Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘frammenti’

Mostra “Frammenti – Omaggio a Pina Bausch”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 Mag 2019

Roma È visitabile fino a sabato 11 maggio, presso Il Margutta Vegetarian Food & Art, la mostra “Frammenti – Omaggio a Pina Bausch” con le fotografie di Ninni Romeo: un viaggio temporale, a dieci anni dalla scomparsa della grande artista tedesca, alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. L’esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani, Arte sostenuta da Tina Vannini e ospitata presso il ristorante vegetariano, a Roma, in via Margutta 118, è curata dalla giornalista e photo editor Frédérique Deschamps, con testo di presentazione firmato dalla giornalista e scrittrice Leonetta Bentivoglio. Sono esposte 44 fotografie bianco e nero e colore, in diversi formati di stampa, di cui due ritratti di Pina Bausch e immagini di diversi spettacoli. Ingresso libero. Per il finissage, invece, l’appuntamento con l’artista e con gli organizzatori è per mercoledì 8 maggio ore 19.
Un viaggio temporale, a dieci anni dalla sua morte, avvenuta il 30 giugno 2009, lungo trentacinque anni alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. Dal Sacre du Printemps del 1975 al Cafè Müller del 1978, da Palermo Palermo del 1989 al Vollmond del 2006. Senza tralasciare il Bamboo Blues del 2007, ispirato all’India, e la sua ultima creazione, …como el musguito en la piedra, ay sì, sì, sì… del 2009, ispirata al Cile. Protagonista della mostra non solo lei, ma tutta la sua arte, fatta di espressione e drammaticità, provocazione ed eleganza. Nonché di “disordine”, il “suo” caos, che trae spunto dalla tradizione, rispettandola e onorandola, per scardinarne la prevedibilità. Puntando non solo alla bellezza dei movimenti, quanto alla loro forza ed essenza.
Ninni Romeo racconta della familiarità che, sin da bambina, Pina Bausch aveva con i ristoranti, dato che i genitori ne gestivano uno nella sua città natale. Quindi aggiunge: “Credo che le piacerebbe sapere che frammenti del suo lavoro sono esposti nello spazio dello storico ristorante vegetariano di via Margutta – racconta la fotografa – e penso che amerebbe anche sapere che le immagini dei suoi spettacoli rivivono nella stessa strada in cui, pochi metri più in alto, abitava il suo amico e appassionato estimatore Federico Fellini, frequentatore assiduo del Margutta. Ora, è come se piccole parti di storie e personaggi del Tanztheater Wuppertal fossero affettuosamente sorvegliate dallo sguardo del regista di E la nave va, film in cui Fellini fece debuttare come attrice cinematografica la sua adorata Pina”. Web: https://uozzart.com/

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: frammenti di un discorso interrotto

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 febbraio 2018

frammenti«Vi sono stati, in quei giorni, tra me e te, momenti d’amore muto, disarmato, silenzioso. Una sera, salutandoti prima del sonno, ci baciammo in modo soave, e staccandoci avevamo gli occhi lucidi.
Avrei voluto dormire come un cane sul tappeto vicino al tuo letto. Non te l’ho domandato perché avevo paura che tu capissi che l’irreparabile era vicino». Nel 1982, un anno dopo la morte di Lea Quaretti, Neri Pozza compone questo commovente racconto che, muovendo dagli ultimi istanti di vita della moglie, narra la storia del loro lungo sodalizio amoroso, intellettuale, artistico. Sono pagine scritte come una sorta di elaborazione del lutto, ma che, segnate dalla sincerità che ogni grande perdita richiede, costituiscono uno dei più struggenti congedi dall’amata che il nostro secondo Novecento ci ha lasciato. Un addio al modo d’essere, unico, irripetibile, insostituibile della compagna di una vita, e alle piccole cose da lei lasciate: i libri estrosamente distribuiti negli scaffali, i sassi raccolti nella spiaggia del Lido di Venezia dopo le burrasche e posti in una vetrina, i guanti, bellissimi, bene ordinati in una scatola, il cappellino di velluto con l’aletta rovesciata, l’abito di seta blu a pallini bianchi… Un canto all’esistenza in cui si è capaci di riempire i vuoti insieme in «modo felice e amoroso».
Neri Pozza nacque a Vicenza il 5 agosto 1912. Iniziò la propria attività come scultore nel 1933 seguendo l’esempio del padre, Ugo Pozza. Nell’ampia produzione è forte il richiamo di Arturo Martini e di Marino Marini. Espose alla Biennale di Venezia nel 1952 e nel 1958, alla Quadriennale di Roma e ancora alla Biennale veneziana della grafica. Nell’attività letteraria Pozza si distinse con volumi quali Processo per eresia (1970), Premio selezione Campiello, Comedia familiare (1975), Tiziano (1976), Le storie veneziane (1977), Una città per la vita (1979), Vita di Antonio, il santo di Padova e alcuni scritti sulla memorie della Resistenza come Barricata nel Carcere. Nel 1946 fondò la casa editrice che porta ancora il suo nome. Morì a Vicenza il 6 novembre 1988.Euro 12,50 120 pagine. Neri Pozza Editore(foto. frammenti)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra Marco Maria Zanin: Dio è nei frammenti

Posted by fidest press agency su martedì, 2 Mag 2017

frammentoModena periodo 21 maggio – 16 luglio 2017 inaugurazione a cura di Daniele De Luigi e Serena Goldoni della mostra Marco Maria Zanin: Dio è nei frammenti 20 maggio ore 18.00-24.00 (orari mercoledì-venerdì 10.30-13.00 e 16.00-19.30; sabato, domenica e festivi 10.30-19.30. Lunedì e martedì chiuso ingresso gratuito) Palazzo Santa Margherita (Sale superiori), corso Canalgrande 103, organizzazione e produzione Galleria Civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena in collaborazione con Spazio Nuovo Contemporary Art, Roma con il patrocinio di Ambasciata del Brasile, Italia.
La mostra, attraverso le fotografie e le sculture del giovane artista, esplora il tema della memoria e delle radici nella società contemporanea mediante un’opera di reinterpretazione di scarti prodotti dal tempo: detriti e oggetti che per Zanin, sulla scorta del filosofo francese Georges Didi-Huberman, sono “sintomi” della sopravvivenza lungo le epoche di valori umani archetipici. L’indagine si muove tra la civiltà rurale del Veneto, sua regione di origine, e la megalopoli di San Paolo, dove vive alcuni mesi all’anno: due luoghi profondamente diversi nel modo di vivere il passato e il presente, ma fortemente legati dai fenomeni migratori dall’Italia al Brasile tra XIX e XX secolo.
Attrezzi del mondo contadino vengono tagliati e fotografati, assumendo forme inedite dal carattere totemico, mentre da frammenti di edifici moderni demoliti sono tratti calchi in porcellana, oppure nature morte che riecheggiano Giorgio Morandi, maestro con cui l’artista istituirà in mostra un intenso dialogo. Gli interventi di trasformazione degli oggetti di Zanin costituiscono “un invito a lavorare con la materia psichica della memoria assieme all’immaginazione”.
Marco Maria Zanin è stato selezionato dalla Galleria Civica di Modena nell’ambito del progetto Level 0, promosso da ArtVerona in collaborazione con 14 musei e istituzioni d’arte contemporanea italiani, per offrire supporto e visibilità agli artisti emergenti esposti in occasione dell’ultima edizione della fiera, dove l’artista era proposto dalla Galleria Spazio Nuovo di Roma.
Marco Maria Zanin (Padova, 1983) si laurea prima in Lettere e Filosofia e poi in Relazioni Internazionali, ottenendo un master in psicologia. Sviluppa contemporaneamente l’attività artistica, e compie numerosi viaggi e soggiorni in diverse parti del mondo, mettendo in pratica quell’esercizio di ‘dislocamento’ fondamentale per l’analisi critica dei contesti sociali, e per alimentare la sua ricerca tesa a individuare gli spazi comuni della comunità umana. Mito e archetipo come matrici sommerse dei comportamenti contemporanei sono il centro della sua indagine, che si snoda sull’osservazione della relazione tra l’uomo, il territorio e il tempo.
Sceglie come strumento privilegiato la fotografia, che è spesso usata mescolando tecniche diverse e superando i confini di altre discipline artistiche. Scrive del suo lavoro: “La fotografia mi aiuta a riallacciare la realtà fisica a spazi metafisici che si mescolano con i luoghi più profondi dell’identità umana, dove il silenzio, più di ogni descrizione, è la via per avvicinarci a toccare ciò che ci circonda.” Vive e lavora tra Padova e San Paolo del Brasile. http://www.marcomariazanin.com (foto: frammento)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frammenti di attualità

Posted by fidest press agency su martedì, 30 agosto 2016

DanielaKofler

Cori (Latina) 30 agosto in Piazza Sant’Oliva , moderatore Michele Cucuzza. Prosegue ‘Frammenti di attualità’, rassegna giunta all’ottava edizione che ha l’obiettivo di affrontare temi del momento attraverso spettacoli teatrali seguiti da un dibattito. La manifestazione ad ingresso gratuito – che quest’anno ha ottenuto anche il patrocinio della Camera dei Deputati, il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e un Premio di rappresentanza del Senato della Repubblica – è organizzata dall’Associazione Culturale ‘Il Buonumore’, con il patrocinio e il contributo della Regione Lazio, del Consiglio Regionale del Lazio, della provincia di Latina, della XIII Comunità Montana dei Monti Lepini e Ausoni, della Camera di Commercio di Latina e del comune di Cori.La rassegna – moderata dal giornalista e conduttore Michele Cucuzza – continua domani, martedì 30 agosto alle ore 20.45 presso la suggestiva piazza rinascimentale di Sant’Oliva a Cori (Latina) con il recital di poesie e canzoni ‘Amicizia’ interpretate da Paolo Gatti con l’accompagnamento musicale del pianista Simone Martino a cui farà seguito il dibattito ‘Amicizia: è davvero un tesoro?’ al quale parteciperanno: la scrittrice

PaoloErcolani

Federica Brunini; l’autrice e scrittrice Carla Vistarini; Paolo Palmeri, professore ordinario dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma, già titolare della cattedra di Antropologia dello Sviluppo; la scrittrice Maria Paola Colombo.‘Frammenti di attualità’ si concluderà il primo settembre con l’atto unico di Peppino De Filippo ‘Spacca il centesimo’ diretto e interpretato da Paolo Gatti con Pierre Bresolin, Alessandra Cosimato, Andrea Venditti e Fabrizio Caiazzo che sarà seguito dalla tavola rotonda ‘Fare economia: è ancora possibile?’ alla quale parteciperanno: Giuseppe Di Taranto, professore ordinario di Storia dell’Economia e dell’Impresa presso la Luiss di Roma; Gianluca Timpone, tributarista; Secondo Scanavino, presidente nazionale CIA (Confederazione Italiana Agricoltori); Antonio Cajelli, educatore finanziario indipendente.La manifestazione è iniziata domenica 28 agosto con l’atto unico di Anton Cechov ‘L’orso’, diretto e interpretato da Paolo Gatti con Daniela Kofler e Pierre Bresolin. A seguire il dibattito ‘Parità uomo/donna: impresa impossibile?’ alla quale hanno partecipato: Tiziana Chiappelli, antropologa e ricercatrice presso l’Università di Firenze; Paolo Ercolani, filosofo e docente dell’Università di Urbino; Pietro Lucisano, professore ordinario di Pedagogia Sperimentale presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma; Luisa De Vita, ricercatrice in Sociologica Economica presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma. (foto: DanielaKofler, PaoloErcolani)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La resistenza delle donne

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 aprile 2012

Torino Sabato 28 aprile 2012, a partire dalle ore 9.30, presso la Sala Viglione a Palazzo Lascaris, a Torino, la Conferenza Regionale Democratiche PD, il Partito Democratico del Piemonte e il Gruppo Consiliare Regionale PD promuovono il convegno “La resistenza dele donne tra memoria e prospettive”. Al termine degli interventi è prevista la consegna degli attestati alle donne partigiane presenti e di copie della Costituzione a giovani Democratiche. Programma:
Presiede e modera Lucia CENTILLO, Portavoce Conferenza Regionale donne PD Piemonte
· 9.30 Saluti
Gianfranco MORGANDO, Segretario Regionale PD Piemonte
Paola BRAGANTINI, Segretario Provinciale PD Torino
Roberto PLACIDO, Presidente Comitato Resistenza e Costituzione della Regione Piemonte
· 10.00 “La memoria delle donne”
Videoproiezione di alcune interviste tratte da
“La guerra alla Guerra. Storie di donne a Torino e in Piemonte tra il 1940 e il 1945”
“Parole di donna, frammenti di vita quotidiana fra guerra e dopoguerra”
“Una valle in guerra: foto di gruppo in Val Chisone “
Video prodotti dall’Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza
· 10.15 Piera EGIDI BOUCHARD, scrittrice e pubblicista
“Resistenza plurale e/è attuale?”
· 10.40 Margherita CASALINO, attrice, legge alcuni brani di storie di donne partigiane tratti dal libro “La guerra alla Guerra”
· 10.50 “Suggestioni di donne sulla Resistenza”: le protagoniste di oggi si interrogano sull’attualità dei valori della Resistenza. Modera Alessandra Perera.
Intervento di Caterina ROMEO, membro del Comitato Provinciale Resistenza, Costituzione, Democrazia della Provincia di Torino
Intervento di Dima GHADI (membro del comitato per la difesa dei diritti civili in Siria) sulla situazione della Siria e sul ruolo delle donne nella rivoluzione in atto
· 11.30 Comunicazioni sulle proposte di riforma delle leggi elettorali nazionali e regionali
On. Anna ROSSOMANDO “Proposta di modifica della legge elettorale nazionale”
Gianna PENTENERO, Consigliera Regionale PD, “Proposta di modifica delle legge elettorale regionale”
Tina PEPE portavoce Conferenza provinciale delle Democratiche Torino, Presentazione dell’odg sulla rappresentanza femminile
· 11.45 Consegna attestati alle donne partigiane presenti e di copie della Costituzione a giovani Democratiche a cura della Consigliera Regionale Mercedes BRESSO, della Sen. Magda NEGRI e dell’On. Livia TURCO.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Mostra: Il meccanismo di Antikythera

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2011

Pavia Santa Maria Gualtieri, mercoledì 22 giugno alle ore 17 (22 – 28 giugno 2011) Piazza della Vittoria, A cura di Efthymios Nicolaidis, National Hellenic Research Foundation, Atene Edizione italiana a cura di Fabio Bevilacqua, Università degli Studi di Pavia la mostra vuole proporre al pubblico il racconto di una scoperta – quella dei numerosi frammenti di un oggetto antico, restituito dalle profondità marine di un’isoletta greca, Antikythera – di uno studio durato quasi un secolo – quello del significato dei frammenti dell’oggetto ritrovato – dell’attribuzione di un significato – computer astronomico o calendario astronomico.
Efthymios Nicolaidis, ricercatore dell’Institute for Neohellenic Research della National Hellenic Research Foundation, curatore dell’edizione originale della mostra e segretario generale della DHST- IUHPS (Division of History of Science and Technology, International Union of the History and Philosophy of Science) illustrerà “The Antikythera Mechanism”
Lucio Fregonese, professore di Storia della Fisica- Dipartimento di Fisica “A.Volta”- Università di Pavia parlerà su: “Dungal maestro irlandese a Pavia: Cosmologia, eclissi e diagrammi astronomici all’inizio del IX secolo”
Bruno Bertotti, professore emerito di Fisica Teorica- Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica- Università di Pavia discuterà “La storia dell’universo nella cosmologia del Big Bang”

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I “Frammenti di Figlie d’Eva” di Maria Manna

Posted by fidest press agency su martedì, 29 marzo 2011

Napoli 29 marzo 2011, alle ore 20, nel Seicentesco Teatro di Corte del Palazzo Reale (piazza del Plebiscito 1) un insolito viaggio attorno alla donna e al suo rendersi “manifesto” sulla strada dell’uguaglianza, nel rispetto delle diversità. Un “trip” attraverso la mente, il corpo, il gesto, la voce, la sensibilità, la sensualità.  Sarà questo il leit motiv di “De mulieribus”, evento di e a cura di Marisa Lepore, che prenderà forma. Tra i protagonisti della serata, a ingresso gratuito su prenotazione, la pittrice, regista, attrice, sceneggiatrice e scrittrice partenopea Maria Manna che, dopo il Pan –Palazzo delle Arti di Napoli e il Mann –Museo Archeologico Nazionale di Napoli, presenterà a Palazzo Reale un’originale performance site specific dal titolo “Frammenti di figlie d’Eva”, da lei ideata e diretta, che la vedrà in scena con l’artista Mauro Palumbo. Le riprese video saranno di Doublefil, l’acconciatura di Antonella Manna, gli elementi scenici dello storico Ospedale delle bambole di via San Biagio dei Librai e le foto di scena di Sergio Antonuccio. Nella stessa serata, Maria Manna, firmerà anche l’istallazione dell’opera “Frammenti di figlie d’Eva”, (olio e cuciture su tela 2010 – collezione privata) che dominerà lo Scalone d’onore di Palazzo Reale (foto di Yuri Donnarumma  e allestimento di Mauro Palumbo). L’evento, promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli in partenariato con Ministero dei Beni Culturali, Palazzo Reale e P.l.g., e presentato da “Ridi che ti passa” e dalla II Municipalità, rientra nelle iniziative di “Marzo Donna 2011” e dei “Martedì in Arte” a Palazzo Reale. (frammenti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luisa Bruni presenta: “Times Old Roman” e “Klondike”

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2011

Macef 2011 -27/30 gennaio 2011- Quartiere fieristico Milano Rho-Pero Area Designer Club Padiglione 11 • Stand A21 B24 • Corsia AB Luisa Bruni, ancora una volta, trova il giusto assetto ai concetti “novità” e “modernizzazione” che svela con “Times Old Roman” e “Klondike”: anelli d’Arte come ombelico di mondi passati e futuri. Intanto che il mondo scorre, affetto da una balbuzie di oggetti eternamente simili, le sue circonferenze preziose, modellate con le tecniche dell’artigianato, incontrano il tempo, lo fermano e lo raccontano. I suoi anelli, infatti, catturano frammenti di luoghi e tempi lontani da indossare e da vivere. Astrazioni a cui lo stile Bruni dà la forma di gioiello attraverso il calore del dialogo: tradizione, cultura, carattere, espressione convergono nell’Arte contemporanea narrando la storia. Un segno distintivo che sfugge dal freddo percorso in “serie” seguito dalle aziende e che l’artista romana mostra, in occasione della novantesima edizione del Macef, dal 27 al 30 gennaio 2011, nell’Area Designer Club, Padiglione 11, Stand A21 B24, Corsia AB.
Luisa Bruni incide sul tempo con storie nobili che conferiscono, ai suoi gioielli, quella rarità propria dei pezzi unici, per questo, mai “svalutati”come accessori o semplici ornamenti preziosi. In questa ricerca, è il design moderno a restituire valore all’istante.  L’Arte del gioiello Bruni, vincitrice del premio The Best of Bijoux  per la categoria Migliore Design Innovativo nella scorsa edizione del Macef, incide tanto sulle nuove proposte, quanto sull’importanza di questa edizione pronta a spegnere novanta candeline. L’emblema della moda e dello stile è l’importanza del tempo: posizionarsi al di sopra, vuol dire non passare mai.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra personale: Frammenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 agosto 2010

Roma (zona Colosseo) 4 settembre ore 18.30 (dal 4 al 10 settembre 2010) Via Ostilia 41, VISTA Arte e Comunicazione. In questo luogo Soqquadro espone la mostra personale di Luigi Profeta curata da Marina Zatta;  La sperimentazione di Luigi Profeta si costruisce su geometrie nette e superfici polimateriche, che dividono lo spazio tramite sagome dai contorni precisi, contrassegnate da un colore o da un motivo specifico. Le cromie che appaiono in questi lavori sono forti, incisive, accostate in molti casi a lastre di materia metallica. Il suo comporre è sempre calibrato, ordinato e razionale – anche quando gli spazi appaiono gremiti di grovigli filiformi –  basandosi sulla dialettica tra forme e sostanze diverse, sull’alternanza di forme geometriche (cubi, parallelepipedi, sfere) che emergono in bassorilievo e, superfici piatte e monocrome, su cui elementi tessili giocano spesso di contrasto. Profeta rivela sapienza costruttiva negli accostamenti, dando vita a tensioni tra ordine e caos, tra istinto e ragione, dove anche parole e numeri diventano le tracce simboliche di un percorso laborioso e introspettivo, che si rivela nella testimonianza esplicitamente narrativa delle sue titolazioni. Le forme in cui si declina il suo percorso artistico ricordano le architetture primarie di certe costruzioni giocattolo, anche se qui nulla fa pensare a un intento ludico, né tanto meno al ritrovamento di un tempo perduto. Si tratta piuttosto di una ricognizione sulle origini della forma, e sulla purezza delle geometrie euclidee, esplorate come fonte primaria di comprensione delle regole che governano le forze della natura, e quindi anche come utopia di un apparato regolatore su cui ordinare i comportamenti umani. http://www.soqquadro.eu
“Vista” è un centro dedicato all’arte ed alla comunicazione che nasce dall’esperienza di alcuni giornalisti da sempre impegnati nell’organizzazione di eventi d’arte e cultura. Una project gallery che si rivolge ai giovani talenti esordienti ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo. (frammenti, insperato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frammenti di attualità

Posted by fidest press agency su sabato, 28 agosto 2010

Cori (Latina).  29 agosto, il 31 agosto e il 2 settembre 2010 alle ore 20.45 nella suggestiva piazza rinascimentale di Sant’Oliva  torna, dopo il successo della prima edizione, ‘Frammenti di attualità’, rassegna che ha l’obiettivo di affrontare temi del momento attraverso spettacoli teatrali seguiti da un dibattito. La manifestazione (a ingresso libero), organizzata dall’Associazione Culturale ‘Il Buonumore’ con il contributo della Regione Lazio e il patrocinio della provincia di Latina e del comune di Cori, avrà luogo domani
Si comincia con ‘La domanda di matrimonio’, scherzo in un atto di Anton Cechov a 150 anni dalla nascita del drammaturgo russo. La pièce – diretta da Federico Vigorito e interpretata da Pierre Bresolin, Alessandra Cosimato e Paolo Gatti – affronta il tema del matrimonio e della proprietà che sarà anche trattato dalla tavola rotonda ‘Matrimonio: per amore o per interesse?’.  Intervengono al dibattito: l’attrice Anna Longhi (meglio nota come la moglie ‘buzzicona’ di Alberto Sordi), la psicoterapeuta Elena Sorrento, l’avvocato matrimonialista Lorenzo Caldo e lo psicologo e sessuologo clinico Gaetano Gambino. Modera l’incontro la conduttrice Livia Azzariti.
Martedì  31 agosto sarà la volta dello spettacolo ‘Riscatto’, anteprima nazionale dell’atto unico di Paolo Gatti per la regia di Francesco Sala. La pièce – interpretata da Paolo Gatti, Pierre Bresolin, Ivan Bertolami, Martina Zuccarello, Ivan Giambirtone, Gian Luca Bianchini, Fabiana Lazzaro, Fabrizio Caiazzo e Alessandra Cosimato – affronta il tema del riscatto sociale che sarà anche al centro del dibattito ‘Lavoro: vince il merito o la raccomandazione?. Intervengono alla tavola rotonda, oltre all’autore e al regista dell’atto unico: Roberta Bortone, docente di Diritto del Lavoro presso l’Università di Roma ‘La Sapienza’;  Vittorio Cotesta, docente di Sociologia presso l’Università di Roma Tre; Fabrizio Sprega, docente di Psicologia delle Organizzazioni presso la Lumsa di Roma; la giornalista Serena Bortone, autrice con Mariano Cirino del libro ‘Io non lavoro’. Modera l’incontro il giornalista Puccio Corona.
Infine, giovedì 2 settembre, sarà proposto il recital ‘Vita – La quotidianità attraverso poesie e canzoni romane’, interpretato da Paolo Gatti e Gian Luca Bianchini accompagnati da Osvaldo Bisello al flauto. Seguirà il dibattito ‘Dialetto: fuori moda o sempreverde?’ a cui interverranno: la cantante Aura D’Angelo; l’attore Leopoldo Mastelloni; il linguista e critico letterario Massimo Arcangeli; Ugo Vignuzzi, docente di dialettologia italiana presso l’università di Roma ‘La Sapienza’. Modera l’incontro la giornalista Alda D’Eusanio. (paolo gatti)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrea Ruffolo: Il libro e altri racconti

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2010

Roma 13 febbraio 2010 ore18 Galleria della Biblioteca Angelica  Via Sant’Agostino,11. In mostra, una cinquantina di opere in un percorso che vuole essere un omaggio al libro. Scrive Ruffolo, “nei miei dipinti o disegni ritrovo quei frammenti che a quella  storia (o a quell’idea) appartengono”.  Tra queste spiccano le opere dedicate al “Libro dei libri”: la “Divina Commedia” di Dante, raffigurata dall’artista in modo da racchiudere in singoli dipinti, interi canti o anche l’opera integrale. In quest’ultima opera per ognuno dei 100 canti è stata realizzata un’immagine che rappresenta un singolo selezionato verso: dunque 100 canti, 100 versi e 100 immagini in una singola tela. Ma anche, quadri ispirati al Vangelo o ai “ritratti” frammentati di Sibille e Profeti, intesi come scrittori mitici che Michelangelo ha immortalato nella volta della Sistina. A queste si aggiungono storie più leggere come la “Giornata di un pallone gonfiato”, “Just married, just divorced”, o il “Quattro week-end quasi romantici”.  Nel testo critico, a cura del professore Carmine Benincasa, viene ricordato quanto “al dominio di un pensiero unico, l’architetto artista Andrea Ruffolo reagisce con una pittura che procede per frammenti, con la polverizzazione di micronarrazioni del vivere quotidiano. (…) L’unitarietà dei suoi molteplici eventi isolati in frammenti – che invitano a pensare alle gravidanze di racconti, dentro narrazioni continue, proprie di Shéhérazade nel Le mille e una notte. Le opere di Ruffolo rievocano la dimensione della favola. Come un serpente che si morde la coda, un caleidoscopio che riflette mille piccole parti e infiniti colori i dipinti di Ruffolo si rivelano come un puzzle, quello della vita, da ricostruire incessantemente. “Entrare in questi labirinti, per cogliere appieno le diverse sfaccettature di una semantica complessa e arguta, comporta un rallentamento del nostro ritmo di osservazione” ricorda Francesca Pagnotta nella presentazione della Mostra.  Di là del racconto, il disegno è irrituale nella libertà compositiva. L’ambiguità del piano iconico viene sempre perennemente ribaltata tramite una proiezione assonometrica, che Ruffolo padroneggia grazie alla professione di architetto; mentre l’ironia e l’auto-ironia – di una persona colta come Ruffolo – permangono sull’asse ipermediale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giulio Paolini: L’Ora X Né prima né dopo

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2009

Napoli fino al 19/1/2010 piazza Museo Nazionale, 19 Sala della Meridiana del Museo Archeologico Nazionale a cura di Anna Mattirolo  La maestosa Sala della Meridiana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli ospita una installazione del grande maestro Giulio Paolini “L’Ora X. Né prima né dopo”. L’esposizione e’ a cura di Anna Mattirolo.  La presenza della Meridiana ha indotto l’artista a porre in risalto il tema del tempo, un vero e proprio leitmotiv della ricerca paoliniana: il Tempo immutabile della storia dell’arte, in cui opere e autori si sovrappongono in una stessa identità e dove la fine coincide con l’inizio; il Tempo deflagrato da cui memorie e miti riemergono come frammenti archeologici; il Tempo senza data ne’ luogo dell’opera nel suo annunciarsi; il Tempo interminabile dell’attesa di un’opera senza fine; il Tempo del -conto alla rovescia-, in cui il dopo si confonde con il prima…  La mostra è accompagnata da un volume Electa della collana -Pesci rossi- con testi di Giulio Paolini, Rossana S. Pecorara, Anna Mattirolo e Chiara Bertola, corredati da una documentazione fotografica della mostra a cura di Luciano Romano. (paolini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mario Sironi: Frammenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2009

Milano fino al 23/1/2010 via Carlo Torre, 29 Prospettive d’Arte si inaugura, la mostra -Sironi. Frammenti di un Maestro del Novecento-. Mario Sironi, una delle figure più originali della pittura italiana ed europea del Novecento, dopo essere stato tra gli artefici del Futurismo, fu tra i fondatori del gruppo del -Novecento- e partecipo’ diverse volte alle piu’ importanti esposizioni d’arte quali la Biennale di Venezia e la Quadriennale di Roma. Nonostante la sua riscoperta nella ormai storica mostra Les Realismes del 1981 al Centre Pompidou di Parigi, rimane ancor oggi piu’ famoso che realmente conosciuto. Della sua immensa opera di pittore, disegnatore, illustratore, incisore, scultore, mosaicista, arredatore, caricaturista, cartellonista, decoratore, architetto, scenografo, costumista e scrittore esistono, infatti, solo meritevoli e incompleti studi. L’opera di Sironi fu caratterizzata, sin dagli inizi, da una tematica ricca di simbologie, per le quali fu spesso ritenuto erroneamente un pittore schierato politicamente. Soltanto molti anni dopo la sua scomparsa venne riconosciuto unanimemente il valore artistico e storico della sua pittura. La galleria Prospettive d’arte, attraverso la raccolta di alcuni significativi e inediti lavori dell’Artista, vuole evidenziare con questa mostra, la ricchezza dei temi, la raffinatezza delle tecniche pittoriche e la poliedricità del Maestro. Con oltre quaranta opere tra oli, tempere e tecniche miste realizzate tra l’inizio degli Anni ’10 e la fine degli Anni ’50, la mostra affronta le tematiche cardine della produzione artistica di Mario Sironi: composizioni, paesaggi, figure, illustrazioni per il teatro e per la stampa, che furono i soggetti prediletti dall’Artista nella sua lunga storia pittorica. (sironi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mostra Dan.Rec

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2009

Ny-lg acrilico su telaRoma 25 – 31 ottobre 2009 Via delle Conce 14, Circolo Arci Rising Love (Inaugurazione: domenica 25 ottobre 2009 ore 20.30). Il Circolo Arci Rising Love di Roma, ospita la mostra di DAN.REC a cura di Silvia Bagnacani Le opere di DAN.REC fissano sulla tela frammenti della vita quotidiana, il groviglio urbano che caratterizza ogni grande metropoli, da Roma a Il Cairo, passando per Londra, New York e San Francisco. Momenti, istanti, osservati e congelati in una frazione di secondo, un frame che mette a fuoco con lucida obbiettività le contraddizioni e le peculiarità della vita contemporanea. Le opere su tela sono realizzate seguendo un procedimento che parte dalla foto digitale ed attraverso la grafica vettoriale, giunge alla pittura. Al Rising Love verranno inoltre presentati tre video su Roma, Metro B, Traffic Jam e Next2u della serie 2Fps e il Il Cario, della serie Testimonianze in transito. L’intento non è quello di creare una descrizione di carattere documentaristico del caos metropolitano, ma di mettere in scena le sensazioni e le sollecitazioni che il ricordo archivia nel profondo. Scenari romani, frammentati e ingrigiti, a incarnare l’inquietudine, il turbamento, l’agitazione causata dal caos cittadino per stimolare le ansie e il fascino del tumulto urbano.  Una testimonianza di viaggio, una decodificazione muta, delle più affollate metropoli del mondo, un progetto a lunga scadenza che farà emergere, mettendoli a confronto, gli aspetti più caratteristici delle grandi popolazioni del traffico. In collaborazione con l’Associazione Culturale KAMAFA’ http://www.kamafa.org

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La Città del Sì”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2009

persoSiena 2 ottobre dalle 17,30 alle 20 visite guidate al Palazzo Pubblico, accompagnati da Duccio di Buoninsegna, il podestà Filippo ed altri personaggi che vivevano il palazzo in quel periodo Gli itinerari si ripeteranno ogni mezz’ora. Frammenti di medioevo che arrivano per magia ai giorni nostri e ci fanno capire il modo di parlare, di vestire, di pensare dei nostri predecessori. Un’occasione straordinaria per rivivere la storia di Siena nel suo momento d’oro Chi entrerà in Comune venerdì prossimo chiedendo di incontrare il capo dell’amministrazione non si troverà davanti il sindaco Maurizio Cenni bensì il podestà del 1309 Filippo Marchese di Massa. Come per magia, dalle 17,30 alle 20, lo splendido Palazzo Pubblico di Siena, tornerà indietro di 700 anni all’epoca in cui fu redatto il Costituto, la prima carta costituzionale in italiano volgare.  La rassegna si chiama “Sì, è itinerari” e fa parte del festival “La Città del Sì” che Siena dedica ai settecento anni dalla nascita del proprio Costituto scritto in lingua volgare. In effetti i personaggi, sono fedeli alla loro storia al punto da sembrare veri. Una “ricostruzione” che ha richiesto mesi di lavoro e contributi diversi: storici, storico artistici, teatrali.  I costumi, ad esempio, provengono in parte dai cortei storici del Palio realizzati nel 1955 e nel 1981, integrati da quelli realizzati appositamente di una sartoria teatrale sotto la direzione di Alessio Rosati.   L’aspetto nuovo e piacevole delle performance teatrali proposte ogni venerdì pomeriggio all’interno del festival “La Città del Si”, è la sensazione di “toccare” il medioevo con personaggi storici che camminano e dialogano con i visitatori con estrema naturalezza.(perso)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I “viaggi di carta”

Posted by fidest press agency su sabato, 20 giugno 2009

violinopesceCherasco (CN), 20 giugno dalle ore 17. galleria Evvivanoé I “viaggi di carta”  personale dell’artista torinese Mauro Fissore, con le sue “sculture” e opere murali in carta. di Mauro Fissore per raccontare, come nei sogni, desideri, fantasie e ricordi di terre lontane. Alla carta, prodotta a mano, vengono quindi aggregati, nell’atto della fabbricazione o durante l’esecuzione dell’opera, elementi naturali quali foglie, fiori, fibre e sabbie. midollino, giunco e legno costituiscono invece la struttura su cui la carta viene lavorata -attraverso un processo di scomposizione e ricomposizione- e da cui la scultura prende forma. Dotate di una luce interna, queste sculture possono trasformarsi in “oggetti illuminati’ –piante, lune, uccelli, pesci e maschere sognanti- rivelando segni, forme, gradazioni di colori e ombre, frammenti di inaspettate trasparenze che richiamano una dimensione onirica. In mostra a Cherasco anche “ventanas” (finestre), multipli d’arte realizzati a quattro mani con l’amico artista uruguaiano Coco Cano. Fissore ha appreso l’antica tecnica di fabbricazione della carta dal maestro giapponese Hiroaki Asahara; i suoi numerosi viaggi in Asia e America Latina, uniti alla frequentazione di amici artisti (in particolare l’uruguaiano Coco Cano) sono quindi stati un forte stimolo per lo sviluppo della recente produzione artistica. L’esposizione è visitabile, fino al 12 luglio, dal mercoledì alla domenica con orario 16-19 o su appuntamento; orario continuato 9-19 nella giornata di domenica 5 luglio, durante la quale l’intero centro storico di Cherasco ospiterà il mercatino dedicato appunto ai collezionisti di carte. Vernissage (presente l’artista) sabato 20 giugno dalle ore 17, con rinfresco. Ingresso libero. http://www.evvivanoe.it (violino,pesce)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »