Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘felicità’

“La felicità è una cosa seria”

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 febbraio 2018

la felicità è una cosa seriaRescaldina (MI) Martedì 13 febbraio ore 21 Luciano Canova a La Tela “La felicità è una cosa seria” incontro, ad ingresso libero, promosso da AironGas, Gruppo di Acquisto Solidale, in collaborazione con l’osteria sociale. Come misurare uno stato d’animo? Parte da questa domanda Luciano Canova che martedì 13 febbraio sarà il protagonista dell’incontro “la felicità è una cosa seria” all’osteria sociale La Tela. Promossa da AironGas, Gruppo di Acquisto Solidale di Rescaldina, in collaborazione con l’osteria sociale, la serata vuole offrire alcuni interessanti spunti di riflessione sul concetto di felicità attraverso le parole e le ricerche di un illustre studioso.
Luciano Canova è infatti un economista formatosi all’Università Bocconi e alla Paris School of Economics. Insegna economia comportamentale e si occupa prevalentemente di felicità e misurazione del benessere. Crede molto nella digital education e per questo è iProf di Economia della Felicità su Oilproject.org. Definito come mirabile sintesi tra Von Hayek e Italo Calvino – possiede le capacità narrative del primo e l’abilità computazionale del secondo – ama la divulgazione scientifica. Nel suo intervento parlerà di come la misurazione della felicità in una realtà complessa necessiti di un approccio altrettanto complesso. Superando la classica e non così tanto banale equazione che i soldi fanno la felicità – perché ad un euro in più nel portafoglio non corrisponde uno scatto di egual misura in termini di felicità -, offrirà degli interessanti spunti sul tema del benessere e del sentirsi meglio, sempre in chiava scientifica. (foto: la felicità è una cosa seria)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La felicità personale in Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 agosto 2011

Danimarca

Image by rossamente via Flickr

Amburgo, Germania. I danesi sono il popolo europeo più felice Più di due terzi degli europei sono soddisfatti della propria vita nonostante la crisi monetaria dell’euro e le paure relative alla moneta unica. Questa è la conclusione di un nuovo studio condotto dalla fondazione no-profit BAT-Foundation for Future Studies nel quale più di 15.000 persone in 13 paesi diversi sono state intervistate. L’atteggiamento più positivo sulla vita è quello della popolazione della Danimarca dove quasi tutte le persone intervistate (96%) dichiara di essere felice. I tedeschi invece (61%) sono scivolati dal terzo all’ultimo posto, confermando la loro reputazione di pessimisti. Alcune cose si ripetono in tutti i paesi: le donne sono più felici degli uomini, quelli che vivono in campagna sono più felici di quelli che vivono in città e le coppie sono molto più soddisfatte delle loro vite rispetto ai single, così come coloro che hanno un buono stipendio rispetto a quelli con un reddito basso. Quello che il Capo scientifico della fondazione, il prof. Ulrich Reinhardt, trova particolarmente positivo è il fatto che le giovani generazioni in tutta Europa esprimono una grande felicità e, anche in tempi di incertezza, continuano a guardare al futuro con speranza e ottimismo. Questi risultati sono parte del vasto progetto europeo per studiare le prospettive e gli atteggiamenti dei cittadini europei, nonché le loro speranze e paure. Per andare avanti, la fondazione esorta chi fosse interessato a visitare http://www.uniteddreamsofeurope.eu e raccontare il proprio sogno personale per l’Europa. Una cosa piuttosto insolita forse, considerata la situazione attuale, senza concentrarsi sulle lamentele e le richieste dei cittadini europei, ma per dare ai loro sogni e desideri un ruolo di primo piano. Questo è affascinante oltre che necessario se vengono definite le giuste priorità in relazione al futuro del “Progetto Europa”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma Tiburtina con “La Via della felicità”

Posted by fidest press agency su domenica, 28 novembre 2010

Stamani  i volontari dell’associazione “La Via della Felicità di Roma e Mediterraneo” si sono dedicati alla distribuzione gratuita di libretto “La Via della Felicità” nell’area di mercato di Via Palmiro Togliatti, al quartiere Tiburtino, diffondendo la conoscenza dei 21 precetti morali di buon senso, non religiosi, un primo passo importante per raggiungere concretamente decoro, stima e fiducia reciproci. La decadenza dei valori morali nell’odierna struttura della società, l’individualismo sempre più marcato portano una buona parte delle persone a perdere di vista quei principi, un tempo vivi, che oggi si ritrovano appunto codificati in questo vero e proprio manuale di buon senso. La Via della Felicità è infatti un codice morale interamente basato sul buon senso. Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I suoi precetti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”. http://www.thewaytohappiness.org

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Una scuola per bambini

Posted by fidest press agency su sabato, 20 febbraio 2010

“Dios los bendiga a ustedes y toda su familia, llene sus vidas de exito, felicidad, paz y armonia” (Dio benedica voi e le vostre famiglie, riempia le vostre vite di successo, felicità, pace e armonia).  Sono le parole di Jorge L. Mora, Presidente della Fundaciòn Pasos de Vida (Fondazione Passi di Vita), che con entusiasmo e riconoscenza annuncia la posa della prima pietra di quella che sarà la prima scuola per bambini con handicap del Cantòn Daule. Il Cantón Daule è situato sulla costa nella Provincia ecuadoriana del Guayas, con una popolazione di 86 mila abitanti. In questa zona – secondo i dati dell’Istituto Ecuadoriano di Statistica – solo 7.000 case dispongono di una rete pubblica di acqua potabile. Chi vive nel 34,4% delle altre abitazioni utilizza l’acqua dei fiumi e dei ruscelli, il 13,1% si affida all’acqua distribuita attraverso camion, il resto a pozzi. La cerimonia di posa della prima pietra si è svolta sabato 30 gennaio presso la Cooperativa Cielo de Jerusalen. I bambini della Fundacion Pasos de Vida avevano calorosamente accolto con canti e balli la delegazione italiana, durante la 7° missione del Credito Cooperativo in Ecuador. Un allegro momento di incontro organizzato dalla Cooperativa “Guarumal del Centro”, diretta da Hiralda Alvarado e socia di Codesarrollo. Alcuni contributi lasciati dai partecipanti alla delegazione hanno aiutato la Fondazione a fare il primo passo per realizzare il sogno della costruzione della scuola. “Un granello di sabbia per la costruzione di una scuola così importante che andrà a beneficio di tutti i bambini con capacità differenti del Cantòn Daule”, scrive ancora Jorge Mora.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli indicatori di Felicità

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2009

Palermo 3 novembre 2009, ore 10.00 Sala Magna, Palazzo Chiaromonte –Steri, Piazza Marina, 61 –all’incontro “Gli indicatori di Felicità” promosso dall’Istat svolto nell’ambito delle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’uomo e la storia sono al centro della parola di Dio

Posted by fidest press agency su domenica, 16 agosto 2009

E’ quanto afferma Filippo Gentiloni Silveri nel suo “Il regno come profezia”. E soggiunge: “La memoria rischiosa e rivoluzionaria del crocefisso non fornisce né al singolo cristiano né alla Chiesa dei paradigmi per l’azione politica, non fornisce dei contenuti, né una dottrina, tanto meno una teologia della rivoluzione. La speranza-fede del cristiano nel tempo della croce non è, quindi, né sistemazione ideologica sicura, né rinvio ad un al di là più o meno lontano: è lotta per la libertà dell’uomo in tutte le sue dimensioni e sotto tutti gli aspetti, qui ed ora. Il Cristo del nostro tempo, il Cristo della storia, il Cristo nostro contemporaneo, è il Cristo crocefisso.” Tutto questo si può spiegare meglio se smettiamo di vedere la Chiesa solo in funzione dell’eternità perché “è impossibile lasciare un lungo ponte che poggi i suoi pilastri sulla miseria dell’al di qua e la felicità dell’al di là.” Per Vittorio Mathieu questo è il problema: “se il ponte verso la felicità sia un ponte verso il futuro o non, piuttosto, verso l’alto; se la stessa speranza nel futuro non debba venirci, perché la felicità non sia una parola vuota, dal soccorso di una eternità, compresente con noi fin da ora.” E’ un conflitto che metterebbe chiaramente in discussione l’esistenza della religione e della Chiesa se, con il migliorare della vita nel tempo, non gli desse, con l’eternità, un senso.: Paolo VI crede nel futuro della Chiesa perché “molti sono gli elementi che infondono speranza al nostro sguardo che scruta l’orizzonte della Chiesa e del mondo e ne coglie i segni, nonostante tutto, in spem contra spem, di una vigorosa vitalità religiosa.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’arte di essere felici

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 giugno 2009

Di Paolo Mantegazza Collana Lo Specchio di Silvia 2009, pp. 96 Sesta edizione Prezzo € 6,00ISBN 978-88-87501-85-8 Essere felici dipende, forse in gran parte, dalla nostra capacità artistica di stare al mondo, di ricostruirlo volta per volta con la nostra creatività. Per alcuni la felicità rappresenta la mancanza della sofferenza, nelle visioni più pessimistiche e l’intervallo fra due dolori, per altri ancora è conoscere l’amore. In fondo non vi è luogo più bello di un piccolo giardino per passeggiare e l’immensità per fantasticare; ai nostri piedi ciò che si può coltivare e raccogliere, sopra di noi ciò che si può studiare e meditare.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »