Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘forma’

Mostra ‘Guido Pajetta. Miti e figure tra forma e colore’

Posted by fidest press agency su sabato, 24 agosto 2019

Milano Sarà visitabile fino a giovedì 5 settembre 2019 la mostra ‘Guido Pajetta. Miti e figure tra forma e colore’ che Palazzo Reale dedica all’artista milanese tra i maggiori interpreti del nostro ‘900. Inaugurata il 5 luglio l’esposizione ha avuto un grande successo di pubblico che ne ha siglato la proroga di ulteriori quattro giorni rispetto alla chiusura prevista per il 1° settembre. L’antologica – promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale e dalla Fondazione Guido Pajetta, curata da Paolo Biscottini, Paolo Campiglio e Giorgio Pajetta – propone una significativa selezione di 90 opere realizzate dall’artista nel corso della sua lunga carriera, dagli esordi sulla scena milanese, passando per diverse esperienze internazionali, fino agli anni ’80, poco prima della morte. Il percorso espositivo si snoda lungo nove sezioni tematiche e analizza gli anni di Brera, la classicità, la dimensione europea, il ritratto, la natura morta, le maschere e la dimensione onirica, la figura femminile, il paesaggio e infine la guerra.Uomo del cosiddetto secolo breve, Pajetta è stato un artista tanto prolifico quanto anomalo e nel suo lavoro si è confrontato con personaggi, come Sironi e Carrà, e movimenti artistici, come il Post-cubismo e il Surrealismo, da cui è stato profondamente influenzato senza però mai legarsi o identificarsi con un unico stile. Per non sentirsi limitato nella propria arte si è infatti allontana da qualunque corrente artistica riconosciuta e ha dipinto spinto dal proprio inconscio, dal proprio istinto e dai propri demoni.
L’inquietudine è infatti il tema generale che attraversa le opere di Pajetta, che cerca nella tela e soprattutto nel colore il senso della propria esistenza.La mostra è realizzata con la sponsorizzazione di Topjet Executive.Il catalogo della mostra è pubblicato da Skira.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La forma dell’ideologia: Praga: 1948-1989

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 Mag 2019

Parma. Dal 25 maggio al 28 luglio 2019 sarà ospitata a Parma la più grande mostra italiana dedicata all’arte cecoslovacca. “La Forma dell’Ideologia. Praga: 1948-1989” porterà nella storica sede del Palazzo del Governatore oltre 200 opere tra dipinti, disegni, acquerelli, lavori di grafica e di stampa, fotografie, oggetti di design e proiezioni cinematografiche.Promossa da Fondazione Eleutheria, Collezione Ferrarini-Nicoli e Comune di Parma, in collaborazione con il Museo di Arte Decorative di Praga, la mostra è curata da Gloria Bianchino, FrancescoAugusto e Ottaviano Maria Razetto.
L’esposizione, allestita su entrambi i piani del Palazzo, proporrà al pubblico un percorso temporale, a partire dagli anni ’20 del Novecento fino agli anni ’80, in cui verrà approfondita l’atmosfera culturale di Praga e dell’intera nazione cecoslovacca, altamente influenzata dalle vicende storico-politiche, che portò a una particolarissima produzione artistica, parte della quale trovò espressione nella pittura realista di artisti di primo piano come Josef Štolovský (1879-1936), Josef Brož (1904-1980), Adolf Žábranský (1909-1981), Jaromír Schoř (1912-1987), Sauro Ballardini (1925-2010) ed Alena Čermáková (1926-2009). Dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al cinema fino al design, l’arte di quel periodo è declinata nelle sue variegate sfaccettature sottolineando, in particolare, l’impatto che ebbe lo “stato di regime”, dal ’48 in poi, sulla cultura della città e dell’intera nazione.
La mostra è realizzata con il patrocinio di: Ambasciata della Repubblica Ceca a Roma, Ambasciata d’Italia a Praga, Ministero per i Beni e le Attività Culturali della Repubblica Italiana, Ministero della Cultura della Repubblica Ceca, Regione Emilia-Romagna, Praga Città Capitale, Provincia di Parma, Municipio di Praga 1, Istituto Italiano di Cultura di Praga, Centro Ceco di Roma, Archivio di Stato di Parma, Museo delle Arti Decorative di Praga, Camera di Commercio e dell’Industria italo-ceca, Famu (Film and TV School of the Academy of Performing Arts in Prague). Main sponsor: UniCredit bank, Architectural Consulting, s.r.o., Opem, Ferrarini porte blindate. Sponsor: Carebo, Terra d’Ombra. Partner: Rufa, GVERDI Eccellenze Italiane, Art Cafè, Ceci, Hotel Farnese.
Il Palazzo del Governatore (Piazza Garibaldi, 19) è aperto al pubblico con i seguenti orari: dal martedì al venerdì: 10,00-19,00, sabato e domenica: 10,30-19,30, primo e ultimo sabato del mese aperto fino alle ore 24.00. Biglietto intero € 7, biglietto famiglia € 10, ridotto € 5, ridotto speciale € 4, scolaresche e gruppi € 3. Catalogo edito da Eleutheria e a cura di FrancescoAugusto Razetto e Ottaviano Maria Razetto, con testi di Gloria Bianchino, FrancescoAugusto Razetto, Vittorio Sgarbi, Magdalena Kracik Storkanova e ricco apparato iconografico.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Individuata una nuova forma di demenza tra gli anziani

Posted by fidest press agency su martedì, 7 Mag 2019

E’ stata finora diagnosticata erroneamente come Malattia di Alzheimer, causata dall’accumulo di una proteina diversa dalla beta amiloide. La rivoluzionaria scoperta è emersa dallo studio pubblicato sulla rivista Brain e coordinato dall’Università del Kentucky. I ricercatori americani hanno dimostrato che nella popolazione over 80 anni esiste una particolare forma di demenza caratterizzata da prevalenti disturbi della memoria e dall’accumulo intra-neuronale di una proteina che si chiama TDP-43, che ha molte e complesse funzioni nella espressione genica e nella sintesi proteica.Fino ad oggi la TDP-43 veniva riconosciuta come quella proteina che si deposita all’interno delle cellule neuronali in alcune malattie degenerative, come la sclerosi laterale amiotrofica e la demenza fronto-temporale, che si caratterizza per un esordio più giovanile e la presenza di disturbi del comportamento. La nuova forma di demenza, denominata dai ricercatori Late (Limbic-predominant Age-related TDP-43 Encephalopathy), colpisce il lobo limbico, la parte mediale del lobo temporale e la corteccia frontale.“Si tratta di uno studio di grande rilevanza – ha affermato il Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente della Società Italiana di Neurologia (SIN) – che avrà sicure ricadute su tutte le problematiche, diagnostiche, cliniche e terapeutiche delle demenze degenerative. Circa il 20% dei pazienti sopra gli 80 anni affetti da demenza sarebbero colpiti da questo tipo specifico di demenza. Si tratta ora di lavorare per sviluppare criteri diagnostici clinici e di laboratorio che ne permettano la diagnosi in vivo, come ad esempio la Risonanza Magnetica, la PET con marcatori specifici, ed eventualmente anche il dosaggio della proteina nel sangue e nel liquor, che tuttavia attualmente non è ancora a disposizione. La demenza risulta quindi composta da differenti malattie e non solo dalla malattia di Alzheimer, e una precisa diagnosi è un pre-requisito per potere sviluppare terapie mirate”. I ricercatori hanno analizzato i dati di ampie casistiche di autopsie di soggetti anziani, molti dei quali affetti da quadri di declino cognitivo ritenuti tipici della malattia di Alzheimer (con prevalente compromissione della memoria) dimostrando chiaramente l’accumulo della proteina TDP-43, e non della proteina beta amiloide, che è tipica del quadro patologico della malattia di Alzheimer. “Questo studio – ha commentato il Prof. Carlo Ferrrarese, Presidente dell’Associazione Autonoma Aderente alla SIN per le Demenze (SINdem) – apre un nuovo scenario per la ricerca e per interpretare anche gli insuccessi di alcuni studi sulle terapie anti-amiloide. In molti casi, soprattutto nei soggetti anziani, tale proteina è spesso associata all’accumulo della proteina amiloide, per cui rimuovere la sola amiloide può non risultare efficace. Purtroppo, non sono ancora disponibili test da utilizzare nei pazienti per dimostrare l’accumulo di TDP-43 nel cervello nelle prime fasi di malattia, come invece avviene per la proteina beta-amiloide, ma la ricerca in tale campo è molto attiva e potrà portare a nuove possibilità terapeutiche”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come ritornare in forma grazie all’acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 gennaio 2019

Anno nuovo, vita nuova. Dopo le feste natalizie i buoni propositi per l’anno appena iniziato accompagnano il nostro rientro alla vita di tutti i giorni, e tra i pranzi e le cene in famiglia del periodo delle feste, uno dei primi obiettivi spesso è quello di recuperare al più presto il peso forma. “Durante le festività natalizie si rischia infatti un’assunzione di circa 1.000 calorie in più al giorno, arrivando al tanto temuto confronto con la bilancia con un aumento di peso tra i due e i tre chili – spiega la dottoressa Elisabetta Bernardi, Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino – Questo incremento di peso però non è dovuto solo alla maggiore quantità di calorie che si assumono, ma anche all’abitudine di mangiare più volte durante tutto l’arco della giornata, trascurando inoltre alimenti fondamentali come frutta e verdura”.
Al rilassato clima familiare tipico delle festività si contrappone quindi ogni anno l’ansia di rimettersi in forma nel più breve tempo possibile, complice anche l’incombenza del rientro in ufficio: per la salute del nostro organismo però è importante evitare diete drastiche e digiuni che possono avere conseguenze che si ripercuotono sulla nostra salute: “Per recuperare la linea – prosegue la dottoressa Bernardi – ma in generale per mantenere in salute il nostro corpo, un valido aiuto è rappresentato sicuramente dalla ripresa dell’attività fisica, spesso abbandonate durante il periodo delle feste, e da una corretta idratazione che, insieme ad una sana alimentazione, aiuta a favorire la perdita di peso: l’acqua infatti contribuisce a far aumentare temporaneamente il nostro tasso metabolico e in questo modo il nostro organismo utilizza più calorie. Bere acqua anche prima dei pasti permette inoltre di raggiungere prima il senso di sazietà”.
L’acqua rappresenta un valido alleato della nostra salute anche perché premette l’eliminazione del carico tossinico e garantisce il trasporto all’interno del nostro organismo dei nutrienti. È importante quindi scegliere le acque più ricche di sali come magnesio e calcio: i sali minerali sono indispensabili come costituenti dell’organismo e fondamentali per il mantenimento del nostro equilibrio idrico salino. Attraverso la sua funzione depurativa e all’elevato contenuto salinico dunque, l’acqua rappresenta un importante strumento di cura e di prevenzione. “Una cattiva idratazione può essere spesso anche causa di irregolarità intestinale – prosegue la dottoressa Bernardi – L’acqua infatti facilita la digestione e il lavoro delle fibre che riescono ad avere effetti sulla regolarità intestinale se aiutate dalla giusta quantità di acqua bevuta, circa 8 bicchieri durante l’arco della giornata”. Idratarsi correttamente, dunque, non solo può rappresentare, unito ad una sana alimentazione, il primo passo per tornare in forma dopo il periodo delle festività natalizie, ma anche e soprattutto un importante alleato per mantenere in salute il nostro corpo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le parole e le loro forme: gli incontri del Cortona Mix Festival

Posted by fidest press agency su martedì, 10 luglio 2018

Cortona dal 18 al 22 luglio 2018, il Festival coinvolgerà il proprio pubblico nel tradizionale “mix delle arti”, fra narrativa e poesia, cinema e musica, giornalismo e teatro, alla ricerca di quell’armonia che solo il perfetto bilanciamento degli equilibri sa dare. Ad inaugurare il ciclo Gli incontri di Cortona (tutti in programma al Centro Sant’Agostino, a ingresso libero e accompagnati da un aperitivo offerto dall’Azienda Agricola Leuta) è Goffredo Fofi, che mercoledì 18 alle 17.15 spiega in che senso Le parole sono pietre, come titola il saggio di Carlo Levi dal quale parte la sua riflessione, abbracciando tanto la parola scritta o dichiarata quanto quella agita. La stessa di cui si intende Roberto Olivi, esperto comunicatore, fermamente convinto che sarà la letteratura a salvare il marketing: La comunicazione è un posto dove ci piove dentro, recita il titolo del suo libro, e a Cortona, insieme a Giuseppe Fantasia, spiegherà perché e in quali contesti è salutare “farsi bagnare” (ore 18.15). Chiude la giornata d’apertura Laura Morante, a Cortona nella speciale veste di esordiente. Dopo una lunga carriera accanto ai più importanti registi, l’attrice si allontana per un attimo dal palcoscenico cinematografico e, insieme a Wlodek Goldkorn, accende i riflettori su quello narrativo, calcato oggi per la prima volta con Brividi immorali (ore 19.15).
Dai meccanismi dell’efficacia comunicativa si passa, giovedì 19, alle suggestioni della parola poetica grazie all’intenso reading di Valerio Magrelli, appassionante e deciso già dal titolo, Potere alla poesia (ore 17.15). Dalla melodia dei versi a quella delle note musicali, sarà Pietro Grossi a compiere un viaggio Negli abissi e ritorno (ore 18.15) intrecciando le parole di Orrore, suo ultimo romanzo, con le ipnotiche musiche dei “The Doors” suonate dal vivo da Matteo Urro (voce), Filippo Regoli (chitarra), Giacomo Bianchi (batteria) e Gianluca Caprili (tastiera). E, per continuare con le analogie canore, la chiusura del secondo giorno di incontri è un vero e proprio acuto di livello internazionale: alle 19.15 arriva a Cortona il premio Pulitzer 2018 per la narrativa Andrew Sean Greer, protagonista di un incontro insieme alla sua traduttrice italiana Elena Dal Pra sulla preziosa capacità delle parole di unire lingue, paesi e culture diverse nel comune segno del loro significato. Una curiosità caratterizza il dialogo, moderato da Anna Cherubini: Less, romanzo vincitore del prestigioso premio, inizia proprio con il protagonista Arthur in procinto di partecipare al primo di una lunga serie di festival letterari… Casualità o fortunato presagio?
Venerdì 20 luglio torniamo agli avvenimenti della nostra contemporaneità con il giornalista Sergio Rizzo che alle 18.15 fa luce su una delle inchieste più note e complesse degli ultimi anni (al centro del suo ultimo libro Il pacco), le cui tracce portano Dal “quartierino” all’Europa, sul sentiero della finanza, lasciandosi dietro una scia di famiglie e piccoli risparmiatori sul lastrico. Sul crinale di verità più o meno camuffate si muovono anche i protagonisti del primo degli incontri del weekend: sabato 21 alle 17.15, i redattori Andrea Michielotto e Augusto Rasori giocano con il verosimile e l’inversione dei luoghi comuni spiegando le ragioni che hanno portato “Lercio” ad affermarsi come uno dei più noti siti web di satira, con notizie così assurdamente sbilanciate rispetto ai canoni del reale da sembrare vere. Una professione di fede è invece quella di Annalena Benini che alle 18.15 dà voce alle storie di coloro che hanno fatto della scrittura la ragione profonda del loro stare al mondo: ad Alessandra Tedesco, la giornalista e scrittrice racconta il momento in cui gli autori da lei intervistati hanno preso consapevolezza di essere diventati scrittori, quel momento in cui, come afferma il titolo, tra La scrittura o la vita non c’è più differenza. Dai diversi spaccati di vita, a uno solo: alle 19.15 Marco Damilano chiama tutti a rievocare una storia in particolare, quella del caso Aldo Moro, ancora oggi caratterizzata da ombre: Un atomo di verità nella materia del presente è tutto ciò che possiamo trarre da quella vicenda, abbastanza però per riflettere su cosa è stato e su chi siamo oggi.
Basta invece il titolo di una canzone ormai famosissima per introdurre il dialogo tra Gino Paoli e Amanda Sandrelli di domenica 22 luglio (ore 17.15): Una semplice magia, colonna sonora del cartone animato La bella e la bestia interpretato dai due in un memorabile duetto. Tra parole pubbliche e confessioni private, padre e figlia si racconteranno al Cortona Mix Festival, prima del concerto del cantautore con i Tri(o)Kàla. È invece un’atmosfera davvero insolita, nella Toscana del Festival, quella portata dalla scrittrice siciliana Giuseppina Torregrossa con i profumi del Sud del suo ultimo romanzo. Insieme ad Alessandra Tedesco, due storie di passione intrecciate in una trama fitta e tutta da scoprire, con un avvertimento: Prima ‘i parari mastica i paroli (ore 18.15). A chiudere il ciclo Gli incontri di Cortona, con un deciso richiamo al problema politico e culturale del fondamentalismo, Gabriele Del Grande (ore 19.15). Con il suo reportage su Dawla, lo Stato islamico, il giornalista incarcerato lo scorso anno in Turchia spinge alla riflessione con una domanda che riporta al centro il tema del Festival: se le parole sono importanti, quanto c’è di autentico nella nostra convinzione di vivere nella Fortezza Europa?

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Itinerario di una forma

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 Mag 2018

Parma sabato 19 maggio 2018 Conferenza dalle ore 18 Vernissage dalle ore 19 (fino a lunedì 4 giugno 2018) CUBO Galleria Bianca Via La Spezia 90. Itinerario di una forma è il titolo prescelto per questa retrospettiva sulla produzione di inediti elementi di arredo ideati e realizzati dal rinomato designer Franco Poli lungo gli anni della sua carriera. L’inaugurazione della mostra proposta nell’ambito del “Fuori – Fuori Salone” e del Circuito Off di Parma 360 Festival della Creatività Contemporanea si terrà alla presenza del designer.
Dalle 18 il maestro Poli terrà una conferenza introduttiva in cui illustrerà il processo poetico e materiale che lo ispira e conduce nella produzione delle sue opere. Itinerario di una forma, a cura dell’architetto Guillaume Pacetti e Elisabetta Baratti, proporrà una rassegna di elementi d’arredo creati da Poli nel corso della sua pluridecennale carriera, iniziata già negli anni Settanta, per importanti brand di arredamento e design.Per la prima volta esposti in mostra saranno presentati numerosi prototipi, oggetti unici e rari, oltre che pezzi della fortunata sequenza di reti in cuoio concepiti per Matteo Grassi e poi per Midj, frutto di una originalissima tecnica incisoria del designer derivante da una appassionata ricerca sulle reti topologiche e la geodesia di Fuller.Racconta Poli a proposito della mostra: “L’idea sposata dall’amico architetto Guillaume Pacetti che firma l’allestimento è quella di collocare un mondo di forme molto definite su un basamento informe e caotico di materia bruta. E’ l’idea che rappresenta meglio l’anima del progetto: ridefinire le forme di una materia originaria per rappresentare l’itinerario, il processo creativo e il momento dove l’invisibile diventa visibile, tangibile e codificato in una forma. La maggior parte degli oggetti in mostra sono una sequenza di oggetti rari o unici che è quasi impossibile vedere se non in questa mostra, alcuni sono prototipi di parecchi decenni fa, altri sono esperienze dinamiche di concetti che successivamente si applicano al progetto (quello che io chiamo “pretipi”) principalmente sono prove di reti in cuoio, e per finire vi sono alcuni oggetti contemporanei che rappresentano l’applicazione fisica di concetti “pretipi”. Per Poli La forma e il suo linguaggio, la funzione e il suo progresso sono inscindibili e nella disciplina del design non può esistere una senza l’altra.
Nell’ambito del Circuito Off di Parma 360 Festival della Creatività Contemporanea e in concomitanza con l’inaugurazione della mostra Itinerario di una forma – Franco Poli – al Cubo Gallery apre Secret Garden un’opera installativa dell’artista Alessandra Calò, curata da Andrea Saltini con testo critico di Marta Santacatterina, che inaugurerà sabato 19 maggio alle ore 19 e sarà ospitata fino al 28 giugno 2018. Secret Garden è un’installazione composita costituita da una parte fotografica di antiche lastre ritrovate, una parte letteraria, una botanica ed infine una strutturale, funzionale alla fruizione da parte del pubblico.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mantenersi in forma durante la stagione invernale

Posted by fidest press agency su domenica, 14 gennaio 2018

alimentareDurante la stagione invernale il nostro corpo è messo a dura prova dalle basse temperature e dai ritmi frenetici: per aiutarci a rimanere in forma, le verdure giocano un ruolo fondamentale all’interno della piramide alimentare. Composte per l’85% da acqua, sono ricche di proteine e minerali e contengono pochissimi grassi. Per questo motivo mangiarne due porzioni al giorno, circa 200 grammi, può aiutare a mantenere il corpo ben idratato. Cotta o cruda può dunque portare benefici e aiutare a depurare l’organismo: cruda infatti contiene più fibre e nutrienti e, se cucinata, non andrebbe cotta troppo per evitare di disperderne sostanze nutritive e vitamine. Ogni stagione ha però la sua verdura: in inverno broccoli, carciofi, cavoli e verze danno un tocco di colore alla tavola e aiutano a mantenersi in forma. Mangiare poca verdura al contrario può causare carenze di vitamine C, A, PP e minerali come il magnesio, il potassio e il ferro. Inoltre la fibra alimentare contenuta al suo interno facilita il senso di sazietà ed è un valido aiuto quotidiano.
L’iniziativa è frutto di un’inedita alleanza unica nel suo genere in Italia, perché unisce il settore alimentare, il mondo delle cooperative di consumatori e quello delle fondazioni no profit, tra Barilla, Coop Italia, Danone, Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone.
Il percorso di “ViviSmart”, mese dopo mese, si basa su una sorta di manuale virtuale sulle sane abitudini, che può aiutare nelle scelte più indicate per una corretta alimentazione.
All’interno dei punti vendita scelti nella prima fase del programma, infatti, verranno posizionate vere e proprie “stazioni” informative: il programma prevede una sorta di “onda” regolare di informazione, che in questa terza fase sarà dedicata proprio alla verdura.È possibile inoltre partecipare al concorso “ViviSmart”, con in palio tantissimi premi, scattando una foto smart con la verdura e registrarsi sul sito http://www.progettovivismart.it e scaricare la App dedicata al programma, per avere a disposizione anche sul proprio smartphone tutte le informazioni, gli approfondimenti, le notizie, i consigli dei nutrizionisti e i punti vendita che aderiscono all’iniziativa.“ViviSmart” propone un modello innovativo di approccio multifattoriale alla problematica degli stili di vita non corretti che si rivolge simultaneamente e in contesti diversi ma con messaggi univoci, semplici e coinvolgenti alle famiglie delle città selezionate, ai punti vendita, alle scuole, ai medici di medicina generale – individuati per l’importante ruolo rivestito in questo ambito. Tramite le nuove tecnologie, la piattaforma http://www.progettovivismart.it e l’hashtag #abcdpervivismart, il progetto, le cui attività nei punti vendita e online sono partite lo scorso 30 settembre, mira ad avviare un percorso di sensibilizzazione dell’intera famiglia sulle sane abitudini della dieta mediterranea, aumentando il grado di consapevolezza in tema di alimentazione equilibrata, partendo da quattro città coinvolte: Milano, Genova, Parma e Bari. Il Progetto Pilota realizzato su 100 famiglie, da settembre 2017 a maggio 2018, con il coinvolgimento della S.I.M.G. (Società Italiana di Medicina Generale), ha l’obiettivo di sviluppare un pionieristico modello di intervento che, attraverso strumenti mirati e counseling, ha l’obiettivo di stimolare e favorire il cambiamento dello stile di vita di un gruppo di famiglie con almeno un bambino di età compresa tra i 6 e i 10 anni e con problemi di sovrappeso in almeno uno dei componenti del nucleo. I progressi saranno monitorati e valutati attraverso parametri predefiniti, da cui deriveranno preziose informazioni scientifiche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

FORMA Therapeutics Appoints Christine Bellon, Ph.D., J.D., General Counsel and Corporate Secretary

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

Christine BellonFORMA Therapeutics announced today that Christine (Chris) P. Bellon, Ph.D., J.D., has been appointed to the position of Senior Vice President, General Counsel and Corporate Secretary. Chris joins the executive leadership team of FORMA with over 20 years of global experience in legal strategy, corporate partnerships and intellectual property, within the public and private Life Sciences sectors.Chris comes to FORMA from Relay Therapeutics where she was Senior Vice President of Legal Affairs and contributed to the overall corporate, finance, business development and scientific strategy of the organization. Before joining Relay Therapeutics, Chris spent 5 years with Blueprint Medicines serving as their VP of Legal Affairs. She also previously served at Hydra Biosciences and Infinity Pharmaceuticals in varying legal and intellectual property leadership positions.“Chris’ background spans a broad spectrum of legal areas. She has extensive experience working with both private and public emerging biotech companies,” said Steven Tregay, Ph.D., President and CEO, FORMA Therapeutics. “Chris brings to FORMA essential and in-depth experience which will be invaluable for meeting our strategic company objectives and, most importantly, ensuring that FORMA is successful in delivering on our promise of creating innovative medicines for patients who need them most.”“I am thrilled to be joining FORMA at this stage of its growth and development,” said Chris Bellon. “FORMA’s drug discovery engine and network of collaborators have already demonstrated the capability to produce a broad and robust pipeline, and I am eager to contribute to this effort.”Chris holds a juris doctor degree from Columbia Law School of New York and a Ph.D. in Organic Chemistry from Massachusetts Institute of Technology after graduating with a bachelor’s degree in Chemistry from Yale University. (photo: Christine Bellon)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Una nuova forma per Zurich, un nuovo modo di lavorare”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 giugno 2017

zurichMilano. Questo il concept su cui si fonda la progettazione dei nuovi uffici di Zurich a Milano, un ambiente innovativo e di ispirazione per i dipendenti che si basa sulla logica del dynamic working, una modalità di lavoro che favorisce la comunicazione e l’interazione fra i team e che permette allo smart working di esprimersi al meglio. I nuovi uffici di Zurich appena inaugurati sono un luogo aperto alla collaborazione e all’innovazione. Con questa nuova forma l’edificio si adegua allo standard già in vigore nelle sedi di Zurigo, Londra e Barcellona e il modo di lavorare si rinnova, in linea con la politica dello smart working, regolamentato anche in Italia grazie alla Legge 81/2017 pubblicata negli scorsi giorni sulla Gazzetta Ufficiale. Spazi di lavoro dinamici, in cui le postazioni di lavoro “tradizionali” non sono più assegnate singolarmente, ma ognuna di esse – caratterizzata da sedute ergonomiche, luci antiriflesso e pannelli fonoassorbenti – è ogni giorno occupata da chi ne ha bisogno. A seconda delle esigenze si potrà lavorare in classiche postazioni di lavoro, in luoghi tranquilli o in aree di collaborazione per momenti di condivisione e affiancamento, in zone living per riunioni informali o meeting room classiche. Sono previste inoltre salette insonorizzate per conversazioni telefoniche private e tanti altri spazi innovativi, costruiti per favorire il confronto e la collaborazione, abbattendo ogni barriera fisica legata a singoli ruoli e responsabilità, nel rispetto della privacy e della riservatezza sempre garantite dalle aree dedicate. A solo un anno dall’implementazione dello smart working in Zurich, oltre il 70% dei 1.300 dipendenti in tutte le direzioni e sedi Zurich in Italia, ha infatti aderito in modo volontario al progetto, riconoscendo quanto questa nuova modalità di lavoro sia un potente fattore di produttività e di efficienza.
Dati in linea con i risultati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano che registra un aumento degli smart worker pari al 40% negli ultimi 3 anni e alti livelli di soddisfazione fra i dipendenti che hanno aderito all’iniziativa.
Metà dei dipendenti, circa 450, ha scelto di lavorare da casa 1 giorno la settimana, mentre l’altra metà 2 giorni. Questa nuova modalità di lavoro è diventata quindi parte integrante della vita aziendale ed è risultata particolarmente apprezzata dai dipendenti. Tra i numerosi benefici che offre lo smart working, quelli maggiormente apprezzati dai dipendenti riguardano infatti il risparmio di tempo dedicato agli spostamenti casa/lavoro, l’aumento di produttività ed efficienza, oltre alla possibilità di gestire il lavoro in maniera flessibile nell’arco della giornata. Questo meccanismo si fonda sul principio cardine della fiducia tra manager e collaboratore: le persone acquisiscono un maggior senso di responsabilità e accountability e si registra un minor assenteismo, una maggiore retention di talenti. Lo smart working in Zurich ha anche un importante impatto sull’IT. La tecnologia è fondamentale, oltre che abilitante, per il successo delle forme di lavoro come lo smart working e il dynamic working. Zurich è fra i maggiori gruppi assicurativi ad aver dotato ogni dipendente di un laptop con telefono integrato e router wifi che consente l’accesso alle reti aziendali e al proprio telefono da qualsiasi luogo. Quest’anno Zurich ha partecipato anche al progetto “Adotta un’impresa” – promosso dal Comune di Milano nell’ambito della Settimana Agile – che ha consentito alle aziende che hanno già avviato forme di lavoro agile di offrire la propria competenza ad altre aziende interessate a sperimentare una nuova cultura e un nuovo modo di lavorare e vivere il lavoro. Zurich in particolare supporterà un’azienda al fine di facilitare lo sviluppo del dynamic working al suo interno.Zurich Insurance Group (Zurich), leader nel settore assicurativo, serve i propri clienti sia a livello globale che nei singoli mercati locali. Con circa 54.000 collaboratori, offre un’ampia gamma di prodotti e servizi nei rami danni e in quelli vita in più di 210 Paesi.
Zurich in Italia. Zurich è presente in Italia dal 1902 ed opera attraverso una rete di circa 600 Agenzie e accordi di distribuzione con banche e reti di promotori finanziari, nell’area della protezione assicurativa, del risparmio e della previdenza. (foto: Zurich)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il maestro Carlo Iacomucci nel “Segno, Colore, Forma in poetica visione”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 settembre 2016

carlo-iacomuccidi Patrizia Minnozzi. L’incontro con il Maestro Iacomucci è avvenuto per caso, tramite amici comuni, poi nel tempo, si è sviluppata una profonda simpatia e stima.In tutta sincerità, non ho mai avuto una passione particolare per l’arte contemporanea, ma osservando le opere di Carlo Iacomucci, ho avuto la possibilità di avvicinarmi ad una forma d’arte molto coinvolgente.
La prima cosa che ha catturato la mia attenzione, è stato l’effetto cromatico delle sue opere: una fantasmagorica girandola di colori, particolarmente vividi e brillanti!! Poi, una volta presa nel vortice delle cromie, il Professore, mi ha spiegato, con molta semplicità, la tematica delle sue opere, il ricorrere frequente delle gocce e delle linee, del personaggio e di quel leggero alito di vento che permea ogni sua creazione… Da lì, il passo verso la scelta di realizzare uno slideshow con i suoi quadri,dal concept grafico fino alla pubblicazione, è stato molto carlo-iacomucci1breve! Da appassionata di tecnologia, video editing e fotomontaggio, quale sono, mi è balenata in testa l’idea di creare qualcosa di originale con le opere di Iacomucci, supportata dall’entusiasmo e dalla gioia, quasi puerile, da parte del Professore , di poter consegnare ai suoi estimatori, nonché ai posteri, una sorta di testamento artistico in formato digitale e dunque… quale occasione migliore di mettere a frutto le mie capacità, da completa autodidatta, per realizzare una breve, ma esaustiva “summa”della carriera artistica e personale del Maestro Iacomucci? Da parte mia, metto molta passione nel fare le cose che mi piacciono e,se sono riuscita nell’intento di rendere piacevole o, per lo meno, godibile, la storia del percorso professionale ed umano di Carlo Iacomucci, supportata, naturalmente, dai suoi suggerimenti ed appunti tecnici,non posso che rendere merito al Professore e ringraziarlo per avere riposto in me la sua fiducia e la sua stima. Il lavoro è stato piuttosto lungo, per via degli impegni professionali e familiari di entrambi, ma alla fine siamo riusciti a creare una buona sintonia e corrispondenza di intenti, che credo traspaia anche dalla visione dello slide. Naturalmente, suggerimenti e critiche sono ben accette, perché servono per capire quali sono i propri limiti e quindi per poter crescere e migliorarsi, dal lato umano e professionale. (foto carlo iacomucci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antologica di Simon Benetton

Posted by fidest press agency su sabato, 7 novembre 2015

simon benettonMantova dal 7 novembre al 3 dicembre 2015 Inaugurazione: Sabato 7 novembre, ore 17.00. Sarà presente il maestro Orario di apertura: dal Lunedì al Sabato 10.00-12.30 / 15.30-19.30. Domenica 29 novembre 15.30-19.00 Galleria “Arianna Sartori” via Ippolito Nievo 10 e via Cappello 17 antologica di Simon Benetton. La mostra organizzata dalla storica Galleria di Mantova, in collaborazione con ‘Archivio Storico Simon Benetton’ di Valdobbiadene, ripercorrerà i periodi fondamentali dell’artista, in particolare verranno esposti i capolavori del periodo del ”Modulo”, ”Il Modulo nel Contesto”, “Il Vo‎lo”, “Luce e Vitalita’”, “Oltre L’orizzonte’ ‘Scultura Luce e Forma del Pensiero” e “Concetti Spaziali”.
Simon Benetton negli ultimi due anni ha messo assegno una serie di mostre dal grande impatto mediatico: Nell’agosto 2014, l’inedita Mostra di Grafica e Scultura dal 1950 al 2014 presso il Museo Civico Santa Caterina di Treviso, sucessivamente tale tematica è stata riproposta in una versine più intima nel Dicembre 2014 presso il ”Palazzo Simon Benetton”, di Vadobbiadene, sede dell’Archvio Storico dell’artista, con una mostra permanente; Mentre nel Giugno 2015 a Pontedera, una doppia mostra: “Macrosculture Vivibili” con 12 Macrosculture urbane installate nella città e l’Opera Grafica e Scultorea con 90 opere, esposte presso il ‘Centro per l’arte Otello Cirri’, portando in questa occasione il Maestro Simon Benetton ad essere nominato dall’amministrazione Comunale di Pontedera Cittadino Onorario.
Il 10 Luglio 2015, viene inaugurata a Jesolo la Grande Mostra “Jesolo Capitale ‎del Turismo Forgia il Ferro”, in tutte le piazze e presso Il litorale Manzoni vengono posizionate 32 installazioni per 41 Macrosculture Vivibili in una Jesolo da record, la quale ha contato nella stagione 2015 circa sei milioni di turisti, e poi la consacrazione tanto attesa: in Francia a Montecarlo, il 1 Ottobre viene inaugurata la mostra collettiva “YA 2015”, Il Maestro Benetton espone con i grandi Maestri dell’arte moderna: Andy Wharol, Amedeo Modigliani, Giacomo Balla, Mario Tozzi, Filippo De Pisis e Steve Kaufman. L’esposizione è avvenuta presso le sale dello Yacht Club di Monaco ed in due Yacht attraccati nel porto ‘l’Olinda e la Nameless’, dove i visitatori e gli appassionati collezionisti hanno ammirato le opere in tutto il loro splendore, il Maestro Simon Benetton ha quindi esposto dieci opere scultoree, con i ‘Grandi Maestri’ ricevendo ampi consensi anche dal comitato generale della Mostra, aprendo le porte ad una serie di iniziative di caratura internazionali in un calendario 2016 molto fitto di appuntamenti.
Simon Benetton quindi ritorna Mantova per la quinta volta e per l’occasione proporrà anche le sue due ultime tematiche con opere “sonoro vibranti”: l’ Icona di Luce’ e ‎’La Voce del Ferro’; opere che sembrano sospese, quasi in assenza di gravità terrestre, che vibrano di una ‘eterna energia cosmica’. Un appuntamento da non perdere presso la Galleria Arianna Sartori di Mantova, 25 opere tra grafica e scultura per una mostra che rappresenta una sintesi retrospettiva del Grande Maestro Simon Benetton. (foto: simon benetton)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In forma dopo la gravidanza

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 dicembre 2010

Negli Stati Uniti e in Canada propongono addirittura i pacchetti “tutto incluso”, quei “Mummy jobs” che promettono alle neomamme di riconquistare in un lampo la loro forma pre-gravidanza con liposuzione, addominoplastica, e operazioni al seno. Sono richieste estreme, ma gli ultimi dati dell’ASPS – American Society of Plastic Surgeons parlano chiaro: questi interventi sono nella top 5 dei più praticati sulle donne fra i 20 e i 29 anni: al primo posto c’è la mastoplastica additiva, al terzo la liposuzione, al quarto la mastopessi (il sollevamento del seno) e al quinto l’addominoplastica. Poco cambia per le trentenni, fra cui solo il lifting al seno diventa meno popolare, sesto. Le donne fra i 20 e i 40, dunque, scelgono proprio quel tipo di interventi estetici che aiutano a recuperare l’immagine di sé che si aveva prima della nascita del bambino. Per l’Italia mancano statistiche precise, ma aumentano le donne che vogliono prendersi cura della propria forma fisica dopo aver avuto un figlio. «Molte si avvicinano alla chirurgia estetica per la prima volta dopo la gravidanza» conferma Roberto Tranò, chirurgo plastico di Reggio Emilia che partecipa al progetto “Cuore di mamma corpo di donna”, nato per sostenere le donne nell’allattamento e per fare chiarezza su alcuni aspetti, anche estetici, della maternità. «Le più giovani sono le più decise, e già a sei mesi dal parto prendono un appuntamento. Chi diventa mamma dopo i trent’anni, invece, aspetta qualche anno, magari provando senza successo creme e altri trattamenti. Alla fine vengono da me, e mi dicono “dottore, così non mi vedo”». I punti deboli delle neomamme sono sempre gli stessi. «Per l’addome prominente, la classica “pancetta” -continua Tranò- la liposuzione o l’addominoplastica sono risolutive, ma si possono tentare dei farmaci che sciolgono il grasso. In ogni caso consiglio di attendere qualche mese perché il rilassamento dei muscoli spesso è un problema che si risolve da sé. Anche per fianchi e cosce si può pensare alla liposuzione, ma se il problema sono cellulite e ritenzione idrica sono più indicati massaggi e linfodrenaggi». È sul seno che si concentra l’attenzione delle neomamme: soprattutto in caso di allattamento può svuotarsi e perdere tono, con ricadute sulla percezione che le donne hanno della propria femminilità. «Qui “l’aiutino” del chirurgo è l’unica strada -spiega Tranò-. Non molte però sono disposte a sottoporsi a un intervento di mastoplastica additiva o di mastopessi o di lifting al seno: la separazione dalla famiglia per l’operazione e la degenza è lunga, e i rischi che comunque comporta un intervento fanno paura. Molto più apprezzate le soluzioni con acido ialuronico, che con una semplice iniezione consentono di ritrovare il tono perduto. Non è un’alternativa all’intervento vero e proprio, ma rende il seno più bello». Il gel rimodellante Macrolane permette di rassodare il seno con tempi di recupero rapidissimi e poche controindicazioni e dopo la seduta ambulatoriale si torna alla vita normale. L’intervento dura circa un’ora e viene praticato in anestesia locale in ambulatorio: il gel a base di acido ialuronico macromolecolare viene iniettato in profondità sotto la ghiandola mammaria con una cannula, senza lasciare alcuna cicatrice. I risultati sono visibili fin da subito ed è subito possibile tornare alle normali attività quotidiane facendo attenzione ad evitare per alcuni giorni qualsiasi azione che possa mettere pressione alla zona trattata. Gli effetti non sono permanenti: trattandosi di un prodotto riassorbibile e altamente biocompatibile, ha una durata di circa un anno. Dopo 9/12 mesi si può decidere se continuare con interventi periodici oppure passare alle protesi.
Cuore di mamma corpo di donna. È un progetto a sostegno di allattamento e maternità promosso da QMed. Scopo dell’iniziativa è aiutare le neo mamme a trovare il giusto equilibrio tra madre “moderna” e “tradizionale”, riuscendo a far convivere il nuovo ruolo con la propria femminilità. Sui siti http://www.senzabisturi.it e http://www.cuoredimammacorpodidonna.it si trovano consigli e informazioni sul tema.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sciarpe e stole in forma di rosa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2010

Per Natale le sciarpe e le stole assumono la forma di una rosa. La sciarpa si fa gioiello in questa creazione esclusiva di Virginie Connan, la creatrice del marchio Le Lièvre e et la Tortue. La lavorazione a forma di fiore nella chiusura trasforma questo accessorio in un concentrato di alta moda ed eleganza, capace di donare un tocco di classe ed impreziosire abiti e cappotti. La stola ha una duplice funzione, può essere portata come grossa calda sciarpa sotto i cappotti o può essere messa su un abito per impreziosirlo. Si fissa attorno alle spalle grazie a due automatici invisibili e resta sempre al suo posto.  Fedele alla sua filosofia di una donna molto femminile, ma che sa nel contempo destreggiarsi tra i mille impegni di oggi. Virginie Connan ha creato un modello di abbigliamento capace di fare in modo che ognuno di noi ci si possa rispecchiare una volta indossato.  Confezionate a mano in un laboratorio artigianale, tutte in materiali diversi, lana, seta, cachemire e pile, per un massimo di venti pezzi ciascuno, le creazioni di Virginie Connan sono vendute, solo per il mese di Dicembre nel temporary store di Le Lièvre e et la Tortue a Milano nello spazio Senzatempo in corso Garibaldi davanti al numero 117.
Virginie Connan è nata in un piccolo paese nella campagna francese non molto lontano da Parigi. Dopo il diploma a Esmod, la scuola di moda più prestigiosa di Parigi, e uno stage da Dior, ha lavorato per anni a New York nel mondo della moda. Trasferitasi in Italia per amore, affianca la collaborazione alla rivista Harper’s Bazar, con il suo lavoro di disegnatrice tessile. Dopo tre figli e una vita piena ha deciso oggi di realizzare un suo antico sogno: creare una sua collezione di moda. Per un anno ha girato il mondo alla ricerca di fornitori di qualità, e in autunno ha lanciato la sua prima collezione a Parigi con il marchio Le Lièvre et la Tortue. Il successo di pubblico e di vendite è stato immediato, tanto che ha deciso di aprire un temporary shop a Milano per Dicembre. La sua prossima sfilata italiana è prevista per la settimana della moda milanese.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attività fisica per rimanere in forma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 ottobre 2010

Tornati dalle vacanze, riprese le attività lavorative molti vorrebbero mantenere le buone condizioni fisiche acquisite. Non ci vuole molto,  basta una passeggiata di mezz’ora al giorno. L’iscrizione alle palestre o l’intensa attivita’ sportiva non servono alle nostre tasche e tutto sommato non servono al nostro corpo. Una passeggiata, anche distribuita nel corso della giornata, mantiene in forma e protegge da una serie di affezioni, quali le malattie cardiovascolari, l’obesita’, il cancro dell’intestino crasso, l’artrite e l’osteoporosi. Unica avvertenza e’ quella di passeggiare nel verde; camminare o, peggio, correre  in mezzo alle automobili (come vediamo spesso nelle nostre citta’) non fa che aumentare la quantità di inquinanti assorbiti dal nostro organismo. (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il tempo ritrovato tra forma e colore

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Genova Lomellino – Ermione 30 settembre – 30 ottobre 2010 Arte contemporanea Via Garibaldi, 7. Con “Il tempo ritrovato tra forma e colore” Rino Valido, dopo l’ultima mostra di Parigi, torna ad esporre a Genova nella galleria “Lomellino-Ermione artecontemporanea”, con una nuova suggestiva “doppia” personale, accolta nelle sale dello spazio genovese nell’ambito della rassegna  “Genova Start”.
Durante l’inaugurazione della la mostra, verrà presentato il volume d’arte dal titolo: “Pittura come colore” Le Mani – Microart’s Edizioni, che rivela il percorso creativo di Rino Valido, pittore e art designer;   testi di Luciano Caprile, Dino Carlesi e Gérard Xuriguera. L’artista da tempo è inscritto nell’area della pittura informale e si è rivelato per i dipinti dai colori vivaci, strettamente legati agli studi grafici e alla sua esperienza di “cromista”.
Il giorno 7 Ottobre 2010, l’artista presenterà il secondo nuovo evento proponendo al pubblico un progetto concepito appositamente per l’esposizione genovese. Trenta opere di grandi e medie dimensioni, per la maggior parte presentate negli appartamenti di Palazzo Lomellino, che entrano in dialogo con gli affreschi eseguiti nella prima metà del XVII secolo da Bernardo Strozzi e tornati a luccicare per il 2004 in seguito ad un accurato restauro”.   La mostra è  accompagnata da un nutrito catalogo, il cui apparato iconografico offre un panorama esauriente dell’attività creativa di Rino Valido. Il testo di Luciano Caprile inquadra in maniera ampia l’aspetto artistico di tutto l’excursus pittorico di Valido.
Rino Valido, nato a Varazze nel 1947, inizia il suo percorso artistico negli anni Settanta affiancandolo all’attività di graphic designer per conto di importanti aziende di Stato, istituti di credito ed enti pubblici. Il suo interesse per il colore e per le forme lo porta alla pittura.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sono più forte di te

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Questo libro racconta una storia di stalking. La vita di Elisa viene devastata dalle persecuzioni di un ex fidanzato: stress, attacchi d’ansia, dimagrimento, scarso rendimento sul lavoro, rinuncia alla propria autonomia… finché, nonostante la paura, Elisa trova la forza di reagire e di chiedere aiuto psicologico e legale.  Le donne che hanno subito comportamenti persecutori sono circa 2 milioni e il 50% di quelle che hanno subito violenza da ex partner hanno subito prima lo stalking. Dunque si tratta di una vera e propria emergenza che rientra nel più ampio quadro della piaga dell’emergenza della violenza contro le donne, violenza che purtroppo è  in costante crescita, sotto ogni sua forma:  fisica, sessuale o psicologica. È giusto dire che a volte anche gli uomini sono vittime, perchè una piccola percentuale di stalker (circa il 20%) è costituita da donne. Così come è altrettanto vero che ci sono uomini che desiderano in prima persona essere protagonisti nella battaglia contro i persecutori, i violenti, e che riescono con grande sensibilità a percepire la devastazione che prova una donna che subisce violenza. Come Andrea Rosselli, l’autore di questo libro, che, con straordinaria empatia, riesce a raccontare l’esperienza di Elisa e il suo difficile percorso per reagire. (114 pagine Euro 11,00 ISBN: 978-88-89684-31-3  Casa Editrice Mammeonline – http://www.casaeditricemammeonline.it) (copertina)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Olio extravergine in palestra

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Rovezzano (Firenze) 14 settembre dalle 20 alle 23, presso il centro sportivo “Virgin” in via Alberto Dalla Chiesa, nell’ambito della “Serata Rosa”,  si conclude la stagione estiva. Nel corso della serata, con degustazioni guidate, il personale camerale darà informazioni nutrizionali sull’olio extravergine di oliva di qualità, legandolo a una corretta alimentazione, facendo leva sui suoi indiscussi pregi. Prende il via con questa piacevole provocazione, il progetto “OLIO & SALUTE” che si propone di avvicinare il mondo dello sport amatoriale a un’alimentazione che assicuri al corpo di mantenersi sano e in forma. La medicina sportiva insegna che l’organismo di chi fa attività sportiva necessita di particolari attenzioni per equilibrare le funzioni metaboliche e contrastare la produzione di radicali liberi. L’olio extravergine di oliva ha proprietà antiossidanti, grazie ai polifenoli, alla vitamina E e ai grassi che contrastano i radicali liberi, dannosi per l’organismo. E’ quindi essenziale per gli sportivi. L’auspicio è che questo sia solo il primo di una serie di eventi, per far entrare gli oli extravergini di oliva di qualità, garantiti dalla selezione provinciale che la Camera effettua ogni anno tramite il suo Laboratorio Chimico Merceologico, a far parte delle abitudini alimentari dei clienti dei centri sportivi e fitness.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Memorie di un canoista

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 luglio 2010

Cagliari, dal 2 al 22 luglio 2010 (Inaugurazione: venerdì  2 luglio ore 19) Sala della Terrazza  Centro comunale d’arte e cultura Exmà dipinti a olio su tela di Carlo Nieddu Arrica  Al centro delle opere, realizzate nel corso degli ultimi dieci anni e quasi tutte presentate al pubblico per la prima volta, i panorami marini e le coste cagliaritane, con particolare attenzione agli anfratti della Sella del Diavolo.  La mostra è presentata dal critico d’arte Alessandra Menesini che così scrive: “C’è una montagna arcuata, sull’orizzonte di questi dipinti. Un netto profilo di rupi addolcito dall’incavo della Sella del Diavolo, nome sulfureo di un luogo, peraltro assai dolce, frequentato per anni. Sono tutti diurni, i paesaggi in mostra all’Exmà: perché un canoista mai si avventura di notte e deve subito saper riconoscere la forma delle onde e la direzione del vento. Cambia di continuo, la luce sul mare. La mostra, organizzata in collaborazione con il Consorzio Camù, sarà visitabile sino al 22 luglio, con i seguenti orari: dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 22; chiuso il lunedì.(carlo nieddu)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro “Prosa in prosa”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

San Lazzaro di Savena 17 giugno, alle ore 17,30, presso la Mediateca di (via Caselle 22), Renato Barilli e Paolo Giovannetti presentano il libro “Prosa in prosa” di Andrea Inglese, Gherardo Bortolotti, Alessandro Broggi, Marco Giovenale, Michele Zaffarano, Andrea Raos.  “Prosa in prosa” è un libro a sei voci che vuole fare il punto su una forma di scrittura molto attuale e discussa: la poesia in prosa. Il libro vuole fare il punto su una forma di scrittura da qualche tempo divenuta molto attuale e discussa, anche in Italia: la poesia in prosa, dando luogo, da subito, a qualcosa di nuovo. Dopo almeno centocinquant’anni di storia, questo genere non solo ha raggiunto una piena maturità ma può anche confrontarsi con la sua tradizione; può tentare di ripensarla criticamente. Il titolo lo suggerisce: dalla prosa si tratta di tornare (polemicamente, ironicamente) alla prosa stessa, e scoprire uno spazio diverso. I sei autori (accomunati in parte da anni di collaborazione nell’ambito del progetto GAMMM, fondato nel 2006: http://gammm.org) sono tutti nati tra la fine degli anni Sessanta e la metà degli anni Settanta; e si sono messi in luce da tempo come alcuni fra i più acuti autori e teorizzatori, nel nostro paese, nell’area della scrittura di ricerca.  Durante l’incontro intervengono gli autori Alessandro Broggi, Marco Giovenale e Andrea Inglese. Altri interventi di Vincenzo Bagnoli, Milli Graffi, Adriano Padua. Marco Giovenale è uno degli autori che hanno avuto più successo nel RicercaBO 2009, in quanto ha anticipato brani di una scrittura che esce fuori dai generi tradizionali della poesia e della prosa collocandosi in una affascinante dimensione intermedia. A praticare questo filone di straordinario futuro accanto a lui ci sono altri, come Alessandro Broggi e Andrea Inglese, che – con Michele Zaffarano, Andrea Raos, Gherardo Bortolotti – sono apparsi in pubblico con l’antologia Prosa in prosa edita da Le lettere.  RicercaBO – che vedrà la sua quarta edizione a Novembre 2010 – è un progetto che consiste nell’invitare un gruppo di scrittori dell’area sperimentale a leggere brani inediti di lavori destinati alla pubblicazione e a sottoporli, prima del loro regolare sbocco editoriale, a una discussione col pubblico e con gli addetti ai lavori.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aldo Tagliaferro: La duplice forma dell’Io

Posted by fidest press agency su martedì, 25 Mag 2010

Roma fino al 15/6/2010 via del Consolato 10, Galleria Delloro Delloro Arte Contemporanea in collaborazione con l’Archivio Aldo Tagliaferro, a un anno dalla scomparsa dell’ artista, presenta una retrospettiva che partendo dalle prime sperimentazioni degli anni ’60 del periodo della mec art fino alla piu’ matura esperienza concettuale della fine degli anni ’70 svela la poetica di fondo che lega una vita di ricerca d’avanguardia.  L’intero percorso artistico di Aldo Tagliaferro si disvela come una lenta e profonda esplorazione negli angoli remoti della mente, laddove al cedere dolce delle facoltà di osservazione sensoriali ci si affida agli strumenti di comprensione della memoria, della percezione, della forza evocativa delle immagini. In questo senso si puo’ interpretare il percorso di Tagliaferro come uno studio assolutamente analitico, lontano da ogni contaminazione di carattere patologico, o dall’attitudine maniacalmente psicoanalitica di tante ricerche coeve sull’immagine e sul corpo, condotte anche attraverso la fotografia nei territori dell’azionismo o della body art.
Aldo Tagliaferro nasce a Legnano nel 1936. Dal 1965 inizia una ricerca che vuole essere -documentazione- e analisi critica del contesto socio-politico e del comportamento dell’uomo. Nel 1968 aderisce alla Mec-Art e dal 1971 prosegue la ricerca fotografica in modo autonomo. Muore a Parma nel 2009 (aldo tagliaferro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »