Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 328

Posts Tagged ‘fratelli d’italia’

“Nasce l’asse tra Fratelli d’Italia e i conservatori e sovranisti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 novembre 2018

Sono guidati dal gruppo di Vysegrad del partito di governo polacco. Inizia la battaglia contro l’Europa di Bruxelles, per difendere l’identità dei popoli europei, le nostre radici classiche e cristiane, la famiglia tradizionale e la sovranità degli Stati nazionali. La nostra Europa delle patrie e delle cattedrali, contro l’Europa dei burocrati, della grande finanza e dell’immigrazione incontrollata. Le prossime elezioni europee del 26 maggio rappresentano uno spartiacque per il futuro dell’Europa, e FdI intende essere protagonista di questo cambiamento. Quello di oggi è anche un altro importante passo verso la costituzione in Italia di un grande movimento conservatore e sovranista, che parta da Fratelli d’Italia e sappia aprirsi al contributo di altre storie e culture del campo del centrodestra, come Raffaele Fitto, attuale vice presidente del ECR nel Parlamento europeo».È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, oggi a Bruxelles per incontrare i vertici dei conservatori europei e partecipare alla riunione del loro gruppo parlamentare.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge elettorale europea: Ricorso di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 ottobre 2018

Su richiesta dei difensori del partito Fratelli d’Italia, Avvocati Federico Tedeschini ed Elisabetta Rampelli, il Consiglio di Stato ha sollevato innanzi alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale delle norme per l’elezione dei deputati europei che consente solo alle liste che abbiano conseguito sul piano nazionale almeno il 4 per cento dei voti validi espressi, di partecipare al riparto dei seggi. Il giudice rimettente aveva ritenuto che la previsione della soglia di sbarramento si ponesse come limitazione al fondamento democratico delle istituzioni rappresentative espresso dall’articolo 1 della Costituzione, determinando un regolamento irragionevole dei diversi interessi e la sostanziale esclusione dalla rappresentanza politica per ampie fasce dell’elettorato, in violazione degli articoli 3 e 48 della Costituzione. La Corte Costituzionale ha giudicato non fondate le questioni di costituzionalità e ha ritenuto che la previsione di questa limitazione “non è manifestamente irragionevole e rientra pertanto nella discrezionalità del legislatore”.Il collegio difensivo che aveva sollevato la questione davanti al Giudice Amministrativo, ritiene che la decisione sia profondamente ingiusta e che la previsione di una soglia di sbarramento per poter accedere al Parlamento europeo sia fortemente lesiva del principio democratico nonché del diritto di ciascun cittadino di poter eleggere liberamente propri rappresentanti in Parlamento. Tanto più se si considera che il Parlamento Europeo non è chiamato ad esprimere la fiducia a un Governo e, quindi, non è corretto trincerarsi dietro il dogma della cosiddetta “governabilità”, per negare i diritti sanciti dalla Costituzione Italiana a favore delle ragioni di Stato. Né può rientrare nella discrezionalità del legislatore l’approvazione di norme che minano alla base il diritto di voto. Gli Avvocati Elisabetta Rampelli, Federico Tedeschini e Felice Besostri preannunciano, quindi, il ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crollo ponte: La ricetta di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 agosto 2018

“Fratelli d’Italia porterà in Parlamento la voce di Genova e della Liguria: presenteremo al governo una interrogazione e chiederemo un intervento urgente attraverso lo stanziamento di fondi straordinari per il potenziamento del trasporto su ferro e per la realizzazione di un piano di viabilità alternativa; il completamento nel più breve tempo possibile del raddoppio della tratta ferroviaria Andora – Finale Ligure; la certezza della realizzazione della Gronda di Genova che rappresenta una infrastruttura di fondamentale importanza per alleggerire il traffico sul tratto dell’autostrada A10; la costruzione di un ponte alternativo al Ponte Morandi. Genova ha bisogno di un piano straordinario e i genovesi non possono più pagare le conseguenze di scelte politiche sbagliate che per oltre 20 anni hanno guardato agli interessi dei partiti e non della citttà”. E’ quanto dichiara in una nota il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emigrazione: Fratelli d’Italia chiede il blocco navale

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 giugno 2018

“Il blocco navale è l’unico provvedimento che agisce all’origine del fenomeno dell’immigrazione clandestina e interrompe la catena della morte incentivata dagli scafisti che trafficano in esseri umani. Non è una presa di posizione ideologica, è la cronaca quotidiana a suggerircelo. Abbiamo di fronte a noi un’occasione formidabile, quella del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno. Per questo Fratelli d’Italia nei prossimi giorni presenterà in Parlamento una risoluzione che impegni il governo Conte a chiedere ufficialmente in quella sede l’istituzione del blocco navale. Vediamo chi ci sta, e chi invece si limita a fare retorica sulla solidarietà europea, salvo poi chiudere le proprie frontiere in faccia agli immigrati”.E’ quanto scrive il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in un suo intervento in merito alla proposta di blocco navale sul quotidiano Libero di oggi.”In queste ore – osserva Meloni – sta navigando nel Mediterraneo la nave Lifeline con il suo carico di oltre 200 immigrati, raccolti e trasportati in mare aperto contro qualunque regola, contro le indicazioni della Guardia costiera italiana e di quella libica. Siamo contenti che il ministro Salvini, ascoltando la nostra proposta, abbia annunciato in caso di attracco in un porto italiano il sequestro della nave e l’arresto dell’equipaggio, dal momento che ci troveremmo davanti a un palese caso di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Rimane il dato incontestabile che si tratta di (sacrosanti) palliativi, in attesa che parta il prossimo barcone. L’unica decisione che può affrontare di petto l’emergenza (che si tratti di emergenza ormai non lo negano più neppure la Merkel e Macron) è impedire le partenze stesse. La via è il blocco navale, che non si configurerebbe affatto come una minaccia nei confronti della Libia, anzi a nostro giudizio si può e si deve attuare in accordo con le autorità libiche, mettendo sul tavolo tutta la forza e l’autorevolezza negoziale dell’Unione Europea. In ogni caso, in punta di diritto internazionale, stiamo parlando di una non più procrastinabile reazione difensiva rispetto a un’ondata migratoria (600mila persone in 6 anni) che è in se stessa un atto d’aggressione. Oltre che, ovviamente, di un’azione di giustizia rispetto ai rifugiati autentici: il blocco navale sarebbe chiaramente da accompagnare con la creazione di hot spot funzionanti in Libia, che avrebbero come compito primario quello di individuare chi abbia effettivamente diritto all’asilo”.”Il confine Sud del Mediterraneo – sottolinea Meloni – è il confine di tutta l’Unione, non dell’Italia. Se la moneta è comune, se le regole del commercio sono comuni, anche le frontiere sono comuni, altrimenti non è un’Unione, è una presa in giro. Tra l’altro, è quello a cui ci richiamano il tanto vituperato Orban e tutto il gruppo di Visegrad: come noi difendiamo il confine a Est, ci dicono, non si capisce perché voi non difendiate il confine a Sud”.
“Mi pare il contrario di un approccio estremistico – conclude Meloni – mi pare un’idea di buon senso e soprattutto di buona politica, in difesa dei cittadini italiani che immagino non ne possano più di vedere la propria nazione trasformata nel campo profughi d’Europa”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fratelli d’Italia: Una politica di coerenza nel nome della continuità

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 giugno 2018

“Se Fratelli d’Italia è un ottovolante Forza Italia è un brucomela: noi voliamo alto e le polemiche le lasciamo all’on. Napoli che oggi definisce incoerente Fratelli d’Italia. Consigliamo a Osvaldo Napoli di guardare in casa propria prima di puntare il dito verso un movimento che non ha mai inciuciato con la sinistra e Renzi come ha fatto Forza Italia. E non ci riferiamo solo al patto del Nazareno che per l’Italia ha prodotto risultati nefasti ma anche ad accordi ben più recenti, come quello sulla legge elettorale che ha gettato questa Nazione del caos totale. Lezioni di coerenza non le accettiamo da nessuno: siamo sempre stati dalla stessa parte, difendendo spesso in solitudine i valori di quel centrodestra che continua a essere maggioritario come sentimento tra i cittadini. E oggi come ieri, come detto sempre da Giorgia Meloni, abbiamo solo un capo a cui dare conto: il popolo italiano e continueremo a fare i suoi interessi, consentendo con la nostra astensione a un governo politico di iniziare a lavorare dopo una empasse voluta da chi ha appoggiato il rosatellum e votando di volta in volta i provvedimenti che considereremo utili per questa nazione. Ma comprendo che questa coerenza non sia di facile comprensione per chi in questi anni si è distinto per essere stata spesso la stampella del PD: scendano dalle giostre e riprendano a fare politiche per la gente, come FdI”. Lo dichiarano i deputati di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli e Salvatore Deidda.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si chiedono le dimissioni di Mattarella

Posted by fidest press agency su martedì, 29 maggio 2018

«Da oggi Fratelli d’Italia inizia a raccogliere, con banchetti in tutta Italia e con una petizione online, le firme per chiedere le dimissioni del Presidente Mattarella e per introdurre il presidenzialismo perché l’elezione diretta del Capo dello Stato è la più grande riforma che possiamo fare. Se il Capo dello Stato vuole scegliere i ministri, allora lo devono votare gli italiani. È la prima regola. Solo così sarà rispettato il voto dei cittadini». È quanto ha annunciato il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ad Imperia nel corso di un incontro per le elezioni amministrative.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: comunicato Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 maggio 2018

È in corso la riunione dei gruppi congiunti di Fdi. La relazione di Giorgia Meloni ha ripercorso le fasi della crisi la cui lunghezza e farraginosità è stata duramente criticata dal presidente di Fdi che torna a domandarsi perché non è stato subito dato dal Presidente della Repubblica Mattarella l’incarico al centrodestra che è la forza parlamentare più vicina col suo 42% di deputati e senatori, alla maggioranza richiesta. Ancora oggi, anziché sviluppi extraparlamentari, la scelta migliore dovrebbe essere quella di un incarico alla luce del sole a Salvini (o Giorgetti se indicato da Salvini) perché si presenti in Parlamento a chiedere i voti (innanzitutto ai Cinquestelle o anche ai singoli parlamentari) necessari per iniziare subito a dare agli italiani le risposte che attendono. È solo dall’esito delle scelte di Mattarella che Fdi indicherà le proprie decisioni, sin da ora assolutamente negative per qualsiasi governo tecnico. I parlamentari finora intervenuti hanno esaminato le varie ipotesi possibili di soluzione della crisi concordando sulla linea del presidente. E’ quanto comunica in una nota Fratelli d’Italia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centro-destra e il primus inter pares

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

Il centro-destra nelle politiche del 4 marzo scorso si è presentato al suo elettorato come una coalizione che subordinava la candidatura alla presidenza del consiglio a chi tra i tre partiti, che si erano coalizzati, avesse portato più voti. Parliamo di Silvio Berlusconi o in subordine Antonio Tajani per Forza Italia, Matteo Salvini per la Lega e Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia. E’ uscita vincente la Lega e gli altri due rappresentanti si sono adeguati all’impegno assunto. Ora, però, per quanto la coalizione avesse raggiunto il 37% dei consensi non è in grado da sola di proporsi alla guida del nuovo governo. Ha bisogno d’allearsi con un altro partito. Ma con chi? Berlusconi fin da prima del voto aveva lanciato dei segnali chiari intesi ad individuare la possibilità di un’alleanza con il PD. E forse ci sarebbe riuscito nonostante il dissenso dei suoi due compagni di cordata: la Lega e Fratelli d’Italia se non vi fosse stata la débâcle del Pd e la dichiarata volontà di Renzi di passare armi e bagagli all’opposizione. Posta in questo modo la situazione resta lo “spacchettamento” delle forze in campo. E come? Per Berlusconi i 50 parlamentari mancanti si possono ottenere aprendo la “campagna acquisti” in campo pentastellato. Un’operazione difficile ma non impossibile. Ma il prezzo da pagare sarebbe molto salato non tanto in termini finanziari quanto nel peggioramento del discredito politico che ne deriverebbe nell’opinione pubblica. Diventerebbe un’operazione moralmente detestabile e difficile da far digerire agli elettori di oggi e ancor più di quelli futuri. E’ che alla fine a rimetterci maggiormente sarebbe proprio forza Italia condannandola a fare la stessa fine del PD, se non peggio. Il danno collaterale sarebbe ancora più grave perché coinvolgerebbe la destra italiana e la sua ricchezza culturale ed ideologica. Di certo non lo meriterebbe. E qui finisce la storia con un Berlusconi senza futuro politico, un Renzi che sarà ricordato come colui che ha distrutto un partito e una destra che non sembra volersi staccare dall’abbraccio fatale di un alleato che prima lo ha fatto accettare come forza politica autorevole e valida e ora la sta affossando miseramente, come dire “muoia Sansone con tutti i filistei”. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la chiusura della campagna elettorale Meloni insiste: facciamo una manifestazione unitaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 febbraio 2018

“Ho proposto e continuo a proporre una manifestazione unitaria del centrodestra per chiudere insieme il 1 marzo la campagna elettorale: farla sarebbe un atto di chiarezza e di forza per la coalizione, utile a ribadire che siamo pronti a governare insieme e che non ci sono le possibilità di fare inciuci dopo il voto. Su questo tema Fratelli d’Italia ha molto insistito chiedendo già domenica scorsa a tutti i candidati un impegno solenne di fronte agli italiani. Alla nostra manifestazione avevamo invitato anche gli alleati e hanno scelto di non partecipare. Ora propongo un’altra iniziativa ma pare che nessuno dei due, Berlusconi e Salvini, allo stato attuale voglia la manifestazione unitaria: Berlusconi non ha ancora risposto e Salvini ha risposto invitandoci alla chiusura della Lega nord ma se volessi andare alle manifestazioni della Lega mi iscriverei alla Lega.Io sono presidente di Fratelli d’Italia che è un altro partito e qui non si tratta di andare di andare alle manifestazioni degli altri ma di organizzarne una insieme”. Così il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier, Giorgia Meloni, intervistata questa mattina da Pierluigi, Diaco, Fulvio Giuliani e Giusi Legrenzi nel corso di Non Stop News, in onda su Rtl 102.5 e in radiovisione sul canale 36 del Dt e sul 750 di Sky.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il regionalismo visto dal Centro-Sud Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 15 ottobre 2017

BariBari. «A Bari i dirigenti di Fratelli d’Italia del Mezzogiorno si sono riuniti per dar vita a una importante iniziativa a cui tengo molto dal titolo “Visto da Sud” per parlare di unità, di coesione nazionale, di sud e di una sfida che da buon partito patriottico noi vogliamo interpretare a 360 gradi: unità e sovranità nazionale. So che in questi giorni sono previste molte iniziative per i referendum di Veneto e Lombardia e che ha fatto discutere che io abbia detto che il tema non mi appassiona e che non sono favorevole per come sono stati posti. Qualcuno ha detto che non ho letto o che devo rileggere i quesiti e che forse non capisco l’italiano: il quesito l’ho letto e non sono ugualmente convinta ma credo dovrebbe rileggerlo anche chi dice che i referendum del 22 ottobre siano il primo passo verso l’indipendenza, perchè forse li ha capito ancora meno di me».
È quanto dice il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in una diretta facebook fatta nel pomeriggio. «Non sono convinta da questi referendum: non siamo contrari a nuovi e maggiori percorsi di autonomia ma crediamo che questi vadano fatti in un percorso coordinato e controllato dallo Stato ovvero di unità nazionale. Per noi l’obiettivo è presidenzialismo e federalismo: una rivoluzione dell’assetto istituzionale che preveda uno Stato centrale completamente diverso, un governo scelto dai cittadini e un presidente eletto dirittamente dal popolo. In questo contesto è allora assolutamente giusto parlare di autonomia. «Nel documento redatto dai dirigenti di Fratelli d’Italia c’è la proposta di ridiscutere il regionalismo per come lo abbiamo conosciuto: non le regioni ma i comuni sono i veri campanili d’Italia su cui si fonda la nostra identità. Mi piacerebbe parlare di federalismo municipale, una sfida sulla quale sono più che disponibile, partendo ovviamente dal principio che lo Stato nazionale è l’unico che può difendere i diritti del popolo e dei cittadini: siamo più forti se siamo uniti e siamo pù deboli se siamo divisi», continua Meloni.
«Si è parlato soprattutto di Sud, di Mezzogiorno d’Italia, di regioni che sicuramente devono avere un altro passo – spiega il presidente di Fratelli d’Italia – Bisogna investire sul sud della responsabilità, della legalità e della meritocrazia, tirare fuori il meglio da realtà che non sempre hanno dato il meglio e partire dalle vocazioni del mezzogiorno d’Italia. In Sicilia ad esempio abbiamo aperto la campagna elettorale della lista del nostro candidato presidente Nello Musumeci che si chiama “Nello Musumeci presidente” e a cui Fratelli d’Italia partecipa, con una manifestazione nella quale abbiamo rilanciato la proposta di FdI di dimezzare l’iva sul turismo, che consideriamo un bene di prima necessità visto che l’Italia può vivere di turismo e portarla dal 10% al 5%. Non solo: abbiamo parlato di iniziative per favorire il lavoro, la natalità, le aree indiustriali e di tante questioni che fanno parte del nostro programma per la Sicilia e che faranno parte del nostro programma di governo nazionale».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge elettorale: altro che porcellum

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 ottobre 2017

elezioni1“C’è qualcuno che ha deciso di perdere e c’è qualcuno che ha già deciso quale è l’alleanza trasversale. Lo chiediamo anche ai nostri alleati”. Così Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d’Italia, durante le dichiarazioni di voto sulla legge elettorale.“Questa legge elettorale – ha aggiunto La Russa – ha 4 gravissime magagne: la pecca più grave e insuperabile è quella di predeterminare la impossibilità di una maggioranza scelta dagli elettori. E’ una legge scelta scientificamente e tecnicamente studiata, affinché all’indomani delle elezioni fosse assolutamente impossibile che potesse nascere un governo scelto dagli italiani. Saranno ancora una volta le segreterie di partito a scegliere il governo a danno dei cittadini, favorendo magari i poteri forti, della grande finanza e delle grandi banche. Noi per evitarlo abbiamo proposto un premio di maggioranza ma ci avete risposto di no”.“La seconda – prosegue il deputato di Fdi – è l’aver bocciato il nostro emendamento sulle preferenze facoltative per i soli partiti che le avessero volute preferendogli ancora una volta le liste bloccate. Fdi non vuole decidere chi sono i propri eletti e li vuole far scegliere ai cittadini. Possibile che ci dovete obbligare a fare le liste bloccate? Perché voi volete le liste bloccate, dopo esservi sbracciati a dire che il Porcellum era Porcellum proprio per le liste bloccate. Questa legge non è un Porcellum ma un porcaio. Altra magagna poi, è non aver voluto mettere nella legge elettorale, la regolamentazione delle primarie, anche lì bocciando un nostro emendamento”.“Ultima magnagna – conclude La Russa – riguarda la SVP. Vi pare normale che tutte le ultime leggi elettorali continuino a prevedere un numero fisso per la SVP? Noi tutti dobbiamo giustamente fare campagna elettorale, noi tutti dobbiamo chiedere il voto ai cittadini spiegando loro il perché dovrebbero votare noi e non altri ma per la SVP non ce ne è bisogno. Ci pensa la legge. Una legge cucita su misura per cui tutti i parlamentari dell’Alto Adige sono della SVP tranne uno che verrà concesso al Pd in cambio del favore”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musumeci: Il candidato del centro-destra in Sicilia

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 agosto 2017

palermo palazzo normanni regione«Le beghe dei partiti lasciano il tempo che trovano: Fratelli d’Italia guarda agli interesse dei siciliani. Abbiamo risposto all’appello di Nello Musumeci che da mesi chiede di essere il candidato e il portabandiera di tutti ai partiti di centrodestra. Noi stessi abbiamo chiesto a Forza Italia e agli altri di dirci se c’erano altri nomi e non ha risposto nessuno. Per noi Nello è il candidato migliore e speriamo che la scelta di FdI di scendere in campo possa portare anche gli altri a riunirsi intorno a lui. La coalizione? Più ampia possibile e con le idee chiare. Alfano? Lo abbiamo detto e ribadito: chi ha governato con la sinistra non può essere alleato di Fratelli d’Italia a livello nazionale. A livello locale è già accaduto in diversi casi che vi fossero delle liste civiche di ispirazione e questo ha reso la cosa più facile. Non escludiamo che possa accadere anche in Sicilia ma fare la campagna elettorale per le politiche con Alfano al tuo fianco lo considero, diciamo, abbastanza difficile. La coalizione di centrodestra? Credibile e seria, che non pretenda di mettere insieme tutto e il contrario di tutto. Le ammucchiate non funzionano più: funzionano coerenza, proposte chiare e persone specchiate . Le aggregazioni che Fratelli d’Italia sta facendo in tutta Italia, oggi ad esempio abbiamo annunciato l’adesione del senatore Bertacco che ci consente di arrivare a Palazzo Madama, sono anche frutto della coerenza che abbiamo avuto negli anni. Certo richiede più lavoro ma alla fine è quello che le persone si aspettano. Spero che gli altri movimenti nostri, ipotetici e possibili alleati vogliamo fare la stessa cosa».Lo ha detto intervistata da Rainews 24 il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Fratelli d’Italia non intende aiutare Renzi nell’invasione dell’Italia”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 luglio 2017

Palazzo chigi1“Noi saremmo disposti ad aiutare il Governo se la gestione dei flussi migratori fosse fatta in modo serio. E se, in modo serio, si decidesse di affrontare il problema dei profughi: blocco navale per impedire la partenza dei barconi; accordo con la Libia; apertura in Africa dei centri per capire chi ha diritto ad essere rifugiato e chi no; distribuzione equa dei rifugiati in tutti i 27 Paesi Ue. L’accordo Francia-Italia-Germania è solo l’ennesimo schiaffo in faccia ad un Governo privo di credibilità. Se Renzi vuole una mano vada in Europa a dire che, in assenza di un aiuto chiaro per una missione che vada in questo senso, smetteremo di regalare ogni anno miliardi e miliardi di euro alla UE». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fratelli d’Italia raddoppia i voti

Posted by fidest press agency su martedì, 7 giugno 2016

giorgia meloni“Grazie alla straordinaria performance di Giorgia Meloni a Roma, Fratelli d’Italia raggiunge da solo, su tutto il territorio nazionale, il 6,27% dei consensi nelle realtà in cui si è votato. Un dato a cui va sommato il risultato delle liste civiche di nostra diretta espressione e che portano il partito al 7,94%”. E’ quanto afferma il coordinatore dell’esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, commentando i risultati delle elezioni amministrative. “Si tratta di un risultato eccezionale, in netta crescita rispetto al 4% ottenuto alle europee del 2014 – sottolinea Donzelli – adesso dobbiamo saper unire il consenso raccolto dalla leader di Fratelli d’Italia al lavoro sul territorio che nella tornata di ieri ha prodotto ottimi risultati in vari capoluoghi, da Grosseto a Latina, passando per Novara e Pordenone. Solo così – conclude Donzelli – il centrodestra del rinnovamento può crescere e consolidarsi, riuscendo ad aggregare tutte le forze realmente alternative alla sinistra per far ripartire l’Italia”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Milano: manifestazione Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2015

giorgia meloniGrande partecipazione alla manifestazione di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, in Piazza San Carlo a Milano (vicino alla mitica Piazza San Babila), per l’anniversario della caduta del Muro di Berlino. Sul palco nomi storici della destra milanese (come Ignazio La Russa e Riccardo De Corato), in piazza numerosi baldi giovani di Gioventù Nazionale e tanti militanti che, con ritrovato entusiasmo, hanno positivamente risposto all’appello, lanciato da Giorgia Meloni e Marcello Veneziani, per la riunificazione, il rilancio ed il rinnovamento della destra italiana. Ed in mezzo alla folla, c’erano rappresentanti di diversi gruppi della “diaspora post-missina”, come Lino Guaglianone di Progetto Nazionale (di Piero Puschiavo), Giuseppe Russomanno di Controcorrente (consigliere della città metropolitana), Paolo Roccatagliata di Forza Milano (consigliere di zona 2), Piero Porciani di Forza Italia e Jacopo Bianchi della Destra Sociale (di Luca Romagnoli), oltre a personaggi noti come il giornalista Renato Besana (di Libero Quotidiano, promotore del Progetto Itaca) il capitano Francesco Lauri (da sempre attivo nelle associazioni combattentistiche e d’arma), lo storico Pierangelo Pavesi, Vittorio Barberi (ultimo federale missino di Milano) e l’intellettuale Francesco Filippo Marotta. La delegazione ufficiale di Destra per Milano (Destra Lombarda), guidata dal presidente Roberto Jonghi Lavarini e dal Prof. Fabrizio De Marinis, ha quindi incontrato Carlo Fidanza e Giorgia Meloni, ai quali ha confermato la disponibilità a partecipare attivamente al processo di riaggregazione dell’area ed al congresso ri-costituente della prossima primavera. (foto: giorgia meloni)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La linea politica di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2015

giorgia meloniAl termine della diciottesima edizione di Atreju, la festa nazionale della destra italiana organizzata da Giorgia Meloni, si è riunita oggi a Roma l’Assemblea Nazionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, di cui fanno parte 500 delegati di tutta Italia eletti nell’ultimo congresso. L’assise, presieduta dall’on. Ignazio La Russa, ha approvato all’unanimità la linea politica presentata dal presidente Giorgia Meloni. Quattro sono stati i temi centrali illustrati attraverso le relazioni di apertura. L’on. Edmondo Cirielli sulla sicurezza e la tutela dei cittadini e la valorizzazione a questo scopo delle Forze dell’Ordine. L’on. Marcello Taglialatela sulla necessità di valorizzare e tutelare il Sud Italia nel quadro di rafforzamento dell’intera Nazione. Agostino Ghiglia sulla lotta contro l’oppressione fiscale con azioni di sostegno alle categorie produttive e alle partite Iva. Federico Iadicicco sulla tutela della famiglia e la necessaria battaglia politica contro l’ideologia del gender.
È stata presentata una mozione che impegna i dirigenti rappresentanti di Fratelli d’Italia nella Assemblea della Fondazione Alleanza Nazionale del 3 e 4 ottobre e impegna il movimento a convocare un congresso entro gennaio, invitando a partecipare tutti coloro che, in buona fede, condividono la necessità di costruire una destra ancor più forte e rappresentativa. La mozione è stata approvata a larghissima maggioranza con due voti contrari. L’assemblea si è chiusa con l’indizione di una grande manifestazione alla fine del mese di novembre contro il Governo Renzi.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meloni: Con Marino abbiamo toccato il fondo

Posted by fidest press agency su domenica, 6 settembre 2015

Giorgia Meloni«Essere romana è un orgoglio e al tempo stesso una grande responsabilità. Un orgoglio perché Roma è la città eterna, la patria della civiltà occidentale, l’emblema di una storia millenaria e senza eguali, la capitale dell’Italia. Una responsabilità perché esserne all’altezza non è facile. sindaco di Roma ha su di sé il peso di tutta questa grandezza. Ma questo solo romano può capirlo è quando dichiara in un’intervista a Il Tempo, il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
«Io l’unica leader nazionale romana? È vero, è una grande anomalia rispetto alla tradizione politica della nostra nazione. Il motivo non è certo perché i politici romani siano meno validi, ma perché gli interessi dei grandi partiti nazionali si sono spostati. FI ha sempre avuto Milano come centro nevralgico, il Pd ha le sue roccaforti in Toscana ed Emilia Romagna, la Lega è un partito del Nord. La destra invece, storicamente, ha sempre avuto nel Centro-Sud e a Roma in particolare un maggiore radicamento e oggi Fratelli d’Italia è l’unico partito nazionale ad avere il proprio baricentro qui». E il fatto che «ci siano sempre meno leader nazionali romani ha delle forti conseguenze anche sul livello di attenzione del governo nei confronti della Capitale che non ha neanche il sindaco romano. a parte un paio di assessori in Campidoglio gli unici romani rimasti sono Marco Aurelio e la Lupa e se potessero se ne andrebbero anche loro. Fino al capolavoro di un assessore piemontese che insulta i tifosi romanisti che gli pagano lo stipendio. La città non è mai caduta così in basso e non lo dico solo io da romana innamorata della mia città ma anche alcuni degli esponenti più autorevoli del mondo della cultura e dello spettacolo, gran parte di sinistra. Con Marino e il Pd abbiamo toccato il fondo», continua Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensioni: restituiamo il mal tolto

Posted by fidest press agency su sabato, 9 maggio 2015

giorgia meloni«Fratelli d’Italia metterà a disposizione dei pensionati un pool di avvocati per fare tutti i ricorsi che serviranno se il Governo non dovesse restituire i soldi che lo Stato deve loro dopo la sentenza della Corte Costituzionale. Così come ha trovato e restituito i soldi ai pensionati d’oro quando la Consulta ha dichiarato incostituzionale il prelievo di solidarietà sulle loro pensioni, oggi lo Stato deve fare la stessa cosa con tutti gli altri cittadini italiani. Il Governo ha il dovere di trovare i soldi per la gente normale». Lo ha detto nel corso della trasmissione “Mattino 5” il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. (n.r. Questo significa che vi è una classe politica e in primis quella che ci governa che è contro gli interessi legittimi di quanti, e non solo i pensionati, vivono modestamente e sono la maggioranza degli italiani, ma sanno solo sfruttarli e con l’improntitudine di chiedere ad essi il voto come se nulla fosse)

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fratelli d’Italia per il Si ai referendum

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2011

Roma, 10 Giugno 2011, Ore 15.00 Piazza Della Rotonda (Pantheon) si svolgerà l’iniziativa organizzata dall’associazione “Fratelli d’Italia” per promuovere il sì ai referendum del 12 e 13 giugno su nucleare e acqua. Alla manifestazione, che si concluderà con una conferenza stampa, parteciperanno i deputati del Pdl, Fabio Rampelli e Marco Marsilio, il consigliere regionale del Pdl, Chiara Colosimo, il consigliere Pdl e presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Andrea De Priamo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fratelli D’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 22 gennaio 2011

Torino 28 gennaio ore 11.00 Museo della radio e della televisione Sala Enrico Marchesi – Centro di Produzione Rai via Giuseppe Verdi, 16 Conferenza stampa per la presentazione di Fratelli D’Italia  condotto da Milly Carlucci con Giovanni Allevi e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai Interverranno: Maurizio Braccialarghe, Responsabile Centro di Produzione Tv Rai Torino Antonio Preziosi, Direttore Radio1 e Gr Rai Evelina Christillin, Presidente Fondazione Teatro Stabile di Torino Giovanni Allevi

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »