Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘foad aodi’

Amos Oz: abbiamo perso un grande uomo di pace

Posted by fidest press agency su sabato, 29 dicembre 2018

Amos Oz, Foad Aodi (Co-mai e Amsi): abbiamo perso un grande uomo di pace,promotore di dialogo e di convivenza tra palestinesi e israeliani. Così il fondatore delle Comunità del mondo arabo (Co-mai) e dell’Associazione medici di origine straniera in Italia(Amsi) e della Confederazione Internazionale Laica Interreligiosa Laica Interreligiosa (Cili-Italia) commenta la triste notizia della scomparsa dello scrittore israeliano Amos Oz esprimendo condoglianze alla famiglia e apprezzando e riconoscendo il ruolo avuto da Amos Oz in modo coraggioso e obbiettivo in questi anni a favore del vero dialogo e la pace duratura e la convivenza pacifica tra palestinesi e israeliani. Abbiamo perso Amos Oz in un momento di crisi del processo di pace e ci auguriamo ,proprio per questo ,di onorare il suo impegno e coraggio. Dopo l’appello di Papa Francesco in favore della Pace ci auguriamo- continua Aodi -che si possa finalmente e concretamente riprendere il processo di pace tra israeliani e palestinesi e realizzare il sogno di tanti, due stati per due popoli.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comunità e Organizzazioni internazionali aderiscono all’appello di Co-mai

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 settembre 2016

la Moschea di Forte Antenne, Roma

la Moschea di Forte Antenne, Roma

“Uniti per Unire” a Papa Francesco per l’11 e il 12 di settembre. “Riponiamo in Papa Francesco la nostra speranza per un rinascimento senza pregiudizi né paura che si costruisce con i mattoni della buona convivenza tra le religioni e le civiltà”: con questa premessa Foad Aodi, Focal Point per l’Integrazione per l’Alleanza delle Civiltà (UNAoC), Presidente delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e del Movimento Internazionale “Uniti per Unire”, invia in data 2 settembre una lettera scritta “con il cuore in mano” a Papa Francesco, in cui chiede al Santo Padre di sostenere l’appello #Cristiani in Moschea, lanciato da Co-mai e Uniti per Unire per l’11 e il 12 di settembre. A sostenere l’appello oltre alle diverse moschee italiane, ci sono più di 1000 tra Comunità e Centri culturali arabi, islamici e di origine straniera in Italia, tra i quali le Comunità arabe italiane, Le Associazioni musulmane d’Italia, il Congresso islamico europeo degli imam e predicatore in Italia, il Consiglio Supremo dell’Islam in Italia (CSI). Tra gli aderenti si aggiungono un gran numero di Associazioni, Federazioni, Istituzioni del Mondo del volontariato, dell’istruzione e della ricerca tra i quali l’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, la Fondazione Migrantes, Avis Roma e la Lega Italiana dei diritti dell’uomo (Lidu).
Il programma consiste in un doppio appuntamento: l’11 e il 12 di settembre le moschee dal Nord a Sud d’Italia (Piemonte – Torino; Emilia Romagna – Bologna, Ravenna e Cesena; Lombardia – Milano e Mantova; Lazio – Roma – Moschea di Marconi; Moschea di Centocelle; Moschea del quartiere Laurentino e Moschea di Ostia Lido; Campania; Marche – Pesaro; Puglia – Bari; Sicilia – Catania; vaticanoSardegna) apriranno le loro porte liberamente ai visitatori cristiani, agli osservanti delle diverse fedi e ai laici. L’11 settembre, dalle 17 alle 20, i partecipanti si scambieranno un messaggio di pace per promuovere il dialogo, la conoscenza, la buona convivenza e l’unione contro il terrorismo; il 12 settembre, moschee e luoghi di preghiera resteranno aperti a partire dalle 9.30 per uno scambio di auguri durante la celebrazione della grande Festività musulmana dell’Eid Al Adha. L’elenco completo delle moschee, dei sostenitori e degli aderenti all’iniziativa è in attesa di ulteriori adesioni e sarà divulgato giovedì 8 settembre. L’evento – come spiega il Focal Point – è dedicato a tutte le vittime degli attacchi terroristici e si apre anche con un pensiero di solidarietà rivolto ai familiari delle vittime del terremoto che ha colpito le Regioni italiane dell’Umbria, delle Marche e del Lazio.
“Insieme alle Comunità arabe, alle Associazioni musulmane, alle Comunità di origine straniera, alle Istituzioni e al Mondo dell’istruzione, della ricerca, della sanità e a tutti gli amici del not-for-profit, scriviamo una nuova pagina della storia italiana ed europea”, dichiara Aodi. “Trovando forza dal rispetto reciproco – aggiunge – vogliamo condividere questo momento di festa ma anche di dolore profondo che unisce l’Italia e il mondo arabo. Non si uccide nel nome della religione, ma nel nome del rispetto, dell’amore e della solidarietà si può costruire un futuro migliore. Spero dunque – come ho scritto nella lettera – di abbracciare Papa Francesco assieme a tutti i fratelli musulmani, cristiani e laici, domenica prossima in Moschea”. Conclude.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Premio Iris “Storie invisibili” al prof. Foad Aodi e al Pastore della Chiesa evangelica Fosco Ieva

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2016

foad aodiRoma. “Ogni società è frutto dell’economia che la genera. Un’altra economia può modificare il sistema sociale attuale. Il progetto Iris Italia ne è la conferma”. Lo ha detto Maurizio Bea, ideatore e fondatore di Iris Italia, al convegno “Un’altra economia per una sanità accessibile” che si è svolta in una sala gremita del Teatro delle Muse a Roma. Tra i temi oggetto dell’incontro: sanità, accessibilità e salute globale e un nuovo modello di Assistenza Domiciliare Integrata.Al termine della convention Bea ha consegnato il I° riconoscimento IRIS ITALIA – “Storie Invisibili” a Foad Aodi, Presidente di Uniti per Unire, movimento nato per andare “oltre l’integrazione” e promuovere politiche per la crescita, lo sviluppo, l’occupazione, il dialogo tra i popoli, e al Pastore della Chiesa Evangelica Fosco Ieva, Presidente dell’Associazione Vivere la Gioia che distribuisce prodotti alimentari a famiglie indigenti e gestisce una mensa per i senzatetto di Roma. Oltre a Foad Aodi, Direttore Sanitario del I Poliambulatorio Iris Italia e Presidente AMSI – Associazione Medici Stranieri in Italia, sono intervenuti Stefano Bussa, Ematologo e co-coordinatore dell’assistenza domiciliare Iris Italia; Giampiero Peccioli, membro del C.d.A. Mutua Iris Italia; Domenico di Conza, Portavoce UNAI – United Nations Academic Impact; Vincenzo Gullà, Socio e Amm.re Aditech S.r.l. – Advanced Digital Technologies e Francesco Corona, Docente II Università di Roma. (foto foad aodi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Un’altra economia per una sanità accessibile”

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2016

Ministero saluteRoma Sabato 4 giugno, alle ore 17:00 al Teatro delle Muse (Via Forlì n.41) si terrà il convegno promosso da Iris Italia, “Un’altra economia per una sanità accessibile”. Alcuni dei temi della convention, presieduta da Maurizio Bea, ideatore e fondatore di Iris Italia, che illustrerà e presenterà il progetto Iris Italia, saranno: sanità, accessibilità e salute globale; un nuovo modello di Assistenza Domiciliare Integrata; dal Servizio Sanitario Nazionale alla Mutua Sanitaria: prospettive di ritorno al futuro. “Ogni società è frutto dell’economia che la genera. Un’altra economia può modificare il sistema sociale attuale – spiega Bea – il progetto Iris Italia ne è la conferma”. Interverranno: Foad Aodi, Direttore Sanitario del I Poliambulatorio Iris Italia e Presidente AMSI – Associazione Medici Stranieri in Italia; Stefano Bussa, Ematologo e Co-coordinatore dell’assistenza domiciliare Iris Italia; Giampiero Peccioli, membro del C.d.A. Mutua Iris Italia; Domenico di Conza, Portavoce UNAI – United Nations Academic Impact; Vincenzo Gullà, Socio e Amm.re Aditech S.r.l. – Advanced Digital Technologies; Francesco Corona, Docente II Università di Roma. Al termine dell’incontro, la consegna del I° riconoscimento IRIS ITALIA – “Storie Invisibili” a Foad Aodi, Presidente del Movimento Internazionale, Transculturale e Interprofessionale Uniti per Unire, movimento nato per andare “oltre l’integrazione” e promuovere politiche per la crescita, lo sviluppo, l’occupazione, il dialogo tra i popoli, i diritti ed i doveri e la cooperazione internazionale, e a Fosco Ieva, Pastore della Chiesa Evangelica “La gioia” e Presidente dell’Associazione Vivere la Gioia che, tramite i propri volontari, distribuisce prodotti alimentari a famiglie indigenti, gestisce una mensa per i senzatetto di Roma. Dal 2003 partecipa alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, promossa dalla Fondazione del Banco Alimentare.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »