Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘firenze’

“Genius Loci: alla scoperta di Santa Croce”

Posted by fidest press agency su sabato, 17 settembre 2022

Firenze martedì 20 settembre 2022 alle 21.15 Angelo Branduardi a Firenze in un esclusivo “Concerto per Santa Croce” Quattro notti e un’alba che vedranno il complesso monumentale di Santa Croce al centro dell’incontro con musicisti, performer e nomi della cultura internazionale. L’iniziativa è organizzata da Controradio Club, Opera di Santa Croce e Controradio in collaborazione con associazione culturale La Nottola Di Minerva, con il contributo del Comune di Firenze per Estate Fiorentina 2022 e di Città Metropolitana di Firenze. Molte delle musiche più celebri di Branduardi traggono ispirazione da brani di un passato antico e spesso dimenticato: una riscoperta del patrimonio musicale nazionale ed europeo confluita in progetti come “Futuro antico”, di cui sono stati pubblicati ad oggi VIII volumi. Nel caso de “L’infinitamente piccolo”, i materiali di partenza sono scritti ed episodi della vita di San Francesco tratti direttamente dalle fonti francescane, redatti dalla moglie del cantautore, Luisa Zappa, e tradotti in musica. “San Francesco era un grande poeta – dice Branduardi – amava cantare e lo faceva spesso, anche da solo. Per accompagnare il suo Cantico delle Creature aveva composto una musica che è andata perduta: io ho provato a ridare voce alle sue parole perché si possa di nuovo cantarle”. Santa Croce apre le porte alla contemporaneità, e i suoi spazi secolari possono essere scoperti o riscoperti alla luce dei linguaggi della musica, della cultura e dell’arte per un’opportunità unica di viverli in modo assolutamente nuovo e inusuale. “Genius Loci: alla scoperta di Santa Croce” continua fino al 24 settembre con un programma ricco negli scenari più affascinanti e significativi del complesso monumentale: dalle note ipnotiche di Wim Mertens, all’alba nel chiostro, al dialogo tra comunità religiose con Franco Cardini; dal progetto artistico di Linda Messerklinger con Luca “Vicio” Vicini dei Subsonica a Markus Stockhausen live all’ombra dell’affresco di Taddeo Gaddi; dal reading di Alessandro Vanoli sullo scorrere delle stagioni nella letteratura e nell’arte al recital musicale di Petra Magoni al suono dell’arciliuto. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria sul sito http://www.santacroceopera.it. Giovedì 22 e venerdì 23 dalle 20.30 Controradio seguirà l’iniziativa da Santa Croce in diretta radiofonica (FM 93.6 – 98.9, App e DAB+).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palazzo Strozzi presenta Nel tuo tempo

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 settembre 2022

Firenze: E’ la più grande mostra di Olafur Eliasson mai realizzata in Italia fino a oggi. Con luci e ombre, riflessi e colori l’artista coinvolge l’architettura rinascimentale in un suggestivo percorso di installazioni che pongono al centro il dialogo tra spazio e visitatore, esaltando i temi della percezione soggettiva e dell’esperienza condivisa.Curata da Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, la mostra è il risultato del lavoro diretto di Olafur Eliasson sugli spazi di Palazzo Strozzi. L’artista lavora su tutti gli ambienti rinascimentali, dal cortile al Piano Nobile alla Strozzina, creando un percorso coinvolgente tra nuove installazioni e opere storiche che utilizzano elementi come il colore, l’acqua e la luce per creare un’interazione con nostri sensi e lo spazio rinascimentale. Il contesto architettonico, storico e simbolico del palazzo viene così ripensato esaltando il ruolo del pubblico come parte integrante delle opere. La mostra è ideata da Olafur Eliasson e promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Studio Olafur Eliasson. Main Supporter: Fondazione CR Firenze. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi, Intesa Sanpaolo. Con il sostegno di Fondazione Hillary Merkus Recordati, Maria Manetti Shrem, Città Metropolitana di Firenze.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firenze. Rimpiangere l’Ataf?

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2022

Vengono i brividi a pensare di dover rimpiangere l’Ataf, ma tutta una serie di episodi che continuano a moltiplicarsi rispetto al servizio di Autolinee Toscane fanno pensare che i brividi siano meglio delle tragedie. Stamane, il temporaluccio di mezza mattinata ha provocato la caduta di un albero sulla linea del tram che va da Scandicci a Firenze, con centinaia di passeggeri scaricati in balia di se stessi in attesa di un servizio sostitutivo che li avrebbe dovuti portare alla stazione Smn. Le fermate di autobus nei dintorni sono fantasmi dell’oltrarno, con autobus che non passano mai anche se gli orari delle corse sono indicati nei cartelli illeggibili attaccati ai pali, e quelli che passano sono stracarichi con nessun personale che controlla l’obbligo di mascherine anti-covid. Questo succede a Firenze ogni volta che c’è un problemino. Senza sottovalutare la responsabilità di Palazzo Vecchio per gli alberi che cascano al primo venticello e le imposte che paghiamo per la loro manutenzione. Ogni volta che si fa presente il problema, Autolinee toscane si trincera, quando lo fa, dietro le difficoltà per mancanza di autisti, il non-rispetto del codice della strada da parte degli indisciplinati e le mancanze di sorveglianza da parte del Comune, magari narrandoti anche che se un bus salta un paio di corse è colpa di quell’altro che dall’altra parte della città ha dovuto rallentare per un gatto che attraversava la strada… insomma problemi non “campati in aria” ma reali PER LORO, e che LORO dovrebbero essere in grado di prevedere o affrontare ogni volta che si presentano. L’utente del servizio vuole quest’ultimo e non che gli venga spiegato, come fosse un azionista, che bla bla questo e bla bla quello. Le incapacità di gestione di AT vengono sempre fatte pagare all’utenza che, in regime di monopolo, non ha alternative. Ad oggi la liberalizzazione è servita solo perché non siano formalmente gli enti pubblici a gestire alcuni servizi, ma l’utente è sempre considerato come suddito. Regione Toscana e Comune di Firenze, sono consapevoli di questo problema? Come intendono risolverlo al di là delle “tirate di orecchie” che ogni tanto il Sindaco Dario Nardella fa a AT? Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Santa Croce a Firenze: arte, cultura e musica incontrano lo “spirito del luogo”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 agosto 2022

Firenze dal 20 al 24 settembre 2022 si svolgerà il “Genius Loci”, festival la cui quinta edizione. La manifestazione valorizza lo straordinario patrimonio culturale di cui è scrigno il complesso monumentale di Santa Croce e crea ancora una volta un ponte tra memoria e futuro attraverso i linguaggi della musica, della cultura e dell’arte declinati in un luogo dal fascino millenario. In una dimensione di stupore e scoperta, gli artisti coinvolti nel progetto accompagneranno pubblico e visitatori nella singolare esperienza di abitare e vivere in modo nuovo e originale il complesso monumentale. Tra i protagonisti della nuova edizione, Angelo Branduardi, Markus Stockhausen, Petra Magoni e Wim Mertens, protagonisti di produzioni in esclusiva italiana. L’iniziativa è organizzata da associazione culturale Controradio Club, Opera di Santa Croce e Controradio, in collaborazione con l’associazione culturale La Nottola Di Minerva. Il progetto rientra fra le quindici grandi rassegne e festival dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze ed ha il contributo della Città Metropolitana di Firenze. “Genius Loci, alla scoperta di Santa Croce” rappresenta un unicum nel panorama italiano, in cui la natura temporanea del festival si affianca ad una strategia culturale di lungo periodo che punta a valorizzare un patrimonio culturale eccezionale.Grandi nomi della musica e della cultura leggeranno e reinterpreteranno lo spirito del luogo attraverso performance, talk e concerti. Tra la Basilica, il Cenacolo e il Chiostro Grande si daranno appuntamento artisti, intellettuali e scrittori con eventi site specific, in un contesto dove trovano sintesi spiritualità e bellezza, memoria e storia, passato e futuro.Coerentemente con questo approccio per il 2022 è stato scelto come tema centrale “epifania/apparizione”, che richiama la volontà di tornare a vivere con meraviglia ed emozione il rapporto con l’arte e allo stesso tempo la prossima celebrazione (2023) degli Ottocento anni dal presepe vivente di Greccio voluto da Francesco d’Assisi per far comprendere a tutti il mistero del Cristianesimo.Ingresso libero fino ad esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firenze: Ancora una settimana per visitare Donatello

Posted by fidest press agency su sabato, 23 luglio 2022

Ancora per 1 settimana a Palazzo Strozzi e al Museo Nazionale del Bargello sarà possibile visitare Donatello, il Rinascimento, questa grande mostra storica e irripetibile che mira a ricostruire il percorso eccezionale di uno dei maestri più importanti e influenti dell’arte italiana di tutti i tempi, a confronto con capolavori di artisti a lui contemporanei quali Brunelleschi e Masaccio, Mantegna e Giovanni Bellini, ma anche successivi come Raffaello e Michelangelo.La mostra, curata da Francesco Caglioti, professore ordinario di Storia dell’Arte medievale presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ospita circa 130 opere tra sculture, dipinti e disegni con prestiti unici, alcuni dei quali mai concessi prima, provenienti da quasi sessanta tra i più importanti musei e istituzioni al mondo.Donatello, il Rinascimento propone un viaggio attraverso la vita e la fortuna di Donatello articolato in quattordici sezioni. Si inizia dagli esordi e dal dialogo con Brunelleschi, proponendo il confronto tra i due celebri Crocifissi lignei provenienti dalla Basilica di Santa Croce e da quella di Santa Maria Novella. Si procede poi attraverso i luoghi per cui Donatello ha lavorato (Siena, Prato e Padova, oltre a Firenze), trovando moltissimi seguaci, entrando in dialogo con altri celebri artisti molto più giovani quali Mantegna e Bellini, e sperimentando nei materiali più diversi le sue formidabili invenzioni plastiche e scultoree. Conclude la mostra una sezione speciale dedicata all’influenza di Donatello sugli artisti a lui successivi, tra cui Raffaello, Michelangelo e Bronzino, testimoniando così l’importanza capitale della sua opera per le vicende dell’arte italiana.La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Musei del Bargello in collaborazione con gli Staatliche Museen di Berlino e il Victoria and Albert Museum di Londra e con Fondo Edifici di Culto – Ministero dell’Interno. Main Supporter: Fondazione CR Firenze. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi. Main Partner: Intesa Sanpaolo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Museo Novecento Firenze: I Maestri del Novecento da Guttuso a Vedova

Posted by fidest press agency su sabato, 23 luglio 2022

Firenze. Dal 29 luglio 2022 all’8 gennaio 2023, l’Antiquarium di Centuripe ospita la mostra I Maestri del Novecento: da Guttuso a Vedova. Opere dalla collezione Alberto Della Ragione a cura di Sergio Risaliti, Direttore del Museo Novecento.Il progetto espositivo nasce dalla collaborazione tra il Comune di Centuripe e il Museo Novecento di Firenze, con l’intento di rendere fruibile una selezione di capolavori esposti per la prima volta in Sicilia e provenienti da una delle più importanti raccolte dedicate all’arte italiana del Novecento: la Collezione Alberto Della Ragione. La raccolta, composta da oltre duecento opere, fu donata dall’ingegnere Alberto Della Ragione al Comune di Firenze nel 1970, all’indomani della violenta alluvione che colpì la città nel 1966. Con il suo gesto, alimentato da un profondo senso civico, Della Ragione rispose all’appello lanciato dallo storico dell’arte Carlo Ludovico Ragghianti, la cui volontà era quella di istituire un Museo Internazionale di Arte Contemporanea, come risarcimento simbolico ai danni subiti dal patrimonio storico-artistico fiorentino. Rinnovando la lunga e feconda tradizione del collezionismo moderno, dalla cui costola sono nati i musei più importanti di Firenze, dagli Uffizi al Museo Stefano Bardini, Della Ragione contribuì ad alimentare il nucleo fondante del Museo Novecento, che conserva ed espone oggi questa importante Collezione. La mostra, curata da Sergio Risaliti, è stata resa possibile grazie al patrocinio oneroso dell’Assessorato Sport Turismo e Spettacolo della Regione Sicilia ed al supporto economico di Med Service, Manusia Restauri, LuxEsco e Verzì Caffè. Per l’organizzazione si ringrazia la Direzione Cultura del Comune di Firenze, lo Staff del Museo Novecento di Firenze, Associazione MUS.E, e l’Associazione Liberart, che si occupa anche della gestione della mostra durante tutto il periodo espositivo. Si ringrazia inoltre Generali Italia per il sostegno con il progetto Valore Cultura, Serenissima Vigilanza per la sicurezza delle opere esposte, l’Amministrazione Comunale, i consiglieri di RestiAmo a Centuripe, la Direzione Amministrativa, L’ufficio tecnico e gli operai del Comune di Centuripe.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritto aborto. Firenze ingrata e senza memoria storica

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2022

L’aborto clandestino era una tragica realtà negli anni 70 del secolo scorso, in mano a ginecologi (spesso dichiarati anti-abortisti) che si arricchivano (per le donne ricche) e mammane e fattucchiere varie per le altre. Conseguenze sanitarie e psicologiche di vario tipo. Correva l’anno 1975, Firenze, via Dante da Castiglione, un villino attrezzato in clinica clandestina preso in affitto da Giorgio Conciani e dal Partito Radicale. Da tutta Italia arrivavano donne che abortivano, l’appuntamento per tutte era al piazzale Michelangelo, segno distintivo il settimanale L’Espresso sotto il braccio, dopo che quasi tutte erano passate dai consultori del Cisa (essenzialmente Firenze e Milano) per le prime informazioni. Chi aveva, dava un contributo di 100mila lire, altrimenti era gratis, e con un pulmino 600 multipla si trasferivano alla clinica, attrezzata con materiale importato clandestinamente, essenzialmente dalla Francia. I primi di gennaio, su segnalazione di un settimanale di estrema destra, la polizia fece irruzione e lì scoppio mediaticamente e politicamente il caso aborto: arresti vari nel Partito radicale e Cisa, lungo carcere per il medico liberale/radicale Giorgio Conciani, clandestinità per altri. Il socialista/radicale Loris Fortuna aveva depositato una proposta di legge per cancellare l’aborto come reato contro la stirpe e legalizzarlo. Il Partito Radicale e il Cisa continuavano la loro attività organizzando voli charter per accompagnare le donne ad abortire a Londra o organizzavano “cliniche volanti”, attività sempre autodenunciate come disobbedienza civile. Così si arrivo all’approvazione della legge, che poi gli antiabortisti sottoposero a referendum e gli italiani respinsero l’abrogazione. Questa breve storia di come l’aborto sia diventato un diritto in Italia, ha una città simbolo, Firenze. La determinazione e disponibilità di diverse persone (radicali soprattutto, e poi liberali, socialisti, Lotta Continua, etc) che pagarono con galera e/o conseguenze giudiziali durate anche decenni. Oggi, dopo la sentenza Usa che ha cancellato il diritto federale ad abortire, i media, e le discussioni un po’ dovunque, sono sull’aborto. Tutte con un grande difetto: la considerazione che in Italia il diritto ci sia, mentre lo è sulla carta e non nella realtà .La gravità della situazione si esprime nella città simbolo, Firenze, pronta sempre a vantare (giustamente) se stessa per la propria storia, ma che non solo ha cancellato questa storia, ma dove nella regione Toscana di cui è capoluogo, non muove dito per una delle peggiori violenze che si sta consumando contro il diritto ad abortire: città e regione guidata da maggioranza abortista che in questi giorni si indigna per quanto accade in Usa, che fa gestire un’Asl in provincia di Pisa da una ginecologa antiabortista. Tra tutti i media locali (quattro cartacei) solo uno fa parlare alcuni fiorentini di aborto: due contrari che però vogliono mantenere la legge e una favorevole… ma niente sulla legge inapplicata, solo teoria disgiunta dalla realtà. Un mondo, una città, una regione che sembra dimenticarsi (vergognarsi?) di una storia che, al pari di quella del Rinascimento, ha marcato e marca l’umanità. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cerba HealthCare acquisisce il Gruppo Santoni di Firenze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 giugno 2022

Il Gruppo Cerba HealthCare Italia ha perfezionato l’acquisizione delle sette società toscane del Gruppo Santoni (Istituto Analisi Mediche San Lorenzo S.r.l., Istituto Medico NordFirenze S.r.l., San Lorenzo Servizi S.r.l., Nuova Igea S.r.l., Salus Medica Toscana S.r.l., Salus Medica S.r.l. e Sanità Solidale Società Consortile a r.l.). Stefano Massaro, CEO di Cerba HealthCare conferma la strategia del gruppo che investe in Italia dal 2017 valorizzando la cultura del territorio: «In ogni Regione cerchiamo strutture che portino con sé la storia, la cultura e il sacrificio di persone che abbiano saputo diventare punto di riferimento per le necessità dei cittadini e delle istituzioni pubbliche e private. In questo spirito accogliamo a braccia aperte il Dott. Alessandro Santoni e il suo gruppo di lavoro per scrivere una nuova pagina dello sviluppo di Cerba Healthcare in Toscana nel solco della tradizione costruita nel tempo».L’acquisizione completa il primo ciclo di acquisizioni del 2022 da parte del gruppo Cerba che include l’acquisto delle società emiliane Memo s.r.l. e Poliambulatorio Privato Gamma Laboratorio di Analisi Chimico Cliniche s.r.l., delle società del gruppo cuneese di Laboratorio Pasteur s.r.l., della società pugliese Laboratorio Clinico Dibattista S.r.l. e della società campana Centro Diagnostico Analisi Cliniche Igea s.r.l.Il Gruppo Cerba è stato assistito, per gli aspetti legali, da un team multidisciplinare dello Studio Orrick, Herrington & Sutcliffe (Europe) LLP, con l’Of Counsel Livia Maria Pedroni e il supporto dell’Associate Angelo Timpanaro, dell’Avvocato Elena Cozzupoli, dell’Associate Ginevra Rebecchini e dell’Avvocato Claudia Francesca Micol Cirinà del team corporate/M&A che fa capo all’Equity Partner Attilio Mazzilli. Gli aspetti e le attività notarili sono state perfezionate con lo Studio Notai Associati Ricci e Radaelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentato a Firenze il Blues, primo treno ibrido di Trenitalia

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 marzo 2022

Un treno con un’impronta green, ancora più sostenibile per il ridotto impatto ambientale e per la maggiore attenzione sociale con la possibilità di offrire alle famiglie un’area dedicata ai bambini. Parte dal capoluogo toscano, in Piazza della Repubblica, il road show nelle principali piazze italiane per far conoscere a cittadini e istituzioni il nuovo convoglio della flotta regionale di Trenitalia progettato e costruito da Hitachi Rail che si affianca ai treni Rock e Pop già in consegna da maggio 2019 in tutta Italia.Prosegue quindi la rivoluzione del Regionale di Trenitalia che prevede entro i prossimi quattro anni il rinnovo dell’80% della flotta. Il Villaggio Trenitalia, dove è presente un modello in scala reale (1:1) del Blues, è stato inaugurato oggi dal Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dall’Assessore Grandi Infrastrutture, Mobilità e Trasporto del Comune di Firenze Stefano Giorgetti e dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia Luigi Corradi.Presenti anche Stefano Baccelli, Assessore alle Infrastrutture per la Mobilità, Logistica, Viabilità e Trasporti Regione Toscana, Sabrina De Filippis, Direttore Business Regionale Trenitalia, Marco Trotta, Direttore Direzione Regionale Toscana Trenitalia, Luca D’Aquila, Amministratore Delegato Hitachi Rail STS e Maurizio Manfellotto, Presidente Hitachi Rail STS.Cittadini, famiglie e curiosi possono accedere al Villaggio Trenitalia oggi, venerdì 4, e sabato 5 marzo 2022, dalle 10 alle 21, per testare e conoscere il nuovo treno. Il Gruppo FS Italiane ha invitato tutti i colleghi ferrovieri a visitare il Villaggio insieme alle loro famiglie.Il road show del Blues toccherà anche altre città italiane. Le prossime tappe sono in programma a Reggio Calabria, Palermo, Catania, Cagliari, Trieste e Roma. Le consegne del treno regionale Blues partiranno proprio dalla Toscana. Nel 2022 il nuovo treno arriverà sulle linee non elettrificate del bacino senese, del bacino faentino e della Val di Sieve, prevedendo nel 2023 un cambio completo del modo di viaggiare su queste linee. In totale sono previsti 110 treni Blues nelle seguenti Regioni: Valle d’Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Calabria, Sicilia, Sardegna.Il nuovo regionale Blues rappresenta un salto generazionale, perché può viaggiare con motori diesel su linee non elettrificate, con motore elettrico su quelle elettrificate, e con batterie per percorrere il primo e l’ultimo miglio sulle linee non elettrificate o durante la sosta nelle stazioni così da evitare l’uso di carburanti, azzerando emissioni e rumori. La tecnologia ibrida consente di ridurre del 50% il consumo di carburante, oltre a una forte diminuzione delle emissioni di CO2 rispetto agli attuali convogli diesel. Il Blues è attrezzato con l’ERTMS, il più evoluto sistema di segnalamento ferroviario in Europa.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firenze: Premiere mondiale alla Cattedrale dell’Immagine

Posted by fidest press agency su martedì, 17 agosto 2021

Firenze 16 settembre alle ore 10,30 e fino al 16 gennaio 2022 (orario di apertura tutti i giorni dalle 10 alle 18 ultimo accesso ore 17) alla Cattedrale dell’Immagine in Piazza di Santo Stefano, 5 per l’inaugurazione di un progetto straordinario, la premiere mondiale, che siamo orgogliosi di presentare in Italia. Biglietti disponibili su TicketOne. Inside Dalí è un’esperienza multisensoriale in bilico tra immaginazione e realtà. Il visitatore viaggia verso un universo onirico immaginario e riscopre la vita di uno dei maggior pittori del XX secolo e una vera icona del surrealismo: Salvador Dalí.Inside Dalí è stata sviluppata con il supporto della GALA SALVADOR DALÍ Foundation. È una suggestiva creazione artistica e multimediale che si concentra attorno alla vita di Salvador Dalí. Si tratta di un mix di tecnologia all’avanguardia, immagini, veri e propri artefatti, illusioni and allusioni. Il tutto in simbiosi perfetta con l’universo unico dell’artista catalano.Nel cuore della mostra si trova uno spazio multimediale a 360° di 400 m2. Il visitatore è trasportato dentro il mondo del genio in una completa e ‘Daliniana’ immersione di oltre 35 minuti: un momento altamente emotivo che emozionerà gli spettatori come niente prima d’ora. Lo spazio immersivo è preceduto, ad arricchire la natura dell’evento, da un’ampia area museale, in cui il pubblico potrà confrontarsi con il multiforme ingegno di Dalí, venendo a contatto con le produzioni forse meno conosciute del maestro surrealista: i dischi da lui prodotti, i suoi libri, una campagna pubblicitaria per le ferrovie francesi, si aggiungono così al ciclo delle 100 xilografie tirate magistralmente a partire dagli acquerelli disegnati dal pittore catalano per la Divina Commedia. Concepito, creato e prodotto da Crossmedia Group, con la collaborazione di Monogrid (Firenze), Inside Dalí unisce diversi esperti nella creazione e promozione delle mostre immersive. Il catalogo e il merchandise saranno curati dalla casa editrice Sillabe, mentre i servizi aggiuntivi (accoglienza, bookshop e biglietteria) sono affidati ad Opera Laboratori che curerà anche l’allestimento della mostra. Prezzi Adulto: 13 euro Studente: 10 euro Over 65: 10 euro Convenzioni: 10 euro Bambino dai 5 ai 12 anni: 8 euro Disabile: 10 euro (Per gli aventi diritto l’accompagnatore ha ingresso gratuito – Legge 104/92) Famiglia da 4 (2 adulti + 2 bambini): 34 euro Famiglia da 5 (2 adulti + 3 bambini): 40 euro Famiglia da 6 (2 adulti + 4 bambini): 44 euro Gruppi (minimo 10 persone): 9 euro, Scuole: 6 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Balagan Cafè”. Il giovedì nel giardino della Sinagoga di Firenze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 luglio 2021

Firenze. Sinagoga in via Farini 6. dal 22 luglio al 2 settembre, ogni giovedì, ad esclusione del 12 agosto, sei appuntamenti per la nona edizione della kermesse culturale estiva in programma nella Sinagoga di Firenze, organizzata dalla Comunità e dal Museo ebraico di Firenze, con il sostegno di Rete Toscana ebraica e della Regione Toscana e realizzata in collaborazione con il Comune di Firenze nell’ambito del calendario dell’Estate Fiorentina. Le visite guidate alla Sinagoga e al Museo ebraico, tenute da operatori dedicati, avranno luogo a piccoli gruppi ad iniziare dalle ore 18 fino alle 20; per partecipare è necessario prenotare al numero 055290383 e pagare il costo di 10 euro.http://www.firenzebraica.it/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anno dantesco senza fine: 16 incontri alla Certosa di Firenze

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 giugno 2021

Firenze Da giovedì 3 giugno 2021 (Programma di appuntamenti – Studium della Certosa di Firenze Pinacoteca o Sala Pio VI della Certosa di Firenze, via della Certosa 1, Galluzzo, (posizione: https://goo.gl/maps/W9tRUyvVBjiUuFuv5) Ingresso gratuito), prende il via “Nei dintorni di un Centenario”, programma di incontri promossi e organizzati dal Comitato scientifico della Certosa e che si svolgeranno nella Pinacoteca o nella Sala Pio VI del monastero alle porte di Firenze.L’obiettivo è di avviare un percorso dialogando, sia pure con libertà e ampiezza di orizzonti, con la testimonianza del grande poeta fiorentino così come ha trovato forma compiuta nel messaggio poetico e spirituale della Divina Commedia.In effetti, le ricerche letterarie, di pensiero, estetiche, anche relative alla contemporaneità, possono essere messe in dialogo con l’esperienza di Dante, in maniera sia esplicita, sia implicita.Dante si conferma una grande presenza anche nella modernità, e non soltanto per il suo valore poetico: la metafora del suo “viaggio” continua a incrociare le riflessioni e gli itinerari di tante ricerche contemporanee. Da qui, la proposta di questo programma iniziale: un percorso di libri e di autori in cui si intrecciano approfondimenti sull’opera dantesca a esperienze di rilettura e di prestito, anche non dichiarato, nei confronti degli interrogativi suscitati nel tempo dall’esperienza di Dante.Il primo appuntamento è fissato per giovedì 3 giugno, alle 18, con la prolusione di Sergio Givone dal titolo “Firenze ‘fra terra e cielo’”.Il mese di giugno prevede poi altri due appuntamenti: l’11 (ore 18) si terrà la conversazione con Simone Marchesi e Roberto Abbiati sul loro volume A proposito di Dante. Cento passi nella Commedia con introduzione di Jason Houston; il 25 (alle 17) Sergio Casprini parlerà de “I luoghi di Dante dal Mugello alla Romagna toscana” mentre Mario Lancisi focalizzerà il suo intervento su “La divina Toscana. Dal Falterona al mare di Dante Alighieri”. Dopo la pausa estiva, il programma prevede due appuntamenti a settembre: il 18 (ore 17), a cura della Comunità di San Leolino, si terrà la lettura commentata di testi dal volume Dante; il 23 è prevista la conversazione con Daniele Piccini su due suoi libri (La gloria della lingua. Sulla sorte dei poeti e della poesia e Luzi) cui interverranno Fernanda Caprilli e Carmelo Mezzasalma.Molto ricco carnet di ottobre: l’8 (ore 17) Jason Houston parlerà sul tema “Dante tetragono”; il 9 alle 16 sono previsti gli interventi del Gruppo Vocale Cantori di San Giovanni, dell’archeologo Mario Pagni, di Giuseppe Mussardo e Gaspare Polizzi sul tema “Dante Alighieri e Marco Polo. Viaggi cosmici e terreni nel Trecento”; quindi alle 17.30 spazio a “Il ciel velocissimo”, operina per i canti del Paradiso, musica di Carla Rebora con Paolo Zampini, flauto e Silvia Capra, soprano. Il 17 ottobre alle 16.30 si inaugurerà la mostra di Ernesto Piccolo su Dante Alighieri; alle 17.30 spazio di nuovo alla musica con Passiparsi Ensemble protagonista di “Risonavan per l’aere sanza stelle. L’inferno e i suoi affetti”. Infine il 22 ottobre (ore 17) conversazione con Massimo Naro sul suo libro Alta fantasia. L’altra teologia di Dante Alighieri.Il primo dei due appuntamenti di novembre è fissato per il 5 (ore 17): sarà una conversazione con Giovanna Morelli sul suo libro Poetica dell’incarnazione. Prospettive mitobiografiche nell’analisi filosofica, e gli interventi di Matteo Ferrari, Carmelo Mezzasalma e Fabio Milana. Di sicuro interesse anche l’appuntamento del 19 novembre (ore 17) con Claudia Di Fonzo il cui intervento si intitola “Stai zitta sì o no? Violenza e diritto in Dante”.Chiuderà il 2021 la conferenza di Antonio Natali – già Direttore degli Uffizi e curatore della mostra alla Certosa dedicata al ritratto allegorico di Dante, opera di Bronzino dello scorso ottobre – che il 3 dicembre (ore 17) avrà per titolo “Ritratti di Dante a Firenze nella stagione umanistica”. Nel 2022 gli appuntamenti di “Nei dintorni di un Centenario” riprenderanno il 18 marzo (ore 17) con la presentazione del numero di «Testimonianze» dedicato a Dante, a cura di Severino Saccardi; in aprile altre due conversazioni: il 1° (ore 17) con Sara Salvadori sul suo libro Hildegard von Bingen. Viaggio nelle immagini, con interventi di Michela Pereira e Carmelo Mezzasalma; il 22 con Pierantonio Frare intorno al suo libro Il potere della parola. Dante, Manzoni, Primo Levi.Ultimo appuntamento del programma sarà domenica 8 maggio 2022: si tratterà della seconda parte della lettura commentata di testi dal volume Dante, sempre a cura della Comunità di San Leolino.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tutto pronto per “I corsi del sabato” della Scuola di Arte Sacra di Firenze

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 aprile 2021

Firenze Dal 10 aprile al 29 maggio prende il via il calendario di lezioni pensato per tutti coloro che amano l’arte e desiderano apprendere e affinare le tecniche che caratterizzano il disegno, la pittura, la scultura, lo studio dell’anatomia e l’oreficeria.Grazie a programmi “su misura”, adattabili alle esigenze di ciascun studente, il corso è aperto sia a chi si avvicina per la prima volta a queste discipline sia a chi ha già maturato qualche esperienza nel settore artistico.Si potrà praticare il “disegno” imparando prima le regole della rappresentazione visiva come lo studio delle proporzioni e la descrizione del volume per poi passare a lavorare sul disegno di figura, con la presenza di un modello.Nel corso di “pittura” per approcciarsi alla tecnica, ai materiali e allenare l’occhio, gli studenti avranno l’opportunità di dipingere dal vero, esercitandosi attraverso lo studio di nature morte e drappeggi. Nella seconda parte del corso si affronterà un piccolo dipinto a tema sacro.Chi vorrà potrà invece cimentarsi con la “scultura” con un programma che aiuterà i partecipanti ad osservare i modelli dal vero, i calchi e drappeggi per educare l’occhio a sviluppare la capacità di interpretare la figura umana e a realizzare una composizione, oppure approfondire lo studio dell’anatomia artistica applicata tridimensionalmente che a partire da un’armatura in metallo, porterà gli studenti a prendere confidenza con le nozioni anatomiche e comprendere le funzioni dei principali gruppi muscolari così da poterne riconoscere le componenti fondamentali nello studio del modello dal vivo.Non mancherà poi il corso in “oreficeria” che offrirà l’opportunità di apprendere le basi del mestiere, con particolare attenzione alle tecniche manuali di lavorazione del metallo, sbalzo e cesello.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riapre il museo Galileo

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2021

Firenze Palazzo Pitti, Piazza Pitti, 1 Da martedì 2 febbraio il Museo Galileo riapre le porte alle straordinarie collezioni di strumenti scientifici dei Medici e ai telescopi di Galileo Galilei e ritorna ad accogliere i visitatori con visite guidate gratuite a gruppi di 10 persone alla volta.Dopo 89 giorni e in attesa della regolare riapertura, il Museo Galileo vuole offrire a tutti l’imperdibile occasione per tornare a visitare una preziosissima collezione antica di strumenti scientifici. Dal 2 febbraio, dal martedì al venerdì, sarà possibile partecipare gratuitamente a visite guidate scegliendo fra tre diversi orari: alle ore 11, 15 e 16.30.Per assicurare il corretto distanziamento e garantire la visita in sicurezza, ad ogni appuntamento potranno partecipare al massimo 10 persone.È richiesta la prenotazione telefonica, gratuita, chiamando il numero: 055 265311 da lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.“È un’occasione importante – spiega Filippo Camerota, vice direttore e responsabile delle collezioni – che permette di mantenere vivo il rapporto tra il museo e la città, stimolando, attraverso la cultura, la ripresa di attività sociali oggi fortemente compromesse dalle restrizioni dell’emergenza sanitaria”. La visita riguarderà la collezione di preziosi strumenti scientifici raccolti dai Granduchi di Toscani della dinastia dei Medici, tra cui gli unici telescopi originali di Galileo esistenti al mondo. Il percorso proseguirà nell’area didattica, dove gli operatori museali proporranno dimostrazioni di suggestive esperienze scientifiche utilizzando repliche degli strumenti antichi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IED Firenze rende omaggio a Romeo Gigli

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2020

Le studentesse di IED Firenze del corso di specializzazione in Fashion Design and Styling- – Deborah Bregola, Serena Calabrese, Lara dal Torrione, Giusy Franconeri, Chiara Gracci, Enza La Mura, Roberta Melani, Veronica Pilloni e Alena Pratasevich – hanno reso omaggio a Romeo Gigli attraverso un percorso creativo che le ha condotte ad esplorare colui che ha rivoluzionato il modo di concepire la moda a metà degli anni ’80 creando “capi che prendono forma sul corpo umano con leggerezza e morbidezza, come elementi vivi e organici, passando dal bidimensionale al tridimensionale”. ‘Per Gigli dietro ogni capo realizzato non c’è solo stoffa, bensì un pensiero e un’anima. Così ho cercato di ricreare nel mio abito un concetto di arte senza tempo, per dare il giusto valore a ciò che si indossa, e non creare capi usa e getta”, dichiara Giusy Franconeri. Da qui sono partite le nove giovani designer di IED Firenze che hanno disegnato, prototipato e cucito abiti con colli a scialle e gonne dalla forma a uovo – in tessuti Landini – interpretando nei loro codici creativi contemporanei, il mondo sognate e innovativo dello stilista di Castel Bolognese. “Drappeggi, controrotazioni, fusioni tra occidente e oriente, tra passato e presente. Un percorso di ricerca, sviluppo e realizzazione sartoriale, conclusosi con uno shooting professionale che ha dato la giusta importanza visiva ad un progetto interdisciplinare”, spiega Serena Calabrese. Una collezione che le giovani designer hanno, poi, presentato in un video – occupandosi dello styling e dello shooting -che ha ripercorso il mondo di Gigli attraverso sfocature, movimento e poesia. Girato alla Box House di Firenze il video e le foto, a cura di Stefano Casati, hanno avuto come protagonisti la modella Zosia (11:11 Management) e il ballerino classico Michele Ciacci. Make-up artist di Arianna Loiacono. “Una location moderna dal gusto un po’ retrò, dove i nostri abiti bianchi hanno preso vita addolciti dai passi di danza di Michele Ciacci. E’ stata un’esperienza unica che ci ha permesso di passare dalla progettazione al suo confezionamento sartoriale per poi misurarsi con lo Styling”, aggiunge Roberta Melani. Il corso in Fashion Design and Styling rientra nell’offerta di Formazione Continua avanzata di IED Firenze. Coordinati da Luca Parenti, i corsi prevedono frequenza serale e sono pensati per chi già lavora e ha necessità di aggiornare le proprie competenze o è alla ricerca di nuovi stimoli per arricchire la propria formazione nelle aree della moda (Fashion Design e Styling); del design (Textile Design), della comunicazione (Grafica per la Comunicazione).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ma il Covid è di destra o di sinistra?

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2020

Lezione fiorentina, e non solo. Immaginiamo masse di persone che si stanno ponendo questa domanda come fosse l’amletico “essere o non essere”: il covid è di destra o di sinistra? Prendiamo un caso fiorentino. Secondo Palazzo Vecchio sarebbero in tanti che, fatto il loro acquisto da asporto da ristoratori al dettaglio, si fermano davanti agli stessi locali e consumano anche conversando con altre persone. Il Sindaco della città gigliata ha fatto un’ordinanza: vietata ogni forma di consumo entro 50 metri da dove si è fatto l’acquisto. Confesercenti (area sinistra), Confommercio (area destra) e Fratelli d’Italia (destra) si fanno sentire: così ci danno la mazzata finale dicono le associazioni di categoria; non è vero che ci sono gli assembramenti dicono da Fdi (che sono all’opposzione in Comune e in Regione).Quello che il governo e il Parlamento non sono riusciti a fare per la gestione nazionale della crisi (qualcosa tipo un governo di unità nazionale), è invece riuscito a chi non è al governo nazionale: destra e sinistra unite nella lotta contro le ordinanze.Siamo andati a farci un giretto per la città ed abbiamo constatato che, mediamente, davanti ad ogni bar ci sono persone ferme che, ovviamente con la mascherina abbassata, sorbiscono il caffè e conversano tra di loro. E quindi hanno ragione alcuni contestarori dell’ordinanza che sostengono che il “ristretto” e non solo, se te lo bevi dopo 50 metri – d’inverno poi – è una ciofeca? E’ vero, confermiamo che è una ciofeca. Ma non è questo il punto. Che l’espresso da asporto, senza le labbra che toccano la calda (al punto giusto) tazzina, sia sempre stato una ciofeca, non è una novità. Quindi il punto è che se qualcuno vuole farsi male prendendo un espresso da asporto, che se lo beva senza creare pericoli per sé e per gli altri, e non ci rompa. Al bar si possono prendere paste e salati che, anche se portati a casa o in ufficio, sono sempre buoni. Occorre ficcarsi in testa che espresso, succo di frutta, spuma e tutto quello che siamo abituati a prendere al banco, ora non si può fare. E se non lo facciamo non stiamo male noi e il danno economico del bar fa parte del gioco che stiamo giocando per cercare di farci meno male tutti, baristi inclusi. “Eh, allora è vero che ce l’hanno con noi baristi…”, dirà sicuramente qualche barista e le sue associazioni di destra e di sinistra. E gli rispondiamo: “non ce l’hanno coi baristi, ma sta di fatto che gli assembramenti (pericolosi per il covid) si registrano davanti ai bar e non davanti alle gioiellerie… o no?”. Da qualche parte bisogna bloccare l’epidemia che, se è dovuta ai contatti umani, non è che ci sono tante altre strade, o no? Chiarito questo, possiamo asserire con certezza che il covid non né di destra né di sinistra, ma è “solo” covid. Mentre destra e sinistra continuano ad esistere per ipotizzare e realizzare due diverse società ed economie. E in questi schieramenti ci sono gli emuli di uno e dell’altro che, talvolta, pur di farsi notare e cercare consensi (non importa se razionali o meno) dicono quel che gli sembra più opportuno per procacciarseli.Per questo non possiamo non esclamare: grazie covid, ci stai facendo capire tante cose della vita e della politica. Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La didattica degli Uffizi compie 50 anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2020

Firenze. Generazioni di fiorentini si sono formati all’arte nei primi cinquanta anni di vita del Dipartimento per l’Educazione delle Gallerie degli Uffizi: è un risultato senza precedenti che ha prodotto grandi frutti mettendo i giovani al centro di ogni attività. L’anniversario è celebrato con una diretta sulla pagina Facebook degli Uffizi e con il volume “L’arte incontra i giovani 1970-2020. Comunicare il patrimonio alle Gallerie degli Uffizi”a cura di Lucia Mascalchi (casa editrice Sillabe, Livorno) La pubblicazione, corredata da un ricco apparato di foto storiche e contemporanee, di documenti d’epoca e testimonianze, racconta gli anni di attività di un Dipartimento vivo e creativo, vera fucina di grandi progetti. Nel 1970 nascono le Sezioni Didattiche all’interno dei musei statali, ma l’autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione che le aveva convalidate rappresentava soltanto la formalizzazione di un servizio già in fieri a Firenze. Fino ad allora, però, tutto era stato svolto in forma quasi volontaria grazie al carisma di Maria Fossi Todorow. A lei si deve l’idea pioneristica di una “Sezione Didattica” – come si chiamava fino al 2015- all’interno di un museo italiano. La Fossi Todorow, aperta a nuove metodologie grazie alla sua formazione internazionale, volle creare all’interno della Galleria degli Uffizi un centro specializzato per l’insegnamento museale dove pensare e realizzare modalità e tecniche educative per avvicinare tutti i cittadini al patrimonio artistico fiorentino, stimolando nei giovani una coscienza del patrimonio di grande valore civico. Questo nuovo ufficio si qualificò subito fra i primi esperimenti italiani nel genere, e certamente fu subito tra i più efficaci. L’attività continua ancora oggi all’interno delle due sezioni di cui è composto il Dipartimento: una è dedicata al lavoro con scuole, famiglie con bambini e adulti, l’altra è dedicata ai pubblici speciali e alla multiculturalità. A ognuno di questi gruppi sono destinati programmi e percorsi differenziati, molti dei quali hanno visto negli ultimi anni un forte incremento delle adesioni. In occasione dell’emergenza pandemica è stata attivata una serie di programmi di didattica a distanza, fra cui gli “Ambasciatori digitali dell’Arte”, un progetto di PCTO (già alternanza scuola/lavoro) che coinvolgerà circa 1800 studenti delle scuole superiori su tutto il territorio nazionale: si tratta di un’iniziativa pilota, che premia l’inventiva e le capacità degli allievi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il papa dei Medici ritorna a Firenze

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 ottobre 2020

Firenze Dopo più di due anni di restauro all’Opificio delle Pietre dure e la trasferta a Roma per la grande esposizione alle Scuderie del Quirinale che celebrava i 500 anni dalla morte di Raffaello, il Ritratto di Leone X tra i cardinali Giulio de’ Medici e Luigi de’ Rossi, capolavoro del genio urbinate, rientra finalmente a casa, alle Gallerie degli Uffizi. Lo fa da protagonista, con una mostra interamente dedicata all’opera: “Raffaello e il ritorno del Papa Medici – restauri e scoperte”, curata dal soprintendente dell’Opificio Marco Ciatti e dal direttore degli Uffizi Eike Schmidt, nella sala delle Nicchie della Galleria Palatina di Palazzo Pitti (dal 27 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021). L’allestimento è concepito per documentare e spiegare il complesso restauro e le numerose analisi scientifiche effettuate sull’opera, ora di nuovo completamente godibile nella lussuosa ricchezza cromatica dei dominanti toni rossi e nella straordinaria varietà dei dettagli, che l’hanno resa una delle creazioni più famose del Sanzio. Grazie alle molte tecniche di indagine preliminari (radiografiche, fotografiche, di imaging, di microscopia ottica, a scansione microprofilimetrica, solo per citarne alcune) è stato possibile rintracciare integralmente la ‘trama’ del dipinto disegnata in origine da Raffaello e stabilire che tutta l’opera è integralmente dovuta alla sua mano, fugando una volta per tutte il dubbio – avanzato da alcuni studiosi – che le figure dei cardinali Giulio de’ Medici e Luigi de’ Rossi fossero state aggiunte in un momento successivo. Al termine dell’esposizione nella Sala delle Nicchie in Galleria Palatina, il Ritratto di Leone X tra due cardinali troverà collocazione nella Sala di Saturno dello stesso museo, in compagnia di una serie di capolavori dell’Urbinate, tra i quali i ritratti di altri due importanti prelati: quello di Papa Giulio II e quello del Cardinal Bibbiena, ha annunciato il direttore delle Gallerie Eike Schmidt. Realizzato dagli specialisti dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze sotto la supervisione del soprintendente Marco Ciatti e con la direzione di Cecilia Frosinini, l’intervento, iniziato nell’autunno 2017, si era reso necessario per la presenza di numerosi piccoli, pericolosi sollevamenti degli strati pittorici originari, collocati in un’area del dipinto caratterizzata da numerose creste di colore malamente schiacciate e frantumate durante antichi restauri e causati principalmente dalla compressione di forze contrastanti che le traverse ottocentesche scaricavano sulla superficie pittorica. L’opera risultava inoltre integrata pittoricamente nell’intervento precedente con una cura meticolosa, ma che allo stesso tempo comunicava l’impressione di una generale mancanza di definizione, a causa del sovrapporsi di abbondanti, ancorché raffinate velature di restauro. Tale fenomeno era accentuato anche dall’alterazione della vernice che si è scoperto essere leggermente pigmentata. Il certosino lavoro effettuato ha restituito al dipinto la sua originaria e amplissima gamma di sfumature del colore, la perfezione del dettaglio impressa dalla mano di Raffaello agli abiti, alle stoffe ed agli oggetti presenti nell’opera; e ha permesso un recupero della spazialità dell’ambientazione architettonica, che prima risultava quasi totalmente appiattita. Anche il supporto ligneo, che iniziava a mostrare alcune rigidità, è stato restaurato e il sistema di traversatura è stato reso reso più ‘flessibile’ ad assecondare i naturali movimenti del legno.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Galleria dell’Accademia di Firenze riapre al pubblico

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2020

Firenze Galleria dell’Accademia di Firenze Via Ricasoli, 58-60 la sala di Giotto e della sua scuola e la sala di Giovanni da Milano e degli Orcagna. La Galleria dell’Accademia di Firenze apre nuovamente al pubblico le sale al piano terra dedicate alla pittura del Duecento e Trecento, sempre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, dovute all’emergenza Covid-19. I visitatori potranno tornare ad ammirare, da vicino, nella sala di destra, i capolavori di Giotto e della sua scuola mentre, in quella di sinistra, le opere di Giovanni da Milano e dei fratelli Orcagna. Tra i dipinti di questi grandi maestri toscani, qui conservati, troviamo un prezioso frammento di affresco di Giotto raffigurante una testa di pastore e armenti, accompagnato da preziose opere dei suoi diretti seguaci, come le numerose formelle polilobate di Taddeo Gaddi, raffiguranti storie di Cristo e di San Francesco, provenienti dalla sagrestia della Basilica di Santa Croce di Firenze, oppure la grande croce dipinta di Bernardo Daddi.Nell’altra sala sono esposti altrettanti capolavori di cui ricordiamo la splendida Deposizione di Giovanni da Milano, datata 1365, e la monumentale Incoronazione della Vergine di Jacopo di Cione, fratello di Nardo e Andrea Orcagna, nota coma la Pala della Zecca, così denominata per essere stata commissionata dalla zecca fiorentina, intorno al 1373 circa. In questa sezione della Galleria dell’Accademia, si trova anche il trittico della Pentecoste, realizzata da Andrea Orcagna, opera tra le più rappresentative della straordinaria collezione di fondi oro del museo, che è stata soggetto di un importante restauro terminato proprio l’anno scorso.Orario di apertura al pubblico: Dal martedì alla domenica, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 Lunedì chiuso.L’ultimo ingresso consentito sarà 30 minuti prima della chiusura.È raccomandata la prenotazione (€ 4,00) tramite Firenze Musei, tel. +39 055 294883, oppure acquistando il biglietto tramite la piattaforma B-Ticket http://www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it/galleria/1/visita/Si ricorda inoltre la diminuzione del costo del biglietto intero da € 12,00 a € 8,00, ferme restando le gratuità di legge e le riduzioni già in atto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Moovart Co-Expo Firenze 2020”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2020

Firenze riapre martedì 1° settembre (dal 01.09.2020 al 06.09.2020), sala della musica della Fondazione Franco Zeffirelli. Ingresso gratuito. La mostra è aperta tutti i giorni orario dalle 10 alle 18. La mostra fu chiusa lo scorso 8 marzo a causa della pandemia da Covid 19, dopo solo sei giorni di apertura.L’esposizione temporanea d’arte – progetto ideato e realizzato dalla Fondazione di Ricerca Scientifica Amedeo Modigliani, in partnership con la MOOV LTD, teso a promuovere e valorizzare nuovi artisti emergenti a livello internazionale – tornerà visibile e proseguirà fino a domenica 6 settembre nella Sala della musica della Fondazione Franco Zeffirelli, in piazza San Firenze del capoluogo toscano. Patrocinata dal Comune di Firenze, la mostra tornerà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 18 con ingresso libero. Nella storica sala dell’oratorio di San Filippo Neri – tra le poche architetture barocche di Firenze e oggi sala della musica della Fondazione Zeffirelli – si potranno ammirare i lavori di 85 artisti (di cui 23 provenienti dall’estero), il più giovane dei quali ha 16 anni; si tratta di opere di pittura, scultura, fotografia, ceramica, arte orafa e arte digitale che ben rappresentano un variegato insieme di esperienze e sensibilità a confronto. Inoltre il pubblico potrà incontrare direttamente gli artisti scambiando opinioni, idee e giudizi sul mondo dell’arte.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »