Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘fiscalità’

La fiscalità di vantaggio al sud

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2020

E’ una misura di rilevanza storica che prevede una decontribuzione al 30%. In pratica, le aziende avranno uno “sconto” del 30% sui contributi che versano per tutti quei dipendenti che lavorano in una regione meridionale.Serve per colmare il divario che ancora esiste tra il nord e il sud del Paese, e tra l’Italia e gli altri Paesi europei. Una misura che renderemo strutturale e che potrebbe essere estesa anche ad altre aree del Paese.La fiscalità di vantaggio per il lavoro, tra l’altro, oltre ad avere un effetto diretto sul rilancio della domanda di lavoro e di incremento della competitività del Mezzogiorno, consente di contrastare il lavoro nero, favorendo l’emersione e intercettare il fenomeno del back-reshoring, per riportare in Italia quelle imprese che avevano delocalizzato all’estero.Stimolare crescita e occupazione rientra tra le priorità che ci siamo dati per la Legge di Bilancio e il Recovery Plan, ed in questi ambiti si interviene in modo incisivo anche attraverso una seria e coordinata politica fiscale.Abbiamo intrapreso una strada, quella della riduzione delle tasse, e la portiamo avanti. Con determinazione”. Lo scrive sui social il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Fiscalità Trust: Interventi per disciplina ad hoc”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2015

camera deputati“La mancanza di una disciplina di fonte legislativa che affronti in maniera compiuta ed organica la fiscalità del trust, soprattutto sotto il profilo delle imposte indirette, ha determinato un freno alla diffusione dell’istituto nel nostro Paese. Pertanto il perfezionarsi di una disciplina fiscale organica del trust non potrà che migliorare la fruibilità dell’istituto per un’amplissima platea d’investitori internazionali come le aziende in primis, ma anche privati desiderosi di effettuare investimenti nel nostro Paese, fungendo da volano per l’attrazione di capitali esteri. L’intervento renderà l’istituto agile e accessibile da parte di tutte le famiglie italiane, con esigenze di pianificazione patrimoniale in favore di soggetti deboli per il raggiungimento di finalità meritevoli di tutela.” E’ quanto ha affermato il Presidente Maurizio Bernardo VI Commissione Finanze della Camera, in merito ad una possibile revisione della disciplina fiscale del trust in Italia.“Le peculiarità del trust lo rendono uno strumento estremamente flessibile ed in grado di fornire efficaci risposte alle più disparate esigenze, sia in ambito privato che commerciale, infatti la mancanza di una disciplina ad hoc ha altresì generato un aumento del contenzioso tributario, con tutte le evidenti ripercussioni negative in termini di efficienza della ‘macchina della giustizia’ ed oneri diretti per Stato e cittadini.” Aggiunge Bernardo “La mancata regolamentazione da parte del Legislatore tributario, inoltre, frenando implicitamente l’utilizzo dello ‘strumento trust’, ha contribuito in maniera importante a non risolvere l’annoso problema della scarsa attenzione riservata in Italia ad attività di pianificazione patrimoniale e ordinato passaggio generazionale della ricchezza, in primis imprenditoriale.”Conclude il Presidente “Peraltro, questa incompiutezza della disciplina ha sovente consentito un utilizzo distorto dell’istituto giuridico contribuendo a creare un ‘clima di sospetto’ ed ostacolando la sana diffusione nel nostro ordinamento di un valido strumento per risolvere in maniera unitaria problematiche che, diversamente, necessiterebbero del ricorso a diversi istituti tipici del diritto civilistico, riduzione del contenzioso tributario, incentivo alla pianificazione patrimoniale e all’ottimizzazione del passaggio generazionale della ricchezza, miglioramento delle capacità previsionali in relazioni alle entrate erariali da imposizione indiretta.”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Famiglie e fiscalità

Posted by fidest press agency su martedì, 21 febbraio 2012

«Le misure di sostegno alla famiglia presenti all’interno dell’articolo 15 della bozza di decreto sulle semplificazioni fiscali sono un’occasione importante per dare ossigeno all’Istituzione che più di tutte, nel nostro Paese, è riuscita a fare da ‘ammortizzatore sociale’ in tempi di crisi. Un’opportunità da non sciupare». È quanto dichiara l’assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo, in merito alle misure previste nel testo dell’articolo della bozza del decreto-legge sulle semplificazioni fiscali, che sarà discussa venerdì 24 febbraio in Consiglio dei Ministri. «Riassegnare risorse significative – sottolinea l’Assessore capitolino – come le maggiori entrate derivanti dalle iniziative di contrasto all’evasione fiscale degli anni 2012 e 2013 per aumentare le detrazioni fiscali per i familiari a carico, oltre che un provvedimento importante dal punto di vista dell’equità sociale, a mio avviso rappresenta anche un indiscutibile segnale ‘educativo’: si toglie a chi cerca di sottrarsi ai doveri fiscali, a chi punta essenzialmente al proprio interesse personale, per dare a chi, la famiglia, da sempre ha svolto e tuttora ricopre un ruolo decisivo nell’ottica del bene comune del nostro Paese». «Per questo, auspico che il Governo nazionale nella seduta di venerdì prossimo possa dare concretamente seguito alle indicazioni contenute nella bozza. Sarebbe un importante segnale d’inversione di tendenza culturale da parte della politica nei riguardi della famiglia, un modo per dare concreta attuazione all’articolo 31 della nostra Carta Fondamentale», conclude De Palo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ulteriore aumento della benzina

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

La data del 28 giugno 2011 rimarrà nell’annale degli automobilisti italiani. Dopo l’aumento di 2 centesimi operato ad aprile, l’Agenzia delle Dogane ha deciso, infatti, un ulteriore aumento delle accise sui carburanti di 4,2 centesimi. La giustificazione resa nota è stata quella di dover finanziare gli oneri derivanti “dall’eccezionale afflusso di cittadini appartenenti a Paesi del Nord Africa” e il Fondo unico per lo spettacolo. La realtà – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – è che in pochi giorni gli automobilisti italiani perderanno quel piccolo risparmio che avevano accumulato con l’abbassamento del prezzo del petrolio e vedranno la benzina schizzare nuovamente oltre l’euro e sessanta centesimi, con un aumento medio del pieno di benzina intorno ai tre euro e un costo annuo maggiore di circa 2,1 miliardi di euro con una fiscalità sulla benzina che supera il 50% del prezzo alla pompa. Se nella manovra del Governo dovesse essere confermato l’aumento dell’Iva, il costo della benzina aumenterebbe ancora di 1-2 centesimi, raggiungendo il massimo livello, almeno degli ultimi venti anni. Adiconsum – conclude Giordano – ha attivato un Osservatorio sui carburanti (“Prezzi Benzina.it” accessibile gratuitamente dal sito http://www.adiconsum.it) che offre agli automobilisti la possibilità di conoscere i prezzi dei carburanti, e ha avanzato almeno due proposte al Governo che potrebbero rendere meno pesanti i prezzi della benzina, come gli aumenti periodici e non giornalieri e l’eliminazione dei costi impropri, come solo per fare un esempio, la tassa per la guerra di Abissinia, che gravano sulla fiscalità.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Noleggio veicoli: la ripresa è frenata dalla fiscalità

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 giugno 2011

Torna a crescere il settore del noleggio veicoli che sembra ormai aver superato la fase critica della difficile congiuntura economica internazionale: i dati del primo trimestre 2011 (immatricolazioni: +38,5%, fatturato pressoché stabile e flotta circolante: +1%) confermano il progressivo miglioramento degli indicatori evidenziati già a partire dal secondo semestre del 2010. Il persistente disallineamento rispetto all’Europa del trattamento fiscale nazionale dell’auto aziendale (e del noleggio in particolare), oltre all’imminente manovra sull’Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT), rischiano di compromettere lo sviluppo del settore. E’ questo il quadro emerso dalla presentazione della decima edizione del Rapporto ANIASA (l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria), presentato stamane a Milano nel corso di una conferenza stampa.
Nei primi tre mesi dell’anno in corso il settore del noleggio veicoli, nel suo complesso (noleggio a lungo e breve termine e fleet management), ha registrato risultati che fanno ben sperare per il prosieguo dell’anno. In un momento in cui la domanda di auto nuove da parte dei privati risente ancora della crisi economica (per fine 2011 si prevedono poco più di 1.800.000 immatricolazioni, ben il 7% in meno rispetto al 2010), la ripresa dell’immissione in flotta di veicoli nuovi da parte delle società di noleggio sta contribuendo a rendere meno negativo il bilancio complessivo del mercato. Il noleggio veicoli si conferma quindi comparto trainante per l’automotive con un’incidenza sul mercato aumentata dal 12,8% (primi 5 mesi 2010) ad oltre il 17% (gennaio-maggio 2011)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza Stampa Aniasa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2011

Milano 22 giugno 2011 (ore 10.45 – Hotel Principe di Savoia, piazza della Repubblica, 17). Conferenza Stampa Aniasa, Nel corso della Conferenza, che ha come titolo “Il Motore dell’autonoleggio e la ‘sfida fiscale’”, sarà presentata la decima edizione del Rapporto Aniasa (dati e trend di sviluppo registrati nel 2010 e nell’anno in corso) e verrà illustrato un documento/proposta Aniasa sulla fiscalità dell’auto aziendale e del noleggio in particolare.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi tra fiscalità e vantaggi alle imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Il rapporto realizzato da Isae, Obi e Srm conferma ciò che da tempo Adiconsum denuncia. L’onda lunga della crisi – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – continua a falcidiare il reddito delle famiglie e lo stato di fiducia degli italiani diminuisce sensibilmente non solo nelle regioni del sud, ma anche nel nord-ovest, area non certo tradizionalmente debole del Paese. Solo nel nord-est, dove si è reagito meglio alla crisi economica operando con investimenti e ammortizzando gli effetti della crisi con ammortizzatori sociali diffusi, la fiducia risale. Solo una seria politica – continua Giordano – di fiscalità di vantaggio per le imprese che vogliono investire in attività produttive unitamente alla defiscalizzazione diffusa del salario di produttività, riuscirà a far uscire dalle sacche della crisi l’Italia. Adiconsum è convinta che altro pezzo importante di una strategia di sviluppo economico è lo sblocco delle risorse pubbliche per gli investimenti ed una seria e concreta evasione fiscale. Basta andare nei porti, negli aeroporti o verificare il parco macchine di tanti liberi professionisti, imprenditori o gioiellieri per scoprire un mondo di evasione fiscale a tutti noto, ma da pochi contrastato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: riforma fiscalità locale

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 Maggio 2010

Il Comune viene dotato di nuovi e più efficaci strumenti per la riscossione dei propri crediti come la possibilità di chiedere alla Commissione Tributaria Provinciale l’applicazione di misure cautelari (sequestro preventivo e iscrizione di ipoteca) nei confronti degli evasori nonché di procedere all’iscrizione a ruolo, a titolo provvisorio, di metà degli importi oggetto di contestazione in sede giudiziaria. In favore dei contribuenti vengono snellite le procedure per la rateizzazione dei debiti erariali. Attraverso il portale del Comune di Roma potranno essere presentate le istanze per l’invio telematico gratuito di dichiarazioni e comunicazioni ICI (variazioni di superficie, richieste di agevolazioni etc.). Eliminati anche alcuni adempimenti inutili: iI contribuente con debiti relativi a cartelle di pagamento di diversa natura (Erario ed entrate comunali) potrà rivolgere le domande di rateizzazione direttamente all’Agente per la riscossione (Equitalia Gerit), senza più doverlo fare anche agli uffici centrali e periferici dell’Amministrazione comunale, risparmiando sul pagamento della relativa imposta di bollo. Le aziende che hanno debiti tributari con l’Amministrazione potranno ora compensarli anche attraverso la permuta di beni immobili di importanza ritenuta non strategica ai fini della propria attività. L’acquisizione di questi immobili al patrimonio comunale consentirà all’Amministrazione di utilizzarli anche allo scopo di fronteggiare l’emergenza abitativa. La delibera sulle modalità di esercizio del cosiddetto “ravvedimento operoso” (possibilità del contribuente di mettersi in regola) e quello sulla definizione dei tributi locali attraverso il procedimento di accertamento, con adesione e l’invito a comparire, puntano ad affiancare alle misure di contrasto all’evasione tributaria procedure atte a dare impulso alla conciliazione in via stragiudiziale delle controversie con i contribuenti, sia per ridurre il carico delle spese processuali di un inutile contenzioso, sia per facilitare il pagamento spontaneo dei debiti pregressi.Attraverso il ravvedimento operoso, si consente al contribuente, cui sono state contestate irregolarità e che rinunci a ricorrere in giudizio, di sanare la propria posizione pagando il dovuto, ma beneficiando dell’applicazione di sanzioni ridotte (1/12 della multa se la regolarizzazione avviene entro 30/90 giorni; 1/10 entro il termine di un anno e 1/8 entro un massimo di 3 anni). Ad analoghe finalità risponde anche l’istituto dell’accertamento con adesione e invito a comparire che si applica a situazioni più complesse, come la valutazione ICI delle aree edificabili o la stima della base imponibile relativa alla Ta.ri su superfici locali in cui si producano anche rifiuti speciali o assimilabili a quelli urbani. E’ previsto un abbattimento delle sanzioni fino a un ottavo del minimo, con possibilità di avvalersi della rateizzazione del pagamento e senza dover prestare alcuna garanzia.  Il ‘pacchetto di misure’ in materia tributaria sarà completato dalla Giunta, la prossima settimana, con il varo di un apposito “Statuto dei diritti del contribuente” per la fiscalità locale. Si tratta di una vera e propria Carta di Garanzie per imprese e cittadini, che punta, sulla falsariga dello Statuto già in vigore a livello nazionale, a rendere più trasparente e collaborativo il rapporto tra gli uffici tributari dell’Amministrazione comunale e i contribuenti, anche allo scopo di controbilanciare le iniziative dirette a contrastare l’evasione fiscale.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via la terza edizione del Programma Elisa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 dicembre 2009

Prende il via la terza edizione di “Elisa”, un programma destinato a finanziare progetti per l’innovazione di sistema degli Enti locali. L’iniziativa è coordinata dal Progetto Opportunità delle Regioni in Europa (P.O.R.E.), struttura di missione della presidenza del Consiglio dei Ministri alle dipendenze del ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. Nel corso delle prime due edizioni sono già stati messi in campo 75 milioni di euro, grazie al finanziamento congiunto di Governo, Enti locali e Regioni, per dare impulso alla modernizzazione delle Autonomie locali e del Sistema Paese. Con il terzo Avviso vengono stanziati oltre 11 milioni di euro per progetti che riguardano: – traffico e mobilità; – qualità dei servizi; – lavoro; – fiscalità e catasto, con alcune sostanziali novità, tra cui: una maggiore valorizzazione, in sede di valutazione dei progetti, delle aggregazione tra gli Enti locali; del livello di integrazione con i servizi infrastrutturali già presenti sui territori; della coerenza con i piani regionali e del positivo parere dell’ANCI, dell’Upi e dell’Uncem. In particolare l’ambito di intervento dei progetti dovrà rientrare nelle seguenti macrocategorie: gestione integrata della logistica nel trasporto pubblico locale, nella mobilità urbana ed extraurbana, pubblica e privata; sistemi di misurazione basati su tecnologie ICT, per la valutazione della qualità dei servizi erogati dagli EELL; gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa; integrazione e potenziamento dei sistemi informativi del lavoro. I progetti dovranno essere inviati esclusivamente on line collegandosi al sito http://www.pore.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »