Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘fiumicino’

L’aeroporto di Fiumicino testa con successo il sistema di controllo antidroga di Intelligent Fingerprinting

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 luglio 2019

Il trasporto intracorporeo è il processo di ingestione o inserimento nel corpo umano di ovuli di sostanze stupefacenti per eluderne il rilevamento. Il nuovo sistema antidroga di Intelligent Fingerprinting permette agli addetti doganali di agire in base alla ricezione di informazioni sulla possibile presenza di corrieri della droga e di rilevare tracce di trasporto intracorporeo entro soli 10 minuti, contrariamente a quanto accade con i tradizionali test dei fluidi corporei come l’urina, che solitamente richiedono strutture specificamente predisposte, sono più costose da gestire e possono richiedere più tempo per il controllo dei potenziali corrieri.Il test antidroga di Intelligent Fingerprinting raccoglie e analizza minuscole tracce di sudore dall’impronta digitale dei sospetti per rilevare l’eventuale presenza di stupefacenti, o dei loro metaboliti, rilasciati nel sistema della persona a seguito dell’ingestione o dell’inserimento di ovuli sigillati. Il test controlla simultaneamente quattro gruppi di narcotici – oppiacei, cocaina, anfetamine e cannabis – e offre una soluzione semplice, non invasiva e igienica, rapida e facile per tutti i soggetti coinvolti.
La soluzione per controlli antidroga di Intelligent Fingerprinting include una cartuccia monouso a prova di manomissione che impiega solo cinque secondi per raccogliere un campione di sudore. Il modulo di analisi portatile di Intelligent Fingerprinting legge quindi la cartuccia e in pochi minuti visualizza su un display un risultato positivo o negativo per ciascuna delle sostanze previste nel test.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aeroporti: potenziamento Fiumicino senza raddoppio

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

“Grande soddisfazione di Fratelli d’Italia per quanto emerso oggi nel corso di un incontro organizzato da Sky Tg24 sul sistema aeroportuale italiano. Il gruppo Atlantia, presente l’amministratore delegato Giovanni Castellucci, ha dichiarato di voler potenziare l’Aeroporto di Fiumicino all’interno dell’attuale sedime aeroportuale e non più con il raddoppio di ‘Fiumicino nord’, esattamente come richiesto da Fratelli d’Italia attraverso l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Senato della Repubblica a maggio del 2018. Molto bene anche le parole del nuovo presidente di Enac che ha affermato di condividere la posizione di FdI nel reputare necessaria la realizzazione del terzo aeroporto del Lazio. Finalmente si esce da una fase di opacità e di scelte incomprensibile e si ragiona su un razionale sistema aeroportuale italiano”. Lo dichiarano i senatori di Fratelli d’Italia, Daniela Santanche, componente della Commissione Industria e Giovanbattista Fazzolari, responsabile del programma di FdI

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione dell’archivio Maccarese

Posted by fidest press agency su martedì, 4 dicembre 2018

Fiumicino (RM) Mercoledì 7 dicembre a Fiumicino, ore 10.30 negli spazi da poco restaurati del Castello di San Giorgio Inaugurazione dell’archivio Maccarese. La storia di questa grande azienda romana è strettamente connessa con alcuni grandi temi della storia italiana del Novecento (le bonifiche e le migrazioni interne, le tecniche e le politiche di produzione agraria e zootecnica, le lotte sindacali del secondo dopoguerra) e altrettanto strettamente con la comunità che attorno alla sua attività si è sviluppata – in alcuni periodi vorticosamente – passando da meno di cento abitanti a fine Ottocento ai quasi cinquemila alla fine degli anni trenta del Novecento.
Nella giornata inaugurale dell’’archivio sono previsti due momenti. Il primo, a partire dalle 10.30, propone un incontro pubblico nel corso del quale Paolo Conti, giornalista del «Corriere della Sera», si soffermerà sull’importanza e l’’attualità dell’’apertura di un archivio come quello della Maccarese. Seguiranno le testimonianze di Silvio Salera, amministratore delegato di Maccarese Spa Società Agricola, e di Marco Tamaro, direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche, e la visita all’’archivio nella sua nuova sede.
Il pomeriggio, dalle ore 14.30, sarà riservato all’approfondimento scientifico con un seminario a invito, con l’’obiettivo di analizzare il lavoro compiuto, quanto ancora resta da fare e mettere a fuoco idee e suggestioni per le possibili prospettive di utilizzo e valorizzazione dell’’archivio, in relazione con istituzioni e territorio.
Il recupero e la valorizzazione dell’’archivio storico sono stati decisi dalla Società Maccarese con la collaborazione scientifica della Fondazione Benetton Studi Ricerche.
Nella seconda metà dell’Ottocento, 1500 capi bufalini, 900 capi vaccini, 300 pecore, 200 cavalli pascolano nei 5000 ettari della tenuta. Dove le condizioni di vita dei lavoranti sono drammatiche. Portata la capitale a Roma, il Governo Unitario, su proposta di Giuseppe Garibaldi, decide di deviare il Tevere e di bonificare l’’Agro Romano, infestato dalla malaria e abbandonato dalle popolazioni. Giungono da Ravenna i primi braccianti che a partire dal 1884 sono incaricati della bonifica dei territori di Ostia e Maccarese: ne giungono 500 ma presto un centinaio muore per malaria, polmonite e tetano.
Stato e Rospigliosi si palleggiano per alcuni decenni il finanziamento dei costosissimi interventi di bonifica. Nel 1920, 300 ettari vengono ceduti per la creazione del nuovo centro di Fregene. A metà degli anni venti, la proprietà dell’’immenso latifondo passa alla Società Generale Italiana Bonifiche che dà vita alla Maccarese. Arrivano da tutta Italia nuovi braccianti e presto la comunità locale raggiunge una consistenza mai vista. Attorno al Castello, nascono vari insediamenti, arrivano l’’acqua potabile e una rete di strade, la scuola, la stazione sanitaria e tutti i servizi necessari ad una piccola città. Nel marzo del 1930, Mussolini visita la Maccarese che pochi mesi dopo passa all’’IRI – Istituto per la Ricostruzione Industriale.
Per limitare le decise proteste salariali e per incardinare i lavoratori alla terra, si introduce la Compartecipazione Collettiva che presto si mostra incapace di rispondere alle attese sociali e viene perciò sostituita dalla mezzadria. Le mutate condizioni attraggono molti contadini soprattutto dal Veneto e molti dal Trevigiano. A metà degli anni trenta, la Maccarese gestisce 13 mila ettari e accoglie alcune migliaia di lavoratori.
Con l’’occupazione tedesca nel corso della seconda guerra mondiale, 200 ettari di terreno vengono allagati per ostacolare possibili sbarchi sul litorale romano. Bombardamenti e poi saccheggi mettono in crisi l’’azienda. Gli addetti scioperano e le tensioni crescono. Le lunghe lotte sindacali aprono la strada alla contrattazione nazionale e portano anche, in anticipo di anni rispetto ad altre realtà, al riconoscimento della parità salariale uomo-donna. Alla fine degli anni sessanta, viene perduto oltre un terzo della manodopera, i bilanci segnano profonde perdite che diventano insostenibili negli anni ottanta. Si tenta il rilancio, che fallisce, e nel 1999 Maccarese viene messa sul mercato e ad acquistarla è il Gruppo Benetton che tuttora la gestisce.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiumicino: Viabilità da terzo mondo ma si pensa solo al raddoppio dell’aeroporto

Posted by fidest press agency su sabato, 25 agosto 2018

“Il ponte della Scafa, che collega Ostia a Fiumicino, chiuso perché pericolante. Tutti i collegamenti con Fiumicino sono da terzo mondo, come il viadotto della Magliana, ma i signori delle speculazioni pensano soltanto al raddoppio dell’aeroporto. Prima bisogna adeguare e potenziare i collegamenti con Fiumicino, e solo dopo si può discutere di potenziare l’Aeroporto. Impensabile portare il Leonardo Da Vinci a 70 – 100 milioni di passeggeri senza prima costruire un adeguato sistema di comunicazione con Roma e Ostia. Così farebbe uno Stato serio non piegato alle logiche affaristiche dei soliti noti, alla onnipresente Atlantia del gruppo Benetton che detiene, oltre ad Autostrade, anche la concessione dell’Aeroporto di Fiumicino e che continua ad utilizzare le ingenti risorse della concessione aeroportuale per perseguire i propri interessi, invece che per realizzare investimenti utili. Presenterò nei prossimi giorni una interrogazione parlamentare per chiedere al governo cosa intenda fare per rivedere il pessimo contratto di servizio dell’aeroporto di Fiumicino”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aeroporto Fiumicino numero uno al mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 marzo 2018

Fiumicino (Roma) “Complimenti all’aeroporto di Fiumicino Leonardo Da Vinci che è risultato essere il numero uno al mondo per quanto riguarda la qualità dei servizi erogati. Un riconoscimento importante non solo per l’hub, che è il nostro biglietto da visita, ma anche per la città di Roma”. Così in una nota la Sindaca di Roma Virginia Raggi.“La classifica di Skytrax ha assegnato allo scalo della nostra città il primo posto su oltre 550 aeroporti di tutto il mondo. Il motivo è aver messo in atto il più forte miglioramento della qualità dei servizi offerti ai passeggeri. Un record che è confermato anche da un’altra classifica, quella dell’Airport Council International, in cui l’aeroporto Leonardo Da Vinci risulta essere primo tra i grandi hub in Europa. Un grazie ad AdR e ai tremila lavoratori che ogni giorno contribuiscono a migliorare l’accoglienza della nostra città”, aggiunge.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il “Grande Progetto Pompei” diventa una best practice di livello europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

fiumicino1Aeroporto di Fiumicino (Roma) Nella curva Schengen, tra il molo C e il molo D dello scalo romano, è stato installato il pannello informativo “L’Unione europea sostiene il Grande Progetto Pompei”. Continua in questo modo il racconto dell’Europa delle cose concrete, con l’investimento nella tutela e nella valorizzazione dell’area archeologica di Pompei, patrimonio mondiale dell’umanità.
La campagna di comunicazione è stata lanciata in concomitanza con il Dialogo con i cittadini e la visita a Norcia e Spoleto il 4 e 5 settembre del Commissario europeo alla Cultura Tibor Navracsics, che in compagnia di Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, si è soffermato nei pressi dell’installazione.
Oltre a rappresentare un’occasione di impulso per il territorio circostante in termini di occupazione e indotto, il Grande Progetto Pompei delinea uno degli elementi caratterizzanti il rilancio della Campania e del Mezzogiorno.
Il Grande Progetto Pompei punta a valorizzare e riqualificare il sito archeologico attraverso la messa in sicurezza dei monumenti, il consolidamento e restauro delle murature e delle superficie decorate, la protezione degli edifici dalle intemperie e il potenziamento del sistema di videosorveglianza.
Il Progetto ha ottenuto dalla Commissione europea il finanziamento su fondi FESR (Fondo europeo per lo sviluppo regionale) nell’ambito del Programma Operativo Interregionale Attrattori culturali Naturali e Turismo 2007-2013 per un ammontare complessivo di 105 milioni e un ulteriore appostamento di 34 milioni per il recupero delle economie di garaIl Grande Progetto Pompei è uno dei 60 progetti per 60 anni della campagna di comunicazione realizzata nell’ambito delle celebrazioni per il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea in Italia e dall’Agenzia per la Coesione Territoriale con la collaborazione di tutte le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rivolta a Fiumicino per il volo EasyJet Roma-Nizza

Posted by fidest press agency su martedì, 8 agosto 2017

aeroporto-romaAl gate del volo Roma-Nizza, nella notte tra il 4 e il 5 agosto, è scoppiata una rivolta dei passeggeri. Con quattro ore di ritardo, inizia l’imbarco del volo Easy Jet con le persone che passano i controlli e si assiepano nel finger, aspettando di salire sull’aereo. Dopo aver fatto salire tutti la compagnia all’improvviso cancella il volo, scatenando l’ira dei passeggeri, che vengono lasciati a loro stessi a protestare senza ricevere alcuna informazione. Arriva infine la conferma: il volo è stato spostato al giorno successivo alle 14:00 in seguito al malessere di uno dei piloti. Ma non finisce il calvario dei viaggiatori, che ricevono le loro camere d’albergo solamente alle 3 del mattino, a un chilometro di distanza e nemmeno abbastanza per contenere tutti. Decine di persone, nel frattempo, hanno perso coincidenze, eventuali passaggi a casa e prenotazioni in hotel.AirHelp, società che ha aiutato oltre 3 Milioni di passeggeri ad ottenere il rimborso per i loro voli in ritardo o cancellati, ricorda che gli italiani avrebbero diritto a rimborsi per oltre 94 milioni di euro dalle compagnie aeree per questi disagi e hanno tempo fino a 3 anni dall’accaduto per procedere. Un diritto in molti casi sconosciuto ai passeggeri e omesso dalle compagnie aeree (meno del 2% degli aventi diritto ha richiesto ed ottenuto il risarcimento). Tutte le compagnie aeree, comprese le low cost, devono infatti corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato. Per facilitare le richieste di rimborso, AirHelp ha lanciato il primo Boarding Pass Scanner al mondo funzionante tramite app. Per usare questa nuova funzionalità, ai passeggeri basta semplicemente scannerizzare il codice a barre sulla propria carta d’imbarco utilizzando la fotocamera dello smartphone.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiumicino apre il nuovo Punto Turistico di Roma Capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 6 agosto 2017

fiumicinoRoma. I passeggeri in arrivo al Leonardo da Vinci potranno usufruire di un nuovo “Punto Informazioni Turistiche – P.I.T.” aperto presso gli Arrivi internazionali del Terminal 3 da Roma Capitale. Il P.I.T., aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.45, sarà costantemente presidiato da personale specificamente formato per accogliere i turisti provenienti da tutto il mondo, fornendo loro informazioni a tutto tondo sulla Capitale, dai mezzi di trasporto disponibili da e per l’aeroporto, alle possibilità di alloggio, dagli itinerari turistici e gastronomici agli eventi e all’offerta di intrattenimento culturale di Roma. Presso il P.I.T. i visitatori in arrivo potranno anche acquistare la Roma PASS, la card turistica della città, o ritirare quella che avranno preacquistato online sul sito dedicato, oltre all’intera gamma di titoli di viaggio del trasporto pubblico gestito da ATAC, le mappe ufficiali della città, i biglietti di accesso a spettacoli ed iniziative culturali come i “Viaggi nell’Antica Roma – Foro di Augusto e Foro di Cesare” e altri servizi turistici, come i biglietti per i principali servizi Open Bus. Il punto informativo, oggetto di un completo restyling e situato in posizione ottimale rispetto al flusso dei passeggeri in arrivo, rappresenta un ulteriore servizio verso il turismo di lungo raggio e di qualità, consentendo di offrire a questo target strategico una efficiente informazione di sistema rispetto alla filiera turistica di Roma e del Lazio.
fiumicino1“Il principale scalo italiano, con oltre 200 destinazioni direttamente collegate, si conferma la primaria porta di ingresso alla città e al Paese”, dichiara Fausto Palombelli – Chief Commercial Officer di ADR, “in quest’ottica, un rinnovato welcome point di Roma Capitale è certamente un ulteriore segnale verso una maggiore cultura dell’accoglienza, per offrire il meglio della città fin dal primo approdo in aeroporto. Ringraziamo Roma Capitale per la collaborazione di questi mesi, che ha consentito di rinnovare il PIT in tempi rapidi”. L’aeroporto di Roma – Fiumicino ha visto transitare nei primi 6 mesi del 2017 oltre 13,5 milioni di passeggeri internazionali, con tassi di crescita particolarmente elevati dai mercati del Nord America (+4.7%), Centro e Sud America (+20.0%) ed Estremo Oriente (+14.4%).
Aeroporti di Roma, Società del Gruppo Atlantia, gestisce e sviluppa gli aeroporti di Roma Fiumicino e Ciampino e svolge altre attività connesse e complementari alla gestione aeroportuale. Fiumicino opera attraverso quattro terminal passeggeri. E’ dedicato alla clientela business e leisure su rotte nazionali, internazionali e intercontinentali; Ciampino è principalmente utilizzato dalle compagnie aeree low cost, dagli express-courier e dalle attività di Aviazione Generale. Nel 2016 ADR ha registrato, come sistema aeroportuale, oltre 47 milioni di passeggeri con oltre 230 destinazioni nel mondo raggiungibili da Roma, grazie alle circa 150 compagnie aeree operanti nei due scali.
Roma Capitale accoglie ogni anno oltre 14 milioni di turisti. I P.I.T. prestano assistenza e forniscono informazioni ad oltre 3,3 milioni di visitatori l’anno, offrendo un servizio in 6 lingue.In città sono disponibili altri 8 PIT, dislocati strategicamente nelle aree a maggior concentrazione turistica. I turisti hanno anche a disposizione un numero dedicato, lo 060608, attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00, disponibile in 6 lingue, che fornisce informazione e assistenza sia rispetto alle attrazioni turistiche che agli eventi culturali, vendendone in molti casi i biglietti di accesso.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aeroporto Fiumicino. Palumbo (PD): “Raddoppio piste incompatibile”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 maggio 2017

aeroporto-roma“Entro il prossimo 30 maggio Roma Capitale è chiamata a formalizzare un parere sull’impatto ambientale, atmosferico e acustico relativo al progetto di ampliamento dell’aeroporto di Fiumicino.
Nella riunione della Commissione Trasparenza sono state acquisite le osservazioni tecniche degli uffici comunali.
“Confortato – dichiara Palumbo – anche dal parere negativo già espresso dal ministero dell’ambiente, resto dell’avviso che il progetto dell’Enac e di Adr sul raddoppio delle piste è incompatibile con l’ambiente e la salute dei cittadini residenti in quel territorio. Risulterebbero compromessi 1300 ettari di Agro Romano nella zona di Maccarese compresi nella Riserva Naturale Statale del Litorale Romano.
Il progetto alternativo riproposto dal ‘comitato Fuoripista’ consente invece di incrementare le capacità dell’aeroporto fino a un totale di 80 milioni di passeggeri/anno, senza la necessità di cementificare o occupare altre aree agricole e della riserva naturale del litorale. Per i voli low cost, attualmente in costante aumento e su cui si basa essenzialmente la necessità di raddoppio delle piste ritengo necessaria la ricognizione di altri impianti idonei già esistenti nel Lazio.”

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aeroporto di Fiumicino: E’ finita a tarallucci e vino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2015

aeroporto leonardo da vinciE’ finita a tarallucci e vino la vicenda dell’aeroporto intercontinentale “Leonardo da Vinci” di Fiumicino. La relazione del ministro dei Trasporti, Graziano Del Rio e’ stata un capolavoro. Vediamo. Il ministro parla di 1100 milioni di investimenti che, pero’, sono gia’ stati stanziati dai precedenti governi. Se, invece di risalire alle responsabilita’ di 20 anni, si volesse risalire, piu’ propriamente a quelle di 4 anni fa, potremmo ricordare al ministro la presenza nella maggioranza governativa del suo partito. Tra l’altro, mentre il presidente Renzi viaggiava in treno, in Giappone, a 400 km all’ora, il treno Fiumicino-Roma (quello diretto) impiega 36 minuti per fare 30 km. Forse e’ il caso di darsi una mossa e impiegare da subito i denari a disposizione. Inoltre, per fare un po’ di chiarezza cerchiamo di distinguere gli episodi che hanno creato non poche difficolta’ agli utenti.
1. Maggio 2015. Incendio al terminal 3. La gestione dell’aeroporto e’ di Adr che ha impegnato negli ultimi 3 anni 600 milioni di euro per investimenti. Possibile che non sia stato rilevato in tempo l’incendio? Ci sono i sensori?
2. Luglio 2015. Interruzione energia elettrica. La gestione dell’aeroporto e’ di Adr che ha impegnato negli ultimi 3 anni 600 milioni di euro per investimenti. Possibile che non ci sia un sistema automatico di supporto di energia elettrica?
3. Luglio 2015. Incendio nella Riserva naturale statale del Litorale Romano a ridosso dell’aeroporto che ha creato il fumo il quale ha bloccato i voli. La riserva e’ affidata ai comuni di Roma (manco a dirlo) e Fiumicino. Incendi di tale portata significano incuria. E’ il caso che il ministero dell’Ambiente si riprenda la gestione della riserva? Dopodiche’, chi e’ rimasto con il cerino in mano e’ l’utente. Interessa? Non sembra, visto che il ministro, invece di prendere decisioni, si e’ limitato alle geremiadi di turno.E’ questa la nostra classe politica, bellezza! (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiumicino: criticità e investimenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2015

aeroporto-romaLa gestione di un Hub internazionale come Fiumicino, con 40 milioni di passeggeri l’anno, è un sistema complesso soggetto a molti fattori, che va armonizzato. I fili da tenere legati sono: 1)controllo del traffico aereo (Enav); 2) servizio a terra ad aeromobili e passeggeri (Società di Handling) spesso svolto con esiti disastrosi, 3) trasporto da e per Roma: una ferrovia inadeguata e un’unica bretella stradale che termina su un intasatissimo GRA; 4) la città di Fiumicino che ha una dotazione di forze di Polizia, Vigili del fuoco, Vigili urbani assolutamente inadeguata. Quindi, per superare la debolezza strutturale, che è frutto di una assenza di pianificazione ultraventennale, occorre un grande lavoro di armonizzazione dei soggetti interessati. E maggiori investimenti, non solo quelli di ADR che pure dal 2013 si stanno attuando.” Lo ha detto il senatore Bruno Astorre intervenendo in aula al Senato durante un’informativa sull’aeroporto di Fiumicino.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rogo di Fiumicino

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 luglio 2015

incendio fiumicinoincendio fiumicino2Si è appena concluso l’incontro presso la Procura della Repubblica di Civitavecchia, tenuto dal Procuratore Capo Gianfranco Amendola al quale hanno partecipato il Capo del Corpo forestale dello Stato Cesare Patrone accompagnato dal Comandante Regionale per il Lazio e dal Comandante Provinciale di Roma.
È stato fatto il punto sulle indagini relative all’incendio che è divampato ieri a Fiumicino nella Pineta di Coccia di Morto. I rilievi in corso effettuati dal personale specializzato del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo (NIAB) del Corpo forestale dello Stato, che si è avvalso del Metodo scientifico delle Evidenze Fisiche, hanno evidenziato che l’area di insorgenza del rogo è unica, posta in Via del Pesce Luna, bordo strada, in un’area fortemente degradata e disseminata da numerosi cumuli di rifiuti abbandonati, sia di natura domestica che industriale. Le fiamme, trasportate dal forte vento, hanno rapidamente percorso prima gli arbusti della macchia mediterranea limitrofa, per poi interessare la vicina pineta raggiunta in più punti da faville incandescenti prodotte dagli arbusti e dalle canne di Arundo donax distaccatesi per effetto spotting che hanno dato origine a diversi focolai all’interno della pineta. Verosimilmente, il vento ha determinato la rapida propagazione delle fiamme. Circa la natura, dolosa o colposa, dell’incendio si attende ora l’esisto degli ulteriori accertamenti. (foto: incendio)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio pineta Fiumicino

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2015

incendio pineta fiumicinoAncora in corso le operazioni di spegnimento dell’incendio divampato oggi pomeriggio nella pineta di Coccia di Morto a Fiumicino. Si stanno domando gli ultimi focolai attivi, in quanto trattandosi di conifere, il fuoco è particolarmente tenace e difficile da spegnere completamente. Grazie all’intervento massiccio dei mezzi aerei è stato possibile contenere le fiamme in tempi relativamente brevi. Si stima che per ora siano andati in fumo sette ettari di prati e sterpaglie e due di pineta. È probabile che l’incendio si partito dalle sterpaglie per poi addentrarsi nella pineta.Nella zona è ancora presente del fumo. Un elicottero del Corpo forestale e un altro della Regione stanno ancora operando, prima di procedere alla bonifica, che proseguirà a terra. Proseguono le indagini del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo (NIAB) della Forestale volte ad accertare le cause del rogo e all’individuazione dei responsabili. Il fatto che l’incendio si presentava con tre differenti focolai farebbe pensare all’origine dolosa. Attivata un’altra pattuglia del Corpo forestale per effettuare la perimetrazione dell’area. (foto: incendio pineta fiumicino)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio aeroporto di Fiumicino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 maggio 2015

aeroporto-roma“Dopo l’incendio del terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, evitando inutili speculazioni politiche, abbiamo inoltrato una interrogazione parlamentare al Ministro Del Rio per meglio comprendere alcune dinamiche di quanto accaduto nella notte fra il 6 ed il 7 maggio nell’hub in questione e che ci avevano lasciati perplessi. Da giorni, assistiamo a questo rimbalzo continuo di notizie sulla tossicità degli ambienti in cui si cerca di ripristinare l’operatività del terminal gravemente compromesso, senza che su questo tema ci sia una informativa precisa e definitiva. Anzi, c’è un incredibile balletto di notizie, l’una in contraddizione con l’altra. Adr, che rassicura sulla normalità della situazione sulla base di rilevazioni fatte da alcune aziende private specializzate e l’ Arpa, l’ Agenzia regionale per la protezione ambientale, che, al contrario, riscontra la presenza di diossina, di Pcb e di furani in quantità rilevanti”. A dirlo è Vincenzo Piso, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc).
Per Piso “si tratta di una situazione, quindi, paradossale ed inquietante sulla quale è intervenuta la magistratura con due nuovi indagati. Nello specifico, un dirigente Asl e uno di Aereoporti di Roma (Adr). A questo punto, considerando che non stiamo parlando di questioni di poca rilevanza, trattandosi della salute di centinaia di lavoratori e del maggior scalo aereoportuale italiano, forse il Governo e la Regione per voce dei suoi Ministri ed Assessori competenti dovrebbero, prima magari parlarsi, poi pretendere e, conseguentemente fornire, indicazioni precise su ciò che sta accadendo. O pensiamo che tutto possa essere risolto delegando ogni responsabilità all’intervento della magistratura?”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio a Fiumicino

Posted by fidest press agency su martedì, 12 maggio 2015

aeroporto-romaAd alcuni giorni dall’incendio che ha devastato il terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, USB oggi ha svolto un presidio in Aeroporto per denunciare la situazione incredibile in cui migliaia di lavoratori delle varie aziende che operano in aeroporto sono stati mandati a riprendere servizio in un contesto ambientale oggettivamente critico.Ciò che ha scatenato le nostre fortissime preoccupazioni riguardava la mancata comunicazione da parte delle autorità competenti, Enac e gestore Adr in testa, di chi avesse rilasciato l’agibilità anche parziale del terminal costringendo le maestranze ad operare anche per interi turni in presenza di fumo, odore acre, polveri sottili e, in molti casi, senza l’adeguato materiale di protezione o con mezzi del tutto inadeguati. Tra l’altro abbiamo anche segnalato come continuino i malori e i ricoveri presso le strutture sanitarie dell’aeroporto, mentre solo alcune Aziende abbiano previsto per i propri dipendenti, ulteriori misure precauzionali coerenti con il contesto. Ci domandiamo se sia normale che nel punto ristoro alle partenze terminal 3 si eroghi cibo non confezionato, panini, cornetti, con la fuliggine che ancora circola nell’aria ed è visibile nei mobili del bar e sulle mascherine che portano i lavoratori.
E’ inoltre diffusa la preoccupazione che l’incendio abbia sprigionato nell’aria sostanze altamente tossiche. L’USB chiede che siano fatte le dovute verifiche per escludere che siano presenti particelle di amianto.Grazie alle nostre ripetute denunce siamo stati informati che Enac solo il 9 maggio, ovvero il giorno dopo la riapertura, aveva avuto una prima autorizzazione da parte di una società privata, mentre solo oggi, a 5 giorni dal catastrofico incendio, la Asl competente ha svolto la prima ispezione del terminal, tra l’altro chiamando a sua volta l’Arpa (Agenzia Regionale Protezione Ambiente) a fare i dovuti e necessari rilievi.Tutto questo sta sollevando un enorme interrogativo su come sia stata gestita l’emergenza e se davvero la salute dei lavoratori sia stata davvero tutelata come prevede la legge (e il buon senso) di questo Paese.Dopo essere stati in prima fila ad assistere i passeggeri durante il caos generato dal rogo, oggi i lavoratori e l’USB vogliono sapere se c’è o non c’è l’agibilità ambientale per lavorare e a quali condizioni e con che mezzi si possa svolgere le proprie mansioni nelle zone dell’aeroporto riaperte frettolosamente il giorno dopo, chiedendo di avere questo responso degli enti pubblici preposti, senza più l’approssimazione di questi giorni, e di conoscere l’esatta verità sulle conseguenze dell’incendio.USB Lavoro Privato oggi ha scritto una lettera a tutte le autorità governative per sollevare a tutti i livelli il dramma in atto nell’aeroporto principale del paese, dichiarandosi determinato a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori con tutti i mezzi disponibili, messi a disposizione anche dalla stessa legge sulla restrizione degli scioperi 146/90.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio Fiumicino. I diritti dei passeggeri e come farli valere

Posted by fidest press agency su domenica, 10 maggio 2015

viaggiatori sedentariA causa dell’incendio al Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino, migliaia di persone non sono potute partire oppure sono rimaste bloccate per lunghi periodi in attesa di poter continuare il viaggio. Questi i diritti dei viaggiatori che hanno acquistato biglietti aerei o pacchetti viaggio. Se il biglietto aereo non fa parte di un pacchetto viaggio, è necessario rivolgersi alla compagnia aerea. Il passeggero ha diritto a:
A) Rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non usufruita oppure, in alternativa, ad un nuovo volo (riprotezione) con partenza il prima possibile o in data successiva piu’ conveniente per il passeggero, a condizioni comparabili. La compagnia può anche offrire un buono da utilizzare in futuro, ma sta al consumatore decidere se accettarlo o meno.
B) Assistenza, ovvero:
– pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
– adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o piu’ pernottamenti;
– trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
– due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail;
– l’assistenza va data in precedenza alle persone con mobilita’ ridotta e ai loro eventuali accompagnatori nonche’ ai bambini non accompagnati.
Non si ha diritto alla compensazione pecuniaria nè al risarcimento del danno. Se però la compagnia area non garantisce i diritti di cui sopra, e il consumatore è costretto a pagare di tasca propria (albergo, pasti, voli, etc.), al rientro in Italia si potrà chiedere un rimborso di quanto speso ed un risarcimento del danno causato dall’inadempimento di obblighi di legge (per l’occasione e’ bene conservare scontrini e fatture). Richiesta da fare con lettera raccomandata a/r di messa in mora alla compagnia aerea, da inviare per conoscenza anche all’Enac e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato.
Per l’assistenza in aeroporto (pasti, albergo ecc.), ci si dovrà rivolgere alla compagnia aerea. Ma nel caso di volo aereo facente parte di pacchetto viaggi tutto compreso, è necessario rivolgersi al tour operator e all’agenzia di viaggi per ottenere il rimborso del prezzo della vacanza (o parte di vacanza) di cui non si è potuto godere. Richiesta da fare con lettera raccomandata a/r di messa in mora. (1) Ecco cosa spetta al viaggiatore:
A) Se il consumatore non è potuto partire, ha diritto a una di queste opzioni:
– usufruire di un altro pacchetto di qualita’ equivalente o superiore senza supplementi di prezzo;
– usufruire di un altro pacchetto di qualita’ inferiore previo rimborso della differenza di prezzo;
– essere rimborsato dell’intera somma gia’ pagata entro 7 giorni lavorativi dal momento del recesso o della cancellazione;
N.B. Non c’è invece alcun diritto al risarcimento del danno provocato dalla cancellazione (es: risarcimento da vacanza rovinata).
B) Se il consumatore è già partito e non riesce a rientrare a causa della cancellazione del volo, l’organizzatore (tour operator o agenzia viaggi) appresta a proprie spese ogni rimedio utile al soccorso del consumatore al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio. Il consumatore non ha invece diritto al risarcimento del danno (es: risarcimento da vacanza rovinata).
Se però il tour operator e/o l’agenzia viaggi non garantiscono i diritti di cui sopra, e il consumatore è per questo motivo costretto a pagare di tasca propria (albergo, pasti, voli, etc.), al rientro in Italia si potrà chiedere un rimborso di quanto speso ed un risarcimento del danno causato dall’inadempimento di obblighi di legge (per l’occasione e’ bene conservare scontrini e fatture).

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio aeroporto: perplessità

Posted by fidest press agency su sabato, 9 maggio 2015

bruno astorre“Ha ragione il deputato PD Michele Anzaldi quando chiede se non ci fosse un piano B per tutelare i passeggeri, evitando la chiusura dello scalo di Fiumicino per ore a causa del rogo”. E’ quanto afferma in una nota Bruno Astorre, senatore del Partito Democratico. “Non è ammissibile che numerosi passeggeri abbiano subito disagi cos ì gravi per un’emergenza, accaduta oltretutto in piena notte. Roma tra qualche mese – prosegue il senatore – dovrà celebrare il Giubileo: possiamo forse permetterci di affrontare questo evento con tale inadeguatezza?”
“Mi auguro che si lavori celermente per ripristinare una situazione di normalità nello scalo – conclude Astorre – ma poi si faccia seriamente chiarezza su quanto accaduto”

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio Fiumicino: le cose che non vanno

Posted by fidest press agency su sabato, 9 maggio 2015

aeroporto-roma“Aeroporti, navi, stazioni: ormai la sciatteria nella manutenzione e nei controlli si è impadronita di tutte le strutture, a farne le spese cittadini e lavoratori. Fiumicino è l’ultimo esempio di tale tragica deriva. Chi non ricorda il terribile rogo della stazione Tiburtina, nuova di zecca e neanche inaugurata? Per non parlare dei numerosi incidenti su navi e traghetti”. Ė il commento del presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che continua: “Per inseguire le sirene del commercio a tutti i costi abbiamo trasformato i nostri scali in bazar, infischiandocene delle conseguenze che ciò può provocare. Le condizioni di lavoro sono scadute così come le rilevazioni periodiche sulla sicurezza. Chiediamo adesso alla Asl competente, la Roma D e a tutte le autorità coinvolte, di promuovere controlli costanti sulle condizioni di lavoro, sulla manutenzioni degli impianti dell’indotto di Fiumicino, sulle autorizzazioni concesse e la puntualità delle verifiche necessarie”, continua il presidente. “Un’altra riflessione vorremmo esprimerla sul totale caos nelle informazioni alle migliaia di cittadini in attesa di imbarcarsi, che sono rimasti per ore ed ore senza capire bene quale sarebbe stato il loro destino. Ciò è inaccettabile, da parte di una gestione costantemente impegnata in pubblicità magniloquenti e costose e incapace di gestire la comunicazione in una situazione di crisi”, chiosa Maritato.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raddoppio aeroporto Fiumicino

Posted by fidest press agency su martedì, 1 febbraio 2011

“Da oggi al 2020 13 kmq di aree verdi e agricole del Lazio, attualmente sottoposte a vari vincoli, sono destinate a sparire, ricoperte dal cemento e dall’asfalto di Fiumicino 2, il progetto di ampliamento abnorme dell’aeroporto Leonardo Da Vinci che la Aeroporti di Roma Spa ha intenzione di attuare”. Lo denunciano i senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, che hanno presentato un’interrogazione parlamentare ai ministri dell’Ambiente e delle Infrastrutture. “Secondo il mega progetto l’aeroporto – spiegano i due senatori del Pd – raddoppierebbe la sua superficie, con la costruzione non solo di un nuovo molo passeggeri ma soprattutto di alberghi,  centri  commerciali  e direzionali  per  più di  un milione di metri cubi, con uno stravolgimento del territorio e dell’ambiente, oltre che il peggioramento dell’inquinamento  acustico per le migliaia di persone che vivono nella zona. L’operazione è destinata ad arricchire i proprietari delle aree su cui sorgeranno le nuove costruzioni, cancellate imprese e abitazioni. La finalità apparente è di portare in dieci anni quasi a raddoppiare il numero dei passeggeri in transito per l’aeroporto di Fiumicino, e il masterplan di Adr prevede che per raggiungere questo obiettivo, a dire poco ottimistico, si utilizzi la Riserva Statale del Litorale Romano, dove vige il divieto di ‘realizzare interventi di trasformazione e ulteriore urbanizzazione del territorio. Su questo punto, in particolare, occorre che i ministri dell’Ambiente e delle Infrastrutture facciano chiarezza: in alcune interrogazioni hanno riferito che il progetto di espansione  comporterà l’utilizzo di circa 140 ettari, dei quali solo uno ricadente nell’area della Riserva, mentre il masterplan  prevede l’utilizzo di un’ area dieci volte maggiore di quella dichiarata dai ministri. Stando ai dati attuali – concludono i parlamentari –  Fiumicino 2 appare una  mega operazione immobiliare e speculativa su cui occorre fare la massima chiarezza, e per la quale, data la vastità e l’impatto dell’intervento, sarebbe necessario l’avvio della Vas, la valutazione ambientale strategica prevista dalla legge italiana ed europea per interventi di questa complessità e rilevanza”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Treno per Fiumicino tra i più cari d’Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2010

Per andare dalla stazione Termini all’aeroporto di Fiumicino occorrono quindici euro. Si tratta della seconda tariffa più cara d’Europa, dopo i 21,50 euro di Londra. “Quando si tratta di pagare solitamente l’Italia è sempre al primo posto. – commenta sarcasticamente Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori – In questo caso però Londra ci batte solo perché la distanza è maggiore, il viaggio più lungo e in vagoni certamente più confortevoli di quelli del Leonardo Express”. Un convoglio che Trenitalia definisce interamente di prima classe, ma che per l’esponente del partito presieduto da Antonio Di Pietro, nasconde innumerevoli disservizi: “I binari sono distanti e non facili da individuare, i sedili sporchi e a volte divelti per non parlare dello stato dei servizi igienici e del funzionamento altalenante dell’aria condizionata, considerata l’afa torrida di questi giorni. Occorre assolutamente provvedere – prosegue Tortosa – alla luce anche del raddoppio, finora ingiustificato, del costo del biglietto passato da otto a quindici euro. Continueremo a denunciare questo stato di cose finché Trenitalia non vi porrà mano – conclude l’esponente dipietrista – perché tutto ciò rappresenta un pessimo e inaccettabile biglietto da visita per i turisti che giungono nella capitale; così facendo certo il loro numero non crescerà, come invece auspicato dalle autorità comunali che si affannano per incrementare i flussi turistici”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »