Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘fenomeno’

Fenomeno internazionale del “Travelight”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2020

Prima di approdare in Italia, il fenomeno del “fashion renting vacanziero” è nato qualche mese fa negli Stati Uniti grazie a una collaborazione fra Rent the Runway, servizio di abbonamento online che fornisce abiti e accessori firmati a noleggio all’origine del trend internazionale, e gli alberghi delle località più glamour degli USA come Aspen, South Beach, Hollywood e Washington, che ha dato la possibilità ai clienti di trovare gli abiti affittati direttamente in camera. Accanto alla comodità di ricevere un abito direttamente a casa o in una destinazione prescelta, il servizio a noleggio viene incontro al desiderio di sostenibilità, un movimento sempre più consolidato nel settore della moda, soprattutto tra i millennial: una recente ricerca condotta da Price Intelligently ha infatti evidenziato come 1 giovane americano su 5 (17%) abbia noleggiato abiti o accessori almeno una volta, mentre l’11% ha addirittura sottoscritto un abbonamento per avere a disposizione capi di abbigliamento con condizioni ancora più vantaggiose. Oltre a viaggiare più leggeri, il noleggio di capi di abbigliamento durante i viaggi di lavoro o di svago permette di dimenticare tutte quelle situazioni che provocano maggiore stress, soprattutto in aereo. Carlson Wagonlit Travel, leader mondiale del business travel management, ha chiesto a 6000 business traveler di valutare con un punteggio da 1 a 100 diversi fattori causa di ansia quando si viaggia: dall’analisi delle risposte è emerso che la paura di non trovare il proprio bagaglio da stiva all’aeroporto di destinazione occupa il primo posto con ben 79 punti. Viaggiare con una sola valigia leggera, oltre a evitare di perdere tempo di fronte al nastro trasportatore una volta giunti agli arrivi, facilita ancora di più gli spostamenti soprattutto se l’itinerario del proprio viaggio prevede il passaggio tra le vie trafficate delle grandi città. Inoltre, la diffusione del fenomeno “Travelight” è dovuta anche alle restrizioni molto rigide riguardo alle dimensioni e al peso dei bagagli applicate dalla maggior parte delle compagnie aeroportuali che, se non rispettate, comportano a sovrapprezzi che incidono in maniera considerevole sul costo totale del volo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fenomeno mondiale della “silent retreat mania”

Posted by fidest press agency su domenica, 2 febbraio 2020

Secondo una ricerca pubblicata sul The New York Times infatti questa pratica è in cima alla classifica dei trend di quest’anno nell’ambito wellness, basti pensare che questa pratica ha conquistato secondo The Independent Gwyneth Paltrow, Natalie Portman, Oprah Winfrey e Shailene Woodley. All’interno, oltre agli studi internazionali, troverete anche il parere di importanti esperti come Andrea Di Terlizzi, fondatore della casa editrice Inner Innovation Project nonché uno dei massimi esperti di Yoga e Scienze Antiche in Italia, e del dott. Jason Moser, professore di psicologia alla Michigan State University. Estraniarsi dagli affanni e dagli assilli del quotidiano è ormai diventata una pratica sempre più richiesta dai millennials che, stremati da livelli altissimi di stress dovuti a studio e lavoro, decidono di investire sul benessere personale. Basti pensare che secondo una recente indagine pubblicata da MarketWatch il 57% dei giovani spende in media oltre 100 dollari al mese in servizi che migliorano la propria salute fisica. Ma la pratica più ricercata è quella del “silent retreat”, ovvero il ritiro interiore e di meditazione, che secondo una ricerca del Global Wellness Insititute pubblicata sul New York Times balza in cima alla classifica dei trend di quest’anno nell’ambito wellness. Una vera e propria mania che ha coinvolto anche il mondo dello star system, come riportato sul portale britannico Independent: da Gwyneth Paltrow a Natalie Portman, fino ad arrivare a Oprah Winfrey e Shailene Woodley. Ma quali sono i benefici dei ritiri interiori sul corpo e sulla mente secondo gli esperti? Favoriscono uno spazio ideale per ritrovare pace interiore e tranquillità, riducono i livelli di cortisolo, ormone dello stress, permettono di distaccarsi dalla routine quotidiana e di ampliare la percezione mentale. “La salute del corpo, l’equilibrio mentale ed emozionale e anche la nostra armonia interiore dipendono in larga misura dalla capacità di prenderci delle pause dal flusso inarrestabile del rumore, dell’inquinamento, della tensione e del corre vacuo, tipici della vita moderna – spiega Andrea Di Terlizzi, fondatore della casa editrice Inner Innovation Project nonché uno dei massimi esperti di Yoga e Scienze Antiche in Italia – Un breve periodo in mezzo alla natura tuttavia, non può certo ricomporre uno squilibrio profondo e di vecchia data. Ciò che può farlo, invece, è l’esperienza interiore dell’èremos, vale a dire un ritirarsi che implica un sistema completo di rigenerazione e pacificazione della mente. L’eremitaggio, inteso come esperienza di profonda pacificazione del cuore e della mente, è esattamente ciò di cui abbiamo maggior necessità. Attendere un cambiamento sociale e basarsi sulla speranza è poco efficace. Il cambiamento può partire da noi, iniziando dalla chiarezza e dalla forza che sorgono trovando al nostro interno un punto di contatto con energie potenziali che nessuno ci ha mai insegnato a sviluppare”.
Ma non è tutto, perché i ritiri interiori e di meditazione presentano effetti notevoli anche sulla produttività lavorativa. Basti pensare che una ricerca della American Psychological Association e pubblicata su USA Today ha evidenziato come sessioni di meditazione spalmate in più giorni conducono a una liberazione di dopamina, neurotrasmettitore che regola il tono dell’umore, e un rafforzamento delle sinapsi in diversi punti del sistema nervoso, favorendo la concentrazione sul posto di lavoro. E ancora, secondo uno studio pubblicato sulla rivista britannica The Lancet, i ritiri di rigenerazione migliorano la funzione polmonare, riducono la pressione sanguigna e permettono di acquisire una consapevolezza maggiore del presente. Pensiero condiviso dal dott. Jason Moser, professore di psicologia alla Michigan State University: “Diverse ricerche condotto nella nostra università hanno evidenziato come partecipare a ritiri interiori di rigenerazione e meditazione contribuisca ad alleviare emozioni negative, stress e nervosismo, sintomi purtroppo comuni a tutti. Prendersi delle meritate pause per se stessi e apprendere tecniche di rigenerazione personale all’interno di un ambiente confortevole, ovviamente guidati da insegnanti esperti, permette di ritornare alla quotidianità rinnovati nel corpo e nella mente”. Ecco infine i 10 principali benefici derivati dalla partecipazione a ritiri interiori:Permettono di ritrovare pace interiore e tranquillità: interrompendo il flusso ordinario del sistema è possibile avere un punto di contatto profondo con la propria origine interiore
Alleviano i livelli di stress: i ritiri interiori diminuiscono drasticamente i livelli di cortisolo e i pensieri negativi
Riducono i livelli di pressione arteriosa: permettono di mantenere il cuore in salute, riducendo il rischio di esposizione a infarti
Ampliano la percezione mentale: sessioni di meditazione spalmate in più giorni accrescono la capacità d’introspezione e le funzioni cerebrali
Migliorano la produttività lavorativa: i ritiri interiori rafforzano le sinapsi e favoriscono la concentrazione
Favoriscono la riscoperta della consapevolezza di se stessi: permettono di essere più connessi al presente e di risvegliare la propria coscienza interiore
Presenza di istruttori qualificati: la guida attenta di esperti, come avviene nel caso di Eremos Sphera, aiuta i partecipanti a trarre il massimo giovamento dal ritiro interiore
Riducono la perdita di memoria: le tecniche di rigenerazione personale aiutano a ostacolare il decadimento cerebrale e a mantenere la mente giovane
Favoriscono il digital detox: i ritiri di pratica e teoria permettono di immergersi in una fonte dalla quale trarre energia e maggiore chiarezza, distaccandosi da smartphone e tablet
Migliorano le relazioni sociali: le tecniche di rigenerazione aiutano a essere più compassionevoli e altruisti verso il prossimo (by Matteo Gavioli Head of Media Relations)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Italia è ormai consistente il fenomeno del lavoro povero

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 gennaio 2020

Milano Convegno 8 febbraio, h10.30-16.00 CAM Garibaldi.Tante persone, pur lavorando, non percepiscono un salario sufficiente a soddisfare le esigenze di base della propria vita, e cresce la percentuale di coloro il cui reddito mensile non supera la soglia di povertà relativa, individuata a 780€ per individuo.Questa condizione incide particolarmente in alcuni settori del lavoro: dai braccianti alla cura domestica, dai riders agli stagionali del turismo, dai lavoratori della ristorazione alle cooperative, senza dimenticare i tanti lavoratori costretti ad aprire una partita IVA nonostante nella sostanza siano a tutti gli effetti dipendenti.Un parziale provvedimento adottato dal governo è stata l’introduzione del Reddito di Cittadinanza, su cui è già possibile fare un primo bilancio, ma che comunque non può rappresentare la soluzione del problema. Non c’è soluzione a questo impoverimento se non intervenendo in maniera diretta sulle condizioni di lavoro e di salario. E questo rappresenta una sfida per USB.Occorre inquadrare bene le condizioni dei settori e individuare piani di rivendicazione condivisi, a partire dalla battaglia per il salario minimo per legge, e capire di quali forme di organizzazione il sindacato debba dotarsi per abbracciare questi settori.Per questo motivo invitiamo le federazioni a partecipare al convegno che si terrà a Milano l’8 febbraio, per compiere un passo avanti nella sfida che l’aumento del lavoro povero pone davanti al nostro sindacato. (fonte:Federazione del Sociale USB)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fenomeno migratorio a livello internazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

A Parigi si è tenuta la riunione dei Paesi Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) sulle migrazioni dal titolo ”Making Migration and Integration Policies Future Ready”. A tema le politiche di integrazione. A guidare la delegazione italiana il sottosegretario al Ministero del lavoro e delle Politiche sociali fresco di Deleghe per la Direzione generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione afferenti a quel ministero. A questo riguardo il sottosegretario Steni Di Piazza ha dichiarato: “Un governo di discontinuità sul fenomeno migratorio. Il carattere strutturale delle migrazioni impone un approccio politico, è necessario un passaggio da un approccio emergenziale ad uno di sistema. Su questo si gioca la sfida della sicurezza e della coesione sociale nei nostri Paesi. Bisogna offrire soluzioni condivise e buone politiche ai nostri cittadini.A livello europeo, bisogna superare una volta per tutte l’idea che il paese di primo ingresso sia quello che debba farsi carico da solo dei migranti, solo una condivisione della responsabilità può portare a politiche capaci di conciliare sicurezza e solidarietà.In una logica di sistema dobbiamo sviluppare una strategia di integrazione attenta alle dinamiche economiche e sociali, senza enfatizzazioni né semplificazioni, senza ideologismi né allarmismi. Ma badando alla realtà del fenomeno, alle policy possibili a livello nazionale e nei contesti territoriali.In questa fase l’azione del nuovo Governo attraverso il suo Ministero del Lavoro e politiche sociali dovremo costruire metodologie e strumenti più avanzati di governo del fenomeno migratorio e di implementazione della qualità della integrazione. Preparare le politiche di integrazione del futuro è, quindi, possibile rafforzando la capacità di capire le sfide attuali e le tendenze del fenomeno, nell’operare rispetto alla concretezza delle dinamiche migratorie e migliorando le condizioni di vita delle persone migranti e dei territori ove sono accolti, contrastando, sempre e ovunque, ogni forma di discriminazione.”

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il “fenomeno” politico che si chiama Salvini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 gennaio 2020

Può stupire, a certi ambienti politici, la sorprendente ascesa del leader della lega Matteo Salvini sia per il suo exploit elettorale del quattro marzo scorso sia dai successivi sondaggi che in pratica hanno raddoppiato il suo già vistoso consenso popolare dal Nord al Sud del paese. E’ che gli italiani come un orso che esce dal letargo hanno vissuto una lunga stagione di politiche soporifere che lo hanno cullato a lungo con le litanie delle promesse annunciate e regolarmente disattese ora con voce mielosa ora con le spacconate alla Renzi. E il risveglio dell’orso italiano, tanto per restare nella metafora, è stato particolarmente shoccante per chi intendeva continuare ad illudersi che il tempo si fosse fermato. E di solito, per chi si sveglia dopo una dormita alla grande, la voglia di rifarsi con una lauta libagione è più che naturale e Salvini ha avuto la fortunata occasione di essere lì pronto per offrire la pietanza giusta e abbondante per la circostanza. Ora, semmai, taluni si chiedono se dopo aver appagato tanta fame arretrata l’orso potesse guardare con altrettanta simpatia e gratitudine il generoso donatore o sentire che il pasto, trascorsa la fase contingente, gli avesse lasciato un peso di troppo nello stomaco e se la prendesse, ingenerosamente, con il suo donatore. Non avendo la classica sfera di cristallo il dubbio resta ed è la speranza che i vari detrattori di Salvini attendono al varco come farebbero le iene per raccogliere i resti lasciati dal vendicativo orso. E il banco, in una sorta di controprova, è vicino con le elezioni regionali in Emilia e Calabria. Ciò che posso dire da subito è che Salvini, senza togliergli i meriti che ha e gli riconosco, se riesce ad essere l’uomo giusto al momento giusto come uomo di rottura, non potrebbe reggere a lungo se si entra nella normalità. E’ ciò che probabilmente confidano i pentastellati per riconquistare il loro primato con gli elettori e possibilmente rimpinguarlo. E non sono i soli. Penso al Pd se riuscirà a togliersi la vistosa palla di piombo attaccata ai piedi che si chiama Renzi oltre la confusa e informe compagine politica che si richiama all’ex ministro Calenda e alle varie anime della sinistra e della destra storica. Che ci resta da dire? Ai posteri l’ardua sentenza. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilità internazionale tra i manager italiani? Un fenomeno in costante crescita

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 agosto 2018

Il 57% dei lavoratori italiani dichiara che considererebbe seriamente il trasferimento all’estero nei prossimi due anni. Conferma anche dal mondo delle imprese: quasi una su due prevede che il fenomeno aumenterà nel prossimo triennio.
In un mondo senza confini, le assegnazioni internazionali sono infatti diventate uno strumento chiave nelle mani delle multinazionali per competere sul mercato, ma anche per il manager e la sua crescita professionale. Ciò nonostante, questo processo non è privo di rischi e il fallimento non è un evento remoto.“Nella nostra attività di ricerca e selezione, riscontriamo due caratteristiche tutte italiane che spesso ostacolano il processo di mobilità internazionale o addirittura ne impediscono il decollo” – afferma Carlo Caporale, Amministratore Delegato Wyser Italia. “Ci riferiamo, nello specifico, al gap linguistico che ancora oggi accomuna molti middle-manager e alla generalizzata tendenza ad essere proprietari di casa stanziali”.“Le aziende nostre clienti considerano imprescindibile la conoscenza della lingua inglese per partecipare a un processo di mobilità internazionale” commenta Carlo Caporale, Amministratore Delegato Wyser Italia. “Essere pressoché bilingue – e oggi sempre più trilingue – è la conditio sine qua non per un professionista che vuole migliorare le proprie opportunità di carriera. In Italia, tuttavia, la competenza linguistica è ancora troppo approssimativa. Non a caso il 40% degli italiani dichiara di aver perso almeno un’occasione di lavoro proprio a causa del proprio livello di inglese”.
Gli italiani si contraddistinguono per la propensione ad investire nel mattone, tanto che l’Italia risulta essere il primo Paese dell’Europa occidentale nel ranking di Eurostat per proprietari di casa. “Secondo l’Istat (2017), risulta che circa l’80% degli italiani vive in una casa di proprietà[6] – con o senza mutuo. Questa non è solo una forma di investimento, ma è una priorità assoluta, vissuta come un traguardo che implica anche e soprattuttto un legame affettivo, da cui è difficile separarsi” – continua Carlo Caporale, Amministratore Delegato Wyser Italia. “È proprio il rapporto con la casa e l’ambiente che lo circonda ad ostacolare spesso il manager intenzionato a trasferirsi, che addirittura non prende in considerazione soluzioni alternative, come ad esempio l’affitto della casa in Italia per il periodo di permanenza all’estero”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

OIM: salvare vite umane deve restare una priorità nella gestione del fenomeno migratorio

Posted by fidest press agency su sabato, 31 marzo 2018

Nelle ultime settimane si sono verificati gravi episodi che hanno coinvolto migranti e operatori del soccorso che hanno avuto gravi conseguenze, fra cui la morte di una donna nigeriana nel dare alla luce il figlio presso l’ospedale S. Anna di Torino. La giovane donna era stata soccorsa da alcuni volontari quasi un mese prima, mentre tentava di raggiungere la Francia con il marito e il figlio minorenne, ed è morta a causa delle complicazioni derivanti dal parto e da un grave linfoma.Un altro gruppo di migranti a Claviere, in Alta Val di Susa (Piemonte), ha avuto enormi difficoltà nel trovare un rifugio in situazioni climatiche particolarmente dure e pericolose, mentre qualche giorno fa un’altra donna, anch’essa incinta, è stata soccorsa in alta quota da una guida alpina che, per averla portata nel più vicino ospedale in Francia, ora rischia di essere incriminata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.Questi avvenimenti hanno avuto luogo proprio nei giorni in cui sono nuovamente divampate accese polemiche sulle imbarcazioni impegnate in attività di ricerca e soccorso in mare, polemiche che corrono il rischio di fare dimenticare come il salvataggio di vite umane debba sempre essere la priorità. Una priorità che resta particolarmente urgente proprio in questi mesi: nonostante il calo degli arrivi registrato al 24 marzo di quest’anno (21.928 arrivi nel 2017, 6161 nello stesso periodo del 2018: – 70%), il numero di morti, anche se diminuito in numeri assoluti (727 nel 2017, 358 nel 2018), è in realtà proporzionalmente aumentato del 75%.L’emergenza umanitaria nel Mediterraneo resta quindi sempre drammaticamente attuale e il rafforzamento delle operazioni di ricerca e soccorso dovrebbe avere la precedenza su qualsiasi altra valutazione politica.Alla luce di questi avvenimenti, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) ritiene necessario ribadire che la salvaguardia della vita umana è prioritaria rispetto a tutte le altre considerazioni afferenti la gestione del fenomeno migratorio e che il soccorso di persone in difficoltà è un principio fondamentale di umanità e solidarietà.Pure nel fondamentale rispetto delle politiche migratorie e delle leggi nazionali e sovranazionali, l’OIM desidera quindi sottolineare come il principio di gestione del fenomeno migratorio debba sempre essere basato sul rispetto dei diritti fondamentali di tutti gli individui, in primo luogo del diritto alla vita e del diritto alla salute.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: “Prevenire e contrastare il fenomeno dei roghi tossici”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 giugno 2017

campo-nomadiRoma. “E’ ormai tristemente noto – come rilevato in occasione di numerosi interventi dalla U.O. Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale della Polizia di Roma Capitale – che nei pressi dei Campi Nomadi situati sul territorio capitolino si svolgono continue attività di smaltimento illegale di materiale di vario genere. Il correlato fenomeno dei c.d. “roghi tossici” è divenuto una drammatica quotidianità per gli abitanti di molti quartieri romani – come Tor Sapienza, Colli Aniene, Settecamini, Tiburtino, Ponte di Nona – da tempo costretti a vivere tenendo in casa le finestre costantemente chiuse. Nubi di fumo nero si levano a cadenza regolare dalle aree limitrofe ai Campi, causando uno stillicidio quotidiano per gli abitanti delle zone colpite che respirano giorno dopo giorno una serie di elementi chimici altamente tossici e cancerogeni sprigionati dal fumo degli incendi. Nel quartiere di Tor Sapienza le prime segnalazioni si sono registrate già nel 1992 per i campi di via Casilina 700 e 900 ora sgomberati e, dall’epoca, vengono regolarmente impegnati i Vigili del Fuoco in lunghe operazioni per spegnere le fiamme: da allora, però, sono trascorsi oltre 25 anni di aria irrespirabile! Al fine di arginare i fenomeni criminosi causati dall’accumulo di rifiuti, oltre all’attivazione in alcuni Campi (Barbuta, Candoni e Salviati) di presidi fissi della Polizia Locale – in orario h. 24 -, dall’inizio del mese di marzo u.s. sono stati altresì programmati – per il momento in via sperimentale – controlli mirati e dinamici della Polizia Locale, anche attraverso un pattugliamento del territorio su diverse strade maggiormente interessate dal transito di furgoni nelle vicinanze dei Campi di Barbuta, Candoni, Salone e Salviati.
Il rafforzamento delle attività di vigilanza ha permesso di registrare una significativa diminuzione degli interventi di soccorso per incendio in diversi Campi Nomadi; ciò nondimeno, il fenomeno per la sua complessità, vastità e pericolosità non può essere compiutamente ed efficacemente contrastato con le sole risorse umane, finanziarie e tecnologiche fino ad ora messe a disposizione con notevole dispendio di energie da parte di Roma Capitale.
Considerato che quando si parla di roghi tossici non si parla solo di sicurezza o di tutela dell’ambiente, ma anche e soprattutto di salute delle persone, i consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno depositato una mozione che impegna la Sindaca a sollecitare il Governo Nazionale e il Prefetto di Roma a predisporre gli interventi necessari a tutela della salute pubblica, volti a prevenire lo smaltimento illegale di rifiuti e i relativi roghi tossici, attraverso l’istituzione di presidi composti da personale della Guardia di Finanza, da unità del Comando per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare dei Carabinieri e da unità dell’Esercito, con funzioni di agente di Pubblica Sicurezza nonché di Polizia Giudiziaria, che verifichino che nei Campi e nei Villaggi sopracitati non vengano introdotti illegalmente rifiuti e materiali di vario genere potenzialmente incendiabili”. Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino del M5S Fabio Tranchina.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Sfruttamento minorile: un terribile fenomeno che non decresce”

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 ottobre 2016

parlamento europeo romaRoma Il 10 novembre 2016 alle ore 15,00 presso la Sala Mosaici della sede romana del PARLAMENTO EUROPEO, Via IV novembre n.149, Vi sarà la Conferenza – organizzata da ECPAT ITALIA ONLUS, dal titolo:”Sfruttamento minorile: un terribile fenomeno che non decresce”,nel corso della quale verrà presentato il libro di Eugenio Cardi “Irene F. Diario di una borderline” (Edizioni Profondo Rosso), romanzo di denuncia sociale contro il terribile fenomeno dell’abuso sessuale infantile; nell’ambito della Conferenza si affronterà tale triste fenomeno (che a tutt’oggi è perfettamente ancora vivo e presente nel nostro Paese e si stima coinvolga più di due milioni di persone, di cui per la gran parte di sesso femminile ed in età adolescenziale) da più punti di vista… Molto spesso infatti tale terribile esperienza si rivela come tra le più distruttive per la propria salute psichica, essendo inoltre oramai assolutamente consolidato in psichiatria il nesso tra abuso sessuale infantile e disturbo di personalità.Saranno presenti:
Francesca Puglisi, Senatrice, Responsabile Scuola, Segreteria Nazionale PD
Yasmin Abo Ioha, Segretario Generale ECPAT Italia Onlus
Ilaria Borrelli, attrice, regista, produttore cinematografico
Annalisa Barbier, psicologa e psicoterapeuta
Eugenio Cardi, autore del libro “Irene F. Diario di una borderline”
Modera: Marzia Apice, giornalista Ansa cultura
L’autore del libro: Eugenio Cardi, autore romano di otto romanzi (dei quali la gran parte tradotti e pubblicati all’Estero tra Argentina, Canada, Francia e Spagna) è laureato in Scienze Politiche (indirizzo politico-sociale) ed ha un trascorso alle spalle più che ventennale nel mondo della solidarietà e del volontariato, in particolare negli ambiti Carceri, Minori ed Immigrazione.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Madri adolescenti: un fenomeno da non sottovalutare

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 maggio 2016

Maternità.Benché i numeri dell’Italia (poco meno di 8.000 nascite da madri under 19) siano distanti da quelli di altri Paesi – come ad esempio gli Stati Uniti, dove nel 2014 i bimbi nati da madri tra i 15 e i 19 anni sono stati quasi 250.000, cioè circa 3,5 ogni cento giovani della stessa età, o la Gran Bretagna, con 48.000 nascite e un tasso del 2,9% che la piazza ai vertici dei Paesi europei – il fenomeno delle madri adolescenti merita probabilmente più attenzione di quanta normalmente gli si dedica. Spesso, infatti, prevalgono atteggiamenti quali la rimozione da un lato. e lo stigma dall’altro, mentre invece servirebbero servizi preparati a gestire situazioni certamente non facili – sia per i genitori adolescenti che per i loro familiari – ma da cui si può anche uscire con una rinnovata fiducia nelle proprie possibilità di vivere una vita piena e soddisfacente.
Risulta quindi particolarmente interessante l’esperienza del centro Saga dell’Ospedale San Paolo di Milano, presentato con dovizia di particolari dall’Agenzia SIR. Si tratta di un servizio che punta ad un intervento mirato, preciso, frutto del lavoro di un’équipe multidisciplinare che conta neuropsichiatra infantile, neuropsicomotricisti e psicologi, ed è orientato a mantenere la vita della ragazza il più possibile adatta a lei, diventando un’adulta consapevole e responsabile, superando con l’aiuto del servizio esterno le caratteristiche disfunzionali che la gravidanza in così giovane età quasi sempre comporta. Un servizio pubblico, gratuito, che, come afferma la responsabile, la dottoressa Margherita Moioli, è «disponibile a collaborare anche con altre realtà italiane, perché la rete è fondamentale».(Pietro Boffi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migranti e costi

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

fuga migranti“Sembra davvero assurdo che gli Stati europei che non vorranno partecipare alla suddivisione delle quote dei migranti possano essere penalizzati con una multa pari a una percentuale del Pil. È assurdo perché l’Unione Europea si è accorta soltanto ora, in assoluto ritardo, della gravissima situazione che da anni l’Italia è costretta, da sola, a fronteggiare. Se vale il principio che chi non partecipa paga, dovrebbe valere il principio opposto: chi è intervenuto per prima dovrebbe essere pagato, rifondato e possibilmente beneficiato. Sembra inverosimile che l’orologio della disperazione scocchi dal momento in cui la signora Merkel si accorge della drammaticità di un fenomeno epocale e non da quando effettivamente tale fenomeno è iniziato. La risposta più efficace da dare ai Paesi che non intendono accogliere la loro quota di immigrati è l’immediata abolizione del regolamento di Dublino e non una sanzione economica”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli commentando l’ipotesi multa allo studio delle istituzioni europee.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mortalitià evitabile in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 dicembre 2014

sigaretteIl Rapporto MEV(i) 2014, elaborato su oltre 70.000 decessi potenzialmente evitabili maschili e 40.000 femminili, introduce oltre al consueto quadro regionale una classifica per provincia, che sottolinea la variabilità del fenomeno anche all’interno della medesima regione. Al primo posto della classifica provinciale maschile si colloca Monza-Brianza, seguita da Siena e da Terni, mentre quella femminile è aperta da Oristano, seguita anche in questo caso da Siena, che a sua volta precede Reggio Emilia; di contro, le province Medio-Campidano, Verbano-Cusio-Ossola e Nuoro nel caso dei maschi e Caserta, Caltanissetta e Foggia per le femmine chiudono invece le due classifiche con i valori più critici.
La classifica regionale maschile evidenzia risultati sensibilmente migliori della media nazionale in Umbria, Marche, Emilia Romagna, Toscana; di contro, Valle d’Aosta, Campania, Sicilia e Sardegna fanno registrare i valori regionali più elevati. Ancora Campania e Sicilia, insieme alla Calabria, chiudono la classifica femminile, guidata invece da Marche e Trentino Alto Adige.
Il Rapporto MEV(i) 2014 aggiorna il quadro della “mortalità evitabile”, vale a dire quella legata a cause di morte che potrebbero essere efficacemente contrastate con interventi di sanità pubblica, conferma almeno per i maschi il trend discendente degli ultimi anni, ma torna a sottolineare l’eterogeneità con cui questo fenomeno si manifesta sul territorio italiano, sia a livello regionale che provinciale.
Abitudine al fumo, abuso di alcol, scorretto regime alimentare, mancata tempestività nella diagnosi e nella terapia di alcuni tumori trattabili, ricorso inappropriato ai servizi sanitari, gestione inadeguata di pazienti cronici sono i potenziali responsabili di quasi 110.000 morti l’anno avvenute prima del 75° compleanno.
Le classifiche regionale e provinciale, in particolare, sono basate sui giorni di vita perduti per mortalità evitabile, e tengono conto oltre che del numero di decessi anche della quota di vita non vissuta a causa di eventi che avrebbero potuto essere prevenuti, accentuando quindi il “peso” dei casi relativi ai più giovani. Lo studio, curato da Nebo Ricerche PA, è disponibile all’indirizzo http://www.mortalitaevitabile.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fenomeno del furto dei veicoli in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2012

Oltre 310 vetture rubate ogni giorno, circa 13 ogni ora e una ogni 5 minuti; dei complessivi 113.360 veicoli sottratti ai legittimi proprietari, 62.026 sono spariti nel nulla. Scende dal 47% al 45% la percentuale di recuperi e ritrovamenti delle vetture rubate.E’ questo il pesante bilancio che emerge dai dati del “Dossier annuale sui Furti d’Auto 2011”, elaborato da LoJack Italia, azienda leader nel rilevamento e recupero dei veicoli rubati, che raccoglie e analizza i dati forniti dal Ministero dell’Interno.Nel 2011 il furto dell’auto si è confermato dunque un fenomeno criminale di primo piano e ancora preoccupante per il nostro Paese, pur a fronte di un generalizzato calo vissuto negli ultimi anni che lo ha visto passare dalle 131mila autovetture coinvolte del 2009 alle 124mila del 2010, sino alle oltre 113mila dello scorso anno.Il trend in discesa dei furti (-8,73% nel raffronto 2011/2010 e -15,21% 2011/2009) non è certo rassicurante in assoluto, in quanto lo scorso anno si è assistito contestualmente a un preoccupante calo della capacità di recuperare i veicoli sottratti; tale diminuzione si innesta peraltro in una tendenza già registrata negli anni passati, per la quale i recuperi annui sono costantemente scesi dai circa 130mila del 1990, ai 123mila del 2000 fino ai 58mila del 2010 e ai 51mila del 2011 (- 24,48% nel raffronto 2011/2009)Resta elevato il numero dei furti a scopo di cannibalizzazione (per ottenere pezzi di ricambio), per i traffici internazionali di auto e dei cosiddetti “furti d’uso” (perpetrati per commettere altri reati), anche se le attività criminali devono oggi fare i conti con la maggiore diffusione di sofisticati sistemi antifurto, che stanno spingendo i “topi d’auto” verso frontiere di azione sempre più ingegnose e tecnologiche.“Come testimoniano i dati relativi allo scorso anno, il furto dell’auto”, evidenzia Maurizio Iperti, Amministratore Delegato di LoJack Italia, “resta una piaga sociale per il nostro Paese che nelle classifiche europee mantiene da sempre un primato poco invidiabile. La sottrazione dell’auto e le difficoltà nel recuperarla costituiscono, soprattutto in alcune aree geografiche, un’ansia condivisa da quanti posseggono una vettura o si apprestano ad acquistarla, a prescindere dal modello comprato e dalla somma investita. Grazie all’efficace tecnologia in radio frequenza, abbiamo oggi raggiunto importanti risultati nel contrasto della criminalità, garantendo il recupero del 90% dei veicoli rubati equipaggiati con i nostri dispositivi nelle 48 ore successive al crimine; in Italia il nostro supporto strategico all’attività delle Forze dell’Ordine si è si rivelato spesso prezioso per sgominare traffici internazionali di auto e arrestare pericolosi criminali”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antonella Colonna Vilasi ci parla dell’Albania

Posted by fidest press agency su martedì, 21 febbraio 2012

L’Albania, il paese delle aquile, è il nostro vicino meno conosciuto. Da severo custode dell’ortodossia comunista è diventato un paese neoliberista. Un Paese affacciato al futuro, pur restando legato ad un passato antico.
Gli albanesi parlano quasi tutti italiano, visto che ricevono i canali RAI, e sono un popolo molto ospitale. L’Albania è divisa tra un sud dove si concentrano i poli dello sviluppo ed il nord espressione della tradizione rurale.
E’ un paese in crescita. L’economia albanese non è più legata solo agli aiuti internazionali e alle rimesse degli emigrati, ma si sta collocando positivamente nel consesso internazionale. Membro della Nato dal 2009, è in attesa dello status di candidato all’Unione Europea. L’oggi dell’Albania è composito, veloce, è una quotidiana collisione di tempi. Nell’immaginario collettivo gli albanesi sono percepiti come emigranti e non come cittadini di un paese vivo e affascinante, realtà di un paese in continua evoluzione. Una nazione che, dopo la Seconda guerra mondiale, ha costruito un comunismo rigorosissimo. Un paese rimasto tagliato fuori dal mondo per quasi 50 anni. Il 1991 è stato l’anno che ha segnato la caduta del comunismo in Albania. Evento che ha avviato un vero e proprio stravolgimento nella società albanese. A partire dal 1991 fortissimo è stato il fenomeno dell’emigrazione; sono circa 700.000 gli albanesi all’estero. La specificità albanese è la convivenza pacifica esistente tra le diverse religioni presenti nel Paese, che si riassume nel concetto di “shqiptaria”, forma sui generis di nazionalismo, insito nello spirito del popolo albanese, per la sua storia chiuso ad influenze esterne ed auto-referenziale. L’Albania ha subito continue invasioni: dai greci ai romani, dai goti ai bizantini, ai bulgari, ai serbi, ai normanni, ai veneziani, agli svevi, agli angioini e infine ai turchi, una successione di popoli diversi per origine etnica e per civiltà. Giorgio Castriota, detto Skandeberg, principe di Kruja, capeggiò una lega di nobili albanesi in una eroica e accanita lotta contro i turchi.
Dopo la breve dominazione italiana all’inizio della II Guerra Mondiale, la resistenza portò il paese, nel dopoguerra, ad abbracciare il marxismo sovietico. Nel 1961 si verificò una brusca rottura con Mosca e l’ avvicinamento alla Cina di Mao che portò squadre di tecnici cinesi nel Paese. Il dittatore Hoxha chiuse per decenni il paese in assoluto isolamento,con pochi contatti anche con gli altri stati comunisti. (antonella)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumenta il fenomeno del bullismo

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Non solo nelle banlieues francesi ma bande di ragazzine tra i tredici ai sedici anni si aggirano purtroppo anche nelle Nostre città. Un fenomeno tutto nuovo ed in crescita quello delle baby gang femminili che pare stia prendendo piede anche in Italia e che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” ritiene utile portare all’attenzione affinché vengano adottate tutte quelle misure necessarie a debellarlo. È rilevabile, purtroppo, un progressivo cambiamento nella società ed in particolare tra i giovani. Se prima il cosiddetto bullismo era appannaggio quasi esclusivo dei ragazzi mentre le ragazze si dimostravano più inclini ad andare a suola, allo studio e comunque ad evitare la via della delinquenza, oggi pare sia avvenuta una certa omologazione nei comportamenti negativi che si sta diffondendo a macchia d’olio specie nelle grandi città ma si evidenziano degli episodi anche nei piccoli centri. Una sorta di emulazione degli atteggiamenti dei ragazzi da parte delle ragazze che appare, almeno a detta di autorevoli sociologi, una sorta di reazione per sfuggire alle periferie in cui erano cresciute e soprattutto alla cultura familiare e maschile che molto spesso le opprime. La natura del problema non va affrontato sotto un perimetro strettamente “culturale” entro il quale alcune scuole sociologiche vorrebbero ridurlo, ma soprattutto sotto quello educativo. Sono i luoghi di ritrovo, le famiglie e la scuola che devono dare il contributo decisivo per bloccare tali fenomeni. Ma è soprattutto la scuola che potrebbe essere la carta decisiva dove realizzare campagne permanenti di sensibilizzazione per favorire la socializzazione e valorizzare dei rispettivi ruoli di uomo e donna. Si avviino, dunque, laboratori e progetti scolastici prima che le cronache quotidiane riportino ulteriori episodi di bullismo al femminile che al momento appaiono ancora non di grande rilevanza.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Passeggiata per osservare l’eclissi di luna

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 giugno 2011

Rifugio Lagdei mercoledì 15 giugno 2011, ore 21:00, Un’eclissi di luna: un fenomeno non troppo raro, ma sempre affascinante, la luna investita dall’ombra della terra, si farà scura. Durante le eclissi totali la Luna non cessa del tutto di emettere luce; infatti pur non ricevendo più direttamente la luce del sole, i raggi solari che attraversano l’atmosfera terrestre vengono deviati per rifrazione e raggiungono il satellite conferendo ad esso una colorazione variabile anche nel corso di una stessa eclissi: dal rosso cupo fino al rosso arancio. Osservare questo fenomeno da 1500 m, se il tempo è bello, è un bel privilegio. Alle 21 si partirà da Lagdei per la passeggiata che condurrà sui prati del monte Tavola dai quali si potrà osservare la luna (molto bassa sull’orizzonte) che pian piano si oscurerà. Alle 23 nella fase calante dell’eclissi si inizierà il rientro che condurrà al Rifugio entro le 24. Prima dell’escursione per chi vuole alle ore 19,30 cena alla carta. Escursione medio-facile, si raccomandano scarponcini, abbigliamento da montagna, torcia frontale. Quota di partecipazione escursione 10 € adulti, 5 € bambini. Prenotazione obbligatoria Antonio Rinaldi 328.8116651

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il Coisp in convegno a Catanzaro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

Catanzaro 14 aprile presso la sala consiglio della Provincia di Catanzaro alle ore 15.30 il Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, ha organizzato un convegno dal titolo “La criminalità e le nuove frontiere dell’illegalità” L’incontro vale il riconoscimento di 8 crediti formativi per gli avvocati che parteciperanno, tramite un’intesa con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catanzaro. La criminalità non è purtroppo solo un fenomeno armato ma molto spesso annida i suoi terribili effetti nella quotidianità servendosi delle armi della burocrazia piuttosto che della mancanza di lavoro. Ecco perché è fondamentale scardinare un sistema che crea nuove frontiere della criminalità. Dopo i saluti istituzionali di Wanda Ferro, Presidente della Provincia, Antonio Reppucci, Prefetto di Catanzaro, del Sindaco Rosario Olivo, Emilio Verrengia, Presidente provinciale dell’Anps e Annarita Abbenante Presidente dell’associazione Mediare e Conciliare, introdurrà i lavori Giuseppe Iannello, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Catanzaro. Gli interventi saranno di Rodolfo Ruperti, Dirigente della Squadra Mobile della Questura di Catanzaro (‘Ndrangheta: attività investigativa tra prevenzione e Repressione); Nico D’Ascola, ordinario di diritto penale Università di Reggio Calabria (Le più recenti modificazioni legislative in materia di misure di prevenzione patrimoniale); Nicola Gratteri, Procuratore Aggiunto D.D.A. Reggio Calabria (Narcotraffico e criminalità organizzata). Modererà  l’incontro Concetta Titti Grillo, Magistrato onorario al Tribunale di Reggio Calabria Le conclusioni saranno affidate a Franco Maccari, il Segretario Generale del Coisp.  Al termine dell’incontro il Coisp promuoverà, alle 19 presso il Caffè letterario di Catanzaro in via Menniti Ippolito, la presentazione del libro di Nicola Gratteri dal titolo “La giustizia è una cosa seria”. Modererà l’incontro Pietro Melìa, interverrà, oltre all’autore, Maria Marasco dirigente nazionale del Coisp.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrea Francolino: Spamming

Posted by fidest press agency su domenica, 20 marzo 2011

Milano, dal 31 Marzo al 30 Aprile 2011 Fabbrica Eos Piazzale Baiamonti, 2 Inaugurazione: Giovedì  31 Marzo 2011– dalle ore 18.30 http://www.fabbricaeos.it orari: da martedì a sabato 10.00-13.00; 16.00-19.00 Ingresso libero a cura di Alberto Mattia Martini.Come sempre estremo, tagliente e, al tempo stesso ironico nei messaggi, Andrea Francolino si è già distinto per avere analizzato e, al tempo stesso, denunciato il fenomeno del consumismo riproducendo i “packaging” di prodotti da ipermercato che abitualmente invadono le nostre case e le nostre spazzature e che vengono idealmente tolti dagli scaffali per trasformarsi in vere e proprie opere.   Ancora una volta sceglie personaggi noti della storia di ieri e di oggi e li fa diventare “testimonial” di prodotti mettendoli sulle confezioni dei più importanti articoli che compriamo compulsivamente e altrettanto superficialmente buttiamo: un parallelismo tra soggetto e brand per nulla casuale.  Tra i testimonial  delle sue nuove opere Francolino sceglie tre famosi boss della malavita e il Presidente del Consiglio. Al Capone, Lucky Luciano e Totò Riina diventano l’immagine rappresentativa sulle confezioni del noto Camembert President, mentre Silvio Berlusconi promuove sorridente una nota marca di preservativi, EX-Dur, opera già presentata lo scorso anno a Parigi, ma riproposta  in una confezione ingigantita per evidenziare il legame tra sesso e politica, tema alquanto attuale e discusso.  Da questo artista pungente e acuto, ma allo stesso tempo sottile e diretto possiamo quindi aspettarci di tutto, basti pensare all’opera presentata lo scorso ottobre allo spazio Oberdan che vede Falcone e Borsellino, raffigurati su due pacchi TNT, corrieri e destinatari di una scatola al tritolo: nessuna irriverenza, semmai un tributo ai due magistrati.  Nella nuova mostra, analizzando il consumismo e scegliendo di raccogliere spazzatura per farne opere d’arte, Andrea Francolino si propone di trasmettere messaggi molto diretti che poco sanno di subliminale. (president, finish, al capone)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Profughi a Lampedusa

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 febbraio 2011

Lampedusa (Agrigento), Fuggono da paesi sconvolti da conflitti interni,” scrive in una nota inviata alle più alte cariche istituzionali italiane e all’UNHCR il Gruppo EveryOne, “paesi nei quali le autorità non riescono, proprio a causa dei disordini civili, a evitare violenze e azioni persecutorie contro individui e gruppi sociali. E’ importante che le autorità italiane, in concerto con l’Alto Commissario Onu per i Rifugiati, non suscitino allarme per l’alto numero di sbarchi, ma inquadrino il fenomeno degli sbarchi in un progetto di accoglienza temporanea e sostegno sociale, che consenta ai migranti che si rifugiano nel nostro paese di superare indenni questo periodo convulso e drammatico, per rientrare in patria quando la situazione politica e sociale delle loro nazioni di origine sarà nuovamente stabile e sicura”. Stamattina un barcone con a bordo 14 profughi dalla Tunisia ha raggiunto Lampedusa, mentre stasera un’altra imbarcazione, nella quale viaggiano una cinquantina di profughi, è entrata nel porto dell’isola pelagia

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fenomeno dell’usura bancaria

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

Praia a Mare (CS), 7 novembre 2010 alle ore 18,00, nella Sala Consiliare del¬¬ Comune avrà luogo la Conferenza Stampa sul tema: “Il fenomeno dell’usura bancaria in Calabria: le cifre fornite dalla Banca d’Italia. L’evoluzione giurisprudenziale e contabile in tema di lotta all’usura bancaria e rivendicazione degli indebiti bancari. La tutela delle vittime di usura bancaria nelle Prefetture: problematiche legate all’applicazione dell’art. 20 della l.n. 44/1999”.
Dopo il saluto del Sindaco Dott. Carlo Lomonaco, interverranno nell’ordine: il Presidente del Forum Nazionale Antiusura Bancaria, On. Dott. Domenico Scilipoti; il Presidente dello SNARP e Consigliere Giuridico del Forum, Prof. Francesco Petrino; il Coordinatore del Forum per l’Italia meridionale, Dott. Bruno De Ciccio; i commercialisti, Dott. Giuseppe Chiappetta  e   Dott.ssa Olga Navarra; il Delegato Regionale della CARITAS, Don. Ennio Stamile; l’ Avv. Luca Branchicella; il Giornalista ed editore Domenico Longo, responsabile del Forum per la Regione Campania.  Modererà i lavori Fausto Castiglia, Delegato Provinciale del Forum per la Provincia di Cosenza.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »