Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘fondi europei’

Scuola: Operazione verità sulla programmazione ed erogazione delle risorse per formazione professionale e utilizzo fondi europei

Posted by fidest press agency su martedì, 19 febbraio 2019

Il Piano nazionale di formazione del personale docente 2016/2019 riconosce lo sviluppo professionale continuo, la valorizzazione della carriera del personale docente e indirizza a un progressivo affinamento di competenze, attitudini, expertise dei docenti. Con “operazioneverità” Anief intende vigilare sulla corretta programmazione ed erogazione delle risorse legate alla formazione del personale, anche relativamente a progetti nazionali ed europei.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Operazione verità: risorse per la formazione professionale e l’utilizzo dei fondi europei

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 febbraio 2019

Il Piano nazionale di formazione del personale docente 2016/2019 riconosce lo sviluppo professionale continuo, la valorizzazione della carriera del personale docente e indirizza a un progressivo affinamento di competenze, attitudini, expertise dei docenti. Con #operazioneverità5 Anief intende vigilare sulla corretta programmazione ed erogazione delle risorse legate alla formazione del personale, anche relativamente a progetti nazionali ed europei. Il sindacato invita tutte le Rsu a richiedere all’indirizzo rsu@anief.net la lettera con la quale rivolgersi al dirigente scolastico per ottenere informazioni precise.
Le profonde trasformazioni della società italiana e le sfide da affrontare a livello europeo e globale impongono, oggi più che mai, una particolare attenzione allo sviluppo del capitale culturale, sociale e umano che rappresenta l’insieme dei fattori fondamentali per sostenere e accelerare la crescita del nostro Paese.In questo contesto, il sistema d’istruzione è una delle risorse strategiche su cui occorre investire, a partire dal personale della scuola. La formazione del personale scolastico, durante tutto l’arco della vita professionale, è un fattore decisivo per il miglioramento e l’innovazione del sistema educativo italiano.Il CCNL 2016- 2018, all’art. 22, comma 4, lettera c7), prevede che “i criteri generali di ripartizione delle risorse per la formazione del personale nel rispetto degli obiettivi e delle finalità definiti a livello nazionale con il Piano nazionale di formazione dei docenti” sono oggetto della contrattazione integrativa a livello di istituzione scolastica ed educativa.
A tal proposito, all’interno della “Operazione verità” lanciata da Anief, trova spazio un’azione per avere dei riscontri di trasparenza nella scelta delle attività formative della scuola e di conseguenza sulle risorse stanziate.“Invitiamo tutte le Rsu – esorta il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico – a richiedere all’indirizzo rsu@anief.net la lettera con la quale rivolgersi al dirigente scolastico per avere informazioni dettagliate, scuola per scuola. È necessaria un’indagine specifica, volta ad accertare il rispetto della normativa vigente, poiché l’aggiornamento è un diritto-dovere fondamentale, sia come approfondimento della preparazione didattica sia come partecipazione alla ricerca e innovazione didattico-pedagogica. Il sindacato, infatti, intende tutelare le esigenze formative di tutti i lavoratori della scuola”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia maglia nera per utilizzo fondi UE nelle tecnologie

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 gennaio 2019

Nonostante le grandi ambizioni del piano nazionale “Agenda Digitale”, finalizzato a rendere più competitive le aziende italiane e le infrastrutture tecnologiche, l’attuazione del programma stenta a decollare. L’Italia si colloca sul fondo della classifica dei Paesi dell’Unione europea per la capacità di spendere i fondi in ICT e Ricerca e Innovazione. È quanto emerge dall’analisi condotta dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro.
In totale le risorse disponibili, a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR 2014-2020), ammontano a 8,3 miliardi di euro: 6 miliardi per la ricerca e l’innovazione e 2,3 miliardi per lo sviluppo dell’ICT. Un valore molto alto di risorse disponibili, il terzo dopo Polonia e Spagna. Ma, dopo quasi cinque anni dall’avvio dell’“Agenda Digitale italiana”, se si osserva la quota di investimenti rendicontati e impiegati dal nostro Paese, si nota che sono stati spesi solo 828 milioni (pari al 12,3% del totale), collocando l’Italia al quartultimo posto in classifica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura: mancato utilizzo fondi europei

Posted by fidest press agency su domenica, 7 ottobre 2018

Continua a tenere banco la vicenda legata ai PSR e al mancato utilizzo dei fondi europei (solo il 18% quelli utilizzati dal 2014 ad oggi). Dietro a tutto questo – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – si celano diverse componenti, tra le quali le negligenza amministrative e le enormi difficoltà burocratiche che vanno affrontate per compilare le richieste e che spesso scoraggiano coloro che ne avrebbero diritto.Lo strumento dei PSR – continua Tiso – è utilizzato oggi in un modo che ci appare emblematico delle tante difficolta del Paese e va quindi necessariamente migliorato in tanti aspetti. E’ necessario, ad esempio, intervenire quanto prima sul numero dei controlli da effettuare per impedire che le risorse finiscano nelle disponibilità di soggetti non meritevoli; semplificare rapidamente le normative comunitarie e nazionali ed evitare che enti come le Regioni determinino ostruzioni di vario genere e tipo per cercare di non apportare le proprie quote di co-finanziamento.Per il bene del Paese – conclude Tiso – è essenziale che si intervenga sui PSR in modo da consacrare il mondo agricolo alla guida di un piano di sviluppo nazionale; e questo perché, è bene ribadirlo ancora una vola, il primario contiene dentro di sé elementi chiave come l’educazione alimentare e la tutela dei paesaggi e va quindi molto al di là di un semplice settore economico dal valore limitato nel tempo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondi europei e partenariati internazionali

Posted by fidest press agency su martedì, 12 dicembre 2017

Roma Venerdì 15 Dicembre 2017, ore 15:00 Dipartimento di Scienze Politiche, Aula 2C via G. Chiabrera 199 L’accesso ai fondi diretti europei destinati al finanziamento dei programmi tematici dell’Unione europea impone la costituzione di partenariati internazionali che richiedono un’intensa e complessa attività di ricerca dei partner, predisposizione del progetto destinatario del finanziamento ed elaborazione degli accordi con la Commissione europea e fra i partner del progetto finanziato. Il terzo seminario del corso di perfezionamento in “Progettazione e finanziamenti europei” si propone di approfondire questi argomenti con il contributo di autorità istituzionali ed esperti del settore.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pompei: fondi UE per un fiore all’occhiello del patrimonio europeo

Posted by fidest press agency su sabato, 15 aprile 2017

pompei dove il tempo si è fermatoBruxelles. La Commissione investe quasi 50 milioni di euro del Fondo europeo di sviluppo regionale nel proseguimento dei lavori di conservazione e restauro di questo sito simbolo dell’archeologia italiana. Si prevede che dopo il completamento dei lavori di restauro cofinanziati dalla politica di coesione dell’UE l’antica città romana di Pompei, classificata come patrimonio mondiale dell’UNESCO, accoglierà quasi 200 000 turisti in più ogni anno.La Commissaria per la Politica regionale Corina Creţu, che ha visitato il progetto in febbraio, ha dichiarato: “A Pompei restauriamo e preserviamo le opere d’arte del passato, ma in realtà lo facciamo per il nostro futuro, perché i nostri nipoti possano godere di questo sito unico al mondo, parte della storia e dell’identità culturale che abbiamo in comune. In più, così facendo diamo il nostro contributo allo sviluppo economico della Campania, promuovendo il turismo e l’imprenditorialità”.
Il pacchetto di investimenti di 50 milioni di euro finanzia sia il consolidamento delle strutture e degli antichi edifici del sito archeologico per ripristinarne il carattere urbano sia la realizzazione di un sistema di canalizzazione e drenaggio delle acque e di altre opere di restauro e miglioramento, nonché la formazione del personale.
ContestoL’UE ha iniziato a sostenere opere di restauro a Pompei nel periodo finanziario 2000-2006, e ha adottato il “grande progetto Pompei”, finanziandolo complessivamente con 105 milioni di euro, nel periodo 2007-2013. La decisione odierna consentirà che il progetto venga completato con i fondi del periodo 2014-2020.I lavori di scavo del sito archeologico di Pompei, appartenente al patrimonio UNESCO, proseguono con varia intensità dal 1748. L’esposizione e tecniche di scavo inadeguate con il passare del tempo hanno deteriorato il sito. Questo progetto ha lo scopo di arrestare e invertire il processo di deterioramento, riunendo nel contempo i vari settori in una singola area scavata. Con il sostegno dei fondi UE, nel 2016 il sito è stato anche reso accessibile alle sedie a rotelle.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Risorse infrastrutture e progetti qualità

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2015

università bocconi60 miliardi di € dai fondi di coesione 2007-2013; 44 miliardi di € da nuovi fondi europei; 315 miliardi di € previsti dal Piano Junker, senza dimenticare le enormi disponibilità di investimento di fondi infrastrutturali, assicurativi, pensionistici e di private equity.
• Troppo spesso l’enorme disponibilità di risorse finanziarie non viene utilizzata a causa non solo delle opposizioni locali e della burocrazia, ma anche di una scarsa capacità di proporre Progetti di Qualità, cioè socialmente ed economicamente utili, realizzabili nel rispetto dei tempi e dei costi, finanziariamente sostenibili e bancabili.
• Modificare questa situazione è centrale per garantire lo sviluppo del Paese.
• La nuova Unit di Ricerca “Quality Project Lab – QPLab”, presieduta dal prof. Andrea Gilardoni dell’Università Bocconi e diretta dal dott. Stefano Clerici di Agici Finanza d’Impresa, sviluppa modelli e proposte per impostare e gestire efficacemente le procedure di pianificazione e progettazione.
Tali temi saranno discussi nel Workshop del 30 settembre 2015 a Roma ove verranno presentate anche possibili soluzioni per progettare con qualità.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondi UE approvati altri 5 programmi italiani

Posted by fidest press agency su martedì, 21 luglio 2015

parlamento europeo«Un’importante opportunità per gli Enti Locali, le aziende e le realtà imprenditoriali presenti sul territorio nazionale che avranno la possibilità di accedere ai finanziamenti stanziati dalla UE». È il commento del Capogruppo della XIV Commissione Politiche dell’Unione Europea, On. Marina Belinghieri che vede nei cinque programmi operativi pubblicati «un modo per incentivare le realtà che operano nelle aree destinatarie dei finanziamenti, premiando le eccellenze e consentendo alla parte migliore del nostro Paese di mettersi in gioco, con progetti che, sicuramente, ci aiuteranno a stare al passo con le sfide del mondo contemporaneo».
Con i due piani nazionali (Pon) e i tre regionali (Por), per un totale di quasi 3,5 miliardi di euro si arriva, così, all’80% di programmi già definiti per il ciclo 20014-2020 dei fondi strutturali europei. La Commissione europea ha nello specifico adottato il Pon ‘Ricerca e Innovazione’, al quale sono assegnati circa 1,3 miliardi, e il Pon ‘Città metropolitane’, al quale andranno 892 milioni. A questi si aggiungono i Por della Sardegna (930 milioni), del Friuli Venezia Giulia (230 milioni) e del Molise (153 milioni). L’auspicio dell’On. Berlinghieri è che «tutte le Regioni interessate da questi finanziamenti possano sfruttare a pieno una grande opportunità, che servirà sicuramente a far ripartire, migliorare e rafforzare il sistema Paese e l’imprenditoria italiana che, nonostante la crisi, resta una dei pilastri della nostra economia».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

35,5 milioni di euro per lavoratori licenziati in Italia, Francia, Polonia e Grecia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 dicembre 2014

lavoratoriCirca 6000 lavoratori europei licenziati da Air France, Fiat Auto Polonia, Whirlpool e dal rivenditore greco Odyssefs Fokas riceveranno fondi europei per 35,5 milioni di euro per facilitare la ricerca o la creazione di nuovi posti di lavoro in seguito al voto favorevole del Parlamento di martedì. Le richieste di sostegno al Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) dovrebbero essere state definitivamente approvate dal Consiglio nella giornata di oggi.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indagine sull’utilizzo dei Fondi europei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 gennaio 2010

Buone notizie per l’Italia. A differenza del passato, l’Italia risulta oggi tra i migliori utilizzatori dei fondi strutturali europei, facendo registrare mediamente risorse disimpegnate per lo 0,37 per cento, meglio di quanto non facciano Regno Unito, Francia, Germania e Belgio. Il dato emerge da una indagine conoscitiva sui profili di utilizzo e controllo dei fondi comunitari in Italia, realizzata dalla Commissione Politiche dell’Unione europea del Senato. I fondi strutturali rappresentano circa il 35 per cento del bilancio dell’Unione europea. L’Italia riceve la maggior parte dei finanziamenti comunitari attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE). Il nostro Paese ha dimostrato, negli ultimi anni, di aver compiuto grandi progressi nell’utilizzazione dei fondi comunitari, ma molti passi in avanti ancora dovranno essere compiuti, soprattutto sul terreno della cultura amministrativa e metodologica e sul terreno di una visione politica e programmatica maggiormente orientata al raggiungimento effettivo di obiettivi strutturali e di lunga durata. La scarsa assistenza tecnica nell’avvio e nell’implementazione dei progetti, la scarsa capacità progettuale e gestionale e la debolezza del coordinamento centrale sono le criticità emerse dall’indagine. Infine, è auspicabile un ulteriore sforzo di semplificazione delle procedure amministrative, sia a livello nazionale che europeo. Queste considerazioni devono essere inserite nel più ampio quadro di una necessaria semplificazione dei procedimenti amministrativi, che attualmente contribuisce al rallentamento dell’iter e che risponde alla eccessiva frammentarietà delle competenze e alla complessità dei procedimenti amministrativi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »