Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘flussi’

La Lettre de la Chambre

Posted by fidest press agency su domenica, 23 dicembre 2018

In un contesto in cui la globalizzazione ci permette di ridurre le distanze geografiche e di aumentare la velocità rafforzando i flussi e gli scambi commerciali internazionali e creando un’interdipendenza sempre più forte tra i vari paesi del mondo, sono diverse le sfide che ci troviamo a dover affrontare a livello economico, politico, culturale e sociale. L’esplosione urbana, l’addensamento dei territori e l’aggravamento del cambiamento climatico sono tutti temi chiave che ci interessano da vicino e da cui ritengo sia fondamentale partire per salvaguardare la salute del nostro pianeta e la vita delle generazioni future.La Chambre, da sempre sensibile alle cause della protezione ambientale e alle sfide poste dagli effetti del surriscaldamento globale, crede fortemente nella promozione di un modello economico sostenibile in grado di migliorare la qualità di vita delle persone e di preconizzare la razionalizzazione e l’uso responsabile delle risorse naturali a nostra disposizione.
Il tradizionale Cocktail di Natale della Chambre ha rappresentato anche quest’anno l’occasione per celebrare i valori e i principi della responsabilità sociale, ponendo al centro dell’attenzione le attività di Italian Climate Network.Il 2018 è stato un anno pieno di traguardi e grandi successi per la Chambre che con i suoi progetti è riuscita a raggiungere i più grandi gruppi francesi e italiani continuando a rafforzare sempre di più le relazioni tra Italia e Francia in un contesto così particolare per i nostri paesi. Dandovi appuntamento ai prossimi eventi della Chambre, rivolgo un caloroso augurio di buone feste a tutti voi e alle vostre famiglie con cui spero possiate concludere l’anno in serenità e armonia. (Il Presidente, Denis Delespaul) (fonte: La Lettre – CCI France Italie)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I flussi migratori e gli errori del PD pagati dagli italiani

Posted by fidest press agency su sabato, 5 agosto 2017

migranti«Dopo aver riempito l’Italia di immigrati clandestini oggi il Pd arriva in aula e sostanzialmente ammette di aver sbagliato tutto e che avevamo ragione noi “pericolosi populisti”. Fratelli d’Italia ha scelto di astenersi sull’iniziativa in Libia perché la missione ha dei contorni troppo poco chiari per poter dare un voto favorevole ma volevamo comunque dare un voto di incoraggiamento al governo perché per la prima volta ammette che bisogna bloccare i flussi migratori». È quanto ha dichiarato a margine del voto in aula il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni sulla relazione che autorizza la partecipazione dell’Italia alla missione internazionale in supporto alla Guardia costiera Libica.Il leader di FdI ha poi risposto a una domanda sulle ONG: «Penso sia scandaloso il comportamento di alcune organizzazioni non governative, che scelgono di non accettare alcune regole molto blande che il governo prova a concordare con loro. Penso che non si possa consentire a chiunque di favoreggiare l’immigrazione clandestina e che se queste ONG si comportano cosi si debbano sequestrare le loro navi e denunciare i loro equipaggi, perché quello è fiancheggiamento dell’immigrazione clandestina».

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza immigrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 aprile 2017

immigrazione-via-mareProsegue anche nel 2017 il massiccio flusso di ingressi via mare in Europa, in particolare verso l’Italia che ha visto sbarcare sulle proprie coste oltre 24mila migranti in tre mesi. Tra gli sbarcati, 2.293 minori non accompagnati (consulta la pagina dedicata ai MSNA). Questa la situazione al 5 aprile: per il nostro Paese si tratta di un nuovo aumento, il 30% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Oltre 10mila arrivi nel mese di marzo appena concluso. Il confronto con gli arrivi sulle isole Greche, limitati dopo l’accordo UE- Turchia, è notevole: in Grecia il flusso anche in questi primi tre mesi dell’anno resta contenuto, con 4mila sbarcati al 3 aprile. E in Spagna il numero è ancor più ridotto (1.500 arrivi via mare in tre mesi). Complessivamente sono dunque oltre 30mila i migranti giunti via mare in Europa attraverso il Mediterraneo. Rispetto alle provenienze prevalgono in Italia tra gli arrivi più recenti i migranti originari della Nigeria, della Guinea e del Bangladesh, quest’ultimo in notevole crescita.L’impatto degli sbarchi sul sistema di accoglienza italiano resta considerevole: al 5 aprile risultano presenti più di 176.470 migranti. In particolare il 78% dei migranti è ospitato in strutture di accoglienza temporanee, il 13,5 % nei centri del sistema SPRAR e il restante 8% negli hotspot e centri di prima accoglienza nelle regioni di sbarco.Continua seppur a rilento il meccanismo di ricollocamento dei richiedenti asilo in altri Paesi Membri: la situazione al 30 marzo indica che complessivamente sono stati ricollocati 16.025 migranti, di cui 4.746 dall’Italia (su un totale di 34.953 previsti) e 11.279 dalla Grecia (su 63.302 previsti per settembre 2017).E’ già molto significativo anche il numero dei morti e dispersi nel Mediterraneo dall’inizio dell’anno sino al 4 aprile scorso: 663 migranti hanno perso la vita nel viaggio verso l’Europa – 7 persone ogni giorno- e principalmente sulla più pericolosa rotta del Mediterraneo Centrale dal Nord Africa- Libia in particolare all’Italia (602 le vittime).
Nei primi due mesi del 2017 i richiedenti asilo nel nostro Paese sono stati 24mila, in aumento del 60% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nel 2016 si era già registrato un record con il più alto numero di richieste mai registrato in un ventennio: oltre 123mila – 10mila ogni mese, il 47% in più rispetto al 2015 (consulta la pagina dedicata). Nel 2016 le Commissioni Territoriali hanno esaminato oltre 90mila domande, e per il 60% dei casi l’esito è stato negativo (nel 2015 la percentuale di dinieghi era stata del 39%).Le domande di asilo in Europa nel 2016 sono state 1.204.300. In Germania, il Paese che accoglie di più sia in termini assoluti che rispetto alla popolazione, si è registrato un vero e proprio boom: 722mila richiedenti, il 63% in più rispetto al 2015. In Italia migranti che hanno fatto richiesta di asilo per la prima volta sono stati oltre 121mila, + 46% rispetto al 2015. Il nostro Paese è al secondo posto come numeri assoluti, ma solo decimo in base al numero di abitanti (consulta i dati Eurostat)
Sono quasi 5milioni i siriani che hanno abbandonato il proprio paese: 2 milioni e 910mila sono rifugiati in Turchia, 1.011mila in Libano, e 656mila in Giordania: secondo l’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati si tratta della più grave crisi umanitaria degli ultimi 25 anni. In tutta Europa le richieste d’asilo presentate da siriani da aprile 2011 a ottobre 2016 sono state 885mila, di cui 867mila nei paesi dell’Unione più Svizzera e Norvegia. Tra i Paesi UE Germania e Svezia insieme rappresentano i due terzi delle domande presentate da siriani.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Flussi migratori nel Mediterraneo: dibattito in plenaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 febbraio 2017

mogheriniBruxelles Parlamento europeo. I deputati discuteranno mercoledì pomeriggio intorno alle 17.00 la crescente pressione migratoria nel Mediterraneo centrale. Mentre il numero di persone che attraversano il Mar Egeo per raggiungere l’UE si è notevolmente ridotto, quello di coloro che rischiano la traversata del Mediterraneo centrale – principalmente dalla Libia verso l’Italia – ha continuato ad aumentare.L’idea di replicare l’accordo UE-Turchia per far fronte a flussi migratori dalla Libia, proposta all’inizio del mese dal Primo ministro maltese e Presidente di turno del Consiglio UE, Joseph Muscat, è stata respinta dalla vicepresidente Mogherini. L’Alto rappresentante ha invece annunciato 200 milioni di euro in finanziamenti comunitari da destinare al Fondo UE per l’Africa per aiutare a prevenire la migrazione dalla Libia. Questo finanziamento include 3,2 milioni di euro per ampliare il programma di formazione dell’UE per la guardia costiera libica, parte dell’Operazione Sophia.Parte degli stanziamenti saranno inoltre utilizzati per sviluppare un programma di “rimpatri volontari”, per aiutare alcuni dei migranti bloccati in Libia a tornare nei loro Paesi di origine.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appello: gestione flussi migratori

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2017

migrantes“Sulla gestione dei flussi migratori deve essere spazzata via l’ipocrisia, ecco perché facciamo appello al nuovo Ministro dell’Interno Minniti. Questa materia ormai drammatica richiede serietà. Non ci si possono impiegare 12 mesi per dire se un immigrato ha diritto all’asilo o no e poi consentire altri due anni di soggiorno in attesa dell’esito del ricorso. Dobbiamo fare ogni sforzo per dare questa risposta in 12 giorni, impedire i ricorsi e rimpatriare tutti coloro che non fuggono da guerre e persecuzioni”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli intervistato da Intelligonews diretto da Fabio Torriero. “In secondo luogo – ha aggiunto- noi dobbiamo e vogliamo ospitare tutti coloro che fuggono dalle guerre e riteniamo che l’Europa debba fare altrettanto. In questa gara di solidarietà dobbiamo dare priorità alle donne e ai bambini. Tutti coloro i quali vengono invece in Italia per ragioni di carattere economico, che fuggono da un altro dramma che è quello della povertà, devono essere rimandati in Africa e aiutati a casa loro perché non esiste alcuna possibilità di accogliere i 10 milioni di africani che si vorrebbero trasferire entro un anno in Italia e in altri paesi europei”. “Queste le linee guida che chiediamo al governo di far proprie contenute nella mozione che si discuterà alla Camera dei deputati”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Flussi migratori nei mari del Sud

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 maggio 2015

sud_est_asia700L’UNHCR accoglie con favore l’annuncio odierno dei ministri degli Esteri di Malaysia, Indonesia e Thailandia con cui si impegnano a risolvere il problema delle migliaia di rifugiati e migranti bloccati in barca nella Baia del Bengala e al largo delle coste del sud-est asiatico. Tale annuncio rappresenta un importante primo passo nella ricerca di soluzioni al problema ed è fondamentale per garantire il salvataggio di vite umane.Ora è necessario che queste persone vengano fatte sbarcare con la massima urgenza e senza indugi e che vengano garantiti assistenza medica e pronto soccorso per tutti coloro che ne hanno bisogno. Ci auguriamo che tali interventi vengano portati avanti senza alcun ritardo. L’Agenzia concorda con i Ministri sulla necessità di ulteriori interventi in futuro, mirati, tra le altre cose, ad affrontate le cause profonde di questo fenomeno. Sarà necessario tenere adeguatamente conto delle esigenze delle persone bisognose di protezione internazionale. Come in altre regioni del mondo, al centro di grandi flussi migratori via mare, i paesi della regione dovranno lavorare insieme per affrontare il problema in maniera significativa ed efficace.
L’UNHCR stesso è disponibile a lavorare con i paesi della regione per trovare soluzioni alla grave situazione in cui versano queste persone. Tali soluzioni potrebbero includere anche il rimpatrio volontario delle persone nei loro paesi d’origine, non appena le condizioni lo consentiranno.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi flussi migratori

Posted by fidest press agency su sabato, 17 gennaio 2015

FCO 312 - Nigeria Travel Advice Ed2 [WEB]L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime forte preoccupazione per i rimpatri dal Niger alla Nigeria di centinaia di rifugiati, rimpatri avvenuti il 14 gennaio nel contesto di un’operazione congiunta organizzata dal Governatore dello Stato di Borno in Nigeria e dalle autorità in Niger. Secondo le informazioni ricevute dall’UNHCR, i rifugiati sono stati trasportati in 9 autobus a Maiduguri, la capitale dello Stato di Borno in Nigeria. Altri 11 autobus sono attualmente parcheggiati nella città di Gagamari nella regione di Diffa in Niger, in attesa di trasportare altri rifugiati in Nigeria. Considerate le condizioni di insicurezza presenti nello Stato di Borno e i recenti attacchi dei ribelli, l’UNHCR esprime preoccupazione per la natura di questi ritorni e ha chiesto alle autorità di fermare l’operazione fino a quando non vi saranno garanzie adeguate e un accordo giuridico condiviso tra Nigeria, Niger e UNHCR.
I rifugiati in fuga dal brutale conflitto nel nord-est della Nigeria continuano ad arrivare in Niger e Ciad, raccontando storie strazianti di morte e distruzione. I team dell’UNHCR hanno riferito che i rifugiati hanno raccontato l’estrema violenza che hanno subito o di cui sono stati testimoni durante gli attacchi contro la città di Baga il 3 e il 7 gennaio. Una donna, che è scappata da Baga con i suoi cinque figli e il marito, ha detto di aver visto i ribelli che correvano con le proprie auto sopra donne e bambini, che sparavano alle persone e che usavano i coltelli per tagliare la gola delle persone in strada. Si stima che a Baga ci siano stati centinaia di morti. La famiglia terrorizzata è riuscita a fuggire nottetempo, prima di raggiungere Maiduguri, da dove hanno preso un autobus per il Niger.
Complessivamente, circa 13.000 rifugiati nigeriani sono arrivati in Ciad occidentale dall’inizio di questo mese, quando sono iniziati gli attacchi a Baga. Fino a questo momento l’UNHCR e la Commissione governativa nazionale per l’accoglienza e il reinserimento di rifugiati e rimpatriati (CNARR) hanno registrato oltre 6.000 rifugiati. Ogni giorno continuano ad arrivare decine di rifugiati, molti dei quali in canoa sul Lago Ciad in direzione di aree come Ngouboua e Bagasola, circa 450 chilometri a nord-ovest della capitale ciadiana N’Djamena. Considerato anche l’ultimo afflusso, sono circa 16.000 i rifugiati nigeriani che sono arrivati in Ciad dal maggio 2013. L’UNHCR esprime preoccupazione per la possibilità che i rifugiati provenienti da Baga e dalla zona circostante abbiano scelto di fuggire attraverso il lago in Ciad, in quanto ciò potrebbe indicare che la rotta via terra verso il Niger sarebbe bloccata dai ribelli.
I team dell’UNHCR in Ciad hanno riferito di aver identificato 104 minori non accompagnati, che sono stati separati dalle loro famiglie mentre fuggivano dagli attentati di Baga. Sono stati collocati in famiglie affidatarie in attesa di ricongiungersi con la propria.
Allo stesso tempo, l’UNCHR ha avviato il trasferimento alla volta del sito di recente apertura di Dar Es Salam, nei pressi di Bagasola, di circa 2.000 rifugiati che erano rimasti bloccati sulle isole del Lago Ciad di Koulfoua e Kangalam,. Il sito, che ospita attualmente circa 1.600 rifugiati, si trova a 70 chilometri dal confine con la Nigeria e sarà in grado di ospitare fino a 15.000 persone.
Gli attacchi di Baga hanno spinto circa 572 persone a fuggire verso la regione di Diffa in Niger: alcuni di essi hanno attraversato il Ciad prima di raggiungere il Niger.
Da quando nel maggio 2013 è stato dichiarato lo stato di emergenza negli Stati di Adamawa, Borno e Yobe nel nord-est della Nigeria, si stima che 153.000 persone siano fuggite nei paesi limitrofi. Ad oggi, l’UNHCR ha registrato oltre 37.000 rifugiati nigeriani in Camerun, circa 16.000 persone sono arrivate in Ciad, e le autorità in Niger stimano che più di 100.000 persone – sia rifugiati nigeriani e che cittadini del Niger – siano arrivate dal nord-est della Nigeria devastato dalla guerra. Nel solo 2015, la violenza ha provocato l’esodo di 19.000 persone.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I migliori oli del Mediterraneo

Posted by fidest press agency su martedì, 8 maggio 2012

Tronc d'olivier à Bela Vista (Lisbonne, Portugal).

Tronc d’olivier à Bela Vista (Lisbonne, Portugal). (Photo credit: Wikipedia)

Arezzo dall’8 al 20 maggio, ospiterà la terza edizione di Medoliva, la fiera internazionale dedicata ai migliori oli extravergine di oliva del bacino del Mediterraneo.
La manifestazione, organizzata da Arezzo Fiere e Congressi in collaborazione con la Provincia di Arezzo e il supporto istituzionale della Camera di Commercio di Arezzo, della Regione Toscana e delle tre associazioni di categoria (Cia, Coldiretti e Confagricoltura) rappresenta un’occasione unica di vedere riuniti contemporaneamente tutti gli attori della filiera olivicola: produttori, territori, associazioni, vivai, cosmesi, cucina, marketing, distribuzione, settore macchinari e comparto tecnologico.
Un’iniziativa per raccontare in modo completo quello che è forse il prodotto alimentare più importante e rappresentativo dell’intero Mediterraneo. Una realtà fatta da numeri che da soli bastano a sottolinearne il ruolo economico, storico e sociale. I Paesi che si affacciano sul Mediterraneo contano 1.184.540.840 di ulivi, 9.488.356 milioni di ettari, 17.514 frantoi attivi, per una produzione che si attesta su circa 2.985.735 di tonnellate e che offre lavoro a decine di migliaia di persone.
Proprio per questo Arezzo diventerà, nelle giornate di Medoliva, l’ombelico del mondo olivicolo internazionale. E lo farà in grande stile, ospitando decine di aziende ma anche tutta una serie di appuntamenti fondamentali per chi opera nel settore.
Un’intera area sarà dedicata alla parte convegnistica con temi importanti quali la salute e gli aspetti nutrizionali, il marketing e la commercializzazione, e altri aspetti che investono il settore.
Ampio spazio sarà dato ai Master formativi, con una serie di 6 moduli che andranno dalla tecniche di confezionamento ai modelli di olivicoltura superintensiva, dal management all’utilizzo del web, dagli aspetti nutraceutici al design del prodotto.
Tra le aree di maggior appeal non poteva mancare quella del Cooking show dove verrà ribadita la liaison tra alta ristorazione e olio extravergine di qualità. Giovani cuochi alle prime esperienze e chef di fama si alterneranno ai fornelli in simpatiche sfide che vedranno protagoniste gustose ricette impreziosite da un sapiente utilizzo dell’oro verde.
Meta imprescindibile, per gli appassionati e i curiosi, il Club Medoliva che riunisce le migliori etichette provenienti da Croazia, Francia, Grecia, Italia, Marocco, Slovenia, Spagna e Turchia. Uno straordinario parterre de roi sul quale ha lavorato un panel internazionale coordinato da Marco Oreggia, considerato uno dei massimi esperti del settore; una selezione di altissimo livello proposta in degustazioni non stop per esaltare i profumi e i sapori di questi campioni di razza che si sfideranno anche nel Concorso Medoliva, che premierà i migliori extravergine presenti alla fiera.
Ma, come sempre, l’organizzazione di Arezzo Fiere e Congressi ha dedicato una particolare attenzione all’aspetto business. Un attento lavoro di incoming porterà infatti a Medoliva un selezionato gruppo di buyer i quali avranno degli incontri programmati e mirati con le varie aziende espositrici, sia per quanto concerne il settore dei produttori di olio che per quello che riguarda le aziende che producono macchinari e tecnologia. Previste delegazioni da Tunisia, Palestina, Egitto, Giordania e Marocco per il settore tecnologico. Mentre provengono da Italia, Stati Uniti, Brasile, Germania, Canada, Polonia e Olanda i buyer interessati all’acquisto di extravergine.
Del resto il comparto, pur con tutte le difficoltà dovute alla congiuntura economica e alle problematiche specifiche del settore, sposta flussi economici rilevanti: basti pensare che Italia e Spagna, i due Paesi leader nella produzione e nella commercializzazione, movimentano ogni anno insieme oltre 4 miliardi di euro.
Anche per questo Medoliva è un appuntamento che catalizzerà l’attenzione di tutti gli operatori del settore che dalla fiera aretina si aspettano indicazioni e strategie sul futuro dell’extravergine di qualità.
L’ingresso alla Fiera è gratuito e osserva i seguenti orari: 9,30 – 18,30.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Potenziata autostrada A24

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2011

Roma. «Ieri mattina abbiamo inaugurato l’inizio dei lavori sulla A24. Il progetto prevede due nuove carreggiate, a doppia corsia, che affiancheranno l’attuale sistema autostradale esistente che sconta livelli di traffico elevatissimi nelle ore di punta sia in entrata che in uscita da Roma. Nello specifico, la creazione delle nuove carreggiate consentirà di separare i flussi di lunga percorrenza da quelli locali; di creare una terza corsia di marcia in direzione L’Aquila fra la Tangenziale Est e Tor Cervara; di realizzare una nuova configurazione dello svincolo fra la A24 e il Raccordo che consentirà una diminuzione delle reciproche interferenze di traffico; di aumentare la capacità di trasporto e ridurre i tempi di percorrenza; di riqualificare i sistemi di segnaletica e le barriere antirumore; di migliorare gli standard di sicurezza anche con la stesura di asfalto drenante. Il costo complessivo dell’opera è pari a quasi 256milioni di euro ed è cofinanziata da Roma Capitale che investirà 35 milioni. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di come l’Amministrazione Alemanno stia contribuendo alla realizzazione di opere importanti che la città e i cittadini aspettavano da troppi anni». Lo dichiara l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lampedusa: Non basta il “ghe pensi mi”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2011

Beach oh Rabbit's Island in Lampedusa (Italy)

Image via Wikipedia

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani Nonostante il tentativo del Presidente del Consiglio di tranquillizzare con il consueto  “ghe pensi mi”,  è evidente che il Governo non potrà gestire i flussi dal sud del Mediterraneo proseguendo con la sua logicadetentiva. Molte delle tendopoli da distribuire nelle varie Regioni italiane, infatti,  saranno in realtà utilizzate come CIE temporanei, cioè strutture in cui gli immigrati non richiedenti asilo verranno reclusi. È questo il motivo delle difficoltà del Piano d’emergenza, perché per organizzare nuove carceri a cielo aperto  ci vuole tempo, denaro e soprattutto forze dell’ordine che tengano sotto controllo decine di migliaia di persone. Maroni lo ammetta. Ancora una volta aver scelto il modello emergenziale al fine di garantirsi deroghe a leggi e regolamenti, non è servito a nulla, anzi. Lo stato d’emergenza è stato dichiarato lo scorso 12 febbraio, con la nomina dell’ennesimo Commissario straordinario, ma si continua a improvvisare. E a compiere degli assurdi, come affidare la mediazione con la Tunisia al finanziere Tarak Ben Ammar

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrazione: decreto flussi

Posted by fidest press agency su sabato, 15 gennaio 2011

“Difendo il decreto flussi del Governo, come del resto sostengono quelle organizzazioni datoriali che dispongono di un quadro nazionale delle esigenze del mercato del lavoro. E’ solo un esercizio del tutto teorico ritenere che i disoccupati italiani siano disponibili a svolgere i lavori al posto degli stranieri in tanti settori in cui l’offerta di lavoro e’ carente. A parte il fatto che il decreto flussi viene utilizzato, opportunamente, come sanatoria surrettizia per casi di lavoratori stranieri inseriti da tempo in attivita’  regolari, va detto con chiarezza che se si bloccano i flussi avremo contemporaneamente italiani disoccupati e posti di lavoro scoperti. Fino a quando non ci convinceremo che in Italia esiste un problema di lavoro rifiutato -anche se regolare – dai nostri connazionali, non riusciremo a spiegare neppure perche’, durante la crisi, mentre cresceva la disoccupazione tra i lavoratori italiani, aumentava l’occupazione di quelli stranieri”. (Giuliano Cazzola)

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrati: Decreto Flussi 2010

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2011

Il Piano per l’integrazione “Identità e incontro” presentato il 21 dicembre, ed il lavoro degli immigrati, sono i temi al centro dell’intervista che Natale Forlani ha rilasciato a ImmigrazioneOggi.
Bergamasco di Osio Sopra, 57 anni, Forlani ha iniziato nel 1972 l’attività sindacale arrivando a ricoprire l’incarico di segretario confederale della Cisl. Dal 2002 è prima amministratore delegato e successivamente presidente di Italia Lavoro. Dal maggio 2010, come Direttore generale dell’immigrazione, ha la responsabilità della programmazione annuale dei flussi d’ingresso e della formazione delle liste di lavoratori extracomunitari presso i consolati. Sul fronte delle politiche per l’integrazione, Natale Forlani dirige gli interventi di competenza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per favorire l’inserimento degli immigrati nella società italiana.
Nella video intervista a ImmigrazioneOggi ha illustrato le decisioni che hanno portato al varo del decreto flussi in un periodo post-recessione, all’assegnazione delle quote alle diverse cittadinanze ed alla scelta di privilegiare ancora il lavoro domestico e di assistenza alle famiglie.
Forlani, illustrando il piano per l’integrazione, ha inoltre anticipato le politiche che caratterizzeranno gli ingressi dei lavoratori stranieri nei prossimi anni.La video intervista è disponibile su http://www.immigrazioneoggi.it dal  4 gennaio 2011. (Red.)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Flussi migratori e crisi economica

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 dicembre 2010

Milano – 17 dicembre 2010 – Università Bocconi  Il convegno “Flussi migratori e crisi economica: questioni globali e riflessi locali”, organizzato dalla Fondazione Franceschi il 17 dicembre presso l’Università Bocconi,  affronta l’immigrazione in questa  prospettiva, con l’obiettivo di offrire – gratuitamente – un momento di riflessione e di confronto a esperti, amministratori, studenti universitari e alla cittadinanza.  La giornata si aprirà con relazioni di taglio più generale, allo scopo di tracciare il quadro mondiale dell’immigrazione,  per poi soffermarsi sui singoli casi-Paese, tra cui l’Italia. Ai lavori partecipano studiosi di chiara fama, italiani ed esteri (si veda programma). E’ inoltre prevista una Tavola rotonda che approfondirà il rapporto tra flussi migratori e orientamenti socio-culturali in Europa. Il convegno prosegue nel pomeriggio con approfondimenti e case-history a cura del Network Roberto Franceschi, che avvia così i suoi lavori. Il Network, nato nel 2010, è composto da giovani studiosi attivi in Italia e all’estero, che negli anni scorsi hanno conseguito il Premio Franceschi. Questa “rete di saperi” di alto livello svolgerà attività di studio nel campo della multimedialità e offrirà un supporto continuativo di counseling e tutoraggio alla popolazione universitaria.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrazione. A breve i Flussi 2010

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 ottobre 2010

A breve dovrebbe essere emanato il decreto flussi 2010 per lavoratori subordinati extracomunitari. E’ iniziato difatti il tamtam (primo a dare la notizia Il Sole 24 Ore di ieri) di indiscrezioni che precedono l’annuncio ufficiale, e poi la pubblicazione in Gazzetta. Pare che con il prossimo decreto flussi verra’ autorizzato l’ingresso di circa 150.000/170.000 cittadini extracomunitari e dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale a novembre. Le domande, come gia’ accaduto negli anni passati, dovrebbero essere presentate dai datori di lavoro per via telematica. Si tratta di un provvedimento molto atteso, a quasi tre anni dall’emanazione dell’ultimo decreto flussi, che risale al 2007. Nel 2008 non fu emanato alcun decreto che consentisse la presentazione di nuove domande, ma fu solo esteso il limite numerico del decreto precedente, cosi’ autorizzando l’ingresso di 150.000  lavoratori “ripescati” dalla graduatoria dei flussi precedenti, “miracolati” dell’ultima ora. Niente flussi nemmeno per il 2009, anno della sanatoria per colf e badanti. Per il 2010 e’ stato finora emanato solo un decreto flussi stagionale, che ha autorizzato l’ingresso di  80.000 ingressi per lavoro subordinato stagionale e 4.000 per lavoro autonomo. Riparte quindi la “sanatoria mascherata” cui parteciperanno (tramite il loro datore di lavoro) altissime percentuali di stranieri gia’ soggiornanti in Italia ma privi del permesso di soggiorno, e dunque impiegati a nero.  E anche questa volta dovranno attendere mesi e mesi (a voler essere ottimisti) prima di ottenere l’auspicato nullaosta all’ingresso, con il quale uscire -clandestinamente, pena l’espulsione e l’invalidazione dell’intera procedura- dall’Italia, tornare nel proprio Paese per poi recarsi alla rappresentanza diplomatica italiana per il rilascio del visto di ingresso, e infine per tornare in Italia da “regolari”. (Emmanuela Bertucci, legale Aduc)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diaspora marocchina

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

Roma, 24 Settembre 2010, ore 9,00 Sala Gialla CNEL, Viale Davide Lubin, 2 Iniziative per l’integrazione in Italia e progetti per lo sviluppo del Marocco. I cittadini marocchini migrati all’estero sono circa 3 milioni, di cui l’80 per cento si trova in Europa: oltre un milione vive in Francia, più di 500.000 in Spagna e circa 430.000 sono residenti in Italia.  Questo è lo scenario  in cui si inserisce la “Cartografia dei flussi migratori dei Marocchini in Italia”, pubblicazione che l’OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni presenterà venerdi prossimo, 24 settembre, nel corso del Seminario Internazionale su “Strumenti per la Diaspora Marocchina – Inizitive per l’integrazione in Italia e Progetti per lo Sviluppo del Marocco” che si terrà presso la Sala Gialla del CNEL in Via Davide Lubin 2, Roma.
Il corridoio Marocco-Italia è stato oggetto di numerose attività di ricerca e sperimentazione sociale, sviluppate dall’OIM (Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) e finanziate dalla DGCS (Direzione Generale della Cooperazione e Sviluppo) del Ministero degli Esteri italiano e dall’Unione Europea. Queste iniziative, che hanno coinvolto i flussi, le rimesse e i rapporti con la diaspora, hanno evidenziato l’importanza della dimensione “locale” della cooperazione.   Oltre alla “Cartografia dei flussi migratori dei Marocchini in Italia”, prodotto nell’ambito del progetto Mig-Ressources, verrà anche presentata la sezione dedicata al Marocco dell’Inventario delle Competenze e Pratiche Istituzionali, sviluppato nel quadro del progetto congiunto ICMPD-OIM “Coinvolgimento delle Comunità Migranti per lo Sviluppo”. Nel corso della Sessione II del Seminario, è previsto un momento di dibattito aperto a rappresentanti di istituzioni italiane e marocchine, Ong, rappresentanti della diaspora marocchina in Italia, enti privati. L’evento vedrà la partecipazione di S.E. Hassan Abouyoub, Ambasciatore del Regno del Marocco in Italia, e di José Angel Oropeza, Direttore dell’Ufficio Regionale per il Mediterraneo dell’OIM. Interverranno inoltre Giorgio Alessandrini (CNEL),  Abdessalam El Ftouh (Fondazione Hassan II), Mohamed Mghari (CERED),  – autore della cartografia, –  e rappresentanti dell’OIM.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mutilazione genitali femminili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Roma 27 settembre alle ore 11.00 presso la sede del Partito Radicale (via di Torre Argentina 76), una tavola rotonda dal titolo “La messa al bando universale delle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF): un obiettivo a portata di mano.” Organizzata da Pace Senza Giustizia.  Non c’è Pace Senza Giustizia è da lungo tempo impegnata al fianco delle attiviste arabe e africane nella lotta alle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF), una pratica tradizionale antichissima che colpisce 27 Paesi africani più lo Yemen, oltre che Europa e Nord America per via dei flussi migratori che hanno avuto l’effetto di “importare” il fenomeno da noi.  Oggi siamo prossimi ad un risultato di grande successo. La messa al bando universale delle MGF con una Risoluzione ad hoc della prossima Assemblea Generale delle Nazioni Unite è davvero un obiettivo possibile.
Interverranno, tra gli altri, Elisabetta Belloni, Direttore Generale della DG per la Cooperazione allo Sviluppo, Mariam Lamizana, Presidente del Comitato Inter-Africano contro le pratiche tradizionali (CIA),  Ndèye Soukèye Gueye, Direttrice del Dipartimento della Famiglia, Ministero della Famiglia, Senegal,  Khady Koita, Fondatrice e Presidente dell’Associazione La Palabre, Senegal, e Marie Rose Sawadogo,  Segretaria del Comitato Nazionale di lotta contro la pratica dell’escissione, Burkina Faso. Questo incontro sarà l’occasione per conoscere coloro che nei vari Paesi si occupano a tempo pieno di creare le condizioni affinché nessun’altra bambina o ragazza debba più subire questa pratica, per condividere quanto è stato fatto in tutti questi anni e cosa c’è ancora da fare per raggiungere l’obiettivo finale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Autovie venete: tutti i numeri sul traffico

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 agosto 2010

Oltre 430 mila veicoli il primo fine settimana di agosto, più di  462 mila quello successivo.  E’ il volume di traffico che ha impegnato l’autostrada A4 dal venerdì alla domenica sera. Una fiumana di veicoli diretti soprattutto verso Slovenia e Croazia che hanno letteralmente invaso la rete autostradale gestita da Autovie Venete. I dati del traffico e i commenti del presidente di Autovie Emilio Terpin e dell’assessore ai trasporti e vice commissario per l’emergenza in A4 Riccardo Riccardi, nell’articolo di apertura di Qui Autovie, il magazine del Concessionaria on line da oggi.  In prima linea, per la gestione dei flussi, il personale di Autovie Venete (oltre 200 persone), impegnato per garantire la sicurezza, intervenire tempestivamente in caso di necessità, assicurare il veloce ripristino di guasti ai sistemi tecnologici o la ripavimentazione dell’autostrada in caso di incidenti. Compiti, ruoli e formazione di questi professionisti nei servizi di approfondimento. E ancora: apertura tecnica della A28 in funzione di by-pass e i servizi offerti all’utenza dai Centri di Assistenza Clienti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salerno-Reggio Calabria: andamento traffico

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2010

Bilancio positivo anche per il secondo fine settimana di agosto sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. L’Anas ha fatto il punto sui tre giorni di grandi partenze verso le località balneari e turistiche della Campania, della Basilicata, della Calabria e della Sicilia. Come da previsioni, fin dalla mattina di venerdì 6 agosto si sono registrati forti flussi di circolazione, che sono cresciuti nel pomeriggio e nella serata. Il traffico è stato particolarmente intenso e costante per l’intera giornata di ieri, sabato 7 agosto, segnalata con il bollino nero nel calendario dei giorni critici, con un transito di 76 mila autovetture in ingresso a Salerno (il 24 per cento in più rispetto alla stessa giornata da bollino nero  dello scorso anno sabato 8 agosto 2009). In questa seconda domenica di agosto il traffico è stato invece sostenuto e senza alcuna criticità, con qualche  flusso di circolazione anche in direzione nord per i primi rientri dalle località turistiche. L’aumento dei transiti non ha provocato, comunque, grandi disagi al viaggio dei vacanzieri diretti a sud, sia per le condizioni migliori dell’autostrada rispetto allo scorso anno (nei primi 108 km sono a disposizione almeno due corsie di marcia e sono aumentati i tratti autostradali nuovi) sia perché le partenze sono state ben diluite nelle diverse fasce orarie dell’intero week-end.
Il sito internet dell’Anas http://www.stradeanas.it e il numero verde 800.290.092 dell’A3 Salerno Reggio Calabria hanno soddisfatto le esigenze di migliaia di utenti, che si sono informati in tempo reale sulle condizioni di traffico e sugli orari o giorni più adatti per mettersi in viaggio. Si sono ridotti i contatti e le richieste di intervento al call center 800.290.092 rispetto allo scorso anno; un dato che testimonia che il viaggio in direzione sud è stato migliore del 2009, con meno cantieri e meno criticità e con rallentamenti di breve durata in avvicinamento alle aree dei macrolotti. Sono invece aumentati i contatti con il sito e con il numero Pronto Anas 841-148.
L’Anas ricorda che la circolazione viene favorita anche oggi dal blocco dei mezzi pesanti disposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, fino alle ore 24.
Per essere aggiornati in tempo reale sulle condizioni del traffico e lo stato dei lavori in corso sull’intera rete stradale, l’Anas suggerisce di consultare, anche tramite smartphone, il servizio VAI (Viabilità Anas Integrata) su http://www.stradeanas.it. Inoltre Anas invita ad ascoltare o leggere i notiziari sulla viabilità attraverso il CCISS “Viaggiare Informati”, le emittenti radiotelevisive e il televideo Rai. Per informazioni sulla A3 Salerno-Reggio Calabria è possibile chiamare il numero verde Anas 800.290.092.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo a Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 18 aprile 2010

Roma 19 aprile alle ore 12.00 presso la Sala delle Bandiere in Campidoglio avrà luogo una conferenza stampa sul turismo. Gianni Alemanno, Sindaco di Roma ed il suo Vice Mauro Cutrufo illustreranno ai giornalisti i dati relativi ai flussi turistici del primo trimestre dell’anno e del periodo pasquale che certificano il trend di crescita ormai consolidato della Capitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qui autovie

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2010

Sul numero di febbraio di “Qui Autovie”, il professor Antonino Morassi dell’Università di Udine illustra un innovativo progetto finalizzato a individuare tempestivamente eventuali anomalie sui manufatti. Il modello testato in Friuli Venezia Giulia, potrà essere applicato nelle opere in costruzione. Fra gli altri argomenti trattati nel magazine on line (www.autovie.it), scuola guida in autostrada: la proposta, attualmente in discussione in Commissione al Senato, commentata da un istruttore; apertura al traffico, da giovedì 18 febbraio, della nuova viabilità esterna al casello di Ronchis, un intervento che migliora e rende più sicura la circolazione nella Bassa friulana; la A4, con la terza corsia, sarà in grado di reggere gli incrementi del traffico. Come stanno cambiando i flussi dopo il completamento del sistema autostradale sloveno.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »