Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘frantoi’

XXII edizione di Frantoi Aperti in Umbria

Posted by fidest press agency su domenica, 20 ottobre 2019

Dal 26 ottobre fino all’8 dicembre, coinvolgendo borghi e frantoi di tutta la regione. L’evento, che farà scoprire a migliaia di appassionati gourmet non soltanto la qualità dell’olio extravergine di oliva umbro appena franto, ma anche i tanti prodotti alimentari di eccellenza della Regione, proseguirà infatti nel fine settimana del 30 novembre/1° dicembre con “Frantoi Aperti a Foligno” per poi concludersi nei giorni del 6, 7 e 8 dicembre con la X edizione della Maratona dell’Olio, evento che avrà come cornice dodici borghi dell’area ternana con Avigliano Umbro nel ruolo di comune capofila.L’edizione 2019 di Frantoi Aperti coinvolgerà città e paesi di tutta la Regione, tra cui sei comuni inseriti nell’elenco dei “Borghi più belli d’Italia” (Arrone, Bevagna, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Spello, Trevi).
Nell’Umbria centrale saranno cinque i comuni coinvolti: Bevagna, centro noto per il Mercato delle Gaite, scrupolosa e filologica rievocazione storica medievale ambientata ai tempi dell’antica Mevania, che proporrà “Bevagna O’Live” (26 e 27 ottobre); Gualdo Cattaneo, conosciuto come il “borgo dei castelli” per il sistema difensivo d’impianto medievale costituito da una rete di quattordici siti fortificati sparsi nel territorio, che prenderà parte a Frantoi Aperti con “Sapere di Pane, Sapore di Olio” (2 e 3 novembre); Castel Ritaldi, dove è in programma “Frantotipico” (9 e 10 novembre), che lega la propria notorietà all’evento annuale “Paese delle Fiabe – Premio letterario Mario Tabarrini”, tra i più prestigiosi concorsi di scrittura per fiabe a livello nazionale; Giano dell’Umbria, borgo storico ricco di monumenti, tra cui spicca l’abbazia benedettina di San Felice, capolavoro dell’arte romanica umbra, che sarà protagonista con la “Mangiaunta (1,2,3 novembre) e “Le Vie dell’Olio -Festa della Frasca” il 23 e 24 novembre.
Nell’Umbria della fascia olivata saranno protagonisti cinque comuni: Assisi, la città di San Francesco d’Assisi, dove si trovano il Sacro Convento e la Basilica Papale a lui dedicata, che aderirà con “Unto” (dal 31 ottobre al 24 novembre); Campello sul Clitunno, che ha in calendario la “Festa dei Frantoi” (1, 2 e 3 novembre), centro famoso per le Fonti del Clitunno, ambiente naturale di grande suggestione che fu fonte di ispirazione per poeti e letterati di varie epoche; Trevi la “Capitale dell’Olio” con la sua plurisecolare tradizione olearia, simboleggiata dal monumentale Olivo di Sant’Emiliano, forse il più antico dell’Umbria, che tornerà sotto i riflettori con “Festivol” (1,2,3 novembre); Spello, dove si terrà “L’oro di Spello – 58^ Festa dell’olivo e Festa della bruschetta” (15,16,17 novembre), centro rinomato per l’annuale appuntamento con le “Infiorate”, manifestazione che prevede l’abbellimento del centro storico con tappeti e quadri floreali in occasione della festività del Corpus Domini; Foligno, che organizzerà “Frantoi Aperti a Foligno” (30 novembre-1° dicembre), città di pianura della Valle Umbra nota per la “Giostra della Quintana” e per gioielli d’arte come l’Abbazia medievale di Sassovivo, tra le più solide roccaforti dell’Ordine monastico benedettino.
Nell’Umbria del lago i centri coinvolti saranno: Castiglione del Lago noto per il Palazzo della Corgna l’unica piccola “reggia” esistente in Umbria, con bellissime sale affrescate dal Pomarancio e Salvio Savini e Panicale, l’unico non bagnato dalle acque del lago Trasimeno, centro noto per il paesaggio collinare, riprodotto nelle opere del Perugino come l’affresco del Divin Pittore conservato nell’oratorio di San Sebastiano e per il Museo delle Tulle, un tipo particolare di ricamo, che organizzeranno “Pan’olio” (26 e 27 ottobre); Magione, comune famoso per gli affreschi di Gerardo Dottori, maestro del futurismo, e per il castello dei Cavalieri di Malta, che aderirà con “Olivagando” (16 e 17 novembre); Passignano sul Trasimeno, dove è in programma “Oliamo” (9 e 10 novembre), conosciuto per la Rocca medievale, il Palio delle Barche e il Museo delle Barche, importante esposizione di imbarcazioni e attrezzature tradizionali per la pesca; Tuoro sul Trasimeno, luogo ideale per lunghe passeggiate sulle rive del lago e sede del “Museo di Annibale” dedicato alla Battaglia del Trasimeno (217 a.C.), che sarà protagonista con la “Festa dell’olio” (9 e 10 novembre).
Nell’Umbria meridionale Frantoi Aperti toccherà infine due comuni: Avigliano Umbro, nel cui territorio è visitabile la Foresta Fossile di Dunarobba, che sarà centro capofila del progetto “Maratona dell’Olio” (6,7,8 dicembre), e Arrone, dove è in previsione “Amor d’olio” (9 e 10 novembre), paese della Valnerina posto nel Parco fluviale del Nera e dominato dal castello medievale degli Arroni.
L’edizione di quest’anno, che vedrà protagonisti come sempre i Frantoi, collegati ai borghi aderenti da un servizio gratuito di navette, è stato pensato per soddisfare le esigenze di un’ampia platea di persone, con gusti e aspettative diverse: per i più piccoli sono previste diverse iniziative, tra cui, in occasione di Festivol a Trevi, la prima edizione di “Festivol Junior”, un mini festival in programma domenica 3 novembre interamente dedicato ai bambini, con un ricco programma di attività volte al divertimento, ma anche alla conoscenza della tradizione olearia e della coltura dell’olivo, con appuntamenti come la raccolta delle olive, la merenda con “Pane e Olio”, le passeggiate in centro storico con l’”Asino Bus”, laboratori, letture, spettacoli; per i giovani l’intrattenimento sarà assicurato dalle serate musicali “Oiler room” con Dj set in Frantoio; per i camminatori e gli amanti delle passeggiate in mezzo alla natura sono in programma trekking tra gli olivi e itinerari con merende e pranzi nei tanti frantoi aderenti, luoghi di incontro e di socializzazione dove si potrà degustare l’olio appena franto; per gli appassionati dell’arte ci sarà la quinta edizione di #Chiaveumbra, mostra diffusa d’arte contemporanea in ambienti poco noti e accessibili dell’Umbria “minore”, che saranno in via eccezionale aperti ai visitatori e raggiungibili autonomamente oppure prendendo le navette che collegano i comuni aderenti ai frantoi e che faranno tappa nei luoghi della mostra (chiesette rurali, vecchi opifici, luoghi inconsueti).
Per i gourmet appassionati di natura e cultura la scelta ideale sarà poi la partecipazione ai Brunch Tour, formula che propone, al costo di 20 euro a persona, un pranzo a base di soli prodotti e ingredienti del territorio umbro, ambientato in luoghi speciali situati nei comuni aderenti a Frantoi Aperti, che abbiano un legame con la cultura dell’olio E.v.o. e con il paesaggio olivato, preceduto da una passeggiata naturalistica (facoltativa) e abbinato a momenti di intrattenimento musicale, alla visita guidata del luogo e di un frantoio in lavorazione, con possibilità di degustare l’olio appena franto. I Brunch Tour, in programma tutti i fine settimana di Frantoi Aperti , si svolgeranno in luoghi insoliti e particolari, di grande suggestione, come ad esempio la Villa Sant’Angelo in Panzo ( ex monastero) ad Assisi, la Rocca Sonora a Gualdo Cattaneo, il castello di Arrone, a Villa Nova, il Frantoio storico di Palombaro a Magione, il complesso abbaziale di San Girolamo a Spello, Villa Pompjli a Macciano di Giano dell’Umbria, all’abbazia benedettina di Sassovivo a Foligno.
Nel quadro di Frantoi Aperti 2019 è prevista infine il 27 ottobre la terza giornata nazionale della “Camminata tra gli olivi”, organizzata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio (www.camminatatragliolivi.it) in sinergia con l’Associazione Strada dell’Olio Dop Umbria, e nelle giornate del 3 e 4 dicembre la presentazione ufficiale della nuova annata dell’Olio Extravergine d’Oliva Dop Umbria, alla presenza di operatori del settore, della stampa specializzata e di chef dell’Associazione Chic – Charming Italian Chef.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XXI edizione di Frantoi Aperti

Posted by fidest press agency su martedì, 30 ottobre 2018

Campello sul Clitunno (Pg) sabato 10 novembre dalle ore 18:00 alle 24:00 presso la straordinaria cornice del Frantoio Marfuga si terrà un evento speciale volto ad esaltare le ricchezze e le specialità dell’Umbria. Ospite di questo speciale ed insolito evento, che vede realizzare una serata di musica elettronica in un frantoio attivo e funzionante, una delle figure più importanti nel panorama nazionale ed internazionale: DJ RALF. Eccellenza assoluta nel suo genere, è anch’egli umbro di fiere origini contadine ed è conosciuto nel mondo come produttore musicale e discografico, ma anche, a suo modo, “influencer” ed “opinion leader”. Un artista, dunque, che ben rappresenta l’attuale musica elettronica così come un frantoio di esperienza e qualità riconosciuta si pone nell’odierno panorama della produzione olearia.
Il format, Oiler Room, gioca su una delle esperienze più elettrizzanti ed innovative emerse nel variegato panorama della musica elettronica dell’ultimo decennio e avviata da una piattaforma multimediale inglese: quella di collocare un DJ con una storia alle spalle e la disponibilità a raccontarla e sviscerarla in musica fuori dai contesti urbani o extra-urbani abituali (il nome suggerisce un “locale caldaia”, ma potrebbe essere un appartamento, un garage e, perché no, un frantoio) per un gruppo fisiologicamente ristretto di persone e poi trasmettere questa esperienza e provare a farla vivere dall’altro capo del mondo a chiunque abbia voglia di seguire la diretta in rete o scaricarsene i contenuti a piacimento.
Un’iniziativa che presuppone la scelta del contesto giusto e degli attori più adatti a creare le condizioni ambientali perché né l’una né l’altra delle due realtà messe a confronto risulti snaturata: proprio per tale motivo si è puntato sull’eccellenza delle proposte su cui accendere i riflettori di un grande evento, ovvero due realtà che hanno un’affinità non solo geografica, ma anche filosofica.
Da un lato un Festival Culturale e Musicale orgogliosamente radicato in Umbria, a Foligno, dove da oltre 10 anni l’associazione che porta il suo nome (Dancity, gioco di parole tra densità, citta e movimento) offre una panoramica a 360° sulla evoluzione della musica elettronica, coltivando la promozione della ricerca e della sperimentazione in vari ambiti creativi senza mai perdere di vista forme e produzioni artistiche tradizionali che rappresentano sempre e comunque le radici da cui tutto nasce.
Dall’altro una delle aziende più innovative ed apprezzate del panorama umbro, gestita a Campello sul Clitunno dalla famiglia Gradassi, con una storia di diverse generazioni come garanzia di qualità e di esperienza, ma anche con un piede ben piantato nel futuro del settore e dotata di spazi moderni, confortevoli e tecnologicamente all’avanguardia in piena sintonia con la contemporaneità: basti dire che gli spazi “sociali” del Frantoio Marfuga si presentano con una veste e tratti estetici che potrebbero appartenere ad un locale di tendenza, con connubi stilistici anche azzardati e provocatori tra la modernità e la tradizione rurale (utensili della frangitura, un inginocchiatoio, memorie dell’immaginario contadino).

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guida ai migliori extravergine del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2009

Roma il 26 novembre (Palazzo Rospigliosi, via XXIV Maggio, 43 – ore 18.30) e a Milano il 3 dicembre (Frantoi Celletti & Cultivar – Via Luciano Zuccoli, 6 – angolo Via Cristoforo Gluck, 56 – ore 18.30) presentazione di Flos Olei 2010, l’unica Guida dedicata ai migliori extravergine di tutto il mondo. La caratteristica principale di Flos Olei, infatti, è quella di essere l’unica pubblicazione che punta i propri riflettori sulla produzione olivicola di tutti e cinque i continenti, scegliendo il meglio (flos, in latino, significa appunto fiore) di ogni singolo paese produttore. Saranno ben 40 le nazioni presenti in Guida, per un totale di 625 oli. Ogni paese sarà preceduto da un’introduzione che ne illustrerà il panorama storico, culturale e produttivo. A Italia e Spagna, ovviamente, spetta la parte del leone e, non a caso, saranno le uniche contraddistinte da una suddivisione regionale. Ma grande spazio anche agli altri paesi, da quelli ormai da tempo inseriti nel gotha della produzione mondiale, come Croazia, Portogallo, Slovenia, Marocco, Sudafrica, Australia e Cile, alle new entry che destano certamente curiosità come Cina, Giappone e Brasile. Lo scopo di Flos Olei è proprio quello di mettere in evidenza quelle etichette che, qualsiasi sia la loro provenienza, si sono distinte per la loro qualità. Va da sé che i due appuntamenti di Roma e Milano sono molto attesi da tutti coloro che gravitano attorno al mondo dell’extravergine: dai produttori ai tecnici, dai distributori agli importatori, tutti riconoscono la fondamentale importanza di un’opera che, per completezza e cura, non teme confronti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »