Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘frutta’

I benefici pigmenti “rossi” di frutta e verdura

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Il colorato mondo degli antociani, i pigmenti rossi salutari contenuti nei piccoli frutti, nell’uva e nel vino, è al centro del congresso internazionale che si è aperto, oggi, alla Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige.
Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Messico, Nuova Zelanda, sono solo alcuni dei paesi rappresentati in “Iwa 2019”. L’evento scientifico si concluderà mercoledì 11 settembre con 11 sessioni scientifiche e centotrenta delegati da 21 Paesi del mondo che condivideranno le loro esperienze scientifiche e presenteranno gli studi e le applicazioni più innovative degli antociani nei campi di nutrizione e salute, nella produzione di alimenti e nell’industria farmaceutica, senza tralasciare gli aspetti legati alla genetica, biosintesi, fitochimica ed ecologia. Si tratta di un evento atteso a livello mondiale in quanto opportunità unica per approfondire a tutto tondo il mondo degli antociani, i benefici pigmenti presenti nella frutta e nella verdura, appartenenti alla famiglia dei flavonoidi dalle spiccate proprietà antiossidanti utili salute.
FEM è stata selezionata quale sede di questo importante appuntamento biennale in virtù delle ricerche condotte in questo ambito. Il lavoro dei ricercatori sulle antocianine è riconosciuto a livello globale, come attesta anche il conseguimento – avvenuto poco più di tre anni fa – del prestigioso Tanner award per l’articolo scientifico più citato tra le riviste pubblicate dall’Institute of Food Technologists (IFT), uno dei più importanti enti attivi nelle scienze alimentari. Una delle caratteristiche di questo convegno è di essere punto d’incontro e trasferimento tra le ricerche di base sulla biosintesi, ecologia, genetica e sulle proprietà nutrizionali, e le numerosissime applicazioni che spaziano tra le industrie farmaceutica, nutraceutica e degli alimenti, fino alla cosmetica, sfruttando le favorevoli proprietà salutistiche e la sicurezza d’uso di questi pigmenti naturali. (sc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La frutta è un alimento fondamentale nella dieta dei piccoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Lo è per il suo elevato apporto di fibra, sali minerali e vitamine.Chiuse le scuole, iniziate le prime vacanze estive sotto uno splendido sole, in questi mesi più caldi per i bambini è fondamentale avere una corretta alimentazione, sana e ricca di fragole, ciliegie, albicocche, pesche, meloni, angurie, fichi, pere, susine, uva e frutti di bosco.
Secondo gli esperti della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) questo alimento deve essere consumato preferibilmente fresco, di stagione, a km 0 e proveniente da coltivazione biologica, che garantisce almeno l’assenza di pesticidi nella produzione.I prodotti ortofrutticoli di stagione sono quelli che in origine contengono il maggior quantitativo di vitamine e sali minerali. I lunghi tempi di trasporto e di conservazione sono un elemento che determina importanti perdite vitaminiche. “Il ritmo di vita di frutta e verdura nelle diverse stagioni – prosegue la Dottoressa Mariotti – corrisponde meglio alle esigenze del nostro organismo in quel particolare periodo dell’anno. È sempre preferibile consumare prodotti stagionali, di provenienza locale o almeno nazionale, in quanto più tempo passa tra la raccolta dei vegetali e il momento del consumo, più diminuisce la quantità di micronutrienti, soprattutto di vitamine, oltre al costo economico”.Essendo la loro distribuzione molto variabile, è di fondamentale importanza che la scelta sia studiata alternando il più possibile le tipologie di frutta secondo la stagionalità, ma anche secondo il colore. Ad ogni colore (rosso, giallo-arancio, verde, bianco, blu-violetto) corrispondono caratteristiche nutrizionali differenti: tale consapevolezza è alla base delle raccomandazioni della piramide alimentare, ma anche delle numerose campagne lanciate negli anni e orientate a favorire il consumo di almeno 5 porzioni al giorno tra verdura e frutta, meglio se di colori diversi nei diversi pasti, dalla prima colazione, agli spuntini e alle merende, oltre che a pranzo e a cena, al fine di garantire quotidianamente l’assunzione di adeguate quantità dei diversi micronutrienti in esse contenuti. Si raccomanda di somministrare la frutta variandone il più possibile le proposte e prevedendo almeno 3 tipologie diverse nell’arco della stessa settimana.In particolare, durante i mesi estivi, per il loro contenuto in acqua e sali minerali, i frutti di stagione possono aiutare a combattere la disidratazione e costituiscono un ottimo spuntino a basso contenuto calorico.L’eventuale cottura della frutta incide fortemente sul contenuto dei suoi micronutrienti, in particolare delle vitamine. È meglio quindi sceglierla fresca, di stagione, da consumare, se ben lavata, con la buccia che fornisce fibra, e preferibilmente assumerla a pezzi o morsi, non frullata o passata, perché ciò contribuisce ad aumentare il senso di sazietà.
Dalla SIPPS, infine, un importante messaggio agli adulti: i gusti dei bambini cambiano spesso ed è bene essere perseveranti davanti ai rifiuti, in quanto sono necessari almeno 12 assaggi affinché il bambino inizi ad apprezzare un nuovo alimento. Quindi, anche se i piccoli rifiutano, i genitori devono continuare a proporre frutta con creatività, ad esempio realizzando forme di animali o spiedini e utilizzando molti colori in modo che i bimbi ne siano attratti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio ‘Oscar della Frutta’

Posted by fidest press agency su martedì, 27 dicembre 2016

siracusaSiracusa venerdì 20 gennaio prossimo per iniziativa della storica rivista di settore “Corriere Ortofrutticolo” in partnership con l’Unione Nazionale Italia Ortofrutta di Roma, l’Associazione nazionale degli esportatori Fruitimprese di Roma, il Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara (CSO). Concorrono per la premiazione undici protagonisti del settore selezionati per l’attività svolta nel 2016, a ognuno dei quali andrà un riconoscimento. Sono Ilenio Bastoni, direttore generale Gruppo Apofruit di Cesena, Salvatore Bua direttore commerciale della OP La Deliziosa di Catania, Simone Bernardi presidente Lagnasco Group di Cuneo, Giuseppe Calabrese, presidente Consorzio Fonteverde di Ragusa, Antonio Giaccio presidente OP Giaccio Frutta di Caserta, Salvatore Giardina titolare dell’Azienda Agricola F.lli Giardina di Siracusa, Guido Grimaldi dirigente Grimaldi Group di Napoli, Riccardo Martini, amministratore delegato Tramaco di Ravenna, Salvatore Novello titolare Novello&C. di Catania, Fabio Massimo Pallottini, presidente Italmercati Rete d’Imprese di Roma e Giulio Romagnoli, amministratore delegato Romagnoli SpA, di Bologna.
L’evento si articolerà tra Palazzo Vermexio e Palazzo Beneventano, quest’ultimo tra i più prestigiosi edifici barocchi siciliani, e avrà, come ogni anno, alcuni momenti di approfondimento su temi di attualità, in particolare quest’anno legati al Sud e alla Sicilia. Al mattino del 20 gennaio si terrà il seminario ‘Logistica dei Prodotti Freschi nel Sud Italia e nel Mediterraneo’ con interventi, tra gli altri, di Andrea Bardi, general manager della Fondazione ITL (Institute for Transport and Logistics), di Marco Salvi, presidente FruitImprese, Gennaro Velardo, presidente dell’Unione Nazionale Italia Ortofrutta, Aurelio Pannitteri, presidente della OP Rosaria. Il seminario si inserisce in un programma triennale di analisi dell’ortofrutta nel Mezzogiorno, nato dalla collaborazione tra Italia Ortofrutta e Corriere Ortofrutticolo, battezzato ‘L’ortofrutta riparte dal Sud’, avviato un anno fa a Matera con un approfondimento sull’aggregazione della produzione.
Seguirà nel pomeriggio del 20, la presentazione di alcuni prodotti che rappresentano le ‘nuove frontiere’ della Sicilia ortofrutticola, all’insegna della novità assoluta (la frutta tropicale) o della riscoperta (il melograno) in funzione anche della valorizzazione del territorio (il fico d’India). I seminari si svolgeranno a Palazzo Vermexio e saranno seguiti dai due momenti della cerimonia di premiazione, il primo, dedicato agli 11 ‘Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana’ nello stesso Palazzo Vermexio, il secondo, per l’assegnazione dell’Oscar della Frutta, nel vicino Palazzo Beneventano.
Nato come momento conviviale e celebrativo, ‘Protagonisti’ sta diventando la Cernobbio dell’ortofrutta italiana. Le precedenti edizioni si sono svolte, sempre nella terza settimana di gennaio, a Villa Serego Alighieri in Valpolicella (2013), al Resort Monte del Re di Dozza (2014), alla Cantina Rotari di Mezzocorona (2015), alla Casa Cava di Matera (2016).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Latte e frutta nelle scuole: migliorare l’educazione alimentare

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2016

fruttaParlamento europeo lunedì 7 marzo Secondo il progetto di legge, concordato a titolo provvisorio con i ministri dell’UE in discussione lunedì e in votazione martedì, i bambini europei dovrebbero presto ottenere maggiori benefici da una migliore educazione alimentare e dal finanziamento dei programmi su latte, frutta e verdura nelle scuole.Qualora il progetto fosse approvato, i programmi scolastici su latte e frutta, attualmente separati, verranno accorpati, e i fondi annuali destinati al nuovo programma unico passeranno da 20 milioni di euro a 250 milioni di euro.Quasi 10 milioni di bambini nell’UE hanno beneficiato del programma sulla frutta e circa 19 milioni del programma sul latte nel periodo 2013/2014.
Il programma per il latte nelle scuole è stato istituito nel 1977. Il programma per la frutta, che include attività di formazione, è stato introdotto invece nel 2009. Entrambi i programmi sono stati creati per promuovere il consumo di frutta, verdura, latte e prodotti lattiero-caseari, ma hanno finora operato sotto diversi regimi giuridici e finanziari. Tutti i 28 Stati membri partecipano al programma per il latte nelle scuole e 25 di essi a quello per la frutta nelle scuole (non partecipano: Regno Unito, Finlandia e Svezia).
Il consumo di frutta, verdura e latte è in calo in tutta Europa. Più di 20 milioni di bambini europei sono sovrappeso e gli adolescenti mangiano in media solo il 30 o 50% della dose giornaliera consigliata di frutta e verdura.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conapi, leader nella produzione di miele nazionale, investe sul mercato

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2015

tavolo relatori

Monterenzio (BO). Nell’ambito dell’annuale Assemblea Ordinaria dei Soci Conapi – Consorzio Nazionale Apicoltori che riunisce oltre 600 produttori in tutta Italia – svoltasi nei giorni scorsi a Bologna, è stato approvato il bilancio dell’esercizio 2014-2015.
Il valore della produzione è pari a 19.415.000 euro, con un incremento di 4.653.000,00 euro (+31,52% sul 2013/2014) della vendita di prodotti apistici e composte biologiche a base di frutta, conseguendo un utile pari a 149 mila euro. Nel corso dell’esercizio, il management si è impegnato con successo nel rilancio dei brand aziendali, Mielizia e Cuor di Miele; in crescita anche le produzioni per il marchio Alce Nero.
La produzione 2015 ha presentato notevoli problematiche, sia per la ormai consueta moria delle api, strettamente connessa anche all’abuso di pesticidi, sia per condizioni climatiche sfavorevoli: in particolare, il caldo torrido dell’estate ha dimezzato il raccolto del millefiori. Si è invece registrata una buona produzione primaverile al nord che ha portato a conferimenti soddisfacenti, soprattutto di miele di acacia, mentre anche quest’anno i raccolti di miele di castagno e miele di Miele (3)eucalipto hanno risentito delle pessime condizioni delle piante, a causa dei parassiti che da anni le infestano. Il permanere di un andamento produttivo altalenante comporta un inevitabile innalzamento dei prezzi, a fronte di una richiesta di miele italiano e altri prodotti apistici che rimane invariata se non addirittura in crescita.L’Assemblea è stata inoltre occasione per comunicare le linee strategiche commerciali, definite nel piano triennale, che prevedono lo sviluppo di nuovi prodotti a base di miele, pappa reale e polline anche in combinazione con altri ingredienti, nonché l’apertura verso nuovi mercati esteri e l’ingresso in nuovi canali sul mercato nazionale. Di pari passo, si sta attuando una crescita della base sociale che si apre anche nei confronti di soci europei qualificati. A tal fine, quest’anno, hanno partecipato ai lavori anche alcuni apicoltori provenienti dalla Spagna, più precisamente dall’Andalusia, per conoscere direttamente la realtà della cooperativa.Nel corso dell’appuntamento di Bologna, Conapi ha illustrato la propria presenza all’interno di FICO EATALY WORLD dove sarà operativo con diversi alveari, indispensabili per la realizzazione delle molteplici attività didattiche in programma sia per bambini che per adulti, e con un’area di oltre 100mq dedicata al confezionamento ed alla vendita dei suoi prodotti.“Come accade nell’alveare, anche in Conapi apicoltori e dipendenti lavorano in sinergia per offrire il meglio della produzione apistica italiana. Il forte impegno nella valorizzazione del prodotto italiano e l’attenzione alla qualità, dall’alveare al confezionamento, premia la nostra cooperativa che realizza, in un anno di scarsa produzione, un più 10% di prodotto lavorato” ha dichiarato Anna Cavazzoni, Direttore Generale Conapi.”Come ogni anno è stata numerosissima la partecipazione dei soci che hanno animato l’assemblea, con una discussione costruttiva e utile: uno scambio fondamentale per rinnovare e consolidare i principi che ci uniscono – ha affermato Diego Pagani, Presidente Conapi – . Nonostante le ultima annate siano state caratterizzate da scarse produzioni, la cooperativa è solida e guarda avanti con decisione. Sono molto contento di com’è oggi Conapi, contento di affidargli tutto il frutto del mio lavoro di apicoltore e, come presidente, non mi pongo limiti quando penso a come potrà evolvere nel futuro.” “Una bella assemblea quella di Conapi – ha commentato Rita Ghedini, Presidente di Legacoop Bologna, tra gli invitati all’assemblea – . Buoni risultati, alta mutualità e, soprattutto, grande attenzione ed investimento sulle sfide per l’innovazione e la crescita. Merito dei tanti soci produttori, rappresentati dal Presidente, e del grande lavoro di una dirigenza e di uno staff tutto femminile.” (foto: tavolo relatori)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Festa della Frutta a Expo Milano 2015

Posted by fidest press agency su martedì, 28 luglio 2015

festa fruttaIn occasione della Festa della Frutta a Expo Milano 2015, programmata per martedì 28 luglio, Rigoletto Gelato e Cioccolato, la gelateria artigianale di Padiglione Italia organizza un’iniziativa in sintonia con la propria filosofia di “gelateria di quartiere”. Rigoletto Gelato e Cioccolato ha infatti invitato un classico negozio di frutta di vicinato a trasferirsi all’interno di Expo, per mostrare ai visitatori un punto di vista meno noto della vita dei milanesi e del loro rapporto con il cibo. Il negozio ospite è “Il Frutteto da Giovanni” del sig. Giovanni Gernone, una vera e propria istituzione all’interno del Mercato Comunale di Piazza Wagner che dal 1958 seleziona quotidianamente la frutta per i propri clienti, oggi coadiuvato dalle tre figlie che continuano la tradizione di famiglia.“Far parte della vita del quartiere è una caratteristica distintiva delle nostre quattro gelaterie artigianali a Milano – spiega Antonio Morgese, amministratore delegato di Rigoletto Gelato e Cioccolato – e il Mercato Comunale di Piazza Wagner, a pochi passi dalla sede della prima e storica gelateria Rigoletto di Via San Siro, rappresenta perfettamente la nostra filosofia di rapporto con il territorio. Per me è stato molto naturale pensare al sig. Giovanni e invitarlo all’interno di Expo per rappresentare quella categoria di operatori che, come noi, lavorano quotidianamente per offrire ai propri clienti un cibo gustoso e di qualità.” La frutta di stagione utilizzata per l’allestimento del banco presso il chiosco di Rigoletto Gelato e Cioccolato sarà distribuita gratuitamente ai visitatori a partire dalle ore 21:00. (foto festa della frutta)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sistema ortofrutticolo e competitività

Posted by fidest press agency su domenica, 28 giugno 2015

agricolturaDare maggiore competitività al sistema ortofrutticolo del Veneto, favorire l’internazionalizzazione delle imprese fortemente specializzate nella produzione di ortaggi di alta qualità, raggiungere questi obiettivi puntando sull’innovazione tecnologica, il più possibile eco-compatibile, che garantisca la sicurezza degli alimenti. Tutto questo è EcoOrt, il progetto sostenuto dalla misura 124 del PSR 2007/2013 che, alla fine di due anni di sperimentazioni, ha presentato i suoi risultati nei giorni scorsi, nel corso di un convegno presso la sede di Confcooperative Verona, partner del progetto che vede capofila l’Organizzazione Produttori GEOFUR Società Cooperativa Agricola di Legnago (VR) azienda storica nella produzione di radicchi e ha coinvolto il Consorzio di Tutela del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP, l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (IAM)- Centre International de Hautes Études Agronomiques Méditerranèennes (CIHEAM), con il sostegno del CNR (Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari-ISPA). Una grande squadra scientifica, composta da alcuni dei maggiori centri di ricerca nazionali, con il supporto tecnologico di Ozone Application Specialist di una realtà internazionale come De Nora Next.
“Il nostro obiettivo era realizzare una tecnologia in grado di aumentare la shelf life dei prodotti ortofrutticoli durante lo stoccaggio, già dopo la raccolta in campo, e durante il trasporto riducendone i costi in termini di consumi energetici – afferma Cristina Furiani, della capofila Geofur – ma soprattutto evitando l’uso di trattamenti chimici a tutela dei consumatori. La fase di sperimentazione attraverso prototipi è durata a lungo, ma i risultati cui ora siamo giunti sono sorprendenti e ci spingono a proseguire su questa strada”. La ricerca sviluppata nasce dall’abbinamento di due tecnologie già note, ma finora non utilizzate insieme: “EcoOrt – afferma il dr. Thaer Yaseen, responsabile del team di ricerca presso CIHEAM-IAMB – si basa sull’utilizzo combinato di refrigerazione passiva e ozono ed è stata sperimentata su insalate baby leaf, rucola, radicchi, asparagi confrontando la conservazione a distanza di 10-15 e 30 giorni rispetto alla refrigerazione tradizionale. Anche dopo un mese (per i radicchi, 10 giorni per le insalate da taglio), i test dimostrano un buono stato di conservazione in termini di colore e consistenza della verdura, ridotto scarto e calo di peso, ma soprattutto assenza di alterazioni parassitarie”.“L’ozono presenta una serie di vantaggi – aggiunge Cristian Carboni, consulente per De Nora spa- non lascia residui, è disponibile in natura e soprattutto è uno dei composti a maggiore potere ossidante (sino a 10 volte superiore al cloro). Ha quindi una capacità antimicrobica molta ampia, verso batteri e funghi”. In sostanza con EcoOrt si può dire che frutta e verdura non solo si conservano molto più a lungo conservando quasi inalterate le proprie caratteristiche organolettiche, ma possono arrivare sulle tavole dei consumatori più sane e sicure. “Per il comparto ortofrutticolo veneto – conclude Paolo Manzan, presidente del Consorzio di Tutela del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP – si tratta di un balzo innovativo enorme in termini di potenziale apertura di nuovi mercati che finora ci erano preclusi, se non a prezzi esorbitanti a causa dei trasporti aerei. La tecnologia sviluppata da EcoOrt, che ora auspichiamo arrivi all’applicazione, ci consente di pensare a trasporti intercontinentali via treno o nave in tutto il Mondo, attraverso un sistema di conservazione eco-compatibile che può rappresentare un valore aggiunto, non solo in termini di competitività ma anche di qualità, per i grandi prodotti ortofrutticoli della nostra regione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Latte e frutta nelle scuole: al voto le nuove misure dell’UE per promuovere sane abitudini alimentari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 Mag 2015

integratori alimentariIl mandato per avviare i negoziati con gli Stati membri sulla fusione dei due programmi esistenti di distribuzione di latte, frutta e verdura nelle scuole, sarà discusso e posto in votazione mercoledì. Il nuovo schema unico dovrebbe porre maggiormente l’accento sulla formazione, al fine ad esempio di promuovere abitudini alimentari sane, e dovrebbe ottenere anche maggiori finanziamenti, sottolineano i deputati della commissione agricoltura.Il progetto di mandato negoziale, approvato dalla commissione parlamentare il 14 aprile scorso, invita gli Stati membri a destinare il 10-20% dei finanziamenti ad attività didattiche, tra cui visite alle aziende agricole, e alla distribuzione di specialità locali sane, come frutta e verdura.I deputati della commissione agricoltura ritengono inoltre che i finanziamenti UE annuali per il latte nelle scuole dovrebbero essere aumentati di 20 milioni di euro, per raggiungere i 100 milioni all’anno, e dovrebbero essere distribuiti più equamente tra gli Stati membri.Il programma per il latte nelle scuole è stato istituito nel 1977. Il programma per la frutta, che include attività di formazione, è stato introdotto invece nel 2009. Entrambi i programmi sono stati creati per promuovere il consumo di frutta, verdura, latte e prodotti lattiero-caseari, ma hanno finora operato sotto diversi regimi giuridici e finanziari. Tutti i 28 Stati membri partecipano al programma per il latte nelle scuole e 25 di essi a quello per la frutta nelle scuole (non partecipano: Regno Unito, Finlandia e Svezia).Il consumo di frutta, verdura e latte è in calo in tutta Europa. Più di 20 milioni di bambini europei sono sovrappeso e gli adolescenti mangiano in media tra il 30 e il 50% della dose giornaliera consigliata di frutta e verdura.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva l’estate: bere più acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

Per combattere il caldo estivo è importante assumere una maggiore quantità di cibi ricchi di acqua, senza dimenticare di bere comunque più acqua. Da uno studio dell’Osservatorio Nutrizionale e sugli stili di vita “Grana Padano” (composto da medici, pediatri e dietisti, vedi scheda di seguito), risulta che gli italiani seguono generalmente una dieta ricca di cibi “idratanti”, ma devono in ogni caso essere più attenti all’idratazione, soprattutto nel periodo estivo.
I cibi più “acquosi” sono la frutta, in particolare anguria e melone, la verdura, il latte, i succhi di frutta, lo yogurt, i sorbetti e i gelati, cibi che gli italiani consumano mediamente a sufficienza. L’Osservatorio nutrizionale “Grana Padano” ha svolto uno studio sulla base dei dati riguardanti 7.500 persone, studio da cui emerge che gli italiani introducono, attraverso ciò che mangiano, circa 1200 millilitri di acqua al giorno: a introdurre più alimenti ricchi di acqua sono gli uomini (1263 ml) rispetto alle donne (1061 ml) e gli alimenti più ricchi di acqua sono introdotti maggiormente nel periodo primaverile rispetto all’inverno (1266 ml versus 981 ml).
Secondo gli esperti dell’Osservatorio nutrizionale, gli anziani tendono a bere poco e, soprattutto nei periodi caldi, sono soggetti a malori dovuti proprio alla scarsa idratazione. I passati e le creme di verdura sono sicuramente preziosi per coloro che, in là con gli anni, magari faticano a masticare, mentre per la merenda dei bambini, che non sempre bevono a sufficienza, sì a ghiaccioli e gelati, senza esagerare a causa dello zucchero contenuto in questi prodotti. Per mantenere un’adeguata idratazione in estate meglio quindi più spremute, frullati, centrifugati, frappé, verdura (soprattutto cotta), latte e yogurt, e, naturalmente, più acqua. L’acqua infatti, non ha valore calorico, può essere bevuta indifferentemente frizzante o naturale, ed è un’ottima fonte di sali minerali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Controlli Nas su origine di frutta e verdura

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2011

verdure-campus-gens

Image by Etolane via Flickr

In relazione ai comunicati del Codacons e della Federconsumatori sul già noto batterio E.coli, che oggi si presenta in una mutata e misteriosa variante, il Ministero della Salute comunica che il Ministro Fazio ha già dato disposizione ai Nas di intensificare i controlli sui rivenditori di frutta e verdura circa l’ apposizione del cartellino indicante il luogo di origine della merce posta in vendita, così come ha richiesto agli Uffici sanitari di frontiera di potenziare i controlli sugli alimenti importati.
Per quel che riguarda la richiesta di bloccare l’importazione di frutta e verdura, il Ministero rende noto che l’Unione europea ha chiesto alla Russia l’immediato ritiro del divieto di importazioni di prodotti vegetali europei e che non esiste al momento alcuna evidenza che il batterio sia trasmesso dai prodotti vegetali. Inoltre, alle autorità sanitarie tedesche è stato anzi chiesto dalla task force sanitaria europea di intensificare i controlli sui centri locali di confezionamento dei prodotti alimentari. Non appena si conoscerà la fonte della contaminazione verranno assunte le deliberazioni conseguenti, come indica il Ministero della Salute nell’aggiornamento dei comunicati. (Silvana Stazzone).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quando la frutta diventa un gioco

Posted by fidest press agency su sabato, 7 Mag 2011

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia, per mantenersi in forma, di mangiare almeno 400 grammi al giorno di frutta e verdura, fare un po’ di moto, evitare il fumo e limitare gli alimenti grassi o troppo zuccherati. L’indicazione è semplice e apparentemente facile da seguire ma la realtà presenta dati molto preoccupanti. Oltre un milione di bambini in Italia sono in sovrappeso e 400 mila sono obesi. Si tratta, rispettivamente del 22,9% e dell’11,1% di tutti i bimbi tra gli 8 e i 9 anni in Italia. (Fonte: Istituto Superiore di Sanità). D’altra parte è noto che le buone abitudini alimentari si apprendono dall’infanzia e quindi diventa fondamentale riuscire a proporre la frutta e la verdura in un contesto che non sia il solito banale fine pasto. E’ per questo che nasce la Frutteria Almaverde Bio , il marchio leader del biologico in Italia, a Mirabilandia che con i suoi 85 ettari è il Parco Divertimenti più grande d’Italia e che con una presenza annuale di circa 2.000.000 di visitatori è leader del settore divertimento La Frutteria è uno spazio allegro e coloratissimo, in cui è possibile pranzare o fare un veloce spuntino per rinfrescarsi e caricarsi di energia con la frutta fresca biologica pronta da gustare senza conservanti e coloranti disponibile in tanti pezzi tagliati e serviti in invitanti coppe miste come il gelato oppure in comode vaschette monodose .Per un pranzo salutare ed energetico si potranno scegliere le ricche insalatone pronte al consumo, o richiedere i frullati, i centrifugati, le spremute tutto esclusivamente a base di prodotti certificati biologici. Non mancheranno ovviamente i succhi di frutta, le bevande a base di tutti i tipi di frutta, la frutta, secca e le polpe fresche. Un trionfo di benessere ed energia per i visitatori di Mirabilandia che potranno trovare un ristoro naturale unico in Italia per potersi poi dedicare alle montagne russe più emozionanti d’Europa e alle attrazioni più divertenti dell’intero stivale. (piraccini)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frutta nelle scuole

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Roma 2 febbraio 2011 – ore 12 Enoteca regionale del Lazio Palatium, via Frattina 94 Interverranno: Angela Birindelli Assessore alle Politiche Agricole e valorizzazione dei prodotti locali della Regione Lazio Valeria Del Balzo Medico nutrizionista, Università di Roma “La Sapienza” Ambrogio De Ponti Presidente UNOLombardia Eleonora Iacovoni Dirigente del Ministero delle politiche agricole,alimentari e forestaliSilvia Migliaccio  Medico specialista in nutrizione umana, Università di Roma “La Sapienza” Antonio Sartor  Delegato OP KIWI SOLE
Oliviero Sorbini   Esperto di comunicazione socio istituzionale Modera il giornalista Jordan Foresi  L’incontro ha lo scopo di presentare il programma di azioni che verranno realizzate nella regione Lazio dal raggruppamento tra imprese “Benessere a colori per frutta nelle scuole L.5” aggiudicatario del bando in questa regione. Oltre ai dettagli sulla qualità dei prodotti ortofrutticoli distribuiti e sulla logistica dell’operazione, verranno illustrate le misure di accompagnamento (orti botanici, visite a fattorie locali, ecc.) dedicate agli studenti. Inoltre, verrà proiettata in anteprima una sequenza del cartone animato I colori del benessere appositamente realizzato per la campagna, con i personaggi di Pietro e Raimondo, già noti al pubblico per una fortunata serie televisiva trasmessa dalla Rai. Il programma “Frutta nelle Scuole” ha l’obiettivo di diffondere fra i bambini delle scuole primarie un adeguato consumo di frutta e verdura fresca ed è sostenuto dall’Unione Europea e dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, in collaborazione con il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione e la Regione Lazio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia: crisi economica

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2010

“La situazione economica del Paese è molto seria. Gli ultimi dati Ocse sul Pil dicono che siamo fanalino di coda tra i paesi europei, tra i quali la Germania cresce il quadruplo di noi e la Gran Bretagna oltre il doppio. Per rientrare nei parametri stabiliti da Bruxelles, l’Italia dovrà stringere la cinghia non poco: questa è la realtà, ben diversa dal quadro rose e fiori che Tremonti e il suo governo continuano a presentare ai cittadini”. Lo dice in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera. “Una cosa è certa – aggiunge Borghesi – il governo che subentrerà a questo, che ormai è alla frutta, avrà un bel da fare in materia economica, data la politica fallimentare di quello uscente”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Estate: Dissettarsi con… l’acqua

Posted by fidest press agency su martedì, 20 luglio 2010

Dopo aver fatto per mesi diete per limitare cellulite e rotondità sono arrivate le vacanze e anche il desiderio di rilassarsi e degustare quella bevanda “pochissimo” alcolica, che disseta e che va tanto di moda. E’ evidente che il modo migliore  di togliere la sete e’ quello di bere acqua che, tra l’altro, ha 0 calorie. Sorseggiare un Campari prima di cena significa dare inizio con 138 calorie, alle quali possiamo aggiungere un bel bicchiere di vino fresco (che non diminuisce le calorie!) che ne apporta 90, se ci aggiungiamo un quartino di vino rosso, le calorie aggiunte passano a 190, una lattina di birra ne porta 112, un po’ di meno delle 125 di una aranciata o di una cola. Che dire delle bevande a base di frutta e poco-poco alcol? Piacevolissime, ma se si ha sete si entra in un meccanismo perverso che porta ad assunzioni considerevoli dei drink, visto che l’alcol disidrata e induce ad ulteriori assunzioni della bibita. A fine estate e’ facile, quindi. (fonte aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frutta e verdura migliorano Bpco

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Mangiare molta frutta e verdura aiuterebbe a migliorare le condizioni di salute di chi soffre di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), una malattia che colpisce l’apparato respiratorio e che, se non curata, determina difficoltà sempre maggiori nella respirazione. Lo hanno dimostrato alcuni ricercatori greci sottoponendo, per tre anni, 120 pazienti affetti da Bpco all’assunzione di grandi quantità di frutta e verdura oppure a un’alimentazione completamente priva di questi alimenti. Nelle persone che hanno mangiato abbondantemente frutta e verdura si sono non solo ridotti di circa la metà i casi in cui la malattia è peggiorata ma sono stati riscontrati anche dei veri e propri miglioramenti delle funzionalità polmonare. «I benefici derivanti dal consumo di frutta e verdura che abbiamo riscontrato in individui colpiti da questa grave malattia respiratoria sono, a nostro avviso, da attribuire alla proprietà antiossidanti di questi alimenti» ha dichiarato Demosthenes Makris del Department of Critical Care Medicine, University of Thessaly School of Medicine, Larissa in Grecia. «Riteniamo fondamentale l’adozione di stili di vita sani e un’alimentazione ricca di frutta e verdura per un’appropriata gestione di una condizione patologica che spesso determina una qualità della vita davvero bassa in chi ne è colpito» (L.A.)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più controlli sulla frutta

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 dicembre 2009

E’ di qualche giorno la notizia secondo cui alcune partite di pere importate dalla Turchia a seguito di alcuni controlli avrebbero riportato livelli residui di antiparassitari, in particolare l’“amitraz”  fino a 1400 volte la soglia di sicurezza per la salute quando il livello massimo per questo pesticida è 0.01mg/kg di peso corporeo. Per questa ragione la Commissione Europea ha immediatamente imposto misure di emergenza ordinando agli Stati membri l’aumento dei controlli fino al 10 % delle partite di pere provenienti dalla Turchia dopo che gli accertamenti avrebbero ripetutamente trovato quantità dell’antiparassitario “amitraz” di gran lunga di superiori al livello di guardia, con conseguenti rischi per la salute. La decisione della Commissione è arrivata dopo le numerose segnalazioni di violazione tramite il Sistema di allarme rapido per alimenti e mangimi (RASFF) nel corso di un periodo di due anni tra il 2007 e il 2009. Ritiene il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA, che dati i rischi per la salute e la situazione d’urgenza, sia opportuno adottare le misure di emergenza previste dalla procedura di cui all’articolo 53 (1), del regolamento (CE) n. 178/2002?. In generale, è opinione del componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA che sia utile ampliare i controlli ordinari non solo per la frutta, ma per tutti i generi alimentari d’importazione extra – UE, specie di quelli di provenienza da Paesi che hanno ridotti standards qualitativi e biologici rispetto ai parametri adottati all’interno dell’Unione, al fine di evitare emergenze e situazioni contingenti per la salute dei cittadini.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Etichette per frutta e verdura

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2009

Le etichette per frutta e verdura sono obbligatorie. Nel cartellino esposto  vanno indicati: 1. Prezzo. 2. Varieta’ (es. mele golden). 3. Categoria. Sono tre: extra, 1 e 2. 4. Provenienza. Obbligatoria l’indicazione dello Stato (es. Italia), facoltativa quella di una regione o zona (es. Sicilia o Cilento). Chi non adempie a tale obbligo e’ soggetto alla sanzione amministrativa che va da 350 a 15.500 euro. All’obbligo di etichettatura non sono tenuti i coltivatori che vendono direttamente al consumatore. “Da una nostra indagine a Roma – comunica l’associazione consumatori Aduc – abbiamo riscontrato il rispetto della norma nella grande distribuzione organizzata, mentre lascia a desiderare quella nella piccola distribuzione, cioè nei cosiddetti mercati rionali. Non comprendiamo, inoltre, il motivo della esenzione dell’obbligo delle etichette per i coltivatori diretti, cioe’ di coloro che un tempo si chiamavano contadini e oggi imprenditori agricoli. La domanda la rivolgiamo al ministro alle Politiche Agricole, Luca Zaia, il quale occupa il suo tempo proponendo la dicitura dell’etichetta anche in dialetto. Sarebbe opportuno che si impegnasse a far rispettare la legge in vigore e tutelasse i consumatori e agricoltori, imponendo l’obbligo delle etichette anche ai contadini, ovvero agli imprenditori agricoli.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Estate: va forte il take away

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2009

Durante l’estate —secondo l’ONLUS «Accademia Internazionale “Stefano Benemeglio” delle Discipline Analogiche» ( http://www.accademianalogica.com )— il 67,5% degli italiani opta per piatti già preparati, cibi in scatola, surgelati o precotti. Alla base di questa scelta ci sono i ritmi veloci della società contemporanea che lascia sempre meno tempo alla preparazione dei pasti soprattutto d’estate, un periodo durante il quale gli italiani preferiscono risparmiare il tempo in cucina.Mantenersi in forma senza rinunciare ai piaceri della tavola è dunque possibile, basta mangiare con raziocinio e senza gravose rinunce. Magari scegliendo —se proprio non si ha voglia di cucinare— cibi «take away» sani, come ad esempio la frutta e verdura già pronte, le insalate miste già condite, le macedonie. A non volere passare tempo tra i fornelli d’estate è il 67,5% degli italiani. Ma la percentuale aumenta nella Capitale dove 8 romani su 10 dicono di preferire i cibi già pronti e —al contrario— scende a Napoli dove solo 3 persone su 10 scelgono i cibi «take away». Con la cucina tradizionale si potrebbe così dare all’alimentazione un approccio nuovo che porta a un diverso atteggiamento verso il cibo. E chi proprio non riesce a seguire un’alimentazione equilibrata può anche ricorrere alla «dieta ipnotica» che consente di migliorare la propria autonomia agendo sull’inconscio e puntando a fare trovare una motivazione naturale e non forzata per scegliere una sana alimentazione. E gli italiani? Un’indagine realizzata dall’«Accademia Internazionale “Stefano Benemeglio” delle Discipline Analogiche» durante il mese di giugno ha evidenziato che il 62% degli italiani sceglierebbe l’ipnosi dinamica per dimagrire.
L’«Accademia Internazionale “Stefano Benemeglio” delle Discipline Analogiche» (AIDA) è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) che si propone di contribuire allo sviluppo del potenziale umano del singolo individuo e al recupero della qualità della vita. L’AIDA diffonde la conoscenza e la metodologia delle discipline analogiche che, offrendo soluzioni adeguate ad esigenze e problematiche specifiche nei diversi ambiti della vita di ogni individuo, rendono possibile una migliore gestione delle relazioni interpersonali di natura privata e professionale. Tra i principali obiettivi, l’Accademia si prefigge di favorire e promuovere la ricerca quale strumento di teorizzazione nei diversi campi di applicazione della filosofia analogica come nuova filosofia di vita e fondamento di tutte le discipline analogiche.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »