Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘fondazione golinelli’

La Fondazione Golinelli risponde con attività di didattica digitale

Posted by fidest press agency su sabato, 28 marzo 2020

In risposta all’invito del MIUR ‒ rivolto alle realtà che vogliono sostenere iniziative di didattica a distanza per fronteggiare le difficoltà causate dalla sospensione delle attività scolastiche in tutta Italia per il contenimento della diffusione del coronavirus ‒ Fondazione Golinelli offre un supporto agli insegnanti con servizi e materiali didattici gratuiti online per stimolare la riflessione metodologica e la sperimentazione delle potenzialità della didattica digitale e agli studenti con attività formative e un ciclo di incontri online realizzato in collaborazione con YOOX-NET-A-PORTER Group.A risentire dell’emergenza del Covid-19, oltre al settore dell’educazione, è soprattutto quello sanitario. Il filantropo e imprenditore Marino Golinelli, fondatore della Fondazione Golinelli, insieme alla moglie Paola, ha infatti deciso di sostenere l’Azienda USL e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena nella lotta al coronavirus con una donazione di 200.000 euro.Le attività di didattica digitale proposte da Fondazione Golinelli forniscono contenuti, metodologie e materiali utili nelle attività a distanza programmate dai docenti in questi giorni di emergenza nella scuola, ma che potranno essere utilizzati anche in classe quando riprenderà la consueta attività scolastica.
Gli insegnanti potranno accedere a diverse classi virtuali della Fondazione Golinelli in cui troveranno materiali in formato digitale da usare con i propri studenti e avranno la possibilità di confrontarsi con formatori e tutor scientifici della Fondazione sulla gestione delle attività di didatticha online. Fondazione Golinelli ha reso inoltre disponibili in modalità online diverse attività di formazione inizialmente ideate come iniziative dal vivo, con convegni e webinar in streaming. Fra questi l’intervento Le basi neuroscientifiche dell’apprendimento con il neuroscienziato Leonardo Fogassi, trasmesso in streaming lo scorso 16 marzo, è disponibile sul canale YouTube di Fondazione Golinelli e conta già oltre 250 visualizzazioni.Le proposte didattiche di Fondazione Golinelli, di cui hanno usufruito già oltre un centinaio di docenti da diverse regioni d’Italia (Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto), si rivolgono agli insegnanti di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e vanno dalla bioinformatica alla matematica, dalla scienza alle tecnologie. Saranno aggiornate e arricchite settimanalmente con nuovi contenuti e nuovi toolkit per l’insegnamento a distanza e i docenti partecipanti saranno costantemente affiancati e seguiti da tutor e formatori specializzati della Fondazione.
Bioinformatica e le sue applicazioni. Insegnanti e studenti saranno guidati alla scoperta di un settore innovativo della biologia, che combina, con un approccio interdisciplinare, conoscenze biologiche, informatiche e di altre discipline quali matematica, statistica e biochimica.
La matematica non avrà più segreti con la Palestra matematica di G-LAB di Fondazione Golinelli, che combina esercizi di aritmetica e geometria con giochi online di matematica con cui gli studenti possono sfidarsi accedendo ciascuno da casa con il proprio dispositivo digitale. L’attività didattica propone protocolli, indicazioni per i docenti e dimostrazioni, differenziate in base all’ordine scolastico, per sfruttare le risorse della Khan Academy, organizzazione educativa specializzata nell’istruzione e nell’apprendimento a distanza attraverso tecnologie di e-learning. I docenti potranno inoltre elaborare “schede di allenamento personalizzate” da inviare agli studenti per sviluppare competenze matematiche con gli esercizi più adatti alle loro esigenze. La Fondazione rende inoltre fruibili, per le scuole secondarie di secondo grado, video di incontri su temi scientifici tenuti a Opificio Golinelli da relatori e ricercatori di rilievo internazionale durante eventi divulgativi e didattici. Gli studenti saranno invitati a guardare il video scelto dal docente e a svolgere delle attività di verifica della comprensione, di analisi critica e di riflessione e ampliamento personale. I video saranno accompagnati da guide di ascolto, questionari e linee guida per facilitarne la fruizione in chiave didattica, con gli studenti che lavorano da casa e interagiscono tra loro e con l’insegnante.
Gli interventi, pubblicati nel canale Youtube di Fondazione Golinelli, trattano diverse tematiche, dalla fisica del clima e dell’atmosfera ai cambiamenti climatici, dall’evoluzione biologica e culturale all’intelligenza vegetale e animale.
La partecipazione è gratuita e con cadenza settimanale saranno pubblicati nuovi contenuti direttamente sulla classe virtuale alla quale si accede tramite registrazione alla piattaforma di formazione dal sito http://www.fondazionegolinelli.it

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I fisici Alvaro de Rujula e Sergio Bertolucci per il 30° di fondazione Golinelli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 giugno 2018

Bologna 25-26 giugno, il Centro Arti e Scienze Golinelli in via Paolo Nanni Costa, 14 in occasione del trentennale di Fondazione Golinelli presenta la conferenza “Tra arte e scienza: la narrazione del Cosmo” tenuta dal fisico teorico del CERN di Ginevra Alvaro De Rujula e dal fisico Sergio Bertolucci. Come per Lévy, il format degli incontri, suddivisi in due giorni, prevede un doppio appuntamento: una conferenza pomeridiana aperta al pubblica (ingresso libero, dalle 17.30) e una mattinata di studio rivolta a un gruppo ristretto di ricercatori e dottorandi (su prenotazione, dalle 9 alle 13).
Tradizionalmente l’uomo collocava nel cielo la parte del mistero che non riusciva a risolvere in terra: qual è la parte di mistero che il cielo ancora racchiude? E ancora: l’uomo ha affidato al cosmo e alle costellazioni ciò che aveva di più caro, affetti, speranze, vite che non sono più. C’è ancor nel disvelamento scientifico attuale, seguito alle esplorazioni e ai viaggi spaziali, posto per una dimensione affettiva del cosmo? Lo studio dell’Universo con lo sviluppo dell’astrofisica da un parte e le scoperte della ricerca nel campo della fisica delle particelle dall’altra hanno negli anni più recenti attivato un ricongiungimento tra i paradigmi dell’infinitamente grande e dell’infinitamente piccolo, offrendo oggi delle piste di ricerca convergenti, dirigendoci verso una piattaforma di sintesi per una sempre maggiore comprensione dell’universo e delle sue origini. Dopo il filosofo francese Pierre Lèvy, De Rujula è il secondo ospite del ciclo di incontri “Astronave Arione”, che si inserisce nelle attività promosse dal centro di ricerca e sperimentazione voluto da Fondazione Golinelli dedicato fin dalla sua ideazione al connubio tra arte, scienza e tecnologia.
“Così come anticamente dal mare, è oggi dallo spazio che possono arrivare novità inaspettate e possono apparire nuovi mondi? – si chiede il presidente di Fondazione Golinelli, Andrea Zanotti – Dopo aver esplorato durante la prima orbita dell’astronave Arione i confini del linguaggio tra uomo e macchina, apprendendo che l’approccio semantico all’intelligenza artificiale potrebbe presto rivoluzionare la capacità di apprendimento degli algoritmi artificiali, oltreché dare la genesi a una prima vera forma di intelligenza umana collettiva, in questa seconda missione esploreremo, tra le altre cose, se nell’universo le dimensioni dell’inaspettato, da una parte, e la conoscenza fisica più consapevole dello spazio cosmico che abitiamo, dall’altra, possono essere oggi sorgenti di nuove narrazioni e di inedite intuizioni artistiche nascenti da suggestioni tecnologiche o da nuove capacità mimetiche”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima English summer school of life science di fondazione golinelli

Posted by fidest press agency su martedì, 11 aprile 2017

Opificio golinelli immagini generiche di laboratori foto/Camera 7Quest’estate Fondazione Golinelli organizza la prima English summer school of life science in lingua inglese, un percorso formativo di eccellenza aperto a 12 studenti (italiani e stranieri) interessati a prendere parte a un’esperienza internazionale che dà loro la possibilità di lavorare in laboratorio e comunicare nella lingua della ricerca scientifica. Gli studenti saranno seguiti e coordinati da Gordon Kennedy, ricercatore (dottorato di ricerca in biochimica e chimica organica) e madrelingua inglese. La English summer school nasce con lo scopo di accrescere la conoscenza degli studenti attraverso il lavoro di gruppo e lo studio di specifici aspetti di biochimica, bioinformatica e biotecnologia, utilizzando tecniche e metodi che vengono comunemente utilizzati nei laboratori di ricerca. Il tema di ricerca è il mondo degli enzimi: come funzionano e perché sono così importanti in biochimica e biotecnologia. Il corso si svolgerà tra il 12 e il 16 giugno 2017 a Opificio Golinelli (Bologna). Il programma è rivolto a studenti italiani e stranieri che frequentano gli ultimi anni della scuola media superiore. In particolare, gli studenti italiani devono aver completato il terzo, quarto o quinto anno di liceo, mentre i candidati stranieri devono avere un’età compresa tra i 16 ei 19 anni.
Un percorso formativo di eccellenza rivolto a studenti del terzo, quarto o quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia. Un’opportunità unica per sperimentare tecniche innovative di biotecnologia, biochimica, biologia molecolare, microbiologia e genetica, utilizzate nei laboratori di ricerca più avanzati a livello internazionale, ma soprattutto un’occasione per riflettere su temi scientifici di estrema attualità insieme a studenti provenienti da tutta Italia accomunati dalla passione per la scienza. I corsi, della durata di una settimana ciascuno, si svolgeranno nel periodo compreso tra il 12 giugno e il 28 luglio 2017 a Opificio Golinelli (Bologna). Durante l’intero percorso ogni studente potrà lavorare in laboratori a posto singolo, dotati delle più moderne strumentazioni scientifiche come la PCR real time e spettrofotometri. Due i percorsi formativi proposti: lo studio del glutine e la predisposizione alla celiachia e gli OGM. (foto: laboratorio opifici)

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La fondazione Golinelli al meeting di Rimini

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

golinelli-mattarellaLa Fondazione Golinelli partecipa alla XXXVII edizione del Meeting di Rimini a Rimini Fiera (19 – 25 agosto) con tre incontri. Marino Golinelli, fondatore e presidente onorario della Fondazione, partecipa, mercoledì 24 agosto alle 19, all’incontro “Alternanzia scuola-lavoro: l’esperienza che fa scuola”. Con Maximo Ibarra, amministratore delegato Wind Spa, Bernardo Quaranta, responsabile Risorse Umane e Organizzazione Italia Enel, Emilia Rio, direttore risorse umane Gruppo A2A; Gabriele Toccafondi, sottosegretario di stato del Miur, introduce Giorgio Vittadini, presidente Fondazione per la sussidiarietà.Nel padiglione A3, all’interno della piazza dell’area “Conta su di te”, sarà allestito uno spazio espositivo sulle attività della Fondazione. Nell’area workshop si terranno gli altri due appuntamenti.
Martedì 23 agosto, alle 19.45, “L’innovazione della didattica e del sistema scuola: Educare a educare”. Con Antonio Danieli, direttore Fondazione Golinelli, Giorgia Bellentani, coordindatore area Educare a educare Fondazione Golinelli.Dare un contributo all’innovazione della didattica e al sistema scuola attraverso opportunità di crescita e formazione professionale per insegnanti. Integrare l’insegnamento trasmissivo con metodologie interattive focalizzate sull’alunno. Affiancare all’insegnamento di conoscenze della cultura umanistica e scientifica strumenti e metodologie come il pensiero creativo, la risoluzione di problemi e la collaborazione nel lavoro di gruppo. Sviluppare un approccio educativo e pedagogico su quattro concetti chiave: interazione tra le discipline, centralità della sperimentazione in laboratorio, binomio scienza e società, nuove tecnologie per la didattica. Educare a educare è il programma di formazione e aggiornamento della Fondazione Golinelli rivolto agli insegnanti di ogni ordine e grado.
Mercoledì 24 agosto, alle 10.45 “Giardino delle imprese, un progetto per avvicinare i giovani alla cultura imprenditoriale”. Con Antonio Danieli, direttore Fondazione Golinelli, Mario Di Nauta, area Giardino delle imprese Fondazione Golinelli.Creatività, intraprendenza, pensiero critico, responsabilità, lavoro di gruppo e molte altre competenze trasversali sono oggi indispensabili per affrontare la complessità e l’imprevedibilità del futuro. Il Giardino delle imprese è l’area progettuale della Fondazione Golinelli che si propone di avvicinare i giovani alla cultura imprenditoriale, stimolandone la creatività e offrendo loro occasioni concrete per mettersi alla prova e realizzare le proprie idee. Propone percorsi educativi informali che affiancano la tradizionale offerta di formazione e competenze che fa capo al sistema scolastico e universitario italiano. L’incontro illustrerà i due percorsi messi a punto con la collaborazione di esperti: la scuola informale di cultura imprenditoriale per studenti del III e IV anno delle scuole secondarie di secondo grado e Icaro, la palestra di imprenditorialità per studenti universitari. (foto: golinelli-mattarella)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione e digitale per dare più informazione alle imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2016

google-building-44Il progetto Discovery24 conquista 530mila euro di supporto del fondo DNI di Google e affianca il programma Frontiere nell’azione di Fondazione Golinelli ed IIT per la formazione in scienza e tecnologia.Essere competitivi nell’economia della conoscenza significa avere accesso a informazioni selezionate e sapere come trasformarle in innovazioni con un valore sul mercato. Nei prossimi mesi gli imprenditori italiani ed europei avranno una marcia in più su questo fronte grazie a Discovery24, il progetto presentato da Fondazione Golinelli di Bologna, Expert System, con la collaborazione di Nòva, il settimanale di innovazione e tecnologia de Il Sole24Ore e dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Discovery24 è, infatti, stato selezionato per il cofinanziamento del Digital News Initiative Innovation Fund (digitalnewsinitiative.com), il fondo di Google per l’innovazione digitale nel giornalismo emergendo come il più grande progetto finanziato in Italia in questo primo round che ha assegnato 27 milioni di euro in 23 paesi europei (digitalnewsinitiative.com/images/map-results.gif). Il progetto, al quale è stato accordato un sostegno di 530mila euro, svilupperà un sistema per cercare e trovare informazioni operative sulle ultime novità generate dalla ricerca scientifica globale al servizio delle imprese. Gli strumenti semantici e di intelligenza artificiale messi a punto dalla modenese Expert System, uno dei leader del settore, saranno costantemente arricchiti dal lavoro umano, di ricercatori e giornalisti. L’output, Discovery24, sarà un sistema giornalistico ad alto contenuto di tecnologia con servizi dedicati per imprese, sia già affermate che start-up, e per il settore della formazione imprenditoriale.Discovery24 è il primo progetto nato all’interno del programma di collaborazione tra Fondazione Golinelli e Istituto Italiano di Tecnologia annunciato lo scorso dicembre per lo sviluppo di iniziative di formazione, ricerca e innovazione volte ad aumentare la capacità competitiva del sistema italiano.Nelle prossime settimane Fondazione Golinelli e IIt lanceranno anche il progetto Frontiere pensato per il mondo della formazione che vedrà la produzione di video sugli ultimi progressi della ricerca nel campo delle nanotecnologie, delle scienze della vita e della robotica con il supporto dei migliori ricercatori del settore. Frontiere nasce con lo scopo di potenziare l’attività di formazione permanente degli insegnanti di tutte le scuole per la promozione dell’innovazione scolastica a livello nazionale. I video di Frontiere saranno in parte liberamente fruibili in rete, mentre i materiali sviluppati per insegnanti e studenti delle superiori, così come per la formazione aziendale, saranno erogati in base ad accordi specifici.Expert System S.p.A., quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, è leader nel settore del Cognitive Computing e Text Analytics. Attraverso la tecnologia proprietaria Cogito, basata sull’analisi semantica, Expert system innova il modo con cui le aziende elaborano le informazioni, offrendo il proprio tool di intelligenza artificiale per comprendere il significato di grandi quantità di documenti, e ricavare conoscenza strategica dai big data per accrescere il proprio vantaggio competitivo e migliorare i processi decisionali. Fra i principali clienti del Gruppo, che ha sedi in Italia, Francia, Spagna, Germania, UK, USA e Canada: Shell, Chevron, Gruppo Eni, Telecom Italia, Intesa Sanpaolo, Il Sole 24 ORE, Ely Lilly, BAnQ, Biogen, Bloomberg BNA, Elsevier, Gannett, IMF, RSNA, Sanofi, SOQUIJ, The McGraw-Hill Companies, Thomson Reuters, Wiley, Wolters Kluwer, Networked Insights, Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, Dipartimento di Giustizia e Dipartimento delle Difesa degli Stati Uniti (DTRA).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »