Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘formez’

Giustizia: al via la svolta digitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2016

giustizia europeaRoma martedì 6 dicembre, a Roma, con inizio alle ore 15, presso la Biblioteca della Camera dei deputati (Sala del Refettorio) in via del Seminario 76 convegno su “Il complesso sistema della giustizia digitale e il nuovo codice dell’amministrazione digitale (CAD)”.
L’incontro, promosso dall’associazione Italian Digital Revolution in collaborazione con la fondazione “I Sud del mondo” onlus e con il patrocinio di Formez PA, Consiglio nazionale forense e Agenzia per l’Italia Digitale, rappresenta il terzo appuntamento annuale dell’AIDR e si propone di analizzare un’altra pagina della rivoluzione tecnologica in corso aprendo un dialogo tra diversi attori della informatizzazione della giustizia civile e penale. Una riflessione tra gli operatori del diritto, magistrati, avvocati e altri su un tema di grande attualità, volta ad arricchire il dibattito e ad evidenziare prerogative e soluzioni affinché vi sia un effettivo sostegno dell’innovazione nel sistema giudiziario. E in questo delicato contesto, che ha bisogno anzitutto di azioni comuni, emerge l’esigenza di trovare una sinergia multidisciplinare che porti non solo alla tanto agognata dematerializzazione ma anche al superamento delle perplessità manifestate più volte da alcuni giuristi.
Il convegno, moderato dal giornalista Arturo Diaconale, componente del consiglio di amministrazione della Rai, sarà aperto dai saluti dell’assessore per la Roma Semplice, Flavia Marzano, e del presidente di Italian Digital Revolution, Mauro Nicastri. Previsti gli interventi di Ileana Fedele, magistrato di Cassazione; Alberto Liguori, procuratore capo della Repubblica di Terni; Pasquale Liccardo, direttore generale dei sistemi informativi del ministero della Giustizia; Luigi Consoli, segretario generale del Tar del Lazio; degli avvocati Sergio Alberto Codella (giuslavorista), Francesco Orsomarso (civilista) e Alberto Tucci (penalista); di Simone Rossi, esperto in organizzazione giudiziaria di Agenda Digitale Giustizia e dei parlamentari Nunzia De Girolamo (FI), Sebastiano Barbanti (PD), Mattia Fantinati (M5S), Giuseppe Galati (ALA) e Gianpiero D’Alia (AP). Chiuderà i lavori il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro, più di tremila utenti agli sportelli promossi da Regione Molise e Formez PA

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2016

DSCN0382Oltre tremila utenti si sono rivolti fino ad ora agli orientatori professionali presenti nei 19 sportelli, inclusi i 3 Centri per l’impiego di Campobasso, Isernia e Termoli, distribuiti presso gli uffici di alcuni comuni delle province molisane nell’ambito del progetto di assistenza tecnica “Sistema integrato di orientamento permanente”, promosso dalla Regione Molise e attuato da Formez PA in collaborazione con le Province di Campobasso e Isernia per far fronte alla crisi occupazionale.
Si tratta di luoghi di assistenza tecnico-specialistica rivolta a tutti gli utenti dei servizi per l’impiego, ai lavoratori cassintegrati o in mobilità, ai disoccupati da reinserire, ai neet che non studiano né lavorano, agli iscritti al “Programma Garanzia giovani” e alle categorie protette (legge 68/1999), i quali vengono guidati sin dai primi passi, dalla redazione del curriculum vitae a un adeguato percorso formativo.
Un’iniziativa, partita all’inizio dell’anno, che punta anche alla creazione di posti di lavoro e di start up innovative in grado di rispondere alle sfide economiche e sociali in una regione del Mezzogiorno dove, secondo i dati dell’Istat, il reddito pro capite è di 19.722 euro, l’incidenza della povertà relativa è del 19,3% e il tasso di disoccupazione giovanile ha raggiunto il 42,7%. Basti pensare infatti che la quota dei senza lavoro di lunga durata (da almeno un anno) sul totale è del 67,7%: peggio solo in Campania (oltre il 68%). Il tasso di occupazione 20-640 anni, invece, è del 53,2% e scende al 46,5 nella fascia 55-64 anni.
“Consulenze, colloqui individuali, strumenti di orientamento legati alle problematiche del mondo del lavoro – sostiene Arturo Siniscalchi, dirigente di Formez PA – sono alcuni dei servizi offerti dagli sportelli operativi in città e provincia, in realtà come Campobasso, Termoli, Bojano e, per quanto concerne Isernia, nel capoluogo e a Venafro. L’iniziativa è resa possibile da una convenzione tra Regione Molise e Formez PA, rivolta in particolare a quelle zone dove c’è più richiesta di lavoro e di informazioni”.
“Grazie agli orientatori di Formez PA che operano nei 19 sportelli – afferma invece Eugenio Urbani, responsabile del progetto di Formez PA – non abbiamo redatto soltanto graduatorie di disoccupati o fornito alle aziende liste di lavoratori disponibili, ma abbiamo inserito nel database poco meno di 1400 utenti e abbiamo fornito informazioni sul mondo del lavoro a circa 1800 persone, registrando il fatto che in tanti, soprattutto giovani, hanno manifestato la volontà e la determinazione di uscire da una condizione di marginalità. Abbiamo inoltre richiesto alla Camera di Commercio la lista delle aziende attive sul territorio, allo scopo di avviare un’analisi concreta delle loro esigenze per favorire un migliore incontro tra domande e offerta”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione, in Molise è una parola vuota?

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

DSCN0381In questi giorni Roma è una grande vetrina dell’innovazione. L’attenzione nazionale, ma anche internazionale, è rivolta all’Innovation Week, accompagnata dalla Maker Faire Rome (#MFR14), la più grande fiera europea dedicata agli inventori, ai creativi e agli artigiani digitali, conosciuti anche come “makers”. Al Parco della Musica sfilano fino a domenica i protagonisti della rivoluzione digitale, con stampanti 3D, robot, plotter, droni, Bitcoin e start up innovative. Insomma, è possibile imbattersi nel futuro.
Alcuni dei protagonisti di questa manifestazione, giunta alla seconda edizione dopo il clamoroso successo dello scorso anno (oltre 35mila presente in un weekend), hanno partecipato a novembre scorso a “Molise, un’altra storia”, la kermesse promossa a Roma-Garbatella dall’associazione “Forche Caudine”, in collaborazione con il Formez, e che – nonostante il successo per i temi davvero innovativi toccati – è rimasta un’illustre “incompresa” in Regione.
I promotori dell’evento molisano in Garbatella, con il coinvolgimento degli organismi più innovativi che operano nella Capitale (coworking, Fablab, start up), hanno diffuso, tra l’altro, un semplice ma basilare concetto: l’artigianato molisano rischia definitivamente di morire se non s’inserisce in canali globali. Collocandosi qui, ha tutti i numeri per assurgere a nuova vita. Accostare gli artigiani tradizionali (ramai, coltellinai, costruttori di zampogne, scalpellini, ecc.) con quelli digitali equivale a rilanciare la manualità associandola con le nuove tecnologie.
A confermare questa esigenza, hanno tenuto interessanti conferenze nella kermesse della Garbatella alcuni tra i massimi esperti del settore, come Simone Cicero, co-chair presso Open Hardware Summit 2014, o Alessandro Ranellucci, a cui il Corriere della Sera ha dedicato un video per la sua realizzazione di un software che muove buona parte delle stampanti 3D nel mondo.
Quanto sta succedendo a Roma – e più in generale quanto sta succedendo nel mondo, in un periodo di crisi e di trasformazione repentina – dovrebbe far riflettere anche in Molise. Soprattutto gli amministratori. Ma la loro reiterata latitanza verso questi temi dovrebbe amaramente far riflettere. (Valerio Mancini – Roma)

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano Triennale di Formez PA

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2011

Roma 30 giugno Senato dalle ore 11 alle 13,30 presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione Renato Brunetta conclude il convegno di presentazione del Piano Triennale di Formez PA Piano Triennale 2011-2013 di Formez PA. E’ il primo avviato dopo la riforma che nel 2010 ha rinnovato la missione del Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle PA fondato nel 1965.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza Brunetta

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2009

Roma 10 novembre 2009 ore 13 corso Vittorio Emanuele 116 Sala Stoppani – Palazzo Vidoni conferenza stampa un milione di euro dalla fondazione jti  a favore del progetto Gea  (gestione emergenza Abruzzo) intervengono il ministro Renato Brunetta  il presidente del Formez Carlo Flamment  il presidente della fondazione Jti Europa Roberto Zanni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Web radiotv dell’Università di Pavia

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2009

Con Unimag, il video magazine dell’Università di Pavia, UCampus ha ricevuto una menzione speciale al Premio Nazionale “La Pa che si vede – la tv che parla con te” 2009 L’iniziativa promossa dal  Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e realizzata dal Formez in collaborazione con l’Ordine Nazionale dei Giornalisti ha premiato i migliori notiziari istituzionali delle Pubbliche amministrazioni. Dopo i primi tre classificati,  Enea, Provincia di Torino e Comune di Corsico, la menzione speciale all’Università di Pavia – unica università premiata, per Unimag – con la seguente motivazione:“Il prodotto è presentato con una grafica personalizzata e si sviluppa con vivacità espressiva. Il livello dell’informazione è ricco, lasciando alle interviste il compito di approfondire. La struttura dei contenuti è ragionata e viene resa con ritmo: aprendo con l’informazione istituzionale seguita da quella di servizio e dalle iniziative per gli studenti”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Monitoraggio dei contratti di lavoro flessibile nelle p.a.

Posted by fidest press agency su martedì, 31 marzo 2009

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta rende noti i dati del monitoraggio dei contratti di lavoro flessibile nelle Pubbliche Amministrazioni avviato lo scorso 6 marzo tramite un questionario trasmesso via mail a 9.186 amministrazioni centrali e periferiche. Su richiesta delle singole amministrazioni, sono poi stati reinviati altri 1.700 questionari con specifica password ed è stata fornita dal Formez un’assistenza completa agli Enti (sono pervenute 1.123 richieste di assistenza alla compilazione e 1.825 richieste di reinvio dei questionari). Al 30 marzo le Amministrazioni che hanno trasmesso questionari compilati in ogni parte sono state  circa 3.800.  Il loro elenco dettagliato è consultabile sul sito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione (www.innovazionepa.it) e i dati dettagliati di ciascuna (distinti per modalità di assunzione, anzianità contrattuali, risorse disponibili, posti liberi in pianta organica per area professionale) vengono pubblicati in queste ore una volta inseriti nel sistema di elaborazione. Le singole Amministrazioni potranno controllarli nel dettaglio ed eventualmente richiedere correzioni in caso di errori nella loro compilazione Dall’esame dei dati già classificati (stimati pari al 90% del totale che risulterà alla fine della elaborazione) possono essere tratte considerazioni importanti: a) Il personale con contratto di lavoro flessibile che possiede i requisiti previsti dalle leggi vigenti per la regolarizzazione è a tutt’oggi pari a 11.445 unità nella regione Sicilia e ad altre 12.807 unità in tutto il resto del Paese. La maggior parte di questo opera nelle ASL (1.549 unità in Sicilia e 5.529 unità nel resto del Paese). In questa categoria altre voci consistenti sono rappresentate dai Comuni (3.253 unità a cui vanno aggiunte altre 9.170 unità in Sicilia) e dagli Enti di ricerca (1.392 unità).  b) Emerge chiaramente come il problema del precariato non sia un problema legislativo e che ogni ulteriore slittamento generico dei tempi non affronti né aiuti la soluzione del problema. Le situazioni sono infatti molto diverse sul territorio nazionale. In molti casi il precariato nelle Pubbliche Amministrazioni si conferma come un problema di organizzazione e non invece legislativo o di risorse.  c) Molte Amministrazioni hanno già proceduto alla regolarizzazione del proprio personale. Risulta inoltre che, eccezion fatta per la Sicilia, un numero pressoché equivalente al totale del personale regolarizzabile sia stato già definitivamente assunto o sia in corso di regolarizzazione (esattamente 2.176 unità in Sicilia e 17.302 unità nel resto d’Italia). d) Dei 10.559 lavoratori che sono in possesso dei requisiti per la regolarizzazione e che gli Enti intendono assumere, 5.306 maturano i 3 anni a giugno 2009 e 2.541 a dicembre 2009. e) Il fenomeno del personale con contratto flessibile e con requisiti per la regolarizzazione risulta per l’80% concentrato nel Mezzogiorno (inclusa la Sicilia), in misura prevalente nelle ASL e nei comuni di media dimensione. Fanno eccezione gli Enti di ricerca e le Università, dove il fenomeno non risente della dislocazione geografica. Un caso a parte è rappresentato dalla Croce Rossa Italiana, i cui lavoratori precari non sono inseriti tra quelli regolarizzabili in quanto non hanno anzianità direttamente con la CRI (2.248), bensì prevalentemente con le Regioni e le ASL di provenienza (D.lgvo 368/2001 art.2, commi 366 e 367 della l.244/2007). f) Il questionario ha infine rilevato anche che i contratti a tempo determinato privi dei requisiti ai sensi della legge vigente (almeno 3 anni di anzianità) sono 17.045, che i contratti co.co.co. sono 12.849 mentre i contratti di diretta collaborazione dei vertici politici sono in tutto 1.709 (dati generali inclusa la Sicilia). Nel complesso il problema risulta assolutamente nei limiti fisiologici (fatte alcune eccezioni, la legge siciliana in particolare), mediamente inferiore al 2% e comunque inferiore al 5% degli organici anche considerando i contratti di limitata anzianità, le collaborazioni, etc.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »