Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘fucsia nissoli fitzgerald’

Parlamento italiano: Ratifica accordi internazionali

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 aprile 2019

L’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, eletta nella Circoscrizione estera – Ripartizione Nord e Centro America, è intervenuta a nome di Forza Italia, nell’Aula di Montecitorio, per dichiarare il voto favorevole del suo Gruppo parlamentare alla ratifica di tre importanti Accordi internazionali. In particolare, l’on. Nissoli è intervenuta sulle ratifiche concernenti l’Accordo con il Niger, fatto a Roma nel 2017, e con il Libano, fatto a Beirut nel 2016, intese particolarmente decisive in considerazione della necessità di consolidare i nostri rapporti mediante specifiche intese, nell’ottica di una rinnovata evoluzione della nostra politica estera, con paesi che stanno diventando sempre più strategici per gli interessi italiani.
Inoltre, la deputata eletta in Nord e Centro America è intervenuta sulla ratifica della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive, fatta Magglingen nel 2014. Tale Convenzione consente di contrastare, con strumenti omogenei in tutta Europa e con misure non solo sanzionatorie, le attività criminali in ambito sportivo, per fermare i flussi finanziari tra gli operatori di scommesse illegali e i consumatori, intervenire fin dall’inizio per bloccare i fenomeni corruttivi, le agevolazioni e i contributi in favore di coloro che si sono resi responsabili di reati connessi alle manipolazioni sportive.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’On. Nissoli (FI) in Texas

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 dicembre 2018

L’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald (FI) in visita in Texas (USA) con la delegazione guidata dal Vice Governatore della Lombardia, dott. Fabrizio Sala, per parlare con le Istituzioni locali americane di internazionalizzazione, cooperazione universitaria e start up, nell’ottica di rafforzare i rapporti commerciali, economici e culturali tra la Lombardia ed il Texas.Positivo l’incontro con il Segretario di Stato del Texas, Rolando Pablos, di origini bresciane. Ha partecipato all’incontro anche il Console Generale d’Italia a Houston, Federico Ciattaglia.La visita della delegazione lombarda con la partecipazione della parlamentare eletta in USA di origine lombarda, on. Nissoli, si inserisce in un contesto di rapporti economici molto positivo con un interscambio Lombardia Usa che ha superato i 12 miliardi di euro, con una crescita netta nel 2017 del + 12,1%. L’on. Nissoli, a tal proposito, intende lavorare per “contribuire a intensificare le collaborazioni tra queste due aree tecnologicamente molto avanzate degli USA e dell’Italia” ed a tal proposito si è detta disponibile “a impegnarsi per favorire tutte le sinergie possibili con la realtà americana al fine di valorizzare i talenti dei tanti giovani lombardi che, oggi, sono tornati ad emigrare in maniera considerevole tanto che, secondo il “Rapporto Italiani nel mondo”, dalla Lombardia, nell’ultimo anno, si registrano ben 21980 partenze”.“Non possiamo lasciare da soli i tanti giovani che cercano una realizzazione professionale all’estero, di cui molti in Nord America – ha detto l’on. Nissoli – pertanto dobbiamo costruire le premesse per una nuova mobilità circolare e non diretta solo verso l’estero. Dobbiamo lavorare per creare le condizioni di un ritorno in patria chesappia valorizzare le competenze acquisite anche all’estero”.“Infine – ha concluso l’on. Nissoli – un grazie particolare al Segretario Generale della “Italy-America Chamber of Commerce of Texas”, Alessia Paolicchi, per aver organizzato con alta professionalità il programma della visita”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Perché i parlamentari italiani neo eletti non giurano sulla Costituzione?

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 agosto 2018

E’ una riflessione che ci giunge dall’On Fucsia Nissoli Fitzgerald Deputata al Parlamento Italiano Circoscrizione Estero – Ripartizione Nord e Centro America e che facciamo nostra: “La notizia riportata da Enrico Mentana e da altri giornali italiani, della candidatura al Parlamento Federale brasiliano dell’On. Fausto Guilherme Longo recentemente eletto alla carica di deputato italiano per la Circoscrizione Sud America (America meridionale), mi da lo spunto per fare alcune riflessioni sulla attuale figura del Parlamentare italiano, ancor più per rivalutare la figura di noi Parlamentari eletti all’Estero su cui tante ombre e critiche già pesano e che casi come questo danneggiano ancor più pesantemente! Non so se sapete che per i deputati italiani NON è previsto alcun Giuramento di fedeltà alla Costituzione della Repubblica italiana al momento dell’assunzione delle proprie funzioni! In realtà i padri costituenti si erano posti il problema del giuramento dei parlamentari e se ne può trovare traccia nei lavori della Sottocommissione della Commissione per la Costituzione durante la discussione sull’organizzazione costituente dello Stato, presieduta dal Presidente Terracini del 19/09/1946. Infatti, si proponeva di inserire nel testo costituzionale il seguente emendamento: “ Al momento di assumere l’esercizio delle loro funzioni i deputati presteranno giuramento di fedeltà alla Costituzione Repubblicana e di coscienzioso adempimento ai propri doveri”.
Se non che, la successiva Assemblea Costituente nelle sedute del 23/09, e 24/10 del 1947 respinse l’obbligo dei membri del Parlamento di prestare giuramento di fedeltà alla Costituzione prima di essere ammessi all’esercizio delle loro funzioni con la formula “ I deputati, per il solo fatto dell’elezione, entrano con la proclamazione inmediatamente nel pieno esercizio delle loro funzioni. Tale immissione non è più subordinata alla condizione del giuramento”.
Quindi siamo arrivati alla formulazione finale in cui prestano giuramento di fedeltà alla Costituzione ed alle leggi della Repubblica, prima di assumere le loro funzioni, solo il Capo dello Stato, i membri del Governo, i Presidenti delle Deputazioni regionali, i magistrati, le forze armate e quelle assimilate. Risulta abbastanza anomalo che i parlamentari italiani godano, secondo l`art. 68 della Costituzione italiana, dell`Immunità Parlamentare senza dover sottostare a nessun Giuramento, Codice o Regolamento Deontologico/ Morale in qualità di Funzionari pubblici e per il contrario NON sono controllati nelle loro funzioni e comportamenti da nessuna “Commissione disciplinare o di controllo”!Questi aspetti si ripresentano, oggi, con forza di fronte al comportamento dell’On. Longo che si candida al Parlamento di un altro Paese. Di fronte a questo viene spontaneo chiedersi: a chi deve la sua fedeltà in quanto deputato italiano?
E generalmente, a chi dobbiamo la nostra fedeltà e lealta’ noi deputati italiani?
Credo che di fronte a questo scenario sia opportuno tornare all’idea originaria dei padri costituenti e cioè prevedere la formula del Giuramento per tutti i deputati italiani che, come espressione del suffragio universale, dovremmo giurare con una formula vicina a questa : “Giuro fedeltà e lealtà al Popolo italiano che mi ha eletto ed alla Repubblica italiana. Giuro di difendere i diritti dei cittadini italiani che rappresento nel rispetto della Costituzione italiana che è la mia guida”.Un richiamo forte, per noi Parlamentari, con cui confrontarci ogni giorno! Un monito a servire il Paese con lealtà, dedizione e onore!Inoltre, tale richiamo sarebbe ancora più solenne se il giuramento fosse seguito dall’Inno nazionale come già ho chiesto, mesi fa, in una mia lettera al Presidente Fico, che aspetta ancora una risposta!
Spero che si affermi la sensibilità istituzionale necessaria per apportare queste modifiche almeno a livello di regolamento parlamentare e dare un segno chiaro ai cittadini di dedizione al bene comune superiore ad ogni interesse di parte! Fedeli alla Patria, leali e rispettosi verso i cittadini!

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il parlamento va in vacanza: Un saluto da Fucsia Nissoli Fitzgerald

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

E’ la Deputata al Parlamento Italiano eletta nella Circoscrizione Estero – Ripartizione Nord e Centro America. Ella, rivolgendosi agli elettori scrive: “Con l’inoltrarsi dell’estate, il Parlamento ha fermato i lavori per riprenderli agli inizi di settembre.Siamo usciti da una campagna elettorale che ha avuto strascichi fino alla formazione del Governo che è stata molto difficile.Questo ha portato ad una inattività del Parlamento per mancanza dell’interlocutore di Governo e quindi anche ad una impossibilita’ di procedere a portare avanti i temi che ci stanno a cuore.Siamo arrivati ad agosto ed il Governo ha voluto approvare di fretta alcuni provvedimenti che invece andavano approfonditi e condivisi tra le forze politiche.In questo periodo non ho mai smesso di seguire le questioni importanti per gli italiani all’estero anche sollecitando, con gli strumenti parlamentari che ho a disposizione, il Governo e la Pubblica Amministrazione a risolvere le problematiche che di volta in volta si sono presentate.
A settembre, alla ripresa dei lavori parlamentari, ci aspettano molte sfide a cominciare dalla battaglia per assicurare risorse adeguate per gli italiani all’estero nella legge di stabilità e di bilancio. Qui vedremo se questo Governo sarà aperto o meno alle richieste che vengono dalla Comunità italiana nel mondo e che da troppo tempo non trovano risposte adeguate.Nel frattempo, passerò le vacanze tra la famiglia negli Stati Unite e le Comunità italiane della mia ripartizione elettorale all’insegna della riscoperta delle radici e dell’italianità e auguro a tutti voi un Buon Ferragosto e un sereno riposo estivo”. (n.r. L’abbiamo conosciuta al lavoro da più di una legislatura e la stimiamo per il costante impegno riversato nel suo ruolo di ambasciatrice degli italiani all’estero. Oggi costoro possono dire che la patria non li ha lasciati al loro destino ma facendoli vivere e valere all’interno delle istituzioni più rappresentative per la vita democratica di un Paese. Grazie on.le Nissoli.)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Fucsia Nissoli Fitzgerald: La mia intervista sul Corriere Canadese

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

Fucsia Nissoli FitzgeraldTORONTO – «Il partito in cui sono stata eletta, Scelta Civica, si è dissolto. In queste condizioni è praticamente impossibile riuscire a lavorare per gli italiani all’estero». Angela Rosaria detta Fucsia Nissoli Fitzgerald è appena passata a Forza Italia dopo quasi quattro anni nel gruppo Democrazia Solidale-Centro Democratico di Lorenzo Dellai e Bruno Tabacci. Una scelta, quella di Nissoli, apparsa ai più improvvisa, visto che solo il 12 aprile scorso veniva annunciato il suo ingresso nel movimento politico nordamericano Insieme per gli italiani, ma che la deputata difende con forza.
«La mia non è stata una scelta improvvisa – dice al Corriere Canadese la deputata appena tornata a Roma dopo essere stata presente in tutte le quattro tappe del viaggio in Canada del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – è stata una scelta meditata. Mi sono confrontata con molte persone sul territorio, con persone che ho conosciuto durante il mio percorso e con persone che mi avevano votato. A loro ho chiesto: “Mi ricandido con un altro partito o mollo tutto?”. Il supporto della gente mi ha portata dove sono oggi».
A dare il via a tutto, racconta Nissoli, è stato un incontro avvenuto a gennaio col presidente Silvio Berlusconi, «col quale mi sono intrattenuta a parlare delle problematiche degli italiani all’estero». «Ho trovato Berlusconi molto sensibile all’argomento – spiega – e lui stesso mostrando entusiasmo per le politiche dell’emigrazione mi ha detto: “Lei se lo ricorda che quando io ero al governo gli italiani all’estero non pagavano l’Imu sulla prima casa?”. Dopo questo incontro mi sono chiesta se fosse stato giusto continuare il mio impegno a livello politico oppure abbandonare l’attività visto che il mio gruppo parlamentare si sta dissolvendo». «In questi mesi ho valutato cosa fare – continua – e la mia è stata una scelta meditata, dalla parte degli italiani all’estero. Infatti, ho trovato nelle politiche che il presidente Berlusconi mi ha prospettato quella necessaria e saggia moderazione che già era presente nelle politiche che con la lista Monti avevamo prospettato agli elettori del Nord e Centro America».
Non sono però mancate le critiche per la scelta della deputata nata a Treviglio. «Qualcuno ha scritto che sono andata in Forza Italia per mantenere la poltrona – ammette Nissoli – e voglio dire che questa è una bella bugia». Resta però il fatto che solo pochi mesi fa la deputata aveva annunciato la sua adesione al movimento “Insieme per gli italiani” di cui, scriveva in una nota inviata dal suo addetto stampa, “condivido i principi, il progetto ed il programma portati avanti da persone di qualità, che amano profondamente l’Italia e vogliono servire gli italiani all’estero oltre gli schemi e le divisioni partitiche”.
«Ho buonissimi rapporti con Carmelo Cicala (presidente del movimento, ndr) – spiega Nissoli – è un movimento che lavora per gli italiani all’estero e condivido il loro percorso. Piuttosto voglio dire che chi mi accusa di voler mantener la poltrona è veramente una persona di basso livello. Prima di tutto perché non ho bisogno e poi perché ho sempre visto la politica come un servizio per la comunità e chi mi conosce lo sa».
Qualcuno ipotizza che questo potrebbe essere il prima passo di una futura intesa elettorale in Nord America tra Forza Italia e movimenti come Insieme per gli italiani e magari anche il Maie di Riccardo Merlo. Nissoli però evita di prendere posizione. «Sono cose che verranno valutate con l’avvicinarsi delle elezioni politiche – dice – Io adesso sono iscritta a Forza Italia, tutto il resto si valuterà strada facendo». Intanto, spiega, «ho avviato un confronto serio col presidente Berlusconi discutendo con chiarezza i punti su cui occorre agire con forza, convinzione e coesione politica. Cittadinanza, mobilità dei giovani e parità fiscale sono i tre punti essenziali del mio programma politico e dalla scorsa settimana sono diventati tre punti essenziali anche nel programma di Forza Italia». «Sono convinta di aver fatto una scelta buona per gli italiani all’estero e questo mi dà anche la forza per continuare a lavorare – conclude Nissoli – In questi giorni in cui sono stata in Canada ho parlato con tante persone e la maggior parte delle persone che ho incontrato hanno appoggiato la mia decisione. Io mi sto impegnando molto per il bene della comunità e spero che Forza Italia mi dia questa possibilità».

Posted in Politica/Politics, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Schema di decreto legislativo recante disciplina della scuola italiana all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 marzo 2017

nissoliIntervento dell’on.le Fucsia Nissoli Fitzgerald: “ho espresso alcune perplessità, perché tale provvedimento, più che riformare una legge ormai obsoleta, cioè la 153 del 1971, realizza più o meno una manutenzione ed un aggiornamento delle norme esistenti trattando più gli aspetti sindacali che le questioni di struttura.Pensavo che sarebbe stato importante creare una cabina di regia ma nel decreto questo non c’è, spero che venga inserito nelle osservazioni della Commissione esteri.
Una cabina di regia che serve a coordinare tutti gli interventi di promozione linguistica e scolastica all’estero in modo che siano più rispondenti alle esigenze degli italiani all’estero e di quelli che amano la lingua italiana e la vogliono imparare.
Una cabina di regia dove siano rappresentati i Ministeri interessati, con il contributo anche delle forze sociali e dei tanti organismi associativi e rappresentativi di milioni di nostri connazionali che vivono all’estero.Ritengo che nel decreto in questione ci dovrebbe essere un esplicito riferimento alla formazione linguistica degli italiani all’estero che devono essere i primi destinatari dell’insegnamento dell’italiano nel mondo, mentre qui non vi è distinzione tra italiani all’estero e stranieri.Inoltre, bisogna fare una riflessione approfondita sul ruolo degli enti gestori, per rafforzarne il loro ruolo nel quadro della promozione della nostra lingua nel mondo, accanto al lavoro svolto dagli Istituti di cultura.Spero che queste indicazioni vengano recepite nel parere definitivo che sarà dato dalla Commissione esteri, la prossima settimana.”

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nissoli: Bene Decreto scuola all’estero ma si può migliorare

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 marzo 2017

nissoli-onorevole“Nel mio intervento sullo Schema di decreto legislativo recante disciplina della scuola italiana all’estero (Atto N. 383), ho espresso alcune perplessità, perché tale provvedimento, più che riformare una legge ormai obsoleta, cioè la 153 del 1971, realizza più o meno una manutenzione ed un aggiornamento delle norme esistenti trattando più gli aspetti sindacali che le questioni di struttura”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli FitzGerald (Circoscrizione estera – Rip. Nord e Centro America) in seguito all’esame da parte delle Commissioni congiunte esteri e cultura del decreto sulla scuola all’estero collegato con la legge sulla buona scuola.“Infatti – continua Nissoli – pensavo che sarebbe stato importante creare una cabina di regia ma nel decreto questo non c’è ma spero che venga inserito nelle osservazioni della Commissione esteri. Una cabina di regia che serve a coordinare tutti gli interventi di promozione linguistica e scolastica all’estero in modo che siano più rispondenti alle esigenze degli italiani all’estero e di quelli che amano la lingua italiana e la vogliono imparare. Una cabina di regia dove siano rappresentati i Ministeri interessati, con il contributo anche delle forze sociali e dei tanti organismi associativi e rappresentativi di milioni di nostri connazionali che vivono all’estero”.“Ritengo – ha detto l’on. Nissoli – che nel decreto in questione ci dovrebbe essere un esplicito riferimento alla formazione linguistica degli italiani all’estero che devono essere i primi destinatari dell’insegnamento dell’italiano nel mondo, mentre qui non vi è distinzione tra italiani all’estero e stranieri”.Inoltre, l’on. Nissoli ha sottolineato “che bisogna fare una riflessione approfondita sul ruolo degli enti gestori, per rafforzarne il loro ruolo nel quadro della promozione della nostra lingua nel mondo, accanto al lavoro svolto dagli Istituti di cultura”.“Spero – ha concluso l’on. Nissoli – che queste indicazioni rientreranno nel parere definitivo che sarà dato dalla Commissione esteri, la prossima settimana”. (foto: nissoli)

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordi internazionali: Intervento dell’on. Fucsia Nissoli FitzGerald

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 gennaio 2017

fucsia-nissoli-fitzgeraldL’on. Fucsia Nissoli FitzGerald (DS-CD) è intervenuta nell’Aula di Montecitorio, a nome del suo Gruppo parlamentare, per dichiarazioni di voto su 3 leggi di ratifica di altrettanti importanti accordi internazionali. Tali dichiarazioni sono state tutte favorevoli alla ratifica.
In particolare, si tratta della ratifica dell’Accordo di cooperazione nel settore della difesa tra il Governo della Repubblica italiana e l’Esecutivo della Repubblica dell’Angola, della ratifica dell’Accordo sulla cooperazione e mutua assistenza amministrativa in materia doganale tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica socialista del Vietnam e della ratifica del Protocollo al Trattato del Nord Atlantico sull’adesione del Montenegro. Quest’ultimo, come ha detto l’on. Nissoli, è “strategico per la gestione della sicurezza in Europa” ma allo stesso tempo non deve rappresentare un gesto ostile verso la Russia. Infatti, l’on. Nissoli ha ricordato: “ allo stesso tempo, ritengo opportuno un dialogo franco con la Federazione Russa tesa a dimostrare la non ostilità di tale operazione”. (foto: Fucsia Nissoli FitzGerald)

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’on. Nissoli al 31° Anniversario della Federazione Laziale dell`Ontario

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

L’on. Fucsia Nissoli FitzGerald è intervenuta alla conferenza organizzata dalla Federazione Laziale dell`Ontario. Durante la Conferenza, coordinata dal Cav. Tony Porretta e dal Dott. Vittorio Coco, oltre all’on. Nissoli, sono intervenuti il Presidente Marino Moscone, l’europarlamentare Lorenzo Cesa, il sindaco di Pontinia, Dr. Carlo Medici, l’avv. Felice Rocca, il dott. Minotti Mazzuca, la dott.ssa Claudia Machiella, l’avv. Carlo Consiglio ,Fucsia FitzGerald Nissoli l’avv. Luigi Sarpi, che ha presentato la mostra pittorica sui paesaggi laziali, ed il Dr. Pietro Vitelli che ha presentato il suo libro dal titolo “Fiorina”. In particolare, l’on. Nissoli ha ricordato che “la Federazione Laziale dell`Ontario festeggia, quest’anno, i suoi 31 anni di attività. Una presenza costante che si è articolata nel tempo anche con opportuni adeguamenti statutari fino ad arrivare ad oggi, raccogliendo sotto una sola sigla l’associazionismo laziale che opera in Ontario”.La deputata, eletta in Nord e Centro America, ha sottolineato che l’impegno sociale della Federazione è “un impegno importante che trova il suo momento culmine in questa tre giorni dove si uniscono storia, enogastronomia e i riconoscimenti a 4 illustri laziali oltre che la borsa di studio “for Humanity” intitolata a Leopolda Restaini. Tutti aspetti che esprimono il nostro patrimonio culturale che trova origine in un’area centrale nella storia dell’umanità. Un impegno che si realizza anche nella solidarietà alla città di Amatrice colpita dal sisma”. “Sono orgogliosa di essere qui con voi – ha proseguito l’on. Nissoli – e sperimentare di persona quanto l’associazionismo sia importante per aiutare a mantenere vivo il legame con la madrepatria e che vanno trasmessi anche ai giovani laziali che vivono all’estero. Infatti, oltre ai giovani italiani che sono nati in terra canadese non possiamo dimenticare quei giovani che vanno via dall’Italia in cerca di realizzare i propri desideri di vita conformemente a quanto hanno appreso duranti gli studi e che purtroppo non sempre è possibile concretizzare sul territorio italiano. L’Associazionismo, di cui voi siete nobile espressione, può essere il luogo deputato ad accoglierli ed integrare le nuove e le vecchie generazioni, uniti dall’amore per la l’Italia e dalla voglia di continuare a mantenere vivo quel patrimonio culturale ricco di umanità che ci contraddistingue e che si esprime, in primis, attraverso la lingua di Dante”.Infine, la parlamentare eletta all’estero rivolgendosi a tutti i membri della Federazione ha detto: “Voglio ringraziarvi di vero cuore per quello che fate, con dedizione, capacità e passione per i nostri connazionali e per i laziali che vivono in Ontario in particolare, fornendo quell’Humus umano in grado di far esprimere i sentimenti sociali di ciascuno e sentirsi a casa pur essendo coscienti di essere parte integrante di una terra di accoglienza che va lo stesso amata e rispettata.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Usa 2016: un incontro per conoscere Donald Trump

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2016

Donald Trumpdi Fucsia Nissoli Fitzgerald. Si è svolto il 15 giugno scorso, nella Sala stampa della Camera dei Deputati, l’incontro che ho promosso per presentare il candidato repubblicano alla Casa Bianca dal titolo:”Trump e le primarie 2016: un incontro con George Lombardi”, al quale farà seguito l’incontro per presentare la candidata democratica, Hillary Clinton.
All’incontro, durante il quale il Questore della Camera, on. Dambruoso, ha portato i saluti della Presidenza sottolineando che “dalla vittoria di Hillary Clinton o Donald Trump discenderanno conseguenze fisiologiche e naturali anche sull’Italia e sull’Europa”, è intervenuto l’amico e sostenitore di Trump, George G. Lombardi, fondatore dell’associazione “Citizens for Trump, e Lucio Martino del Guarini Institute della John Cabot University. Nella mia introduzione ho rilevato che l’appuntamento elettorale per le presidenziali americane è di particolare rilevanza in un mondo che è in continuo cambiamento, dove gli Stati Uniti giocano un ruolo decisivo nel definire gli equilibri sia generali che regionali. Ma la scelta passa attraverso una lunga campagna di primarie, effettivamente aperte il 1° febbraio scorso, che hanno già portato alla definizione di un quadro inaspettato, almeno sul versante repubblicano, dove Trump ha sostanzialmente ottenuto la vittoria, forse per molti, fuori dall’America, inaspettata. Ora, a luglio i Repubblicani ed i Democratici con le rispettive Convention indicheranno ufficialmente i loro candidati che si sfideranno testa a testa, negli ultimi 60 giorni. In realtà la campagna elettorale per le presidenziali è cominciata subito dopo le elezioni di “midterm” del novembre 2014 ed ha portato ad una sorpresa: essa è l’incarnazione del sogno americano di fronte alla crisi dei grandi partiti che è arrivata anche in USA. E la risposta è stata Donald Trump! Per questa ragione ho pensato di invitare George Lombardi, persona molto vicina a Trump, per aiutarci a capire il contesto e a guardare a Trump con gli occhi di chi l’ha visto da vicino. Lombardi ci ha descritto un Trump molto legato all’America ed al contesto sociale dove si trova, un Trump che ascolta i suoi operai per capire dove va la società e di conseguenza ha sentito l’esigenza di impegnarsi in prima persona per l’America, in un certo senso richiamando un po’ la figura di Berlusconi. Infatti, Lombardi ha detto che Trump, pur assomigliando al Bossi del momento d’oro della Lega, studia Berlusconi da tempo. Il messaggio di Trump, per Lombardi, non è populista ma popolare, infatti lui ha ricevuto molto consenso tra i blue collars e se vuole porre dei muri lo fa perchè vuole mettere l’America al primo posto e tutelare il lavoro degli americani. Sugli immigrati dice che se essi lavorano senza tutele e senza pagare tasse, mandando a casa quei pochi soldi che guadagnano, meno di quelli di un lavoratore americano, vi sarebbe un impoverimento dell’America con un calo degli acquisti ed il crollo del PIL Usa. Ed allora, sempre per Lombardi, il muro serve a proteggere gli americani ed evitare che vada “ tutto alla malora”.
Quindi, anche per quanto riguarda la politica estera si individua un Donald Trump più attento alle cose interne ed ai costi della partecipazione alle attività internazionali: pronto a verificare l’effettiva utilità per gli americani di azioni o spese sostenute. Posizioni che verificheremo durante la campagna elettorale ma che ci anticipano le possibili mosse dell’ormai candidato repubblicano. A me il compito di ribadire, chiunque sia il vincitore di queste prossime elezioni, che gli italiani d’America fanno parte della storia americana ed hanno dato un contributo insostituibile a costruire la sua economia e la sua democrazia con i valori che ci contraddistinguono.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »