro
TRENI……………………………………    . 65 euro
AUMENTO ADDIZIONALI LOCALI……. 60 euro
TRASPORTO PUBBLICO LOCALE…….32 euro
DERIVATI DEL PETROLIO…………….. 82 euro
RISCALDAMENTO…………………….  .140 euro
SCUOLA E LIBRI……………………….   .36 euro
Totale………………………………..     .1.118 euro

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Blister su misura per evitare sprechi

Posted by fidest press agency su domenica, 22 agosto 2010

Ogni anno, una famiglia italiana getta nella pattumiera medicinali per circa 80 euro, sui 400 spesi annualmente, in genere a causa di confezioni non a misura della terapia prevista. Vengono buttati nove prodotti farmaceutici dei 45 comprati, con una media del 20% di spreco. E’ questa la stima di Federconsumatori che, in un convegno nazionale sulle politiche del farmaco, ha chiesto di puntare di più su confezioni ottimali, in grado di produrre “un risparmio di 6-700 milioni di euro l’anno”, come spiega Rita Battaglia: “La maggioranza dei farmaci confezionati in blister  contiene, infatti, un numero di compresse superiori o inferiori del 30%, in media, rispetto al normale ciclo terapeutico per cui viene impiegato. In questo modo spesso il malato deve acquistare una seconda scatola del farmaco e tenere la confezione fino alla scadenza del prodotto, con uno spreco di soldi per il cittadino, per lo Stato e per chi si ritrova a dover smaltire questi rifiuti speciali”. Secondo i dati Assinde Servizi, società autorizzata a gestire il sistema integrale dei resi farmaceutici, in media sono ritirati ogni anno circa 6 mln di confezioni di farmaci, per invendibilità stabilita da un provvedimento dell’Agenzia italiana del farmaco o perchè sono scaduti. Il risparmio stimato potrebbe produrre economie fino a 1.315-1.615 milioni di euro, se sommata ad altri interventi, già attuati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La valanga di “derivati”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

Roma 13 luglio alle ore 11.30 presso la sede dell’Associazione Culturale “Forum Terzo Millennio “, Via Edgardo Ferrati 12   Antigene (Associazione Nazionale dei dipendenti ed utenti delle Regioni ed Autonomie Locali) e Associazione Radicali Roma tengono una conferenza stampa. Nel corso della conferenza le due Associazioni forniranno inedite ed importanti informazioni sui contratti derivati collegati ai mutui del Comune di Roma e sulle iniziative assunte per contrastare la parzialità dell’ informazione e la mancanza di trasparenza che contraddistinguono la gestione finanziaria del Campidoglio.   Infatti un rinnovato diniego all’accesso agli atti sui contratti derivati in essere  è stato opposto dal Comune di Roma all’Associazione Antigene, alla Federconsumatori, all’Adusbef Nazionali e alla Rete Romana del Mutuo Soccorso nonostante che:
1.  dal Piano di Rientro del Sindaco Alemanno, nella sua qualità di ex Commissario Straordinario, il debito consolidato, al 28 aprile 2008 tra quota capitale e interessi, si attesti su una stima di 14 miliardi e 153 milioni di euro in un Comune presentato fino a qualche anno fa in ottima salute;
2.   dalla recente Relazione della Corte dei Conti – Sezione Regionale di Controllo per il Lazio – emergano rischi di esposizione per il Comune sul “ pagamento di flussi  finanziari crescenti, senza alcun limite”; su “vere e proprie scommesse” allestite per mezzo di contratti derivati sui bilanci pubblici; su “sbilanciamenti “ a favore  delle banche a cui sembrano essere corrisposte “commissioni implicite”, per arrivare alla valutazione finale: “Non pare, pertanto, che la complessiva gestione delle operazioni di finanza derivata poste in essere dal Comune abbia rispettato gli obiettivi fissati dalla legge di riduzione del costo finale del debito e riduzione dell’esposizione ai rischi di mercato”;
3. dalla presentazione  alla città del “Bilancio preventivo 2010” le cause del disavanzo, stimato in 12,3 miliardi di euro,  vengano ricondotte dal Sindaco: a)al  mancato recupero delle entrate  b) a coperture fittizie di spese  c) ad investimenti programmati in maniera incompatibile con le disponibilità di bilancio d)all’equilibrio di gestione realizzato con avanzi di amministrazione fittizi e) a squilibri strutturali dei trasferimenti statali per Roma Capitale
Si tace del tutto quanto documentato dal Piano di Rientro ed analizzato dalla Corte dei Conti in relazione ai derivati stipulati dal Comune di Roma. Come mai si omette di informare la cittadinanza sulla fallimentare ricontrattualizzazione dei tassi di interesse, sui costi e rischi contratti per i prossimi quarant’anni? Perché non viene prevista alcuna rinegoziazione di contratti derivati così penalizzanti? Su questi temi e sulle iniziative in corso interverranno Lidia Mazzola, Presidente di Antigene, Riccardo Magi, segretario dei Radicali Roma e l’avv. Alessandro Gerardi. Sarà inoltre presentata l’“Analisi Sintetica dei derivati stipulati dal Comune di Roma” predisposta dai consulenti finanziari indipendenti Lucio Sgarabotto e Giovanni Montani della LS Advisor.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la difesa dei consumatori europei

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2009

Roma 3 dicembre 2009 Ore 10:30 Via Goito 35/b Presso l’Associazione Centofiori. Si tratta di ECU, European Consumers Union, nata dai lavori del Workshop “Crisi globale e consumatori: nuovi strumenti di tutela” organizzato da Federconsumatori  Nazionale nell’ambito del programma europeo di formazione per adulti Grundtvig. “Da tempo si sentiva l’esigenza di una vera associazione sociale, sganciata dalle imprese e completamente autonoma – ha dichiarato Rosario Trefiletti, Presidente di Federconsumatori – “In Europa, al momento, esisteva solo il Beuc che, sotto le mentite spoglie di un’associazione, cela una multinazionale di editori”.  Hanno firmato l’atto costitutivo di ECU, European Consumers Union,   tutti i rappresentanti delegati delle associazioni europee di Belgio, Bulgaria, Cipro, Estonia, Francia, Grecia, Italia, Lituania, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ungheria.  “Obiettivo è rompere il monopolio dell’unica voce dei consumatori all’interno dell’Unione Europea, che non rappresenta la maggioranza delle associazioni” – ha sottolineato Bozèna Stasènkova la Neo-Presidente slovacca di ECU. “La grande novità di Ecu è che rappresenta i piccoli e i grandi paesi europei, il cui equilibrio è garantito dalla composizione del comitato direttivo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »