Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°14

Posts Tagged ‘feltrinelli’

Le assaggiatrici (Feltrinelli)

Posted by fidest press agency su sabato, 12 gennaio 2019

Torino Sabato 19 gennaio, dalle ore 17 Polo del ‘900, Corso Valdocco 4/a Rosella Postorino è al Polo del ‘900, con il suo libro Le assaggiatrici (Feltrinelli), in dialogo con la scrittrice Elena Varvello. A seguire, inaugurazione mostra fotografica e cena. In collaborazione con Fondazione Vera Nocentini e Polo del ‘900. a partire da Le assaggiatrici (Feltrinelli)
La prima voce del nuovo anno è quella di Rosella Postorino, scrittrice che non teme di addentrarsi nell’ambiguità delle pulsioni e delle relazioni umane, per interrogarsi su che cosa significhi essere e rimanere umani. Tra i temi che si intrecciano nei suoi libri ritroviamo anche l’interesse per il confine, spesso sottile, tra vittima e colpevole e la necessità di analizzare gli effetti delle organizzazioni totalitarie. Questi fili rossi di riflessione si annodano nella sua ultima straordinaria opera intitolata Le assaggiatrici (Feltrinelli), romanzo capace di scrutare a fondo l’animo umano, ben oltre il conflitto tra bene e male, con cui l’autrice ha vinto la 56esima edizione del Premio Campiello.
Torna Giorni Selvaggi, rassegna che, in nome della condivisione di competenze e idee, unisce Fondazione Circolo dei lettori, COLTI Consorzio Librerie Torinesi Indipendenti, Scuola Holden Storytelling & Performing Arts, Biblioteche Civiche Torinesi e TorinoReteLibri per portare gli autori dai lettori, stimolare curiosità e dialogo intorno ai libri e diffondere cultura e nuove storie sul territorio cittadino, grazie alla presenza preziosa delle librerie, biblioteche di quartiere e delle scuole. E in questo 2019 appena iniziato ma già irrequieto, il filo rosso della ricerca vuole essere la volontà curiosa di comprendere il nostro tempo, fissando delle coordinate. Per farlo lo strumento sono i libri e l’incontro con scrittrici e scrittori a partire dalle loro storie, per guardare il presente “dalla luna”, ovvero da un punto di vista differente, perché nella confusione di oggi la letteratura può offrirci gli occhi nuovi che servono a cogliere la sostanza che sta dietro le cose del mondo.
L’incontro La storia dietro il romanzo di sabato 19 gennaio, ore 17 al Polo del ‘900 (corso Valdocco 4/a), in collaborazione con Fondazione Vera Nocentini e Polo del ‘900, è tra due scrittrici. Rosella Postorino dialoga infatti con Elena Varvello a partire dal romanzo ispirato alla storia vera di Margot Wölk, assaggiatrice di Hitler nella caserma di Krausendorf, che ha confessato l’esperienza ormai anziana novantenne. La sua è stata una vicenda eccezionale di donna in trappola, fragile di fronte alla violenza della Storia, ogni giorno prelevata dalla sua casa per essere condotta nella “tana del lupo”, ovvero la dimora segreta in cui il Führer si nascose. Il suo compito, condiviso con altre, era testare i piatti a lui destinati che uscivano dalle cucine, per scongiurare ogni possibile tentativo di avvelenamento. Ogni giorno, per Margot che nel libro diventa Rosa Sauer, poteva essere l’ultimo. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili, le Carte Plus del Circolo dei lettori possono prenotare un posto in sala.
Lo stesso giorno, sabato 19 gennaio, ore 18.30, nelle sale sotterranee di Palazzo San Daniele, inaugura al Polo del ‘900 (ingresso via del Carmine, 14), la mostra fotografica Le assaggiatrici (di Hitler) dell’art director e fotografa torinese Carola Cunzolo, ispirata al romanzo, in cui il cibo che nutre diventa strumento di tortura e incubo, e il corpo di chi lo mangia luogo di narrazione. (Ingresso gratuito). Alle ore 20.30, al Polo del ‘900, Sala Voltoni, Palazzo San Daniele (ingresso via del Carmine 14) invece, la cena dedicata all’opera di Rosella Postorino, a cura dell’Associazione Culturale Les Petites Madeleines e Associazione Aporti Aperte, con gli allievi del corso di collaboratore di cucina gestito da Infocoop Lega Piemonte, dell’Istituto Penale per Minorenni Ferrante Aporti di Torino, un modo originale per indagare il rapporto tra desiderio e colpa, tra cibo e fame. (Cena € 28, in parte devoluto ai giovani detenuti dell’Ipm Ferrante Aporti coinvolti nel progetto. Posti limitati.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

COIMA SGR investe in un portafoglio di 50 milioni di euro di High Street Retail di Feltrinelli

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

amazon-libriCOIMA SGR – società indipendente leader nella gestione patrimoniale di fondi di investimento immobiliare per conto di investitori istituzionali italiani e internazionali – ha rilevato dal Gruppo Feltrinelli per conto del Fondo Core I, un prime high-street retail portfolio composto da 5 unità immobiliari localizzate nelle principali locations dello shopping delle città di Milano, Firenze, Roma, Pisa e Modena, per un valore complessivo di circa 50 milioni e una superficie di 6.000 mq.In particolare, l’immobile di Milano è situato in Corso Buenos Aires, primaria mass retail destination della città, e l’immobile di Firenze è situato in Piazza della Repubblica, nel cuore del centro storico del capoluogo Toscano. Gli immobili sono locati alle Librerie Feltrinelli, con contratti di durata pluriennale.Il Fondo Core I – partecipato da primari investitori previdenziali italiani tra cui la Fondazione Enasarco e altri investitori istituzionali domestici – è un veicolo dedicato ad investimenti a reddito prime con un orizzonte di lungo periodo e un rendimento obiettivo superiore al 6%.ll portafoglio del Fondo ha un valore complessivo a regime di oltre 300 milioni di euro e comprende trophy asset quali Palazzo Aporti a Milano – sede di State Street e Walt Disney – e Palazzo Siri in via del Corso a Roma.Questa operazione fa seguito all’accordo con il Gruppo Feltrinelli, che ha selezionato COIMA SGR quale partner immobiliare per la realizzazione e la gestione del nuovo insediamento immobiliare di viale Pasubio, dove trovano ospitalità la sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e gli uffici di Microsoft Italia, con la costituzione di un fondo immobiliare dedicato, Feltrinelli Porta Volta.
Manfredi Catella, Fondatore e Amministratore Delegato di COIMA SGR ha commentato: “Siamo orgogliosi di questa operazione, che consolida il rapporto fiduciario con la famiglia Feltrinelli confermando un processo virtuoso di valorizzazione in collaborazione tra imprenditori ed investitori istituzionali italiani.” “Siamo molto soddisfatti di questa operazione – commenta Roberto Rivellino, Amministratore Delegato di Gruppo Feltrinelli – che si aggiunge a quella del 2015 legata al Fondo Feltrinelli PortaVolta e che identifica in COIMA SGR il partner ideale per sviluppare un presidio concreto e competente sulle nostre attività immobiliari. Questo ci consente di lavorare al meglio sul nostro piano strategico e di concentrarci sulle nostre attività principali nel campo editoriale e retail.” Gianroberto Costa, Presidente della Fondazione Enasarco ha commentato: “Siamo più che soddisfatti di questa operazione. Mai come in questo caso si ritrovano insieme più motivi di interesse e di vantaggio: per la Fondazione Enasarco, per il Paese, per una grande impresa culturale italiana. Iniziative come questa costituiscono quel mix di benefici in cui le esigenze di redditività per chi investe si coniugano con quelle dell’interesse nazionale in un sistema razionale a somma positiva per tutti.” Nel corso degli ultimi 12 mesi, COIMA ha realizzato una crescita significativa con una raccolta di circa di un miliardo di Euro da investitori istituzionali italiani e internazionali (che sono oggi oltre 100, di cui più del 60% internazionali, con quattro primari Fondi Sovrani); ha completato acquisizioni per circa 1,1 miliardi di Euro; ha perfezionato finanziamenti per circa 2 miliardi, e ha incrementato del 25% il numero dei propri professionisti, passando da 115 a 150.Nell’operazione, gli aspetti contrattuali sono stati seguiti dallo Studio legale Grimaldi per COIMA SGR e da DLA Piper per il Gruppo Feltrinelli, mentre Banca UBI è stata la banca finanziatrice.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chi sono i migranti? Perché emigrano? Quali sogni, speranze, paure li muovono?

Posted by fidest press agency su martedì, 31 maggio 2016

migrantiMilano 7 GIUGNO 18.30 La Feltrinelli piazza Duomo con Pierluigi Vercesi
Roma 8 GIUGNO 18.30 La Feltrinelli Galleria Colonna con un migrante ospitato dalla Comunità di Sant’Egidio
Bologna 9 GIUGNO 18.30 La Feltrinelli piazza Ravegnana 1 con Marcello Fois I migranti: i sogni, le paure, le speranze che li muovono nel racconto di Domenico Quirico. Questo libro è la cronaca dei viaggi fatti in compagnia dei migranti nei principali luoghi da cui partono, e in cui sostano o si riversano. In questo senso, è il racconto in presa diretta dell’Esodo che sta già mutando il mondo e la storia a venire. Una Grande Migrazione che ha inizio là dove parti intere del pianeta si svuotano di uomini, di rumori, di vita: negli squarci sterminati di Africa e di Medio Oriente, dove la sabbia già ricopre le strade e ne cancella il ricordo; nei paesi dove tutti quelli che possono mettersi in cammino partono e non restano che i vecchi. Termina nel nostro mondo, dove file di uomini sbarcano da navi che sono già relitti o cercano di sfondare muri improvvisati, camminano, scalano montagne, hanno mappe che sono messaggi di parenti o amici che già vivono in quella che ai loro occhi è la meta agognata: l’Europa, il Paradiso mille volte immaginato.
In realtà, il Paradiso è soltanto l’albergo fatiscente di civiltà sfiancate e inerti, destinate, come sempre domenico quiricoaccade nella Storia, a essere prese d’assalto da turbini di uomini capaci di lasciarsi dietro il passato, l’identità, l’anima.
Da Melilla, l’enclave spagnola che si stende ai piedi del Gourougou, in Marocco – dodici, sonnolenti chilometri quadrati cinti da un Muro in cui l’Europa è, visivamente, morta – fino alla giungla di Sangatte, a Calais, dove la disperata fauna dei migranti macchia, agli occhi delle solerti autorità francesi, le rive della Manica con la sua corte dei miracoli, tutto l’Occidente, dai governanti ai sudditi, sembra ingenuamente credere di poter continuare a respirare l’aria di prima, di poter vivere sulla medesima terra di prima, mentre «il mondo è rotolato in modo invisibile, silenzioso, inavvertito, in tempi nuovi, come se fossero mutati l’atmosfera del pianeta, il suo ossigeno, il ritmo di combustione e tutte le molle degli orologi».
Giornalista de La Stampa, responsabile degli esteri, corrispondente da Parigi e ora inviato. Ha seguito in particolare tutte le vicende africane degli ultimi vent’anni dalla Somalia al Congo, dal Ruanda alla primavera araba. Ha vinto i premi giornalistici Cutuli e Premiolino e, nel 2013, il prestigioso Premio Indro Montanelli. Ha scritto quattro saggi storici per Mondadori (Adua, Squadrone bianco, Generali e Naja) e Primavera araba per Bollati Boringhieri. Presso Neri Pozza ha pubblicato Il Grande Califfato, Il paese del male e Gli Ultimi. La magnifica storia dei vinti. Neri Pozza Editore S.p.a. © Copyright 2007 (foto: migranti, domenico quirico)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’ombra della grande fabbrica

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

Napoli 17 giugno, alle 18, nella libreria La Feltrinelli di via San Tommaso D’Aquino, verrà presentato al pubblico e alla stampa il romanzo «All’ombra della grande fabbrica» di Gennaro Morra (Cicorivolta Edizioni). Accolto favorevolmente da critica e lettori già nei primi giorni della sua comparsa sugli scaffali, l’opera prima di Morra diventa motivo di confronto e dibattito sulle diverse tematiche trattate nel libro: la dismissione dell’Italsider e la riqualificazione di Bagnoli, ma anche la battaglia ecologista e la salute pubblica. Non per ultimo, la difficoltà di essere disabile in una città come Napoli. Interverranno insieme all’autore Maria Pirro (giornalista) e Antonio Menna (scrittore), modererà il dibattito la giornalista Tania Sabatino.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivoluzione verde per i libri Feltrinelli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 maggio 2010

Grazie al lancio della classifica degli editori “Salvaforeste” diGreenpeace, al Salone del Libro di Torino, alcuni editori hanno  deciso di mostrare più trasparenza sulla carta utilizzata per i propri libri. Altri, come Feltrinelli, hanno preso impegni concreti a favore delle foreste indonesiane e degli ultimi oranghi di Sumatra. «Feltrinelli ha avuto bisogno di quarantotto ore per decidere di stampare solo su carta sostenibile. Cosa aspettano – chiede Chiara Campione, responsabile della campagna Foreste di Greenpeace Italia – Mondadori e RCS Libri a fare lo stesso?». In un incontro con Greenpeace, la direzione di Feltrinelli ha annunciato la decisione, con effetto immediato, di utilizzare per i propri libri solo ed esclusivamente carta certificata FSC (Forest Stewardship Council) proveniente da foreste gestite in maniera sostenibile e responsabile. Già dalle prossime settimane alcune ristampe di classici come “Re Lear” di Shakespeare, “Alfred e Emily” di Doris Lessing e “Ancora dalla parte delle bambine” di Loredana Lipperini saranno disponibili nelle librerie su carta certificata FSC. Feltrinelli – che ha esteso l’impegno a usare solo carta FSC anche alle altre case editrici del gruppo (Apogeo, Kowalski e Urra) – ha, inoltre, chiesto a Greenpeace di collaborare nella ricerca di carta riciclata che possa sostituire la carta da fibre vergini per alcune collane. Altri editori, dopo le incursioni pacifiche degli attivisti travestiti da oranghi al Salone del libro, hanno risposto al questionario di Greenpeace guadagnando posizioni “più verdi”. Tra queste: Minimum Fax, Stampa Alternativa e Baldini Castoldi & Dalai.L’editoria italiana ha ancora una grossa responsabilità quando si parla di deforestazione e cambiamento climatico e in particolare le case editrici dei gruppi Mondadori e RCS Libri hanno ancora moltissimo lavoro da fare per migliorare la sostenibilità della propria carta. Se gli editori con le loro scelte non fermeranno immediatamente l’avanzata di criminali forestali come APP (Asian Pulp and Paper) nel mercato italiano, Greenpeace li riterrà corresponsabili della distruzione delle ultime foreste tropicali.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Feltrinelli per l’Abruzzo

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2009

La Feltrinelli è vicina a tutti coloro che sono stati così duramente colpiti dal terremoto in Abruzzo. Il nostro lavoro è vendere e promuovere cultura e per noi cultura è sinonimo di solidarietà e vicinanza. Per questo la Feltrinelli devolverà 50 centesimi per ogni prodotto venduto mercoledì 6 maggio nei propri negozi e sul sito http://www.lafeltrinelli.it, e Giangiacomo Feltrinelli Editore donerà tutti i libri per bambini del proprio catalogo per la ricostituzione delle biblioteche scolastiche. I fondi e i libri andranno a supportare il Coordinamento “Per l’Abruzzo: biblioteche e ludoteche per bambini e ragazzi” per attivare da subito servizi di lettura, di biblioteca e di gioco per i bambini, i ragazzi e le loro famiglie nelle comunità più colpite dal terremoto.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Renato Zero dal vivo

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 marzo 2009

renato-zeroRoma giovedì 19 marzo 2009 dalle ore 22.00 Galleria Colonna Alberto Sordi e in collegamento a Milano  Piazza Piemonte  Feltrinelli Libri e Musica Apertura straordinaria di mezzanotte  in occasione dell’uscita del nuovo album Sono passati più di tre anni dall’uscita dell’ultimo album di Renato Zero. Altrettanto tempo è passato da quando Renato ha presentato il suo ultimo disco con un’apertura di mezzanotte alla Feltrinelli. Ora, per la gioia dei suoi fan e di tutti gli amanti della bella musica, Renato Zero torna con un nuovo disco, e con una nuova midnight opening, in Galleria Colonna, alla Feltrinelli Libri e Musica. E, non contento, sovverte tutte le regole del mercato del disco. Con Presente, infatti, Renato Zero lancia una novità assoluta: il self made disco. È la prima volta, nella storia della discografia italiana, che un artista importante non si avvale di una major o di un’etichetta indipendente per la produzione e la distribuzione del proprio album, ma sceglie di fare tutto da solo, attraverso la sua etichetta Tattica s.r.l. E inoltre, solo per i fan di Milano, i primi 100 titolari Carta Più che acquisteranno il disco riceveranno l’invito per il concerto di Renato Zero a Milano

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »