Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘fondo sociale’

Nuovo Regolamento che istituisce il Fondo Sociale Europeo Plus

Posted by fidest press agency su sabato, 19 gennaio 2019

Strasburgo. Il Parlamento europeo in sessione plenaria ha approvato il nuovo Regolamento che istituisce il Fondo Sociale Europeo Plus per il periodo 2021-2027. Brando Benifei (PD), relatore per il provvedimento legislativo per il Gruppo dei Socialisti e Democratici, ha dichiarato: “Nel giorno in cui l’agenda dei lavori europei sembra assorbita da una nuova puntata del caos generato della Brexit dopo il rigetto di Westminster all’accordo negoziato da Theresa May, il Parlamento europeo approva un programma essenziale nel campo del lavoro, dei diritti sociali e dei giovani, delle persone con disabilità. Un programma che temo farà sentire la sua mancanza ai cittadini del Regno Unito in caso di uscita dall’UE”.“Tra i Paesi UE, l’Italia sarà il maggior beneficiario di Fondi FSE+ per il prossimo settennio, con una dotazione di oltre 15 miliardi di euro per i fondi a gestione concorrente. Sono orgoglioso di aver contribuito a rafforzare la proposta della Commissione europea, aumentando il budget proposto a oltre 120.4 miliardi di euro e soprattutto di aver contribuito in prima persona alla creazione di un nuovo programma, la Garanzia per i Bambini, che permetterà a tanti bimbi provenienti da condizioni economiche o sociali svantaggiose di avere accesso gratuitamente a servizi essenziali, quali assistenza sanitaria, istruzione e assistenza all’infanzia di qualità; alloggi dignitosi e ad un’adeguata alimentazione. Venendo al nostro territorio, saranno oltre 210 i milioni di cofinanziamenti europei che arriveranno in Liguria, tra il 2021 e il 2027, per finanziare i Piani Operativi Regionali. Si tratta di un incremento significativo rispetto ai 170 milioni dei sette anni precedenti. È necessario che la Regione, ad oggi non sempre in cima alle classifiche nell’utilizzo di fondi comunitari, si attrezzi per utilizzare al meglio queste risorse e per tradurle in sostegno ed opportunità per tutti i liguri, specie per chi è più in difficoltà”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondo sociale UE: l’UE investa di più nei giovani

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 gennaio 2019

Strasburgo. Il Parlamento propone di aumentare la dotazione del fondo FSE+ del 19% rispetto a quanto proposto dalla Commissione nell’ambito del bilancio a lungo termine dell’UE (2021-2027). Il fondo dovrebbe aumentare da 89.6 miliardi di euro a 106.8 miliardi. Di questi, 105.7 miliardi dovranno essere amministrati in modo congiunto dall’UE e dagli Stati membri.
I deputati vogliono inoltre vedere più risorse dedicate all’occupazione giovanile e garantire pari opportunità ai bambini a rischio di esclusione sociale e povertà.Il mandato per avviare i negoziati con il Consiglio è stato approvato con 543 voti a favore, 81 contrari e 64 astensioni. I deputati ora solleciteranno il Consiglio ad adottare una posizione e avviare i negoziati il prima possibile.
Il Fondo Sociale Europeo investe nei cittadini da oltre 60 anni. Contribuisce all’inclusione sociale, alla lotta alla povertà, all’educazione, ad aumentare le opportunità lavorative e a promuovere le competenze e l’occupazione dei giovani, oltre che a migliorare le condizioni di vita e di salute per una società più equa. I singoli progetti e programmi devono contribuire a migliorare la coesione economica, sociale e territoriale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fondo per la povertà preleva risorse dai fondi sociali

Posted by fidest press agency su sabato, 11 marzo 2017

senatoMentre il Senato si approssima al varo della legge per il contrasto alla povertà – dichiara Viviana Ruggeri del Coordinamento per la Federazione Sociale della USB – che di fatto non contrasterà proprio nulla, visto che si tratterà di un’elemosina di cui potrà beneficiare non più di un terzo dei cittadini poverissimi, si procede ad un taglio gravissimo al già irrisorio fondo delle politiche sociali (-211milioni) e a quelle per la Non autosufficienza (-50 milioni). Questi tagli di fatto faranno scivolare nella povertà altre famiglie (già fragili) e che avrà un impatto devastante sull’occupazione in ambito sociale”. Ai cittadini poco interessa se il responsabile di questi tagli sia il Governo o le Regioni o se la decisione sia stata presa collegialmente – aggiunge Ruggeri – . Ciò che conta è che da domani saranno ancora meno le risorse disponibili per l’assistenza domiciliare per disabili gravi ed anziani non autosufficienti e ancor meno per quei servizi sociali come asili nido, centri antiviolenza ecc.Una vergogna che dimostra come questo Governo – ha proseguito Ruggeri – non abbia alcuna intenzione di ridurre le disuguaglianze e men che mai la povertà; una vergogna che sarà pagata da chi già è escluso e da tutte quelle lavoratrici e lavoratori dei settori di cura che a seguito di questi tagli saranno ancora più precari di ieri.USB rivendica un’inversione di rotta – ha concluso la delegata sindacale – l’investimento nel sociale crea benessere ed occupazione oltre a combattere la mancata partecipazione delle donne al lavoro. Insomma, non è un costo da tagliare ma il settore in cui investire! (n.r. la colpa non è del governo e di quanti nelle istituzioni lo appoggiano. La colpa è degli italiani che continuano a dare fiducia all’attuale sistema di corrotti, corruttori e corruttibili)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toscana: La crisi e il Fondo sociale europeo

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2011

La crisi non è ancora finita e non ha interessato in modo uniforme il tessuto sociale toscano: i giovani, le donne, i lavoratori precari sono i soggetti più a rischio. Da qui dobbiamo ripartire per rilanciare l´economia toscana e lo faremo anche grazie alle opportunità che ancora per i prossimi anni ci sono offerte dal Fondo Sociale Europeo. Dall’ultimo incontro del comitato di sorveglianza del Fse abbiamo avuto la conferma dell’efficacia di questo strumento, oltre che della buona capacità della Toscana nello spendere e orientare queste risorse verso obiettivi di sviluppo.
Il programma operativo toscano conta, dal 2007 al 2013, su risorse per 664 milioni di euro. Una dotazione di tutto rispetto che ne fa una leva fondamentale per investire sul capitale umano – vale a dire in politiche per la formazione, l’occupazione, l’inclusione sociale, l’istruzione e la mobilitàinternazionale – indispensabile per lo sviluppo della nostra regione. Nei primi anni di programmazione sono stati impegnati quasi 300 milioni, pari al 44% di quanto assegnato alla Toscana. Di questi, oltre 160 milioni, circa il 24%, sono stati anche già spesi. Grazie a queste risorse la Regione e le Province toscane hanno realizzato quasi 19 mila interventi, l´80 % dei quali già conclusi e hanno coinvolto oltre 43 mila persone, di cui più di 20 mila donne. Ma da quando siamo partiti è intervenuto un fatto nuovo, che ha cambiato e non poco le carte in tavola. A partire dal 2009, la crisi economica ha modificato sensibilmente il nostro contesto socio-economico. Per questo abbiamo modificato il programma operativo del fondo, nato in un momento completamente diverso, adattandolo alle nuove esigenze legate alla tenuta sociale e alla salvaguardia del tessuto produttivo, da una parte e, dall’altra, alla necessità di creare le condizioni per un nuovo duraturo sviluppo. Sono queste modifiche che ci hanno permesso, anche in sintonia con il piano regionale di sviluppo e con la strategia comunitaria Europa 2020, di destinare risorse al progetto regionale Giovani Sì, nonché di finanziare cassa integrazione e mobilità in deroga e avviare la riforma della formazione professionale. E´ in corso a livello europeo il negoziato sulla revisione del bilancio Ue, dal quale dipende il futuro dei fondi strutturali. Siamo dunque alla vigilia di un passaggio importante per la definizione delle prospettive finanziarie 2014-2020 e la Toscana non vuole farsi trovare impreparata. Per questo siamo al lavoro per mettere in campo interventi che mirino agli obiettivi ambiziosi individuati dalla strategia europea. Dovremo usare questa fase congiunturale per correggere ciò che non funziona e valorizzare quanto di buono è stato fatto. (Gianfranco Simoncini)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio, aiuti ai giovani e over-40

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2009

Più di 112 milioni di euro per rafforzare le condizioni di occupabilità dei soggetti svantaggiati e a rischio di esclusione dal mercato del lavoro, come i giovani e gli over 40. E’ questo uno degli obiettivi delle misure presentate  dall’Assessore regionale alla Formazione del Lazio, Marco Di Stefano, nel corso del convegno “Formazione&lavoro. Continua il nostro impegno contro la crisi – Piano di lavoro trimestrale del Fondo sociale europeo”. Le risorse, messe a disposizione dal Fondo Sociale Europeo, saranno orientate a dare una risposta concreta all’attuale crisi economica, fornendo uno strumento d’aiuto a tutte quelle categorie che oggi risultano escluse dal mercato del lavoro o fortemente penalizzate al suo interno. Inoltre, sempre sequndo quanto dichiarato da Di Stefano, saranno messe a punto misure per potenziare i settori della lirica, del teatro e del teatro comico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toscana, 50 milioni di euro per la Cassa integrazione

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2009

E’ stato firmato a Roma lo scorso 16 aprile dall’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro della regione Toscana e dal sottosegretario al welfare l’accordo attuativo che rende operativi il finanziamento della Cassa integrazione in deroga e gli altri interventi di politica attiva a sostegno dei lavoratori di aziende in crisi. Per la Toscana è stata confermata l’assegnazione, dopo l’anticipo di 10 milioni, di una seconda tranche di 50 milioni di euro. La Toscana, appena la Commissione Ue darà il via libera, contribuirà con 105 milioni di euro tratti dal suo programma operativo del Fondo Sociale europeo. L’ultimo passaggio è ora l’approfondimento tecnico con la Commissione europea. L’accordo specifica che la copertura integrale del sostegno al reddito è assicurata da fondi nazionali. Una novità dell’accordo salutata positivamente dall’assessore è l’affidamento alla Regione delle procedure per l’assegnazione della Cassa integrazione in deroga, fino a ieri affidate agli uffici del lavoro

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »