Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘fincantieri’

Fincantieri e Naval Group dettagliano la loro alleanza con il supporto dei Governi di Francia e Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

Hanno annunciato l’intenzione di facilitare la creazione di un’industria navalmeccanica europea più efficiente e competitiva e di rafforzare la loro cooperazione navale militare iniziando le discussioni per stabilire un’alleanza industriale tra Fincantieri e Naval Group.
Fincantieri e Naval Group hanno lavorato intensamente da quella data e nel luglio 2018 hanno presentato ai competenti Ministri di Francia e Italia la loro proposta per tale alleanza , includendo un progetto industriale e la relativa tabella di marcia prevista, insieme a una descrizione delle iniziative chiave, che propongono di avviare in tempi rapidi.Attraverso questa joint venture, Fincantieri e Naval Group intendono:
Preparare congiuntamente offerte vincenti per programmi binazionali e per l’export;
Favorire una politica di fornitura più efficiente (cross-sourcing, miglior rapporto qualità-prezzo, economia di scala, ecc.);
Condurre congiuntamente mirate attività di ricerca e innovazione per fornire superiorità operativa ai clienti;
Incoraggiare lo scambio osmotico tra le due società, con la condivisione di strutture / strumenti di test e reti di competenze.
Ad oggi, Naval Group e Fincantieri sono già impegnate in una collaborazione industriale comune per fornire alla Marina francese quattro navi di supporto logistico (LSS), basate sul progetto dell’unità italiana LSS “Vulcano”. Inoltre, dal 2019 e con il sostegno di entrambi i Ministeri della Difesa, Naval Group e Fincantieri considerano di presentare un’offerta comune per i primi studi per l’ammodernamento di “mezza vita” dei cacciatorpediniere classe Horizon francesi e italiani con un comune Combat Management System (CMS).
Fincantieri e Naval Group ritengono che questa alleanza rappresenti una grande opportunità per entrambi i gruppi e i loro ecosistemi, aumentando la loro capacità di servire meglio le Marine di Italia e Francia, per acquisire nuovi contratti di esportazione, aumentare la ricerca di finanziamenti e, in definitiva, migliorare la competitività dei comparti navali dei due Paesi.
Fincantieri è uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo e il primo per diversificazione e innovazione. È leader nella progettazione e costruzione di navi da crociera e operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia, dalle navi militari all’offshore, dalle navi speciali e traghetti a elevata complessità ai mega-yacht, nonché nelle riparazioni e trasformazioni navali, produzione di sistemi e componenti e nell’offerta di servizi post vendita.
Il Gruppo, che ha sede a Trieste, in oltre 230 anni di storia della marineria ha costruito più di 7.000 navi. Con oltre 19.000 dipendenti, di cui oltre 8.400 in Italia, 20 stabilimenti in 4 continenti, Fincantieri è oggi il principale costruttore navale occidentale e ha nel suo portafoglio clienti i maggiori operatori crocieristici al mondo, la Marina Militare e la US Navy, oltre a numerose Marine estere, ed è partner di alcune tra le principali aziende europee della difesa nell’ambito di programmi sovranazionali. http://www.fincantieri.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fincantieri e Viking: accordo per la costruzione di altre sei navi

Posted by fidest press agency su sabato, 10 marzo 2018

Trieste, 6 marzo 2018 – In occasione del Seatrade Cruise Global, il più importante appuntamento annuale del comparto crocieristico in corso in questi giorni a Fort Lauderdale (Florida, USA), Fincantieri e Viking hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per ulteriori 6 navi, che porterebbero a un totale di 16 il numero complessivo di unità costruite in partnership dalle due società, estendendo l’orizzonte della collaborazione fino al 2027.
L’accordo per le nuove navi, le cui consegne sono previste negli anni 2024, 2025, 2026, 2027, è soggetto a condizioni specifiche. Di concerto con la società armatrice, infatti, Fincantieri svilupperà un progetto evoluto, basato sulle caratteristiche di successo delle navi precedenti, aggiornate e rivisitate secondo le più recenti tecnologie disponibili sul mercato.
L’attuale flotta oceanica di Viking comprende navi che dispongono esclusivamente di cabine veranda, con una stazza lorda di circa 47.800 tonnellate, e una capacità di ospitare a bordo 930 passeggeri in 465 cabine.Ad oggi Fincantieri ha consegnato 4 navi a Viking Ocean Cruises. La prima della serie, “Viking Star”, è stata realizzata nel cantiere di Marghera e consegnata nel marzo 2015; la seconda, la terza e la quarta, “Viking Sea”, “Viking Sky” e “Viking Sun”, hanno preso il mare dal cantiere di Ancona rispettivamente nel marzo 2016, gennaio 2017 e settembre 2017. Le ulteriori sei unità in portafoglio verranno consegnate nel 2018, 2019, 2021, 2022 (2 unità) e 2023.A margine dell’annuncio odierno, Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri, ha commentato: “Siamo orgogliosi di aver avuto fiducia in una start up che ha ottenuto tanto successo. Nel 2012, infatti, la collaborazione tra noi e questo prestigioso armatore è partita con due navi, e oggi siamo arrivati addirittura a 16 unità. Si tratta di un record assoluto, il maggior numero di navi per un cantiere per conto di un singolo armatore, che fa di Viking, già primo operatore nel comparto cruise fluviale, leader anche in quello delle navi di piccole dimensioni destinate alle crociere oceaniche”. Bono ha continuato: “L’accordo inoltre conferma il momento eccezionale della domanda in questo settore, che consente a Fincantieri di consolidare la propria leadership mondiale, ponendo le basi per incrementare il portafoglio ordini con carichi che danno già oggi tranquillità di lavoro per i prossimi dieci anni”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Sestri al via i lavori in bacino per la prima nave di Virgin Voyages

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 novembre 2017

FincantieriFincantieri2Si è svolta presso lo stabilimento di Sestri Ponente (Genova) la cerimonia di impostazione della prima di tre navi da crociera che Fincantieri sta costruendo per Virgin Voyages, brand del Gruppo Virgin e nuovo operatore del comparto crocieristico.Alla presenza del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, del sindaco di Genova, Marco Bucci, e altre autorità, hanno preso parte alla cerimonia Richard Branson, fondatore di Virgin, Tom McAlpin, President e CEO di Virgin Voyages, e, per Fincantieri, Alberto Maestrini, Direttore Generale. Le nuove unità, che saranno consegnate rispettivamente nel 2020, 2021 e nel 2022, avranno circa 110.000 tonnellate di stazza lorda, una lunghezza di 278 metri, una larghezza di 38, e saranno dotate di oltre 1.400 cabine in grado di ospitare a bordo più di 2.700 passeggeri, assistiti da un equipaggio di 1.150 persone per garantire lo stile distintivo di Virgin.
Queste navi si caratterizzeranno per il design originale e un’elevata complessità, nonché per una gamma di idee e soluzioni di progettazione altamente innovative, in particolar modo in relazione al recupero energetico e al limitato impatto ambientale. Le unità saranno infatti dotate di un sistema di produzione dell’energia elettrica da circa 1 MW che utilizza il calore di scarto dei motori diesel. Il Fincantieri3Fincantieri1risultato è quindi un progetto in grado di distinguere Virgin Voyages nel panorama crocieristico mondiale.
Fincantieri è uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo e il primo per diversificazione e innovazione. È leader nella progettazione e costruzione di navi da crociera e operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia, dalle navi militari all’offshore, dalle navi speciali e traghetti a elevata complessità ai mega-yacht, nonché nelle riparazioni e trasformazioni navali, produzione di sistemi e componenti e nell’offerta di servizi post vendita.
Il Gruppo, che ha sede a Trieste, in oltre 230 anni di storia della marineria ha costruito più di 7.000 navi. Con più di 19.400 dipendenti, di cui oltre 8.200 in Italia, 20 stabilimenti in 4 continenti, Fincantieri è oggi il principale costruttore navale occidentale e ha nel suo portafoglio clienti i maggiori operatori crocieristici al mondo, la Marina Militare e la US Navy, oltre a numerose Marine estere, ed è partner di alcune tra le principali aziende europee della difesa nell’ambito di programmi sovranazionali.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fincantieri: I francesi giocano a fare i “furbi”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 agosto 2017

fincantieri“Non non dovremmo dimenticarci che la storia insegna che la Francia può anche credere di fare la furba con scorrettezze e testate date sperando che l’arbitro non veda ma poi alla fine noi vinciamo ai rigori”. Lo dichiara l’On. di Forza Italia Sandra Savino.“Ed è per questo – prosegue la parlamentare – che invece di tentennare timidamente, come sta facendo il nostro Governo, di fronte ai temibili francesi, dobbiamo tirare fuori tutto il nostro orgoglio rimanendo fermi, come annunciato dai Ministri coinvolti, sulle nostre sacrosante posizioni e facendo capire all’interlocutore che non siamo fessi, che conosciamo i margini di manovra che il diritto comunitario ci dà e che siamo pronti a servicene. Nessun bluff, qua si va fino in fondo”.“Macron deve capire che il nostro Paese non è disposto a pagare per i problemi interni dell’esecutivo francese legati al progetto di Jobs Act e allo scontro con i sindacati che per questo autunno si prevede rovente. Se ci muoviamo bene la sua mossa molto tattica e poco strategica gli si rivolterà contro. E il nostro arbitro è l’Unione Europea”, conclude Sandra Savino.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fincantieri: Contro i muscoli francesi giocare d’astuzia

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 luglio 2017

fincantieri“Mi torna alla memoria un aneddoto in cui all’affermazione di Napoleone “Gli italiani sono tutti ladri”, lo scultore Canova rispose “Tutti no, ma Bonaparte sì”. Mi pare che poco sia cambiato da allora, con i francesi che nemmeno sbandierando grandi ideali come oggi quello dell’europeismo riescono a rinunciare alla loro vocazione, a volte anche autolesionista, alla grandeur e alla difesa nazionalista dei propri interessi e con gli italiani considerati come dei cugini di serie B dagli altri e soprattutto da se stessi”. Lo dichiara l’On. di Forza Italia Sandra Savino.“L’episodio di Fincantieri – prosegue l’esponente di Forza Italia -, sommato alle numerose scorrettezze diplomatiche che si sono consumate in questi giorni da parte di Parigi nei confronti del Governo italiano, e quindi di tutti gli italiani, è particolarmente significativo. Sia perché dimostra come tutti siano europeisti fino a prova contraria, che di solito coincide con i propri interessi nazionali portati avanti alla faccia delle tanto sbandierate logiche comunitarie di mercato e concorrenza. Sia perché conferma che la debolezza e la docilità in politica estera non pagano”.“Tuttavia oggi – aggiunge Sandra Savino -, paradossalmente, Macron appare più debole, sia internamente che a livello internazionale, proprio in relazione alle sua decisione di dimostrare la propria forza strappando un accordo già concluso e con il colpo di mano della nazionalizzazione dei cantieri navali Stx. Ed è tenendo presente questo aspetto che il Governo dovrà muoversi nei prossimi giorni, e lo dico al di là degli schieramenti e nel solo interesse del Paese e di Fincantieri”.“Abbiamo di fronte un interlocutore che si dimostra molto muscolare ma forse poco intelligente. Molto tattico e poco strategico. Approfittiamone giocando di astuzia e tenendo la barra dritta”, conclude la parlamentare.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caso Francia-Fincantieri

Posted by fidest press agency su domenica, 30 luglio 2017

fincantieri“Se avessimo un governo serio, da oggi il presidente Gentiloni dovrebbe provvedere immediatamente a sospendere tutte le partnership italo-francesi con le aziende strategiche militari italiane. Mi riferisco a Leonardo-Finmeccanica cui svendemmo un’eccellenza aerospaziale italiana (e romana) come Alenia Spazio, finita alla Thales. Una nazionalizzazione, d’urgenza dei centri operativi presenti in Italia e una richiesta agli istituti di credito di nazionalizzare il loro management, spesso francese. Nel mercato ci si deve saper stare senza smanie egemoniche e scioviniste e gli accordi si devono rispettare”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli che chiede al presidente Gentiloni di “riferire in aula” della Camera dei deputati.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Sulla questione Fincantieri rischia di saltare l’Europa”

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 luglio 2017

renato-brunetta“Rischiano di saltare le regole europee. Da sempre i governi hanno difeso i loro campioni nazionali, ma una violenza, un fallo come questo della Francia non si era mai visto”.
Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, ai microfoni di RaiNews24. “Non credo che servano falli di reazione, ma deve esserci l’arbitro che interviene e fischia il rigore o la punizione. Se l’Europa non lo farà, se la Commissione Ue non lo farà, se Juncker non lo farà, allora ognuno è libero di reagire, e quindi anche di fare falli di reazione”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fincantieri: Serracchiani, ultimatum francese su Stx non ha logica industriale

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 luglio 2017

fincantieri“L’ultimatum lanciato dalla Francia per un nuovo assetto alla pari nei cantieri di Stx è privo di logica industriale, anzi ha un sapore di tempi andati che stona con l’esigenza di una forte sinergia europea nella cantieristica”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, commentando le parole del ministro francese dell’economia, Bruno le Maire, il quale ha dichiarato che “lo Stato francese eserciterà il suo diritto di prelazione” se l’Italia non accetterà l’offerta di un controllo paritario dell’azionariato.Per Serracchiani “costringere Fincantieri ad abbandonare Saint Nazaire non sarebbe un gran risultato nemmeno per la Francia, che minaccia di ricorrere all’antiquato strumento della nazionalizzazione per difendere il controllo di cantieri su cui aveva già ricevuto le più larghe garanzie”.“C’è da augurarsi che qui non siamo al preludio di un’Europa “à la carde”, nelle politiche industriali come in quelle estere. Anche perché l’epoca in cui Khol e Mitterrand si davano la mano e davano la linea a tutti – ha concluso Serracchiani – sono finiti per sempre”. (n.r. La Serracchiani fa la sua parte, ovviamente, ma non ci impedisce di ricordarle che da anni il mondo economico francese sta facendo shopping dei gioielli imprenditoriali e finanziari italiani e non va nemmeno dimenticato l’arrembaggio dei francesi a danno di Mediaset. Sorprendersi oggi su ciò che fa Macron è senza dubbio da ingenui. Se l’Europa è unita lo dobbiamo solo alla convenienza che ne traggono alcuni paesi quali la Francia e la Germania. A farne le spese ieri è stata la Grecia e oggi lo è ancora di più con l’Italia. La colpa è di una classe politica che ha la vista debole e il Pd ha le sue colpe con la regia Renziana, che si accontenta delle briciole raccattate dalla mensa dei soliti potentati internazionali, per non perdere la poltroncina di Palazzo Chigi.)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cassa depositi e prestiti: accordo di collaborazione con Fincantieri

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2016

fincantieriGrazie alla convenzione le numerose PMI italiane che lavorano all’interno della supply chain di beni e servizi di Fincantieri, potranno richiedere a SACE Fct, la società di factoring di SACE, lo smobilizzo dei propri crediti e ottenere il pagamento anticipato delle forniture eseguite. Contemporaneamente, l’accordo dà la possibilità alle imprese di ottenere da SACE BT, la società di SACE specializzata nell’assicurazione dei crediti a breve termine, nelle cauzioni e nella protezione dei rischi della costruzione, le garanzie necessarie per ottenere nuovi contratti di fornitura dal gruppo Fincantieri. Con questa nuova formula, SACE unisce le expertise delle sue società-prodotto per rispondere in modo più diretto ed efficiente alle diverse esigenze di un tessuto produttivo molto vario e complesso che contribuisce in modo significativo alla competitività internazionale di Fincantieri. Fincantieri, attraverso i suoi 8 siti produttivi presenti su tutto il territorio italiano, alimenta un network di circa 4.000 imprese fornitrici, per la maggior parte PMI altamente specializzate, costituendo una piattaforma per lo sviluppo dell’innovazione e l’accesso a nuovi mercati altrimenti di difficile penetrazione per le imprese di piccola dimensione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fincantieri: disponibilità Tajani

Posted by fidest press agency su sabato, 28 maggio 2011

“Apprezziamo la disponibilità e la tempestività dimostrate da Tajani, nell’affrontare l’emergenza scoppiata dopo le dichiarazioni di Fincantieri sul piano industriale 2010-2014, ma auspichiamo che le misure concrete emerse a sostegno del settore abbiano ricadute positive anche sulle decisioni del Gruppo riguardo agli esuberi e ai livelli occupazionali” Lo ha dichiarato il segretario confederale dell’Ugl, Paolo Varesi, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta al termine dell’incontro con il vice presidente della Commissione europea sulla vertenza Fincantieri, aggiungendo che “siamo pronti ad accettare sfide difficili, come abbiamo già fatto in passato, ma ci aspettiamo che tutte le parti si assumano le proprie responsabilità per evitare il declino di un settore strategico e le drammatiche ricadute occupazionali che avrebbe la realizzazione del piano annunciato lo scorso 23 maggio”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fincantieri, Ugl: incontro con Tajani

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 maggio 2011

Roma venerdì 27 maggio il segretario generale dell’Ugl, Giovanni Centrella, parteciperà all’incontro con il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, sulla vertenza Fincantieri insieme ai leader di Cgil, Cisl e Uil”. Lo rende noto la segreteria generale dell’Ugl, evidenziando come “occorre elaborare una strategia comune con l’Ue per individuare nel più breve tempo possibile una soluzione che scongiuri il devastante impatto sociale ed occupazionale del piano Fincantieri sul territorio nazionale. Il declino di un comparto d’eccellenza come quello della navalmeccanica italiana avrebbe inevitabilmente ripercussioni anche sul mercato comunitario”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fincantieri: proteste dei lavoratori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2011

“Basta osservare lo stato in cui sono ridotti il Palazzo di città di Castellamare e l’aula consiliare per capire quello che sta accadendo a Castellamare di Stabia. È uno spettacolo triste, indecoroso e dal sapore di un monito pericoloso. Occorre che i vertici del governo nazionale e regionale si sveglino e che facciano capire, insieme a Fincantieri, che occorre mettere in campo soluzioni alternative e di prospettiva, attraverso un negoziato responsabile, senza il quale la scelta di chiudere un cantiere che dà lavoro diretto e indiretto a oltre tremila persone è gravemente lesiva delle aspettative di soluzione finora annunciate e mai realizzate. La città e l’intero comprensorio, che versano già in condizioni di gravi difficoltà non sono nella condizione di affrontare l’ennesimo insostenibile trauma. Questo pomeriggio i gruppi parlamentari del PD campano si riuniranno per valutare le azioni di solidarietà alle sole forme civili di protesta che i lavoratori e i sindacato promuoveranno. In giornata depositeremo un question time urgente sulla vicenda, per capire come il governo intenda intervenire nella sua qualità di unico azionista di Fincantieri)”. Lo afferma Guglielmo Vaccaro, deputato campano del PD, a margine di un incontro con il presidio degli operai al Palazzo di Città di Castellammare di Stabia.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fincantieri: impegno del Governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

“Con l’accoglimento dell’ordine del giorno su Fincantieri, il governo ha preso un impegno di fronte al Parlamento e al Paese che speriamo rispetti”. Lo dichiarano il senatore Raffaele Ranucci (PD) e la senatrice Roberta Pinotti (PD) a proposito dell’accoglimento da parte dell’esecutivo, nel corso della discussione sulla legge di stabilità oggi a Palazzo Madama, dell’odg 136 relativo alla situazione di crisi che investe Fincantieri e di cui i due parlamentari democratici sono primo e secondo firmatari.  “La situazione occupazionale in varie città che ospitano impianti Fincantieri a rischio chiusura – spiegano i senatori PD – è assolutamente grave e preoccupante. Servono atti concreti per scongiurare la crisi di questa azienda. Occorre che il governo garantisca le risorse essenziali per la ricapitalizzazione, senza la quale il rischio di chiusura diventa concreto. Vigileremo, insieme agli altri colleghi firmatari sul mantenimento dell’impegno preso dal governo con l’accoglimento dell’odg”.  Oltre a Ranucci e Pinotti, l’odg 136 è stato firmato dai senatori PD Marco Filippi, Franca Donaggio, Maurizio Fistarol, Marina Magistrelli, Fabrizio Morri, Antonino Papania, Silvio Sircana, Luigi Vimercati, Anna Maria Carloni e Vidmer Mercatali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi Fincantieri

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

“Finmeccanica deve dire parole chiare e definitive sui destini della fincantieri. La cantieristica italiana e’ minacciata dalla leggerezza con cui si sta definendo la strategia di razionalizzazione e rilancio di un comparto che puo’ dare tanto al Paese. L’assenza ai tavoli nazionali ed europei del ministro titolare dello sviluppo economico rischia di essere la falla che portera’ ad affondare l’industria navale italiana. Oggi assistiamo ad una manifestazione straordinaria, tantissimi operai di tutta Italia sfilano per difendere il futuro della fincantieri tanti gonfaloni tante fasce tricolori. Una dimostrazione di forza e di compattezza che richiede un sussulto di responsabilità a Finmeccanica e al governo”. Lo dichiara Guglielmo Vaccaro, deputato del PD e tra i fondatori di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fincantieri: un corteo contestato

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

“Le parole del Sindaco Alemanno pronunciate oggi contro il corteo nazionale organizzato dai lavoratori della Fincantieri  che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro sono assolutamente vergognose e offendono la coscienza civile e democratica della nostra città. Il Sindaco Alemanno deve sapere che qualsiasi provvedimento unilaterale finalizzato a limitare lo svolgimento dei cortei, oltre ad essere illegittimo in quanto andrebbe a limitare un sacrosanto diritto tutelato dalla costituzione,  sarebbe anche irresponsabile in quanto rischierebbe di mettere fortemente  a repentaglio  l’ordine pubblico della nostra città. Non si può pensare di mettere il bavaglio alla protesta sociale che sta montando, giorno dopo giorno, a causa delle scellerate politiche del Governo Berlusconi e della stessa Giunta Alemanno che tentano di scaricare la crisi economica nazionale ed internazionale sulle famiglie meno agiate. D’altronde un  provvedimento simile, come quello che sta minacciando ormai da mesi  il Sindaco, avrebbe come legittima conseguenza quella della disobbedienza civile da parte di chi ancora crede nella libertà democratiche.  Il Sindaco Alemanno  non confonda  il proprio ruolo con quello di podestà”.   E’ quanto dichiara Giovanni Barbera,  esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Situazione Fincantieri

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

“Accogliamo con favore l’appello e le parole del sindaco di Castellammare di Stabia in merito al destino del cantiere Fincantieri” lo dichiara in una nota l’on. Americo Porfidia che aggiunge “Le notizie riguardanti la riorganizzazione di Fincantieri su tutta la penisola allarmano lavoratori e amministratori locali, evidentemente ci troviamo di fronte ad un nodo cruciale per il futuro assetto del gruppo che investe le vite di migliaia di lavoratori e gli equilibri economici di ampie zone del paese. In questo contesto il cantiere Castellammare di Stabia ricopre un ruolo centrale con i sui 700 operai e 1500 dell’indotto, senza dimenticare che si tratta del più vecchio al mondo ancora in esercizio. Ancora una volta – conclude Porfidia – ci auguriamo che vi sia autentica, onesta e responsabile collaborazione istituzionale che veda la partecipazione di Governo, Sindacati, Enti locali e Fincantieri per affrontare il delicato momento e trovare soluzioni e finanziamenti per il rilancio e il necessario ammodernamento strutturale del cantiere stesso.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »