Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘formazione’

L’industria manifatturiera accelera su digitalizzazione, sostenibilità e formazione per la ripresa del comparto

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 novembre 2021

Digitalizzazione, sostenibilità e formazione sono i tre asset su cui il comparto manifatturiero deve puntare per la ripartenza, come emerge dai dati dell’ultimo Osservatorio MECSPE di Senaf sul II quadrimestre 2021. L’analisi, volta ad approfondire lo stato di salute dell’industria in Italia, è stata presentata in occasione della 19ᵃ edizione di MECSPE.Il processo di trasformazione digitale, che interessa già le aziende di grandi e piccole dimensioni, subirà un’ulteriore accelerata grazie ai fondi del PNRR. Molte aziende, anche se si ritengono ‘imprese sostenibili’, per le numerose azioni pratiche intraprese o in programmazione, spesso non possiedono un livello di conoscenza soddisfacente dei criteri ESG (Environment, Social, Governance). È necessario, inoltre, che le aziende dispongano di tutte le competenze e strumenti per realizzare la trasformazione 4.0, percorso già avviato dalla maggioranza di esse a seguito della pandemia. Di seguito i principali risultati emersi dall’Osservatorio MECSPE.Anche l’industria manifatturiera è coinvolta nel processo di trasformazione digitale, che interessa già le imprese di grandi e piccole dimensioni e che subirà un’accelerata grazie ai fondi del PNRR. La pandemia ha dato una grande spinta alla crescita digitale: oltre il 61% ritiene di avere adeguato le proprie tecnologie a seguito del Covid-19. In particolare si punta su sicurezza informatica, 5G, IoT e robotica collaborativa, anche se rimangono ancora in pochi (13%) a essere a conoscenza delle opportunità del PNRR nel dettaglio. Altro aspetto di rilievo è il ruolo di primo piano che proprio il PNRR affida ai Competence Center e ai Digital Innovation Hub, introdotti dal MISE nel 2018 nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0, con lo stanziamento di 350 milioni per il 2021-2026, ma ancora poco sfruttati dalle imprese: solo il 4% ha collaborato con almeno una di queste realtà e sono ancora tante a non conoscerle affatto (21%). Come emerso dalla recente Cop26 di Glasgow, i cambiamenti climatici in atto nel nostro pianeta coinvolgono tutti, dalle grandi potenze fino ad arrivare ai singoli.Questa coscienza permea anche il nostro tessuto industriale, che certo ha margini di miglioramento, ma che già dimostra di avere a cuore queste tematiche. Ad oggi sono già tante (40%) le aziende a considerarsi sostenibili, grazie a numerose azioni pratiche già intraprese o in corso d’opera come l’uso di dispositivi a basso consumo energetico, l’acquisto di macchinari e/o impianti efficienti di nuova generazione e l’installazione di impianti di produzione d’energia elettrica e termica da fonti rinnovabili. Meno soddisfacente è invece il livello di conoscenza dei criteri ambientali, sociali e di governance che definiscono il nuovo comportamento virtuoso delle imprese (i criteri ESG). Questi rappresentano i parametri attraverso cui valutare l’impatto di un’attività imprenditoriale e saranno sempre più decisivi per poter attrarre investimenti e migliorare la reputazione dell’azienda. Eppure, solo un’azienda su tre (34%) li conosce. Tra gli accorgimenti applicati, quelli di gestire l’azienda ispirandosi a buone pratiche e principi etici (73%) e quelli di introdurre misure per il miglioramento del benessere e della qualità del lavoro dei dipendenti (48%).Per attuare il cambiamento è necessario essere preparati a esso e dunque è compito delle aziende disporre di tutte le competenze utili per realizzare la trasformazione 4.0, aspetto considerato centrale per il 52% delle imprese. In questo senso la metà degli intervistati (49%) ha risposto di aver già formato il personale e di prevedere corsi di aggiornamento. Circa un’impresa su dieci (11%) ha preferito invece rivolgersi al mercato assumendo lavoratori già formati e un altro 17% intende farlo. La formazione resta il fattore fondamentale per poter rimanere competitivi sul mercato e il ruolo di Università e di Istituti Tecnici Superiori (ITS) si fa determinante: il 48% delle imprese già collabora con figure di questo tipo. L’accento sulla formazione e sui momenti di avvicinamento dei giovani alle imprese fa parte della missione di MECSPE, è ormai consolidato infatti che maggiori competenze in azienda incidono direttamente sull’incremento di fatturato.I numeri della prossima edizione di MECSPE aggiornati al 17 novembre 202192.000 mq di superficie espositiva, oltre 2.024 aziende presenti, 2.000 mq del Cuore Mostra Fabbrica Senza Limiti, 46 iniziative speciali e convegni. Visitatori professionali attesi in sicurezza 50.000. Per informazioni, http://www.mecspe.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso formazione per tecnici di rete specializzati in Security Networking

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2021

Le skill specifiche e specialistiche in un corso gratuito con tirocinio retribuito che formerà 12 tecnici in grado di sviluppare, gestire ed implementare le infrastrutture di rete, con competenze in materia di Cyber SecurityGuardando ai dati riportati in una recente ricerca di Labour Issues – Osservatorio Cida, in collaborazione con Adapt, a marzo 2020 la quota di lavoratori in smart working ha toccato quota 6.6 milioni, stabilizzandosi a 5.3 milioni nei mesi seguenti allo scoppio della pandemia. A fronte di questi numeri, Confindustria ha già annunciato che quella della forma ibrida di convivenza tra lavoro in presenza e lavoro da remoto, è una sfida da vincere per modernizzare il paese. Lo smartworking sta diventando per molte aziende, una scelta duratura a tutti gli effetti, che esula dall’emergenza sanitaria.Il sempre più repentino processo di digitalizzazione in corso, dovuto alla situazione pandemica, porta però con sé una “cyber pandemia” che vede un incremento di attacchi, minacce informatiche e ransomware, dovuti all’improvviso ricorso massivo a reti domestiche, device personali e piattaforme di collaborazione per il lavoro da remoto.Il tema della cybersecurity si conferma una priorità per qualsiasi organizzazione e lo provano i risultati dell’ultima ricerca dell’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui il 40% delle grandi imprese ha visto aumentare nel 2020 gli attacchi informatici rispetto all’anno precedente. Questa emergenza indotta, sta trainando la sempre più ampia richiesta di profili professionali con competenze nella cyber security, soprattutto focalizzate sulla prevenzione delle minacceViste le importanti opportunità occupazionali dovute al divario creatosi fra domanda e offerta di professionisti nel settore della sicurezza informatica, nell’ambito del bando Skill di Arpal Umbria, si è ritenuto necessario proporre un corso gratuito di specializzazione, con tirocinio retribuito in azienda, per diventare “Tecnico di Reti Informatiche specializzato in Security Networking”.Il corso, rivolto a uomini e donne disoccupate, iscritti ad uno dei Centro per l’Impiego dell’Umbria, formerà 12 tecnici che si occuperanno di progettare, gestire, implementare, aggiornare e sviluppare le infrastrutture di rete, locali e geografiche, assicurando livelli di servizio definiti ed ottimizzando le performance rispetto alle caratteristiche del sistema informativo aziendale. Il tecnico professionista si occuperà di installazione e configurazione di componenti hardware e software, abilitazione di utenti, diagnosi e risoluzione di problemi ed errori, operando nel rispetto ed in applicazione delle policy di qualità e sicurezza, con competenze specifiche e specialistiche sugli applicativi funzionanti con tecnologie di virtualizzazione o tramite cloud computing e sull’integrazione tra informatica e sistemi di telecomunicazioni ed in materia di Cyber Security.Per candidarsi è necessario essere in possesso del Diploma di Scuola Secondaria di Secondo Grado, preferenzialmente riferito ad Istituti Tecnici. Il corso promosso da Giove In.Formatica in collaborazione con l’Associazione Informatici Professionisti AIP/ITCS, Confassociazioni/Confederazione Associazioni Professionali e il Network Training Center, avrà durata di 350 ore di formazione teorico/pratica in aula, seguita da un tirocinio curriculare di 480 ore (4 mesi), con il riconoscimento di un’indennità mensile di 600 euro se il tirocinio è svolto in Umbria, di 800 euro nel caso di tirocinio se svolto fuori regione.Le iscrizioni al corso gratuito professionalizzante con tirocinio retribuito, per “Tecnico di Reti Informatiche specializzato in Security Networking”, restano aperte fino al prossimo 30 novembre. Per maggiori informazioni ed iscrizioni http://www.gioveinformatica.it/2021/10/28/nuovo-corso-skills-sistemista-iscrizioni-aperte/

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso di alta formazione gratuita

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2021

E’ aperto fino al 20 dicembre, sul sito http://www.fondazionecrt.it, il bando di selezione su scala nazionale dei 40 partecipanti al primo corso di alta formazione gratuita di nuove leadership per lo sviluppo delle comunità locali, incluse quelle metropolitane.Rivolto a laureati under 40 di ogni disciplina, il nuovo progetto della Fondazione CRT “Talenti per la Comunità: costruire nuove leadership” offre gli strumenti, le conoscenze e le competenze utili per la progettazione, la gestione e la valorizzazione dei processi di crescita sociale, civile, economica e culturale sui territori.Il corso multidisciplinare mixerà lezioni prevalentemente in presenza con workshop, approfondimenti di case histories e attività sul campo. Fornirà strumenti per potenziare l’azione dei partecipanti nelle proprie comunità, associando all’impegno personale una maggiore comprensione dei fenomeni che sottostanno alla capacità di progettare, coordinare e mobilitare risorse, a partire da quelle europee, di valutare la sostenibilità e l’impatto degli interventi, anche attraverso la leva dei Big Data, di comunicare i territori con una visione internazionale, di accompagnare la digital transformation. “Talenti per la Comunità” è realizzato dalla Fondazione CRT con una rete di partner prestigiosi: la Scuola di Politica “Vivere nella Comunità” dei professori Sabino Cassese Pellegrino Capaldo e Marcello Presicci per l’apporto scientifico; il “Consorzio Aaster” del sociologo Aldo Bonomi per la progettazione e la direzione scientifica; il “Cottino Social Impact Campus” per l’applied tutorship e la sede delle attività; il Consorzio sociale “Il filo da tessere” per le attività di coordinamento e supporto. Iscrizioni sul sito http://www.fondazionecrt.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso formazione per tecnici di rete specializzati in Security Networking

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2021

Le skill specifiche e specialistiche in un corso gratuito con tirocinio retribuito che formerà 12 tecnici in grado di sviluppare, gestire ed implementare le infrastrutture di rete, con competenze in materia di Cyber SecurityGuardando ai dati riportati in una recente ricerca di Labour Issues – Osservatorio Cida, in collaborazione con Adapt, a marzo 2020 la quota di lavoratori in smart working ha toccato quota 6.6 milioni, stabilizzandosi a 5.3 milioni nei mesi seguenti allo scoppio della pandemia. A fronte di questi numeri, Confindustria ha già annunciato che quella della forma ibrida di convivenza tra lavoro in presenza e lavoro da remoto, è una sfida da vincere per modernizzare il paese. Lo smartworking sta diventando per molte aziende, una scelta duratura a tutti gli effetti, che esula dall’emergenza sanitaria.Il sempre più repentino processo di digitalizzazione in corso, dovuto alla situazione pandemica, porta però con sé una “cyber pandemia” che vede un incremento di attacchi, minacce informatiche e ransomware, dovuti all’improvviso ricorso massivo a reti domestiche, device personali e piattaforme di collaborazione per il lavoro da remoto.Il tema della cybersecurity si conferma una priorità per qualsiasi organizzazione e lo provano i risultati dell’ultima ricerca dell’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui il 40% delle grandi imprese ha visto aumentare nel 2020 gli attacchi informatici rispetto all’anno precedente. Questa emergenza indotta, sta trainando la sempre più ampia richiesta di profili professionali con competenze nella cyber security, soprattutto focalizzate sulla prevenzione delle minacceViste le importanti opportunità occupazionali dovute al divario creatosi fra domanda e offerta di professionisti nel settore della sicurezza informatica, nell’ambito del bando Skill di Arpal Umbria, si è ritenuto necessario proporre un corso gratuito di specializzazione, con tirocinio retribuito in azienda, per diventare “Tecnico di Reti Informatiche specializzato in Security Networking”.Il corso, rivolto a uomini e donne disoccupate, iscritti ad uno dei Centro per l’Impiego dell’Umbria, formerà 12 tecnici che si occuperanno di progettare, gestire, implementare, aggiornare e sviluppare le infrastrutture di rete, locali e geografiche, assicurando livelli di servizio definiti ed ottimizzando le performance rispetto alle caratteristiche del sistema informativo aziendale. Il tecnico professionista si occuperà di installazione e configurazione di componenti hardware e software, abilitazione di utenti, diagnosi e risoluzione di problemi ed errori, operando nel rispetto ed in applicazione delle policy di qualità e sicurezza, con competenze specifiche e specialistiche sugli applicativi funzionanti con tecnologie di virtualizzazione o tramite cloud computing e sull’integrazione tra informatica e sistemi di telecomunicazioni ed in materia di Cyber Security.Per candidarsi è necessario essere in possesso del Diploma di Scuola Secondaria di Secondo Grado, preferenzialmente riferito ad Istituti Tecnici. Il corso promosso da Giove In.Formatica in collaborazione con l’Associazione Informatici Professionisti AIP/ITCS, Confassociazioni/Confederazione Associazioni Professionali e il Network Training Center, avrà durata di 350 ore di formazione teorico/pratica in aula, seguita da un tirocinio curriculare di 480 ore (4 mesi), con il riconoscimento di un’indennità mensile di 600 euro se il tirocinio è svolto in Umbria, di 800 euro nel caso di tirocinio se svolto fuori regione.Le iscrizioni al corso gratuito professionalizzante con tirocinio retribuito, per “Tecnico di Reti Informatiche specializzato in Security Networking”, restano aperte fino al prossimo 30 novembre. Per maggiori informazioni ed iscrizioni http://www.gioveinformatica.it/2021/10/28/nuovo-corso-skills-sistemista-iscrizioni-aperte/

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Formazione dei lavoratori, per Corte di giustizia UE va fatta fuori l’orario di lavoro e retribuita

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2021

Ricorso per l’annullamento del Decreto del ministro Bianchi n. 188 del 20 settembre 2021 e la nota del Ministero dell’Istruzione n. 27622 del 6 settembre 2021 è stato presentato dagli avvocati Ganci e Miceli per conto dell’Anief, sindacato tra i maggiormente rappresentativi del comparto istruzione e ricerca, nella parte in cui si prevedono che l’attività di formazione per le attività didattiche di sostegno, impegnato in una classe ove è presente un alunno con disabilità, per un minimo di almeno 25 ore, debba svolgersi fuori dall’ordinario orario di servizio e senza alcuna retribuzione aggiuntiva, contrariamente proprio a quanto oggi ribadito dalla Corte di giustizia europea. La Legge n. 160 del 27 dicembre 2019 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022), all’art. 1, comma 961, ha aumentato le risorse destinate alla formazione dei docenti, di cui all’art. 1, co. 125, della L. 107/2015, di 10 milioni di euro per il 2021, per realizzare interventi di formazione obbligatoria del personale docente impegnato nelle classi con alunni con disabilità. Il citato art. 1, comma 961, della L. n. 160/2019 prevede che “con decreto del Ministro dell’istruzione, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabiliti le modalità attuative, prevedendo il divieto di esonero dall’insegnamento, i criteri di riparto, le condizioni per riservare la formazione al solo personale non in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno, la determinazione delle unità formative comunque non inferiori a 25 ore di impegno complessivo, i criteri e le modalità di monitoraggio delle attività formative di cui al presente comma”.Il Ministero dell’Istruzione, con il Decreto n. 188/2021 ha disciplinato le modalità attuative degli interventi di formazione obbligatoria del personale docente impegnato nelle classi con alunni con disabilità, per l’anno scolastico 2021/2022, prevedendo all’art. 2, comma 3, che “la partecipazione alle attività formative assume carattere di obbligatorietà e non prevede esonero dal servizio”. Con la Nota dipartimentale n. 27622 del 6.09.2021, avente ad oggetto “Formazione in servizio del personale docente ai fini dell’inclusione degli alunni con disabilità”, il Ministero convenuto ha precisato che “l’attività formativa è svolta in costanza di rapporto di lavoro e non determina oneri aggiuntivi”. E dunque, benché la legge di bilancio del 2019 prevedesse che le attività formative obbligatorie non potessero comportare esonero dal solo servizio di insegnamento, il decreto oggi impugnato ha illegittimamente esteso il divieto di esonero a tutto il servizio scolastico, con la conseguenza che le suddette attività di formazione obbligatoria dovranno necessariamente svolgersi in costanza del rapporto di lavoro, ma fuori dall’ordinario orario di servizio, configurandosi dunque come un’attività lavorativa straordinaria obbligatoria e non retribuita.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Formazione gratuita di nuove leadership

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 ottobre 2021

La Fondazione CRT apre il primo “cantiere” nazionale per la formazione gratuita di nuove leadership, con l’apporto scientifico, unico in Italia, della Scuola di Politica “Vivere nella Comunità” fondata da Pellegrino Capaldo, Sabino Cassese e Marcello Presicci.Questo pionieristico progetto si chiama “Talenti per la Comunità: costruire nuove leadership”, e offrirà a giovani laureati under 36 – da selezionare su scala nazionale tramite bando – gli strumenti, le conoscenze e le competenze per promuovere e gestire processi di crescita sociale, civile, economica, culturale sui territori.“Talenti per la Comunità” trae origine da una delle dieci idee per un futuro più sostenibile, inclusivo e orientato alla creazione di valore sociale, emerse dagli “Stati Generali” della Fondazione CRT: il lungo percorso di ascolto-partecipato con il coinvolgimento di un migliaio di stakeholder nel Nord Ovest, tra Sindaci, rappresentanti di istituzioni e fondazioni, opinion leader, protagonisti del mondo della cultura, delle Università, dell’economia, del terzo settore, del volontariato, della ricerca, dell’innovazione. Il corso multidisciplinare mixerà lezioni in presenza e a distanza, con workshop, approfondimenti di case histories e attività sul campo. Saranno formate figure con una visione internazionale, capaci di progettare, coordinare e mobilitare risorse, a partire da quelle europee, valutare la sostenibilità e l’impatto degli interventi, anche attraverso la leva dei Big Data, comunicare i territori, accompagnare la digital transformation.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“La parità di genere, soprattutto nel lavoro, si costruisce partendo da istruzione e da formazione”

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2021

Che da lì si deve partire lo dimostra anche il ridotto numero di donne che nel mondo universitario procedono con la carriera e il numero, ancora troppo esiguo, delle donne che hanno il ruolo di rettori. Il pericolo è che il gap di genere possa in futuro aumentare senza adeguata formazione femminile tenuto conto della evoluzione dei lavori nel futuro. Deve essere posto rimedio a tutto ciò”. A dirlo è Antonella Giachetti, presidente di Aidda, l’Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda.Giachetti ha commentato i dati raccolti da Ipsos per il Barometro 2021 sull’equità di genere, diffusi al Women’s Forum G20, a Milano. In particolare emerge che sono poche le giovani che studiano e lavorano nei settori Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics), considerati il futuro dal punto di vista occupazionale. Il 47% dei lavori tradizionali rischia infatti di scomparire e la maggior parte di questi posti (65%) sono occupati attualmente da donne.“In un piano di trasformazione del sistema c’è bisogno delle donne e del valore della cura di cui le donne sono naturalmente portatrici – ha aggiunto Giachetti -. Serve fare un salto di qualità, in modo da poter avere sempre più donne che studiano nei settori Stem: la tecnologia porterà sempre di più ad un minore impegno della risorsa del lavoro come sforzo fisico, ma questo processo trasformativo avrà bisogno di individui competenti, in grado di poter controllare le macchine monitorando che il loro utilizzo sia effettivamente sempre indirizzato al bene delle persone”.“È necessario dunque – ha concluso – colmare il divario tra sessi, anche per una vera ripresa economica: è un modo per portare la dimensione della cura nella società ed evitare condizioni squilibrate da un punto di vista sociale, ambientale ed economico”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: Formazione neoassunti

Posted by fidest press agency su domenica, 24 ottobre 2021

Come riporta anche la rivista specializzata Orizzonte scuola, “con la nota 31852 del 13 ottobre il ministero dell’Istruzione trasmette le linee operative per la formazione e la valutazione dei dirigenti scolastici neoassunti per l’anno scolastico 2021-2022. Il periodo di formazione e prova ha una durata pari all’anno scolastico, nel corso del quale dovrà essere prestato un servizio effettivo di almeno sei mesi. È possibile sospendere il periodo di formazione in caso di malattia e negli altri casi espressamente previsti dalle leggi o dagli accordi collettivi”.Per quanto riguarda l’attività di accompagnamento, della durata di 25 ore, gli USR avvalendosi della collaborazione di dirigenti scolastici con funzione di tutor, avranno cura di organizzare iniziative orientate a sostenere il neoassunto nella complessa fase di ingresso nel nuovo ruolo.Lo scambio tra tutor e dirigenti riguarda in particolare: le operazioni connesse con l’avvio dell’anno scolastico; l’organizzazione del lavoro del personale (piano annuale delle attività, funzionigramma, ecc.); la definizione della contrattazione di Istituto e delle forme di incentivazione del personale;– elaborazione del Piano delle azioni formative di istituto, compresi gli impegni per l’anno di formazione del personale docente neoassunto; la predisposizione dei documenti strategici della scuola (Piano triennale dell’offerta formativa, Rapporto di Autovalutazione, Piano di miglioramento, Rendicontazione sociale); la cura per la sicurezza e la prevenzione dei rischi e per la gestione di situazioni di emergenza; i rapporti con il DSGA; la gestione amministrativo-contabile dell’istituto; la gestione giuridico-amministrativa del personale e gestione del contenzioso; la trasparenza, pubblicità legale e tutela della privacy; la gestione degli Organi Collegiali e rapporti con le organizzazioni sindacali; la predisposizione delle diverse fasi relative alle iscrizioni degli alunni; la definizione degli organici del personale; la gestione delle diverse fasi della valutazione, dal sistema degli scrutini e degli esami ai rapporti con l’INVALSI.L’attività di formazione, della durata di 50, viene organizzata dagli USR di norma, per gruppi possibilmente non superiori non superiori a 21 dirigenti neoassunti e, ove possibile, saranno articolate per grado di istituzione scolastica. L’attività riguarda: Area dell’ordinamento scolastico; Area giuridico amministrativa; Area professionale e formativa.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Analfabetismo 4.0, la ripresa corre ma lascia indietro la formazione

Posted by fidest press agency su martedì, 5 ottobre 2021

Prosegue a Torino la cinque giorni degli Stati Generali Mondo Lavoro ITALIA con una mattinata dedicata agli 8 Competence Center che il Ministero dello Sviluppo ha voluto disseminati sul territorio italiano per il trasferimento delle competenze tecnologiche d’avanguardia all’industria.Moderato da Marco Pratellesi, giornalista Tech La Repubblica, l’evento mette a fuoco in modo chiaro i problemi che il Paese deve affrontare per essere all’altezza del nuovo mondo: la cifra piccola-media che contraddistingue la nostra industria e che, grazie alle doti di flessibilità, rapidità o operosità connaturate alla piccola dimensione, è uscita meglio di aziende più strutturate dalla crisi pandemica, sconta il limite del think small quando si tratta di formazione. La ripresa incalza e le imprese faticano a tener testa ai ritmi produttivi, quindi o ignorano completamente il rischio di inadeguatezza delle proprie competenze al futuro immediato oppure sognano dipendenti quantici in grado di lavorare e studiare contemporaneamente. Tradotto, non c’è tempo per studiare. Ma è anche una questione di risorse. Per decidere di formare i dipendenti bisogna comprendere che ce n’è bisogno, quindi servono risorse di visione e di change management che non ci sono.I competence center nascono in Italia con questa missione: trasferire alle imprese italiane competenze sulle nuove tecnologie, formazione di tecnici e di management, orientamento e consulenza per comprendere in quale direzione focalizzare lo sforzo formativo o ri-formativo e, se necessario, linee produttive pilota per un test before invest sulle innovazioni. Tutto questo è possibile grazie all’ecosistema di cui si sostanziano i Competence Center, catalizzatori di Università, Centri di Ricerca, Istituti Tecnici Superiori, Aziende socie, Aziende clienti e finanziatori. Lontano però dal côté accademico, i Competence Center affinano il proprio intervento formativo e consulenziale sulla progettualità imprenditoriale, quasi una formazione su misura, oltre alla possibilità di testare le innovazioni in un contesto protetto e cofinanziato.Nei prossimi 30 anni il tasso di automazione passerà dal 33% al 50%. Molti interpretano questa diffusione delle tecnologie robotiche, del machine learning e dell’intelligenza artificiale come una rivoluzione che costerà il lavoro a milioni di italiani. In realtà l’impatto potrebbe essere di gran lunga inferiore se le aziende decidessero di aggiornare le competenze dei propri dipendenti, se non tutti almeno quelli che possono essere aggiornati. Tra vent’anni nemmeno il magazziniere continuerà a fare il suo lavoro come lo fa oggi. O l’amministrativo, o il manager.Mancano infatti ingegneri, dicono le aziende, perché quei pochi che ci sono e non si sono trasferiti all’estero sono agganciati dalle aziende prima di laurearsi. Ieri raccontavamo che mancano carpentieri, fabbri, meccanici, saldatori e termoidraulici e si incolpavano le università e gli enti formativi di non favorire un incontro tra esigenze delle imprese e formazione. Tutto vero. Ma questa mattina scopriamo che nemmeno le imprese assolvono il proprio compito di aggiornare le competenze dei propri dipendenti, il che non è un compito sociale ma un obiettivo imprenditoriale. Tanto che qualche azienda, esasperata, pensa a comprare una piccola azienda tecnologica invece di cercare invano gli ingegneri che le servono. Costa ma è già tutto pronto, chiavi in mano.E non è solo quesitone di ingegneri e di tecnici. Tutti dovranno confrontarsi con il mondo dei dati, la nuova ricchezza, anche e soprattutto il personale amministrativo, gestendoli con cautela per tutelarli da una nuova anonima sequestri: il cybercrime. Se i dati sono la nuova ricchezza delle aziende, la tutela dei dati è la nuova cassaforte che passa per la formazione delle persone che li gestiscono. La cyber security non è questione di compliance ma un fattore abilitante di corretta gestione del rischio. Inoltre molte aziende dispongono di una quantità invidiabile di dati ma non sanno cosa farne. Anche in questo senso i competence center servono come consulenti favorendo una maggiore competitività sul mercato globale.Risalendo la catena della formazione lungo la catena decisionale, serve quindi re-skilling e up-skilling dei dipendenti, tecnici e progettisti, ma anche formazione del personale amministrativo che gestisce i dati e del management che deve gestire il cambiamento. Poi si arriva al vertice e il dubbio è legittimo: non sarà che l’età media dei nostri piccoli imprenditori lavori contro un aggiornamento delle competenze della nostra industria? Forse se il management si allinea sarà in grado di stuzzicare la curiosità imprenditoriale di chi sta sopra che vedrà, nell’offerta di un test before invest su nuove linee produttive, uno stimolo verso il futuro.Apre l’incontro l’intervento di Manuele Vailati, Amministratore Delegato Start Hub Consulting, che propone una piattaforma digitale che funga da incubator di innovation manager, creando una community di manager del cambiamento, in collaborazione con i Competence Center presenti. E invita tutti a lavorare insieme per indirizzare i 1.100 milioni in arrivo dal PNRR secondo il reale fabbisogno delle imprese.Presenti tutti gli 8 Competence Center italiani. Il giro comincia da Enrico Pisino, CEO di CIM4.0, competence center del Piemonte specializzato in additive manufacturing e tecnologie per la digital factory. È sua una riflessione importante: noi come CIM 4.0 abbiamo un’esperienza di pochi mesi, ma io, personalmente, ne ho di qualche decennio e non ricordo, nemmeno nei momenti in cui girava tanta ricchezza, che questa finisse in innovazione formazione. Finiva nei dividendi. Quindi i posti di lavoro che verranno a mancare perché obsoleti non sono da imputare alle nuove tecnologie ma alla mancanza di investimenti degli ultimi decenni.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: In arrivo la circolare Ministeriale sull’anno di formazione e prova neoassunti

Posted by fidest press agency su martedì, 5 ottobre 2021

Il Ministero dell’istruzione ha presentato ai sindacati la circolare sul periodo di formazione e prova per i docenti neoassunti e per coloro che hanno ottenuto il passaggio di ruolo nell’anno scolastico 2021/2022. Per ANIEF sono intervenuti i segretari generali Chiara Cozzetto e Marco Giordano. Nessuna novità di rilievo rispetto all’ormai consolidato modello di formazione introdotto dal 2015 con il D.M. 850, di cui vengono confermate le caratteristiche salienti. La durata del percorso sarà di 50 ore complessive: 6 per gli incontri propedeutici e di restituzione finale, 12 per i laboratori formativi, 12 per il peer to peer (attività di osservazione con il tutor), 20 di formazione on line sulla piattaforma INDIRE. Confermato il ruolo educativo, di orientamento e di garanzia del dirigente scolastico, che è chiamato anche a visitare le classi in cui i neoassunti prestano servizio. La nota ribadisce, inoltre, che non devono svolgere nuovamente il periodo di prova coloro che lo hanno già svolto nello stesso grado di immissione in ruolo, gli assunti in ruolo in precedenza con riserva che lo hanno già superato, coloro che rientrano in precedente ruolo per il quale avevano già superato l’anno di prova, coloro che hanno ottenuto trasferimento da posto comune a sostegno (o viceversa) nel medesimo grado. “La nostra delegazione ha chiesto di inserire ulteriori e specifici chiarimenti in modo da evidenziare che anche gli immessi in ruolo da GPS, in base all’articolo 59, comma 4 del DL 73/2021, se hanno superato l’anno di prova in precedente ruolo del medesimo grado, non dovranno sottoporsi nuovamente alla procedura, ma dovranno sostenere solo il colloquio disciplinare che peraltro il nostro sindacato già più volte ha chiarito come sia inutile per chi è già abilitato – commenta Marco Giordano, segretario generale Anief intervenuto all’incontro – Un colloquio disciplinare avrebbe avuto senso laddove si fosse accolta la nostra proposta di immettere in ruolo dalla II Fascia delle GPS, ma per docenti già abilitati davvero a nostro avviso non ha senso. Ma la normativa è andata in altra direzione, come sappiamo”. Numerosi, inoltre, i temi che il Ministero invita a trattare durante i laboratori formativi, che si potranno svolgere in presenza oppure online e che potranno riguardare: iniziative e provvedimenti legati alla gestione delle istituzioni scolastiche in fase di emergenza pandemica; metodologie e tecnologie della didattica digitale e loro integrazione nel curricolo; competenze digitali degli studenti e dei docenti; inclusione sociale e dinamiche interculturali; gestione della classe e dinamiche relazionali, con particolare riferimento alla prevenzione dei fenomeni di violenza, bullismo e discriminazioni; competenze relazionali e competenze trasversali (soft-skills e character skills); bisogni educativi speciali; motivare gli studenti ad apprendere; innovazione della didattica delle discipline; insegnamento di educazione civica e sua integrazione nel curricolo; valutazione finale degli apprendimenti; percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento; educazione sostenibile e transizione ecologica, con particolare riferimento al Piano “Rigenerazione Scuola” presentato nel corso del 2020-2021.Richiesti, infine, dal sindacato specifici chiarimenti già emanati negli anni precedenti per il personale fragile visto il perdurare dell’emergenza sanitaria per cui, laddove dichiarato inidoneo anche temporaneamente e che non dovesse riuscire a svolgere il 120 giorni di attività didattica, l’anno di formazione e prova dovrà essere rinviato all’anno successivo senza alcuna penalizzazione. Senza dimenticare, anche, il personale in part-time per cui è necessario il richiamo alla specifica nota Miur n. 36167 del 5 novembre 2015 che proporziona i 180 giorni di servizio e i 120 giorni di attività didattica all’effettivo monte ore prestato settimanalmente.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La formazione degli insegnanti per l’innovazione della Scuola e dell’Università

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2021

Roma Mercoledì 22 settembre, ore 10.00 Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani via della Dogana Vecchia, 29 Risorse chiave per lo sviluppo del Paese ‘’Dopo tanta attenzione alla scuola della ripartenza, è arrivato il momento di dedicare attenzione, creatività e impulso a una formazione degli insegnanti di qualità e al servizio del paese’’. Sono le parole di Maria Grazia Riva, Presidente della Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione, che è lieta di invitarvi all’evento dedicato al ruolo che la formazione degli insegnanti può svolgere per innovare la scuola e l’università. Si svolgerà mercoledì 22 settembre alle ore 10.00 presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma. I lavori saranno aperti dai saluti di Vanna Iori, Senatrice Pd, e introdotti e coordinati da Maria Grazia Riva, Presidente CUNSF e Direttore del Dipartimento di Scienze umane per la formazione dell’Università di Milano-Bicocca. Interverranno: Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione; Maria Cristina Messa, Ministro dell’Università e della Ricerca; Cristina Grico, membro del Consiglio di amministrazione INDIRE; Renata Viganò, membro del Consiglio di amministrazione INVALSI; Vincenzo Zara, consigliere del Ministro dell’Università e della Ricerca per la Didattica universitaria. Previsti i contributi di Massimiliano Fiorucci, Vice-Presidente CUNSF e Direttore del Dipartimento di Scienze della formazione dell’Università di Roma-tre; Marinella Muscarà, Segretaria CUNSF e Preside della Facoltà di Studi classici, linguistici e della formazione dell’Università di Enna-Kore; Silvana Calaprice, Presidente del Coordinamento dei Corsi di laurea per Educatore e Pedagogista, Università di Bari; Luigi D’Alonzo, Presidente del Coordinamento per le Attività di Specializzazione per il Sostegno, Università Cattolica di Milano; Elisabetta Nigris, Presidente del Coordinamento dei Corsi di laurea di Scienze della Formazione Primaria, Università di Milano-Bicocca. «La scuola e l’università costituiscono risorse fondamentali – afferma la presidente CUNSF Maria Grazia Riva – per dare un profondo e duraturo impulso allo sviluppo del Paese. Il PNRR contiene riforme e investimenti che realizzeranno concretamente il ruolo chiave che la scuola e l’università hanno nella formazione di nuove generazioni che sappiano porsi come cittadini consapevoli e interlocutori nella società democratica, abili ad interagire con gli altri nel mondo del lavoro e delle relazioni, di saper includere, che abbiano molteplici competenze cognitive, emotive, nelle soft skills e nelle character skills, e che siano capaci di imparare ad imparare. Poiché gli insegnanti sono il motore di questi processi, la loro formazione è alla base della possibilità di realizzazione di queste finalità formative ed educative». I lavori del convegno saranno trasmessi in diretta streaming al link webtv.senato.it e sul canale ouTube del Senato Italiano http://www.youtube.com/user/SenatoItaliano

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Finanziare i corsi di formazione anti-soffocamento per insegnanti di asili nido e scuole elementari

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 luglio 2021

Il M5S Lombardia, per la sessione dell’Assestamento di bilancio, ha chiesto di finanziare i corsi di formazione anti-soffocamento per insegnanti di asili nido e scuole elementari. Gregorio Mammì, consigliere regionale del M5S, dichiara: “Ho chiesto un milione di euro per i corsi anti-soffocamento per chi cura i nostri figli. Solo al Niguarda ci sono 15 casi all’anno di bambini che hanno ingoiato qualcosa che ne causa il soffocamento. L’ultimo caso noto è di un bambino di 8 anni salvato da un’operazione d’urgenza a giugno 2020, ma si tratta di una piccola parte di un problema più ampio: le linee guida del Ministero della Salute hanno infatti stimato che ci siano 80mila episodi ogni anno in Italia tra ricoveri e “quasi-eventi”. E in tutta Europa sono 500 i bambini morti ogni anno per soffocamento, nella maggior parte (tra il 60% e l’80% dei casi) a causa del cibo”. “Noi pensiamo che un modo realistico per affrontare il problema sia puntare sulla formazione, perché le ricerche mostrano come la metà degli eventi si verifica quando sono presenti degli adulti a supervisionare i bambini allora ho portato in Consiglio regionale un emendamento che chiede di stanziare risorse regionali per realizzare dei corsi di disostruzione pediatrica rivolto alle insegnanti di asili nido e scuole elementari, alle mamme ed ai papà, ai nonni e alle baby-sitter e a tutti coloro che quotidianamente si rapportano con dei bambini. Vogliamo infatti tutelare il presente e il futuro dei minori con la formazione, perché la cultura della salute può essere una base importante per le cure ai più fragili”, conclude Mammì.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Formazione Integrale e il cuore grande dei giovani

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2021

La pandemia non ha fermato le attività di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma (UER), che ha vissuto un anno accademico ricco di iniziative e di novità interessanti.“Ancora una volta i giovani hanno dimostrato d’avere un cuore grande e premuroso”, spiega Padre Gonzalo Monzon LC, Direttore dell’Ufficio Formazione Integrale dell’UER. “Nel corso dell’anno accademico 2020 – 2021 abbiamo organizzato attività in diversi campi, con l’obiettivo di favorire la crescita personale ed uno spirito di servizio per gli altri. Gli studenti hanno risposto in modo splendido, evidenziando tutta la loro creatività e sensibilità”.Nell’area della Responsabilità sociale i giovani hanno creato 34 progetti di iniziative di solidarietà su vari temi: disabilità, inclusività, cultura dell’incontro, assistenza a persone anziane e malate, accoglienza delle persone migranti, formazione ed educazione.L’Area Sport e Attività Extracurriculari, per ciò che concerne lo sport, ha proseguito regolarmente le sue attività di allenamento (individuale o di squadra secondo le normative vigenti), ha inaugurato un club di scacchi e ha ripreso recentemente le gare. Inoltre ha coinvolto numerosi studenti nelle trasmissioni di Radio Onda UER, la web radio di Formazione Integrale, in cui i giovani hanno raccontato le loro esperienze nelle varie discipline sportive. Per quanto riguarda, invece, le attività extracurriculari è stato organizzato il concorso UER’S Got Talent in cui gli studenti UER hanno messo in luce i loro talenti artistici collegandoli a messaggi di carattere sociale.L’Area Eccellenza ha coordinato i diversi corsi di Formazione Integrale, in collaborazione con i Corsi di Studio attivi presso l’UER. Inoltre, ha realizzato due attività annuali, con una notevole partecipazione di studenti: il corso opzionale di Eccellenza Umana e un ciclo di 13 seminari sulla Leadership. Questi percorsi hanno avuto non solo l’obiettivo di offrire ai ragazzi una formazione completa a quei valori che sono scritti nel cuore di ogni essere umano, ma anche quello di proporre loro di impegnarsi a condividerli attraverso l’esercizio di una leadership di azione positiva, volta al servizio del prossimo in un’ottica di sviluppo del bene comune. Infine, ha curato una propria attività convegnistica arricchita dalla pubblicazione dei relativi Atti.L’area Divulgazione ha sviluppato un’ampia attività multimediale, ispirata al Messaggio di Papa Francesco per la 55ma Giornata delle Comunicazioni Sociali, attraverso il sito, la newsletter, i social, gli articoli, le interviste, i comunicati e le trasmissioni di Radio Onda UER su temi culturali, sociali e di attualità.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Migliorare la formazione scientifica nel settore industriale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Far fronte alle richieste di competenze scientifiche e tecniche di alto livello da parte dell’industria e la formazione delle figure che dovrebbero avere tali competenze per il settore elettromagnetico: è l’obiettivo del progetto COMPETE – “COMPutationally empowered Electromagnetic industrial TalEnts” che, grazie al finanziamento come European Industrial Doctoral, darà la possibilità a cinque giovani ricercatori di sviluppare, attraverso un training, un progetto di ricerca individuale presso la Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino, sotto la supervisione congiunta dell’Ateneo e del partner industriale Thales, gruppo multinazionale che opera nell’alta tecnologia per i settori dell’aerospazio, dei trasporti, della difesa e della cybersecurity. Il progetto individuale di ciascun ricercatore sarà altamente multidisciplinare: includerà elementi di ingegneria elettromagnetica avanzata, matematica applicata e sistemi computazionali ad alto rendimento che, con la doppia supervisione inter settoriale, genereranno risultati impattanti non solo sulla comunità scientifica e industriale dell’elettromagnetismo computazionale ma anche su una comunità scientifica di più ampio raggio. In questo particolare settore industriale infatti, le simulazioni e le tecniche computazionali di modellizzazione multiscala e funzionanti in un ampio spettro sono di fondamentale importanza per le applicazioni d’avanguardia: in questa prospettiva il progetto svilupperà nuove tecnologie di livello industriale, tecnologie di modellizzazione e predizione numerica per rispondere alle sfide del design innovativo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalla formazione all’occupazione garantita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Codognotto, FIEGE eCommerce Logistics, GRUBER Logistics e TopNetwork: queste le prime aziende che hanno aderito ad Academy 100% Employability, il progetto di Gi Group volto non solo a offrire formazione gratuita ma anche a garantire l’inserimento in azienda ai partecipanti. Insieme a queste aziende la prima multinazionale italiana del lavoro erogherà Academy, corsi in modalità gratuita con focus mirati sulla base delle esigenze delle organizzazioni, al termine dei quali i candidati verranno assunti da Gi Group con un contratto a tempo indeterminato in regime di somministrazione. Academy 100% Employability rappresenta, infatti, il primo passo di un progetto più ampio che vede Gi Group impegnata nel rendere il lavoro sostenibile, ovvero nel creare e mantenere condizioni che siano dignitose e sicure e che guardino al benessere, alla stabilità ma anche alla soddisfazione personale e professionale dei candidati.L’emergenza pandemica ha infatti aggravato un mercato del lavoro già in precedenza caratterizzato da skill mismatch, disoccupazione giovanile e gender gap. È in questo contesto di instabilità che si inserisce l’iniziativa di Gi Group, rivolta proprio a quei candidati che hanno maggiori esigenze di upskilling o reskilling.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Formazione dei futuri professionisti digitali nelle scuole

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

La formazione scolastica è stata completamente trasformata di fronte alle esigenze imposte dalla pandemia con la Didattica a Distanza e la Didattica Integrata. Da questa nuova situazione sono emersi squilibri nell’accesso all’educazione e difficoltà legate al digital divide che riguardano ancora diverse famiglie. Basti pensare che in Italia sono oltre 7 milioni le persone senza una connessione a internet, secondo i dati 2019 DESI (Digital economy and society index). Partendo da questa situazione e dalla constatazione che l’Italia è tra i primi paesi in Europa per disoccupazione giovanile, l’organizzazione non governativa ACRA, che lavora da oltre 30 anni con il mondo della scuola promuovendo attività di educazione alla cittadinanza globale, con il supporto di STMicroelectronics Foundation, costola non profit dell’impresa STMicroelectronics di Agrate Brianza, ha messo a punto in Lombardia un programma gratuito di educazione digitale che consente un confronto proficuo tra azienda, studenti e docenti. La partnership tra le due realtà è nata proprio durante la prima fase dell’emergenza Coronavirus con la dotazione di computer per la DaD alle scuole e con una serie di corsi di formazione per rafforzare le competenze digitali degli insegnanti. Ad oggi il progetto ha visto la partecipazione di 181 docenti e 225 studenti in diversi istituti scolastici primari e secondari di Milano, Monza e Brianza e Varese. Ora il progetto prosegue raccogliendo le richieste di iscrizione delle scuole e centri di aggregazione giovanile (CAG) interessati all’iniziativa #SiamoTuttiCollegati per l’estate e per il prossimo anno scolastico. In particolare è possibile iscriversi alla Settimana di orientamento per ragazzi e ragazze delle scuole secondarie (dal 27 settembre all’1 ottobre 2021) incontri online gratuiti e rivolti ai giovani tra i 15 e i 19 anni di scuole di tutta Italia con l’intervento di dipendenti di STMicroelectronics, azienda leader nel settore delle nuove tecnologie informatiche ed elettroniche. Oltre 50 dipendenti di STMicroelectronics hanno già dato la loro disponibilità a realizzare le attività di formazione e orientamento con l’intento di generare interesse verso alcune delle professioni del settore digitale ricercate dal mondo del lavoro, ma poco conosciute ai giovani, colmando così il gap esistente.Obiettivo dell’iniziativa #SiamoTuttiCollegati è inoltre promuovere una maggiore partecipazione attiva tra i giovani di contesti sociali marginali e delle periferie, coinvolgendo ad esempio i CAG milanesi con attività esperienziali legate alla sostenibilità ambientale, ma stimolanti anche dal punto di vista tecnologico (ad esempio con la realizzazione di podcast e redazioni di web radio).Infine, a settembre riprenderanno anche i corsi di formazione per i docenti che desiderano arricchire l’offerta didattica nella propria scuola e avviare un percorso nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica. I corsi, accreditati MIUR, permetteranno di approfondire le conoscenze sull’educazione ambientale e digitale, come previsto dal Curricolo, con uno sguardo globale (Agenda 2030 ed Educazione alla Cittadinanza Globale) e l’obiettivo di offrire agli studenti occasioni concrete di partecipazione e protagonismo, divenendo loro stessi attori del cambiamento. ACRA offre sia percorsi pronti all’uso con attività già sperimentate che percorsi di co-progettazione con i docenti al fine di calare le proposte sui bisogni della propria classe.https://www.acra.it/it/cosa-facciamo/cittadinanza-globale/proposte-educative-e-scuole

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Formazione per docenti con alunni disabili in classe

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2021

Si è svolta al ministero dell’Istruzione un’informativa relativa al decreto ministeriale di prossima emanazione riguardante la formazione del personale docente ai fini dell’inclusione degli alunni con disabilità. Anief era presente con la sua delegazione composta da Giovanni Portuesi, membro della segreteria generale nazionale e presidente Sicilia. Il DM, cui farà seguito circolare esplicativa, prevede un percorso obbligatorio di formazione destinato “al personale docente impegnato nelle classi con alunni con disabilità non in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno”. In particolare l’obbligo di formazione interesserà tutti i docenti che hanno nelle proprie classi alunni disabili: si tratta di una platea di circa 700.000 insegnanti, che non sono specializzati sul sostegno compresi coloro i quali sono destinatari di supplenze annuali su posti di sostegno senza il prescritto titolo di specializzazione. L’unità formativa sarà costituita da 25 ore (17 in presenza e/o a distanza e 8 per sperimentazioni, approfondimento, progettazione), mentre i moduli formativi e le risorse faranno capo alle scuole polo per la formazione. 10 i milioni di euro stanziati in esecuzione di quanto previsto dalla legge di bilancio 2021. Non è consentito l’esonero dal servizio.Anief è in forte disaccordo sulla proposta dell’amministrazione: “Quanto previsto dal DM è inaccettabile – ha dichiarato Giovanni Portuesi – se da un lato infatti accogliamo con favore la destinazione di risorse per la formazione che siano finalizzate ad incrementare il livello di inclusione nelle nostre scuole, dall’altro non possiamo che stigmatizzare il comportamento del legislatore e dell’amministrazione che, in spregio alle norme generali, di legge e di contratto, introducono surrettiziamente l’obbligo di formazione e il suo svolgimento fuori dall’orario di servizio”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CCIAA PN-UD – Formazione digitale per lavoratori e imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 Maggio 2021

Formare gratuitamente almeno 30mila persone, tra imprenditori, dipendenti, collaboratori e tirocinanti, sulle competenze digitali di base e sull’uso di strumenti sempre più essenziali per superare la seconda ondata di una pandemia che ha colpito con forza le aziende italiane. È l’obiettivo di Eccellenze in Digitale 2021, la nuova edizione del progetto di Unioncamere supportato da Google, il cui obiettivo è aiutare le imprese italiane a far crescere le competenze digitali dei propri lavoratori. Grazie al finanziamento di 1 milione di euro da parte di Google.org, la nuova edizione prevede una serie di appuntamenti organizzati dai Punti Impresa Digitale delle Camere di Commercio. La crisi causata dal Covid-19 ha evidenziato l’importanza delle competenze digitali come una risorsa indispensabile per restare in contatto con i propri utenti e colleghi e per portare avanti la propria attività e il proprio lavoro. Da anni, Unioncamere e le Camere di commercio investono nello sviluppo di competenze che consentano alle micro, piccole e medie imprese di rimanere aggiornate e per questo già dal 2013 hanno avviato la partnership con Google per la sensibilizzazione, istruzione e potenziamento della presenza online delle imprese.È proprio partendo dal successo di queste esperienze che Google, come parte del suo nuovo programma di investimento Italia in Digitale (g.co/ItaliaInDigitale), ha deciso di rinnovare lo storico programma, portando l’attenzione sulla formazione dei lavoratori, sulle aree e sui settori più colpiti dalla crisi. Eccellenze in digitale 2021 servirà a raggiungere in particolare le aziende legate al turismo, alla ristorazione e alle filiere del made in Italy.Scopo degli incontri formativi, che si succederanno per tutto il 2021, è aiutare da un lato le imprese a potenziare le competenze digitali dal proprio interno, dall’altro fornire ai lavoratori strumenti in grado di accrescere o trasformare le proprie abilità mantenendo o migliorando la propria situazione occupazionale. Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili sul sito della camera di commercio https://www.pnud.camcom.it nella sezione dedicata a Eccellenze in digitale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Editoriale ELi sempre più leader nella formazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2021

Oltre 500 ore di webinar per più di trentamila iscritti. Il Gruppo Editoriale ELi è un gruppo editoriale didattico con oltre 350 impiegati tra personale interno e collaboratori esterni. Il Gruppo comprende diversi marchi produttivi, impegnati in settori diversi: capostipite del gruppo è la ELI, casa editrice di riferimento per il mercato delle lingue straniere e dell’insegnamento dell’italiano come seconda lingua, con libri e riviste pubblicati in 8 lingue diverse (inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, cinese, italiano e latino) e distribuiti in oltre 90 nazioni del mondo; la casa editrice La Spiga, dedicata alle produzioni didattiche di materie extra-linguistiche; il marchio PLAN, editore didattico unico della Scuola Internazionale di Cucina italiana ALMA, grazie al quale il Gruppo Editoriale ELi è leader nel mercato degli istituti enogastronomici; la EBF, affermata nel mercato per le pubblicazioni del settore umanistico; dalla fine del 2020, sono entrate nel Gruppo Editoriale ELi anche Principato e CETEM, storiche case editrici milanesi, contribuendo ad ampliare una produzione che contava già oltre 300 titoli annui e oltre 100 tra app e libri digitali.Per quanto riguarda il mercato italiano, dove la ELi è leader nazionale nel settore della scuola primaria, sono stati predisposti più di 80 webinar di formazione con numeri sorprendenti: più di 200 messe in onda che sono risultate fruibili per 25.000 iscritti. Gli argomenti dei webinar hanno toccato tutte le materie in programma, tanto per la scuola primaria quanto per la scuola secondaria, analizzando anche aspetti fondamentali della didattica al tempo del Covid, tra cui l’inclusività. La formazione della scuola secondaria, oltre ad aver contribuito ad approfondimenti legati al mondo dell’enogastronomia fondamentali per gli istituti alberghieri, ha visto l’allestimento di webinar in quattro lingue straniere: inglese, francese, spagnolo e tedesco.Molto apprezzato (circa 1.500 iscritti singoli) il webinar di approfondimento su Gianni Rodari, nella ricorrenza del centenario dalla nascita dello scrittore piemontese, tenuto da Maria Annunziata Procopio; nella scuola secondaria, invece, è stato il focus sui TED Talks – conferenze di ambito tecnologico e scientifico – avente come formatore Lewis Lansford del National Geographic. A questa messa in onda, infatti, si sono iscritte quasi 500 persone tra docenti e studenti.L’impegno non è certo stato inferiore per il mercato estero: più di 50 eventi di formazione erogati in 5 lingue (inglese, italiano, francese, tedesco e spagnolo), disponibili per 5.000 iscritti da tutto il mondo. Il successo è stato globale, dal momento che sono stati eventi organizzati in maniera specifica per Paesi dell’America Latina (Costa Rica e Brasile), del Medio Oriente (Turchia ed Emirati Arabi Uniti), dell’Africa (Algeria e Marocco) e anche del Sud-est asiatico (Malesia). L’evento più seguito, con oltre 600 iscritti, è stato “Picture this!” una lezione tenuta da Andy Cowle sull’insegnamento di grammatica e lessico inglesi attraverso l’uso di immagini.Decisivo è stato anche l’apporto dato dal Campus L’Infinito e dalla Scuola “Dante Alighieri”: la struttura, che annualmente riceveva a Recanati 1.500 studenti da tutto il mondo per insegnare la lingua italiana, ha messo in campo la sua esperienza ottenendo risultati eccezionali. Oltre ai webinar in collaborazione con ELi, sono stati infatti realizzati dei corsi di lingua disponibili sulla piattaforma Scuola.me, più di 40 dirette sul canale Facebook della scuola per garantire la formazione ad alunni e docenti esteri, lezioni online per istituzioni argentine e brasiliane, interventi di cultura italiana su media internazionali, due cicli di lezioni di lingua italiana per gli studenti Erasmus in collaborazione con la Fondazione GaragErasmus e corsi online di conversazione, aprendo 6 classi per più di 100 partecipanti. A riprova che il Gruppo Editoriale ELi non si è fatto abbattere dalle difficoltà della pandemia, ma ha saputo sfruttare gli strumenti a sua disposizione per continuare a fornire un servizio e un prodotto di qualità ai suoi utenti. Inoltre, in vista dei prossimi anni scolastici, la ELi ha stipulato una convenzione con l’Università di Macerata, istituendo un osservatorio permanente che valuti il rispetto della parità di genere sui propri testi scolastici. Un ulteriore attestato di qualità che va a incrementare il valore dei prodotti del Gruppo Editoriale ELi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Formazione docenti, assegnare i 500 euro annui anche ai precari

Posted by fidest press agency su sabato, 10 aprile 2021

I 500 euro annui della carta del docente, eventualmente cumulabile con il residuo dell’anno scolastico 2019/20, permettono di acquistare libri, riviste, ingressi nei musei, biglietti per eventi culturali, teatro e cinema o per iscriverti a corsi di laurea e master universitari, a corsi per attività di aggiornamento, svolti da enti qualificati o accreditati presso il Ministero dell’Istruzione. Inoltre, la Carta del Docente – scrive Orizzonte Scuola – permette “di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali” (art. 1, comma 121, legge 107/2015). Di conseguenza, personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, e-book reader, tablet, strumenti di robotica educativa rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti. E anche prodotti utili ad attuare la didattica a distanza (fino al 31 dicembre prossimo). Si possono acquistare anche tutti i programmi e le applicazioni, (disponibili in formato elettronico, disponibili in cloud, scaricabili online o incorporati in supporti quali memorie esterne, CD, DVD, Blue Ray), destinati alle specifiche esigenze formative di un docente, come ad esempio programmi che permettono di consultare enciclopedie, vocabolari, repertori culturali o di progettare modelli matematici o di realizzare disegni tecnici, di videoscrittura, di editing e di calcolo (strumenti di office automation). Con la Carta del Docente, infine, si può seguire un corso on line purché svolto dagli enti accreditati o qualificati Miur ai sensi degli articoli 2 e 3 della direttiva 90/2003, e dai soggetti di cui all’articolo 1 commi 2 e 3 della medesima Direttiva.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »