Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°122

Posts Tagged ‘festival’

VI Festival der Philosophie sul tema dell’identità

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2018

Hannover: 20-24 giungo 2018. Ha come motto: „Tre quarti d’io“, ad indicare quanto oggi l’io sia fragile e minacciato. Vi si tratta di identità di genere (Michela Marzano), di psicologia, di identità politica, dell’io dell’idealismo, del romanticismo fino all’io in Kafka, Svevo, Bergson, Pirandello. Oltre a relazioni di studiosi internazionali (Michela Marzano, Stefano Ferrari, Salvatore Principe, Caterina Zanfi, Jurij Alschitz, Till Bastianecc.) vi si susseguono performance, letture, mostre e concerti in chiese, musei ed edifici storici della città e della regione.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro Festival: a Custonaci la seconda edizione

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 aprile 2018

Custonaci – Tre appuntamenti da sabato 7 aprile a venerdì 4 maggio. Si parte sabato 7 aprile (con replica 8 aprile) con lo spettacolo “Nel cuore di Verona” a cura dell’associazione Musica – Teatro – Danza “Liberi Ragazzi”. Un musical ispirato all’indimenticabile storia d’amore tra il giovane Romeo e la bella Giulietta, in una Verona caratterizzata dall’odio e dai contrasti di due famiglie rivali: i Montecchi e i Capuleti.Tra lame e veleni, amicizie e inimicizie, tra potere e follie, in scena la bellissima storia senza tempo di William Shakespeare, nella quale l’amore vince la morte e può cambiare il mondo.
Domenica 22 aprile sarà la volta dello spettacolo “Un è veru ma ci criu” a cura del “Piccolo Teatro Siciliano”. Filo conduttore della commedia è la paura del protagonista di essere colpito dalla “Jettatura”, cercando di sconfiggerla con gli scongiuri o amuleti.La sua vita cambierà quando conoscerà un “Impiegato Gobbo” che lo aiuterà a risolvere le sue paure e i suoi timori.
Si prosegue domenica 4 maggio con lo spettacolo “Grisù, Giuseppe e Maria” a cura della compagnia “Gli amici di Nino Martoglio”, che ritornano dopo un periodo di assenza dai palcoscenici. Si tratta di una gustosa storia teatrale vissuta all’interno di una parrocchia di un paesino dell’entroterra siciliano nell’anno 1956. Protagonista della vicenda è il parroco Don Ciro che, nonostante al suo arrivo in paese avesse immaginato una sede quieta e tranquilla, si troverà a dover tribolare per tutto ciò che gli complicherà la vita nella sua sagrestia.
Gli appuntamenti al Teatro di San Vito lo Capo: il 14 aprile sarà riproposto lo spettacolo “Nel cuore di Verona” a cura dell’associazione Musica – Teatro – Danza “Liberi Ragazzi” e il 29 Aprile andrà in scena lo spettacolo “Pipispezzi” a cura della Compagnia “Piccolo Teatro Le scale”.
Tre spettacoli negli spazi del Teatro di Custonaci in coproduzione con il Comune di Custonaci e tre spettacoli nel Teatro di San Vito lo Capo in collaborazione con l’Associazione “Kalos”.
Il progetto, lanciato l’anno scorso, mette insieme numerose compagnie teatrali amatoriali, una vera e propria palestra artistica. Una realtà amatoriale indiscutibilmente viva e dinamica nel territorio. Un Teatro fatto da persone che, sera dopo sera, oltre il lavoro e gli impegni familiari, portano avanti, il proprio amore per il Teatro, contribuendo alla crescita culturale e sociale della comunità in cui vivono e diffondendo l’amore e la conoscenza delle arti sceniche.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Middle East Now Festival di Firenze

Posted by fidest press agency su domenica, 1 aprile 2018

Il 10 aprile, Wajib – Invito al matrimonio. Ambientato nella comunità cristiana di Nazareth, in Palestina, il film – diretto dalla pluripremiata regista palestinese di When I saw you, Annemarie Jacir, e interpretato da due straordinari attori, Mohammed e Saleh Bakri, padre e figlio sullo schermo e nella vita – evidenzia le criticità e le difficoltà del vivere in una terra martoriata, in cui pragmatismo e idealismo non sempre riescono a convivere. Il titolo Wajib, che tradotto in italiano significa “dovere”, fa riferimento alla tradizione palestinese secondo la quale il padre e i fratelli della sposa hanno il dovere sociale di consegnare personalmente gli inviti di matrimonio. Un gesto solenne e culturalmente importante che dà vita a un road-movie profondo ed emozionante, che esplora la complessità del rapporto padre-figlio nel confronto tra liberà e dovere, modernità e tradizione.Il film, che ha ottenuto anche il Premio ISPEC (Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo) al Festival di Locarno 2017, sarà distribuito da Satine Film a partire dal 19 aprile 2018.
Abu Shadi ha 65 anni e vive a Nazareth, in Palestina. Di professione insegnante, molto stimato, Abu Shadi ha cresciuto da solo i due figli dopo l’abbandono della moglie e la sua fuga in America con un altro uomo, e ora si appresta a vivere quello che è forse il giorno più bello della sua vita: il matrimonio della figlia Amal. Per l’occasione e per aiutarlo nei preparativi, è tornato nella città natale anche Shadi, l’altro figlio che ormai da tempo vive in Italia, dove lavora come architetto. Pur essendo ormai avvezzo agli usi occidentali e molto critico verso quanto accade nella regione, Shadi non si è sottratto al rispetto della locale consuetudine palestinese che prevede il “Wajib”, il “dovere” da parte dei familiari, di consegnare personalmente le partecipazioni di nozze, come forma di rispetto verso gli invitati. Di casa in casa, con visite a familiari, amici o anche semplicemente vicini, Shadi e Abu Shadi si apprestano a trascorrere insieme un’intensa giornata on the road dedicata a incontri e consegne così come vuole la tradizione. Le porte di cristiani, mulsulmani e anche atei si aprono al loro arrivo. Ma se al cospetto degli invitati padre e figlio riescono a calarsi nel ruolo che tutti da loro si aspettano, nei momenti in cui sono soli, la diversa visione della vita e dei valori che ormai ampiamente li separa affiora man mano in superficie costringendoli a un inevitabile confronto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Be Comics

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

Padova 24 Marzo 2018 Le COBU si esibiranno: ore 21 Auditorium del Centro San Gaetano, biglietto 15 euro (10 con tessera Associazione Ochacaffè) I K-ble Jungle, invece, si esibiranno: il 25 Marzo 2018 presso la Fiera di Padova, cosplay Japan stage Orario: 14:00. Torna il Be Comics a Padova, e nella sua edizione si allarga per includere i padiglioni della Fiera di Padova, con un nuovo settore dedicato agli Youtuber, e aree ingrandite per i videogames, i giochi da tavolo, e il Giappone. Tra gli ospiti dell’area giapponese, in collaborazione con Ochacaffè, due dei più emozionanti concerti in circolazione negli ultimi anni, entrambi fusione di occidente e oriente.
Partiamo dalle COBU, nate nel 2000 da un’idea di Yako Miyamoto, proveniente dalla nota compagnia STOMP!, che ha pensato di combinare i tamburi taiko della cultura tradizionale giapponese con il ritmo della street dance di New York. Il risultato è uno spettacolo davvero imperdibile. È proprio l’unione fra tradizione e modernità a rendere questo gruppo unico nel suo genere e a lasciare gli spettatori dei loro show davvero senza fiato.
Lo slogan del gruppo è “Dance like Drumming, Drum like Dancing” (che suona più o meno come: “Balla come rulli, rulla come balli”) e vuole mettere in evidenza lo stile dei loro spettacoli e della loro musica, realizzata non solo da strumenti veri e propri ma anche da riproduzioni digitali.
L’altro nome di rilievo è una conferma, dato che i K-ble Jungle già nel 2017 erano stati tra i protagonisti del festival Be Comics. Ma quest’anno tornano con una formazione diversa, che include l’illustratrice Shiori. Ecco allora che oltre alle canzoni, ai costumi, alla teatralità del duo Eriko + DJ Shiru si aggiunge la seconda voce di Shiori, e le sue illustrazioni ad accompagnare dagli schermi la performance musicale. Sua anche una mostra personale di illustrazioni in stile manga, visitabile negli spazi della fiera.
Ad aprire i concerti le idol italiane più quotate del momento: Honey Hime, Chiizu Dreamer e Merodii R. Dopo i concerti gare cosplay organizzate da Epicos e condotte da Luca Panzieri e Maurizio Merluzzo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Be Comics! 2018

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Padova Dal 23 al 25 marzo Festival internazionale del Fumetto, del gioco e della cultura pop il festival internazionale che nella città di Padova farà divertire proprio tutti. La manifestazione organizzata da Arcadia Arte in collaborazione con il Comune di Padova, direzione artistica di Matteo Stefanelli, offrirà un’ampia gamma di appuntamenti pensati per il pubblico di ogni età.
Tre i poli principali in cui verranno convogliate le proposte tutte accessibili con un unico biglietto: il Centro Culturale Altinate San Gaetano fulcro del fumetto e manga con case editrici, ospiti, incontri, workshop e mostre; il padiglione 7 della Fiera di Padova cuore dell’entertainment con spazi games, videogames, cosplayer e Youtuber; l’Orto Botanico interamente riservato al mondo dei bambini, con laboratori e area ludica. Ogni sede sarà comodamente raggiungibile attraverso i mezzi pubblici o autonomamente e ciascuna location sarà collegata da un servizio navetta gratuito. Si potranno trovare:
• tre mostre dedicate alle frontiere della fantascienza ‘quotidiana’, attraverso una rassegna dei lavori più immaginifici del maestro Milo Manara, un tuffo nelle fantasiose creazioni Marvel di Gabriel Walta, e una vasta monografica dedicata alle “Femmine Fantastiche” di Manuele Fior, presente anche con un’esposizione completa delle sue eleganti copertine per la serie Bonelli Mercurio Loi
• una speciale selezione di preziosi disegni originali (cels) per le indimenticabili serie animate di super robot giapponesi, da Goldrake a Mazinger, da Jeeg Robot a Daitarn3
• un divertente percorso tra le Piccole storie di Federico Bertolucci, l’illustratore italiano che ha dato vita ad alcuni dei più emozionanti racconti di “scoperta della natura” degli ultimi anni
• una mostra-anteprima dedicata alla serie italiana che rilancia il cult Il Corvo di James O’Barr, con le tavole originali dei disegnatori Werther dell’Edera e Matteo Scalera
• un tributo ad Akira Toriyama, il creatore di Dragon Ball, realizzato da alcuni tra i più interessanti talenti emergenti del fumetto italiano
• un’esposizione delle fotografie del reporter Carlos Spottorno, già vincitore di un World Press Photo Award, per il suo innovativo “fotoromanzo giornalistico” La Crepa
• una mostra-anteprima delle tavole originali di Marco Galli per il suo Epos, graphic novel che segna il debutto editoriale della nuova etichetta Stigma
• …e molto altro ancora, nelle due speciali Dark Room e Color Room che esporranno tavole originali dalle opere “nere” firmate da Ratigher, Spugna, Adriano Carnevali e work in progress di nuovi maestri del colore quali Barbara Baldi, Luke Healy ed Emanuele Tenderini.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Play: il festival del gioco intelligente, per tutti

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

Modena dal 6 all’8 aprile 2018 alla Fiera di Modena. L’evento continua a crescere e passa da due e a tre giornate. Tra le novità Play Kids, dedicato alle famiglie anche con bimbi piccoli e Play Trade destinato ad editori, illustratori, autori e gestori di negozi. Focus sull’importanza dell’intrattenimento educativo e sul tema “Gioco ed Errore” E’ un’edizione speciale: più grande e divertente, ancora più sorprendente, per festeggiare nel migliore dei modi i dieci anni della manifestazione. Più di una le novità, dall’aggiunta di una giornata, che da due diventano tre, all’allestimento di Play Kids un’area destinata esclusivamente alle famiglie con bambini anche piccoli, dall’appuntamento Play Trade riservato agli operatori di settore, al grande ritorno in Fiera dei LARP, i giochi di ruolo dal vivo che nelle scorse edizioni erano distribuiti in vari punti della città. E poi ad oggi l’unica qualificazione europea del gioco di carte e dadi “Star Wars: Destiny” con partecipanti provenienti da più Paesi, i migliori esperti italiani di Edutainment che raccontano l’importanza dell’intrattenimento educativo, incontri e dibattiti sul tema “Gioco ed Errore”, straordinari eventi serali dedicati ai giochi di ruolo. Il tutto restando sempre fedele al concetto fondante del Festival dalla sua nascita ad oggi, ovvero: entra, scegli, gioca.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival giornalismo alimentare

Posted by fidest press agency su sabato, 24 febbraio 2018

Intervenendo al Festival del Giornalismo Alimentare, il prof. Pietro Paganini ha applaudito al voto della Commissione del Parlamento Europeo che chiede alla Commissione Europea di vietare le etichette “senza”, come anche a quelle che riportano la dicitura “senza ogm” e “senza olio di palma”. Nel corso del suo intervento Paganini ha spiegato che “le etichette “senza” sono uno strumento commerciale, di marketing, utile solo alla scopo di catturare più clienti in un mercato ormai stagnante da anni. “Il packaging, cioè la confezione – ha detto Paganini – è lo strumento attraverso cui le imprese si contendono i consumatori. Le etichette senza illudono solo il consumatore che un certo prodotto sia più salutare di un altro, e lo rassicurano. Ma non sempre il prodotto è migliore. Il caso dell’olio di palma è emblematico. Si discrimina l’olio di palma illudendo i consumatori che l’alimento sia migliore, ma in realtà non è così. E se anche ci fosse un miglioramento, per esempio nella riduzione dei grassi saturi, basterebbe affermare che ci sono meno grassi saturi”. “Purtroppo – conclude Paganini – diverse aziende alimentari, associazioni e catene della grande distribuzione hanno promosso, cavalcato e alimentato una campagna mediatica per demonizzare l’olio di palma e terrorizzare i consumatori, spingendoli a comprare prodotti ‘senza’. Un comportamento molto poco etico, soprattutto nell’era del CSR, che sembra essere diventato il nuovo mantra”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Ticino Musica: da marzo Aspettando il Festival di luglio

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 febbraio 2018

SONY DSCTicino Musica2E’ stata presentata la ventiduesima edizione del Festival Ticino Musica, che si terrà dal 18 al 31 luglio in vari luoghi del Canton Ticino, con oltre 70 appuntamenti (tra récital solistici e cameristici di grandi e giovani maestri, openclass, concerti di musica contemporanea, rappresentazioni di opera lirica, presentazioni, seminari e mostre), per la maggior parte gratuiti.
Ma già a partire dal mese di marzo Ticino Musica ha in programma una serie di appuntamenti gratuiti che accompagneranno il pubblico verso il Festival vero e proprio. Primo appuntamento il 25 e il 26 marzo, quando si terranno le selezioni finali dei cantanti che parteciperanno all’Opera Studio, l’unica produzione operistica che nasce e si sviluppa interamente nella Svizzera italiana: tramite un bando internazionale, cui rispondono mediamente 300 cantanti da OLYMPUS DIGITAL CAMERAtutto il mondo, vengono realizzate audizioni per selezionare un doppio cast che verrà guidato da un team d’eccezione (Umberto Finazzi, direzione musicale – Marco Gandini, regia – Claudio Cinelli, scenografia e costumi) al fine di realizzare, al termine di un mese di intenso lavoro con “base” a Mendrisio, le 5 recite de “L’italiana in Algeri“ di Gioacchino Rossini previste dal cartellone del Festival. L’orchestra è composta da musicisti diplomati del Conservatorio della Svizzera italiana, a loro volta selezionati tramite audizione.
Poi il 29 aprile i vincitori delle selezioni si esibiranno in un concerto di gala presso la Hall del LAC (dedicato al fondatore del Festival Janos Meszaros, di cui quel giorno ricorre l’85° anniversario della nascita); il 29 maggio sarà la volta del tradizionale “Concerto degli amici”, promosso dal Circolo Amici di Ticino Musica con il “Trio Insolito” (soprano, fagotto e organo); il 18 giugno prenderà avvio il percorso di Opera Studio con la possibilità per il pubblico di assistere ad ogni prova, nonché, il 15 luglio, all’antegenerale, primo assaggio “completo” del capolavoro rossiniano. (foto: ticino musica)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Festival del cinema spagnolo a Reggio Calabria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 dicembre 2017

reggio-calabriaReggio Calabria Ospite d’onore per la serata d’inaugurazione, martedì 12 dicembre (Cinema Aurora ore 20:30), è Silvia Pérez Cruz che presenta “Cerca de tu casa (Accanto a casa tua)” di Eduard Cortés, dove veste i panni della protagonista. Il film, vincitore del Premio Goya per la Miglior Colonna Sonora composta proprio dalla celebre musicista, mescola la magia della celebre cantante di flamenco con la più scottante attualità della recente crisi immobiliare in Spagna.
Assieme ai direttori artistici della manifestazione, Iris Martín Peralta e Federico Sartori, saranno presenti alla serata, Il Consigliere Culturale dell’Ambasciata di Spagna in Italia, il Sign. Ion de la Riva, e rappresentanti ed esponenti di tutte le istituzioni partner, come l’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Calabria, l’Università per Stranieri Dante Alighieri, la Fondazione con il Sud, la Calabria Film Commission, l’Osservatorio antimafia Antigone, il circolo culturale Zavattini.
I titoli in programma riflettono al meglio modelli produttivi totalmente diversi tra loro, uniti da un preciso filo rosso, fatto di libertà espressiva al servizio della storia, spaziando dalla commedia al noir, passando per il road movie e il musical. Ecco allora che da mercoledì 13 a venerdì 15, al Cinema Metropolitano DLF sarà la sede dei seguenti film: “A cambio de nada” di Daniel Guzmán, pellicola rivelazione 2016 che ha vinto tra gli altri premi il Goya come Miglior Opera Prima e quello per il Miglior Attore esordiente; “La noche que mi madre mató a mi padre – La notte che mia madre ammazzò mio padre” di Inés París, esilarante black comedy campione d’incassi in patria; “La mano invisible”, opera prima di David Macián, fresca uscita italiana, film amato dalla critica e già definito “indispensabile” da FilmTV e “il Tempi Moderni dei nostri giorni” da El Pais.
Tutte le proiezioni, in alta definizione, sono sempre in versione originale sottotitolata in italiano.
Fondato 10 anni fa da EXIT med!a, il festival riceve il sostegno delle massime istituzioni spagnole, e in questa tappa reggina riceve il patrocinio del Comune della città di Reggio Calabria.
Il Festival del cinema spagnolo, dopo aver celebrato a Roma la sua decima edizione, si trasforma in rassegna itinerante, e arriva per la sua ultima tappa 2017 al Cinema Aurora e al Metropolitano DLF di Reggio Calabria, con una selezione dei film più amati e premiati della stagione cinematografica spagnola.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un Bronzo conclude in bellezza la intensa tre giorni del festival a Londra

Posted by fidest press agency su sabato, 2 dicembre 2017

eurobestLondra. Con la conquista di un Bronzo, si conclude in bellezza per il Gruppo Roncaglia eurobest 2017, il festival della creatività europea che si è svolto dal 28 al 30 novembre a Londra.
Il premio, consegnato nella cerimonia che si è tenuta nella serata di ieri, 30 novembre, presso la Bloomsbury Ballroom, è stato assegnato nella categoria Mobile alla campagna olistica 4MATIC Adaptive Story, sviluppata con Google per Mercedes-Benz sul racconto “La forma delle nuvole”, scritto da Gianrico Carofiglio.“Questo premio, ricevuto dal più rilevante appuntamento europeo dedicato all’industria della comunicazione, ci riempie di orgoglio”, ha commentato Armando Roncaglia General Manager del Gruppo. “Come agenzia indipendente radicata profondamente nella creatività italiana, i riconoscimenti che stiamo ottenendo nei contesti internazionali, in competizione con realtà globali, valorizzano la nostra attitudine al futuro e all’innovazione”.4MATIC Adaptive Story è un originale storytelling adattivo, che si trasforma per ogni singolo lettore a seconda delle condizioni di luogo, di tempo e meteo in cui viene letto. La campagna vanta al suo attivo numerosi premi nazionali ed internazionali, che ne hanno riconosciuto la qualità creativa, l’interattività e l’uso innovativo delle tecnologie. 4MATIC Adaptive Story è stata presentata nella session sul tema “Di chi sono le storie? Scrittore o lettore, creatore o consumatore?”, organizzata ad eurobest dal Gruppo Roncaglia, a cui hanno partecipato, oltre allo scrittore Gianrico Carofiglio, Cesare Salvini, marketing Manager di Mercedes-Benz Italia, e Marianna Ghirlanda per Google Italia.
Nell’ambito di eurobest 2017, il Gruppo Roncaglia ha inoltre organizzato “Be IT! PARTY”, evento dedicato alla comunità dei creativi italiani che operano a Londra, con l’obiettivo di avviare un percorso di reciproca conoscenza e dare ai migliori l’opportunità di entrare nella squadra dell’agenzia. A seguito del successo dell’iniziativa, il “Be IT! PARTY” verrà riproposto anche nel 2018.Un altro riconoscimento per il Gruppo Roncaglia è giunto nel corso della Young Digital Academy, intensiva eurobest per i professionisti under 30, incentrata sul futuro della comunicazione digitale. Curata da Kurio Social Media (Age)ncy, la Young Digital Academy, che ha visto gli interventi di importanti direttori creativi da agenzie di tutto il mondo, ha selezionato quale miglior progetto #peaceunited, realizzato dal gruppo di lavoro di Roberto Grasso, copywriter del Gruppo Roncaglia. (foto: eurobest)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

10ª edición del Festival de Cine Italiano de Madrid

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 novembre 2017

madridMadrid ¡Estamos de aniversario! El próximo 23 de noviembre se inauguró la 10ª edición del Festival de Cine Italiano de Madrid, la cita más esperada con el cine italiano contemporáneo. Cada año el Festival se enriquece para convertirse en un punto de encuentro para los amantes del cine. En las secciones a concurso (largometrajes, documentales y cortometrajes) se proyectarán como premieres en España las películas que han sido presentadas en los festivales internacionales del presente año como Cannes, Locarno, Venecia, Toronto, Roma y más.Entre los largometrajes que compiten para el premio del público: La Tenerezza de Gianni Amelio, Brutti & Cattivi de Cosimo Gómez, Equilibrio de Vincenzo Marra, la película de animación Gatta Cenerentola de Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri y Davide Sansone.Dos jurados españoles asignarán el premio al mejor cortometraje y al mejor documental. Entre los títulos seleccionados a concurso, se podrán ver los documentales Raffaello – il principe delle arti, Crazy for football, Funne: Le ragazze che sognavano il mare, Nessuno ci può giudicare y entre los cortometrajes A casa Mia, Piove, Granma, Mon Amour, mon ami, Moby Dick.Fuera de concurso se proyectará Finchè c’è Prosecco c’è speranza de Antonio Padovan, Spira Mirabilis de Massimo D’Anolfi y Martina Parenti y Nona de Massimo Volta, un mediometraje low –budget basado en una historia de Stephen King que cobró para los derechos solo un dólar, siempre y cuando le gustara el tráiler.En este año el Premio a Toda una Carrera irá a la documentalista Cecilia Mangini una de las figuras más significativas de la historia del cine italiano, imparable pionera de la fotografía y del cine de lo real es autora de obras maestras como Ignoti alla Città, Stendalì y La canta delle marane, realizadas en colaboración con Pier Paolo Pasolini.Además se otorgará el 2º Premio Solinas Italia – España al Mejor argumento cinematográfico inédito en el ámbito del 3º Foro de Co-Producción Italia-España que este año cuenta con la colaboración de FIPCA.
En la sede del Instituto Italiano de Cultura tendrán lugar las actividades colaterales: la 2ª SEMANA DE LA COCINA ITALIANA EN EL MUNDO y VIVERE ALL’ITALIANA – en el plan de promoción integrada del Ministerio italiano de Asuntos Exteriores y de la Cooperación Internacional – y se proyectarán en V.O. la película The Lack de los video-artistas Masbedo y Pina Bausch a Roma de Simone Bruscia y Graziano Graziani.
El 10º Festival de Cine Italiano de Madrid está organizado por el Instituto Italiano de Cultura de Madrid, bajo los auspicios de la Embajada de Italia en Madrid, con el patrocinio de ENDESA y la colaboración de ILLY.Todas las proyecciones en V.O.S.E. tendrán lugar en los Cines Renoir Princesa de Madrid (c/ Princesa 3). Las entradas son gratuitas (hasta completar aforo) y se pueden recoger cada día en la taquilla del cine a partir de las 16:00 h.Las actividades colaterales se desarrollarán en el Instituto Italiano di Cultura (calle Mayor, 86 – Madrid). Entrada libre hasta completar el aforo.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master Cinema del reale. ‘Fuoricampo’ in concorso in tre festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 novembre 2017

università roma treRoma Venerdì 24 Novembre 2017, ore 17:30 / 6 Dicembre 2017 Sedi varie “Fuoricampo” in concorso al RIFF, ARCIPELAGO e CINEFOOT (Brasile) “Fuoricampo” il film realizzato dal collettivo Melkanaa, costituito dagli allievi del Master “Cinema del reale”, prodotto dal CPA sarà presentato in tre festival nelle prossime settimane.
Al CINEFOOT – Festival de Cine de Footbal di Rio De Janeiro, sarà proiettato il 24 novembre. http://www.cinefoot.org/
Al RIFF – 16° Rome Independent Film Festival, inserito nel Concorso Documentari Italiani, sarà proiettato alla Casa del Cinema il 2 dicembre alle 17:30. https://www.riff.it/fuori-campo-the-away-game/
Ad ARCIPELAGO – 24° Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini, inserito in una speciale matinée con le scuole, sarà proiettato al Teatro Palladium il 6 dicembre alle ore 10. http://www.arcipelagofilmfestival.org/
Documentario Formato: HD, colore Durata: 72′ Anno: 2017 Paese: Italia Produzione: Dipartimento Comunicazione e Spettacolo Università degli Studi RomaTre
La Liberi Nantes Football Club è una squadra di calcio composta da rifugiati e richiedenti asilo, che partecipa al campionato di terza categoria senza poter concorrere al titolo. Alla maggior parte dei giocatori, infatti, mancano ancora i documenti richiesti dalla Federazione per poter competere a tutti gli effetti. L’esclusione della squadra dalla classifica riflette l’impossibilità dei migranti di “mettersi in gioco” in un paese straniero. Il campo di calcio è il pretesto per addentrarci nella pluralità delle vite che lo calcano. Note Questo progetto nasce all’interno di un Master in Cinema del Reale e ha come prima peculiarità quella di contenere diversi punti di vista che raccontano diverse storie. La genesi del film è infatti corale per eccellenza, sia nell’individuazione del bacino di narrazione (ci accomunava l’urgenza di esplorare temi legati all’immigrazione oggi in Italia), che nello sviluppo del racconto del reale. Un gruppo di autori/allievi coadiuvato da professionisti affermati, si è suddiviso in piccoli nuclei ed ha accompagnato la vita dei personaggi per un’intera stagione, creando un’intensa relazione umana e dando vita a tre episodi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Potenza la seconda edizione del Festival della Divulgazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 ottobre 2017

Andrea SegrePotenza dal 3 al 5 novembre 2017 presso l’Università degli Studi della Basilicata, il Festival della Divulgazione, ideato e organizzato dall’associazione Liberascienza con l’obiettivo di raccontare, con metodo, la conoscenza al grande pubblico. Il Festival della Divulgazione si aprirà venerdì 3 novembre in mattinata, con lo storico della scienza Pietro Greco, che accompagnerà il pubblico in un excursus storico tra falsi miti, credenze, idee sbagliate e bugie, per dimostrare come le bufale siano sempre esistite. A seguire Cristina Da Rold, giornalista e divulgatrice scientifica attenta a salute e ambiente, parlerà del cattivo giornalismo e dell’importanza della verifica delle fonti nella ricerca delle informazioni. Nel pomeriggio Marina Calculli, studiosa di relazioni internazionali e sistemi politici del Medio Oriente, analizzerà il dibattito internazionale sulla questione mediorientale e sull’ISIS e le dinamiche geopolitiche che sempre di più impattano sulle nostre vite in Occidente. Chiuderà gli appuntamenti in UniBas l’incontro in Aula Magna con Gérald Bronner, sociologo di fama internazionale e professore presso l’Università di Parigi VII Denis Diderot, autore del libro “La democrazia dei creduloni”, che esporrà i rischi della liberalizzazione dell’informazione nella odierna democrazia dominata dai mass media.
In serata presso il Centro Cecilia si svolgerà l’incontro “La responsabilità dello sguardo”, che metterà a confronto medicina, giornalismo e cinema sui temi della conoscenza e dell’informazione. Parteciperanno Umberto Colella, medico e operatore umanitario di Medici Senza Frontiere, Cristina Gérald BronnerDa Rold e il regista Andrea Segre, nelle sale con il film “L’ordine delle cose”, presentato al 74° Festival Internazionale del Cinema di Venezia. Seguirà la proiezione del documentario “Ibi” dello stesso Segre, basato sull’auto-narrazione diretta e spontanea di una donna migrante, Ibitocho Sehounbiatou, che racconta se stessa e la sua Europa ai figli rimasti in Africa.
Al centro della seconda edizione della manifestazione bufale, fake news, falsi miti e credenze, complotti, idee antiscientifiche, informazioni non verificate, cattivo giornalismo, per un’analisi approfondita su come evitare le trappole del sistema informativo, in particolare su temi importanti e delicati come scienza, salute, clima, economia, migrazioni, individuando un criterio, fondato sulla conoscenza, utile ad orientarsi senza perdersi nel mare di informazioni a disposizione di tutti.
Numerosi gli ospiti, tra divulgatori, ricercatori, scienziati, studiosi, giornalisti, esperti di comunicazione e di cultura, artisti, che porteranno esperienze e punti di vista sull’argomento “Informazione & Conoscenza. Quando il più significa meno”. Tra i relatori nomi di spicco del panorama culturale nazionale e internazionale, come il sociologo Gérald Bronner, il regista Andrea Segre, il giornalista Luca Piana, la ricercatrice Ilaria Capua. Oltre agli incontri, previsti anche momenti di divagazione scientifica, exhibit, laboratori per le scuole, spettacoli teatrali per adulti e bambini. Alcuni eventi serali, tra cui il concerto della band elettronica Omosumo, si svolgeranno al Centro per la Creatività Cecilia di Tito. L’ingresso è gratuito, eccetto per alcuni appuntamenti a pagamento. Il programma dettagliato è disponibile sul sito http://www.festivaldelladivulgazione.it.
Luca PianaTra gli ospiti di sabato 4 novembre ci sarà Piero Pelizzaro, ricercatore nell’ambito delle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici, che illustrerà le strategie e le azioni di resilienza urbana messe in atto in Italia e nel mondo. Isabella Trombetta, responsabile della comunicazione della nave di Search and Rescue Aquarius della ONG SOS Méditerranée, porterà, invece, la propria testimonianza sulla scelta di raccontare ciò che avviene in aperto mare sulla tratta dei migranti. Alle 16 si parlerà di cultura e sviluppo con Lidianna Degrassi, associato dell’Università Milano-Bicocca, e Boris Meggiorin, esperto di politiche culturali in contesti pubblici e urbani a livello europeo, attraverso modelli europei e italiani legati alle industrie culturali e creative. A seguire l’intervento del giornalista Luca Piana, caposervizio economia a l’Espresso, che di recente ha pubblicato per Mondadori il libro “La voragine”, sugli scandali finanziari del nostro Paese e sugli intrecci tra politica, finanza e società.
La seconda giornata si concluderà con il concerto, organizzato dal Centro Cecilia nell’ambito della programmazione serale del festival, della band siciliana di musica elettronica Omosumo.
Domenica 5 novembre si parlerà di bufale online, di come si creano e come si distruggono, con due grandi esperti in materia: Ermes Maiolica, noto come il re delle fake news per aver inventato le bufale più virali degli ultimi anni, e Simone Bressan, cofondatore di Zipster.it, piattaforma che seleziona le notizie verificate in un aggregatore, filtrando con cura le fake news italiane e straniere. A seguire Giuliano Foschini, inviato di Repubblica e autore di numerosi libri, impegnato in inchieste giornalistiche sui più scottanti temi di attualità, dall’ILVA di Taranto al caso Regeni, spiegherà l’importanza della selezione delle informazioni nel giornalismo d’inchiesta.
Ilaria CapuaTra gli appuntamenti del pomeriggio, l’incontro con Ilaria Capua, virologa e ricercatrice di fama internazionale. Al pubblico del festival racconterà la sua esperienza in politica e la triste vicenda, riportata nel libro “Io, trafficante di virus” edito da Rizzoli, che l’ha vista vittima del cattivo giornalismo, per aver subito l’accusa infondata di traffico internazionale di virus. In programma anche una tavola rotonda in cui saranno messe a confronto realtà di divulgazione attive in tutta Italia, con forme e linguaggi diversi, per conoscere esperienze virtuose in prospettiva Matera2019.
Chiuderà il festival lo spettacolo teatrale interattivo “Tolemaici o copernicani?”, storytelling de Le Nuvole Scienza – Innovazione e Sviluppo di e con Massimo Ruccio, durante il quale il pubblico sarà portato a partire dalla convinzione di essere copernicani, dunque nel giusto, per scoprire tramite il ragionamento collettivo di essere in errore pensandola ancora come i tolemaici. (foto: Andrea Segre, Gérald Bronner, Luca Piana, Ilaria Capua)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival del giornalismo digitale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 ottobre 2017

vareseVarese ospiterà dal 16 al 18 novembre Glocalnews Centro Congressi Ville Ponti: dibattiti, workshop e momenti di formazione dedicati ai giornalisti e ai professionisti della comunicazione. Il Festival, alla sua sesta edizione, è organizzato da Varesenews e per il quarto anno vedrà la collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, il Consiglio regionale della Lombardia e numerose altre istituzioni e realtà. Varese per tre giorni sarà al centro del mondo editoriale con la presenza di oltre 150 speaker in rappresentanza di tutte le principali testate nazionali e locali. Oltre 50 gli eventi in programma, alcuni dei quali realizzati grazie alla partnership con Ona Italia, la più autorevole associazione mondiale di giornalismo digitale, e con Anso (Associazione nazionale della stampa online). Sono attesi circa duemila giornalisti da ogni parte d’Italia. Invariata la formula del festival che propone numerosi appuntamenti sulla cultura digitale e una sezione dedicata al cibo e al mondo del cinema. «La sesta edizione di Glocalnews è molto importante per noi perché segna un momento di passaggio e allo stesso tempo un traguardo importante – spiega il direttore di Varesenews, Marco Giovannelli –. Vent’anni fa nasceva il nostro giornale, il primo quotidiano digitale della provincia di Varese. Da allora di strada ne abbiamo fatta molta, una strada a volte in salita ma che ci ha condotto a vette che neppure immaginavamo di poter raggiungere. Ed è un po’ per sottolineare il nostro percorso e la soddisfazione di aver raggiunto questi risultati, che quest’anno abbiamo deciso di dedicare una serata, Venti di noi, allo sviluppo che hanno avuto Varese, l’Italia, il mondo con la diffusione del digitale. Una seconda serata invece sarà dedicata alle visioni sul futuro delle città».Particolarità del festival, in questi anni, è stata la capacità di coinvolgere la città di Varese, le scuole e le università. Anche quest’anno parteciperanno diversi team di studenti provenienti da tutta Italia, tra cui lo IULM di Milano, la scuola di giornalismo Walter Tobagi, l’Università di Perugia, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Università dell’Insubria e altre ancora.Sono tante le opportunità per prendere parte in modo attivo al festival, soprattutto per i più giovani: l’organizzazione è infatti alla ricerca del nuovo social media team che racconterà in tempo reale tutti i momenti della manifestazione dopo un periodo di formazione con esperti di comunicazione digitale. I ragazzi delle scuole superiori e i volontari cureranno la parte social del festival ed entreranno a pieno titolo nell’organizzazione. Per essere selezionati, occorre candidarsi sul sito del festival.Un appuntamento fisso di Glocalnews resta BlogLab, il laboratorio di giornalismo dedicato agli studenti delle scuole superiori che da quest’anno prevede una forte quota di giovani provenienti da tutta Italia e che viene realizzato con il supporto del Ministero dell’Istruzione e del Consiglio regionale della Lombardia. Il punto “strategico” del laboratorio sarà quest’anno l’istituto Daverio di Varese. Gli studenti possono organizzarsi in squadre e candidarsi nella sezione dedicata del sito.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È in corso il lancio della prima edizione dell’El Gouna Film Festival

Posted by fidest press agency su domenica, 1 ottobre 2017

Attending Stars (PRNewsfoto/El Gouna Film Festival)EL GOUNA, Egitto. La prima edizione dell’El Gouna Film Festival (“GFF”) è stata inaugurata la settimana scorsa con un evento da red carpet che ha visto la partecipazione di numerose star nella città costiera di El Gouna. Celebrità internazionali, tra cui Forest Whitaker, Dylan McDermott, Michael Madsen, Emmanuelle Béart e Vanessa Williams, hanno partecipato al festival insieme a star e registi egiziani e arabi. Al festival ha partecipato anche il visionario regista Oliver Stone. Lo slogan del festival “Cinema For Humanity” riflette lo spirito delle sue attività generali. Il GFF è stato istituito per sottolineare il ruolo del cinema nella promozione dell’interazione culturale. Questo obiettivo è stato promosso anche dal partner creativo nel campo dello sviluppo delle attività di produzione cinematografica e di settore di GFF, CineGouna. La piattaforma CineGouna, un centro di business creativo progettato per sostenere gli aspiranti registi della regione del MENA, mira a coltivare e fornire supporto alle promesse dell’industria cinematografica. Il CineGouna Springboard è il laboratorio di sviluppo dei progetti e co-produzione offerto dal GFF. Allo stesso tempo, il CineGouna Bridge offre gruppi di discussione specializzati, tavole rotonde, workshop e masterclass presentati da professionisti del settore cinematografico di tutto il mondo. Tra i relatori principali delle masterclass del CineGouna c’erano Forest Whitaker e Oliver Stone.Il GFF ha presentato una selezione di film recenti provenienti da tutto il mondo con l’inclusione di oltre 70 opere, tra cui due prime mondiali per il documentario “Soufra” di Thomas Morgan e il lungometraggio egiziano “Photocopy” di Tamer El Ashry. Il programma del concorso prevede tre sezioni principali: il concorso narrativo, il concorso per documentari e il concorso per cortometraggi. Il festival ha offerto ai vincitori del concorso premi in denaro per un totale di oltre 200.000 USD.Il festival ha anche reso omaggio a tre personalità del cinema egiziano, arabo e internazionale che hanno arricchito a modo loro l’arte del cinema, tra cui la star internazionale e umanitaria Forest Whitaker, la star egiziana Adel Imam e il critico cinematografico libanese Ibrahim Al Aris.Naguib Sawiris, fondatore del GFF, ha dichiarato: “Ho sempre sognato di trasformare El Gouna in un centro di arte e cultura. Ora che abbiamo lanciato il GFF, la città è più completa e sarà presto in grado di conseguire la nostra visione totale di creazione di una società pienamente integrata. Sono da sempre un amante del cinema e il GFF è una rappresentazione perfetta della mia visione auspicata per l’industria cinematografica in Egitto e nella regione. Non vedo l’ora di ospitare la prossima edizione”. (foto: film festival)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

GastroCult Festival: L’Ungheria tra sapori e cultura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

GastroCultRoma Dal 29 al 30 settembre p.v. presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) si terrà il GastroCult Festival “L’Ungheria tra sapori e cultura”, un viaggio gastro-culturale alla scoperta dei sapori e della cultura ungheresi da mille tradizioni.Il Festival, ad ingresso gratuito, prenderà il via venerdì 29 settembre p.v. alle ore 18.00 con la presentazione e la degustazione di uno dei piatti tipici della campagna magiara, del cosiddetto spezzatino di maiale mangalica con lo slambuc (pasta con le patate, piatto tipico dei pastori), cui seguirà una degustazione di prodotti tipici ungheresi (formaggi, affettati, salcicce, lardi, marmellate, creme di verdure grigliate). Il tutto accompagnato da una selezione di vini provenienti dalla regione vitivinicola di Csopak (comune di Veszprém, lago Balaton) e musica & danza popolare dal vivo.
La serata si concluderà con la proiezione in ungherese con sottotitoli in italiano del ”gulash western ungherese”: ”Talpuk alatt fütyül a szél”(1976, ’87- The Wind is whistling under their feet) del regista György Szomjas.
Sabato 30 settembre p.v. alle ore 18.00 il pubblico potrà assistere ad una seconda degustazione di prodotti tipici ungheresi a cura dell’azienda Nánási portéka, nonché ad una degustazione di vini provenienti sempre dalla regione vitivinicola di Csopak (comune di Veszprém, lago Balaton).
Il GastroCult Festival – organizzato dall’Accademia d’Ungheria in Roma in collaborazione con il comune di Hajdúnánás, Csopak, Panyola, Mátraderecske, l’Associazione di Città e villaggi (Városok, Falvak Szövetsége) – si concluderà a suon di musica & danza popolare dal vivo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Birra, birra e ancora birra

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 settembre 2017

Oktoberfest 2017 palermo1Palermo Sabato 16 settembre alle 19 da Spillo la Birroteca – all’interno del Cortile di San Giovanni degli Eremiti di via dei Benedettini (accanto Palazzo dei Normanni, raggiungibile da piazza della Pinta e via del Bastione, a ridosso della chiesa arabo-normanna di San Giovanni degli Eremiti), in pieno percorso storico arabo-normanno – si celebra il primo giorno di “Oktoberfest 2017”, ovvero il più importante evento popolare sul mondo birrario del mondo.A decretare il gemellaggio virtuale tra la città tedesca e il capoluogo siciliano, sarà la cerimonia di stappo della prima botte da trenta litri. Per farlo si dovrà inserire, a forza di potenti colpi di martello, il rubinetto nella botte inaugurale. Una volta fatto, sarà pronunciata la celebre frase “O’Zapft is!” (in dialetto bavarese, traducibile come “È stappata!”) e la festa avrà ufficialmente inizio. Tutti i trenta litri della botte saranno offerti a chi verrà a Oktoberfest 2017 palermobrindare all’inaugurazione dell’Oktoberfest 2017 di Spillo. Ma non è tutto. La serata sarà accompagnata alle 21,30 dalla musica degli Swing cafè. Leonardo Triassi alla voce e all’armonica, Roberto Gervasi alla fisarmonica, Salvo Agate alla chitarra Manouche e Giuseppe D’Amico al contrabbasso.La band, attiva dal 2003, renderà omaggio a Django Reinhardt, un’artista e un genio capace di segnare un’era, caposcuola assoluto di una genere che tutt’ora pulsa e vive più che mai, grazie a grandi interpreti e musicisti come Stochelo Rosenberg, Bireli Lagrene e Tchavolo Schmit.La formazione propone, con le sonorità tipiche che caratterizzano questo stile e con una attenta ricerca tecnica, un repertorio che parte dalla tradizione manouche fino ad arrivare ad un repertorio di composizioni originali con forti influenze mediterranee e popolari. La band si rifà alle sonorità delle piccole formazioni a corda tipicamente europee, attive soprattutto in Francia negli anni Trenta e in Italia negli anni immediatamente successivi alla liberazione: musica piena di poesia e di ritmo, virtuosistica ma anche ironica, un po’ jazz e un po’ popolare, ma sempre e comunque coinvolgente. (Oktoberfest 2017 palermo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quinta edizione del Festival del Giornalismo Culturale

Posted by fidest press agency su domenica, 10 settembre 2017

SONY DSCRoma Giovedì 14 settembre alle ore 12.00 presso la “Sala Gianfranco Imperatori” dell’Associazione Civita (Piazza Venezia, 11), si terrà la conferenza stampa di presentazione della quinta edizione del Festival del Giornalismo Culturale previsto dal 12 al 15 ottobre 2017 fra Urbino, Fano e Pesaro.
Organizzato dall’Università di Urbino Carlo Bo-DISCUI e dall’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino in collaborazione, fra gli altri, con l’Associazione Civita, e diretto da Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini, il Festival di quest’anno – dal titolo “Patrimonio culturale. Una Storia, 1000 modi per raccontarla” – è dedicato alle modalità e ai linguaggi utilizzati da musei ed istituzioni culturali italiane per comunicare con il pubblico, anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie, oltre che alle prospettive future del giornalismo culturale ed alla comunicazione del patrimonio.Tante le rassegne e i momenti di confronto con alcuni tra i più noti giornalisti del panorama italiano.
Alla conferenza stampa interverranno: Francesco Palumbo, Direttore Generale Turismo MiBACT, Nicola Maccanico, Vice Presidente Vicario Associazione Civita, Matteo Ricci, Sindaco Comune di Pesaro, Massimo Seri, Sindaco Comune di Fano e i Direttori del Festival Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival poesia 2017

Posted by fidest press agency su martedì, 29 agosto 2017

fewstival poesiaDal 18 al 24 settembre 2017 Unione Terre di Castelli – (Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Marano sul Panaro, Savignano sul Panaro, Spilamberto, Vignola, Zocca e Guiglia) e il comune di Castelfranco Emilia sono nove comuni del modenese faranno da scenario per l’ormai tradizionale rassegna d’inizio autunno dedicata alla poesia e alle sue contaminazioni con le altri arti. Un coro di voci diverse che testimoniano quanto la poesia sia uno strumento prezioso e malleabile, in grado di parlare alle donne e agli uomini del nostro tempo.
Ad accendere le luci dei nove comuni modenesi coinvolti nel festival, mercoledì 20 settembre alle ore 21 al Teatro Fabbri di Vignola, una grande inaugurazione con la poetessa Patrizia Valduga che leggerà i suoi versi estrosi e multiformi; a seguire la lezione magistrale del filosofo Massimo Cacciari che rifletterà a tutto tondo sui rapporti tra la poesia e le altre arti; chiuderà la serata il concerto di uno dei flautisti più celebrati del mondo, Andrea Griminelli,accompagnato dal chitarrista Andrea Candeli. Nella sua carriera Griminelli ha suonato al fianco di stelle del calibro di Luciano Pavarotti, Sting, Andrea Bocelli ed Elton John.
Altro appuntamento da non perdere è l’incontro previsto per venerdì 22 settembre sempre a Vignola alle 17 e 30, intitolato “Dialogo sulla poesia europea” che avrà per protagonisti il massimo poeta olandese, Willem Van Toorn e il nostro Sergio Zavoli. A loro il compito di confrontarsi su un tema scottante e attuale come quello dell’Europa, del suo passato e del suo futuro e di rispondere alla domanda se esista o no una poesia europea che unisce i popoli e le lingue al di là delle frontiere, leggendo anche i loro testi.
Poi toccherà alla canzone d’autore e al rap “d’autore” raccontare il fil rouge con la poesia; lo faranno Francesco Guccini e Muburutu, il rapper più letterario d’Italia, sempre venerdì 22 settembre a Castelfranco Emilia alle ore 21. Linguaggi diversi, tra tradizione e innovazione, alla ricerca di nuovi ritmi e stili che cercheranno di fare il punto sul rapporto fra poesia a musica oggi. Ancora rap, questa volta più cinico e ironico, con il concerto di Willie Peyote previsto sabato 23 settembre a Castelnuovo Rangone.
Il rapporto fra la musica e la parola sarà protagonista anche nella domenica conclusiva del festival, dedicata a “John Lennon. La musica, l’arte, la poesia”. Si parte al pomeriggio con la conversazione fra il giornalista di Repubblica Michele Smargiassi e Antonio Taormina, curatore dell’antologia di scritti di John Lennon “Immagina” che raccoglie brani di prosa, poesia e disegni tratti dagli unici due libri pubblicati in vita da John Lennon, scritti mentre i Beatles stava diventando un fenomeno culturale planetaria. A seguire, il gruppo di attori che da anni accompagna Claudio Longhi farà una lettura scenica tratta da “Immagina”, dando vita a un mondo fantastico, grottesco, a volte malinconico, capace di accendersi di rabbia e tenerezza e di lasciarsi contaminare dagli echi della politica, dell’amore e della musica. Chiuderanno la serata e saluteranno l’edizione 2017 di Poesia Festival, i Beatbox, la cover band dei Beatles più famosa d’Europa che farà rivivere l’energia esplosiva del quartetto di Liverpool non solo con le note musicali ma anche con gli strumenti d’epoca e i vestiti dei quattro baronetti, nel cinquantesimo anniversario di “Sgt. Pepper”.
Sempre fra musica e parola si colloca anche la conversazione fra Morgan e il giornalista del Resto del Carlino Leo Turrini, prevista sabato 23 a Vignola. Ad aprire una serata che si annuncia imperdibile sarà il poeta Gianni D’Elia con letture di poesie dedicate alla nostra nazione, “All’Italia: poesie civili da Dante a oggi”. Poi toccherà al vulcanico cantante e musicista italiano, fondatore dei Bluvertigo, suonare e cantare e raccontare il suo rapporto con l’Italia, con il mondo dello spettacolo, con la parola. Sempre Leo Turrini, nell’antemprima di lunedi 18 settembre a Castelnuovo Rangone, racconterà la vita del Drake e l’epica della velocità nella poesia italiana del Novecento assieme ai poeti Bertoni, Alperoli, Rentocchini e al critico letterario Galaverni.Dallo scorso anno si rinnova l’appuntamento ‘al femminile’ con le autrici italiane di poesia: quest’anno, sabato 23 a Levizzano, toccherà a Silvia Bre, Nina Nasilli e Luigia Sorrentino per la prima volta su un palco insieme. Un’altra donna protagonista al Poesia Festival sarà Vivian Lamarque, sempre lo stesso giorno a Castelnuovo Rangone, poetessa in grado di toccare corde profonde e vive in tutti noi grazie al suo percorso dentro alle tematiche familiari. E ancora, poesia dialettale di alto livello quella che sarà di scena a Levizzano Rangone sabato 23, grazie al siciliano Nino De Vita, al trevigiano Fabio Franzin e al brianzolo Dome Bulfaro. Quest’ultimo sarà anche il maestro di cerimonia per una novità del Poesia Festival 2017, il campionato italiano di Slam Poetry, “Castelli Poetry Slam” che avrà per protagonisti Nicolas Cunial, Eugenia Gallim Sergio Garau, Francesca Gironi, Simone Sovogin, Julian Zhara. Sarà il pubblico a decretare il vincitore di questa forma poetica, nata dalla strada come il rap, che utilizza una recitazione a ritmo serrato.Chiudiamo questa carrellata sulla manifestazione con un importante appuntamento intitolato “L’Alzheimer: la malattia, la cura, l’amore, la poesia”, che vuole indagare la dimensione sanitaria, sociale e anche poetica di un male dei nostri giorni. A questo incontro tra scienza e poesia, tra dolore e ricordi, parteciperanno il presidente della società italiana di Gerontologia e Geriatria, Marco Trabucchi, il giornalista Michele Farina, autore del libro “Quando andiamo a casa? Mia madre e il viaggio per comprendere l’Alzheimer. Un ricordo alla volta”, Franca Grisoni, curatrice dell’antologia “Alzheimer d’amore. Poesie e meditazioni su una malattia” e i poeti Vivian Lamarque, Alberto Bertoni e Davide Rondoni. (festival poesia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quarta edizione del Festival della Comunicazione

Posted by fidest press agency su martedì, 29 agosto 2017

Festival della ComunicazioneCamogli da giovedì 7 a domenica 10 settembre si terrà la Quarta edizione del Festival della Comunicazione. La manifestazione è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer ed è organizzata dal Comune di Camogli e da FRAME. Quattro giornate con oltre un centinaio di appuntamenti tra incontri – visibili anche in streaming sul sito del festival – laboratori, spettacoli, mostre ed escursioni, tutti gratuiti.Più di 130 gli ospiti provenienti dal mondo della comunicazione, della storia, della filosofia, della semiologia, della letteratura, della scienza, del diritto, dello spettacolo, dell’arte, della moda, dello sport, delle istituzioni, delle imprese e dell’economia, che rifletteranno sul tema di quest’anno, le Connessioni.
Le Connessioni caratterizzano non solo il secolo ipertecnologico in cui viviamo, ma sono anche intimamente legate alla natura umana: coinvolgono in modo profondo e strutturale la società, la storia, i sistemi economici e di governo, le nostre abitudini e il nostro pensiero. «La sfida dell’edizione 2017 sarà tentare di “attraversare” tutte le connessioni per capire come orientarsi in una realtà così intricata, analizzando i modi in cui la società è arrivata all’attuale organizzazione, i possibili traguardi ed evoluzioni, i fenomeni e le forze in gioco» dichiarano Rosangela Bonsignorio e Danco Singer.
Viviamo oggi in un complesso di culture, tradizioni, storie individuali e collettive, tra loro connesse, che modellano le nostre identità. L’economia è un’unica grande area transnazionale costituita da mercati finanziari interconnessi e collegati con la sfera politica, sociale e ideologica; anche le imprese nei processi produttivi condividono know-how tra settori distinti. A livello personale, i nostri stessi sistemi cognitivi e neuronali procedono per associazioni e connessioni, che sono il tessuto vitale della creatività e dell’immaginazione. Anche la conoscenza si sviluppa grazie all’“essere connessi”, inteso come capacità di superare i confini del proprio ambito disciplinare, ampliando e intrecciando saperi e competenze.
Il mondo della comunicazione oggi vive di connessioni tra mezzi fisici e tecnologie immateriali: le informazioni passano da un device all’altro, utilizzando codici diversi. Tutto questo ha un impatto sulle relazioni interpersonali che intratteniamo, sulle nostre abitudini e sulle nostre possibilità espressive. (foto: festival della comunicazione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »