Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘franco mirabelli’

Lotta alla mafia

Posted by fidest press agency su martedì, 27 marzo 2018

«La lotta alla mafia la fanno le forze dell’ordine, lo Stato ma i colpi più pesanti sono stati subiti dalle mafie nel momento in cui si è mobilitata la società civile, indignandosi e ribellandosi. Libri come “In nome del figlio. Saveria Antiochia, una madre contro la mafia” di Jole Garuti raccontano cosa sono state le mafie in Italia e, quindi, anche cosa possono tornare ad essere. Le mafie, infatti, ci sono ancora: hanno subito colpi durissimi, hanno fatto scelte strategiche diverse ma ci sono. La ‘ndrangheta, ad esempio, per mimetizzarsi meglio nella società ha scelto di abbandonare gli aspetti militari e agire penetrando l’economia legale ma gli arsenali li ha ancora e se servissero verrebbero usati, come hanno raccontato i magistrati che hanno seguito l’inchiesta Aemilia». Lo ha detto il senatore Franco Mirabelli, che nella scorsa legislatura è stato capogruppo PD nella Commissione Parlamentare Antimafia, intervenendo alla presentazione del libro di Jole Garuti a Milano. «Non dobbiamo perdere la memoria di vicende come quella di Saveria Antiochia e di suo figlio ed è importante che se ne discuta anche nelle scuole. – ha proseguito Mirabelli – Oltre al lavoro di forze dell’ordine, magistrati, carabinieri, nella lotta alla mafia dobbiamo tantissimo alla rivolta della società civile che c’è stata dopo le stragi. Per questo, è importante il lavoro che fanno persone come Jole Garuti, Nando Dalla Chiesa, o le associazioni come Libera: perché fa tenere accesi i riflettori sul problema delle mafie, ricordando che ci sono ancora e che sono molto pericolose anche se non si vedono. Oggi, infatti, in Italia c’è molta preoccupazione per i piccoli reati di strada ma non c’è alcun allarme sociale rispetto al fatto che le mafie ci sono, come esplicita chiaramente anche la Relazione conclusiva della Commissione Parlamentare Antimafia».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mirabelli (PD): E’ cambiato il quadro politico del Paese

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2018

“I risultati elettorali del 4 marzo hanno cambiato profondamente il quadro politico del nostro Paese. Quello delle elezioni politiche è certamente un dato che sottolinea ancora una volta il disagio e la sfiducia nella politica che si sta radicando in una parte importante del Paese e che si è tradotto soprattutto in un voto contro più che in un voto sulle cose fatte e sulle proposte. Ed è evidente che proprio dove le persone stanno peggio, hanno subito più duramente gli effetti della crisi, vivono di più la precarietà di un futuro incerto, noi della sinistra abbiamo perso. Come in tutta Europa, non riusciamo ad essere credibili proprio nell’assolvere al compito prioritario per le forze progressiste: quello della protezione delle persone più deboli ed esposte alla crisi. Tutto ciò nonostante che, in questi cinque anni, i Governi guidati dal PD abbiano fatto molto e ottenuto risultati importanti che hanno rimesso in sesto l’economia italiana e realizzato riforme proprio in direzione della giustizia sociale e a favore delle fasce più deboli”. Lo scrive il senatore PD Franco Mirabelli, eletto in Lombardia, in un articolo pubblicato da Affaritaliani.it “Aver subito una pesante sconfitta, nonostante i risultati ottenuti e le risposte impostate per il futuro, – prosegue Mirabelli – significa non essere stati rassicuranti per chi non ha ancora vissuto sulla propria pelle gli effetti delle riforme. A ciò si aggiungono le condizioni a volte drammatiche in cui versa una parte del Mezzogiorno, in cui la politica continua ad avere le forme e i comportamenti del passato che spesso sono orientati più al potere autoreferenziale che non al bene dei cittadini. Dall’altra parte, governare meglio un fenomeno epocale come quello migratorio, per esempio riducendo gli sbarchi, non è servito a impedire che la rabbia e il rancore (che con la crisi sono cresciute nel Paese) si concentrassero lì dove i teorici di una inesistente invasione volevano e dove non siamo riusciti a contrastare i sentimenti di paura e chiusura che minano la nostra stessa convivenza civile”.
In merito ai rapporti interni al centrosinistra, il senatore PD scrive: “Certo le divisioni a sinistra, la scissione e i litigi autoreferenziali, incomprensibili per i cittadini, hanno contribuito in modo importante a minare la credibilità dell’intero campo progressista. Certamente l’Europa, percepita come un’istituzione più orientata a creare e far rispettare regole burocratiche che al benessere delle persone, ha contribuito ad un risultato che ha premiato chi ha voluto enfatizzare questo dato. Per questo oggi, la ricostruzione del centrosinistra non può che passare da un ritorno in quelle periferie urbane e sociali che si sono sentite abbandonate, dove c’è più bisogno di attenzione e di risposte e dove la distanza dalla politica e dalle istituzioni producono solitudine in chi ha maggior bisogno di protezione”.“Milano, in questo quadro molto negativo, fa eccezione. – afferma Mirabelli, soffermandosi infine sugli esiti elettorali della sua città – Questo risultato è sicuramente il frutto positivo di una esperienza originale di un’alleanza progressista che da sette anni governa la città guardando al suo futuro, innovando e modernizzando senza mai perdere di vista la priorità di intervenire dove c’è bisogno di aiuto, di non lasciare soli i cittadini in difficoltà e dove c’è da costruire convivenza. Un’esperienza positiva in cui la politica è al servizio della città e ha saputo coinvolgere la parte più attiva di Milano nel governo e nella costruzione del futuro. Ma anche qui il voto ci dice che serve fare di più nelle periferie, che troppi quartieri popolari versano in condizioni di degrado e si sentono abbandonati, che serve sostenere ancora di più quella rete sociale che tanto sta aiutando e che dobbiamo tornare lì, proprio nelle periferie, ad ascoltare e ad aiutare. Ma anche che gli interventi concreti contro il degrado non possono più essere rinviati ma devono essere sempre più una priorità: il segno tangibile della volontà di mettere al servizio dei più deboli i frutti del successo della città. Di una città in cui nessuno deve restare solo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Mafie al Nord? Sconfiggiamole con la cultura della legalità, del diritto e della responsabilità”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 settembre 2015

franco mirabelliSettimo Milanese Festa PD di Settimo Milanese (Giardino Verde in Via Garibaldini a Settimo Milanese) sabato 12 settembre alle ore 18:00 il sen. Franco Mirabelli parteciperà ad un dibattito sul tema dell’immigrazione, accoglienza ai profughi, istituzioni europee e normative italiane.
Venerdì 25 settembre dalle ore 21:00 Circolo PD Pio La Torre in Via Monreale 19 a Milano (zona 7)il sen. Franco Mirabelli parteciperà al dibattito “Mafie al Nord? Sconfiggiamole con la cultura della legalità, del diritto e della responsabilità”.All’incontro intervengono: Davide Salluzzo (Referente Regionale Libera in Lombardia), David Gentili (Presidente della Commissione Antimafia del Comune di Milano), Franco Mirabelli (Capogruppo PD in Commissione Parlamentare Antimafia), coordinati da Carla Ceccarelli (Coordinatrice PD Zona 7 Milano). (foto franco mirabelli)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »