Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘federfarma’

Arriva a Roma “seguilaterapia”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 novembre 2016

federfarmaLunedì 7 novembre presso la sede Federfarma di Roma, in Via dei Tizii 10, verrà annunciato l’arrivo nella capitale di un nuovo servizio per la salute dei cittadini: si tratta di Seguilaterapia, un servizio gratuito per il paziente che segue un trattamento medico cronico, che ricorda quando e quanto farmaco assumere e avvisa il paziente quando la confezione del farmaco si sta esaurendo, attraverso telefonate, sms, o notifiche dall’App. Per richiedere il servizio, il paziente non deve far altro che recarsi in farmacia con la ricetta del medico, il piano terapeutico oppure le confezioni dei medicinali che assume con regolarità; il farmacista inserisce quindi il programma terapeutico nel portale web di “Seguilaterapia”, programma che il medico curante verificherà e validerà (in alternativa può essere lo stesso medico di famiglia a registrare la terapia sul portale, attraverso la piattaforma cloud di Fimmg). Una volta completato l’inserimento dati, il portale programmerà i “memo” da inviare al paziente, tramite sms, cellulare o anche telefono di casa (per i pazienti meno avvezzi alla tecnologia). Che siano testo o messaggio vocale, gli avvisi forniranno al malato tutte le informazioni necessarie, compreso l’esaurimento delle confezioni. Si tratta di un servizio di fondamentale importanza per l’aderenza alla terapia e la salute del paziente.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ddl concorrenza e capitale, Federfarma servizi dice no al tetto del 20%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

federfarmaIn attesa dell’inizio ufficiale della discussione, ormai rimandato a settembre, continua a far discutere l’ipotesi del tetto al 20% per ogni società di capitale all’interno di una regione. Ai molti perplessi sulla questione, Fofi in primis, si aggiunge la voce della distribuzione intermedia e, in particolare, quella di Federfarma che esprime la preoccupazione per la recente approvazione dell’emendamento. La posizione dell’associazione si ritrova in un articolo che apre il numero odierno di F-online, quindicinale elettronico curato da Federfarma servizi. Così Luca Collareta, membro del direttivo dell’Associazione nazionale delle Società dei Servizi per le farmacie: «Federfarma servizi condivide la posizione e le preoccupazioni recentemente espresse dai titolari di farmacia e in particolare dalla Fofi.Detenere il 20% delle farmacie di una regione può significare possedere anche la maggior parte delle quote di mercato in quella regione: con il 10% delle farmacie si può arrivare a detenerne anche il 25%. Per la distribuzione intermedia controllata dai farmacisti che già oggi fatica a trovare spazi di marginalità, questo è un enorme problema perché significa andare a impoverire il bacino di utenza potenziale per questi attori della filiera: anche se i capitali hanno il limite al 20% come numero di concessioni che possono detenere, in realtà è facile immaginare che andranno a cercare di requisire le farmacie più interessanti da un punto di vista commerciale, quindi una distribuzione che già oggi, in qualche modo, fatica a stare in equilibrio perché ha margini molto risicati, un domani potrebbe trovarsi a dover affrontare un mercato con margini più piccoli o un mercato che si è ulteriormente ristretto». Per Collareta in questo modo i distributori «rischiano di trovarsi a fornire solo le farmacie più piccole e più disagiate sulle quali si guadagna di meno e che comportano costi di trasporto maggiori». (fonte: farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Preparati galenici dimagranti, Ministero vieta otto principi attivi

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 agosto 2015

Ministero saluteCon i due decreti del ministero della Salute emessi nelle scorse settimane, in data 27 luglio e in data 4 agosto, in vigore rispettivamente dal 30 luglio e dal 10 agosto, sono diventati otto i principi attivi il cui uso è vietato nella preparazioni magistrali. Il divieto è rivolto a medici prescrittori e ai farmacisti che hanno la facoltà di realizzare nel proprio laboratorio preparati galenici, ma in un primo momento il Ministero aveva posto il veto solo sull’uso della pseudoefedrina, principio attivo appartenente alla famiglia chimica delle fenetilammine e delle amfetamine utilizzato nei composti per il dimagrimento. Ma in data 4 agosto è stato emesso un ulteriore decreto con il quale è stato disposto un nuovo divieto riguardante i principi attivi triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione e topiramato, sia se impiegati singolarmente che in associazione fra loro a scopo dimagrante. Tale decreto, in vigore dal 10 agosto, fa sapere il Ministero «è stato adottato su impulso dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), che ha trasmesso segnalazioni di sospetta reazione avversa della Rete nazionale di farmacovigilanza. Dalla segnalazione è emerso che le preparazioni magistrali contenenti i citati principi attivi singolarmente, ma più spesso in associazione combinata tra di loro, quando utilizzati a scopo dimagrante, hanno un rapporto beneficio-rischio estremamente sfavorevole e possono essere pericolose per i soggetti che ne fanno uso». A tale divieto categorico, sottolinea Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona «i farmacisti si attengono con estrema puntualità» e chiarisce che «qualora il paziente si recasse in farmacia con la prescrizione di una preparazione magistrale contenente uno o più principi attivi oggetto dei provvedimenti di queste ultime settimane, il farmacista non potrebbe realizzarlo, se utilizzato per scopi dimagranti». Ma secondo Bacchini «i medici al pari dei farmacisti sarà assolutamente aderente al nuovo dettato normativo e non prescriverà questi principi attivi a scopo di dimagrimento». E aggiunge: «Vorrei comunque rinnovare l’invito a non ricorrere a strade alternative come l’acquisto illegale di farmaci e preparati a scopo dimagrante tramite internet, nelle palestre o in canali alternativi non ufficiali. Sarebbe veramente inutile la normativa introdotta, ed il rispetto della stessa da parte di Medici e Farmacisti se poi il paziente, per ottenere “effetti magici” utilizzasse canali non controllati». (Simona Zazzetta da Farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federfarma serpeggia lo sconcerto

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2012

English: LED pharmacy cross in full color Fran...

Image via Wikipedia

Cinquemila farmacie in arrivo, anche settemila se si calcolano quelle in aeroporti e centri commerciali. Dalle prime stime ufficiose che circolano in Federfarma e in Fofi, dovrebbe essere questo l’impatto del quorum a tremila ventilato dal Governo nella bozza di decreto diffusa ieri. «Una cifra insostenibile» secondo una nota di Federfarma. Sono calcoli ancora da verificare e dettagliare, ma servono già a dare un’idea di quello che potrebbe accadere tra qualche mese. E dove: secondo le stime del sindacato, infatti, più di due terzi delle nuove aperture dovrebbe concentrarsi nei comuni con più di 9mila abitanti, un migliaio al massimo negli altri. Anzi, c’è chi prevede già che a soffrire maggiormente saranno le farmacie del centro sud, quelle che già oggi patiscono ritardi nei pagamenti e inefficienze varie. «Incomprensibile poi» secondo Federfarma «la previsione di far rientrare dalla finestra la vendita nelle parafarmacie e nei supermercati dei farmaci di fascia C con obbligo di ricetta. Tale possibilità, superata dal Parlamento in occasione della recentissima approvazione del decreto Salva-Italia, verrebbe introdotta a macchia di leopardo, nelle Regioni nelle quali non si dovesse riuscire ad espletare i concorsi e ad assegnare nei ristretti tempi previsti almeno l’80 per cento delle nuove sedi farmaceutiche. In questo modo si creerebbero anche assurde differenziazioni tra Regione e Regione . «Altrettanto assurda è la riduzione da due anni a soli sei mesi del tempo massimo concesso agli eredi per vendere la farmacia in caso di decesso del titolare, con il rischio di chiusura dell’esercizio» conclude il presidente di Federfarma Annarosa Racca. «Apprezziamo comunque che il Governo sembra orientato ad affrontare in modo organico l’ammodernamento del servizio farmaceutico, nel rispetto dei principi generali che sono alla base della normativa attuale e che hanno anche ottenuto l’apprezzamento della Corte di Giustizia Europea».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federfarma Lazio: no alle liberalizzazioni, sì all’ammodernamento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 gennaio 2012

Le liberalizzazioni si facciano, ma in quei comparti dove c’è più bisogno come i servizi pubblici locali, le assicurazioni o i carburanti. Alla farmacia serve soltanto un ammodernamento, che deve necessariamente passare da un confronto ragionato tra Governo, forze politiche e sigle della professione. E’ in sostanza questo il messaggio che arriva dal convegno organizzato ieri a Roma da Federfarma Lazio per parlare di liberalizzazioni e sviluppo, ospiti diversi rappresentanti di centrodestra e centrosinistra e i vertici nazionali di Fofi e Federfarma. «Qui non ci sono né lobby né monopoli» ha ricordato in apertura il presidente del sindacato regionale, Franco Caprino (foto) «le farmacie hanno perso il monopolio del farmaco con la legge 405 del 2001». «La liberalizzazione dei farmaci di fascia C» ha ricordato dal canto suo il presidente dell’Ordine, Andrea Mandelli «non crea sviluppo, sposta soltanto una quota di fatturato da un canale a un altro. Siamo stati i primi a parlare della necessità di un ammodernamento della farmacia, ma ne va salvaguardata la sostenibilità perché possa garantire posti di lavoro sostenibili». Anche dai politici, in netta prevalenza di centrodestra, sono state espresse forti perplessità sui progetti del Governo in tema di farmaci. «E’ vero, la farmacia è una rete di distribuzione costosa» ha detto Chiara Moroni, deputato del Fli e farmacista «ma supplisce in modo impareggiabile alle carenze e alle inadeguatezze dell’assistenza sul territorio. Con le liberalizzazioni le farmacie non saranno più in grado di erogare i servizi». «Su questi temi» ha rincarato Maurizio Gasparri, capogruppo Pdl al Senato «il Governo sbaglia a chiedere la decretazione d’urgenza. Vogliamo capire quali liberalizzazioni hanno senso e quali non ce l’hanno e chiederemo che sugli interventi per lo sviluppo l’esecutivo proceda ascoltando tutti». Sulla concertazione si sono soffermati anche i rappresentanti del centrosinistra: «Questo Governo» ha detto Mariapia Garavaglia, senatrice Pd «ha già dimostrato di fare quello che dice, ma può essere aiutato a fare meglio. I farmacisti chiedano con urgenza un incontro a Catricalà ma si preparino a fare proposte che restituiscano alla farmacia la sua vera vocazione. E se è vero che la titolarità viene data per concessione, prima o poi questa concessione deve tornare indietro». Un tema ripreso anche dal Pd Gero Grassi, vicepresidente della commissione Affari sociali. E allora, su quali punti impostare un confronto tra farmacie e Governo in cui suk tavolo non ci siano più le liberalizzazioni ma l’ammodernamento del servizio? Una lista ha provato a compilarla Luigi D’Ambrosio Lettieri, vicepresidente della Fofi e senatore Pdl: «Si può ragionare su un incremento delle farmacie sul territorio, su un allungamento degli orari, sull’introduzione di strumenti che generino competizione nel sistema, così come sulle soluzioni con cui dare più spazio ai giovani, perché le difficoltà di accesso che si registrano in una professione sono una patologia. Ma la farmacia è un valore che va difeso». I titolari hanno dieci giorni di tempo per convincere Monti e colleghi.(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federfarma locali protestano contro riforma

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

 

Farmacia Trisulti

Image via Wikipedia

Serrata? No, battenti aperti. Così protesteranno le farmacie di Federfarma Oristano che domani e dopo rinunceranno alla chiusura pomeridiana, restando aperte tutto il giorno, per esprimere il proprio dissenso contro la liberalizzazione uscita dalla manovra Monti. Un dissenso che si coglie in molte zone del paese e che ha portato Federfarma Molise a inviare una lettera al ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, in difesa delle farmacie rurali. «La nostra intenzione» spiega da un lato Federfarma Oristano «è di informare la popolazione su quali danni si verificheranno se le liberalizzazioni annunciate, con un tale livore, dal governo e da alcuni parlamentari, andranno avanti. Indicheremo quali partiti e parlamentari e per quali motivi hanno intrapreso una vera e propria battaglia contro il sistema farmacia». Federfarma Molise denuncia invece il fatto che le farmacie rurali sono «figliastri» invece che «figli» e invoca quell’ascolto che in tanti anni non hanno ancora ricevuto: «Si stabiliscano di concerto con le nostre organizzazioni sindacali regole nuove, ma stabili che possano soddisfare tutti» è la richiesta. Perché chi lavora in una farmacia rurale «non sa certo cosa vuol dire ricchezza e opulenza». E ancora: «Le chiedo rispetto per quei milioni di utenti-pazienti che gravitano nei piccoli comuni, la cui maggioranza ha più di 65 anni e non ha la possibilità di andare nella grande distribuzione organizzata. Cosa faranno questi cittadini quando le piccole farmacie saranno costrette a chiudere?».(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: Farmacie verso l’indiretta

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 novembre 2011

I got bit by the autumn cold snap. The nice la...

Image by tbn97 via Flickr

Farmacie di Napoli sull’orlo dell’indiretta. È la minaccia che arriva da Federfarma provinciale, in riserva di pazienza per le inadempienze delle Asl che hanno allungato a 12 mesi i ritardi sui rimborsi. «Nonostante i tanti incontri e i vari impegni assunti dagli amministratori dell’Azienda sanitaria e dai responsabili regionali a diversi livelli» spiega il presidente dei titolari partenopei, Michele Di Iorio «le promesse di saldare gli arretrati sono state sistematicamente disattese, rivelandosi ciniche bugie dilatorie». Il quadro delle spettanze è da brividi: le farmacie dell’Asl sono creditrici di quattro mensilità del 2010 (da settembre a dicembre) per un totale di 65mila euro, e di altre sei per il 2011 (da aprile a settembre, più il 40% di marzo) per altri 80mila euro. Situazione leggermente migliore ma non troppo nelle altre Aziende: la Napoli 2 ha debiti verso i titolari per 112mila euro, la Napoli 3 per 80mila. « er quanto riguarda queste due ultime Asl» prosegue Di Iorio «la situazione seppur grave non è pregiudicata perché sussistono ipotesi concrete di programmazione. Al contrario l’Asl Na 1, tuttora commissariata, è schiacciata da un ritardo che risulta incompatibile con la continuità dell’assistenza farmaceutica».Ad aggravare il quadro, poi, c’è l’appesantimento dei tassi d’interesse praticati alle farmacie dal sistema bancario, legato alle preoccupazioni degli istituti di credito sulla solvibilità della Regione. «Nei prossimi giorni» è la conclusione di Di Iorio «sarà convocato il consiglio direttivo di Federfarma per dettagliare le iniziative sindacali. Mi auguro che la sensibilità degli amministratori possa scongiurare la protesta delle farmacie» (fonte farmacista33)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La farmacia non affonda

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2011

«A vantaggio di chi va la liberalizzazione dei farmaci? Dei cittadini o piuttosto di operatori commerciali a cui non interessa certo la tutela della salute?» si chiude con questa domanda la lettera che il presidente di Federfarma Molise,Luigi Sauro, ha indirizzato all’Associazione nazionale delle farmacie (Anpi). La lettera vuole essere la replica a un comunicato apparso sul sito dell’Anpi, nel quale, spiega la lettera di Federfarma Molise, si «ironizza sugli emendamenti presentati dal senatore Giuseppe Astore del Gruppo misto al disegno di legge Gasparri-Tomassini sul riordino del servizio farmaceutico». Secondo l’Anpi «il senatore Astore si preoccuperebbe di dettagli insignificanti, come la definizione delle caratteristiche delle insegne delle parafarmacie» o della «tutela delle farmacie rurali». Mentre la nave affonda, dice l’Anpi, il senatore Astore lucida gli ottoni. Un concetto quello di barca che affonda che per Federfarma Molise non si addice alla farmacia, che, nonostante i tagli continui, «continua a erogare su tutto il territorio nazionale, dal grande centro urbano alla piccola località un servizio di alta qualità» La parafarmacia invece, sottolinea la nota di Federfarma Molise «non ha garantito alcun miglioramento del servizio offerto ai cittadini. È vero che l’Italia è il paese dei furbi» conclude la replica «e alcuni operatori del mondo delle parafarmacie sicuramente vorrebbero fare i furbi e ottenere, senza concorso e senza sacrifici, la trasformazione in farmacia. È altrettanto vero, però, che non si può mettere alla berlina chi pretende chiarezza e trasparenza».

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacie già fonte di risparmio

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 giugno 2011

Senza concorrenza è a rischio la vitalità, già compromessa, del sistema economico» lo ha ribadito il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, nella sua relazione annuale alla Camera, ribadendo la necessità delle liberalizzazioni anche in settori come quello delle farmacie, per il quale Catricalà denuncia «pericolosi tentativi di chiusura dei mercati». Che le farmacie siano state al centro dell’attività antitrust nell’ultimo anno è, invece, escluso dal presidente di Federfarma Annarosa Racca (foto), presente alla relazione del presidente Antitrust. «Il presidente Catricalà si è soffermato su molti aspetti dell’attività dell’autorità nell’anno trascorso ma l’attenzione anche a giudicare dalla sua relazione è stata puntata più su settori come quello delle banche o dei carburanti che non su quello delle farmacie» sottolinea Racca. «Inevitabilmente tracciando una panoramica sull’attività di un anno, l’ultimo, tra l’altro per il presidente Catricalà che è a fine mandato, si toccano tutti i temi» sottolinea il presidente di Federfarma «ma le farmacie sono solo uno dei capitoli e neanche il più importante. Si è parlato di generici, di farmaci da banco e di latti per l’infanzia e dei risparmi indotti dalle liberalizzazioni, 73 milioni relativi ai farmaci da banco e 280 milioni per il latte in polvere per l’infanzia. Ma sui latti per l’infanzia, per esempio» sottolinea Racca «le farmacie sono state le prime a proporre un prezzo calmierato». Il fatto che, come sottolineato da Catricalà le liberalizzazioni siano finite in fondo all’agenda politica è assodato ma, come precisa la presidente «è l’effetto di un cambio di governo e del relativo cambio di politica in quel senso». Sulla questione parafarmacie, infine, «la posizione di Catricalà è nota ma lo è altrettanto la nostra è sicuramente non è cambiata» afferma Racca. «Il farmaco» conclude «è salute, non un bene di consumo e quindi va protetto. Non è detto che l’aumento dei punti vendita sia un vantaggio per il cittadino perché diminuirebbero i controlli». (Marco Malagutti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacie a rischio fallimento

Posted by fidest press agency su martedì, 14 giugno 2011

Napoli. Farmacie di Napoli a rischio fallimento, a causa dei mancati pagamenti dalla Regione, che ormai ammontano a dieci mensilità. La denuncia è di Michele Di Iorio presidente di Federfarma Napoli, che stima a «800 le farmacie nella Asl 1 in attesa degli arretrati». Farmacie, ricorda Iorio, che garantiscono seimila i posti di lavoro. «anche se i livelli occupazionali si assottigliano sempre di più, perché di certo non possiamo prendere altro personale». Intanto settimana scorsa c’è stato un incontro tra Federfarma provinciale e il capo di gabinetto del governatore Caldoro, Danilo Del Gaizo, che avrebbe promesso, entro il 30 giugno, un decreto commissariale per il primo trimestre 2011, con l’intenzione poi di procedere alla corresponsione della quota mancante del 2010. In discussione anche un accordo per il pagamento del trimestre che va fino all’agosto dell’anno scorso: secondo Di Iorio, «un piccolo passo in avanti, più umano che sindacale. Vorrei ricordare alla Regione che può scrivere tutti i decreti e i provvedimenti che vuole, ma noi i fornitori li paghiamo con i soldi, non con le carte».

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assetto del servizio farmaceutico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 marzo 2011

“La proposta di istituire un tavolo di discussione che veda riuniti Federazione degli Ordini,  Federfarma e i rappresentanti dei colleghi titolari di parafarmacia è un elemento positivo che viene a inserirsi  in un momento cruciale per la professione”. Per Maurizio Pace, segretario della FOFI, la proposta avanzata dall’ANPI (Associazione Nazionale Parafarmacie Italiane) può essere l’occasione “per riaffermare alcuni principi fondamentali che sono alla base del ruolo del farmacista, a cominciare dal fatto che siamo tutti professionisti dediti alla tutela della salute e che non esistono farmacisti di serie A e di serie B. Semmai, con l’applicazione della Legge Bersani sono venute a crearsi situazioni in cui il professionista non può esplicare tutte le sue potenzialità . Il danno più grave che può venire dalla liberalizzazione sarebbe proprio la divisione della professione. Il sistema farmaceutico italiano ha invece bisogno di una riforma seria, capace di garantire un’evoluzione consona ai bisogni della società, innanzitutto, ma capace anche di soddisfare le legittime aspettative dei farmacisti. Non dimentichiamo” conclude Pace “ che la nostra professione rappresenta una parte viva della nostra società fin dall’Unità nazionale, e che non possiamo permettere che questo patrimonio venga disperso”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana di prevenzione cardiovascolare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

Napoli dal 21 al 26 Febbraio,  350 farmacie e 100 medici collaboreranno per la distribuzione di brochure all’interno delle farmacie della città, negli ambulatori e nelle sedi di Federconsumatori, con l’obiettivo di informare i cittadini sull’importanza della prevenzione cardiovascolare. È la campagna DireFareCuore, resa possibile dall’impegno congiunto di Comune di Napoli, Simg-Società Italiana di Medicina Generale, Federconsumatori , Federfarma,  dal distributore farmaceutico Guacci e con il contributo di Teva Italia. La settimana culminerà con la Giornata di Prevenzione Cardiovascolare, sabato 26 Febbraio: in quest’occasione, nella Galleria Umberto I, dalle 10 alle 18, medici e farmacisti misureranno gratuitamente ai cittadini i principali parametri da tenere sotto controllo (peso, girovita, pressione arteriosa e colesterolo), offrendo consigli utili sul corretto stile di vita, al fine di prevenire le principali patologie cardiovascolari come ictus, infarto e insufficienza cardiaca.
“La manovra economica, con i tagli consistenti al settore sanitario e sociale, – sottolinea Rosario Stornaiuolo, Presidente di Federconsumatori Napoli – ha ridotto i fondi per le Regioni. Ciò produce una riduzione, se non un azzeramento, di molte delle prestazioni sanitarie e sociali. Ne pagano le conseguenze le fasce più deboli della società, come gli anziani. Federconsumatori, da sempre impegnata per il rispetto del diritto alla salute, con questa giornata di informazione sulla validità e sull’uso del farmaco equivalente, promuove tutte quelle misure che concorrono a diminuire le spese farmaceutiche, eliminando inutili sprechi nella sanità”.
“Sono particolarmente lieto del coinvolgimento di Federfarma nel progetto DireFareCuore – sottolinea il Presidente di Federfarma Napoli,  dottor Michele Di Iorio – che è un’occasione importante di collaborazione tra professionalità disseminate sul territorio per supportare i cittadini esposti al rischio cardiovascolare. Quest’iniziativa è inoltre in linea con i principali contenuti dei recenti decreti delegati voluti dal Ministro Fazio, relativamente ai nuovi servizi dei quali si doteranno le farmacie”.
“I farmaci generici sono medicinali di qualità e, in più, convenienti sia per i cittadini che per il Sistema Sanitario – sottolinea il dottor Giorgio Foresti, Amministratore delegato di Teva Italia e Presidente di Assogenerici –. Campagne come DireFareCuore possono fornire le giuste informazioni ai cittadini, rendendoli consapevoli di questa possibilità terapeutica. Del resto la conoscenza di questi farmaci si sta diffondendo sempre di più. Basti pensare, per esempio, che in un’area terapeutica importante, quale quella cardiovascolare, i farmaci betabloccanti generici già toccano quota 20% del totale dei farmaci venduti.”
I farmaci equivalenti (detti anche farmaci generici), pur avendo lo stesso principio attivo, presente alla medesima dose, la stessa forma farmaceutica, la stessa via di somministrazione e le stesse indicazioni terapeutiche del farmaco originale, costano meno, per motivi indipendenti dalla qualità del prodotto, legati alla commercializzazione e sviluppo. Forniscono le medesime garanzie di sicurezza, efficacia e qualità dei farmaci originali ma ad un prezzo inferiore. Questo a tutto vantaggio delle tasche dei cittadini e del Sistema Sanitario Nazionale.
Le malattie cardiovascolari rappresentano una delle principali cause di morte nei Paesi industrializzati. Ipertensione arteriosa, iperglicemia, coronaropatie e vasculopatie, infarto e ictus sono patologie spesso invalidanti, destinate a crescere a causa dell’aumento dell’età media. Si stima che gli ipertesi nel nostro Paese siano più di 12 milioni. Si contano circa 195.000 episodi di ictus ogni anno (uno ogni 4 minuti e, in 12.000 casi, si tratta di persone con meno di 45 anni) e 160.000 infarti.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: sospesa protesta farmacie

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2010

Federfarma sospende la protesta delle farmacie. Una decisione presa a maggioranza dai titolari delle farmacie napoletane – informa un comunicato – anche sulla base dell’intervento del senatore Raffaele Calabrò, in rappresentanza del presidente della giunta regionale Stefano Caldoro. Calabrò ha indicato la data del 13 ottobre – nella quale è fissato un incontro a Roma tra Giunta, Ministero della Salute, e Ministero dell’Economia – per lo sblocco di fondi alla Regione. Ciò renderebbe possibile il pagamento di arretrati alle farmacie entro fine ottobre Federfarma ha comunque confermato lo stato di agitazione della categoria per verificare il rispetto degli impegni che la giunta ha assicurato di garantire entro il 30 ottobre. Per novembre è stata fissata un’ulteriore assemblea straordinaria di verifica e l’individuazione di due o più giorni di serrata da effettuare a novembre «qualora le risposte del governo regionale non risultassero coerenti con le aspettative dei titolari di farmacia». «In questo mese di sciopero abbiamo pesato l’attività della giunta regionale – ha detto il presidente di Federfarma Napoli, Michele Di Iorio – che lascia intravedere un riscatto finanziario per la nostra Regione. Per questo abbiamo deciso di sospendere lo sciopero, ma l’assemblea mi ha dato preciso mandato di vigilare sulla concreta attuazione degli impegni assunti dalla giunta regionale. In caso contrario, nel mese di novembre, siamo pronti a una serrata delle farmacie per due o più giorni». Soddisfatto Calabrò «la decisione dell’assemblea dei farmacisti della Regione Campania di sospendere l’assistenza indiretta relativa alle 3 ASL della Provincia di Napoli, pur mantenendo lo stato di agitazione, denota una scelta responsabile che va apprezzata».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: serrata farmacisti?

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 settembre 2010

Mentre a Napoli la vertenza farmacie inasprisce e si arriva a minacciare la serrata totale, è sempre più frequente il caso di banche che bloccano aperture di credito ai clienti farmacisti. «Finora, sono già 160 gli istituti bancari che hanno chiuso i conti corrente con i soci di Federfarma», dice il presidente Michele Di Iorio, sono sconcertato in 40 anni di attività e di confronto con le istituzioni, non mi ero mai trovato a interloquire con un muro di gomma. Adesso» avverte infine il presidente «non ci resta che la serrata di tutte le farmacie associate”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I nuovi vertici di Federfarma e Sunifar

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

L’Assemblea nazionale Federfarma e l’Assemblea nazionale Sunifar riunitesi lunedì, come previsto dal nuovo Statuto Federale hanno proceduto al rinnovo delle cariche nazionali, eleggendo rispettivamente il presidente di Federfarma e sei componenti del Consiglio di presidenza e il presidente del Sunifar e tre componenti del Consiglio di presidenza. Presidente di Federfarma – informa una nota ufficiale – è stata confermata, come già anticipato, Annarosa Racca (presidente Federfarma Milano e Federfarma Lombardia), mentre presidente del Sunifar è stato eletto Alfredo Orlandi (presidente Federfarma L’Aquila). Ecco poi i componenti del Consiglio di presidenza di Federfarma: Alessandro Fumaneri (presidente Federfarma Friuli-Venezia Giulia e di Federfarma Trieste), Alfonso Misasi (presidente Federfarma Cosenza), Luca Collareta (presidente Federfarma Bolzano), Michele Di Iorio (presidente di Federfarma Napoli), Gioacchino Nicolosi (presidente Federfarma Catania), Giancarlo Visini (presidente Federfarma Abruzzo e Federfarma Chieti). L’Assemblea nazionale del Sunifar ha eletto i seguenti componenti del Consiglio di presidenza: Roberto Grubissa (presidente Federfarma Belluno), Pasquale Sechi (presidente Federfarma Oristano), Luigi Vito Sauro (presidente Federfarma Molise). Le cariche all’interno del Consiglio di presidenza verranno assegnate dal presidente di Federfarma e dal presidente del Sunifar, conclude la nota. (fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federfarma: Racca eletta alla presidenza nazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Annarosa Racca rimarrà alla guida di Federfarma fino alle elezioni del prossimo maggio. L’assemblea generale del sindacato, infatti, l’ha confermata ieri alla presidenza nazionale con 121 voti, ventuno in più rispetto a quelli raccolti dal suo avversario, Augusto Luciani. La differenza non è eclatante ma la vittoria acquisisce solidità se si considera che il risultato si è concretizzato già al primo scrutinio, un’eventualità sulla quali pochi avrebbero scommesso alla vigilia. «È una grande gioia» commenta Annarosa Racca a Farmacista33 «che mi incoraggia a proseguire nel lavoro fin qui svolto con rinnovato impegno. Gli appuntamenti a venire? La riforma della remunerazione, i decreti sui servizi, il contratto dei dipendenti di farmacia per cominciare». Subito a ruota, le elezioni per la presidenza del Sunifar hanno visto la vittoria dell’abruzzese Alfredo Orlandi sul valdostano Cesare Quey per 56 voti a 42 (al voto hanno partecipato soltanto i delegati rurali dell’assemblea, così come prevede il nuovo statuto). Un altro punto per Racca, che nei giorni scorsi aveva sostenuto il presidente di Federfarma L’Aquila. Nel momento in cui scriviamo rimangono ancora da completare le elezioni del consiglio di presidenza. (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidenza Federfarma, le candidature ufficiali

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

Come preannunciato sarà tra Annarosa Racca e Augusto Luciani la contesa per la presidenza di Federfarma. A completare la griglia Cesare Quey e dell’abruzzese Alfredo Orlandi, che correranno per la presidenza del Sunifar Andrà in scena un doppio duello all’assemblea generale che lunedì prossimo eleggerà i vertici nazionali di Federfarma e Sunifar. Sono infatti quattro le candidature notificate entro la mezzanotte di mercoledì, come vogliono le regole del nuovo statuto: confermati Annarosa Racca e Augusto Luciani in lizza per la presidenza della Federazione, la griglia si è ora completata con i nomi del valdostano Cesare Quey e dell’abruzzese Alfredo Orlandi, che correranno per la presidenza del Sunifar.
Definitiva salvo ripensamenti anche la lista dei candidati al Consiglio di presidenza (nove posti in tutto, tre dei quali riservati ai rurali). Con Racca si presentano Domenico Dal Re (presidente di Federfarma Emilia Romagna), Michele Di Iorio (presidente di Federfarma Napoli), Alessandro Fumaneri (presidente di Federfarma Friuli Venezia Giulia), Alfonso Misasi (presidente di Federfarma Cosenza), Gioacchino Nicolosi (presidente di Federfarma Catania), Giancarlo Visini (presidente di Federfarma Abruzzo). Luciani invece è appoggiato da Elisabetta Borachia (presidente di Federfarma Liguria), Luca Collareta (presidente dell’Associazione titolari di Bolzano), Francesca Conchiglia (presidente di Federfarma Puglia), Marco Cossolo (segretario di Federfarma Torino), Antonio Guerricchio (presidente di Federfarma Matera) e Marco Nocentini Mungai (presidente dell’Associazione titolari di Firenze) e Luigi Zocchi (presidente di Federfarma Varese). Anche i due candidati alla presidenza Sunifar hanno ufficializzato le proprie squadre. Con Quey corrono Alberto Fontanesi (presidente dell’Associazione titolari di Vicenza) Luigi Sauro (presidente di Federfarma Molise) e Pasquale Sechi (Presidente di Federfarma Oristano). Orlandi invece è sostenuto da Dante Baldini (presidente di Federfarma Reggio Emilia), Roberto Grubissa (presidente di Federfarma Belluno) e Francesco Mangano (presidente di Federfarma Messina). Chiudono le candidature “indipendenti” di Domenico Dal Re (già nella squadra di Racca) e Maurizio Vecchia (presidente del Comitato rurale di Cremona). Da notare che l’assemblea di lunedì eleggerà presidente e consiglio separatamente, senza vincoli di squadra. In altre parole, chi vince non ha l’assoluta certezza di un esecutivo interamente favorevole.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catanzaro: si inasprisce polemica sui rimborsi

Posted by fidest press agency su domenica, 5 settembre 2010

Non accennano a placarsi le polemiche in Calabria sul mancato rimborso alle farmacie dei medicinali che hanno erogato per conto dell’Asp dal mese di marzo scorso a oggi. Lo evidenziano le dichiarazioni del presidente provinciale di Federfarma di Catanzaro, Vincenzo Defilippo «le ultime dichiarazioni del commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro hanno, se possibile, aumentato la nostra preoccupazione, dal momento che fanno capire che il dottor Mancuso o è male informato o vuole ignorare la reale entità del problema». Mancuso aveva evidenziato di aver predisposto in questo quattro settimane «un piano complesso per realizzare compiutamente i principi contenuti nell’azione di governo regionale, consapevole di non poter dare risposte immediate ed esaustive per tutti gli argomenti. Ho trovato una situazione di cassa negativa, una cassa vuota, “priva di denaro”, ma con i primi provvedimenti ho realizzato alcuni risparmi che mi hanno consentito proprio nei giorni scorsi di assolvere alcuni adempimenti contrattuali, come la corresponsione delle somme ai farmacisti. Già proprio ai farmacisti, farmacisti che utilizzano frasi roboanti e mi pare scomposte, per declamare il pagamento delle somme pregresse, benché legittime, ma inopportunamente richieste dopo che l’Azienda ha provveduto, in una fase di grande difficoltà finanziaria, a corrispondere ben 3.300.000 milioni di euro (25 agosto)». Una cifra che Defilippo sostiene non essere ancora pervenuta «Allora, in estrema sintesi le farmacie devono ancora essere rimborsate dei medicinali che hanno erogato per conto dell’Asp dal mese di marzo scorso ad oggi. In totale, si tratta di un credito complessivo di 35 milioni di euro circa e non di 7 milioni come sostiene il commissario straordinario. I circa tre milioni che il commissario straordinario dice, perché ancora non si è visto un centesimo, di aver versato rappresentano la metà delle sole competenze del mese di marzo. Un fatto del genere è veramente allarmante, soprattutto considerando che si tratta di dati che sono l’impalcatura su cui dovrebbe poggiare la ricostruzione economico-finanziaria dell’Asp di Catanzaro».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catanzaro: farmacie sul piede di guerra

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 agosto 2010

Federfarma lancia l’allarme: qui il settore sanitario è allo sbando Sono le parole del presidente, Vincenzo Defilippo, che ha voluto cogliere l’occasione della sciagurata morte di una giovane donna a seguito di un parto cesareo a Vibo Valentia, per denunciare la grave crisi che l’assistenza farmaceutica sta attraversando in quell’area, con importanti conseguenze sulle farmacie locali. «Costrette da più di cinque mesi di ritardi nei pagamenti, le farmacie della provincia di Catanzaro hanno preannunciato una serie di dure iniziative, che vanno dalla riduzione, per alcune giornate, degli esercizi aperti sino all’assistenza indiretta» afferma in una nota Defilippo. «Quindi, i cittadini di tutta la provincia di Catanzaro il 6 e 7 settembre prossimi troveranno aperte solo le farmacie di turno e dopo pochi giorni dovranno, salvo accadimenti dell’ultima ora, fare a meno proprio dell’assistenza farmaceutica diretta. Questo sta a significare che a Catanzaro e dintorni ci si dovrà scordare di poter ritirare nelle farmacie il solito medicinale gratuitamente, o con il pagamento del solo ticket, presentando la ricetta del medico di famiglia: i cittadini dovranno pagare tutti i medicinali, anche quelli che di norma sono erogati gratuitamente dietro presentazione della normale ricetta rossa del servizio sanitario nazionale, per poi farsi rimborsare dalla Azienda sanitaria il prezzo pagato». Così conclude Defilippo: «I nostri concittadini probabilmente non vogliono sapere perché le farmacie non vengono pagate da più di cinque mesi, né d’altra parte, sta a noi farmacisti accertarlo. Sta di fatto che, sicuramente, non possiamo più continuare a lavorare senza ricevere i dovuti rimborsi dall’Azienda sanitaria di Catanzaro. Anzi, una tale ritardo di pagamenti rischia di portare al tracollo l’intero sistema». (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A novembre torna Pharmaexpo

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2009

Dopo il successo dello scorso anno è stata annunciata la nuova edizione di Pharmaexpo che ritorna, sempre a Napoli, dal 27 al 29 novembre 2009. La formula della rassegna resta immutata anche se ad affiancare la parte puramente fieristica e commerciale, si annuncia una sessione scientifica ancora più ricca con la presenza di qualificati relatori. “Verrà dato maggiore spazio ai convegni e sarà incrementato il numero dei corsi con accredito ECM – anticipa Angelo De Negri Presidente di Pharmexpo – visto l’alto numero di richieste già pervenute e l’ottimo gradimento dimostrato dai farmacisti per i temi affrontati lo scorso anno”. Confermata anche la collaborazione con l’Ordine dei Farmacisti, con Federfarma, con la Facoltà di Farmacia, con l’Ordine dei Medici, con l’Assessorato all’Università ed alla Ricerca Scientifica della Regione Campania, con l’AIC – Associazione Italiana Celiachia, con l’AIO – Associazione Italiana Omeopatia, con l’ANDI – Associazione Nazionale Dentisti Italiani, con l’ASSOGENERICI – Associazione Nazionale Industrie Farmaci Generici, con la CTF – Associazione Nazionale Chimici e Tecnologi Farmaceutici, che garantiranno l’alto profilo istituzionale e scientifico

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »