Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘fondi investimento’

COIMA SGR investe in un portafoglio di 50 milioni di euro di High Street Retail di Feltrinelli

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

amazon-libriCOIMA SGR – società indipendente leader nella gestione patrimoniale di fondi di investimento immobiliare per conto di investitori istituzionali italiani e internazionali – ha rilevato dal Gruppo Feltrinelli per conto del Fondo Core I, un prime high-street retail portfolio composto da 5 unità immobiliari localizzate nelle principali locations dello shopping delle città di Milano, Firenze, Roma, Pisa e Modena, per un valore complessivo di circa 50 milioni e una superficie di 6.000 mq.In particolare, l’immobile di Milano è situato in Corso Buenos Aires, primaria mass retail destination della città, e l’immobile di Firenze è situato in Piazza della Repubblica, nel cuore del centro storico del capoluogo Toscano. Gli immobili sono locati alle Librerie Feltrinelli, con contratti di durata pluriennale.Il Fondo Core I – partecipato da primari investitori previdenziali italiani tra cui la Fondazione Enasarco e altri investitori istituzionali domestici – è un veicolo dedicato ad investimenti a reddito prime con un orizzonte di lungo periodo e un rendimento obiettivo superiore al 6%.ll portafoglio del Fondo ha un valore complessivo a regime di oltre 300 milioni di euro e comprende trophy asset quali Palazzo Aporti a Milano – sede di State Street e Walt Disney – e Palazzo Siri in via del Corso a Roma.Questa operazione fa seguito all’accordo con il Gruppo Feltrinelli, che ha selezionato COIMA SGR quale partner immobiliare per la realizzazione e la gestione del nuovo insediamento immobiliare di viale Pasubio, dove trovano ospitalità la sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e gli uffici di Microsoft Italia, con la costituzione di un fondo immobiliare dedicato, Feltrinelli Porta Volta.
Manfredi Catella, Fondatore e Amministratore Delegato di COIMA SGR ha commentato: “Siamo orgogliosi di questa operazione, che consolida il rapporto fiduciario con la famiglia Feltrinelli confermando un processo virtuoso di valorizzazione in collaborazione tra imprenditori ed investitori istituzionali italiani.” “Siamo molto soddisfatti di questa operazione – commenta Roberto Rivellino, Amministratore Delegato di Gruppo Feltrinelli – che si aggiunge a quella del 2015 legata al Fondo Feltrinelli PortaVolta e che identifica in COIMA SGR il partner ideale per sviluppare un presidio concreto e competente sulle nostre attività immobiliari. Questo ci consente di lavorare al meglio sul nostro piano strategico e di concentrarci sulle nostre attività principali nel campo editoriale e retail.” Gianroberto Costa, Presidente della Fondazione Enasarco ha commentato: “Siamo più che soddisfatti di questa operazione. Mai come in questo caso si ritrovano insieme più motivi di interesse e di vantaggio: per la Fondazione Enasarco, per il Paese, per una grande impresa culturale italiana. Iniziative come questa costituiscono quel mix di benefici in cui le esigenze di redditività per chi investe si coniugano con quelle dell’interesse nazionale in un sistema razionale a somma positiva per tutti.” Nel corso degli ultimi 12 mesi, COIMA ha realizzato una crescita significativa con una raccolta di circa di un miliardo di Euro da investitori istituzionali italiani e internazionali (che sono oggi oltre 100, di cui più del 60% internazionali, con quattro primari Fondi Sovrani); ha completato acquisizioni per circa 1,1 miliardi di Euro; ha perfezionato finanziamenti per circa 2 miliardi, e ha incrementato del 25% il numero dei propri professionisti, passando da 115 a 150.Nell’operazione, gli aspetti contrattuali sono stati seguiti dallo Studio legale Grimaldi per COIMA SGR e da DLA Piper per il Gruppo Feltrinelli, mentre Banca UBI è stata la banca finanziatrice.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Savills IM ha concluso operazioni per 5 miliardi di euro nel 2016

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

moneteSavills Investment Management (“Savills IM”), gestore internazionale di fondi di investimento immobiliari, nel 2016 ha concluso operazioni per un record di 5 miliardi di euro, comprensivi di 2,46 miliardi provenienti dalle vendite e altrettanti dai nuovi acquisti, superando così il record di 3,39 miliardi del 2015.L’attività totale in Europa è stata pari a 3,98 miliardi di euro, quella in Asia a 819 milioni. I mercati più attivi per Savills IM sono stati quello inglese e tedesco, con operazioni per circa 1,17 miliardi di euro ciascuno, e quello italiano con un volume di transazioni pari a 1,11 miliardi di euro.Si sono registrate 114 operazioni sia individuali che di portafoglio in 18 paesi, fra le quali la vendita di un portafoglio di 17 immobili ad uso uffici in Germania con una superficie affittabile di 256.000 mq a WealthCap per 632 milioni di euro. Savills IM ha venduto inoltre il portafoglio immobiliare del suo German Retail Fund per 320 milioni di euro a Patrizia Immobilien AG. Il portafoglio comprendeva 25 immobili commerciali di alto livello con una superficie affittabile totale di 183.000 mq in aree prestigiose della Baviera, del Baden-Württemberg e di Amburgo.
Fra le operazioni in Asia, si segnala un edificio adibito a uffici al 77 Robinson Road del Central Business District di Singapore per 329 milioni di euro.Un’iniziativa molto importante nel 2016 è stata il lancio dell’innovativo Fondo Mercury, che ha permesso al gruppo italiano CONAD, attivo nella grande distribuzione organizzata, di effettuare un’operazione di sale and lease back sugli immobili nel Nord e Centro Italia per un valore complessivo di 300 milioni di euro. Savills IM al momento dispone di 1,17 miliardi di euro da investire in nuovi asset in Europa e Asia nel 2017.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Economia taroccata

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 febbraio 2011

Il miglioramento del quadro macroeconomico lo si deve alle imponenti misure di stimolo monetario e fiscale che hanno portato benefici nelle variabili reali: le vendite al dettaglio sono cresciute, le immatricolazioni delle auto sono aumentate e sono in crescita i profitti delle imprese. Lo si deve all’impegno assunto dalla Federal reserve negli Usa con la sua ampia azione di contrasto alla crisi, acquistando azioni, obbligazioni, prodotti derivati e mutui ipotecari dagli istituti di credito, alla creazione di fondi d’investimento per ripulire i bilanci delle società finanziarie, alla creazione di linee di credito a favore di alcuni grandi gruppi , all’acquisto di titoli pubblici per aumetnare la liquidità e stabilizzare i rendimenti, alla rinegoziazione dei mutui maggiormente eswposti ai rischi d’insolvenza. Ma la locomotiva della ripresa è data dai paesi asiatici, Cina in testa, e dal Brasile. C’è tuttavia una ferita da far rimarginare dovuta alla passata recessione con minori entrate fiscali, forti aiuti concessi alle famiglie e i disoccupati e i crescenti impegni di spesa, finalizzati al risanamento del sistema bancario, alla riforma sanitaria e al rilancio dell’economia reale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »