Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘ferrara’

Ferrara in bici e senza bagagli

Posted by fidest press agency su domenica, 28 aprile 2019

All’Hotel Annunziata, il nuovo servizio di Visit Ferrara per tutti gli appassionati del cicloturismo e per chi vuole lasciare le valigie in un posto sicuro e andare alla scoperta della città, anche senza essere cliente dell’albergo.In fondo, era normale che accadesse, in una città come Ferrara, che già negli anni ’90 contendeva il primato dell’uso delle biciclette da parte dei suoi abitanti a capitali europee del manubrio quali Amsterdam o Copenaghen. Era normale ma è stato il lancio del Consorzio Visit Ferrara a imprimere la spinta per una serie di iniziative volte a incentivare e valorizzare questa vocazione al ciclismo, che è col tempo entrata nel DNA della perla estense quanto il Palazzo dei Diamanti con le sue mostre o la forma inconfondibile del Castello che ne è il cuore pulsante. Ed è proprio a 50 metri da una delle rocche più famose d’Italia che l’Hotel Annunziata – autentico gioiello dell’ospitalità ferrarese – ha interpretato il concept inclusivo e sinergico promosso da Visit Ferrara diventando punto di noleggio bike aperto anche ai turisti che non soggiornano in albergo, con una scelta da acquolina in bocca per ogni ciclista, che va dalle city bike alle cruiser bike, fino alle footbike.Ma c’è di più, perché – in un momento che vede emergere la lotta tra modalità di accoglienza consolidate e nuove frontiere della permanenza turistica – Visit Ferrara si arricchisce, grazie all’Hotel Annunziata, di un punto deposito bagagli per visitatori esterni e per chi utilizza AIRBNB ma al checkout deve abbandonare la camera, trovandosi nella sempre seccante condizione di non sapere dove lasciare le valigie mentre trascorre una giornata alla scoperta di Ferrara. Per prenotare il servizio, i turisti possono utilizzare le due app BAGBNB e STASHER, dove l’Hotel Annunziata è presente come “punto deposito bagagli”. È l’ennesimo punto segnato dal Consorzio degli operatori turistici della Provincia di Ferrara, nato per promuovere un territorio in grado di soddisfare le richieste di qualsiasi tipologia di turista, incoraggiando l’accesso a un’offerta che parla di arte, storia, enogastronomia, cicloturismo, eventi, mare e tanta natura. https://www.visitferrara.eu

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte di Courbet torna in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 26 agosto 2018

Ferrara Dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019 a Palazzo dei Diamanti di Ferrara la mostra “Courbet e la Natura”. E’ organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara. E’ un percorso tra 50 tele, provenienti dai più importanti musei del mondo, che racconta i luoghi e i temi dell’appassionante rappresentazione dell’universo naturale da parte dell’artista francese. Un’esposizione preziosa e spettacolare, da scoprire grazie alle proposte di soggiorno e ai vantaggi del Consorzio Visit Ferrara, che unisce circa 90 operatori turistici della Provincia ferrarese all’insegna della promo-commercializzazione turistica del territorio. Tra le più belle opere di Courbet in esposizione: “Buongiorno signor Courbet”, l’autoritratto “L’uomo ferito” e le celebri “Fanciulle sulle rive della Senna”. I dipinti sono rappresentazioni dei luoghi vissuti dall’artista – maestro degli impressionisti e considerato il padre del realismo – tra Parigi, la natia Ornans e i suoi dintorni, le coste della Normandia e del Mediterraneo, la Germania e la Svizzera, fra cieli immensi, sottoboschi e ruscelli, cascate e grotte. Ma ci sono anche i dipinti che hanno per tema i nudi e gli animali nel paesaggio. Opere che esprimono il rapporto autentico e rivoluzionario dell’artista con l’ambiente naturale.
Per visitare la mostra, prenotando direttamente sul sito di Visit Ferrara ed inserendo il codice sconto COURBET2018, c’è lo sconto del 10% sul pernottamento.Sono inoltre previste visite guidate alla mostra per individuali dal titolo “Raccontare l’Arte” tutti i sabati, domeniche e festivi. Visit Ferrara propone anche pacchetti per il soggiorno: la proposta di 2 giorni “Arte a Ferrara” in formula light comprende una notte in hotel con prima colazione, il biglietto d’ingresso alla mostra, lo sconto del 10% sul catalogo, una visita guidata della città di 2 ore. Il prezzo è a partire da 85 euro a persona.
La proposta “Arte a Ferrara” in formula top di 3 giorni, prevede 2 notti in hotel con colazione, una cena tipica a Ferrara e un pranzo in ristorante, un aperitivo alla caffetteria del Castello Estense, una visita guidata della città, l’ingresso alla mostra e il 10% di sconto sul catalogo. Il prezzo è a partire da 230 euro a persona.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Amos Gitai e il nuovo progetto cinematografico

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2018

Ferrara 18/4/2018 alle 17 al MEISHOP appuntamento con Gitai (Via Piangipane 81, ingresso gratuito), mentre alle 21, al Cinema Boldini (Via Previati 18, ingresso 5 €), si terrà la proiezione del film Tsili (2014), che sarà introdotto dallo stesso autore. A conversare con lui, il Direttore del MEIS Simonetta Della Seta e lo scrittore Alain Elkann (è prevista una traduzione dall’inglese). Durante la sua permanenza a Ferrara, il cineasta farà inoltre dei sopralluoghi, in vista delle riprese su Doña Gracia Nasi.
Gitai, che da oltre quarant’anni indaga con la macchina da presa la complessità dell’identità ebraica e israeliana nelle sue radici umane, culturali, filosofiche ed economiche, arriva a Ferrara da Israele per illustrare i motivi che lo hanno spinto a puntare i riflettori sulla vita di Doña Gracia, uno straordinario personaggio femminile che, all’inizio del 1500, animò anche la vita ferrarese. Qui, grazie all’apertura dei Duchi d’Este, ebbe il coraggio di tornare all’ebraismo, religione che la sua famiglia – di antico casato ebraico e proveniente dalla Spagna e poi dal Portogallo – aveva dovuto abbandonare dopo l’editto di espulsione degli ebrei, firmato da Isabella e Ferdinando di Castiglia nel 1492.
Nata probabilmente nel 1510 a Lisbona, Gracia Nasi fu tra le figure più formidabili del mondo sefardita, ed ebraico in generale, dell’epoca. A seguito della conversione forzata, i Nasi mutarono il nome in De Luna e Gracia divenne Beatrice, anche se fu educata occultamente al giudaismo e si sentì sempre ebrea. A 18 anni sposò Francisco Mendes, un ricco mercante che commerciava spezie nelle Indie Orientali, e da lui ebbe la figlia Ana. Prima di morire, nel 1535, Francisco dispose che l’amministrazione della sua fortuna fosse equamente divisa tra la moglie, della quale aveva evidentemente colto l’intelligenza e l’intraprendenza, e il fratello (e socio) Diogo, che viveva ad Anversa. E fu proprio lì che Beatrice si trasferì insieme ad Ana e alla sorella minore Brianda, dopo l’istituzione, nel 1536, di un’Inquisizione portoghese sul modello di quella spagnola. La permanenza ad Anversa, allora principale centro finanziario d’Europa, non poteva tuttavia che essere temporanea, ricadendo la città sotto il dominio spagnolo e, dunque, all’interno della giurisdizione dell’Inquisizione. I legami tra i Mendes e i de Luna si rafforzarono nel 1539, quando Brianda sposò Diogo e dai due nacque una figlia. Alla morte di Diogo, nel 1543, Beatrice (Gracia) si vide affidare dal testamento del cognato la gestione di metà del suo patrimonio e questo portò a una frattura con Brianda.Intanto, Beatrice riuscì a fronteggiare i tentativi di chi, infangando la memoria del suo defunto marito o chiedendo in sposa la piccola Ana, mirava alle sue enormi sostanze. E nel 1544, con l’aiuto del nipote Joseph, organizzò la fuga a Venezia, dove lei e i familiari mantennero una facciata cattolica per ragioni strategiche, considerato anche che gli ebrei, dal 1516, erano confinati in un ghetto affollato e insalubre.
Il governo imperiale si vendicò accusando le sorelle Mendes di apostasia e ponendo un embargo sulle loro proprietà e crediti ad Anversa, che però Joseph riuscì in buona parte a recuperare. Anche a Venezia, tuttavia, c’era chi voleva mettere le mani sulle loro ricchezze: non appena la disputa tra Brianda e Beatrice per il controllo dei beni si riaccese, fu portata davanti al tribunale veneziano, che stabilì che metà del patrimonio fosse controllato dal tesoriere pubblico di Venezia fino a quando la nipote di Beatrice non avesse compiuto diciotto anni.
La Mendes, però, si era già organizzata per spostare famiglia e capitali a Ferrara, dove il Duca d’Este Ercole II la accolse con onore nel 1549, ansioso di ospitarne le floride attività. Qui, per la prima volta, i Mendes poterono tornare a vivere apertamente come ebrei e Beatrice ridiventò Doña Gracia Nasi, distinguendosi non solo per la sapiente gestione della propria azienda, ma soprattutto per il ruolo propulsivo delle attività letterarie e tipografiche tra gli ebrei della città, che divenne il fulcro della produzione editoriale marrana. L’opera più influente del periodo fu la Bibbia di Ferrara (1553), una traduzione in spagnolo volgare della Bibbia ebraica di Abraham Usque e Yom Tov ben Levi Athias. La versione destinata all’uso ebraico fu dedicata proprio a Doña Gracia, a riprova della sua autorevolezza. Così come lo fu l’opera epica in portoghese di Samuel Usque Consolazione per le tribolazioni di Israele, che in un lungo brano descrive gli sforzi economici e organizzativi di Gracia per aiutare i conversi in fuga dal Portogallo e il loro insediamento in Italia o nell’impero ottomano.
Ma l’atmosfera della controriforma stava ormai rendendo anche Ferrara un luogo sempre più ostile e nel 1552 Gracia Nasi partì per Costantinopoli, insieme alla figlia e a una consistente quota dei propri averi. Nella capitale ottomana, dove continuò a condurre gli affari di famiglia, Gracia viveva in grande stile ed era devotamente chiamata “La Senora”. Eppure non smise mai di impegnarsi profondamente nella vita ebraica e assunse, anzi, un ruolo di guida nel mondo sefardita, dispensando carità (si diceva che ogni giorno facesse posto alla sua tavola a un’ottantina di indigenti), aiutando i fuggiaschi dalla penisola iberica, dando sollievo agli ebrei prigionieri e in difficoltà, sostenendo rabbini, studiosi e ospedali in tutto l’impero, e fondando una yeshiva (collegio rabbinico) e diverse sinagoghe.
Tra le ultime vicende note di Gracia si segnala l’audace e lungimirante progetto promosso nel 1560 col nipote: la creazione di un insediamento ebraico autosufficiente sul sito dell’antica Tiberiade, in Terra Santa, come rifugio per i conversos giunti da Spagna e Portogallo. Pare che Joseph ottenne dal sultano le rovine di Tiberiade con sette villaggi circostanti e che nel 1566 il piano fu reso operativo, anche se una generazione dopo non era rimasta che una manciata di famiglie. Quando Gracia morì, nel 1569, venne meno una donna influente e rispettata, combattiva e mai rassegnata di fronte alle avversità, consapevole dei propri privilegi eppure intensamente devota, un’imprenditrice ante litteram abile e piena di risorse, leader della diaspora sefardita e generosa benefattrice delle imprese ebraiche, vera incarnazione della solidarietà appassionata tra gli esuli.
Un’altra donna ebrea è al centro del film Tsili, di cui Gitai presenterà la visione alle 21, al Cinema Boldini (versione originale, sottotitoli in italiano) via Previati 18 Ferrara. Tsili è il nome della giovane che, negli anni Quaranta del secolo scorso, si nasconde in un bosco alla periferia di Czernovicz, dopo che i suoi parenti sono stati deportati nei campi di concentramento. Con l’istinto di un animale, si costruisce un nido in piena zona di combattimento e sopravvive. Poi arriva Marek, che scopre il suo nascondiglio. Si rivolge a lei in yiddish e, quando capisce che anche lei è ebrea, si trasferisce nel rifugio di Tsili. Un giorno Marek va al villaggio in cerca di cibo, ma non torna più. All’improvviso, senza alcun preavviso, la guerra finisce e la ragazza lascia la sua tana. Incontra i sopravvissuti dei campi e insieme si dirigono verso una barca, che li porterà in un’altra terra.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Ferrara è la Provincia più Carnevalesca d’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 3 febbraio 2018

ferrara carnevaleFerrara torna ai gloriosi fasti del Rinascimento, con il Carnevale degli Este, i duchi che resero grande la città, oggi proclamata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Dall’8 all’11 febbraio 2018, si potrà vivere un viaggio in maschera nella Ferrara del ‘400 e ‘500: nei bellissimi palazzi antichi, le grandi piazze e le strade del centro storico torneranno dame e cavalieri, nobili e signori, tra eventi culturali, spettacoli, teatro, musica, laboratori per bambini, duelli, feste e banchetti rinascimentali. Un Carnevale unico nel panorama italiano, organizzato dall’Ente Palio di Ferrara e incentrato quest’anno sul tema dei “Segni Zodiacali”, che ricorre nella trama degli affreschi del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia, ideati da Pellegrino Prisciani, filosofo delle arti e astrologo alla corte degli Estensi. A lui sono dedicate, nelle 4 giornate del Carnevale degli Este, diverse conferenze, percorsi di visita animati, laboratori. Tanti gli eventi nel fine settimana nel Castello Estense e nei musei della città, occasione per scoprire storie e arti del Rinascimento ferrarese e poi deliziarsi con i menu a tema arricchiti da intermezzi teatrali di danza, spettacoli di bandiere, armi e fuoco. Nel pomeriggio di sabato 10 febbraio, si potrà partecipare ai suggestivi cortei storici, che dalle varie contrade convergeranno in Piazza Castello, in compagnia del duca Ercole I e di Pellegrino Prisciani. Per vivere il Carnevale degli Este, si possono prenotare i pacchetti turistici del Consorzio Visit Ferrara, che unisce circa 90 operatori di tutta la provincia. Fino all’11 febbraio 2018, il programma di 2 giorni e una notte con colazione in hotel comprende una cena a tema rinascimentale a scelta tra le diverse contrade e una visita guidata della città. Il prezzo è di 95 euro a persona. La proposta di 3 giorni e 2 notti con colazione include anche una cena in ristorante tipico, con prezzo a partire da 185 euro. Sono previste condizioni speciali per i gruppi. (foto: ferrara carnevale)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gorino e gli immigrati e un governo “provocatore”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 ottobre 2016

gorino-blocco-stradale«A Gorino in provincia di Ferrara il Governo è arrivato a sequestrare l’unica struttura turistica presente in zona per trasformarla in un centro d’accoglienza per gli immigrati. Questo ha scatenato la legittima protesta dei cittadini. Ma il ministro dell’Interno Alfano arriva a dire che “quella non è Italia” e il prefetto Morcone invita i cittadini che hanno manifestato ad andare a “vivere in Ungheria”. Sono parole indegne: ricordiamo ad Alfano e Morcone che il loro stipendio viene lautamente pagato da tutti gli italiani, compresi quelli che protestano. Ogni Stato degno di questo nome dovrebbe occuparsi prima dei suoi cittadini, non spendere miliardi di euro per accogliere centinaia di migliaia di clandestini. Se c’è qualcuno che deve andare a vivere all’estero non sono i cittadini di Goro e Gorino ma Alfano e Morcone. Se decideranno di farlo, l’Italia se ne farà una ragione». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.  (Fonte foto: rit la tua repubblica)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ferrara apertura dei cancelli dei giardini

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 settembre 2016

giardinigiardini2Ferrara sabato 10 e domenica 11 settembre, l’Associazione Ilturco aprirà i cancelli dei giardini di Ferrara. INTERNO VERDE è il festival che intende mostrare il carattere della città attraverso i suoi spazi più intimi e segreti. I cortili e gli angoli verdi che testimoniano la cura per la bellezza, conservata al riparo dal tempo, riappariranno solo per un fine settimana. In questi rifugi tanto del corpo quanto dello spirito hanno lasciato la loro impronta gli intellettuali che hanno costituito la cifra culturale ferrarese, da Ludovico Ariosto a Giorgio Bassani, dalla famiglia Estense a Riccardo Bacchelli, sino a Michelangelo Antonioni e al ricordo di Pia Pera.Aprire i giardini sarà anche l’occasione per ridare luce e lustro a palazzi e monumenti che compongono il centro storico di Ferrara, che ha ricevuto l’alto riconoscimento Unesco quale patrimonio dell’Umanità. Inoltre sarà un modo per tastare il rispetto per l’ambiente dei suoi abitanti, potendo visitare il Giardino delle Capinere, oasi curata dalla Lipu, e Terraviva, un incredibile fazzoletto di campagna dentro la cinta muraria.
L’associazione Ilturco, che ha ideato e curato l’iniziativa, ha raccolto la disponibilità di famiglie, circoli e attività commerciali, che per un weekend apriranno porte e portoni, permettendo a chi vorrà giardini1partecipare all’evento di esplorare il capoluogo estense in modo originale e inedito. Un’occasione unica per scoprire dietro il rosso dei tipici cotti ferraresi un’anima verde tanto ricca quanto capillarmente diffusa. L’obiettivo degli organizzatori, infatti, è sensibilizzare i visitatori al rispetto e alla valorizzazione del verde, fornire alla comunità una chiave per interpretare più profondamente il senso dello spazio che si attraversa, sollecitare anche nei confronti degli ospiti provenienti da altre città una più completa comprensione del passato e maggiore consapevolezza della ricchezza presente, che necessità di essere tutelata e promossa. Per questo ogni giardino sarà accompagnato da informazioni di carattere botanico, storico e architettonico, e ai partecipanti che hanno prenotato l’iscrizione verrà regalato un libretto di 80 pagine, a tiratura limitata, contenente descrizioni e fotografie dei luoghi coinvolti.
Interno Verde è patrocinato dal Comune di Ferrara e dall’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna. È sostenuto inoltre dall’istituto di credito Emilbanca, dal vivaio Zerbini Garden, dalla società di servizi internet GooMobile, dall’azienda di materiali edili Silla, dalla cooperativa di commercio equosolidale AltraQualità, dall’hotel Santo Stefano, dall’enobar Maracaibo. La sua realizzazione è stata possibile grazie alla partecipazione attiva di numerosi enti, associazioni e imprese: Arci, Ascom, Centro Idea, Cinema Boldini, Fai Giovani, Garden Club, Geometrica.Botanica, Ibs+Libraccio, Legambiente, Lipu, Listone Mag, Museo archeologico nazionale di Ferrara, Musei civici di arte antica di Ferrara, Nuova Terraviva, Orto Botanico di Unife, Punto3, Teatro Ferrara Off, Urban Center, youngERcard.
Per conoscere il programma completo dell’iniziativa e restare aggiornati sugli eventi collaterali si può fare riferimento al sito http://www.ilturco.it/interno-verde (foto: giardini)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Insieme contro il cancro”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 agosto 2016

ferraraFerrara lunedì 29 agosto alle 11, con la partecipazione del prof. Roberto Ferrari, direttore della Cardiologia all’Università di Ferrara e past president ESC, del prof. Francesco Romeo, presidente Società Italiana di Cardiologia (SIC), e del prof. Francesco Cognetti, presidente Fondazione “Insieme contro il cancro”. In conferenza stampa saranno presentate anche le attività della Fondazione umanitaria European Heart for Children (EHC) che organizza missioni per operare bambini con cardiopatie congenite in Paesi in cui per loro non ci sono possibilità di cura.
Al Congresso europeo di Cardiologia (ESC, European Society of Cardiology), che si svolge a Roma dal 27 al 31 agosto con la partecipazione di 35mila esperti, sarà presentato il progetto nazionale “Città della prevenzione” che parte a settembre da Ferrara e coinvolgerà numerosi comuni italiani. Si tratta del primo progetto al mondo per educare intere città a corretti stili di vita.
le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte in Europa con 4,35 milioni di decessi ogni anno e più di 220mila in Italia. Nel nostro Paese sono circa 5 milioni le persone affette da cardiopatia ischemica, la più diffusa tra le malattie cardiovascolari, mentre l’infarto del miocardio ogni 12 mesi colpisce circa 200mila persone. Nonostante questi numeri, che testimoniano il diffondersi di una vera e propria epidemia, sono ancora troppo poche le iniziative di sensibilizzazione sugli stili di vita sani (no al fumo, attività fisica costante e dieta corretta), la prima arma per sconfiggere queste patologie.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PTC Therapeutics e Università di Ferrara annunciano una collaborazione per l’esecuzione di test genetici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2016

ferraraFerrara. PTC Therapeutics International Ltd. e l’Università di Ferrara hanno annunciato l’inizio di una collaborazione finalizzata all’esecuzione di test genetici per l’identificazione di pazienti affetti da malattie genetiche rare. In virtù dei termini della collaborazione, PTC finanzierà l’attività dell’Università di Ferrara per l’esecuzione di test genetici con un focus iniziale sulla distrofia muscolare di Duchenne. I test genetici saranno disponibili per i pazienti di tutta Europa.“Abbiamo il piacere di collaborare con PTC e offrire le nostre competenze sui test genetici per i pazienti affetti da malattie genetiche rare. L’identificazione precoce delle mutazioni genetiche alla base della malattie può influire sulle scelte terapeutiche e sul decorso della malattia”, afferma la Professoressa Alessandra Ferlini, Direttore dell’Unità Operativa di Genetica Medica dell’Università di Ferrara. “Oggi i test genetici consentono una diagnosi precoce della causa della Distrofia muscolare di Duchenne nella maggior parte delle persone affette da questa malattia, considerando le nuove strategie di trattamento che sono attualmente in fase di sviluppo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

De Chirico a Ferrara

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2015

de chiricoFerrara. Dal 14 novembre 2015 al 28 febbraio 2016. Una grande esposizione celebra il genio della pittura metafisica, ad un secolo dal suo arrivo a Ferrara. Era il 1915 quando Giorgio De Chirico, giunto nella città estense, cambiò il suo modo di fare arte, dipingendo, tra le bellissime architetture rinascimentali, piazze sospese nel tempo, manichini senza volto, particolari prospettive ed oggetti enigmatici. Il rapporto tra De Chirico e Ferrara è indissolubile, e dopo cento anni torna ad esprimersi nella mostra che dal 14 novembre 2015 al 28 febbraio 2016 impreziosisce Palazzo dei Diamanti e l’intera città. Si intitola “De Chirico a Ferrara. Metafisica e Avanguardie” ed espone non solo le opere dell’artista realizzate nel periodo ferrarese, ma anche i dipinti di Carrà, Morandi e De Pisis ispirati alla pittura metafisica e i capolavori dei più importanti artisti delle avanguardie europee, che furono conquistati dal suo stile: Hausmann, Grosz, Magritte, Dalì, Ernst.
Una mostra delle grandi occasioni da vivere grazie al consorzio Visit Ferrara, che unisce quasi 90 operatori turistici della Provincia, e che propone un’offerta speciale compresa di pernottamento con prima colazione, biglietto d’ingresso e visita guidata della città al prezzo di 60 euro a persona.Inoltre, gli appassionati d’arte hanno la possibilità di visitare con lo stesso biglietto d’ingresso altre 2 mostre: la prima è “Il manichino e i suoi paesaggi. Una storia (quasi) metafisica” alla Palazzina Marfisa d’Este – che, per prima in Italia, esporrà una suggestiva galleria di manichini, stilema caro alla Metafisica, provenienti dal XVIII secolo in poi, accanto alla tripla personale degli artisti Milena Altini, Jolanda Spagno e Mustafa Sabbagh. La seconda mostra, “Ens Rationis”, al Museo Civico di Storia Naturale, si svilupperà intorno all’installazione multimediale site-specific realizzata dal noto artista Mustafa Sabbagh, in un percorso espositivo disseminato delle opere fotografiche che lo hanno reso celebre nel mondo, riesumando dai depositi del museo splendidi uccelli in tassidermia (evocativa di quella mezza morte che cantò Alberto Savinio – pittore, scrittore, compositore, fratello di De Chirico – nei suoi lirici Chants de la mi-mort). Le due esposizioni inaugurano il 10 e l’11 e novembre.
Alla MLB Maria Livia Brunelli, home gallery di Corso Ercole d’Este e socia del consorzio Visit Ferrara, a partire dal 13 novembre apre la mostra di Silvia Camporesi ispirata alle Piazze d’Italia di De Chirico. La home gallery ospita anche una performance culinaria a tema metafisico con lo chef stellato Pier Luigi di Diego (su prenotazione: 346 7953757, http://www.marialiviabrunelli.com): un’esclusiva esperienza sensoriale da vivere tra le opere d’arte del palazzo rinascimentale.
Il percorso artistico è arricchito da un evocativo itinerario nell’antico ghetto ebraico di Ferrara, alla ricerca delle suggestioni che hanno emozionato De Chirico quando ebbe l’intuizione metafisica. Nelle botteghe si potranno assaporare i biscotti presenti nei suoi quadri, impastati con farina di canapa, e scoprire gli orologi di design ispirati alla metafisica, e poi foulard, abiti di alta sartoria, complementi d’arredo e borse che rievocano particolari di celeberrimi quadri, cofanetti fotografici con le immagini dei luoghi riconosciuti come specificamente “metafisici” del territorio ferrarese, ceramiche d’artista con le lunghe ombre o gli interni delle opere dechirichiane. Per l’occasione è stato anche edito “Alceste. Una storia d’amore ferrarese”, libro che racconta, attraverso lettere d’amore originali e inedite, la storia tra De Chirico e Antonia Bolognesi, che lui definì la sua “musa inquietante”. (foto: de chirico)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno: Interpera

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2015

ferraraFerrara dal 18 novembre con visite tecniche guidate in campo e poi nella sede di Ferrara Fiere il 19 e 20 novembre 2015 Interpera. Il più grande convegno mondiale dedicato alla pericoltura si terrà a Ferrara, nell’ambito di FuturPera (Salone Internazionale della Pera). Interpera aprirà ufficialmente il 19 nei padiglioni di Ferrara Fiere in contemporanea con FuturPera ma già dal 18 ci saranno le prime visite tecniche in campo e si inizierà a respirare sul territorio un’aria del tutto internazionale. A spiegare il programma e gli obiettivi di Interpera è Luciano Trentini, presidente del comitato scientifico di Futurpera e vicepresidente di AREFLH, l’Assemblea delle Regioni Ortofrutticole Europee che organizza Interpera: “Vogliamo sostenere, con la presenza di Interpera, un comparto che vale, nella sola Emilia-Romagna, oltre 300 milioni di euro di PLV agricola. L’evento inizierà il 18 novembre con un incontro, organizzato in collaborazione con la Fondazione Navarra, tra le aziende sperimentali di Italia, Francia, Spagna e Belgio. Un incontro – spiega Trentini – che ha come obiettivo lo scambio dei risultati più salienti delle ricerche in atto o appena concluse nel campo delle pere e anche l’individuazione dei temi di ricerca che interessano il comparto per i futuri bandi previsti da Horizon 2020 relativamente alla ricerca e alla innovazione.
Giovedì 19 e venerdì 20 spazio, invece, ai convegni con i temi caldi del momento: la situazione produttiva e commerciale nei due emisferi, quello nord e quello sud, la ricerca e l’innovazione, la logistica e le barriere fitosanitarie, l’emergenza causata quest’anno dalla Cimice asiatica, le nuove tecniche integrate per ridurre i residui di pesticidi e l’impatto ambientale, l’andamento dei consumi e la promozione del prodotto, i nuovi orientamenti varietali. Venerdì 20 Novembre – conclude Trentini – ci sarà poi una tavola rotonda sul ruolo degli Organismi Interprofessionali. Interpera e FuturPera saranno anche l’occasione per incontrare Opera e Origine, i nuovi player della commercializzazione delle pere in Italia”.
La partecipazione ai convegni di Interpera così come l’accesso a FuturPera è completamente gratuito. E’ comunque necessaria una registrazione che può essere effettuata on line o direttamente in Fiera. E’ possibile, inoltre, acquistare, sempre on line, uno speciale “Pacchetto Conferenze” che consente di assistere ai convegni, presenziare alle visite guidate e usufruire di servizi garantendo così una partecipazione più semplice, comoda. Per tutte le info e il programma completo di Interpera http://www.futurpera.com
FuturPera è promosso da Ferrara Fiere e Oi Pera e può contare su tre main sponsor: Cassa di Risparmio di Cento, Camera di Commercio di Ferrara e A&A.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutti gli adolescenti vanno a scuola

Posted by fidest press agency su sabato, 14 febbraio 2015

ferraraFerrara. La giornata di studio organizzata da Promeco, in programma – mercoledì 18 marzo 2015 a Ferrara – intende focalizzare i propri lavori intorno alla centralità della scuola in ambito preventivo saldando gli interessi degli insegnanti, delle famiglie e degli operatori del territorio per individuare, affrontare e cercare di risolvere i problemi che i ragazzi manifestano.
Promeco, il servizio pubblico che nel territorio della provincia di Ferrara si occupa di prevenzione nelle scuole, ha realizzato e sperimentato fin dal 2008 il progetto “Punto di Vista” basato sull’applicazione e la rielaborazione dei criteri definiti dalla ‘prevenzione indicata e selettiva’, ottenendo risultati più che interessanti.
Nel corso della giornata i ricercatori dell’Università di Bologna presenteranno l’approfondito Studio di Valutazione svolto dalla loro équipe nel corso degli ultimi tre anni mettendolo a disposizione di esperti e decisori politici. Un modo per condividere in ambito pubblico i risultati dell’indagine fra esecutori e committenti e definire concretamente la qualità del progetto e i possibili sviluppi futuri.
Allo scopo di favorire la discussione il convegno si svilupperà nel corso della giornata con interventi di autorevoli relatori chiamati a dare un contributo di conoscenza utile a fare nascere nuove idee e progetti di lavoro da mettere in campo fra scuola e territorio.
Il convegno è dedicata a un pubblico di insegnanti, operatori dei servizi territoriali pubblici e del privato sociale, alle famiglie, oltre a quanti nutrono un interesse personale o professionale riguardo agli argomenti trattati. La somma dei contributi presentati, la valutazione scientifica del progetto Promeco “Punto di Vista”, intende dimostrare come la prevenzione nella scuola sia possibile, valutabile, e quindi utile alla comunità.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parma: Prestigioso premio di enzimologia a dottoranda dell’Ateneo

Posted by fidest press agency su martedì, 1 ottobre 2013

Biologia molecolare - Biochimica - Genetica

Biologia molecolare – Biochimica – Genetica (Photo credit: Wikipedia)

Il prestigioso Premio Mario Rippa per la migliore comunicazione su studi di enzimologia, è stato consegnato alla dott.ssa Marialaura Marchetti, dottoranda di Biochimica e Biologia Molecolare dell’Università di Parma, nell’ambito del 57° Congresso Nazionale della Società di Biochimica e Biologia Molecolare, che si è svolto a Ferrara dal 18 al 20 settembre.
Il lavoro della dott.ssa Marchetti ha approfondito le conoscenze sulla serina racemasi, un enzima che si trova nel cervello e che controlla attraverso la formazione di D-serina l’attività di recettori implicati nella memoria e nella plasticità neuronale. Questi studi, recentemente pubblicati su FEBS Journal, pongono le basi per la progettazione di regolatori delle proprietà catalitiche dell’enzima come agenti terapeutici per la schizofrenia, la malattia di Alzheimer, il morbo di Parkinson, l’ictus e la sclerosi laterale amiotrofica.
La dott.ssa Marchetti lavora nel gruppo di ricerca che comprende i proff. Stefano Bruno, Barbara Campanini e Andrea Mozzarelli del Dipartimento di Farmacia e il prof. Alessio Peracchi del Dipartimento di Bioscienze. Lo sviluppo dei composti che interagiscono con la serina racemasi è condotto dal prof. Gabriele Costantino del Dipartimento di Farmacia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferrara: rischio sismico

Posted by fidest press agency su martedì, 22 maggio 2012

(Italian version) Category:Maps of Emilia-Roma...

(Italian version) Category:Maps of Emilia-Romagna Emilia-Romagna Emilia-Romagna (Photo credit: Wikipedia)

“Rischio sismico: Istituire il Fascicolo del Fabbricato che permetterebbe di valutare le reali condizioni statiche e sismiche del patrimonio immobiliare italiano e soprattutto degli edifici di grandissimo pregio storico” “ L’area rientra nella fascia delle strutture sepolte delle cosiddette “pieghe ferraresi” strutture che marcano in profondità il bordo orientale della catena appenninica e che rappresentano la “zona sismogenetica” a cui è attribuito il terremoto del 20-05-2012 ed in base alla quale è stata operata la classificazione sismica del territorio oltreché attraverso i dati storici esistenti. Circa gli effetti del terremoto occorre considerare poi gli effetti di sito, cioè la natura del terreno, la sua consistenza, la presenza della falda idrica ecc. che possono esaltarne o ridurne gli effetti. Infine vanno considerati anche gli effetti di risonanza tra il terreno e l’edificato”. Ad affermarlo è Maurizio Zaghini , Presidente dell’Ordine dei Geologi dell’Emilia Romagna . “Ad esempio non è casuale – ha proseguito Zaghini – che i maggiori danni si siano verificati in strutture a maggiore elevazione (torri, campanili ecc.) e di più antica edificazione. Più problematici sono i danni verificatisi in strutture recenti (es. capannoni artigianali/industriali) per i quali occorre operare gli opportuni approfondimenti potendo questi dipendere da difetti progettuali o da effetti di sito. Come ho già avuto modo più volte di dire gli sforzi maggiori dovrebbero essere rivolti proprio all’edificato esistente attraverso una politica di lungo termine che tenga presente delle priorità (patrimonio storico ed artistico, strutture pubbliche ecc) anziché concentrarsi solo sulle nuove edificazioni ed a nuovo consumo di territorio. Per questo motivo i geologi emiliano-romagnoli, auspicano un più adeguato coinvolgimento della propria fondamentale professionalità nella ricostruzione del modello geologico del territorio, certi che una maggiore conoscenza del sottosuolo apporta una maggiore sicurezza agli edifici ed alla popolazione”. La strada deve essere quella della prevenzione a tutto campo .
“Per mettere in sicurezza il nostro Paese – ha dichiarato Gian Vito Graziano, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi – la strada da perseguire non è soltanto quella, ancorché importantissima, degli interventi strutturali e dell’inserimento dei dissipatori ma è ancor prima quella degli studi della risposta
sismica dei terreni. Occorre inibire l’edificazione in quelle aree dove questi studi dimostrano un effetto di amplificazione dell’intensità sismica”. “Importante sarebbe l’istituzione del Fascicolo del Fabbricato , una sorta di “libretto sanitario” del fabbricato – ha concluso Graziano – che permetterebbe di valutare le reali condizioni statiche e sismiche del nostro immenso patrimonio immobiliare, che racchiude edifici di grandissimo pregio storico ed architettonico, che non possiamo permetterci di veder crollare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferrara e il cinema, una storia lunga un secolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 dicembre 2010

Cento anni in cui alcuni tra i più grandi registi ed attori del panorama italiano hanno potuto calcare le strade del territorio estense, interpretando le emozioni tipiche di queste terre e rendendole immortali sulle loro pellicole. Nasce così “Provincia di Ferrara: terra e cinema ”, la nuova guida al cineturismo del territorio ferrarese che offre l’occasione di un viaggio nella storia del Grande Cinema del territorio estense, raccontando le fitte trame di una terra ricca di anima e fascino.
“Provincia di Ferrara: terra e cinema ”, ideata e realizzata da Provincia e Camera di Commercio di Ferrara e stampata bilingue (italiano e inglese) in 10.000 copie, è rivolta a tutti gli appassionati di cinema che potranno, così, ripercorrere idealmente i luoghi del territorio ferrarese che hanno ospitato nel corso dei decenni film e fiction: dai film muti di carattere storico che risalgono agli albori della cinematografia (come “Torquato Tasso” e “Parisina”), a quelli ambientati nel difficile periodo del dopoguerra; dalle pellicole che riportano alla mente i romanzi dell’indimenticato Giorgio Bassani, ai più recenti “Ravanello Pallido” e “Nebbie e Delitti”. Luchino Visconti, Florestano Vancini, Michelangelo Antonioni, Giuliano Montaldo, Pupi Avati sono solo alcuni dei grandi registi che hanno trovato nella città di Ferrara e nella sua provincia uno splendido contesto per i propri set cinematografici. Ottanta i film passati in rassegna, a ciascuno dei quali è dedicata una scheda contenente trama, luoghi di ambientazione, informazioni tecniche e suggestive foto, alcune delle quali scattate direttamente sui set. Il tutto, poi, corredato da dettagliate mappe (una sulla città di Ferrara ed una sul territorio provinciale) ed approfondimenti sui grandi protagonisti ferraresi dello schermo e sugli itinerari attraverso i quali poter scoprire location e scene di ambientazione dei film stessi; uno strumento pratico e maneggevole, quindi, che darà al lettore la possibilità di ritrovarsi idealmente all’interno dei set cinematografici condividendo, per un attimo, emozioni e sensazioni vissute da registi e attori.
La guida “Provincia di Ferrara: terra e cinema” è a disposizione di tutti gli appassionati: è, infatti, scaricabile (in formatoPDF) dal sito http://www.ferrarainfo.com

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »