Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘follie’

Libro: “Follie di Fine Estate”

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 gennaio 2019

Livorno venerdì 18 gennaio alle ore 18.00 (Via Ricasoli 122/124) “Follie di Fine Estate”: Samuele Cau presenta il suo libro alla Libreria Ubik di Livorno. Ne parlerà con l’autore l’avvocato Elisabetta Bavasso. Misurato tra l’ironia, la nostalgia e la tensione, Follia di fine estate è la storia di una (R)esistenza personale e collettiva, che grazie a un ritrovato legame umano, riesce a essere condivisa e, finalmente, celebrata, come il più grande atto liberatorio. Se Marzabotto è soltanto uno spunto per elaborare l’intricato e denso racconto che contempla anche una struggente storia d’amore, “follia” e “resistenza” sono i temi – cardine attorno a cui l’autore ha realizzato l’intera struttura del romanzo, inserendovi altri luoghi e vicende originali, frutto della sua prolifica fantasia, e costruendo tre personaggi emblematici, sui quali calca la mano fino alla rivelazione di qualcosa di misterioso e indicibile. Il protagonista è Santo Bellomo, un uomo di mezza età che torna in Sicilia esausto per le conseguenze fisiche e psicologiche che ha dovuto subire a causa della dittatura argentina. Qui, a San Vito Lo Capo, in compagnia di alcuni nuovi amici bontemponi, deciderà di riannodare i fili del suo passato, rimbalzando nel tempo e nella memoria, alla ricerca di qualcosa che ha segnato la loro storia individuale e la Storia degli uomini in modo indelebile. La penna del fiorentino, adesso residente a Calenzano, ma a lungo rimbalzato per ragioni professionali tra il Marocco, la Spagna, l’Estremo Oriente e il Sudamerica, è intrisa di colori e profumi di tutti gli angoli del mondo, avendo incontrato usi, tradizioni e ricordi di popolazioni tra loro diversissimi. Ed ecco che in Follie di fine estate c’è il succo di tutta questa umanità, gioiosa e disperata, confusa e inerme… In questo lungo romanzo, dai toni cremisi e teneri, fatto anche di storie di pedali, di fatica, di amore per una donna, pulsa forte la forza ambigua di quel segreto, di cui si spera e si teme la soluzione. (fonte: http://www.bonfirraroeditore.it)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlino, la città moderna Libri, follie e musiche prima del buio

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 gennaio 2019

Milano Giovedì 10 gennaio ore 18.30 Casa Manzoni, Via Morone 1 Berlino, la città moderna. Libri, follie e musiche prima del buio.Dall’Europa intera, tutti, ma proprio tutti accorrevano a Berlino negli anni che precedettero la lunga notte del nazismo. Erano intellettuali come Kafka, Walser, Roth, Auden, Isherwood, Nabokov, Pasternak. E quasi tutti scrivevano – romanzi, poesie, racconti, reportages, saggi di filosofia -, sorretti da una intensa fiducia nella parola, una fede laica che di lì a poco sarebbe stata messa a tacere. Luigi Forte, eccellente germanista e giornalista culturale, in Berlino città d’altri (Neri Pozza) ha raccolto le storie di molti di loro, e il soggiorno in una metropoli capace di accogliere e stupire.Ma a Berlino, città senza muri, approdavano anche molti ragazzi, ignari che il proprio domani non ci sarebbe stato. Come Lili Grün, giovane viennese che insegue la propria vocazione per il teatro e che scriverà Tutto è jazz (Keller Editore), romanzo di una gioventù trascorsa nelle cantine della musica più moderna, oggi per la prima volta pubblicato in Italia, con la traduzione e la cura di Enrico Arosio, giornalista e traduttore.Letture, immagini e musiche ci faranno immergere in un clima di festa dai ritmi anticonformisti. L’ultimo ballo dell’Europa.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le follie avventuristiche di Renzi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2017

ministero-finanze“La legge di bilancio del 2018, che verrà fatta in autunno, conterrà inevitabilmente una ‘manovra correttiva’ pari almeno ad un punto di Pil, perché è l’entità della clausola di salvaguardia, ma poi ci saranno anche altre derive dal punto di vista di conti da pagare. Si potrà arrivare molto probabilmente a più di 30 miliardi di correzione: 30-40 miliardi di maggiori tasse o di tagli nei servizi e nei trasferimenti per gli italiani”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Il tutto con il sistema bancario ancora al collasso, la disoccupazione ai massimi storici, con l’Italia fanalino di coda come crescita e performance di investimenti. Questa è l’eredità del governo Renzi e dei suoi 1000 giorni. E Renzi con questa eredità vorrebbe anche fare la voce grossa per andare a votare. Non so cosa potrà dire agli italiani ‘voglio andare a votare, perché?’ ‘Perché ho fallito?’. Speriamo che in questi momenti difficili il corpo del Partito democratico regga. Regga a questa follia, che il governo possa andare avanti ancora un anno per tamponare, almeno, le macroscopiche falle fatte dal governo Renzi.E’ una follia quello che sta accadendo il casa Pd. Ad esempio la direzione di lunedì prossimo dove sembra debbano accadere tantissime cose. Spero non sulla testa degli italiani. Spero che il buonsenso all’interno del corpo del Partito democratico contenga le follie e le accelerazioni avventuristiche di Renzi”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Follie di fine anno

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 gennaio 2017

fuochiQuest’anno sembra -dai primi dati ufficiali- che i feriti da botti di fine anno siano in calo: “solo” 184 rispetto ai 190 dell’anno scorso. A Firenze, pero’ -che sempre di botti si tratta, pur con le dovute differenze- hanno messo una bomba davanti ad un libreria di area estrema-destra sociale (casa Pound), bilancio un poliziotto ferito. Ma ad Istanbul fanno sul sul serio, una bomba in una discoteca ha provocato quasi 40 morti e quasi 70 feriti.
Certo sono feriti -e morti, dove ci sono stati- diversi. Ma tutti vittima del loro rapporto con ordigni esplosivi, piu’ o meno legali quelli dei botti tipici di fine anno, artigianale ordigno sembra quello della libreria fiorentina, striscia terroristica medio-orientale sembra quella di Istanbul.
La bomba fiorentina, probabilmente, non sapremo mai chi l’ha messa, ma non possiamo escludere che siano stati quelli cosiddetti di estrema sinistra o i sempre cosiddetti di estrema destra: l’importante, per gli autori, e’ che si parli di loro, come artefici o come vittime, qualcosa -secondo questa filosofia- dovrebbe restare nelle menti delle persone, qualcosa di terrore o approvazione, del baluardo antifascista o di quello fascista. Crimini dell’ideologia usata per la politica. Lo stesso crimine che, portato li’ dove la vita sembra che conti meno, porta dei disperati ad uccidere delle persone in discoteca per convincersi e convincere che loro hanno ragione.
E i crimini delle ideologie convivono benissimo con l’apparente ingenua voglia di divertitisi di chi, per i botti di fine anno, non gli bastavano le stelle filanti e i sorrisi dei propri cari, ma aveva bisogno di incrementare i guadagni di qualche malavitoso locale “esperto” di petardi illegali a cui aggiungeva un po’ di ghiaia per farli sembrare emulazioni dei loro fratelli maggiori che li usano per ammazzare.
Questi sono gli esseri umani, anche per il 2017. Se qualche retorica ci ha voluto far credere il contrario (ce ne scusi papa Francesco), i fatti hanno detto il contrario. Siamo sempre i soliti, in qualunque parte del mondo: fascisti, antifascisti, terroristi, complici (perche’ consumatori di petardi illegali) di delinquentelli, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Facciamone tesoro. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »