Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘festival’

Glocal Film Festival, si parte l’11 marzo

Posted by fidest press agency su martedì, 9 marzo 2021

33 titoli, 5 giornate, 1 piattaforma streaming, 20esima edizione: con questi numeri il Glocal Film Festival batte il Covid e si svolgerà nel suo periodo consueto, anche se non in presenza, dall’11 al 15 marzo. Organizzato da Associazione Piemonte Movie con il contributo di Regione Piemonte, il patrocinio di Città di Torino e Città metropolitana di Torino e il supporto di Film Commission Torino Piemonte e Museo nazionale del Cinema-Torino Film Festival, il Glocal Film Festival – che da sempre ha come mission la produzione cinematografica regionale – in questa edizione realizza il desiderio di uscire dai confini regionali, aprendosi nella narrazione e nella realizzazione a contaminazioni e coproduzioni: fra le novità il focus “From local to global: let’s act ‘glocal’ together!” che prevede quattro cortometraggi da festival gemellati italiani e uno dai Paesi Baschi (Spagna), regione ospite; e il panel “Orizzonte corti: uno sguardo regionale” sulla produzione di cortometraggi nelle diverse regioni dei festival coinvolti.Cuore del Glocal, le sezioni competitive: “Panoramica doc” con 6 documentari che propongono il meglio di una produzione regionale più che mai di ampio respiro grazie a protagonisti, temi e location che fanno da sfondo, presentati a festival internazionali; e il contest per cortometraggi “Spazio Piemonte” con 16 film brevi, cui si aggiunge la speciale sezione fuori concorso dall’evocativo nome “Lock & Short” dedicata ai corti che restituiscono in immagini l’emergenza pandemica e il confinamento tra le mura di casa. Numerosi i premi, a cominciare dal Premio riserva Carlo Alberto, che quest’anno verrà assegnato alla scenografa Paola Bizzarri, nata a Roma ma torinese d’adozione, che sarà ospite del festival lunedì 15 marzo alle 19 insieme a Silvio Soldini, sulla pagina Facebook del festival.Seguendo la strada delle rassegne che l’hanno preceduto in questi mesi di lockdown, i titoli della 20ª edizione del Glocal Film Festival saranno disponibili in streaming su streeen.org e ognuno sarà accompagnato da presentazioni sui social con registi, interpreti e produttori. Tutto il programma e le informazioni: http://www.piemontemovie.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid e festival di Sanremo. Farsi male?

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 febbraio 2021

In queste settimane si parla molto del festival di Sanremo che, innegabilmente, ha una sua importanza. Le ipotesi perché si possa svolgere sono tante, più o meno colorite di contesti: la nave da crociera con pubblico solo vaccinato, per esempio, senza pubbico o pubblico selezionato. E poi ci sono le minacce di dimissioni del direttore Amadeus (che crediamo incassa qualcosa come mille euro al minuto) perché non avrebbe gli strumenti per svolgere le proprie funzioni. Il festival di Sanremo, oltre a fenomeno culturale è anche economico: per gli introiti e soprattuto per le spese (i vip in passerella delle passate edizioni sono costati proprio tanto).Ma siamo in pandemia. Ci sono quindi altre priorità. Per esempio, restando nell’ambito ricreativo, quelle che hanno fatto spostare i giochi olimpici di Tokyo (dieci anni di preparazione), o le corse di Formula 1 e Champions League senza pubblico.Perché non si può spostare o annullare o fare senza pubblico il festival di Sanremo? E’ grave, debilitante rispetto alla cosiddetta cultura musicale del Belpaese, minimalista, una rimessa economica? Forte tutte queste cose insieme e forse no. Ma una cosa è certa, c’è la pandemia, ci sono i malati, i morti, le restrizioni, le scuole, il lavoro che manca e salta, i divieti… tutto quello che sembra servirà a superare la pandemia. Il festival di Sanremo ha un suo statuto al di fuori e sopra tutto questo? Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auguri dal Festival Francescano ai nostri lettori

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 dicembre 2020

Quest’anno per gli auguri del S. Natale riportiamo una foto che ci è pervenuta dal “Festival Francescano” e che noi rigiriamo per fare i nostri auguri a tutti i lettori. Lo facciamo unitamente alle belle parole del S. Padre: “E’ ancora possibile scegliere di esercitare la gentilezza. Ci sono persone che lo fanno e diventano stelle in mezzo all’oscurità”. (Fratelli Tutti) E lo facciamo unitamente alle parole estrapolate dalla lettera ai fedeli di San Francesco: “Lui, che era ricco sopra ogni altra cosa, volle scegliere in questo mondo, insieme alla beatissima Vergine, sua madre, la povertà”. Auguri, Auguri per queste ricorrenze che ci riportano ad un richiamo più spirituale per le traversie che stiamo affrontando.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival internazionale di cortometraggi

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2020

21, 22, 23 e 25 dicembre 2020 In streaming su Facebook E in tv su Canale Italia, GT Channel e MinformoTv Torna anche quest’anno nonostante le difficoltà e le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria, CortiSonanti il festival internazionale di cortometraggi. L’undicesima edizione della rassegna cinematografica organizzata da AlchemicartS con la collaborazione di Step One Productions e Pigtail, il patrocinio di Regione Campania e Comune di Napoli interamente in streaming. Dopo le ultime edizioni al Maschio Angioino e prima ancora al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, il festival diretto da Mauro Manganiello e Nicola Castaldo presenta un’edizione virtuale e televisiva che dedica particolare attenzione alle tematiche ambientaliste. Oltre ai canali social del festival, infatti, sarà possibile seguire le fasi finali del concorso 2020 anche su Canale Italia, GT Channel e MinformoTv.Tra gli ospiti che partecipano a questa edizione di CortiSonanti, intervenendo in studio o con contributi video, sono attesi Alessandro Haber (regista de “Il Gioco”), Sergio Cammariere e Fabio Teriaca in concorso con il videoclip “Con te sarò”, il regista israeliano Guy Nattiv, vincitore premio Oscar con “Skin”, il regista e sceneggiatore Giulio Mastromauro vincitore del David di Donatello per il suo corto “Inverno”, le attrici Alida Baldari Calabria e Olivia Magnani (nipote della grande Anna Magnani), la cantante e attrice Anna Capasso, l’attore Alessio Conte, il pittore e fumettista Walton Zed. E ancora, Pietro De Silva e Alberto Patelli (per “La Volta Buona”), il regista moldavo Ion Sova, autore del docufilm “Feel India”, il fotografo spagnolo e direttore della fotografia Ferran Paredes Rubio, il regista Francesco Tortorella (in gara con “La grande onda”), i registi Gianluca Zonta, Dario Catania e Matteo de Liberato, l’attore Arturo Sepe, i registi Antonio Ruocco e Maddalena Stornaiuolo, vincitori del Nastro d’Argento con il corto “Sufficiente”, Francesco Bellofatto direttore del Procida Film Festival.In quattro giorni passeranno in rassegna 50 opere selezionate tra le oltre 1300 iscritte alle varie sezioni del festival, provenienti da 70 paesi, selezionate dalla giuria tecnica presieduta da Rosita Marchese. Tutti i corti in concorso sono disponibili per la visione on demand gratuita sulla nuova piattaforma del festival: http://www.cortisonanti.it.Ai cortometraggi in gara nelle 7 sezioni ufficiali del concorso (corti italiani, corti internazionali, documentari, sport, videoclip, animazione, emergenti) si aggiungono i titoli che partecipano al Social Short web – contest aperto alle votazioni online promosso da Tugheder Marketing – e La cittadella del corto, vetrina dedicata agli istituti scolastici di tutta Italia. Novità assoluta di quest’anno è la sezione “ECOrti”, un instant movie contest per videomaker realizzato in collaborazione con alcune tra le più importanti realtà ambientaliste presenti sul territorio: WWF Napoli, Lega Ambiente Campania, Let’s do it Italy, Fondali Campania, Cleanup, N’sea yet, CSI Gaiola Onlus, Sea Shepherd.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

57° Festival di Nuova Consonanza

Posted by fidest press agency su martedì, 8 dicembre 2020

Roma. martedì 8 dicembre (ore 21) troviamo Fabrizio de Rossi Re nella veste di compositore, pianista, perfomer e voce in Canto del rauco mendicante. Un viaggio nelle musiche della tradizione popolare italiana. Il progetto ruota intorno alle musiche di tradizione orale e realizza un percorso che tende a trasfigurare, reinventare e deformare le ragioni profonde del canto popolare originale, partendo dalla drammaturgia e dai testi che questi canti raccontano: storie d’amore (è il caso soprattutto degli stornelli della zona romana come In mezzo ar petto tuo ce so’ du perle oppure M’affaccio alla finestra e vedo l’onne), di vendetta, della fatica del lavoro, di disuguaglianze sociali… Suggestivi i canti della tradizione siciliana come il ritmo della Tonnara, il ritmo per issare le vele e lo stesso Canto del rauco mendicante, che dà il titolo alla serata, che è in realtà un canto di un carrettiere di Mazara del Vallo. Suoni di un linguaggio antico, dal Nord al Sud Italia, immersi in una moderna e sperimentale costruzione narrativa, trasfigurata e ricomposta musicalmente. Si intitola Electronic Claps, la serata dell’11 dicembre (ore 21) che vede protagonista Eleonora Claps, versatile musicista, soprano che si è specializzato negli anni nel repertorio del Novecento e contemporaneo, soprattutto elettronico, con diverse prime assolute di lavori di cui è dedicataria. Doppio appuntamento il 12 dicembre. Alle ore 16.30 la tavola rotonda in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma approfondisce temi e spunti che nascono dall’edizione di quest’anno del Festival, sul tema “Laborintus 2.0”. Vi parteciperanno compositori, musicisti e musicologi. Alle 21 il concerto dell’ensemble tedesco BRuCH che raccoglie quattro giovani musiciste (Sally Beck flauto, Ella Rohwer violoncello, Claudia Chan pianoforte e Marie Heeschen soprano) che si sono incontrate alla Hochschule für Musik und Tanz di Colonia dando vita nel 2013 a questa insolita formazione dedita esclusivamente alla nuova musica. Dalla loro città in live streaming eseguono un programma di diversi autori che vede anche la prima assoluta di due lavori di Feliz Macahis e Davide Remigio. Doppio appuntamento anche per il 13 dicembre. Il Kvadrat Percussion Ensemble è una giovane formazione che incentra il proprio lavoro sull’esecuzione del repertorio contemporaneo, sulla creazione di performance in campo audio-visivo e sulla ricerca musicale. In programma musica di John Cage, Christian Wolff, Yannis Xenakis, John Luther Adams e Walter Branchi (ore 18).Ed è giovane e ben avviato anche il duo Rocchi-Vincenti per il secondo concerto live streaming della giornata (ore 21). Classe 1990, Matteo Rocchi è la viola del Quartetto Guadagnini, fra le più importanti nuove formazioni da camera in Italia, mentre la pianista Ludovica Vincenti con riconoscimenti e premi internazionali, spazia dal repertorio antico al contemporaneo. Il concerto sarà con la musica d Debussy e Hindemith, sui si affiancano due prime assolute di Andrea Noce e Giorgio Astrei.Tanti altri gli appuntamenti in programma fino al 20 dicembre, con cadenza pressoché giornaliera, consultabili sul sito nuovaconsonanza.it utto il Festival sarà trasmesso live streaming sul canale youtube dell’Associazione Nuova Consonanza al seguente link https://www.youtube.com/channel/UC1GaFBR-MM0j_RYMvNuUbnw

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Europeo di Poesia Ambientale

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 dicembre 2020

Roma. E’ promosso da Saperenetwork. si svolgerà in streaming dal 9 al 12 dicembre, da tre luoghi simbolo della cultura popolare di Roma: la Biblioteca Quarticciolo, il Teatro Quarticciolo e il Museo dell’Altro e dell’Altrove, nel Municipio Roma V, che guarda verso la periferia orientale della città. Il pubblico potrà partecipare grazie alla diretta streaming degli eventi su http://www.festivalpoesiambientale.eu, http://www.sapereambiente.it e http://www.insulaeuropea.eu. Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022, fa parte di ROMARAMA2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale ed è realizzato in collaborazione con SIAE.L’appuntamento punta a sviluppare un percorso di conoscenza e di consapevolezza sulle tematiche ambientali a partire dalla poesia, valorizzando l’enorme patrimonio letterario del nostro paese e il ruolo della città di Roma nella nascita del movimento ambientalista, a partire dalla fondazione, nel 1968, del famoso Club di Roma e dalla presentazione del rapporto “I limiti della crescita” che ha scatenato nel 1972 il dibattito sul futuro dell’umanità. Tra il 9 e il 12 dicembre, dunque, saranno dieci i poeti italiani ed europei che parteciperanno agli eventi insieme a studiosi, critici e letterati che dialogheranno con loro approfondendo le caratteristiche e le finalità della poesia ambientale, ben oltre l’accezione tematica del termine: nel pieno rispetto delle misure di prevenzione della Covid-19 una parte degli eventi investiranno il territorio attraverso produzioni in video e proiezioni, trasformando quindi l’ambiente stesso in linguaggio poetico. Ad aprire il Festival, mercoledì 9 alle ore 10.00, sarà una conversazione con Serenella Iovino, fra le massime studiose a livello internazionale di eco-critica, già presidente della European Association for the Study of Literature, Culture, and Environment (EASLCE) e oggi docente di Italian Studies and Environmental Humanities presso l’Università del North Carolina a Chapel Hill, negli Stati Uniti. Il Festival entrerà quindi nel vivo con eventi in diretta nelle diverse fasce orarie, fruibili successivamente on-demand. Molti gli appuntamenti in programma, a partire dall’eco-reading che coinvolgerà in tempo reale, giovedì 10 dalle ore 18.30, Antonella Anedda (Italia), Mariangela Gualtieri (Italia), José Manuel Lucía Megías (Spagna), Eliza Macadan (Romania), Valerio Magrelli (Italia) e Jarosław Mikołajewski (Polonia): sei voci da quattro diversi paesi del Continente che interagiranno e s’integreranno per lanciare insieme un messaggio centrato sulla protezione della casa comune, il pianeta di cui siamo custodi. Interviste e letture coinvolgeranno invece nella fascia oraria 11.30 -13.00 figure come Eleonora Rimolo (mercoledì 9), Maria Grazia Calandrone (giovedì 10), Giuseppe Bellosi (venerdì 11) e la francese Laure Gauthier (sabato 12). A condurre gli incontri saranno Angiola Codacci Pisanelli, giornalista dell’Espresso che segue in particolare le tematiche culturali e letterarie, e Ilaria Dinale, divulgatrice e studiosa nel campo del rapporto fra poesia e social network.Ma il Festival Europeo di Poesia Ambientale rappresenta anche un’opportunità di formazione e approfondimento letterario. In programma, infatti, uno speciale dedicato a Gianni Rodari nel centenario della nascita, con alcune letture a sfondo ambientale dell’attrice Federica Migliotti rivolte ai giovanissimi, una conversazione fra la giornalista e pedagogista Stefania Chinzari e Tania Convertini, docente di lingua e cultura italiana a Dartmouth College (Stati Uniti) sul rapporto fra Rodari e la natura, quindi una conferenza di Tito Vezio Viola, bibliotecario ed esperto di letteratura per ragazzi, sul rapporto fra lo scrittore di Omegna (ma molto legato a Roma, dove ha vissuto trent’anni) e la scienza, introdotto dal giornalista Michele D’Amico. Ma non finisce qui. Nei prossimi mesi infatti il Festival prevede incontri e laboratori presso la Biblioteca del Quarticciolo con eventi divulgativi in occasione delle Giornate mondiali e altri appuntamenti di rilievo per la cultura ambientale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

13° Festival del cinema italiano a Madrid

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2020

Madrid. tra il 26 novembre e il 3 dicembre. Il Festival, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid sotto sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, offre una selezione delle migliori opere realizzate nel corso dell’anno in Italia, giunge alla 13ª edizione in modalità online, presenziale – nel rispetto di tutte le misure preventive igienico-sanitarie- e drive-in. Un formato misto che riafferma l’impegno con la cultura italiana, gratuito e accessibile a tutto il pubblico spagnolo. Il Festival si inaugurerà con un concerto speciale -aperto a tutti e in streaming accedendo gratuitamente alla pagina web del festival- in omaggio al grande compositore Ennio Morricone. Dalla sala grande del Forum Music Village di Roma (lo studio fondato e usato dal Maestro per oltre 40 anni) ascolteremo alcuni dei brani più rappresentativi di Morricone con arrangiamenti del maestro Leandro Piccioni, storico collaboratore di Morricone per circa 20 anni, che interpreterà le opere al piano insieme al Quartetto Pessoa. Tra gli oltre 500 brani più famosi e attribuiti al celebre compositore, vincitore del Premio Oscar delll’Accademia di Hollywood o del Premio Princesa de Asturias e venuto a mancare pochi mesi fa, ricordiamo quelli per Il buono, il brutto e il cattivo, Cinema Paradiso o Gli Intoccabili di Eliot Ness.La selezione dei film comprende più di venti titoli tra lungometraggi, cortometraggi e documentari selezionati tra i film presentati presso i Festival internazionali dell’anno in corso a Berlino, Cannes, Locarno, Toronto, Venezia e Roma. Le proiezioni presenziali sararanno ospitate dai Cines Princesa di Madrid e si completeranno con una sessione speciale presso il drive-in Madrid Race, dove verrà proiettato Paradise, una nuova vita di Davide Del Degan, in cui l’umore viene utilizzato per raccontare la tragica vita dei protagonisti.Tra gli altri titoli che presto annunceremo, la rassegna include la prèmiere in Spagna di Volevo nascondermi, diretta da Giorgio Diritti e con Elio Germano come attore protagonista, premiato come Miglior Attore all’ultimo Festival di Berlino. Il film, inoltre, ha vinto il Globo d’Oro 2020 per il miglior film e la miglior fotografia firmata da Matteo Cocco.Per la prima volta, nella programmazione verrà inclusa anche una pellicola di animazione: Trash di Francesco Dafano e Luca Della Grotta che, nella versione originale, include la voce dell’attrice spagnola Rossy de Palma. Il film punta al pubblico familiare e ha come sfondo l’ecologia e gli sprechi.Spiccano, inoltre, grandi titoli come Lasciami andare o Guida romantica a posti perduti. La prima è l’ultima opera del noto produttore Stefano Mordini, presentata in chiusura dell’ultimo Festival di Venezia con un cast che comprende Stefano Accorsi, Valeria Golino, Maya Sansa, Serena Rossi, Lino Musella y Antonia Truppo. La seconda, diretta da Giorgia Farina, con un cast d’eccezione composto dal premiato all’Oscar Clive Owen, Irène Jacob, che ha ricevuto la nomination al premio BAFTA e Jasmine Trinca, due volte vinicitrice del David di Donatello.La sezione dei documentari, che sarà solamente online attraverso la pagina web del Festival, comprende alcuni dei grandi nomi come Alida Valli; selzionata da Cannes, Alida di Mimmo Verdasca mostra un quadro completo e mai visto della vita di una giovane e bellissima ragazza di Pola che, in poco tempo, è diventata una delle attrici più famose e amate dal cinema italiano e internazionale. Paolo Conte, Via con me di Giorgio Verdelli, racconta la storia e la carriera – quasi cinquant’anni- del noto cantautore. Un’altra storia appassionante è La prima donna di Tony Saccucci, in cui viene recuperata la figura di Emma Carelli, una famosa cantante d’opera dell’inizio del secolo scorso con una storia, marcata anche da Benito Mussolini, rimasta per anni nell’ombra. Infine, La verità su La Dolce Vita di Giuseppe Pedersoli, si immerge nel processo che rese possibile la realizzazione di una delle più grandi opere nella storia del cinema. Tre le sezioni a concorso: cortometraggi, documentari e lungometraggi. Due giurie spagnole assegneranno il premio al miglior cortometraggio e al miglior documentario mentre il pubblico assegnerà il premio al miglior lungometraggio. Un palmarès al quale si aggiungerà il 5º Premio Solinas Italia-Spagna.Il Festival del Cinema Italiano di Madrid, l’appuntamento più atteso con il cinema italiano contemporaneo, è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia a Madrid. http://www.festivaldecineitalianodemadrid.com

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“EIT Food – Italian Innovation Festival”

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2020

Bari Da lunedì 23 a venerdì 27 novembre, sulla piattaforma Zoom, l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, hub italiano dell’EIT Food, l’European Institute of Innovation and Technology, insieme a Tecnopolis e in collaborazione con Confindustria Puglia, proporrà “EIT Food – Italian Innovation Festival”. “Sarà una cinque giorni di approfondimento su varie tematiche – ha affermato Barbara De Ruggieri, project manager dell’EIT Food Hub Italia – in ambito agroalimentare. Attraverso workshop e seminari, ai quali parteciperanno esperti del settore, consulenti e potenziali clienti, si punterà a promuovere la diffusione di buone pratiche, a mettere in relazione nuove start up con possibili investitori, aumentando la relazione tra ricerca e mondo dell’industria”.Gli incontri si svolgeranno principalmente di mattina e tutti on line, per ragioni di sicurezza e di contrasto alla diffusione del Covid-19. Saranno gratuiti e con registrazione tramite il seguente link: https://www.eventbrite.com/o/eit-food-hub-italy-31798277659. Si inizierà lunedì, con l’evento “Start up networking: round tables with stakeholders”, durante il quale saranno presentate circa 18 nuove realtà tecnologiche e di impresa, provenienti da tutta Italia. Nella seconda giornata si terrà un seminario di presentazione tra presente e futuro, del settore agroalimentare e delle iniziative realizzate da EIT. “Informarsi, formarsi e aggiornarsi” sarà l’appuntamento di mercoledì, un workshop pensato per gli operatori del settore sull’editoria specializzata, formazione professionale, assistenza tecnica, fiere, esposizioni e mostre, come strumento di autoaggiornamento e training. Sarà incentrato sul progetto “Sudaps” dell’Università di Torino, dedicato ad allevatori, produttori e consumatori del settore lattiero caseario,il workshop della quarta giornata, che sarà strutturato in due momenti, uno che si terrà nel corso della mattinata dedicato agli allevatori e l’altro nel pomeriggio ai produttori. Anche l’ultimo appuntamento, che rientra nelle attività della “Notte Europea dei Ricercatori”, si svolgerà nel pomeriggio, con la presentazioni di ricerche a livello avanzato da parte dei ricercatori dell’Università degli Studi di Bari alla presenza di aziende. Riconvertito come evento on line, il festival, che sarà trasmesso anche in streaming sul canale Youtube della EIT Food Hub Italy, è l’attività finale del programma svolto dall’Università degli Studi di Bari, nel triennio 2018-2020. Questo, si sarebbe dovuto svolgere durante “Innova Food Tech”, fiera sull’innovazione dell’alimentazione in programma a fine novembre nella Fiera del Levante in collaborazione con Confindustria Puglia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

European Union Film Festival 2020 & Italy’s Presentation “The Goddess of Fortune”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2020

November 14 to November 16. This year, the European Union Film Festival will be presented online. Presented by the Embassy of Italy in Canada, the Istituto Italiano di Cultura Toronto and the Consulate General of Italy in Vancouver. Opening remarks by H.E. Claudio Taffuri, Ambassador of Italy to Canada. Italy’s presentation at the 16th edition of the European Union Film Festival is The Goddess of Fortune / La dea fortuna (2019), by award-winning director, Ferzan Özpetek Ignorant Fairies, Facing Windows, Naples in Veils), with Stefano Accorsi (The Last Kiss, Ignorant Fairies), Edoardo Leo (18 Presents) and Jasmine Trinca (The Son’s Room). The Goddess of Fortune (2019) has been nominated for and has won several awards, including two Davide di Donatello nominations (David of the Youth for Özpetek and Best Original Screenplay for Özpetek, Gianni Romoli, Silvia Ranfagni) and two wins (Best Song for Diodato and Best Actress for Jasmine Trinca). This year, the European Union Film Festival will be presented online. Presented by the Embassy of Italy in Canada, the Istituto Italiano di Cultura Toronto and the Consulate General of Italy in Vancouver. Opening remarks by H.E. Claudio Taffuri, Ambassador of Italy to Canada. An interview with Ferzan Özpetek will follow the movie. Co-presented by the Italian Contemporary Film Festival (ICFF) and Inside Out LGBT Film Festival. The film will be available for screening for 48 hours as of Saturday, November 14 at 2AM EST / GMT-4. Please note that once you begin watching the film, you will have 24 hours to finish watching it.www.iictorontocourses.com

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il festival del giornalismo digitale sarà in streaming

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2020

Glocal 2020 diventa digitale. Dal 12 al 14 novembre, la nona edizione del festival del giornalismo digitale sarà interamente online. Tutti gli incontri, gli appuntamenti e le tavole rotonde previste saranno trasmessi in streaming sulla pagina Facebook di Glocal e sul canale Youtube di Varesenews. Una decisione sofferta degli organizzatori; una decisione necessaria, assunta nel rispetto di tutte le normative e i protocolli indicati per il contenimento dell’emergenza sanitaria in corso. «Non volendo in alcun modo rinunciare al festival, la scelta è stata inevitabile», premette Marco Giovannelli, ideatore di Glocal e direttore di Varesenews. «Mancherà il contatto diretto, ma non mancheranno i temi di discussione. Al centro di tutto ci sarà il Covid e come è stato ed è raccontato. Guarderemo alla relazione tra informazione ed emergenza sanitaria, in un’ottica biunivoca. Cercando di descrivere non solamente come la prima si è rapportata con la seconda, ma anche come la seconda ha cambiato i tempi e le modalità di fare informazione oggi. È un cambiamento epocale che deve essere compreso per non esserne travolti; è un cambiamento che deve restituire al giornalismo quella responsabilità di fare informazione in modo corretto e costruttivo». L’ampio programma infatti si sviluppa attorno al ruolo dell’informazione in epoca di pandemia, con testimonianze dirette e racconti capaci di affrontare a 360 gradi il tema: dall’informazione scientifica alla raccolta dei dati, da come lo sport ha vissuto la pandemia fino a come questa è stata raccontata attraverso i diversi canali di comunicazione. All’interno del programma, sono state confermate le serate del 12 novembre con il direttore di Avvenire Marco Tarquinio e quella del 13 novembre dedicata al filosofo Giulio Giorello. Entrambe saranno trasmesse in streaming. Confermato anche lo spazio dedicato agli studenti. Seppur con modalità differenti rispetto alle edizioni passate, BlogLab continua: niente squadre di studenti in giro per la città alla ricerca di notizie, ma la richiesta di un lavoro multimediale (video e testo) che racconti questo 2020. Sono stati invece sospesi i premi dedicati ai concorsi di data journalism e di giornalismo multimediale. Anche nella formula online, Glocal 2020 dà la possibilità di accedere ai crediti per la formazione professionale continua obbligatoria per chi gli iscritti all’Ordine dei Giornalisti. Per ricevere i crediti è necessario iscriversi sulla piattaforma Sigef. Data la nuova modalità di svolgimento, è richiesta una nuova iscrizione (anche per coloro che si erano già iscritti). Le iscrizioni per ciascun incontro restano però a numero chiuso.www.festivalglocal.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival Internazionale di fumetto di Bologna

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2020

Bologna. torna a Bologna dal 27 al 29 novembre con una formula rinnovata – ibrida: le mostre saranno in presenza e ad ingressi contingentati, in ottemperanza alle nuove disposizioni governative sull’emergenza sanitaria, mentre online si svolgeranno incontri, tavole rotonde e presentazioni di libri. D’altra parte l’attitudine al cambiamento è nello stesso Dna di Hamelin, l’associazione culturale ideatrice e organizzatrice della manifestazione dal 2007: la volontà è quella però di mantenere inalterata la sua natura più profonda, quella di spazio – anche virtuale – in cui incontrarsi e fare comunità e ragionare sugli scenari più interessanti del fumetto contemporaneo.Il “corpo” è il tema scelto per la 14° edizione di BilBOlbul: tema non banale, quando si pensi che il fumetto è un’arte di corpi che disegnano corpi, assunto così ovvio da diventare quasi trasparente e sottrarsi a una doverosa indagine sul suo senso. Impronta femminile che si dichiara fin dalla scelta dell’artista cui affidare, come ogni anno, la realizzazione del manifesto, Émilie Gleason, Premio Rivelazione al Festival di Angoulême 2019 per il suo graphic novel Ted, un tipo strano: nella rappresentazione pop e coloratissima di tre figure femminili sfrontate, irriverenti e atipiche si compie la celebrazione del corpo come spazio di liberazione e sfida gioiosa alla norma. Il libro, storia di un ragazzo affetto da disturbo dello spettro autistico alle prese con la vita di tutti i giorni, uscirà in edizione italiana per Canicola proprio in occasione del Festival, segno della collaborazione consolidata ormai da anni tra BilBOlbul e le principali case editrici per portare in Italia i titoli più interessanti del panorama internazionale, valorizzando il linguaggio del fumetto anche e soprattutto in un momento di crisi che tocca inevitabilmente anche il mondo dell’editoria e del consumo culturale.La mostra avrà un prezioso supporto teorico nel volume autoprodotto da Hamelin che vuole essere insieme catalogo e saggio critico sulle forme che il fumetto contemporaneo ha espresso per raccontare il corpo e gli spazi (del reale e dell’immaginario) in cui si muove. Venerdì 27 novembre apre anche la mostra Happy Place di Max Baitinger, autore di riferimento nella scena del nuovo graphic novel tedesco, che arriva a Bologna con la sua prima personale italiana negli spazi di Squadro Stamperia Galleria d’Arte (via Nazario Sauro, 27). Nelle sue storie si ritrovano intimità, humor e una temperatura emotiva unica, che rendono la sua ricerca un oggetto singolarissimo e imprescindibile nel panorama di questi anni.Accanto alle mostre il calendario di incontri e tavole rotonde che verranno trasmessi in streaming sul sito (www.bilbolbul.net) e sui canali YouTube e Facebook del Festival nella giornata di sabato 28 novembre. La giornata di domenica 29 novembre sarà invece dedicata alla presentazione di alcuni libri di autori e autrici italiani usciti nel corso del 2020, come Pregnancy Comic Journal. Diario a fumetti di una gravidanza inaspettata di Sara Menetti, in collaborazione con Feltrinelli Comics, e Controspionaggio di Luca Negri, in collaborazione con Coconino Press – Fandango. Due novità: per rafforzare ancora il rapporto con le librerie indipendenti come luoghi di promozione culturale, il consueto bookshop di Biblioteca Salaborsa viene quest’anno sostituito da una rete diffusa di librerie che ospiteranno i fumetti selezionati dal Festival, non solo a Bologna ma anche a Roma, Torino, Milano, Venezia e Bari.Infine, il tradizionale BBB Off, il cartellone di mostre e incontri che affianca la programmazione ufficiale del Festival, diventa “COLLA Fest – Grand Tour”, un progetto dedicato agli esperimenti di editoria collettiva e partecipativa curato dal Collettivo Franco che raccoglie una comunità di giovani artiste e artisti bolognesi, con 15 mostre che saranno ospitate da altrettanti luoghi della città. Le modalità di accesso alle mostre e il calendario aggiornato degli incontri saranno comunicati sul sito http://www.bilbolbul.net a partire da metà novembre.www.bilbolbul.net

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival del giornalismo digitale

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2020

Varese dal 12 al 15 novembre 2020 inizio ore 21 centro congressi Ville Ponti, piazza Litta 2 prenotazione obbligatoria. Partendo dal tema della nona edizione “Raccontare il Covid, il ruolo dell’informazione in epoca di pandemia”, Glocal propone all’interno dell’intenso programma tre serate (al) per parlare di giornalismo, ma anche per ragionare di un tempo complesso, in cui il pensiero e le emozioni devono fare i conti con la messa in discussione di molte certezze.Uno dei primi elementi che la pandemia ha (ri)messo in discussione è proprio il ruolo dell’informazione. “Giornali, il digitale ci salverà?” Questa la domanda che Gianfranco Fabi, giornalista e docente della Liuc-Università Cattaneo, porrà il 12 novembre a Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, una delle testate che meglio hanno resistito alla crisi. Al centro della serata le necessarie strategie da mettere in atto per superare una difficile situazione, guardando a un’informazione integrata con i diversi strumenti di comunicazione. Venerdì 13 novembre, la serata sarà dedicata a Giulio Giorello, una delle maggiori figure della filosofia italiana contemporanea, purtroppo scomparsa lo scorso giugno all’età di 75 anni. I temi della scienza, dell’etica e della politica si intrecceranno nel ricordo che Michele Mezza, giornalista e saggista, e Roberta Pelachin, filosofa e compagna di una vita di Giorello sposata solamente tre giorni prima della morte, faranno dell’allievo di Ludovico Geymonat. Con il terzo appuntamento, previsto sabato 14 novembre, il palcoscenico di Ville Ponti si aprirà alle testimonianze dirette. I racconti del lockdown che i lettori di Varesenews hanno voluto affidare alla testata varesina saranno messi in scena dalla compagnia “Altre Tracce”, con la regia di Valentina Maselli e gli attori Antonio Brugnano ed Elisa Rossetti. In “Tutto il tempo del mondo”, questo il nome dello spettacolo, vengono ripercorse le lunghe giornate in casa, con le uscite mirate, tra paure, speranze e tanta voglia di ricominciare senza voltarsi indietro. Lo spettacolo sarà trasmesso anche in diretta streaming. Le serate hanno inizio alle 21 e si svolgono nel rispetto delle misure di contenimento della pandemia da Sars-CoV-2 con ingressi contingentati e a numero chiuso. I giornalisti interessati a ottenere i crediti per la formazione continua devono registrarsi sulla piattaforma Sigef . Per tutti gli altri è invece necessario registrarsi sulla piattaforma Eventbrite. L’accesso ai luoghi del festival è subordinato al rispetto delle misure di protezione previste dai protocolli sanitari con rilevazione della temperatura all’ingresso, obbligo di mascherina, distanziamento sociale e sanificazione delle mani. http://www.festivalglocal.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XI Festival della Diplomazia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 ottobre 2020

Roma lunedì 19 ottobre alle ore 10.45 in diretta dalla Sala Stampa Estera di Roma conferenza stampa d’apertura dell’undicesima edizione del Festival della Diplomazia (19-30 ottobre 2020). Interverranno: Giorgio Bartolomucci, Segretario generale Festival della Diplomazia Giampiero Massolo, Presidente Comitato Scientifico Festival della Diplomazia, Fincantieri e ISPI Aurelio Regina, Presidente Onorario Festival della Diplomazia Carlo Corazza, Direttore dell’Ufficio Informazioni del Parlamento Europeo in Italia Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza Commissione Europea in Italia Luca Sabbatucci, Direttore Generale, Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale a seguire Dialogo tra Paolo Gentiloni, Commissario Europeo per l’Economia e Maurizio Molinari, direttore la Repubblica

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il contributo del CREA al Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2020

Qual è il ruolo delle infrastrutture rurali per la sostenibilità ambientale, economica e sociale dell’agricoltura e delle comunità rurali? Quali sono gli strumenti disponibili nei programmi di sviluppo rurale per un’agricoltura competitiva e sostenibile ed una comunità inclusiva? In che modo le politiche europee, in particolare la PAC, stanno realmente contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile? Di questo e molto altro ancora si parlerà domani martedì 6 ottobre a partire dalle ore 10,30 in occasione dell’evento virtuale “Infrastrutture e sviluppo sostenibile: la politica agricola e di sviluppo rurale di fronte alle sfide dell’agenda 2030”, organizzato dal CREA Politiche e bioeconomia nell’ambito dell’Accordo di cooperazione per il Programma di Sviluppo Rurale Nazionale (PSRN 2014-2020) e della Rete Rurale Nazionale (RRN). Nel dettaglio gli interventi dei ricercatori del CREA saranno orientati a evidenziare da un lato la transizione dell’agricoltura, già in corso, verso un modello di crescita in grado di coniugare la competitività con la sostenibilità e con la fornitura di beni pubblici, approfondendo il ruolo dell’irrigazione e delle infrastrutture irrigue all’interno delle politiche agricole, climatiche ed ambientali europee. Dall’altro l’importanza degli investimenti infrastrutturali finalizzati alla tenuta economica e sociale dei territori rurali (strade, servizi alla popolazione, recupero manufatti) e cofinanziati all’interno dei PSR (Programmi di sviluppo rurale).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiesta, il Festival del cinema italo-spagnolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2020

Roma giovedi 8 ottobre, alle 11,00, presso la Sala Spadolini, Ministero dei Beni Culturali, Via del Collegio Romano 27 conferenza stampa sulla quarta edizione, che si terrà a Palma di Maiorca dal 12 al 15 ottobre prossimi. L’appuntamento, che nasce dalla collaborazione tra il Ministero dei Beni Culturali, Direzione Cinema, l’Ambasciata di Spagna in Italia e l’associazione culturale italiana Abilis, si propone di realizzare, nella splendida cornice di Palma de Mallorca, una rassegna dedicata al cinema italiano. Il festival è sostenuto dalla Direzione Generale Cinema del MiBACT, in collaborazione con l’Oficina Cultural de l’Embajada de Espana,Cinecittà,Cinecittà News,con la Italian Film Commissions, dal Centro Sperimentale di Cinematografia, dalla scuola di Cinema di Palma de Mallorca, CEF. L’evento, che ha fra gli obiettivi principali la commercializzazione delle migliori e più recenti opere prime e seconde italiane sul mercato spagnolo, e l’acquisto delle migliori opere prime e seconde spagnole per il nostro mercato, si inserisce nell’ampia politica di internazionalizzazione che l’Italia ha intrapreso negli ultimi anni. Quest’anno il festival potra’ avvalersi di uno schermo cinematografico posto di fronte alla iconica Cattedrale di Palma de Mallorca che ospiterà la presentazione del film”Waiting for the Barbarians” prodotto dalla italiana Iervolino Entertainment e interpretato da Johnny Depp, Mark Rylance e Robert Pattinson. Novità assoluta e protagonista dell’evento sarà la piattaforma streaming TATATU, che in questo periodo storico complicato a causa delle restrizioni da Covid-19, supporterà il festival dando la possibilità a chi non potrà partecipare fisicamente, di seguire le attività in streaming, comodamente a casa, usufruendo di PC, tablet o smartphone.Basterà scaricare l’APP, iscriversi alla piattaforma e godersi lo spettacolo. Il sistema di rewards avviene attraverso uno speciale sistema di punti (TTU Coin) che puoi riscattare spendendoli sullo store online tatatuecommerce.com. TATATU è la nuova frontiera della sharing economy dell’entertainment.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival della Scienza Medica: Rezza invita a non abbassare la guardia

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2020

Si è aperta con le parole di Giovanni Rezza, Direttore Generale del Dipartimento Prevenzione presso il Ministero della Salute, la seconda giornata del Festival della Scienza Medica di Bologna, in programma – per la prima volta interamente on line – fino al prossimo 17 ottobre. Il Professor Rezza – da diversi anni la figura di riferimento per gli studi epidemiologici sull’influenza in Italia, sulle vaccinazioni e i risvolti etico-sociali del controllo delle malattie infettive attraverso farmaci e vaccini – ha ripercorso l’andamento dell’epidemia in Italia e rivendicato la necessità delle misure restrittive messe in atto per evitare un balzo drammatico dei contagi. Si è concentrata invece sugli aspetti clinici la relazione del Professor Pierluigi Viale, a capo del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna, che ha sottolineato il ruolo fondamentale che l’Italia ha avuto nel tracciare le basi della risposta mondiale a Covid-19, per resistere a quella che ha definito “una vera e propria invasione aliena” e come anche oggi il nostro Paese sia in prima linea su un tema che riguarda le conseguenze future della malattia. “Eravamo in guerra – ha detto Viale – e abbiamo dovuto rinunciare alla medicina dell’evidenza e far riferimento alla medicina dell’intuizione, perché eravamo soli e senza conoscenze. Sul tema dei secondi tamponi Viale ha anche ipotizzato la possibilità di una nuova regolamentazione, spiegando che “veniamo da mesi in cui abbiamo tenuto in casa persone fino a che il tampone non risultava negativo, ma un test positivo non sempre è espressione di una malattia in atto, ma potrebbe essere dato dalla presenza di residui virali. “Non è più necessario tenere il paziente in isolamento per tempi prolungati fino a che non si negativizzano i test, quando sappiamo che dopo 12 giorni dall’insorgenza dei sintomi – nei 14 gg classici della quarantena – il paziente perde infettività. Adesso abbiamo ancora una regolamentazione che ci impone il doppio tampone per riammettere il paziente alla vita di comunità, ma contiamo sul fatto che presto queste nozioni entreranno a far parte della gestione corrente e non sarà più necessario isolare i pazienti per lungo tempo”. Nell’attesa del vaccino per il Covid però, ricorda Viale, c’è già un’arma potente a disposizione: la vaccinazione antinfluenzale. “Vaccinarsi significa creare una popolazione più forte, in attesa del vaccino anti Covid-19 – ha detto– oltre a non mettere sotto stress il sistema ospedaliero: quest’anno chi avrà febbre e tosse, dovrà fare un tampone e non solo mettersi a letto in attesa che passi. In conclusione un appello alla coscienza civica collettiva: “Nei primi 100 giorni la gestione è stata nelle mani del personale medico. Nei prossimi 1000 giorni la gestione è nelle mani di tutti noi, è un affare di coscienza civile, di educazione civica: lavarsi le mani e indossare la mascherina è davvero fondamentale. Un positivo senza febbre che indossa la mascherina non infetta nessuno: se il senso civico entrerà nel Dna della vita di tutti i giorni probabilmente potremo convivere con SARS-CoV-2, in attesa del vaccino”.La seconda giornata di Festival si è chiusa con l’incontro sulla prevenzione, diagnosi e cura delle apnee ostruttive del sonno, disturbo largamente sottodiagnosticato, in grado di compromettere la qualità e l’aspettativa di vita associandosi a diverse malattie, e che richiede per le sue caratteristiche un approccio multispecialistico per garantire un intervento terapeutico ottimale. All’incontro, moderato da Luigi Ferini Strambi, primario del Centro di Medicina del Sonno dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, hanno preso parte il Professor Giuseppe Plazzi, Direttore del Centro per lo Studio e la Cura dei Disturbi del Sonno dell’Università di Bologna, lo pneumologo Giuseppe Insalaco, la Dottoressa Francesca Milano, esperta in Ortodonzia e Disturbi Respiratori del Sonno, Claudio Vicini, Professore di Otorinolaringoiatria dell’Università di Bologna e, in rappresentanza della Regione Emilia-Romagna, Kyriakoula Petropulacos, Responsabile della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare.Gli eventi live accessibili da piattaforma saranno resi disponibili 24 ore dopo la messa in onda. Il Festival torna live l’8 ottobre alle 17, mentre il 5, 6 e 7 ottobre sarà possibile rivedere i contributi di alcune delle più autorevoli voci intervenute nelle passate edizioni del Festival: Eric Kandel, Tim Hunt, Louis Ignarro e Robert Lefkowitz, disponibili on demand.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

38° Torino Film Festival

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

Torino 20-28 novembre 2020. La 38° edizione del Torino Film Festival si presenta rinnovata sia nella struttura che nella fruizione: per la prima volta, alla presenza in sala si affiancherà un programma online. Grazie a una sala virtuale di 500 posti, realizzata in collaborazione con MyMovies, sarà infatti possibile vedere tutti i film in concorso. Saranno inoltre disponibili online le masterclass, le conferenze stampa, numerosi contributi video inediti, le attività didattiche e alcuni incontri in via di definizione. Un progetto pilota destinato a diventare una delle caratteristiche del festival e un’opportunità per ripensare in maniera creativa a come renderlo più accessibile e fruibile a un pubblico sempre più ampio. “Siamo consapevoli che si tratta di un grande cambiamento – afferma Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema -, che però tiene il passo con i tempi. Il cinema nasce per essere fruito in sala, è quello il suo posto, ma le nuove tecnologie ci permettono di arrivare ovunque, moltiplicando la forza comunicativa della settima arte. È con questo spirito che il TFF sbarca online, senza rinunciare alle sue origini, quando si chiamava ancora Cinema Giovani, trattando molti temi tra cui giustizia sociale e inclusione, visti attraverso l’occhio creativo di giovani cineasti”. Nel guardare avanti, progettando un festival che data la situazione attuale ha scelto di accettarne la sfida, si è voluto anche ripensarne in toto l’identità visiva, riannodando i fili col passato, con la città e con quello che ne è l’edificio simbolo e dal 2000 sede del Museo Nazionale del Cinema: la Mole Antonelliana e in particolare la stella a dodici punte che ne costituisce il punto più alto. Oggetto complesso, sfaccettato, misterioso e quindi icona perfetta per rappresentare la nuova identità visiva del Torino Film Festival e segnarne il nuovo passo. La stella diventa l’emblema della manifestazione, il nuovo logo che in sé racchiude la memoria della città, della nascita del cinema, dell’operosità e dell’ingegnosità del nostro territorio, mirabile rappresentazione del nuovo corso del Torino Film Festival. I luoghi del festival 1. Mole Antonelliana – Museo Nazionale del Cinema 2. Le sale: Cinema Massimo, Ambrosio Cinecafè, Cinema Classico 3. Le sale di Comunità Acec: Teatro Monterosa, Cinema Teatro Agnelli, Cineteatro Baretti 4. Film Commission Torino Piemonte 5. Accademia Albertina di Belle Arti 6. Museo Nazionale del Risorgimento Italiano 7. Fondazione per la Scuola della Compagnia San Paolo – IC Rita Levi Montalcini Scuola Pascoli 8. Xké. Il laboratorio della curiosità 9. MUSA 10. Le Roi Dancing 11. Villa d’Agliè 12. La Stella in città

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival dello Sviluppo Sostenibile Parma 2020

Posted by fidest press agency su sabato, 26 settembre 2020

Parma. Dal 28 settembre al 2 ottobre nell’Aula Magna dell’Università di Parma si terrà il Festival dello Sviluppo Sostenibile. Il Festival è organizzato a livello nazionale da ASviS (Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile) dal 22 settembre all’ 8 ottobre, con l’obiettivo di far conoscere i 17 Goal dell’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile. A Parma l’edizione locale, che si inserisce all’interno degli eventi di Parma capitale italiana della cultura 2020+21, è organizzata da Università di Parma, WWF Parma, Gist, Arpae, Fruttorti, ed è realizzata con il patrocinio del Comune di Parma. Lunedì 28 alle 16 l’apertura, con il Rettore dell’Università Paolo Andrei, il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e (in diretta streaming) il Portavoce ASviS Enrico Giovannini.Dopo l’inaugurazione, alle 17, è in programma il primo evento, “Diritto transgenerazionale al tempo del Covid”, cui parteciperanno Antonio D’Aloia, docente di Diritto costituzionale al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Parma e consigliere giuridico per gli affari legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Lorenzo Fioramonti, economista, già Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Magnani, economista, docente di Monetary & Financial Economics e di International Economics in LUISS e Senior Research Fellow alla Harvard Kennedy School. Martedì 29 settembre dalle 17.30 alle 19 “Città e territori per la sostenibilità”, con Marco Bosi, Vice Sindaco di Parma, Walter Vitali di Urban@it – ASviS, Marco Mari, Vice Presidente del Green Building Council, Flavia Marzano di Open Government & Smart Cities. Mercoledì 30 settembre dalle 15 alle 16.30 “Agenda 2030, cultura e governance per un benessere sociale all’insegna della sostenibilità”, con Filomena Maggino, Presidente della cabina di regia Benessere Italia, Francesca Velani, Coordinatrice di Parma 2020+21 per il Comune di Parma, Carola Carazzone, Segretaria di Assifero, Katia Furlotti, Presidente del Gruppo Ateneo sostenibile dell’Università di Parma, Federico Olivieri di ASviS, Michele Fasano di Focus Olivetti. Sempre il 30 settembre, dalle 17.30 alle 19, “L’economia circolare al bivio: eco-modernismo o tecnologia conviviale?”, cui parteciperanno Stefania Barca, docente di Ecologia Politica, Centro de Estudos Sociais, Universidade de Coimbra, Maura Benegiamo, assegnista di ricerca al Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Trieste, Giacomo D’Alisa, ricercatore postdoc, Centro de Estudos Sociais, Universidade de Coimbra, Andrea Genovese, docente di Logistics and Supply Chain Management alla University of Sheffield, Mario Pansera, docente al Departamentet d’Empresa, Universitat Autonoma de Barcelona, Luigi Pellizzoni, docente di Sociologia dell’Ambiente al Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa. Moderano Marco Deriu, Presidente del corso di laurea magistrale in Giornalismo, Cultura Editoriale e Comunicazione Multimediale dell’Università di Parma, ed Emanuele Leonardi, docente al Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC dell’Università di Parma. Giovedì 1° ottobre dalle 17.30 alle 19 “L’importanza del verde urbano nella mitigazione e adattamento al cambiamento climatico”, con la partecipazione di Stefano Caserini, docente del corso in “Mitigazione del cambiamenti climatici” del Politecnico di Milano, Daniele Pezzali, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Parma, Tiziana Benassi, Assessora all’Ambiente del Comune di Parma, Antonio Mortali,Direttore del consorzio Kilometroverde Parma. Venerdì 2 ottobre è in programma l’ultimo evento, dalle 11 alle 12.30: “Imprenditorialità sociale e impact investing. Casi concreti con focus sulle pari opportunità”, con Nicoletta Paci, Assessora alle Pari opportunità del Comune di Parma, Michele D’Alena, Responsabile dell’Ufficio Immaginazione Civica della Fondazione per l’Innovazione Urbana, Federico Disegni, Direttore Generale di Homes4All, Paola Caporossi, fondatrice di Fondazione Etica, Stefano Rossi, Country Manager Italia di Lita.co.Per maggiori dettagli sugli eventi visitare il sito http://www.festivalsvilupposostenibileparma.wordpress.com e le pagine Facebook e Instagram del Festival di Parma

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival della scienza e della curiosità in digital edition

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2020

Padova venerdì 25 settembre, alle 20.30 in diretta dall’Auditorium dell’Orto Botanico di Padova. L’evento di apertura del Festival si intitola “Benvenuti al CICAP Fest Extra: la sfida è adesso!” e sarà condotto da Massimo Polidoro, divulgatore, Segretario del CICAP e Direttore del CICAP Fest, con la partecipazione di Daniela Ovadia, giornalista scientifica e coordinatrice scientifica del CICAP Fest, e Sergio Della Sala, professore di “Human Cognitive Neuroscience” all’Università di Edimburgo e Presidente del CICAP. Dopo i saluti istituzionali di Rosario Rizzuto, Rettore dell’Università di Padova, del sindaco Sergio Giordani, dell’Assessore alla Cultura Andrea Colasio, del Presidente della Provincia Fabio Bui, del Presidente della Fondazione Cariparo Gilberto Muraro e del Presidente della Camera di Commercio di Padova Antonio Santocono, alle ore 21.00 Telmo Pievani, delegato del Rettore per la comunicazione istituzionale dell’Università di Padova, filosofo della scienza e grande divulgatore, inquadrerà il momento storico che stiamo vivendo in una prospettiva biologica ed evoluzionistica. Sarà possibile seguire la diretta streaming dell’inaugurazione – e tutti gli altri incontri del programma – sul sito http://www.cicapfest.it e sui social media dell’evento (Facebook, YouTube e Instagram). Dal giorno successivo, il programma vedrà appuntamenti ricorrenti a orari fissi, tutti online only, che resteranno comunque fruibili sui social del CICAP Fest e del CICAP anche dopo la chiusura del Festival. Tra gli incontri: sabato 26 settembre alle ore 11.30 Silvio Garattini racconta al pubblico cosa l’emergenza inattesa del Coronavirus ci ha insegnato sulla globalizzazione e come possiamo metterlo a frutto; nell’ambito del format “Padova insolita e scientifica”, sabato 26 alle 14.00 e domenica 27 alle 14.15 il giornalista e scrittore Daniele Mont D’Arpizio e l’astronomo Leopoldo Benacchio accompagnano il pubblico a casa, rispettivamente, in una passeggiata presso alcuni dei luoghi che hanno segnato e ancora segnano la storia scientifica della città, e in un percorso fra astronomia, storia e arte alla scoperta del cielo dipinto, scolpito e “raccontato” che si trova tra portici e palazzi di Padova; alle 15.00, Federico Taddia ci presenta Valentina Sumini, che padroneggia paesaggi ostili e inabitati come quelli della Luna e di Marte per progettare le abitazioni di domani; alle 16.30, Paolo Attivissimo, tra i massimi esperti sull’argomento, risponde alle domande del pubblico a casa sul perché le bufale tecnologiche prosperano in un mondo pieno di tecnologia; alle 17.15, Antonella Viola e Adriana Albini, moderate da Daniela Ovadia, analizzano le cause del cosiddetto “soffitto di cristallo”, ossia la difficoltà delle donne a raggiungere i vertici dei laboratori di ricerca e nelle istituzioni accademiche; alle 18.30, Jim Al-Khalili, fisico teorico alla University of Surrey, in Gran Bretagna, dove ha anche una cattedra di Comunicazione scientifica, racconterà la fisica, forse la più radicale delle avventure intellettuali umane; alle 20.45, il sabato si chiude con un doppio intrattenimento: si parte con CIALTRONPEDIA! ovvero: aspettando quelli seri…, un’improbabile Enciclopedia che toccherà tutti i temi possibili (anche quelli che era meglio non toccare!) con la cialtroneria surreale di Davide Calabrese e Fabio Vagnarelli degli Oblivion, accompagnati da Alberta Izzo e Lino Patrugno. E a seguire, alle 21.30… quelli seri, in questo caso Alessandro Barbero che ci racconterà come, per ripartire, è indispensabile servirsi delle conoscenze del passato, in modo da vivere il presente nel modo più sereno possibile. Tra gli incontri di domenica 27 settembre, la rassegna stampa del CICAP Fest alle ore 10.00, una lettura critica delle notizie della settimana legate alla scienza, all’insolito al misterioso con i giornalisti di Focus Margherita Fronte e Marco Ferrari; alle 11.30, Raffaele De Caro e Francesco De Ceglia ripercorrono con Daniela Ovadia la storia dell’esposizione dei cadaveri dal Museo della Medicina (MUSME) di Padova e discutono sui problemi etici e di conservazione che i curatori delle moderne collezioni hanno dovuto risolvere; alle 15.30 uno dei podcast di intrattenimento scientifico in collaborazione con Audible: Marco Merola viaggerà attraverso le regioni italiane per raccontare le loro storie di adattamento ai cambiamenti climatici; alle 16.15, Paolo Vineis e Shaul Bassi, moderati da Roberta Villa, discutono di diseguaglianze e di “destini segnati”, affrontati con gli strumenti della scienza e della letteratura; alle 17.30 Elena Dogliotti, biologa nutrizionista e divulgatore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi, risponde alle domande del pubblico sul modo in cui sia possibile conciliare un’alimentazione sana con la sostenibilità ambientale, moderata da Gianluca Dotti, in collaborazione con Confagricoltura Padova; chiudono la settimana, alle 18.30, le riflessioni del grande giornalista e divulgatore, oltre che presidente onorario del CICAP, Piero Angela, che in dialogo con Massimo Polidoro racconta com’è nato il CICAP.Anche quest’anno il CICAP Fest coinvolgerà i più bei nomi della divulgazione, della scienza e del panorama culturale italiano e internazionale, come lo psicologo dell’Università di Bristol Stephan Lewandowsky, Naomi Oreskes, storica della scienza dell’Università di Harvard, Jim Al-Khalili, fisico teorico alla University of Surrey, in Gran Bretagna, dove ha anche una cattedra di Comunicazione scientifica, Charles Spence, psicologo sperimentale all’Università di Oxford, esperto di modalità sensoriali (in collaborazione con Food&Science Festival), e David Quammen, scrittore e divulgatore scientifico statunitense (in collaborazione con Bergamo Scienza).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

6° edizione del Festival della Scienza Medica di Bologna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2020

Quest’anno per la prima volta si terrà in streaming e sarà interamente dedicato al tema pandemia, per discuterne sotto diversi profili, da quello più strettamente medico-scientifico alle ricadute sociali ed economiche, nonché per quanto riguarda le percezioni culturali dell’emergenza sanitaria.Gli eventi saranno trasmessi on line con cadenza settimanale dal 2 al 17 ottobre: convegni, incontri e lezioni magistrali con Premi Nobel e scienziati di fama mondiale.Tra gli ospiti di questa edizione il Premio Nobel Bruce Beutler, il Presidente dell’ISS Silvio Brusaferro, Pierluigi Viale, Andrea Crisanti e l’epidemiologo statunitense John Ioannidis.
Anche gli argomenti di questa edizione non potevano che ‘adattarsi’ al momento storico inedito che stiamo vivendo, e il Festival sarà dedicato al tema “Lezioni di medicina. Covid 19”: un momento di dibattito e confronto proprio sulla pandemia. Convegni, incontri e lezioni magistrali avranno l’obiettivo di trarre indicazioni utili sulle caratteristiche e delle conseguenze dell’emergenza sanitaria sul piano medico-sanitario, scientifico, economico, sociale e politico.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »