Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘fondamenti’

Giuseppe Antonio Borgese: Fondamenti della repubblica mondiale

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 giugno 2022

Collana i Fari, trad. Lorenzo Matteoli e Andrea Terranova, pp. 624, 24 euro Prefazione di Sabino Cassese. Nel settantesimo della sua morte, a 140 anni dalla sua nascita, una straordinaria riscoperta: l’opera mai pubblicata in Italia di uno dei grandi pensatori del Novecento. Nel 1931 Giuseppe Antonio Borgese si trasferisce negli Stati Uniti per un ciclo di lezioni all’Università di Berkeley. È lo stesso anno in cui il fascismo impone il giuramento ai professori universitari, così quel soggiorno che doveva essere temporaneo si trasforma in un lungo esilio volontario, lontano dalle pressioni del regime. Nei diciassette anni trascorsi oltreoceano, Borgese frequenta letterati e scienziati di ogni provenienza, si dedica a un’intensa militanza antifascista e, all’indomani dell’attacco nucleare su Hiroshima, promuove il Comitatocper la redazione di una Costituzione mondiale. Da quella esperienza nasce Fondamenti della Repubblica mondiale – pubblicato postumo in inglese nel 1953 e ora per la prima volta tradotto in italiano – in cui Borgese espone la sua profonda fiducia nella democrazia. Un manifesto programmatico che è anche una riflessione sulla natura dell’uomo, sulla politica, la storia, la filosofia e la giustizia, un libro dimenticato ma capace di anticipare con intuito profetico i pericoli, oggi quanto mai attuali, della tecnologia incontrollata e della deriva violenta degli stati. La sensibilità dei suoi studi letterari, l’esperienza delle due guerre, la presa di coscienza degli orrori dei totalitarismi, lo convincono dell’inutilità dei conflitti, e che soltanto un governo mondiale democratico, dotato di poteri reali, possa affermare la pace e la giustizia tra le nazioni.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’enciclica di Benedetto XVI

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 agosto 2009

Noi tutti fedeli laici di della Chiesa cattolica di Piacenza-Bobbio ci sentiamo corresponsabili e compresenti nella complementarietà nell’azione che ci sospinge nel nome del Signore a testimoniare la fede in Gesù Cristo. Ma teniamo presente che si sentiamo autorevoli nel testimoniare la nostra fede solo perché l’unico che ci può testimoniare la presenza di Dio è Gesù Cristo. È questo fondamento in Gesù Cristo che ci rende forti e parte del suo ‘corpo mistico’. E ne siamo tanto convinti nella misura che ci affidiamo obbedienti alla guida del nostro Magistero che è stato scelto dallo Spirito Santo. È solo nella misura che siamo portati da questi suddetti fondamenti che allora il Padre si fa presente in noi rendendoci Santi. Una ‘fede antropologica’ che si identifica in ogni persona umana nella misura che viviamo il corpo mistico di Cristo che è la Chiesa. ‘Antropoligica’: perché se la nostra libertà ci sospinge dinamicamente con una tensione sempre rivolta oggettivamente più in alto e in avanti, allora lo Spirito si risveglia in noi che ha scolpito fin dall’origine la nostra natura umana; perché se la nostra intelligenza sospinge il raziocinio a riconoscere la Parola di Dio nella Bibbia, allora Cristo è la nostra fede; perché se viviamo quotidianamente lo Spirito di Cristo in noi in comunione con il nostro prossimo che è la Chiesa, allora il Padre diventa presente nella nostra identità cristiana. Allora perché non trascrivere qualche pensiero per il bene di tutta la Chiesa di Piacenza-Bobbio su quanto l’enciclica del Papa Benedetto XVI ci può aver stimolato. Il tempo ci può mancare, il riposo estivo ci può bloccare, l’enciclica è forse troppo difficile, forse non è traducibile per la nostra semplice vita quotidiana… Ma allora dove abbiamo messo la nostra azione di corresponsabilità, compresenza e complementarietà? Sentiamoci cristiani fino in fondo con la testimonianza, rispettandoci innanzitutto nei nostri pensieri che non sono assoluti ma complementari l’uno all’altro. (Ciani Vittorio)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »