Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘fondo solidarietà’

Dazi Usa: Subito un fondo di solidarietà dall’U.E.

Posted by fidest press agency su domenica, 6 ottobre 2019

L’eurodeputata della Lega, Anna Cinzia Bonfrisco, chiede una risposta immediata a livello Comunitario per far fronte agli effetti della sentenza della WTO sulle imprese europee e in particolare italiane. “Occorre attivare subito un fondo di solidarietà per le aziende che non hanno alcuna colpa nella disputa sugli aiuti ad Airbus e Boeing e verranno pesantemente danneggiate dai dazi” afferma Bonfrisco. “Prodotti agroalimentari e in particolare del settore caseario, non hanno nulla a che fare con il settore aerospaziale e la disputa che ha originato la guerra commerciale tra USA e Unione europea – conclude la deputata del gruppo al Parlamento europeo Identità e Democrazia -. L’Unione europea deve agire subito per tutelare queste imprese”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: Fondo solidarietà

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2011

Si è svolto il previsto incontro con l’Abi per la ripresa del confronto sul fondo di solidarietà. Dopo la rottura delle trattative in seguito alla disdetta dell’Abi degli accordi del 24 gennaio 2001 relativi alla volontarietà, la ripresa è stata possibile in seguito alla sospensione, da parte della stessa Associazione datoriale, degli effetti della disdetta fino al 18 luglio. Unità Sindacale non ha accolto positivamente il riproporre da parte dell’Abi di alcune tematiche verso le quali aveva già manifestato le proprie perplessità, sebbene siano state introdotte alcune modifiche migliorative rispetto alle posizioni espresse in precedenza:
• Riduzione dell’assegno straordinario dall’ 8% all’ 11% a secondo del livello di reddito lordo del lavoratore (± 38.000 euro);
• applicazione contratti di solidarietà “difensivi” ed “espansivi” con riduzione dell’orario di lavoro fino al 50%, per una durata che può arrivare ai 36 mesi e con una copertura della retribuzione lorda non percepita a seguito della minor prestazione sino all’ 80% (difensivi). Contratti espansivi (con correlata assunzione di giovani) della durata massima di 48 mesi su base volontaria;
• superamento sostanziale dell’accordo del 24 gennaio 2001 sull’accesso volontario al Fondo. L’elemento della volontarietà potrà essere recuperato dalle parti aziendali o di gruppo che, ferme le previsioni di cui al DM. n° 158 del 2000, possono pervenire ad un accordo, senza ricorrere alle procedure di cui alla legge 223/91 (licenziamenti collettivi), che definisca –anche nell’ambito di piani di incentivazione all’esodo- le modalità di esodo volontario per il personale in possesso dei requisiti per l’accesso al Fondo.
La delegazione di Unità Sindacale, in considerazione della rilevanza delle ricadute sulle lavoratrici e sui lavoratori, valutate anche le numerose implicazioni di una materia sicuramente complessa che potrebbe essere oggetto di ulteriori modifiche legislative (prolungamento delle finestre di uscita come già verificato), si è riservata ogni decisione nel merito.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondo solidarietà vittime

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

L’istituzione di un Fondo di solidarietà a beneficio delle vittime di crimini violenti, con contributi anche attraverso una quota parte del prelievo su giochi e scommesse. La proposta di legge, depositata nei giorni scorsi a Palazzo Madama, viene dal senatore della Lega Nord, Gianpaolo Vallardi. Il Fondo di solidarietà, istituito al Ministero della Giustizia, spiega Agipronews, avrebbe una dotazione iniziale di 50 milioni di euro per l’anno 2011. Sarebbe alimentato, in larga parte, da “introiti derivanti dalla specifica destinazione di un’aliquota delle ritenute erariali dei proventi dei giochi e scommesse determinata annualmente con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, d’intesa con il Ministero della Giustizia” e “dai premi vinti e mai incassati del fondo giochi e scommesse istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze”. (Ida Di Grazia)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondo di solidarietà Parlamentare

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

L’On. Razzi ha presentato un progetto di legge che vuole istituzionalizzare un fondo con le contribuzioni dei 630 parlamentari, Deputati e Senatori «E’ una cosa che noi parlamentari possiamo fare anche in risposta a quanti dicono che vogliono dimezzarci lo stipendio perché non lo meritiamo. In fondo – ha continuato- mille euro al mese si possono donare, in questo modo possiamo correre in aiuto di quanti, per esempio, sono stati frodati dei loro soldi. Uno per tutti il caso della Pension Kasse degli italiani in Svizzera dove il cassiere è scappato con il malloppo, milioni di euro spariti, chi ridarà questi soldi alla gente che ormai non ha nulla ma che ha lavorato una vita intera?». Il Fondo si propone di porre rimedio immediato a grandi danni subiti e sopportati dai cittadini derivanti da truffe o anche da calamità naturali ed ambientali quando spesso le casse dello Stato sono a secco ed il vuoto legislativo rende impotenti e spettatori. «630.000,00€ al mese sono pari a 7,56 mln di euro all’anno e non sono pochi anche in considerazione degli interessi che maturano in banca durante tutto il tempo del deposito– ha fatto presente Razzi- si tratterà poi di costituire un organismo ad acta che deciderà a chi e come erogare  gli aiuti». L’ipotesi è suggestiva e propositiva, vedremo quale impatto avrà sui parlamentari e sull’opinione pubblica «sono sicuro- ha concluso l’onorevole eletto nella circoscrizione estero europa- che tutti i parlamentari accetteranno la proposta che non toglie ma vuole dare in quanto stabilisce un principio di solidarietà e di responsabilità istituzionale di grande profilo etico, ho lavorato una vita da operaio ed il mio stipendio era assai striminzito, oggi sto meglio e posso fare qualcosa di tangibile per chi sta peggio di me».

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cassa integrazione e contratti di solidarietà

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2009

Un protocollo di intesa tra Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate e Associazione Artigiani Provincia di Varese – Confartigianato Imprese è stato sottoscritto questa mattina per anticipare, senza oneri e costi a carico di lavoratori e imprese, la cassa integrazione guadagni straordinaria e i contratti di solidarietà ai dipendenti delle imprese artigiane che non avendo la liquidità necessaria per anticipare ai lavoratori il trattamento di Cigs, ne chiedono il pagamento diretto da parte dell’Inps, oppure che ricorrono ai contratti di solidarietà. In questi casi l’erogazione del trattamento economico avviene dopo alcuni mesi, durante i quali i lavoratori non ricevono lo stipendio. Nel dettaglio, l’intesa sottoscritta prevede la costituzione da parte della Bcc di un fondo di solidarietà rotativo, valido per tutto il 2009, di un milione di euro. Ai lavoratori verrà anticipata, il 10 di ogni mese, la quota dovuta da parte degli Istituti, in proporzione alle ore di cassa integrazione effettuate nel mese precedente, fino ad un massimo mensile di 900,00 euro. Ogni dipendente potrà godere dell’agevolazione per un massimo di 7 mesi e, comunque, fino all’avvio del pagamento diretto da parte degli Istituti. E questo significa che, in caso di utilizzo complessivo del plafond, saranno tra 300 e 900 i lavoratori delle imprese artigiane che potranno accedere al sostegno, a seconda che l’aiuto venga erogato per i 7 mesi previsti o che il pagamento diretto arrivi in tre, quattro mesi. L’erogazione dell’anticipo sulla cassa integrazione avviene su un conto corrente dedicato, aperto da ogni lavoratore interessato, su base individuale e volontaria, presso una filiale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Unica richiesta per accedere al beneficio: la sottoscrizione di quanto necessario per l’accredito da parte degli Istituti del trattamento della Cigs su tale conto corrente. Il conto corrente sarà a spese zero ed a interessi zero per tutto il periodo in cui il dipendente sarà in cassa integrazione o farà ricorso al contratto di solidarietà e potrà essere chiuso, senza costo, in qualunque momento successivo all’accredito da parte dell’Inps dell’importo pari al corrispettivo anticipato dalla Bcc al lavoratore; anche l’imposta di bollo sarà a carico della Bcc. L’intesa è operativa da oggi per i dipendenti delle micro e piccole imprese con meno di 50 dipendenti, che operano nel territorio di competenza della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, aderenti a Confindustria Alto Milanese o a Confartigianato Alto Milanese, che non abbiano avviato procedure fallimentari o concorsuali, e che richiederanno l’ammissione all’istituto della Cigs, anche in deroga, con richiesta di pagamento diretto, nonché ai contratti di solidarietà per il comparto artigiano.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »