Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘fonti rinnovabili’

Il settore dell’energia si focalizza sulle fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su domenica, 30 aprile 2017

Struttura di energia solareL’aumento della decentralizzazione, l’esigenza di decarbonizzare la produzione di energia elettrica e la digitalizzazione volta ad aumentare l’efficienza operativa danno slancio alle opportunità di mercato nel settore dell’energia elettrica. Il sostegno normativo continuato alle energie rinnovabili nei mercati chiave porterà gli investimenti nell’energia elettrica a livello globale fino a quota 443,5 miliardi di dollari nel 2017. Il fotovoltaico solare sarà il segmento con la crescita più rapida, seguito dall’energia eolica, attirando rispettivamente il 37,5% e il 21% degli investimenti globali entro il 2020. Il mercato in continua evoluzione porterà gli operatori del settore elettrico a definire modelli di business innovativi, offrire soluzioni incentrate sul cliente e creare portafogli flessibili. Si assisterà anche a un maggiore consolidamento, poiché le aziende cercano finanziamenti per espandersi e introdurre nuovi prodotti.Lo studio “Global Power Industry Outlook, 2017”, una nuova analisi del programma Power Generation Growth Partnership Service di Frost & Sullivan, esamina le tendenze del mercato dell’energia elettrica, tra cui capacità installata, investimenti e crescita regionale nell’ambito della produzione di energia a carbone, a gas, nucleare, idroelettrica, fotovoltaico solare, eolica e biomasse.Alcune delle tendenze chiave del settore globale dell’energia elettrica sono:
Continua la transizione verso sistemi energetici più decentralizzati e intelligenti
Domanda da parte delle utilities di soluzioni per la gestione dell’energia, sia dal lato dell’offerta che della domanda
Alti tassi di crescita per il fotovoltaico solare; si prevede che gli investimenti aumenteranno dell’11,5% fino a raggiungere quota 141,6 miliardi di dollari nel 2017. Gli accordi internazionali, come COP21, e il calo dei costi delle tecnologie rinnovabile, garantiranno una maggiore capacità per dollaro investito.
La Cina sarà il più grande mercato in termini di investimenti nelle entrate, ma la crescita più rapida si avrà in India, che assisterà a una crescita a due cifre degli investimenti fino al 2020.
Il 73,4% degli investimenti nella produzione di energia elettrica in Europa sarà destinato alle tecnologie rinnovabili, mentre Russia e CSI, in controtendenza, si concentrano sull’energia nucleare e idroelettrica.
Ci sarà un aumento complessivo della capacità globale legata al carbone, nonostante il tasso di utilizzo delle centrali a carbone esistenti sia in calo nella maggior parte delle regioni.
I nuovi modelli di business che incentivano schemi di consumo più intelligenti, insieme alla crescita delle tecnologie di stoccaggio dell’energia, ridurranno la necessità di investimenti nella capacità di picco nei mercati dell’energia già maturi.
Forte investimento nell’energia idroelettrica, nonostante sia una tecnologia già matura; Cina, Asia-Pacifico e America Latina saranno i mercati regionali chiave. (foto: power market)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Workshop “Energia e fonti rinnovabili”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2011

Pavia 15 giugno 2011 In occasione dei 650 anni dell’Università di Pavia, il 15 giugno in Aula Magna e Aula del ’400 si svolge un Workshop, a cura di Paolo Magni e Lucio Andreani, dedicato al problema energetico e allo sviluppo di fonti rinnovabili a basso impatto ambientale. Il problema energetico e dello sviluppo di fonti rinnovabili a basso impatto ambientale è fra le sfide più difficili dei nostri giorni. L’università può avere un ruolo fondamentale nella ricerca di soluzioni innovative a medio-lungo termine e deve contribuire alla formazione di una solida cultura scientifica nella società sui problemi dell’energia. Il settore offre notevoli opportunità di programmi di ricerca, anche in collaborazione con vari enti pubblici e privati nonché con industrie. Il workshop, rivolto all’università e a tutto il pubblico, ha lo scopo di illustrare i vari aspetti del problema energetico, le prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili e l’impegno dell’Università di Pavia in questo settore. Accanto alle relazioni di esperti e di docenti dell’Università di Pavia impegnati in programmi di ricerca relativi all’energia, in aula del 400 è allestita una poster session. Il workshop si concluderà con una tavola rotonda aperta anche all’industria.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fonti rinnovabili: elementi inconciliabili

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2011

Oggi siamo davanti ad un sistema di incentivazione che crea due problemi non conciliabili: da un lato le legittime aspettative sollevate negli operatori, decisamente elevate visto che nel 2011 abbiamo già raggiunto gli obiettivi di potenza installata prevista per il 2020, dall’altro l’insostenibilità del carico sulla bolletta energetica delle aziende che dovranno subire ricarichi importanti, 20% e oltre, che rischiano di mettere fuori competitività interi settori energivori, come quello siderurgico ma non solo, esposti alla concorrenza internazionale.  Va vista quindi in modo positivo l’azione del Ministro Romani che ha coraggiosamente rimesso il tema in discussione.  Ma la discussione va fatta portando avanti una informazione completa e corretta, cosa purtroppo finora largamente assente sui quotidiani e sulle emittenti televisive.  E’ chiaro infatti che nessuno vuole l’abbandono del programma di sviluppo delle rinnovabili, ma questo programma va ritarato con misure di buon senso e costruite su dati certi e obiettivi; ad esempio portando gli incentivi ad un livello paragonabile a quello esistente negli altri Paesi europei, verificando che gli stessi incentivi siano decrescenti e commisurati all’effettiva innovazione tecnologica, con l’obiettivo di mirare al raggiungimento della piena autosostenibilità della tecnologia. Il tutto all’interno di un quadro generale che assicuri la tutela degli imprenditori che sono oggi già con installazioni avviate, ma verifichi anche l’effettiva cantierabilità dei progetti rispetto al territorio ed ai vincoli di gestione della rete elettrica, riformulando obiettivi progressivi di installazione che siano effettivamente sostenibili dal sistema Paese, magari privilegiando le tecnologie europee ed italiane in particolare.  Auspichiamo quindi che la discussione su questo importante tema possa continuare nel rispetto reciproco, ricordando che il Prodotto Interno Lordo nazionale è costruito con il lavoro di tutti e quindi non bisogna penalizzare alcuni settori o favorirne altri, lavorando sulla base di dati corretti e trasparenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Consiglio Regionale del Lazio dice no al nucleare

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 novembre 2010

L’aula della Pisana ha votato a maggioranza una mozione proposta dai Verdi che dichiara l’indisponibilità della Regione a realizzare centrali nucleari di qualsiasi tipo nel territorio regionale.  Con il voto favorevole di 28 consiglieri, 16 contrari e 3 astenuti è passata la mozione proposta da Angelo Bonelli, presidente del partito ecologista, e da esponenti di PD, Sinistra Ecologia Libertà, Federazione della Sinistra e Lista Bonino-Pannella. “Il sistema elettrico regionale – si legge nel documento – è in grado di coprire la richiesta di energia elettrica prevista al 2020 e di assicurare un esubero di circa il 13 per cento, mediante l’incremento della produzione da fonti rinnovabili, da risparmi nei settori finali di consumo e dall’ammodernamento con tecnologia eco-compatibile degli impianti esistenti”.“La votazione di ieri è stata sorprendente –  ha affermato Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori –. L’opposizione ha fatto in modo che la Regione Lazio non abbia in futuro la possibilità di concedere terreni su cui poter edificare centrali nucleari”.L’esponente regionale del partito guidato da Antonio Di Pietro ha poi aggiunto: “Renata Polverini non presenzia mai alle sedute di consiglio e anche ieri era assente mentre si consumava quest’importante vittoria per i cittadini. Sentirle dire che non bisogna preoccuparsi perché la Corte Costituzionale ha sottolineato che la materia è di competenza del Governo, denota l’ennesima dimostrazione di una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Efficienza energetica e fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2010

Roma 26 ottobre 2010 – ore 14.30 – Viale Maresciallo Pilsudski 92 Presso Auditorium GSE (causa lavori l’accesso è da via Guidubaldo Del Monte 72) Seminario di Adiconsum  Efficienza energetica e fonti rinnovabili: Bilanci e prospettive Programma: Saluto di benvenuto: Nando Pasquali, A.D. GSE Apertura lavori: Riccardo Comini – Segretario Nazionale Adiconsum Interventi: L’incentivo del 55% sul risparmio energetico e le fonti rinnovabili Ing. Carlo Manna – Responsabile Ufficio Studi ENEA Le potenzialità di risparmio energetico negli edifici residenziali Ing. Renato Cremonesi – A.D. Cremonesi Consulenze Le proposte di Adiconsum sul 55% e sulla rimodulazione degli incentivi alle FER Pieraldo Isolani – responsabile settore Energia e Ambiente Adiconsum Tavola Rotonda: coordina Paolo Landi, Segretario generale Adiconsum On. Stefano Saglia – Sottosegretario Ministero Sviluppo Economico On. Federico Testa – Responsabile Dipartimento Energia Partito DemocraticoIng. Tullio Fanelli – Commissario Autorità per l‘energia elettrica e il gas Dott. Agostino Conte – Vice Presidente Comitato Energia Confindustria Dott. Tommaso Campanile – Resp.le Dip. Competitività e Ambiente CNA Dott. Giorgio Natalini Guerrini – Presidente Confartigianato Imprese Dott. Carlo Maria Martino – Giunta di Presidenza nazionale Confapi Conclusioni: Pietro Giordano – Segretario Nazionale Adiconsum

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Finanziaria: non discriminare l’eolico

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2010

La prossima approvazione del testo della manovra in Commissione Bilancio del Senato, rischia di sancire per il settore delle nuove rinnovabili, e per il Paese, un enorme danno. La decisione di penalizzare solo alcune tecnologie del settore delle rinnovabili, e peraltro quelle con le maggiori potenzialità, sembra essere una scelta discriminatoria e ingiustamente penalizzante per una piccola parte del settore più efficiente del comparto delle Fonti Rinnovabili di Energia.
Infatti l’aver introdotto con l’Art. 45 l’abrogazione del meccanismo di salvaguardia del sistema di sostegno allo sviluppo del settore delle Fonti Rinnovabili, meccanismo delegato al GSE per il mantenimento dell’equilibrio di mercato tra domanda e offerta dei Certificati Verdi, se mantenuto penalizzerà in maniera drammatica il Paese per occupazione e penalità Comunitarie, le Aziende italiane del comparto che sono moltissime (l’Italia nell’eolico è diventata negli ultimi anni esportatrice di tecnologia e componentistica) e i cittadini per i mancati benefici occupazionali e ambientali connessi. Questo peraltro avviene in un momento storico in cui l’economia è in recessione, fatti salvi proprio quei settori, come la produzione di energia a basso impatto ambientale qual è l’eolico, nel mondo continuano a crescere riducendo i danni della crisi economica.  In questo quadro quindi non solo si sbaglia chiedendo ad un settore privato di contribuire alla riduzione della spesa pubblica con un “espropriazione coattiva della proprietà e degli investimenti” in stile illiberale a non di mercato, ma addirittura si arriva a colpire solo le vere fonti rinnovabili lasciando gli altri comparti più pesanti liberi da ogni gravame, e si ipotizza un prelievo nelle tasche delle aziende italiane del settore che comporta come saldo un risultato negativo per oltre 8 miliardi di € – senza considerare le salatissime penalità Comunitarie per l’inadempimento degli obiettivi assunti – come calcolato nella tabella allegata per mancate entrate fiscali al 2020 sulla base dei dati del Ministero dello Sviluppo Economico).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’Anev e la manovra economica del governo

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 Mag 2010

L’ANEV-Associazione Nazionale Energia del Vento che vede riuniti oltre 2.000 soggetti rappresentanti il comparto eolico nazionale in Italia e all’estero (tra cui E- On, Sorgenia, Acea Electrabel, IVPC, Ansaldo Sistemi Industriali, Erg Renew) lancia l’allarme ed esprime tutto il suo disappunto e la sua preoccupazione per le misure contenute nell’art. 45 (Terzo Titolo, Sviluppo e Infrastrutture) della manovra economica del Governo che se approvate mettono in pericolo decine di migliaia di posti di lavoro nel settore delle energie rinnovabili e la tutela dell’ambiente. La misura prevista dall’Art. 45 infatti abolisce, anche retroattivamente, l’unico meccanismo di garanzia del sistema di sostegno alla crescita delle Fonti Rinnovabili, che serve invece proprio a tutelare il mercato e ad evitare speculazioni derivanti dall’oscillazione artificiosa dei prezzi dei Certificati verdi. Tecnicamente l’abolizione dell’obbligo del riacquisto da parte del Gestore dei Servizi Energetici (GSE) dei Certificati Verdi in eccesso in dote agli operatori delle rinnovabili, potrebbe portare in assenza di un adeguamento coerente della quota d’obbligo, ad una sostanziale destabilizzazione del sistema e di conseguenza, da un punto di vista occupazionale, agli effetti disastrosi sopra richiamati e da un punto di vista ambientale ad un profondo passo indietro per il progressivo abbandono di produzione di energia da fonti rinnovabili nel nostro paese. Tale provvedimento, che certamente presenta profili di illegittimità rispetto alla modifica retroattiva del sistema, andrebbe a generare sui progetti già in essere una grave situazione di insolvenza i cui effetti sarebbero, oltre ai danni economici indicati in centinaia di milioni di euro e di perdita di livello occupazionale, anche i mancati benefici ambientali che a loro volta genererebbero al 2020 costi inaccettabili e insostenibili per il sistema Paese. ANEV chiede con forza che si evitino al nostro Paese ulteriori azioni destabilizzanti sul settore delle Fonti Rinnovabili, rivedendo tale intervento in ambito coerente con le altre iniziative e rimandando ogni azione ad un organico riordino dei meccanismi vigenti entro la fine dell’anno come già previsto.
ANEV – Associazione Nazionale Energia del Vento – è l’associazione di protezione ambientale, riconosciuta ai sensi della Legge 8 luglio 1986 n. 349, costituita nel luglio 2002.Tra gli scopi dell’Associazione vi è quello di concorrere alla promozione e utilizzazione della fonte eolica in un rapporto equilibrato tra insediamenti e natura, nonché quello di promuovere la ricerca e lo sviluppo tecnologico finalizzato all’utilizzo della risorsa vento e all’uso razionale dell’energia, oltre che alla diffusione di una corretta informazione basata su dati reali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

E’ desolante leggere il documento europeo che riassume le previsioni dei 27 paesi dell’Unione Europea, relativamente alle loro possibilità di raggiungere nel 2020 l’obiettivo di produrre con fonti rinnovabili il 20% dei consumi finali. Lo è perché appare evidenziato che l’Italia è il paese peggiore, quello che rimarrà più lontano dall’obiettivo, che per noi non è il 20% ma il 17%.  Altri quattro paesi non ce la faranno, ma arriveranno più vicini al loro target di noi. Come previsto dall’art. 4.3 della Direttiva 2009/28/ CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, gli Stati Membri hanno recentemente notificato alla Commissione Europea il documento previsionale sull’uso dei meccanismi di cooperazione previsti dalla stessa Direttiva per raggiungere l’obiettivo di incremento di energia rinnovabile al 2020. L’Italia ha consegnato un testo in cui prevede di importare energia da fonti rinnovabili nella misura di circa 4,0 Mtep (milioni di tonnellate equivalenti). Di questi, 2,9 proverranno da biocombustibili importati o prodotti in Italia con biomasse importate, mentre i rimanenti 1,1 Mtep, equivalenti a 13,7 TWh (miliardi di chilowattora), dovranno essere costituiti da energia elettrica prodotta all’estero da fonti rinnovabili. Il documento presentato dal Governo indica che circa il 50% dell’import sarà realizzato attraverso nuove interconnessioni sviluppate con Montenegro e Tunisia, mentre il restante 50% arriverà da Albania e Svizzera attraverso progetti finalizzati ad importare elettricità da fonti rinnovabili. L’attuale normativa italiana è infatti favorevole a questa opzione perché,  a date condizioni, consente di riconoscere taluni incentivi italiani per produzioni elettriche realizzate in Paesi terzi e importati in Italia.  Davvero incredibile che si arrivi ad incentivare le fonti estere in Montenegro, Tunisia e Albania! Andrebbe spiegato a chi si lamenta degli incentivi al solare italiano, come il ministro Brunetta che su il Giornale del 13 marzo annuncia che “gli sventoloni (l’eolico) e i pannelli solari sono pippe: dal punto di vista tecnico scientifico sono pippe a costi altissimi”. Pippe all’estero? Il comportamento del governo risulta incomprensibile poiche’  sembra sottostimare le nostre potenzialità (nel settore elettrico ANEV, Assoelettrica, Kyotoclub e molti altri, stimano circa 26 TWh in piu’ del governo), specie nel campo del solare termico (come indicato chiaramente in uno studio molto esplicito fatto dall’ENEA in passato), e piuttosto che definire un piano ambizioso di investimenti e nuove regole che favoriscano interventi di efficienza e risparmio, pensa solo al costoso e inutile nucleare. Ne è prova il fatto che nella recente legge “Milleproroghe”, approvata il 26 febbraio sia stata introdotta l’ennesima proroga (dal 1 gennaio 2010 al 1 gennaio 2011), per l’introduzione nei regolamenti edilizi comunali dell’obbligo di integrazione delle energie rinnovabili nella realizzazione di nuovi edifici.Che rabbia dover pagare quando potremmo evitarlo, attraverso l’azione congiunta del risparmio energetico e dello sviluppo delle rinnovabili nostrane! (Roberto M. Beati i costruttori di pace)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Idrogeno da fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2010

Bari 4 Marzo alle ore 12 e 30, presso la Presidenza della Regione Puglia (Lungomare Nazario Sauro, 33), verrà sottoscritto il Protocollo d’Intesa tra Regione Puglia e Fondazione “H2U The Hydrogen University di Monopoli”, per la sperimentazione e la realizzazione in Puglia di progetti legati all’utilizzo di idrogeno prodotto da fonti rinnovabili, così come previsto da una delibera approvata dalla Giunta Regionale il 10 Febbraio scorso. A porre la firma al documento saranno il Presidente della Regione Puglia e il Presidente della Fondazione Nicola Conenna. Il protocollo, della durata di tre anni, prevede la realizzazione, da parte della Fondazione “H2U The Hydrogen University, di un “Master Plan dell’economia dell’idrogeno in Puglia” e l’organizzazione annuale di una “Conferenza Internazionale Euromediterranea sulla mobilità a idrogeno” e più in generale sull’economia dell’idrogeno. La sperimentazione sarà finalizzata alla costruzione e messa in esercizio della rete pugliese di distributori ad idrogeno e miscela metano-idrogeno, a partire dalle aree ad elevato rischio di crisi industriale, come Brindisi e Taranto, e dall’area metropolitana del capoluogo regionale Bari.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fonti rinnovabili e regolamenti edilizi

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2010

Il Comitato di Indirizzo di 16 Associazioni ambientaliste e del settore delle rinnovabili chiede alla Camera dei Deputati e al suo Presidente on. Gianfranco Fini di annullare la nuova proroga (dal 1 gennaio 2010 al 1° gennaio 2011), approvata dal Senato all’interno del Dl 194/2009, per l’introduzione nei regolamenti edilizi comunali dell’obbligo di integrazione delle energie rinnovabili nella realizzazione di nuovi edifici. Il Comitato di Indirizzo, a cui aderiscono 16 Associazioni ambientaliste e del settore industriale delle energie rinnovabili, apprende con stupore che il Senato, nella seduta dell’11 febbraio 2010 in cui si è approvato il maxi-emendamento al Dl 194/2009 “Milleproroghe”, ha introdotto una nuova proroga per l’introduzione nei regolamenti edilizi comunali dell’obbligo di integrazione delle energie rinnovabili nella realizzazione di edifici di nuova costruzione: dal 1 gennaio 2010 al 1 gennaio 2011. L’obbligo per l’impiego delle fonti rinnovabili nella realizzazione dei nuovi edifici, era stato introdotto con l’articolo 1, comma 289 della Finanziaria 2008 (vedi sotto). Il suo rinvio comporterà un grave danno al nostro Paese, non solo per le sanzioni a cui dovremo fare fronte, ma in particolare per la battuta d’arresto inflitta a quelle forme di sviluppo economico-sociale sostenibili che il settore delle fonti rinnovabili e della green economy in generale sta perseguendo (al 2020, creazione di almeno 250.000 nuovi posti di lavoro diretti e indiretti nel settore e contributo all’incremento del PIL superiore all’1,5%). Per questo chiediamo ai rappresentanti della Camera dei Deputati e al Presidente della Camera on. Gianfranco Fini (vedi lettera allegata) di adoperarsi affinché nell’esame del Dl 194/2009 “Milleproroghe” venga ripristinato il contenuto dell’articolo 1, comma 289 della Finanziaria 2008 a partire dal 1 gennaio 2010.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fonti rinnovabili a Pomigliano d’Arco

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2010

Pomigliano d’Arco (NA) 5 Marzo – ore 11 – sala conferenze ENAM SpA – Via Nazionale delle Puglie. Pomigliano d’Arco è diventata la città delle fonti rinnovabili dove tutto verrà alimentato dal sole. Questo almeno in parte è già realtà. Tre impianti di solare termico attivi, dodici impianti di fotovoltaico, un impianto per solare termico sull’asilo nido comunale e ancora quattro impianti di produzione di energia elettrica da biomassa. “All’inizio del 2011 avremo a Pomigliano  una riduzione di 13.915 tonnellate di emissione di CO2 e per il 2015 di ben 33.633 tonnellate”. Ad annunciarlo è Vincenzo Gaudiano  Presidente della Enam SpA, società ad intero capitale pubblico del Comune di Pomigliano d’Arco.  “Il 1 Marzo daremo il via a questa radicale trasformazione invitando per quella data giornalisti, esperti di fama nazionale e rappresentanti delle associazioni ambientali, ad un originale percorso di comunicazione che durerà l’intera giornata. Una sorta di information day – ha proseguito Gaudiano – che darà la possibilità alla stampa di settore e non, di percorrere un interessante viaggio lungo i quasi 4.000 pannelli di fotovoltaico , di vedere gli impianti a solare termico e di raggiungere a bordo di una navetta, con l’ausilio degli esperti,  quei luoghi, scuole, edifici pubblici, parchi, dove tutto questo è già realtà. Ben 598 kW di potenza di picco, ottenuti con  gli impianti di fotovoltaico già installati su Municipio, scuole elementari, scuole medie e su aree di parcheggio.  Tre gli impianti di solare termico per la produzione di acqua calda, presso il campo di rugby e la palestra di arti marziali. Stiamo realizzando un modello energetico che si basa sulla produzione diffusa e sul risparmio. Un modello che, oltre a far bene al pianeta , può significare sviluppo , buona economia e buona occupazione per le nostre comunità. Gli interventi sono stati realizzati nell’ambito del Piano Energetico Comunale approvato dall’Amministrazione. Quattro saranno gli impianti di produzione di energia elettrica da biomassa di potenza nominale di 450 kW cadauno che entro il 2010 partiranno sul territorio comunale. Sono impianti in assetto cogenerativo. Dunque recupereremo e riutilizzeremo l’energia termica prodotta per riscaldare le strutture sportive e gli immobili pubblici ma anche quelli industriali adiacenti. Installato invece l’impianto di notevoli dimensioni con pannelli fotovoltaici presso la stessa sede della Enam SpA, mentre sempre nel 2010 verranno attivati, sulle coperture dei nostri capannoni industriali circa 60 kW di fotovoltaico di silicio amorfo”. Dunque il mondo chiama e Pomigliano risponde perché “l’intera  città  si sta rendendo protagonista in prima linea di questa rivoluzione ambientale – ha continuato Gaudiano – grazie anche alle nuove norme approvate dall’Amministrazione per la promozione dell’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sulle nuove edificazioni che prevedono l’obbligo del 50% minimo di produzione di acqua calda dal sole”. La sfida è lanciata . “ Questa è la città delle fonti rinnovabili – ha concluso Gaudiano – dove stiamo lavorando per creare le basi per una grande riconversione industriale. Pomigliano, città industriale, dovrà essere sempre più città delle fonti rinnovabili ,  città dell’Incubatore d’Impresa B.E.I ,  la sede della ricerca per l’economia verde. Nella conferenza stampa illustreremo tutti i dettagli di questo ambizioso cammino”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Altri 11 mw eolici in Sardegna

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2009

In Sardegna si tratta di 7 aerogeneratori da 1,5 MW, per una potenza installata complessiva di 10,50 MW, che vanno ad aggiungersi ai 54 MW del parco eolico di Sedini, in provincia di Sassari. A regime, i nuovi impianti produrranno quasi 18 milioni di chilowattora. Nel complesso, il parco eolico, grazie all’entrata in esercizio delle nuove pale, produrrà più di 90 milioni di chilowattora, sufficienti a soddisfare i consumi di oltre 33 mila famiglie, pari a più di un terzo degli abitanti della stessa città sarda, evitando l’emissione in atmosfera di 70 mila tonnellate di CO2. Con questi nuovi impianti, Enel Green Power incrementa ulteriormente la potenza eolica installata in tutto il mondo, che ad oggi ammonta a circa 1250 MW. Enel Green Power ha prodotto 17,2 TWh nel 2008 e ha una potenza installata di circa 4.500 MW nell’eolico, solare, geotermico, biomassa e idro fluente in Italia e all’estero, con forti piani di crescita futuri in Europa, in Nord America e in America Latina, regioni ad alto sviluppo delle fonti rinnovabili.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia: Incentivi alle fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 aprile 2009

Paolo Landi, segretario generale Adiconsum: “Necessario rimodulare gli incentivi alle fonti rinnovabili, affinché il loro costo non gravi sui consumatori e l’incentivo non costituisca un business” Gli attuali incentivi previsti per la produzione di energia da fonti rinnovabili non hanno sortito i risultati sperati e rischiano di trasformarsi in un nuovo CIP6, con cui, oggi, finanziamo per l’82% le fonti assimilate (combustibili fossili con idrocarburi, combustibili di processo e residui) e appena per il 18% le fonti rinnovabili (eolico, idroelettrico, solare, ecc.). Le proposte di Adiconsum: 1.  Necessario rimodulare il sistema di incentivazione alle fonti rinnovabili perché così articolato, ossia senza tetti, il rischio è che il peso degli incentivi sulle bollette elettriche da qui fino al 2020 sarà dell’ordine del 20%, contro l’attuale 6%. 2.  Il peso delle incentivazioni va ricondotto al sistema della fiscalità generale e non ripartito in bolletta, dove chi paga è solo il consumatore. L’attuale incentivazione non tiene conto dello sviluppo tecnologico. La rimodulazione andrà, quindi, tarata anche alla luce di tale sviluppo. Un esempio per tutti è il conto energia per il fotovoltaico che supera i 64 milioni di euro, e nonostante diminuisca nel tempo, non si adegua correttamente al rapido miglioramento delle tecnologie utilizzate, ossia ad una maggiore efficienza e un minor costo dei materiali.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Fonti rinnovabili e obiettivi europei

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2009

Roma 27 Aprile – ore 9,30 presso l’Auditorium GSE  Viale Maresciallo Pilsudsky 92 Forum su Le incentivazioni alle fonti rinnovabili e gli obiettivi europei: analisi e proposte. Il programma dei lavori prevedel’Indirizzo di saluto di Nando Pasquali, A.D. GSE. Presiede: Pieraldo Isolani, responsabile Settore Energia e Ambiente ADICONSUM. Gli interventi hanno per tema conduttore:La situazione delle Fonti Rinnovabili in Italia e negli altri Paesi dell’Unione rispetto agli obiettivi europei. Ne parleranno Paolo Frankl – Head of Renewable Unit INTERNATIONAL ENERGY AGENCY Mario Gamberale su Le criticità del sistema italiano di incentivazione– KYOTO CLUB Marco Pigni sul costo dell’iter burocratico e delle autorizzazioni– Direttore Generale e Pia Saraceno – A.D. REF APER su  Ipotesi di rimodulazione del sistema italiano di incentivazioni. Segue la Tavola rotonda Coordinata da: Paolo Landi, segretario generale ADICONSUM con Massimo Ricci – Direttore Direzione Mercati Autorità Energia Elettrica e Gas Guido Bortoni – Direttore Dipartimento Energia Ministero Sviluppo Economico Corrado Clini – Direttore generale Ministero Ambiente Gerardo Montanino – Responsabile Direzione Operativa Fonti rinnovabili GSE Carlo De Masi – segretario generale Flaei Cisl Dario Di Santo – Direttore generale Fire Marco Palazzetti – Co sorzio Cear Conclusioni: Carlo Bollino, presidente GSE

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum su fonti rinnovabili e obiettivi europei

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 aprile 2009

Roma 27 Aprile – ore 9,30 presso l’Auditorium GSE – Viale Maresciallo Pilsudsky 92 Forum su Le incentivazioni alle fonti rinnovabili e gli obiettivi europei: analisi e proposte  Indirizzo di saluto: Nando Pasquali, A.D. GSE Presiede: Pieraldo Isolani, responsabile Settore Energia e Ambiente ADICONSUM Interventi: La situazione delle Fonti Rinnovabili in Italia e negli altri Paesi dell’Unione rispetto agli obiettivi europei Paolo Frankl – Head of Renewable Unit International Energy Agency Le criticità del sistema italiano di incentivazione Mario Gamberale – KYOTO CLUB Il costo dell’iter burocratico e delle autorizzazioni Marco Pigni – Direttore Generale APER Ipotesi di rimodulazione del sistema italiano di incentivazioni Pia Saraceno – A.D. REF Ore 11.00 – Tavola rotonda Coordina: Paolo Landi, segretario generale ADICONSUM Massimo Ricci – Direttore Direzione Mercati Autorità Energia Elettrica e Gas Guido Bortoni – Direttore Dipartimento Energia Ministero Sviluppo Economico Corrado Clini – Direttore generale Ministero Ambiente Gerardo Montanino – Responsabile Direzione Operativa Fonti rinnovabili GSE Carlo De Masi – segretario generale Flaei Cisl Dario Di Santo – Direttore generale Fire Marco Palazzetti – Co sorzio Cear Conclusioni: Carlo Bollino, presidente GSE

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2009

Roma 27 Aprile – ore 9,30 presso l’Auditorium GSE – Viale Maresciallo Pilsudsky 92 Forum Le incentivazioni alle fonti rinnovabili e gli obiettivi europei: analisi e proposte  Programma: Ore 9.00 – Registrazione partecipanti Ore 9.20 – Apertura lavori Indirizzo di saluto: Nando Pasquali, A.D. GSE Presiede: Pieraldo Isolani, responsabile Settore Energia e Ambiente ADICONSUM Interventi: La situazione delle Fonti Rinnovabili in Italia e negli altri Paesi dell’Unione rispetto agli obiettivi europei Paolo Frankl – Head of Renewable Unit INTERNATIONAL ENERGY AGENCY Le criticità del sistema italiano di incentivazione Mario Gamberale – KYOTO CLUB Il costo dell’iter burocratico e delle autorizzazioni Marco Pigni – Direttore Generale APER Ipotesi di rimodulazione del sistema italiano di incentivazioni Pia Saraceno – A.D. REF Ore 11.00 – Tavola rotonda Coordina: Paolo Landi, segretario generale ADICONSUM Massimo Ricci – Direttore Direzione Mercati Autorità Energia Elettrica e Gas Guido Bortoni – Direttore Dipartimento Energia Ministero Sviluppo Economico Corrado Clini – Direttore generale Ministero Ambiente Gerardo Montanino – Responsabile Direzione Operativa Fonti rinnovabili GSE Carlo De Masi – segretario generale Flaei Cisl Dario Di Santo – Direttore generale Fire Marco Palazzetti – Co sorzio Cear

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nucleare e fonti rinnovabili, un convegno alla Sapienza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

Roma 2 aprile, ore 9.30, presso la Saletta del Chiostro della Facoltà di Ingegneria in Via Eudossiana, si terrà un convegno sull’energia nucleare e le fonti rinnovabili con:On.Fabio RAMPELLI (Pdl), Maurizio CUMO (SOGIN), Vincenzo NASO (La Sapienza), Vito PIGNATELLI (ENEA). Il convegno vedrà la partecipazione di esponenti del mondo accademico, della politica e di esperti del settore energetico: Maurizio CUMO, ordinario di Impianti nucleari presso l’Università La Sapienza e presidente della SOGIN; Vincenzo NASO, ordinario di Sistemi energetici presso l’Università La Sapienza, direttore del CIRPS e presidente nazionale ISES; Vito PIGNATELLI, responsabile del Dipartimento biocarburanti ENEA; On. Fabio RAMPELLI, deputato Pdl e membro della Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera. Il dibattito sarà introdotto da Salvatore TRIPODI, rappresentante degli studenti. Il moderatore del dibattito sarà invece Filippo D?AMBROSIO, rappresentante degli studenti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »