Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘fenomeno migratorio’

Alla Stranieri un corso di formazione per l’analisi del fenomeno migratorio

Posted by fidest press agency su domenica, 18 novembre 2018

Perugia Prende il via all’Università per Stranieri di Perugia il progetto “Formazione e Mediazione” (FOR.ME), un corso di formazione rivolto ai dipendenti della prefettura e al personale pubblico.
A presentare l’evento nella sala Goldoni di palazzo Gallenga c’era la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia, la prof.ssa Giuliana Grego Bolli, insieme alle prof.sse Stefania Tusini e Maura Marchegiani, le referenti scientifiche del progetto.
“Il percorso formativo – ha detto la rettrice, prof.ssa Giuliana Grego Bolli – si propone di trattare il tema delle migrazioni internazionali fornendo un approfondimento necessario a costruire un apparato di competenze e conoscenze aggiornate da impiegare criticamente nell’analisi del fenomeno migratorio, con particolare riferimento alle tematiche della protezione internazionale e della gestione dell’accoglienza. Questa nostra azione formativa – ha aggiunto la rettrice – in piena sintonia con la nostra mission dell’Ateneo, si prefigge inoltre l’obiettivo di approfondire gli strumenti concettuali e analitici necessari a ridurre il rischio di luoghi comuni ricorrenti sulla protezione internazionale e garantire così una lettura critica dei diversi aspetti che ruotano intorno ai fenomeni migratori e delle sfide che essi comportano a livello internazionale, nazionale e locale”.
Per le prof.sse Stefania Tusini e Maura Marchegiani, referenti scientifiche del progetto “La formazione per l’analisi del fenomeno migratorio ha lo scopo di offrire ai partecipanti una consapevole ed approfondita percezione del fenomeno migratorio nel suo complesso e per fornire le conoscenze idonee a favorire il ricorso ad interventi adeguati e servizi mirati, per rispondere alle esigenze delle diverse categorie di migranti”.
Si tratta di un ciclo di 6 incontri, con la partecipazione, tra gli altri, di docenti dell’Università per Stranieri di Perugia, e intende offrire strumenti teorico-pratici multidisciplinari e competenze e conoscenze sul fenomeno migratorio molto più ampio rispetto alla casistica relativa all’ambito territoriale di competenza. Ciò nella convinzione che l’illustrazione degli aspetti umanitari, giuridici, storici, sociologici, istituzionali, geopolitici del fenomeno migratorio nel suo complesso possano contribuire a formare una figura più versatile per affrontare le problematiche anche a livello locale, fornendo le conoscenze idonee a favorire il ricorso ad interventi adeguati e servizi mirati.
Nel primo appuntamento la prof.ssa Federica Guazzini ha parlato dei “Migranti e rifugiati dall’Africa verso il Mediterraneo e le relazioni euro-africane”. Nel secondo, previsto il 22 novembre, con inizio alle ore 9, la prof.ssa Stefania Scaglione parlerà della narrazione delle migrazioni operata da media analizzata in chiave sociolinguistica”. Nella seconda parte, alle 14, il giornalista Francesco Castellini dibatterà sulla costruzione delle fake news come strategia comunicativa. Un focus sulle migrazioni.”
Al termine del progetto sarà realizzato un video per documentare le esperienze formative ed un toolkit, come modello di buone pratiche da diffondere a livello nazionale. Il progetto, promosso e organizzato in collaborazione con la Prefettura di Perugia, è stato cofinanziato dall’Unione Europea (Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014-2020) e dal Ministero dell’Interno.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giovani italiani in Australia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2016

melbourneRoma, martedì 19 aprile, alle ore 15, nell’Auditorium “V. Bachelet” – The Church Palace – verrà presentato il volume Giovani italiani in Australia. Un “viaggio” da temporaneo a permanente. Il volume, promosso dalla Fondazione Migrantes, organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana, edito da Tau Editrice, è frutto di due anni di studio, analisi e ricerca. Prima opera nel suo genere, essa fornisce un’analisi dettagliata del fenomeno migratorio italiano in Australia: partendo dai dati statistici che illustrano i flussi migratori dall’Italia all’Australia nell’ultimo decennio, gli autori – Michele Grigoletti e Silvia Pianelli – hanno approfondito la grandezza e complessità degli eventi in atto e, attraverso le storie dei protagonisti, hanno portato alla luce i motivi, le sensazioni, i pensieri e le paure che caratterizzano il recente nuovo fenomeno migratorio.
Il volume, inoltre, contiene il video-reportage 88 giorni (nelle farm australiane): viaggio fra sogni, speranze e pensieri dei giovani italiani in Australia che testimonia l’esperienza di vita e di lavoro di migliaia di giovani italiani, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, che ogni anno lavorano la terra australiana in zone rurali, lontane dalle principali città. Il reportage è una testimonianza visiva dello spaccato giovanile del 2016; mostra e fa capire come mai i giovani hanno fatto questa scelta, dove e con chi vivono, cosa pensano del proprio futuro e cosa si aspettano dall’Australia.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rinforzare i diritti dei rifugiati

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 dicembre 2009

Bruxelles – L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime soddisfazione per l’adozione del programma di Stoccolma mirato a definire le priorità dell’Unione Europea sull’asilo e sulle altre questioni riguardanti Giustizia e Affari Interni per il periodo 2010-2014. Allo stesso tempo l’UNHCR esorta l’UE affinché si assicuri che gli obiettivi relativi alla gestione del fenomeno migratorio non mettano in secondo piano i principi di protezione per i rifugiati. L’UNHCR accoglie con favore il principio, ribadito dall’UE, in base al quale il Sistema Comune di Asilo Europeo dovrà affondare le sue fondamenta nella piena e comprensiva applicazione della Convenzione di Ginevra sui Rifugiati del 1951 e sugli altri Trattati pertinenti. Come ulteriore segnale di impegno per il rafforzamento dei diritti dei rifugiati nella legislazione europea, il Programma di Stoccolma esprime anche l’intenzione dell’UE di accedere alla Convenzione di Ginevra sui Rifugiati del 1951, in seguito ad uno studio che sarà effettuato nel 2010 dalla Commissione Europea. A proposito della cooperazione sul piano pratico, l’UNHCR incoraggia gli stati membri dell’UE a dare il loro incondizionato appoggio all’Ufficio di Supporto Europeo in materia di Asilo (European Asylum Support Office – EASO) nell’ambito del suo compito di migliorare la coerenza e la qualità delle procedure di asilo. L’UNHCR ha dato la propria disponibilità a collaborare con l’EASO e a mettere a disposizione le proprie competenze anche nell’ambito dell’Office’s Management Board.Tra i vari passi concreti da effettuare nell’ambito del Programma, l’UE considererà la possibilità di creare una struttura di “trasferimento di protezione” all’interno dell’UE. L’UNHCR si augura che un accordo in tale senso possa permettere ai rifugiati e alle altre persone a cui sia riconosciuto il diritto alla protezione internazionale di godere di maggiore libertà di movimento nell’UE, proprio come avviene per gli altri individui  non-europei presenti legalmente in Europa. Questo sarebbe un importante obiettivo per assicurare un giusto trattamento alle persone soggette alla protezione internazionale. Per quanto concerne i “nuovi approcci” riguardanti l’accesso all’asilo nei paesi a maggior transito, tendenzialmente quelli che si trovano lungo il confine meridionale e orientale dell’UE, l’UNHCR vuole riportare l’attenzione sul fatto che spesso in tali paesi di transito le condizioni sono attualmente inadeguate ad assicurare il rispetto dei diritti fondamentali dei richiedenti asilo e dei rifugiati. È necessario ancora molto lavoro per arrivare a delle soluzioni durature per i rifugiati e per tutti coloro che hanno diritto alla protezione nei paesi vicini all’UE.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »