Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘festival’

Festival dello spettatore

Posted by fidest press agency su martedì, 25 settembre 2018

Arezzo mercoledì 3 a domenica 7 ottobre, terza edizione del Festival dello Spettatore, evento unico nel suo genere che centra il suo focus sulla figura e sull’arte dello spettatore.
Aprirà il festival, mercoledì 3 ottobre alle ore 20,30 (Cinema Eden), la presentazione delle prime due puntate della serie televisiva “L’amica geniale”, dalla tetralogia best seller di Elena Ferrante, presentata al Festival di Venezia a settembre.
Giovedì 4 appuntamento per i bambini della scuola primaria (ore 10,30, Teatro Pietro Aretino) con lo spettacolo vincitore del bando In – Box Verde MAI GRANDE, un papà sopra le righe” della Compagnia Arione De Falco, spettacolo originalissimo, in cui i bambini fanno esperienza in chiave ironica e divertente dei fallimenti e delle difficoltà dei loro genitori, tifando per loro e provando a mettersi nei loro panni.
Si terrà dalle ore 10.00 alle ore 17.00, presso il Campus Universitario di Arezzo, la giornata di studi dal titolo LA CULTURA È DEMOCRATICA?
L’appuntamento con il festival si sposta a Sansepolcro con il pullman dello Spettatore Errante (partenza ore 18,30), per la visita e l’aperitivo alla CasermArcheologica alla quale seguirà, (ore 21, 15 Teatro alla Misericordia) la prova aperta al termine della residenza artistica dello spettacolo di Chiara Bersani, GENTLE UNICORN.
E’ dedicata prevalentemente alla danza la giornata di venerdì 5 ottobre. Alle ore 18.45, al chiostro Teatro Pietro Aretino, “Percepire la danza”, incontro di avvicinamento alla danza contemporanea con Rossella Battisti, critica teatrale, Alessandro Pontremoli, docente Università di Torino, Gerarda Ventura, direttrice artista Anghiari Dance Hub, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi, coreografi e danzatori, fondatori di Sosta Palmizi e i “Visionari” di Sosta Palmizi”.
E’ stato scelto dai Visionari di Sosta Palmizi “Passenger, il coraggio di stare” della Compagnia SerTom (ore 21.15) con l’ideazione, regia e coreografia di Tommaso Serratore e l’interpretazione e collaborazione di Elisabetta Bonfà, Miriam Cinieri, Tommaso Serratore.
A seguire “Quintetto” di e con Marco Chenevier, spettacolo centrato sul “5”, numero che, nell’esoterismo, simboleggia la vita universale, l’individualità umana, la volontà, l’intelligenza, l’ispirazione e il genio, sintesi dei cinque sensi, cifra dell’uomo, a cui gli uomini hanno attribuito significati trascendentali fin dalla notte dei tempi.
Sabato 6 ottobre, alle ore 10,00, presso il Teatro Pietro Aretino GUARDARE CI RIGUARDA appuntamento in cui saranno presentati tre studi di compagnie ospitate in residenza presso i teatri di Kanterstrasse / Nata, Officine della Cultura, Straligut, Officina Papage, Pilar Ternera e Sosta Palmizi, dopo la cui visione il pubblico in sala, composto dagli studenti del Liceo “Vittoria Colonna” e da altri spettatori del Festival, discuterà e si confronterà su quanto visto e deciderà quale dei tre spettacoli ospitare al Festival 2019 in forma compiuta.
A seguire, alle ore 14, 00 l’attesissimo SPETTATORI LA GRAN REUNION #3, incontro e confronto tra esperienze di gruppi di spettatori d’Italia, a cui parteciperanno Avanguardie 20-30 (Bologna), Ateatro Ragazzi (Assisi), CapoTrave / Kilowatt, L’Italia dei Visionari – Be SpectACTive! (Sansepolcro, AR), Casa dello Spettatore (Roma), CasaTeatro, Murmuris e Unicoop Firenze (Firenze), Catalyst (Barberino del Mugello), Clessidra, Teatro delle Forche (Massafra, Taranto), Direction Under 30, Teatro Sociale di Gualtieri (Gualtieri, RE), Dominio Pubblico (Roma), La Konsulta, Teatro dei Venti / Festival Trasparenze (Modena), Trentatrè trentini, Trento spettacoli (Trento), Visionari, Sosta Palmizi (Arezzo), Spettatori Erranti, Rete Teatrale Aretina (Arezzo), Spettatore professionista (Foligno), Spettatori mobili, Teatro Magro (Brescia), Palchetti Laterali, Università del Salento (Lecce),Zut (Foligno).
Occasione di riflessione e divertimento il flash mob “La città in palmo di mano, il teatro in punta di dita” che si terrà nel centro storico di Arezzo alle ore 19,00.
Alle ore 21:00, al Teatro Petrarca, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo ONLUS, MACBETTU, di Alessandro Serra, tratto dal Macbeth di William Shakespeare, Premio Miglior Spettacolo UBU 2017 – Premio ANCT 2017 (Associazione Nazionale dei Critici di Teatro). Macbettu s’incunea in un crocevia: da un lato le intuizioni geniali del Macbeth di Shakespeare, dall’altra l’ispirazione del regista di fronte al Carnevale barbaricino. Macbettu traduce – e volontariamente tradisce – il suo riferimento testuale, valica i confini della Scozia medievale per riprodurre un orizzonte ancestrale: la Sardegna come terreno di archetipi, orizzonte di pulsioni dionisiache. La riscrittura del testo operata dal regista guarda a una interpretazione sonora: gli attori sulla scena – uomini, come da tradizione elisabettiana – decantano una lingua che è pura sonorità, si allontanano dal giogo dei significati per magnificare il senso.
Il festival si conclude domenica 7 ottobre. Alle ore 10,30, nel centro storico di Arezzo, una performance itinerante tra le strade del centro storico di Arezzo a cui seguirà alle ore 11.45, in Piazza San Jacopo PENTESILEA spettacolo di teatro di strada di Teatro dei Venti con Antonio Santangelo, Francesca Figini e la regia di Stefano Tè.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Internazionale di danza contemporanea

Posted by fidest press agency su domenica, 16 settembre 2018

Roma Il 18 Settembre il Teatro Tor Bella Monaca Via Bruno Cirino, all’angolo di viale Duilio Cambellotti con via di Tor Bella Monaca, ospita un evento internazionale nell’ambito della Rassegna TBM DANZA a cura di Patrizia Cavola.
Alle ore 21 sarà presentata al pubblico la prima regionale di ARCH, spettacolo nato da un’idea della coreografa e danzatrice russa Tanya Khabarova, coprodotto dalla Compagnia MOTUS e dal Teatro della Comunità nell’ambito del Progetto “Residenze Coreografiche” di MOTUS, con il sostegno di Regione Toscana. Tanya Khabarova è co-fondatrice dei Derevo, mitico collettivo russo che basa la sua ricerca ed il suo linguaggio su un’intensa fisicità e sul rapporto tra teatro e danza. Dalla fine degli anni 80, in piena Perestrojka, la giovanissima Tanya, ex atleta dell’Urss e violinista, ha danzato con i Derevo, diretti da Anton Adassinsky, in tutti i principali festival internazionali, riscuotendo un enorme successo. Nove volte premiata al Festival di Edimburgo, Tanya è stata invitata a danzare in molti paesi del mondo. Ancora oggi, Tanya Khabarova è protagonista nelle creazioni dei Derevo come “Once”, “la Divina Commedia”, “Islands on the stream” e “Kezal”. Come solista da anni presenta lavori originali, come “Reflection”, uno spettacolo pluripremiato e assolutamente indimenticabile.
Con ARCH la Khabarova intraprende un viaggio nella genesi dell’uomo, dove una donna in scena officia un rito antico e moderno creando un lavoro misto tra danza contemporanea, danza butoh e teatro gestuale, una forma di poesia fisica, di rappresentazione, che riflette le emozioni, le inquietudini, le aspre contraddizioni del tempo presente. La vita, il corpo forgiato dall’esercizio quotidiano, segnato dal tempo eppure fresco di gioventù, ci racconta di noi con il suo incalzante movimento, i giochi, le lotte con le ombre ed i riflessi…le quattro stagioni della vita. Coglie l’attimo sospeso, il momento poetico, l’attimo prima di ogni azione, la sospensione, la muta e attiva frazione di secondo prima di qualsiasi gesto. Tutto può accadere: un bacio, una carezza, un pugno e il non saperlo marca la differenza, genera tensione, interesse, curiosità. Nella nostra vita non esiste un’azione uguale all’altra, perché il pensiero che le precede è sempre diverso.
A seguire, lo spettacolo 3 MUJERES di Enclave Danza | LarumbeDanza | ES.ARTE con coreografia e danza di Cristina Masson e Daniela Merlo.
Il costo del biglietto valido per entrambi gli spettacoli è di 10,50 Euro (intero) – 8,50 Euro (ridotto) – 7,00 Euro (giovani) – 5,00 Euro (invalidità) – 2,50 Euro (diversamente abili) http://www.teatrotorbellamonaca.it,

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 settembre 2018

Livorno, 28-30 settembre 2018 si terrà il festival IL SENSO DEL RIDICOLO, tre giorni di incontri, letture ed eventi sul tema dell’umorismo. Il festival, alla sua terza edizione, è diretto da Stefano Bartezzaghi ed è promosso dalla Fondazione Livorno, gestito e organizzato dalla Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana.
Per richiedere un accredito stampa può inviare una mail a info@ilsensodelridicolo.it, specificando nome, cognome, testata, recapito telefonico e indirizzo e-mail.
Potrà poi ritirare il pass stampa presso la sala stampa del festival, Scali Finocchietti 4 – Livorno:
– venerdì 28 settembre: dalle 15 alle 19
– sabato 29 e domenica 30 settembre: dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 19

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

12° edizione del Festival della Biodiversità

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 settembre 2018

Milano Parco Nord dal 13 al 23 settembre 2018. Il Festival di quest’anno si ispira ai valori e agli intenti stabiliti dall’UE che ha proclamato il 2018 Anno europeo del Patrimonio Culturale ”La natura, dove il passato incontra il futuro”.
L’evento di apertura si svolgerà il 13 settembre nella splendida cornice di Villa Torretta. Oltre a presentare alcuni protagonisti di questa edizione l’incontro vuole soffermarsi sul tema: Cosa è il Patrimonio? Attorno a questa parola bellissima e carica di senso si inizia una riflessione che ne sveli le origini a partire dalla saggezza greca, per poi proiettarla nel presente attuale (sostenibilità) e nel futuro (eredità). Sono invitati il filosofo Mauro Bonazzi, l’urbanista Paolo Pileri, la sociologa del turismo Matilde Ferretto, la biologa Annastella Gambini, l’agronomo Stefano Bocchi, oltre al direttore del Parco Riccardo Gini e al presidente Roberto Cornelli.
Tra gli appuntamenti musicali torna “Fino alla fine della notte” lo speciale sleeping concert a cura del complesso Enten Hitti, che mira a far addormentare il pubblico rigorosamente nel saccoapelo, in un concerto che prosegue fino al mattino; tornano anche Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone (ex Banda Osiris), capaci di far suonare le verdure, con “Domesticazione di storie e di cervi” in anteprima nazionale e O’ Thiasos TeatroNatura con “Nel vivo” serenate, lamenti e altri canti dell’anima in ambienti naturali di e con Camilla Dell’agnola e Valentina Turrini.
Tra le novità “E cantan la cicale” concerto di Coro Ingrato, canti popolari, suoni e parole del lavoro nelle risaie della pianura lombarda; “Zingareska” di e con Elena Cherkasova, Anastasia Cherkasova e Paolo Mari, un viaggio nelle musiche nomadi dell’est europeo, della cultura russa e della tradizione italiana alternati a balli ungheresi e il rondò alla turca; “Sweet sweat” progetto di Crossway music di e con Daniela Fiorentino (clarinetto) e Fabio Bagnato (chitarre e voce) e C’era una volta spettacolo di danza con 15 danzatori a cura di Alomardanza.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Terracina Summer Festival chiude in bellezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 agosto 2018

Terracina 30 agosto ore 21:30 – Arena Il Molo – Via del Molo chiude in bellezza ospitando sul suo palcoscenico tre grandi personaggi del mondo dello spettacolo: Antonio Giuliani, Geppo ed Antonio Lo Cascio in Comedy Show! Presentano la serata Angelica Massera e Lele Sarallo.Antonio Giuliani salirà sul palcoscenico con la sua travolgente comicità il 30 agosto alle ore 21:30 con il suo ultimo successo: “A saperlo prima…”. Il titolo prende in prestito un modo di dire molto usato nella vita di tutti i giorni e che più rappresenta lo spirito dei romani. Un modo di essere, una filosofia di vita. Disavventure, sorprese e quel binomio perfetto tra ironia e sarcasmo. Dopo tante risate con le vicissitudini dei romani, spesso causate da disattenzione e pigrizia, lo spettatore rimane con un quesito su cui riflettere: siamo sicuri che “Saperlo prima” migliori sempre la vita? E cosa sarebbe la vita se si avesse sempre la possibilità di sapere in anticipo gli accadimenti?”. Si susseguiranno sull’ormai famoso palco Geppo, con il suo carattere poliedrico e solare e il suo spirito da eterno fanciullo, animando la serata e raccontando le sue famose barzellette. Una passione che coltiva sin da piccolo collezionando libri di barzellette e immedesimandosi nelle stesse fino quasi a farle vivere in prima persona. Ed è proprio da questa sua passione che nasce il suo motto “Ridi…è gratis” che simboleggia la dedizione di Geppo di regalare una sana risata giornaliera, anche se per pochi minuti, postando il suo infinito repertorio di barzellette sulla pagina Facebook e sul canale YouTube Geppo Show.
A seguire Antonio Lo Cascio conosciuto per le sue grandi performance e per essersi presentato al programma “Avanti un altro” con Jerry Scotti con il suo nome di battesimo, ossia Simone Bargiacchi. E seppur non vincendo nulla ha animato la nota trasmissione con le sue esilaranti battute! Tutto questo ed altro ancora è il Terracina Summer Festival, l’ormai nota manifestazione dell’estate 2018: sarà uno spettacolo da vivere interamente all’aperto, sotto le stelle e a titolo totalmente gratuito!

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

T’ODI: l’arte di Ceccobelli vista dall’alto apre il Todi Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 agosto 2018

Todi Sabato 25 agosto ore 18 l’inaugurazione dell’antologica del Maestro Bruno Ceccobelli fra simbolo e archetipo. La grande arte del Maestro Bruno Ceccobelli terrà a battesimo l’edizione 2018 di Todi Festival. Sua infatti l’antologica T’ODI che apre il ricchissimo cartellone di eventi culturali. Un esordio in nome dell’arte con T’ODI; questo il nome dell’installazione site specific collocata nella Sala delle Pietre di Palazzo del Popolo che a partire dalle ore 18 di sabato prossimo 25 agosto sarà visitabile ad ingresso libero. Una mostra antologica relativa al periodo 1984-2018 che consterà di 30 opere le quali, attraverso segni primordiali e simboli spirituali, parleranno della terra natia dell’artista. “Si tratta – spiega l’artista Bruno Ceccobelli – di un’installazione molto particolare poiché visibile dall’alto, una “visione spirituale”: da qui il nome T’ODI a significare “ti ascolti”. Ascoltare in effetti – spiega Ceccobelli – può essere simile all’osservare dall’alto, come quando si guarda uno scavo archeologico. Una visione superiore ed esterna da se stessi: nel caso di T’ODI lo scavo che osserveremo dall’alto non sarà archeologico bensì archetipico grazie alla visione di opere fatte di segni, simboli e dunque carica di messaggi originari”.
Bruno Ceccobelli è, insieme ai figli Auro e Celso, l’autore del manifesto ufficiale di Todi Festival 2018: nella stessa giornata di esordio per T’ODI è prevista (ore 19 Nido dell’Aquila, via Paolo Rolli) l’inaugurazione di Motore Universale, esposizione dei gemelli Auro e Celso Ceccobelli che presentano il frutto del loro lavoro a quattro mani: sculture performative con una visione ideale d’interazione tra il “teatro di macchine” e la natura. Nati a Roma nel 1986, vivono a Todi e sono attivi nel campo dell’arte dal 2001. Anche in questo caso la mostra è ad ingresso libero.
Le esposizioni di Bruno Auro e Celso Ceccobelli nascondo dalla volontà e dall’impegno dell’associazione ‘Todi per l’Arte’ il cui Presidente Giuseppe Cerasa spiega: “Questo nostro progetto ha già visto la realizzazione di una serie di mostre di artisti protagonisti del panorama artistico nazionale e internazionale”. Roberto Bernardi e Raphaella Spence, Piero Pizzi Cannella e Rossella Fumasoni e lo scorso anno Marco Tirelli e Robin Heidi Kennedy: Cerasa cita le precedenti esposizioni aggiungendo: “Quest’anno abbiamo scelto Bruno Ceccobelli, illustre esponente della Scuola di San Lorenzo i cui figli si stanno avviando alla ribalta della scena artistica italiana avendo grandi capacità e potenzialità. Lo scopo finale dell’associazione è quello di promuovere grandi artisti valorizzando Todi, la sua storia e la sua bellezza. Tra i programmi ambiziosi c’è quello di dare a Beverly Pepper la giusta collocazione, progettando a Todi per la fine dell’anno una mostra con le opere donate dall’artista in un percorso fra il tempio di Santa Maria della Consolazione e la Rocca.
Domenica 26 agosto alle 18.18 ulteriore appuntamento con l’arte di Michele Ciribifera che nello spazio UNU unonell’unico (via del Mercato Vecchio, 16) presenta la sua installazione Frequency ad ingresso libero. Anche questa un’installazione site specific, pensata per lo spazio UNU unonell’unico e che si fonda sulle percezioni inconsapevoli dell’energia diffusa dalle frequenze armoniche che interagiscono con il nostro universo. Nella sua ricerca artistica Michele Ciribifera cerca di rendere visibile ciò che non è percettibile ai nostri sensi indagando la vera natura delle cose e portando lo spettatore a riflettere su tutto ciò che lo circonda. http://www.todifestival.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival del teatro urbano

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 agosto 2018

Roma. Saranno la Scalinata Monumentale del Museo della Civiltà Romana all’Eur (24 e 25 agosto), e Piazza di San Cosimato a Trastevere (30 agosto), ad ospitare, INEUROFF, il festival di Teatro Urbano e Nuovo Circo che da nove anni colora la città di Roma grazie a mirabolanti opere teatrali.La kermesse, diretta e organizzata da Ondadurto Teatro, compagnia di Teatro Urbano accreditata in tutto il mondo, presenterà in anteprima assoluta la sua nuova produzione dal titolo “Terra mia”, un’opera che vedrà in azione macchinari scenici e grandi oggetti in movimento.
Un’edizione quella del 2018 dedicata ai diversi Punti di Vista, per allenarsi a ritrovare e rifondare i propri valori, un lavoro di ricerca artistica, che fonde diversi linguaggi per mostrare al pubblico panorami che fuoriescono dal confine nazionale, attraverso un percorso performativo multidisciplinare, ponte di conoscenza verso le differenze. Seguendo questo filo rosso, in scena si alterneranno le compagnie di danza Margine Operativo e Cie Twain-
physical dance theatre, i performers Sara Mennella e Benjamin Delmas, fino ai gruppi circensi Circus Follies e Cia. Alta Gama.
Venerdì 24 e Sabato 25 Agosto all’EUR, a partire dalle ore 19.00, le produzioni artistiche dialogheranno con lo spazio architettonico simbolico e rarefatto, proponendo al pubblico delle performance dal grande formato ed impatto emotivo, che ben si sposeranno con la linearità delle linee urbane. Momenti pregni di fascino scaturito proprio dall’architettura e dai suoi volumi, con il Colonnato del Museo della Civiltà Romana a scenografare il tutto.
Tra una performance e l’altra, aspettando il debutto dello spettacolo TERRA MIA, ultimo nato in casa Ondadurto, un’opera multimediale originale, accessibile a un pubblico internazionale ed eterogeneo, che utilizza linguaggi scenici contemporanei e dà vita a una feroce e travolgente indagine sull’assenza di identità, si potrà degustare l’aperitivo della chef stellata Cristina Bawerman, presente con Ape Romeo Chef&Baker,
Giovedì 30 Agosto a Trastevere invece sin dalle ore 16.00, nella storica Piazza di San Cosimato, gli spettacoli snelliranno la loro forma, a favore di un’interazione con gli spettatori, passanti occasionali ignari di ciò che sta per accadere.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XIV Edizione del Festival dei Teatri d’Arte Mediterranei

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

Formia 16 – 17 – 18 – 19 agosto 2018. Tre giorni di letture all’alba, in barca a vela, concerti, spettacoli, incontri tra musiche, danze, storia e fenomeni culturali, tra i classici, la tradizione popolare e il fascino dei luoghi.Un evento promosso dal Teatro Bertolt Brecht all’interno del progetto delle Officine Culturali della Regione Lazio, del riconoscimento del Ministero per i beni e le attività culturali con il patrocinio del Comune di Formia e del Parco Riviera di Ulisse.
Un denso programma che toccherà diversi luoghi della città per provare a raccontare questo affascinante, e nello stesso tempo tragico, mare, palcoscenico di tradizioni, suoni e sapori ma anche drammi e scontri.
Si inizia ogni mattina alle ore 7 con le letture in barca a vela dell’Odissea il 16 Agosto da porticciolo Caposele (già sold out), dal 17 al 19 nello scenario a strapiombo sul mare dei ruderi della Villa di Mamurra, nella cisterna maggiore con letture reinterpretate e drammatizzate dei classici, quest’anno dedicate alle Metamorfosi di Ovidio e a Dante.
Si continuerà ogni giorno alle 18:30 con i reading nei luoghi simbolo della città: il 17 “Gramsci e il mondo arabo” all’ ex clinica Cusumano sull’Appia con l’intervento di Alessandra Marchi del GramsciLab dell’Università di Cagliari, il 18 all’ex Seven Up, bene confiscato alla Camorra, con “Tutte le promesse” (Effequ) e l’intervento anche dell’autore Raffaele Mozillo, Elsa Morante all’ ex lavatoio di Maranola il 19. Il 16 Agosto alle 20 al Porticciolo Caposele durante l’anteprima del festival l’incontro/confronto con storie del e sul Mediterraneo con Daniele Di Russo, coordinatore del Gus, Michele Antonelli, autore de “Canto d’amore per la Jugoslavia” e Alessandra Marchi, antropologa.
Ogni sera dalle ore 21:00 sulla spiaggia del porticciolo romano spettacoli e concerti tra musiche, teatro e ritmi popolari con compagnie e formazioni musicali di livello nazionale: il 16 grande apertura con “Il Grande Capo” e Giorgio Stammati, il 17 “I cumededè” (ensemble calabrese di 12 elementi di cui 8 percussionisti) e “La banda della ricetta” (Valentina Ferraiuolo, Clara Graziano, Carla Tutino, Teresa Spagnuolo), il 18 agosto torna Palo Cresta in “Spoon River” a seguire “Zampogneria” (Marco Iamele, Marco Tomassi, Giorgio Pinai, Raffaello Simeoni, Diego Micheli), il 19 ultima serata con “Mare Mostrum”, un progetto di Salvatore Nappa e la poetessa marocchina Dalila … accompagnati da un coro di migranti, chiude “Cuttuni e lamè” (Eleonora Bordonaro, Puccio Castrogiovanni, Michele Musarra, Rosario Moschitta). Non mancheranno le freselle al podoro, l’osservazione astronomica, la mitiche magliette e tante altre sorprese. Dal 16 al 19 agosto il Mediterraneo rivive a Formia. http://www.teatrobertoltbrecht.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rigenera SmART City – Festival delle Periferie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 agosto 2018

Rigenera (Bari) giovedì 6 a domenica 9 settembre a Laboratorio Urbano, Palo del Colle annuncia che MANNARINO, COSMO e SELTON e CLEMENTINO arricchiranno la line up della manifestazione aggiungendosi ai già annunciati live di MOTTA, MINISTRI E LEMANDORLE. La periferia al centro, fulcro propulsivo di musica, arte, creatività e cultura. Cuore pulsante di processi sociali, economici e culturali, non più luogo di marginalità, esclusione e degrado.Sono questi i temi della quarta edizione del festival che oltre alla musica vedrà alternarsi teatro, mostre, incontri tematici di approfondimento, performance di live painting e dibattiti con l’obbiettivo di dare nuova vita a spazi abbandonati, per ripopolarli creando un ponte di bellezza tra periferia e centro città, un punto di raccordo tra situazioni di conflitto.Ospite speciale sarà Carlo Massarini, celebre autore e conduttore radiotelevisivo, che avrà il compito di raccontare questa esperienza alternandosi tra palco e backstage.
Si parte il 6 settembre con la performance di Alessandra Gaeta “IN & OUT of Borders”, il vernissage della mostra di Michele Cremaschi “GEO-HAPPINESS MEASURING – Può l’arte misurare la felicità?” ed un talk su arte e periferie moderato da Carlo Massarini con Cremaschi, Renzo Francabandera e Corrado d’Elia.In serata spazio al teatro con “Iliade” spettacolo di Corrado d’Elia arricchito dagli interventi live painting di Renzo Francabandera, artista, live painter e critico della scena contemporanea. Una performance che riporterà sotto gli occhi degli spettatori immagini e icone ispirate al mito classico e alla sua declinazione moderna, coniugandosi con la restituzione di un’epopea che ricorda di quando la periferia del nostro continente era al centro della storia.
Dal 7 settembre inizieranno i grandi live: sul palco di Rigenera arriva uno dei nomi di punta del nuovo cantautorato italiano, MOTTA. Polistrumentista, cantante e autore, neo vincitore della Targa Tenco 2018 come miglior disco in assoluto, canterà i brani di “Vivere o Morire”, il secondo album pubblicato ad aprile, insieme alle canzoni de “La fine dei vent’anni”, il disco d’esordio che nel 2016 lo ha fatto conoscere al grande pubblico. Apre la serata Matteo Palermo. Al termine del concerto di Motta si balla con COSMO, alias Jacopo Bianchi, reduce dal successo a colpi di sold out nei principali club europei e festival italiani del tour “Cosmotronic”, l’ultimo album uscito a gennaio. Un disco doppio che gioca sulle due anime artistiche del dj e producer, ovvero la canzone d’autore e musica da club fusi in uno stile unico e originale. Un live “particolarissimo” enfatizzato da un set up di luci molto diverso da quello dei normali concerti pop. Chiude la serata il dj set di DEEP INSIDE.
L’8 settembre la serata inizia con le note leggere e i ritmi multiculturali dei SELTON, “una band capace di unire in pochi istanti Italia e Brasile in modo affascinate” come ha scritto Rolling Stone. “Manifesto tropicale”, uno dei migliori album del 2017 secondo la nota rivista, è un mix di influenze, lingue e culture in cui convergono con facilità folk, pop, cantautorato ed elettronica, rock, ballad e chitarre acustiche. L’apertura è affidata a Giuliana Tecce e al duo Uramawashi. Chiude la serata il dj set di DEEP INSIDE.
A seguire uno degli eventi più attesi del festival: dopo il grande successo del concerto di fine tour al Rock in Roma con più di 10.000 spettatori, sul palco di Rigenera arriva MANNARINO, uno dei pochi cantautori contemporanei capaci di condurre una profonda ricerca artistica facendo numeri da artista mainstream. Dal nonno che gli ha insegnato ad amare la poesia al suo rapporto con Roma e la periferia dove è cresciuto, dal giovane poeta in cerca della sua strada alla laurea in antropologia “mai ritirata”, fino ad arrivare al grande successo di pubblico, l’artista si racconterà durante un incontro intimo tra viaggi, letteratura, musica e parole fino ad imbracciare, accompagnato da alcuni tra i suoi fidati musicisti, la chitarra e mettere in scena, in un set acustico pensato ad hoc per Rigenera, le canzoni più rappresentative dai suoi quattro album.
Il Festival chiude in bellezza il 9 settembre con una delle rock band più amate, i MINISTRI. Federico Dragogna (paroliere, chitarra e cori), Davide Autelitano, detto “Divi” (voce e basso) e Michele Esposito (batteria), presenteranno le canzoni di “Fidatevi”, l’ultimo disco pubblicato a marzo, e promettono di far ascoltare un live suonato dalla prima all’ultima nota, senza l’ausilio della tecnologia. L’apertura del concerto è affidata a Mason La Notte e a LEMANDORLE progetto che con i suoi singoli ha conquistato i maggiori network radiofonici, mescolando con disinvoltura musica da club, pop e cantautorato. La serata prosegue con il dj set di CLEMENTINO, l’alieno del rap italiano, che con le sue partecipazioni al festival di Sanremo si è fatto conoscere e apprezzare dal grande pubblico. Al termine il Dj set di SHANTY CREW.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival dell’innovazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 luglio 2018

Londra 18 e 19 Luglio il centro espositivo “Old Truman Brewery” – tra le più prestigiose convention del settore digitale e del tech che ospiterà più di 5000 partecipanti (imprenditori, investitori, dirigenti aziendali, ecc.) da ogni parte del mondo con oltre 100 relatori e 200 espositori.
Tra gli ospiti anche la modenese Pikkart, leader nella realizzazione di soluzioni che sfruttano la realtà aumentata, la computer vision, l’intelligenza artificiale e il deep learning, scelta al pari di altre startup e PMI italiane dalla selezione coordinata dall’Agenzia ICE (Istituto nazionale per il Commercio Estero) come avvenuto di recente per lo StartUp Village di Skolkovo (Russia). La partecipazione al festival assume un’importanza particolare poiché il Regno Unito si posiziona al primo posto tra gli investitori globali in Europa e al quinto tra quelli internazionali dopo Cina, USA, India e Brasile, mentre è il terzo cluster mondiale dopo San Francisco e New York per numero di investimenti di venture capital. Ad UnBound 2018 l’attenzione sarà focalizzata sulle ultime tendenze e servizi in materia di innovazione che riguardano il mondo digitale. Ragione che porterà Pikkart a presentare – in occasione della due giorni londinese – i prodotti Pikkart-AR Discover e Pikkart AR-Logo. Il primo è la più recente evoluzione della Realtà Aumentata, alla quale si uniscono le potenzialità del riconoscimento visuale: si tratta, dunque, di un software in grado di riconoscere, da pochissime foto scattate in loco, oggetti e luoghi in contesto, ed agganciare loro contenuti in Realtà Aumentata come schede informative, foto, video e modelli 3D. Un tipo di soluzione adatta ad essere applicata in contesti indoor ed outdoor, come gallerie commerciali, stazioni, aeroporti, nell’industria 4.0, nel turismo, nei musei e nei Beni culturali. Il secondo, Pikkart AR-Logo, è un prodotto brevettato e unico a livello mondiale che permette di associare contenuti digitali diversi a più copie della una stessa immagine. Premiata lo scorso anno dall’Unione Europea con il prestigioso Seal of Excellence, trova applicazione dal marketing al settore museale.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I restauri del CSC – Cineteca Nazionale ai prossimi festival internazionali

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Il Centro Sperimentale di Cinematografia, presieduto da Felice Laudadio, è orgoglioso di annunciare tre importanti restauri realizzati dalla Cineteca Nazionale in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà che tra agosto e settembre verranno presentati in due grandi festival internazionali: il festival di Locarno, in programma dall’1 all’11 agosto 2018, e la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 29 agosto all’8 settembre 2018.
Locarno, giunto alla 71esima edizione, dedicherà nella sezione “Histoire(s) du cinéma” un omaggio a Paolo e Vittorio Taviani. Verrà proiettato il film Good Morning Babilonia (1987) – interpretato fra gli altri da Greta Scacchi che sarà a Locarno – il cui restauro è stato appena portato a termine dalla Cineteca Nazionale in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà. Paolo Taviani e Greta Scacchi verranno celebrati in piazza Grande la sera dell’8 agosto, e il film sarà proiettato il 9 agosto.
Dalla stessa collaborazione nascono gli altri due restauri che saranno proiettati nella sezione Venezia Classici della Mostra di Venezia (la cui giuria sarà presieduta dal regista Salvatore Mereu, diplomato in regia del CSC). Il programma, annunciato oggi dalla Biennale di Venezia, include Il portiere di notte (The Night Porter) di Liliana Cavani (1974) e La notte di San Lorenzo di Paolo e Vittorio Taviani (1982). È importante segnalare anche il titolo internazionale del film di Liliana Cavani poiché si sta lavorando al restauro della copia originale in lingua inglese: a Venezia sarà possibile vedere il film con le vere voci di Dirk Bogarde e Charlotte Rampling. Il lavoro di restauro dei due film dei Taviani (ma è in programma anche un terzo) sarà l’occasione per ricordare il maggiore dei due fratelli, Vittorio, scomparso a Roma lo scorso 15 aprile, al quale è dedicata una rassegna di otto film che, a cominciare da domani 14 luglio alle ore 21, si svolgerà fino a sabato 21 luglio a Roma in Santa Croce in Gerusalemme, organizzata dal CSC e dal Mibact.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Ticino Musica

Posted by fidest press agency su sabato, 14 luglio 2018

Lugano 18 luglio alle ore 20 nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana (via Soldino 9, Lugano) si terrà la serata inaugurale con l’Opera studio internazionale “Silvio Varviso” e la prima de L’italiana in Algeri, capolavoro di Gioachino Rossini con cui Ticino Musica partecipa alle celebrazioni dei 150 anni dalla morte del genio pesarese.
Le successive recite dell’opera avranno luogo a Bellinzona, Ascona, Sorengo e di nuovo Lugano (Hall del LAC) nelle serate del 20, 21, 22 e 24 luglio.
Ticino Musica, fondato da János Meszaros, di cui quest’anno ricorre l’85° anniversario della nascita, si conferma come incontro di musicisti provenienti da ogni parte del mondo, in cui offerta artistica e formativa si fondono sapientemente per dare ai partecipanti e al pubblico la possibilità di vivere un’esperienza musicale a 360°. Di questa completezza è espressione principale il calendario degli eventi, che si compone di più di 70 appuntamenti di vario genere, distribuiti su tutto il territorio ticinese.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musica Celtica Italia e Montelago Celtic Festival

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 luglio 2018

Roma 11 luglio, ore 21.30 Parco Schuster Via Ostiense 182/ Basilica di San Paolo sbarca il suggestivo e intramontabile fascino della musica celtica in un festival, The Rome Celtic Festival – Here comes the Dubliners, che vedrà sul palco la band leggenda della scena folk mondiale e della musica irlandese: i “Dublin Legends” insieme agli “Hurry up”, i “LyraDanz”, i “Mortimer McGrave” e i ragazzi della “ROIS Rome Irish Scottish Dance School”. Dopo tanti anni passati on the road, macinando migliaia di concerti con i “The Dubliners”, Thomas O’Brien, John O’Connor, Paul Watchorn e John Cannon tornano in Italia calcando il palco di Parco Schuster per un’ora e mezza di “Wild Rover”, “Whiskey in the Jar” ,”Irish Rover”, “Seven Drunken Nights” e tanta musica, trasformando l’area verde nel più grande festival celtico della capitale tra birra, danze e cultura celtica in collaborazione con Musica Celtica Italia e Montelago Celtic Festival.Un’inesauribile irrorazione di energia, un’emozionante esplosione di folklore celtico, una tangibile manifestazione del genio umano sono le garanzie offerte dagli autentici depositari della cultura musicale irlandese. La semplicità del prodotto musicale offerto data dalla sola presenza di voce, chitarre e violino è marchio di fabbrica delle leggende dublinesi, i cui brani sono conosciuti e amati in tutto il mondo. I “Dublin legends” non saranno però gli unici protagonisti del ROME CELTIC FESTIVAL. Al loro fianco si esibiranno gli “Hurry up”, i “LyraDanz”, i “Mortimer McGrave” e i ragazzi della “ROIS Rome Irish Scottish Dance School”.Gli “Hurry Up” nascono nel giugno 2017 e imperniano il loro progetto musicale sulla tradizione irlandese e scozzese con sonorità moderne e qualche incursione nella musica popolare italiana. ”LyraDanz” nasce dall’incontro di tre musicisti accomunati dalla passione per il folk e già affermati nel panorama della musica celtica, trad e da ballo, che quasi per sfida sperimentano l’utilizzo di strumenti inconsueti nel repertorio del bal folk, quali arpa o salterio ad arco, con la chitarra grande protagonista.I “Mortimer Mc Grave” presentano un repertorio di ballate e canzoni celtiche nello stile dei veri ”bravehearts” offrendo temi tradizionali e presentando le loro composizioni originali. I loro concerti hanno fatto il giro d’Europa riempiendo ovunque piazze e festival facendo ballare anche i pubblici più composti.La ROIS Dance School, attiva sul territorio romano da più di dieci anni, condivide e diffonde la passione per la danza irlandese e scozzese all’interno del contesto culturale e sportivo di Roma e del Lazio. Il loro spettacolo si incentra sulla fusione artistica tra la danza irlandese e scozzese in stretto connubio con la valorizzazione della provenienza romana dei suoi interpreti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival italiano per giovani cantautori

Posted by fidest press agency su domenica, 8 luglio 2018

Bologna andrà in scena al Teatro EuropAuditorium il 29 settembre 2018, e sarà arricchito da workshop dedicati alla musica. Entra nel vivo la prima fase di Bologna Musica d’Autore, il concorso canoro progettato, ideato e promosso da Fonoprint, giunto quest’anno alla seconda edizione.Riservato a giovani cantautori – di età compresa fra 16 e 40 anni – ha l’obiettivo di scoprire ed esaltare il loro lato artistico, di presentarli sulla scena musicale nazionale e di valorizzarne l’aspetto autorale. I candidati del BMA dovranno inviare un brano inedito, già depositato in SIAE, della durata massima di 4ʼ di cui devono necessariamente essere autori o coautori e un video di accompagnamento entro il 15 luglio 2018.
BMA selezionerà 9 artisti a cui sarà comunicato per iscritto, entro il 31 luglio 2018, l’esito della loro partecipazione. Il decimo finalista, il giovanissimo gruppo OOTB, è stato scelto e premiato da Fonoprint sabato 5 maggio 2018, nella tappa bolognese di Fiat Music. I 10 concorrenti selezionati avranno la possibilità di esibirsi in un live presso l’Arena di FICO Eataly World l’8 e il 9 settembre 2018. La serata finale si terrà il 29 settembre 2018 presso il Teatro EuropAuditorium, grazie alla partnership con Bologna Fiere e il Teatro stesso, e sarà un vero e proprio show in cui, oltre ai giovani partecipanti al concorso, si esibiranno grandi ospiti e artisti emergenti.Al termine dell’evento sarà premiato il vincitore della II Edizione di BMA in base alle valutazioni della giuria che si sta delineando proprio in questi giorni, e che vede la conferma di nomi del calibro di Stefano Senardi, Ernesto Assante e Antonio Vandoni oltre al già annunciato presidente Mogol.Al vincitore sarà assegnato un contratto discografico con Fonoprint per la realizzazione di un EP e di un videoclip. Saranno inoltre assegnati un “Premio della Critica per il Miglior Testo” a insindacabile giudizio del Presidente di Giuria che consisterà in una borsa di studio completa per un percorso formativo al CET (Centro Europeo di Toscolano) e un “Premio per la Miglior Musica”, ovvero giornate gratuite in studio di registrazione e mastering presso Fonoprint con fonico residente.Non è tutto: BMA entra a far parte di Italy Sounds Good, un progetto di sviluppo dedicato al settore musicale sostenuto da Bologna Fiere attraverso Bologna Congressi, project factory del Gruppo per la creazione e realizzazione di eventi. Nello specifico quest’anno saranno realizzati incontri e convegni dedicati al settore. Il tutto, patrocinato dal Comune di Bologna e in collaborazione con Bologna Città Creativa della Musica UNESCO.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VI edizione del Festival Internazionale “Momenti Musicali” dedicato al Maestro Pietro Iadeluca

Posted by fidest press agency su domenica, 8 luglio 2018

Carsoli 17 – 28 luglio Un tributo fatto con il cuore nel ricordo del Maestro Pietro Iadeluca, un uomo che ha dedicato la vita intera alle arti, alla musica e alla letteratura. Prende il via, per la VI edizione consecutiva, a Carsoli in Abruzzo il festival “Momenti Musicali”, promosso con l’intento di valorizzare il talento dei giovani artisti nazionali ed internazionali ed offrire loro un’opportunità di confronto, crescita, condivisione. Due concorsi: uno di arte e letteratura ed uno di pianoforte, entrambi organizzati dall’Associazione Culturale “Il Cuscino di Stelle”, da anni impegnata in prima linea nella difesa e nella valorizzazione delle tradizioni culturali. A caratterizzare la kermesse numerose iniziative e concerti che si svolgeranno dal 17 al 28 luglio (di seguito il programma) in alcune tra le location più suggestive di Carsoli, di Pereto ed anche di Oricola. Il 21 luglio nella Chiesa della Madonna del Carmine a Carsoli si terrà poi l’attesa finale del Concorso Internazionale Piana del Cavaliere con l’esibizione degli otto migliori pianisti della sezione “Premio Internazionale di Esecuzione”, con la conduzione del noto attore Leonardo Sbragia. Il 28 luglio, presso la Chiesa S. Giovanni Battista a Pereto, si svolgerà invece la premiazione del Concorso di Arte e Letteratura “Pietro Iadeluca & Amici”. Presidente onorario della giuria il giornalista Luigi Ferraiolo , ospite Marco Boni, tra i vincitori del programma Rai “Prodigi”. Gli eventi sono tutti ad ingresso gratuito per ribadire il messaggio: la cultura è di tutti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le Terrazze Teatro Festival”

Posted by fidest press agency su martedì, 3 luglio 2018

Roma Terrazze del Palazzo dei Congressi dell’Eur Piazza John Kennedy 1 dal 6 luglio al 4 agosto per “Le Terrazze Teatro Festival” si alterneranno su palco: Dado, Michela Andreozzi, Michele La Ginestra, Pablo e Pedro, Antonio Giuliani, Dario Cassini, Alessandro Di Carlo, I Carta Bianca, I Centouno e il Premio Persefone Comicus. Sotto la direzione artistica del produttore Achille Mellini questa edizione 2018 si prospetta vincente grazie alla presenza di alcuni tra gli artisti più noti del panorama nazionale, pronti a conquistare la platea con i loro show all’insegna del buonumore. Ad inaugurare la kermesse nell’imponente struttura monumentale, vero esempio di architettura razionalista progettato da Adalberto Libera, con una platea di 1200 posti ed un panorama mozzafiato, sarà il 6 luglio Dado, che dopo il tutto esaurito dello spettacolo “L’impertinente” darà vita ad un live con i suoi pezzi più forti (dalle canzoni da falò sulla spiaggia che preparano al bagno tutti nudi, al terrorista che non riesce a fare l’attentato per colpa degli scioperi) fino a nuove esilaranti gag, seguito il 7 luglio da Michela Andreozzi con il suo essere frizzante e coinvolgente nell’universo dei suoi personaggi. Il 13 sul palco Michele La Ginestra, il 14 Pablo e Pedro, il 20 Antonio Giuliani, il 21 I Carta Bianca. Gli ultimi week end di luglio vedranno esibirsi: il 27 Dario Cassini, il 28 I Centouno, il 3 agosto Alessandro Di Carlo e il 4 agosto gran finale con il Premio Persefone Comicus, presidente Maurizio Costanzo. Ogni venerdì e sabato alle 21.30 un appuntamento imperdibile preceduto dal consueto aperitivo sotto le stelle previsto per le ore 19.30. Quest’anno per la prima volta “Le Terrazze Teatro festival” si avvale della collaborazione del Comune di Roma e dell’Ordine Medici Veterinari di Roma e Provincia per lanciare anche un messaggio sociale in favore dell’adozione e contro l’abbandono degli animali. “Ridere fa bene. Anche gli animali sanno ridere. Aggiungi un posto a tavola che c’è una ciotola in più”, è lo slogan con il quale ogni artista, al termine di ogni spettacolo, inviterà il pubblico a restituire il sorriso a cani e gatti ospiti del Canile di Roma in cerca di una famiglia, che saranno mostrati tramite foto e video con lo scopo di essere adottati, ricordando che l’abbandono è un grave reato perseguibile penalmente.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival “Stelle della Valle”

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 luglio 2018

Torino. Nel mese di luglio l’Unione Montana Val Sangone organizza la prima edizione del festival “Stelle della Valle”, che propone cinque appuntamenti di musica sinfonica e operistica in collaborazione con il Teatro Regio, la Regione Piemonte e “Piemonte dal Vivo”. A credere in questa nuova operazione culturale, che a Coazze si affianca a quella ormai tradizionale del Festival Nazionale Pirandello, è stato anche il pittore Antonio Nunziante: è sua infatti l’opera che compare sul manifesto dell’evento. La prima edizione, patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino, si svolgerà quasi interamente in Alta Val Sangone, ma il concerto inaugurale del 6 luglio, con la “Petite Messe Solennelle” di Rossini sarà ospitato tra le antiche mura della Sacra di San Michele, simbolo del Piemonte. Seguiranno due concerti en plein air, il 7 luglio a Valgioie e l’8 luglio a Coazze, per i quali sono stati scelti due siti che bene rappresentano le peculiarità della Val Sangone.
Sabato 7 luglio l’appuntamento en plein air in notturna sarà in località Trucetti di Valgioie, un balcone naturale sospeso all’imbocco delle valli Susa e Sangone, un tempo postazione dell’artiglieria contraerea, belvedere verde contornato dalle montagne e aperto sulla pianura che di notte si veste delle luci della metropoli.
Domenica 8 luglio la musica risuonerà invece nei prati intorno alle antiche case di pietra della borgata Oliva di Coazze, a 1100 metri di altitudine, sotto le pareti dei Picchi del Pagliaio e di fronte all’arco di vette che delimitano la valle. Sul palco del concerto inaugurale e dei due concerti en plein air si esibiranno l’Orchestra O.S.A.I. e il CasaleCoro, diretti dal maestro Paolo Fiamingo.
Completano il calendario due concerti del Regio Itinerante: i Penta Brass il 9 luglio nel piazzale delle scuole di Valgioie, il Quintetto pianoforte e archi il 15 luglio nel giardino della storica Villa Tosco-Prever di Coazze. Quest’ultimo evento sarà anche il trait d’union con il programma del Festival Nazionale Pirandello, concludendo la rievocazione storica dell’arrivo del premio Nobel siciliano a Coazze per la villeggiatura montana nell’estate del 1901.
Domenica 8 luglio a Coazze sarà possibile associare al concerto pomeridiano un’escursione con pranzo al rifugio “Ciargiur” del CAI, oppure una visita guidata all’antica miniera di talco Garida, all’Ossario e alla fossa comune di Forno, luoghi storici della Resistenza. Borgata Forno sarà la base di partenza per le brevi passeggiate a piedi fino al sito del concerto (20 minuti), alla miniera Garida (25 minuti) e all’Ossario dei caduti della Resistenza (5 minuti) e sarà raggiungibile esclusivamente con i bus navetta in partenza da Coazze. In alternativa è anche possibile raggiungere Borgata Forno a piedi, partendo direttamente da Coazze, utilizzando un sentiero tra i boschi, con un tempo di percorrenza di circa due ore.I concerti saranno a ingresso libero e in caso di pioggia quelli previsti all’aperto saranno ospitati rispettivamente nella chiesa parrocchiale di Valgioie e nel palafeste di Coazze. È possibile partecipare agli eventi collegati ai concerti organizzati a Coazze solo su prenotazione. Le visite guidate alla miniera Garida e ai luoghi della Resistenza e la navetta da Coazze a Forno sono a pagamento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XXII edizione Festival Ticino Musica

Posted by fidest press agency su domenica, 24 giugno 2018

Lugano. In attesa dell’inizio della XXII edizione del Festival (che sarà il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio con la prima de L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini), il Circolo degli Amici di Ticino Musica organizza quattro conferenze-spettacolo di introduzione all’opera: “Vivi l’opera di Ticino Musica! – Donne, avventure, sultani e la ricerca della felicità”, con Fabio Sartorelli (musicologo), Umberto Finazzi (direttore musicale dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”) e Gabor Meszaros (direttore artistico di Ticino Musica), e con la partecipazione dei cantanti dell’Opera studio.
Le conferenze-spettacolo si terranno il 26 giugno alle ore 19.00 a Giubiasco – Hotel La Tureta, il 27 giugno alle 14.30 a Lugano – Hotel Pestalozzi (in italiano e in inglese) ed alle 19.30 ad Ascona – Centro Evangelico (in italiano e in tedesco) ed infine per il 29 giugno nella sala 4 del LAC di Lugano alle 10.45.
Biglietti: i costi di entrata variano dai 10 ai 25 franchi per gli eventi dei giorni 26 e 27 giugno, mentre l’appuntamento al LAC del 29 giugno prevede un biglietto intero di 50 Fr. Per i membri del Circolo degli Amici di Ticino Musica l’ingresso è gratuito, mentre per coloro che si iscriveranno al Circolo Amici nel corso degli incontri, il costo del biglietto verrà dedotto dalla quota 2018.
Il team dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”, composto da cantanti e strumentisti provenienti da tutto il mondo e selezionati tramite audizioni lo scorso mese di marzo, sarà coordinato, guidato e ispirato da Umberto Finazzi (direzione musicale), Marco Gandini (regia) e Claudio Cinelli (scenografia). L’italiana in Algeri andrà in scena il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano (evento di inaugurazione di Ticino Musica 2018), il 20 luglio a Bellinzona (Chiesa Collegiata – opera in forma di concerto), il 21 luglio ad Ascona (Teatro del Gatto), il 22 luglio a Sorengo (Al Chiosetto) ed il 24 luglio di nuovo a Lugano, nella Hall del LAC.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima Edizione del Festival di Poesia TRES DOTES

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

Dal 22 al 24 giugno a Tredozio, suggestivo borgo dell’Appennino tosco-romagnolo, l’associazione IndependentPOETRY in collaborazione con il Comune di Tredozio e Samuele Editore, e con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, propone la Prima Edizione del Festival di Poesia TRES DOTES. Il Festival ha l’obiettivo, attraverso una proposta letteraria di respiro nazionale e un’offerta attenta alla produzione letterario/artistica locale, di valorizzare il ricchissimo patrimonio dell’Appennino Tosco-Romagnolo divenendo, per i tre giorni del Festival, polo turistico e culturale. Quest’iniziativa su pone in continuazione dell’offerta bisettimanale che l’IndependentPOETRY porta avanti da tre anni a Faenza, e per la quale si è fatta notare e apprezzare in tutta Italia.Il Festival prende il nome da un’antica leggenda del paese che riconduce la sua fondazione – e lo stesso nome Tredozio – alle tre donzelle che lo fondarono. La leggenda narra che ciascuna di loro fu portatrice di una propria dote ricevuta in dono dal padre e necessaria all’edificazione e al buon governo di un nuovo paese. Nel 2017 lo scrittore Lorenzo Bosi e la storica Barbara Verni pubblicarono il romanzo storico “Tres Dotes” (Tempo al Libro, 2017) ambientato nel borgo dell’Appennino tosco-romagnolo in onore e in ricordo di tale leggenda paesana.Il Festival nasce inoltre all’insegna del ricordo e dell’omaggio alla poetessa Maria Virginia Fabroni, nata a Tredozio nel 1851 e morta prematuramente nel 1878. Figura di spicco del panorama letterario dell’epoca (venne definita la Saffo tredoziese) fu una delle prime italiane a battersi per i diritti delle donne e a pubblicare senza uno pseudonimo maschile, oltre a rifiutare la servitù domestica in nome di un principio d’uguaglianza. Nel 2017 il Comune, sotto la direzione del Sindaco On. Simona Vietina, ha fondato l’omonimo Premio Nazionale di Poesia con l’intento di riconoscere l’importanza di una figura femminile precorritrice dei movimenti per l’indipendenza e il riconoscimento dei diritti della donna.Il Festival nasce così attorno e come coronamento e ampliamento, in linea col successo della Prima Edizione, della Seconda Edizione del Premio Maria Virginia Fabroni, nella quale il tema proposto è stato “il coraggio delle donne”. Un Concorso che quest’anno ha ottenuto 600 testi per più di 250 partecipanti da tutta Italia e non solo (anche Albania, Svizzera, Austria, Francia, Canada). All’interno del Festival ci sarà la Premiazione con l’affissione di una targa nel paese di Tredozio contenente la poesia vincitrice.Il ricchissimo programma, che si dipanerà nell’arco di tre giornate e che verrà inaugurato venerdì 22 alle ore 20.30 a cura dell’Associazione IndependentPOETRY e dell’Amministrazione Comunale di Tredozio, vanta una pluralità di eventi e di ospiti: conferenze, incontri, dibattiti, letture, performance nelle quali vedranno alternarsi voci affermate del panorama poetico nazionale a protagonisti del territorio. A impreziosire l’offerta laboratori di scrittura gratuiti, appuntamenti musicali, passeggiate letterarie per le vie del borgo, un’importante Fiera del Libro oltre alla Cerimonia di Premiazione del Concorso Maria Virginia Fabroni.In tutto il paese di Tredozio vedrà protagonisti oltre trenta autori contemporanei da tutta Italia (tra i quali Maria Grazia Calandrone, Giovanna Rosadini, Sandro Pecchiari, Valerio Grutt, Gianfranco Lauretano, Stefano Simoncelli) e trenta autori emergenti, mentre quattro musicisti accompagneranno gli eventi. Nella medesima location la Fiera del Libro ospiterà dodici case editrici locali e nazionali (tra queste Samuele Editore, Ladolfi Editore, Interno Poesia, Il Vicolo Editore, Il Ponte Vecchio Editore, Perrone Editore, Valentina Editrice, Falvison Editore, Fulmino Editore) oltre a un tavolo con i libri inviati dai poeti e che, nelle rese, andranno a costituire la Biblioteca della Poesia a cura dell’Associazione IndependentPOETRY.Nel corso del Festival verrà presentato il “Typewriter Project”, liberamente ispirato all’omonimo progetto statunitense della Poetry Society of New York. In una macchina da scrivere sarà inserito un foglio a modulo continuo con l’incipit di una poesia. Tutti i partecipanti al Festival saranno invitati a continuare il testo con i propri versi. Al termine si genererà un testo collettivo che sarà pubblicato sul sito http://www.independentpoetry.org. Verrà inoltre proposta la “Poesia in Strada” a cura di Francesco Carrubba, giovane poeta milanese che con l’ausilio di una macchina da scrivere (similmente al “Typewriter Project”) omaggerà i presenti di un testo scritto in loco sulla base di alcune parole che verranno richieste ai partecipanti. “Poesia in Strada” si è fatto ultimamente notare in quanto ospite del Festival di Poesia Internazionale organizzato al Mudec di Milano.In paese si terrà, in concomitanza alla manifestazione, anche un mercatino di prodotti locali come punto ristoro per il pubblico.
http://www.independentpoetry.org.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Capsula del tempo

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Roma Tra il 20-22 giugno p.v. presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Via Giulia, 1) si terrà il Festival CAPSULA DEL TEMPO, una tre giorni per celebrare il passato ed il presente dell’Accademia d’Ungheria in Roma tra concerti, performance e mostre.Il Festival prenderà inizio mercoledì 20 giugno p.v. alle ore 20.30 con il concerto ”Mi copro soltanto con le stelle” che vedrà la partecipazione di Luca KÉZDY (violino) e Evelin TÓTH (canto), vincitrici del concorso ”Bőröm alatt viszlek haza”, indetto in occasione del 90o anniversario della fondazione dell’Accademia d’Ugngeria in Roma, in collaborazione con Anselmo de Filippis, Maria Laura Caselli.
Giovedì 21 giugno p.v. ore 20.30 si proseguirà con il concerto di world music del Gruppo BAJDÁZÓ, con la partecipazione di Ákos GYŐRFFY (tappeto acustico, effetti, looper, ritmo), Zoltán GUGYELLA (basso, looper), Zsigmond MILE (canto, chitarra), András HALMOS (percussioni). Il Gruppo Bajdázó fondato dal poeta e musicista ungherese Ákos Győrffy vanta un repertorio basato sulla contaminazione di testi letterari di alta qualità, tradizione folcloristica ungherese, musica classica e jazz, ed è in grado di portare l’ascoltatore nell’atmosfera delle montagne di Börzsöny (Ungheria Settentrionale) dove persino l’anima più irrequieta riesce a trovare pace. L’evento si inserisce nella ricca serie di concerti previsti per l’edizione 2018 della Festa Europea della Musica.
Venerdì 22 giugno p.v. alle ore 20.30 è in programma l’inaugurazione della mostra dei borsisti dell’Accademia d’Ungheria in Roma, intitolata Frammenti di parole
(Culla – Strati – Catacombe – Temporeggiare). Nell’ambito della mostra curata da Pàl Németh e aperta al pubblico fino al 31 agosto p.v. verranno esposte le opere di Csaba FÜRJESI, Márton MAGYARI, Beatrix MAKKAI – KOVÁCS, Éva MAYER.
Il Festival terminerà venerdì 22 giugno p.v. alle ore 21.00 con la performance sonora e visiva, “Capsula” di Angela Eke e Petra Páder. Le due artiste, tramite la performance rievocheranno le opere di alcuni poeti, scrittori ed artisti che nel 1947/48 avevano soggiornato presso l’Accademia d’Ungheria in Roma. L’installazione utilizzata nel corso della performance è composta da due sfere di nylon dalle dimensioni di un uomo con dentro le due artisti. Le sfere possono essere interpretate in vari modi, come qualcosa di inafferrabile o come la chiusura del nostro mondo interiore, dei nostri ricordi ed emozioni legati al passato. Le sfere, ispirandosi a Simon Hantai, vengono ricoperte con una decorazione realizzata con la tecnica del pliage. Nel corso della performance alcune opere, lettere o frammenti di diari dei poeti/ scrittori Amy Károlyi, Ferenc Karinthy, Sándor Weöres, János Pilinszky, Ágnes Nemes Nagy verranno rievocati tramite un collage sonoro insieme ad una serie di interviste effettuate con alcuni tuttora vivi, tra cui Judit Riegl, Márton Karinthy.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »