Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

Posts Tagged ‘fil rouge’

La lettura attraverso la lente generazionale: La stampa come fil rouge

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 maggio 2019

Da una parte i Millennials, il gruppo demografico di chi è nato tra il 1983 e il 1999, la prima generazione ad essere cresciuta con Internet e le nuove tecnologie; dall’altra i Baby Boomers, nati tra il 1946 e il 1963, la generazione ad oggi con il più alto potere d’acquisto. Audipress – l’indagine ufficiale di riferimento per la lettura di quotidiani e periodici – ha analizzato quanto sono distanti nella loro relazione con la stampa queste due generazioni, attraverso un’elaborazione dei dati 2018/III, in un percorso di esplorazione dei comportamenti di lettura della popolazione italiana che si svilupperà nel corso del 2019.I Millennials sono comunemente ritenuti portatori di valori, atteggiamenti, attitudini, comportamenti multimediali profondamente diversi rispetto alle generazioni precedenti, in particolar modo in relazione ai loro «genitori» Baby Boomers. Se è vero che i siti di informazione digitali sono la principale fonte di notizie per la maggior parte degli under 35, sta emergendo anche in vari mercati internazionali che i giovani non hanno dimenticato la carta e che apprezzano anche fonti informative “non algoritmiche”. L’iperstimolazione multipiattaforma a cui siamo sottoposti segna una diffusa tendenza a riprendersi il controllo delle fonti, della qualità dell’informazione e dell’attendibilità. E si tratta di un atteggiamento intergenerazionale.“I dati Audipress mostrano che il gusto informativo e la capacità di selezionare le fonti più valide e attendibili nascono e si rafforzano in buona parte in famiglia e proprio in questo ambito si trasferisce anche l’abitudine alla lettura”, commenta il Presidente di Audipress Ernesto Mauri. I Millennials che lavorano e vivono ancora in famiglia leggono di più rispetto ai coetanei che non vivono più con i genitori (65% vs 59.6%) e tra i Baby Boomers chi vive con figli legge mediamente di più di chi vive da solo (65.3% di chi vive con figli Millennials vs 61.8%).
Se tra i Baby Boomers i livelli di lettura aumentano al crescere del reddito familiare e del segmento sociale di appartenenza, tra i Millennials la lettura sembra essere un’abitudine più trasversale, meno influenzata da questi parametri sociali e più omogenea sul territorio, superando le tradizionali dinamiche geografiche. I giovani mostrano di apprezzare soprattutto i mensili (il 27.5% ne legge almeno uno al mese vs il 19.7% dei Boomers), mentre i Boomers sono più vicini alla lettura dei quotidiani (33.7% vs 27.2% dei Millennials, nel Giorno Medio).Emergono peculiarità coerenti con i diversi profili generazionali anche considerando le frequenze di lettura e la fonte di provenienza. Per i Millennials la lettura è un po’ meno sistematica e fedele in termini di frequenza (con una differenza maggiore tra le due generazioni soprattutto per quotidiani e settimanali, con circa 10 punti percentuali di distanza nella fruizione ad alta frequenza), in linea con un approccio trasversale a diverse fonti di informazione, in una dieta mediatica varia e funzionale alle proprie esigenze. Si conferma per questa generazione anche un approccio più strumentale al consumo della copia, spesso letta in condivisione con familiari o amici, in casa o fuori casa, a conferma anche della maggior attitudine allo sharing.
Il documento completo “Millennials vs baby Boomers”, elaborato da Doxa sulla banca dati Audipress 2018/III, è disponibile sul sito http://www.audipress.it nella sezione News.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Fil-rouge”: a Milano lo shopping su misura

Posted by fidest press agency su martedì, 12 ottobre 2010

Milano 15 e Sabato 16  Ottobre in Via dei Piatti 9, l’Atelier Daniela De Marchi sarà teatro di un interessante incontro tra tre marchi dell’eleganza milanese.   Daniela de Marchi, Barbara Granetzny, Mary Heidrich e Carolina Guabello lavoreranno fianco a fianco per due giorni, un esercizio di stile dedicato all’espressione della singola personalità. Gioielli, maglieria e calzature di altissima qualità. “Su misura” sarà il filo conduttore in grado di intrecciare metalli, pellame  e cachemere. Abiti, maglie, cardigan B|Private di Barbara Granetzny, realizzati con un impalpabile puro cachemire premium e personalizzabili in una tavolozza di colori tra cui poter scegliere la più adatta all’umore del giorno. Dai filati alle calzature con il duo Heidrich Guabello, esperte ed appassionate di moda che propongono calzature interamente realizzate “a mano”. A seconda delle richieste ed esigenze si possono decidere le combinazioni delle pelli e dei colori, come l’altezza del tacco. La creatività  di queste donne e il loro incontro rende l’occasione davvero speciale. Le creazioni in mostra permetteranno di esprimere il proprio stile e la propria personalità come solo l’unicità di un oggetto “su misura” può permettere di fare. Permetteranno di trovare una parte di sè.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Leonardo Pellegatta

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

Milano fino al 3/7/2010 Viale Col di Lana 8, 4° cortile Indefinite Path. Mostra fotografica Leonardo Pellegatta (classe 1970) e’ italiano ma vive e lavora a Tokyo. -Indefinite Path- e’ un lavoro del 2006, ma rende bene l’idea della sua sensibilità che fa da fil rouge in tutta la sua ricerca. Forse non e’ un caso che abbia scelto proprio un paese come il Giappone come sua patria. Un mondo e una cultura fatta di silenzi, di gesti e rituali antichi che scandiscono ancora oggi le relazioni e il quotidiano. Una sensibilità e una delicatezza che non distoglie l’attenzione alle cose piccole della vita. Tanto da sembrare, la Vita stessa, Teatro. (pelegatta)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »