Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘filarmonica’

L’Accademia Filarmonica Romana riparte con la musica dal vivo

Posted by fidest press agency su domenica, 2 maggio 2021

Roma domenica 9 maggio in Sala Casella (via Flaminia 118) con il nuovo progetto Lessico Schumann a cura di Oreste Bossini, sei incontri la domenica pomeriggio alle ore 17 fino al 6 giugno (cui si aggiunge un appuntamento giovedì 3 giugno alle 19.30) per far luce sulla poliedrica personalità artistica di uno dei più importanti musicisti del periodo romantico e della storia della musica.Gli incontri si terranno nel rispetto delle linee guida delle disposizioni anti-Covid. Giornalista e scrittore, collaboratore di Rai Radio3 e di numerose istituzioni musicali italiane, Bossini sceglierà alcune parole emblematiche del rapporto di Schumann con il mondo, “come se fossero un filo d’Arianna da seguire per non smarrire la strada nei meandri di una musica sempre emotivamente tumultuosa” spiega lo stesso giornalista. Negli incontri, il racconto si alterna alla musica di Schumann e di autori a lui legati (troveremo Johannes Brahms e Franz Liszt, ma anche composizioni di sua moglie Clara Wieck), affidate a giovani interpreti italiani.“La musica di Robert Schumann non parla all’umanità, si rivolge sempre a una singola persona che le sta di fronte – prosegue Bossini –. È una musica del ‘Du’, del pronome che definisce l’altro in rapporto a noi, interlocutore indispensabile di un dialogo intimo, riservato, complice. Schumann, come tutti i poeti, mette a nudo il suo cuore di fronte a ciascuno di noi, preso singolarmente come persona, e non a una massa indistinta d’individui anonimi. Nella forma che assume di volta in volta la musica, Schumann ci racconta il suo mondo, formato da molteplici esperienze, idee, sensazioni, rapporti, mitologie, immagini, sentimenti”. Un labirinto di pensieri dunque, che si cercherà di ‘riordinare’ attraverso alcune parole chiave che daranno il titolo a ciascun incontro. Nel primo incontro di domenica 9 maggio (ore 17), le parole prescelte sono “Farfalle e sfingi”. Si parte dunque dalla immagine della farfalla che ricorre più volte nell’estetica di Schumann. La farfalla è il simbolo della trasformazione e come tale è spesso evocata anche nei romanzi di Jean Paul, suo scrittore di riferimento, in particolare nel capolavoro Flegeljahre, un libro che per Schumann era come la Bibbia. Ad accompagnare il racconto, due sue celebri pagine pianistiche Davidsbündlertänze op. 6 e Carnaval op. 9 affidate al talento della giovanissima pianista Lavinia Bertulli. Classe 1999, diplomatasi a soli 16 anni al Conservatorio Cherubini di Firenze, attualmente studia alla Scuola di Musica di Fiesole e ha frequentato masterclass con i più importanti pianisti di oggi. Ha tenuto concerti in diverse sedi, fra cui Casa Menotti a Spoleto, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Sociale di Como, Villa Pignatelli a Napoli. Ed è proprio Schumann a segnare uno dei suoi debutti più importanti, solista del Concerto per pianoforte e orchestra op. 54 con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Fabio Luisi; tra i più recenti riconoscimenti ricordiamo il Premio Crescendo e il Premio Venezia.L’incontro successivo sarà scandito dalla parola Enigma (16 maggio), che ricorda l’attrazione di Schumann per i giochi di parole, gli anagrammi, i linguaggi segreti, come sono i codici che più volte ha usato nelle sue composizioni per legare i nomi delle persone alle note musicali. La destinataria della maggior parte della sua fantasia simbolica è ovviamente Clara, cardine della sua vita intellettuale e affettiva. Attorno a lei, si è sviluppato un intreccio di riferimenti privati, di omaggi impliciti, di dialoghi segreti rintracciabile nei lavori sia di Clara stessa che di Robert…Seguiranno gli appuntamenti Affinità elettive (23 maggio) che prende spunto dal celebre romanzo di Goethe per raccontare il legame intellettuale, spirituale e artistico fra Robert e Clara; Fantasia (30 maggio) parola che attraversa tutto il mondo di Schumann, in cui innumerevoli suoi lavori recano un’allusione, nel titolo o all’interno del pezzo, alla dimensione del fantastico; Poesia (3 giugno) racconterà l’inscindibile rapporto di musica e poesia che anima la sensibilità di Schumann, il più fecondo e importante autore romantico di musica vocale; Pazzia (6 giugno) infine ricorderà lo spettro della malattia mentale affacciatosi ben presto nella mente di Schumann, e che ciclicamente segnerà la sua tormentata esistenza, alternandosi a momenti di eccezionale creatività e ispirazione artistica.Tanti i giovani musicisti chiamati a raccolta: ben sette pianisti (Lavinia Bertulli, Costanza Principe, Marina Pellegrino, Michele Giorgi, Giulia Loperfido, Maddalena Giacopuzzi, Ludovica Vincenti), cui si aggiungono il clarinetto di Alice Cortegiani, il violino di Ivos Margoni, la viola di Matteo Rocchi e i violoncelli di Ludovica Rana e Stefano Bruno.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna a Roma dopo una lunga assenza il Quartetto Borodin

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 marzo 2018

Roma Sabato 3 marzo alle 17.30 la IUC presenta un concerto del Quartetto Borodin, che ritorna a Roma dopo molti anni, facendo tappa all’Aula Magna della Sapienza dopo Parigi e Mosca e prima di Londra ed Amsterdam. Fa parte dell’aristocrazia di quella che è considerata la formazione principe della musica da camera. È anche uno dei più longevi quartetti al mondo, poiché ha festeggiato nel 2015 i settanta anni di attività, essendo stato fondato nel 1945 (allora si chiamava Quartetto Filarmonico di Mosca) da quattro studenti del Conservatorio di Mosca. Uno di loro era Mstislav Rostropovich, che poi lasciò i compagni per intraprendere la sua straordinaria carriera di solista. In tutti questi anni il Quartetto Borodin non ha mai interrotto la propria attività e ha mantenuto intatta la bellezza timbrica e l’eccellenza tecnica e musicale. I membri del quartetto sono inevitabilmente cambiati rispetto a quelli del 1945, ma non sono cambiati i due princìpi che da sempre lo caratterizzano: la provenienza di tutti i suoi membri dal Conservatorio di Mosca e l’incessante ricerca di una qualità altissima, a livello sia di interpretazione che di tecnica. Oggi il Borodin è una leggenda ed è unanimemente considerato il miglior quartetto russo ed uno dei migliori in campo mondiale. Gli attuali membri del Quartetto sono: Ruben Aharonian, Sergei Lomovsky, Igor Naidin e Vladimir Balshin. Nel suo concerto romano il Quartetto Borodin eseguirà il Quartetto n. 1 in la maggiore di Alexander Borodin, composto dal 1874 al 1879, e il Quartetto n. 1 in re maggiore op. 11 di Petr Ilic Ciajkovskij, composto nel 1871: si dice che Leon Tolstoj abbia pianto ascoltando l’Andante cantabile, che ne costituisce il secondo movimento ed è derivato da una melodia popolare russa. Tra questi due autori russi, s’inserisce un capolavoro di Franz Schubert del 1820, l’incompiuto Quartetto n. 12 in do minore D. 703, noto come “Quartettsatz”, ovvero “Movimento di quartetto”, poiché il compositore viennese ne completò soltanto l’Allegro iniziale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto Elio e Filarmonica Toscanini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 maggio 2017

elioBollaniPianoSoloStupinigi Mercoledì 14 giugno 2017 ore 21.30 Cortile d’Onore – Palazzina di Caccia di Stupinigi Favola sinfonica di Sergej Prokof’ev per voce recitante e orchestra accompagnato dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta dal M° Alessandro Nidi per la prima volta in assoluto Elio, nell’inconsueto ruolo dell’istrionico narratore del capolavoro per grandi e piccini reso ancor più celebre dal cartone animato di Walt Disney, coniugherà la sua tipica ironia con la musica classica di qualità in una serata da sogno, tra favola e risate. Una cornice incantevole per un maestoso concerto, l’opera più conosciuta di Sergej Prokof’ev, scritta nel 1935 per raccontare in maniera divertente gli strumenti musicali che compongono un’orchestra, sarà eseguita dalla Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, diretta dal M° Alessandro Nidi. Dopo due celeberrime Ouverture di Rossini, Elio racconterà, in maniera del tutto personale, originale e unica, la vicenda di Pierino nel catturare il lupo, aiutato dall’uccellino, dall’anatra e dal gatto, in compagnia del nonno e dei cacciatori: sette personaggi rappresentati da altrettanti strumenti dell’orchestra. Un concerto da sogno, unica occasione del 2017 per vedere Elio e la Filarmonica Arturo Toscanini di fronte alla Palazzina di Caccia di Stupinigi nell’interpretazione di una favola sinfonica per grandi e piccoli.
Poltronissima Juvarra (I settore) intero € 49 – ridotto € 45 – pacchetto famiglia x3 € 90 | Poltronissima Prunotto (II settore) intero € 43 – ridotto € 39 – pacchetto famiglia x3 € 75 | Poltrona Alfieri (III settore) intero € 36 – ridotto € 33 – pacchetto famiglia x3 € 60 | Poltrona Bo (IV settore) intero € 25 – ridotto € 22,50 – pacchetto famiglia x3 € 45 | under 12 € 15 in ogni settore. (foto: elio, BollaniPianoSolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un 2016 pieno di soddisfazioni per la Filarmonica Gioachino Rossini di Pesaro

Posted by fidest press agency su domenica, 1 gennaio 2017

m_d_renzettiIl 2016 della Filarmonica Gioachino Rossini si è concluso al magnifico Teatro Comunale di Cagli, per il quarto e ultimo ciclo di registrazioni dell’integrale delle Sinfonie di Gioachino Rossini con la guida del Direttore Principale, M° Donato Renzetti, e un’applauditissima prova aperta dal particolare significato visto che l’incasso è stato devoluto alle popolazioni marchigiane colpite dal terremoto. È stata la chiusura di un anno intenso per la formazione di Pesaro, che continua il suo percorso di lavoro e produzione musicale, privilegiando la qualità delle proposte e delle collaborazioni.
Il M° Michele Antonelli, presidente e direttore artistico della Filarmonica, ricorda le tappe fondamentali dell’attività nel 2016 «Abbiamo iniziato l’anno con tre appuntamenti del cartellone della Stagione Concertistica dell’Enti Concerti di Pesaro, tra le quali un concerto il 28 febbraio in occasione del compleanno di Gioachino Rossini. La prima tappa internazionale in marzo, assieme al grande tenore Juan Diego Florez alla Royal Albert Hall di Londra per le prestigiose, Rosenblatt Recitals Series. Dopo il concerto omaggio a Alberto Ginastera per il centenario della nascita in aprile, a maggio, abbiamo realizzato il progetto “Sinfonia por el Perù” in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Don Gaudiano di Pesaro. Uno stimolante impegno di natura didattica con la partecipazione degli studenti.»
«In giugno la Filarmonica è salita di nuovo sul palco del magnifico Auditorium Pedrotti di Pesaro per un concerto gratuito offerto alla città in occasione della Festa Europea della Musica. Subito dopo, sempre con il M° Renzetti, la FGR è partita per un breve tour alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano, a Villa Manin di Udine per l’apertura della stagione estiva di concerti e conclusione in terra d’Austria al magnifico Mozarteum di Salisburgo. Sono stati i primi concerti del nostro progetto “Rossini in viaggio” un lavoro dedicato alla diffusione delle musiche del Cigno di Pesaro, fortemente voluto dal Maestro Renzetti Renzetti per far conoscere le composizioni rossiniane, anche quelle meno conosciute ma altrettanto affascinanti rispetto alle più famose.»
L’estate a Pesaro è la stagione del Rossini Opera Festival e anche la Filarmonica era nel cartellone di uno degli eventi musicali più importanti a livello internazionale «La FGR era l’orchestra nel “Turco in Italia” una nuova produzione del Festival con la direzione del M° Speranza Scappucci e la regia di Davide Livermore» prosegue Antonelli «Nel mese di ottobre, per il progetto “Rossini in Viaggio” l’orchestra è ripartita per un nuovo tour con concerti al Teatro Carcano di Milano, alla Chiesa di San Rocco a Venezia e al Teatro Olimpico di Roma.»
Una nota particolare per il progetto discografico della Filarmonica «Con il M° Renzetti e la sua DR Records, abbiamo intrapreso già dalla fine del 2015 un importante lavoro di studio e registrazione dell’integrale delle sinfonie rossiniane, sia in edizione critica che non grazie alla collaborazione della Fondazione Rossini di Pesaro. Abbiamo effettuato due sessioni di registrazione al Teatro di Cagli (dicembre 2015 e dicembre 2016) e altre due (giugno e ottobre 2016) nel magnifico spazio del Conventino di Monteccicardo, concesso dall’Amministrazione Comunale. Sono circa 40 brani che saranno pubblicati prossimamente in un box di 4 cd di grande qualità musicale. Credo» conclude Antonelli «che il lavoro fatto lungo tutto il 2016 sia la premessa per un’attività ricca di soddisfazioni anche nel 2017 per il quale sono già in programma concerti in diversi teatri italiani e tre appuntamenti nel cartellone della 38a edizione del ROF. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno contribuito a questo lavoro, a partire dai magnifici musicisti dell’orchestra, vero motore di musica ed energie per le nostre attività.» (foto: M_D_RENZETTI)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ernesto Schiavi nuovo Direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2015

ernesto schiaviUna staffetta nel nome della grande musica. Ernesto Schiavi – dal 2004 Direttore artistico della Filarmonica della Scala – sarà il nuovo Direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, a partire dal novembre 2016. Ma già dal giugno del prossimo anno affiancherà nella programmazione l’attuale Direttore artistico Cesare Mazzonis, a cui la Rai è grata per il lavoro che sta svolgendo con l’Orchestra dal 2008, nel segno della continuità per un’eccellenza musicale come quella rappresentata dall’Orchestra della Rai.
Ernesto Schiavi si è diplomato in violino al Conservatorio di Piacenza nel 1970 per entrare l’anno successivo nell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, dove è rimasto fino al 2006. Dal 1979 al 1990 è stato docente di violino presso il Conservatorio di Piacenza.
Ha fondato nel 1982, insieme a Claudio Abbado e ad altri musicisti, la Filarmonica della Scala, di cui è stato consigliere d’amministrazione fin dall’’atto costitutivo e vicepresidente dal 1988 al 2000.
Ha collaborato con direttori quali Riccardo Muti, Carlo Maria Giulini, Leonard Bernstein, Wolfgang Sawallisch, Georges Prêtre, Lorin Maazel, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Seiji Ozawa. Nel 1996, con il contributo del Fondo Sociale Europeo, ha fondato l’Accademia della Filarmonica della Scala. Dal 2001 al 2004 è stato direttore artistico dell’orchestra del Teatro Regio di Parma e ha steso il progetto dei Filarmonici del San Carlo di Napoli.
Come Direttore artistico della Filarmonica della Scala ha instaurato un fecondo rapporto con Daniel Barenboim, e sviluppato la collaborazione con Riccardo Chailly, Gustavo Dudamel, Daniele Gatti e Daniel Harding, rilanciando la presenza internazionale e l’attività discografica dell’orchestra. In particolare nel 2007, con la direzione di Riccardo Chailly, ha organizzato il primo tour sinfonico della Scala negli Stati Uniti, dopo quello di Toscanini nel 1921, assicurandone anche la copertura finanziaria con il contributi di soli sponsor privati.
Negli ultimi anni si è reso promotore di una svolta in campo sociale e nel rapporto della Filarmonica della Scala con la città di Milano attraverso l’ideazione delle iniziative Open Filarmonica: dal 2009 il progetto Prove Aperte a favore delle associazioni non-profit permette di raccogliere fondi per il sociale, dal 2010 il progetto didattico per bambini Sound, Music! coinvolge ogni anno oltre mille studenti della scuola primaria; dal 2011 il progetto MusicEmotion che porta la musica della Filarmonica nelle sale cinematografiche; dal 2012 le borse di Studio “Maura Giorgetti” sono destinate al sostegno economico di giovanissimi musicisti. Dal 2013 il Concerto per Milano, l’appuntamento annuale gratuito in Piazza Duomo, è diventato l’evento di classica più partecipato della città con oltre 50.000 spettatori. Infine, nell’anno di Expo 2015, la Filarmonica della Scala è tornata al Teatro degli Arcimboldi con Discovery, ciclo di cinque concerti per il grande pubblico con importanti direttori e una nuova formula con introduzioni all’ascolto e prezzi contenuti.
Nel 2010 gli è stato attribuito l’Ambrogino d’Oro dal Comune di Milano. (foto ernesto schiavi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nel Segno di Mozart

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2010

Lugano, 23 maggio 2010 ore 11.00 Palazzo dei Congressi Nel Segno di Mozart  un concerto fuori abbonamento di grande qualità, In un programma interamente mozartiano si presentano Helmuth, Rahel e Sara Rilling, tre esponenti di una famiglia di musicisti tedeschi. Il padre Helmuth è un direttore di coro e d’orchestra di fama mondiale. Il concerto è un’occasione ideale sia per gli appassionati, sia per famiglie, studenti, e tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla grande musica.  Protagonista dell’evento la Filarmonica di Costanza, guidata da un vero decano della bacchetta, Helmuth Rilling, noto in tutto il mondo soprattutto come direttore di coro ed eccellente interprete tanto della musica di Bach, quanto del repertorio contemporaneo. Accanto a lui, le due figlie, Rahel e Sara, impegnate nella Sinfonia concertante di Mozart per violino e viola. Un’autentica famiglia di musicisti – proprio come quella in cui lo stesso Mozart crebbe – profondamente radicati nel territorio della Germania meridionale, dove vivono e lavorano in prevalenza, ma anche aperti agli orizzonti del concertismo internazionale, che sono avvezzi a frequentare. A fare da cornice alla Sinfonia concertante, altri due noti capolavori di Mozart, la luminosa Sinfonia “Praga” in re maggiore e la KV 550 in sol minore, densa di pathos e di inquietudine. (pic)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Serj Tankian a Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 21 febbraio 2010

Roma 5 luglio Cavea ore 21 Auditorium parco della musica Serj Tankian a Roma con  Orchestra filarmonica italiana elect the dead symphony.  Serj Tankian è uno degli artisti più poliedrici della scena internazionale. Cantante, poeta, polistrumentista è conosciuto soprattutto come voce del gruppo alternative metal dei System of a Down fondato da lui insieme a Daron Malakian, con il quale ha pubblicato finora cinque dischi. Nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica presenterà il suo progetto solista partito nel 2007 con l’album in studio “Elect The Dead” e diventato oggi il grande progetto live “Elect The Dead Symphony”. Un grande show nel quale reinterpreta i suoi più grandi successi in versione sinfonica,  accompagnato dall’Orchestra Filarmonica Italiana composta da 45 elementi. Di origini armene ma trasferitosi presto a Los Angeles, Serj Tankian conosce a scuola Daron Malakian e Shavo Odadjian, due futuri membri dei System of a Down. Parallelamente all’attività musicale si laurea in Marketing and Business presso la California State University. Da sempre impegnato politicamente, fonda nel 2002 con Tom Morello, chitarrista degli Audioslave e dei Rage Against the Machine un’organizzazione attivista politica no-profit chiamata Axis of Justice.  Il suo impegno principale riguarda il riconoscimento del genocidio armeno da parte del governo degli Usa e della Turchia. Nel 2005 si è unito al movimento ambientalista Hydrogen (f)or Life finalizzato allo sviluppo delle energie pulite e dell’economia all’idrogeno. Ha collaborato con numerosi musicisti e band come Buckethead, Arto Tuncboyaciyan, Toni Iommi dei Black Sabbat, Mike Patton, producendoli spesso attraverso la propria etichetta discografica, la Serjical Strike Records. Attualmente sta completando con il drammaturgo americano Steven Sater un musical basato sulla tragedia greca Prometeo Incatenato. (Biglietti da 40 a 50 euro in vendita dal 22 febbraio 2010 info: 06 80241281)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La filarmonica della scala apre Lugano festival

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2009

picklunedì 20 aprile, alle ore 19. Sul podio, per un programma interamente russo, un maestro dell’interpretazione ciaikovskijana, Dimitri Kitaenko, nato a San Pietroburgo. Con il maturo musicista si presenta alla ribalta una giovanissima, affermata  violinista giapponese, laureata al Concorso “Paganini” di Genova. Sayaka Shoji suona un violino eccezionale, lo Stradivari “Joachim”.  L’edizione 2009 di Lugano Festival ha inizio con una serata di gala, dedicata a Ciaikovskij. Compositore amatissimo dagli interpreti e dal pubblico, per il pathos delle sue pagine, per la raffinata sensibilità del trattamento orchestrale, per lo squisito senso della forma, che lo rende a tutti gli effetti erede di Schumann e di Mendelssohn, Ciaikovskij mostra il volto più autentico del romanticismo russo.  L’opera del maestro è qui rappresentata da due grandi lavori, composti a distanza di dieci anni l’uno dall’altro: il Concerto per violino del 1878 e la Quinta Sinfonia del 1888. Pagina di impervio virtuosismo non meno che lirica, nella meravigliosa “Canzonetta”, il Concerto è affidato alla violinista nipponica Sayaka Shoji. Come è consuetudine di Lugano Festival, ad una giovane solista si affianca un direttore di consolidata esperienza, Dimitri Kitaenko, ritenuto oggi uno dei più autorevoli eredi della grande tradizione direttoriale russa. Ma la vera protagonista della serata sarà l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano, voluta dal grande Abbado e cresciuta da maestri quali Muti, Chailly, Prêtre, Maazel, Giulini: un graditissimo ritorno per il pubblico di Lugano, che l’ha potuta applaudire anche nella stagione del 2007 e in altre occasioni.  (image pic)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »