Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘futuro’

Si è chiuso ieri a Roma “Nostalgia di Futuro 2021”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2021

Si è chiusa ieri la 13ma edizione di Nostalgia di Futuro, l’evento annuale organizzato oggi a Roma, in Fieg, per questa edizione con la Media Partnership di Avvenire, da Osservatorio TuttiMedia, unico network europeo che riunisce i media e le aziende attenti alla transizione digitale della comunicazione. Tema di quest’anno il nuovo progetto culturale “NewsMedia4Good”. Di NewsMedia4Good, dopo l’introduzione di Franco Siddi (Presidente TuttiMedia), hanno parlato: Derrick de Kerckhove(Consigliere Scientifico TuttiMedia e Professore Polimi); Paolo Liguori (Mediaset); Paolo Benanti (Teologo e professore Pontificia Università Gregoriana di Roma); Carlo Branzaglia (Coordinatore Scientifico Scuola Postgraduate IED Milano) e Costanza Sciubba Caniglia (Harvard University ed esperta di policy e disinformazione – In collegamento da NY). “L’edizioneNostalgia di Futuro 2021 per noi è particolarmente significativa perché è dedicata al lancio del progetto NewsMedia4Good – ha detto Maria Pia Rossignaud (Vicepresidente TuttiMedia e direttrice MediaDuemila) – percorso culturale che mira ad aggregare quanti, come noi, vogliono sostenere una nuova etica dei media comprensiva della dimensione algoritmica in cui la sostenibilità economica dei media sia considerata priorità, per poi far arrivare la nostra voce anche al G20”. Un successivo panel, con Maria Pia Rossignaud, Luigi Rancilio (Caporedattore e Social Manager di Avvenire), Angelo Mazzetti (Head of Public Policy – Italy, Greece, Malta and Cyprus Facebook), Tommaso Di Noia (Professore Politecnico di Bari) e Pierguido Iezzi(Cybersecurity Director e CEO Swascan), ha guardato all’innovazione del momento: metaverso e comunicazione aumentata.Un esempio è “SelfAR”, applicazione per smartphone scaricabile http://wideverse.com/selfar per esplorare le potenzialità della realtà aumentata portando nuovi contenuti editoriali nel Metaverso. In soli 3 passaggi è possibile creare un’esperienza di realtà aumentata grazie a SelfAR”. Questi i Premi, con le motivazioni, e i premiati di “Nostalgia di Futuro”, edizione 2021: Sezione Innovazione e Giornalismo Premio alla Carriera a Giulio Anselmi (Presidente ANSA). Giornalista, Editore, attento all’innovazione e curiosamente interessato al presente, amico di Giovanni Giovannini ne segue il percorso in qualità di Presidente FIEG e Ansa (lo è tutt’oggi). Una vita passata ad informare. Lo sguardo delle Donne: “Donna è Innovazione”: giornalismo Paola Severini Melograni (Direttrice Angelipress), per i “Dialoghi a Spoleto”, manifestazione di cui è ideatrice e curatrice: appuntamenti al femminile che danno visibilità e spazio a donne investite da grandi responsabilità per ciò che fanno o ciò che rappresentano. Direttrice Responsabile dell’Agenzia Angelipress, è una delle prime giornaliste in Italia esperta in comunicazione sociale. Monica D’Ascenzo (Il Sole 24 Ore), per il progetto multimediale Alley Oop – L’altra metà del Sole, dedicato alla diversity del Sole24ore. Giornalista multimediale ha messo a frutto le sue varie esperienze creando un progetto di successo. Valeria Palermi (La Repubblica), per i progetti “Vota la donna dell’anno” e “le 100 donne che cambiano il mondo”. Da direttrice di D supplemento de la Repubblica con i suoi 300 editoriali ha promosso lo sguardo delle donne nella vita di tutti i giorni. Adesso inviata di Repubblica sui temi di società e costume sicuramente riuscirà ad aiutarci a ricostruire la coesione sociale di cui la società ha bisogno. Elisabetta Soglio (Corriere della Sera), per Corriere Buone Notizie: l’esempio è la prima strada per educare alla civiltà. Civil week, l’iniziativa che dà voce a chi non trova spazio accomuna i nostri DNA perché il nostro progetto Donna è Innovazione si propone di individuare nelle province donne che portano avanti la parità di genere in contesti difficili. Ilaria Solari (Elle), per il progetto Elle Active che rende le donne protagoniste della ripresa. Caterina Meglio (Founder e CEO Materias), per Materias società che fa da ponte fra ricerca scientifica e mercato. In 5 anni la società ha analizzato 1100 idee e il 65% della forza lavoro è donna. Innovazione e sostenibilità Renzo Giovanni Avesani (Chief Innovation Officer del Gruppo Unipol e Amministratore Delegato di Leithà), per il progetto E3CI. Martina Colasante (Government Affairs & Public Policy Manager Google), per la sua collaborazione con la Fondazione Agnelli a sostegno delle scuole nel difficile e istantaneo cambiamento alla Dad causato dal Covid che ci riporta nella città dove ha vissuto Giovanni Giovannini e nella famiglia de La Stampa dove si è svolta tutta la sua carriera da giornalista. Per il suo impegno da volontaria a sostegno della Disability in Google e per il progetto Vivi Internet. Sostenibilità e benessere digitale i suoi valori. Sonia Cocozza (Una delle fondatrici di Green Blue Days), per Green Blue Days, progetto sulla sostenibilità sistemica itinerante per il Sud, nato grazie a 3 donne. Parte dalla centralità della new generation come cittadinanza attiva capace di influenzare, innovare e accelerare il cambiamento. Da voce e sostegno concreto al processo di trasformazione digitale e sviluppo innovativo delle imprese. Un progetto ambizioso sicuramente e insieme ricchissimo di appuntamenti a disposizione delle città del Sud. Stefano Epifani (Presidente del Digital Transformation Institute), per la sua attività nella prima Fondazione riconosciuta di Ricerca in Italia per la sostenibilità digitale. Alessandra Graziosi (Fondazione pontificia Scholas Occurrentes), per la fondazione Scholas a cui è assegnato il compito di educare sull’apertura verso gli altri, sull’ascolto per mettere insieme i pezzi di un mondo frammentato e privo di senso, per iniziare a creare una nuova cultura: la Cultura dell’Incontro. Giorgio Pacifici (Giornalista Rai), per la sua attività di giornalista scientifico e in qualità di consigliere UGIS (Unione Giornalisti Scientifici) e per il suo costante impegno nella divulgazione di scienza e innovazione. Paolo Benanti (Univ. Pontificia Gregoriana), per il suo libro “La grande invenzione. Il linguaggio come tecnologia, dalle pitture rupestri al GPT-3”. Costanza Sciubba Caniglia (Univ. Harvard), per i suoi studi sui media. Alessia Vangi (Startup Contents), per la startup Contents che unisce Intelligenza Artificiale e umana al servizio dell’informazione. Premio dell’anno Innovazione e ComunicazioneLeonardo Panetta (Mediaset), con il suo libro “Recovery Italia. Perché siamo il “malato d’Europa”, spiega perché il nostro Paese è tra i principali beneficiari del Recovery Fund. Con la sua professionalità, ma soprattutto la sua curiosità e la grande passione per il ‘mestiere’ del giornalista, in perfetta sintonia con lo spirito e gli obiettivi di NM4G contribuisce a diffondere una cultura europea, guidando il pubblico nelle complesse e spesso confusive dinamiche della politica e dell’economia dell’Unione, ispirandosi ai saldi principi della responsabilità e della correttezza, in una continua osmosi tra un approccio analogico alla conoscenza e la sua divulgazione digitale. Giovanna Botteri (Giornalista Rai), che ha saputo rispondere pesando le parole agli attacchi ricevuti. Esempio di professionalità, gentilezza e concretezza. Vincenzo Morgante (TV2000), per la sperimentazione di Tg2000, un diverso modello comunicativo e di coinvolgimento transmediale dei telespettatori rivolgendosi in casi specifici ai più giovani e a coloro che non sono il suo tradizionale bacino di utenza. “Giovani costruttori” è il programma che ha dato voce alle idee degli studenti universitari per la ripresa del Paese. Menzioni speciali: Maurizio Mensi (prof. SNA e LUISS), attento analista delle criticità moderne rispetto alla digital transformation nel suo campo. Esperto di cloud piattaforma abilitante per gli strumenti della trasformazione digitale, dall’intelligenza artificiale all’Internet of things. Lello Savonardo (prof. Univ. degli Studi di Napoli Federico II), per il progetto “ADOLESCENTI ALWAYS ON. Social media, web reputation e rischi online” (realizzato con Rosanna Marino) dedicato alla “generazione dei sempre connessi alla Rete” e alle tecnologie digitali; la pubblicazione del testo è connessa al videoclip di“ALWAYS ON” che racconta l’evoluzione delle tecnologie della comunicazione. Eugenio Iorio (prof. Univ. Suor Orsola Benincasa), per la ricerca Infosfera che fotografa le criticità del mondo dei media moderni. Mihaela Gavrila (Univ. Sapienza), co-responsabile scientifico, di seminari di riflessione sull’aggiornamento del concetto di Servizio Pubblico dal titolo “Pallacorda di idee e proposte per la Rai”, intervenendo in particolare su tematiche come Tv e innovazione e Tv qualità e cultura. Premio Donna è Innovazione 2021 – sezione solidarietà: Assegnato a due ragazze afgane, Azada e Mahboba, una medico e una ingegnera, che vogliono restare nel nostro paese e che noi di TuttiMedia sosteniamo. La prima vorrebbe iniziare a lavorare; la sua laurea però non è riconosciuta quindi potrebbe dedicarsi a healthcare management, e prendere un master. La seconda vuole completare gli studi con laurea magistrale in ingegneria, per diventare construction manager.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Pictet Asset Management abbraccia il cambiamento con Destinazione Futuro”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2021

Solo identificando i cambiamenti strutturali del mondo in cui viviamo, della società e dell’economia è possibile cogliere le migliori opportunità di investimento e giungere preparati alla “Destinazione Futuro”. È questo il titolo evocativo del nuovo webshow organizzato da Pictet Asset Management, in programma giovedì 2 dicembre, dalle ore 18:30, e che sarà possibile seguire sul sito di Pictet AM. L’evento mira a sensibilizzare il pubblico sull’importanza di non respingere e anzi abbracciare il cambiamento nella pianificazione dei propri investimenti, attività che non può prescindere da un’ottica di lungo periodo.Tanti sono i fattori destinati ad avere un impatto significativo sulle nostre vite e sulla nostra modalità di concepire gli investimenti. Ci sono cambiamenti in diversi settori – come: tecnologia, ambiente e healthy living – che stanno guidando le grandi transizioni della nostra epoca. È inevitabile chiedersi, infatti, quale ruolo avranno Big Data e Intelligenza Artificiale in un mondo destinato a diventare sempre più digitale. O, ancora, se vivremo parte delle nostre vite nell’universo virtuale del Metaverso. I cambiamenti dettati dalla pandemia hanno inciso sul volto che assumeranno le città del futuro? E, ancora, la medicina, la nutrizione, che direzione stanno prendendo? A queste e molte altre domande Pictet AM proverà a dare risposta in occasione di un evento interattivo e dinamico, in cui il focus saranno i Megatrend, le forze che modellano le nostre vite.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

13esima edizione di “Nostalgia di Futuro”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 novembre 2021

Roma 1° dicembre ore 15:00/17:00 FIEG – via Piemonte, 64. L’evento è organizzato, con la Media Partnership di Avvenire, da Osservatorio TuttiMedia, unico network europeo che riunisce i media e le aziende attente alla transizione digitale della comunicazione. Di NewsMedia4Good, dopo l’introduzione di Franco Siddi (Presidente TuttiMedia), parleranno: Derrick de Kerckhove (Consigliere Scientifico TuttiMedia e professore Polimi); Paolo Benanti (Teologo e professore Pontificia Università Gregoriana di Roma); Carlo Branzaglia (Coordinatore Scientifico Scuola Postgraduate IED Milano) e Costanza Sciubba Caniglia (Harvard University ed esperta di policy e disinformazione). Un successivo panel, con Maria Pia Rossignaud (Vice presidente TuttiMedia e direttrice MediaDuemila), Luigi Rancilio (Caporedattore e Social Manager di Avvenire), Angelo Mazzetti (Head of Public Policy – Italy, Greece, Malta and Cyprus Facebook), Tommaso Di Noia (Professore Politecnico di Bari) e Pierguido Iezzi (Cybersecurity Director e CEO Swascan), guarderà all’innovazione del momento: Metaverso e comunicazione aumentata. “L’edizione Nostalgia di Futuro 2021 per noi è particolarmente significativa perché è dedicata al lancio del progetto NewsMedia4Good – dice Maria Pia Rossignaud (Vicepresidente Osservatorio TuttiMedia e direttrice MediaDuemila) –, percorso culturale che mira ad aggregare quanti, come noi, vogliono sostenere una nuova etica dei media comprensiva della dimensione algoritmica in cui la sostenibilità economica dei media sia considerata priorità, per poi far arrivare la nostra voce anche al G20”. Le conclusioni saranno affidate a Fabrizio Carotti (Direttore generale FIEG), seguite dalla consegna dei Premi “Nostalgia di Futuro” e dalla presentazione del nuovo logo dell’OsservatorioTuttiMedia/MediaDuemila, prodotto grazie alla collaborazione degli studenti del Master in Graphic Design Scuola Postgraduate IED Milano. La giuria – composta dai membri del Consiglio TuttiMedia: Franco Siddi (Presidente) – Derrick de Kerckhove (Consigliere Scientifico) – Enrico Bellini (Google) – Angelo Mazzetti (Facebook) – Fabrizio Carotti (FIEG) – Marina Ceravolo (Rai Pubblicità) – Roberto Ferrari (Eni) – Raffaele Lorusso (FNSI) – Maria Eleanora Lucchin (Mediaset) – Raffaele Pastore (UPA) – ha scelto quest’anno di dedicare la maggior parte degli Awards a personaggi del mondo editoriale per aggregare contributors di rilievo a supporto del percorso culturale di NewsMedia4Good, e anche per ricordare Giovanni Giovannini (storico presidente della Fieg) per la sua lungimiranza e curiosità per la trasformazione che all’epoca si delineava nel mondo editoriale. L’evento sarà anche trasmesso in diretta streaming dal sito di Media Duemila: http://www.media2000.it

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C’è un futuro per le banche tradizionali?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2021

La risposta nel libro di Angelo Deiana e Roberta Caselli “Fintegration. La trasformazione digitale del sistema bancario” Stiamo vivendo un periodo complesso per il sistema bancario e finanziario: erosione del margine finanziario, rimodulazione del margine da servizi, necessità di investimenti tecnologici straordinari per stare al passo dei processi espansivi di Fintech e Big Tech. A tutto ciò, si è aggiunta l’instabilità economica generata dalla pandemia da Covid19 e dalle conseguenti massicce immmisioni di liquidità delle grandi banche centrali nel sistema economico. Denaro facile a tassi negativi o, se va bene, a zero. In sintesi, l’unica certezza è che non ci sono certezze. Viviamo in un mondo nuovo: Marx aveva predetto che quando i tassi sarebbero scesi a zero il capitalismo sarebbe morto. Ora i tassi sono negativi, il capitalismo non è morto ma il problema è lo stesso per tutti: dove trovare un mix virtuoso fra rischio e rendimento che offra un orizzonte di valore per clienti e azionisti? Altrimenti la redditività del capitale diventerà un’araba fenice per molti player, e questo potrebbe determinare la fine del sistema bancario. Almeno di quello che abbiamo conosciuto finora.Ecco perché, se il capitalismo del passato non offre più rendimenti perché sono mutati i parametri strategici di contesto, è necessario provare ad immaginare qualcosa di nuovo. D’altra parte, anche a causa della pandemia, la data driven economy e la digitalizzazione sono in forte accelerazione e i nuovi player, Fintech o Big Tech, gestiscono masse straordinarie di dati che si vanno ad incrociare con persone e comportamenti, creando una nuova domanda di servizi nel sistema finanziario che non si sottrae, ma si aggiunge a quella già esistente. Per questo motivo, gli scenari evolutivi sono diversi: la scomparsa delle banche tradizionali più piccole; un periodo di fusioni e acquisizioni fra soggetti di medio-grandi dimensioni; lo sviluppo di hybrid/challenger banks con prodotti/servizi innovativi; partnership tra banche, Fintech e Big Tech: la Fintegration. Una trasformazione che sta lavorando ai fianchi delle banche grandi le quali, comunque, avranno il potere di assorbire (comprandole) parte delle Fintech e delle digital banks. E investe, invece, in maniera significativa le banche medio-piccole che hanno solo due possibili vie di uscita: iper-territorializzarsi in enclave quasi chiuse di relazioni simil/pseudo familiari; eliminare quasi completamente i rischi del credito, affidando la funzione (e il relativo back-office) a partner esterni specializzati in termini di efficacia ed efficienza. Altre strade sono difficili in un mondo a rete che si sta “amazonificando”, e che vede il minor tempo di servizio come fattore di scelta strategica della clientela. Ecco allora il dilemma del battleground bancario sulla sfida della redditività prossima ventura: andare verso il digitale e sfidare il mondo nuovo Fintech a ricavi altrettanto digitali, oppure gestire l’attuale (ma effimero) vantaggio competitivo del database di clienti del sistema tradizionale? Oppure, ancora, “fintegrarsi”? Non sarà un processo facile per le complesse strutture organizzative delle banche tradizionali. I vincoli posti dalle infrastrutture tecnologiche esistenti e dalla cultura focalizzata sul prodotto stanno facendo emergere una lentezza evolutiva che renderà il riposizionamento competitivo sul sistema digitale particolarmente faticoso. Si tratta di metabolizzare un paradigma nuovo: la “digital/platform economy” è un sistema in cui il problema non è quello di una mera digitalizzazione dei sistemi produttivi e distributivi, ma una transizione phygital verso un modello consulenziale comportamentale dove la tecnologia è il braccio, i soft skills la mente, e i dati il vantaggio competitivo.Ecco perché l’unico possibile salto in avanti strategico non può che essere la Fintegration, l’integrazione a tappeto di tecnologie emergenti (cloud, blockchain, intelligenza artificiale, robo-advisory) come fattori abilitanti nel percorso di trasformazione verso il phygital. Ma la domanda successiva è: in questo scenario, chi governa veramente il mondo finanziario se equity, bond e ETF sono gestiti da algoritmi informati e allenati dall’incrocio tra dati comportamentali e reddituali del sistema? Quali sono i meccanismi di “disaster recovery” se si dovessero verificare una serie di “flash crash” prodotti da ondate di vendite o acquisti basati su fake news o attacchi cibernetici provenienti, anche involontariamente, dal sistema social? Ecco perché bisogna essere veramente pragmatici. La sintesi è una sola: per il sistema bancario l’orizzonte è incerto ma la strada da percorrere è tracciata. Evolversi e “fintegrarsi” per non estinguersi. Altrimenti sarà la fine.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Monte dei pegni: Un anticipo dal futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2021

Collana La nave di Teseo O, pp. 224, 16 euro Prefazione di Luca Ricolfi, a cura di Elena Loewenthal Il Monte di Pietà si racconta: storie straordinarie di persone e oggetti ordinari. Come funziona oggi il Monte di Pietà e chi lo frequenta? Il Monte dei Pegni sta rinascendo come uno strumento finanziario innovativo, anche se esiste da prima della prima banca: si prendono per lo più gioielli, orologi e oggetti di valore accumulati in casa, a volte inutili e desueti, che vengono trasformati in denaro per il periodo desiderato, per dare forma a nuovi desideri e progetti o semplicemente per mantenere il proprio standard di vita e gli agi a cui oggi siamo abituati. Così allo sportello del pegno arriva uno spaccato della nostra società, la stessa clientela che possiamo trovare alle poste, al ristorante, dal parrucchiere o in una casa d’aste, con le dieci storie che vi raccontiamo. Dalla madre di famiglia che per pagare l’università alla figlia impegna i propri gioielli, all’imprenditore che ha bisogno di liquidità per un investimento da sostenere nel mezzo della pandemia; dalle sorelle che vogliono dividere l’eredità dei gioielli familiari, al giovane cantante che per inseguire il suo sogno impegna i gioielli della nonna, facendo la stessa cosa che fece la regina Isabella di Spagna quando mise in pegno alcuni dei suoi gioielli per finanziare la missione di Cristoforo Colombo alla scoperta delle Americhe … una raccolta di storie di vita quotidiana, quelle di un oggetto, di un vicino di casa e di noi stessi…

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra della LILT “Nel Futuro da 100 anni”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 novembre 2021

Roma fino al 29 novembre in Piazza dei Cinquecento di fronte alla Stazione Termini. Un racconto per immagini che ripercorre la lunga storia della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori ), tutti i suoi protagonisti, i riconoscimenti, la sua forte rete sul territorio e il costante impegno per sconfiggere il cancro. Nel corso della cerimonia inaugurale, sarà il Presidente Nazionale della LILT Francesco Schittulli, ad avviare il totem countdown, che scandirà il tempo fino allo scoccare del 25 febbraio .“Questi cento anni sono motivo di grande orgoglio per noi, ma non rappresentano certo un punto di arrivo” ha detto Schittulli “ancora molto c’è da fare per vincere il cancro: i numeri di oggi, cresciuti ulteriormente a causa della pandemia Covid, devono metterci in allerta e ci sfidano a fare ancora di più. La prevenzione va garantita a tutti in maniera equa, dobbiamo ampliare la platea degli screening e continuare a diffondere l’importanza dei corretti stili di vita. Come LILT continueremo a lavorare perché il cancro possa divenire una malattia cronica e con la nostra rete di associazioni provinciali, ambulatori, punti di prevenzione e volontari su tutto il territorio nazionale saremo sempre quotidianamente al fianco di malati, caregiver, famigliari e cittadini”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Conferenza sul futuro dell’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 novembre 2021

200 cittadini europei selezionati in maniera casuale, espressione di componenti diverse della società e provenienti da tutti i paesi dell’Unione, si sono riuniti virtualmente per la seconda volta il 5 e 7 novembre. Continueranno le discussioni della prima sessione riguardo al rafforzamento dell’economia, della giustizia sociale, dell’occupazione, dell’istruzione, della gioventù, della cultura e dello sport nonché della trasformazione digitale. I lavori proseguiranno per formulare raccomandazioni concrete in ciascuno dei cinque assi identificati: “Lavorare in Europa”, “Un’economia per il futuro”, “Una società giusta”, “Apprendere in Europa” e “Una trasformazione digitale etica e sicura”. Le discussioni riguarderanno, ad esempio, il futuro dell’economia e del lavoro in Europa, in particolare dopo la pandemia di COVID-19, i pari diritti e l’equità, l’istruzione digitale e la cibersicurezza, e altri temi. Le raccomandazioni saranno finalizzate e approvate in occasione del terzo ed ultimo ciclo di deliberazione che si terrà in dicembre a Dublino.Le seconde sessioni degli altri tre panel europei di cittadini si terranno ugualmente online nel corso di questo mese.I panel europei di cittadini sono uno degli elementi principali della Conferenza sul futuro dell’Europa. Conferiscono ai cittadini europei un ruolo centrale nel definire il futuro che auspicano per l’UE e permettono loro di presentare le proprie idee e discuterle con responsabili politici di tutta l’Unione.Il 23 ottobre scorso 80 rappresentanti dei panel europei di cittadini, di cui almeno un terzo giovani di meno di 25 anni, hanno partecipato ad una seduta plenaria nel corso della quale hanno presentato i risultati delle discussioni tenutesi finora e ne hanno dibattuto con gli altri partecipanti, tra cui responsabili politici nazionali, deputati e commissari europei. Venerdì e domenica pomeriggio sarà possibile seguire in diretta le sedute plenarie delle deliberazioni dei cittadini. Tutti i cittadini europei possono avere voce in capitolo riguardo la maniera di definire il nostro futuro comune esprimendosi sulla piattaforma digitale multilingue, che ad oggi ha raccolto oltre 8 600 idee da oltre 31 000 partecipanti.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ds group investe nella sanità del futuro

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2021

Il settore sanitario e in particolare quello farmaceutico stanno diventando sempre più digitali: è questa la tendenza che emerge dagli ultimi dati dedicati alla digital transformation. DS Group, azienda impegnata da 30 anni in soluzioni di digital evolution su misura, con la sua innovativa piattaforma Distance Touch incentiva questo nuovo trend.Dopo la pandemia, infatti, in tutto il mondo si è assistito a un’accelerazione nell’uso di soluzioni digitali come strumenti di informazione farmaceutica. Non solo, sembra che difficilmente si tornerà indietro: la tecnologia è diventata un cardine dell’intera comunicazione del comparto che si è perfettamente integrata con le modalità utilizzate precedentemente. Lo conferma anche uno studio condotto nei primi mesi del 2021 da Global Data, società di analisi di dati londinese. Il 75% degli intervistati totali pensa, infatti, che l’interazione virtuale nel mondo farmaceutico rimarrà anche dopo la fine della pandemia, sia come una modalità di interazione a sé stante, sia come strumento utilizzato al fianco del classico rapporto face to face.Le nuove tecnologie e le innovazioni presentano una serie di opportunità per migliorare e trasformare l’industria farmaceutica e soddisfare le future esigenze sanitarie. Distance Touch, la piattaforma di DS Group, offre un’esperienza perfettamente ibrida tra fisico e digitale andando incontro alle figure professionali interne alle aziende farmaceutiche (ISF, agenti OTC, ecc.) e, al tempo stesso, a quelle esterne (medici, specialisti, farmacisti) coinvolte nelle attività di informazione farmaceutica e sempre più attratte dalle potenzialità di relazionarsi in modalità remota.Distance Touch rispecchia perfettamente i trend del settore, offrendo agli utenti la possibilità di provare una total experience personalizzata come se fossero in presenza. L’obiettivo della piattaforma non è quello di annullare le “visite fisiche”, ma di affiancarle con “visite a distanza” permettendo di mantenere continuità informativa e relazionale tra le persone dell’azienda e i loro interlocutori esterni.“Sanità e settore farmaceutico in particolare sono già fortemente digitalizzati – commenta Romeo Quartiero, fondatore e CEO di DS Group –. Questo trend era già presente prima della pandemia, ma con il Covid19 ha avuto un grosso balzo in avanti. Distance Touch è uno strumento che rappresenta per il mondo dell’informazione farmaceutica un inedito canale che aiuta tutta la filiera del pharma ad essere più efficiente senza tuttavia tralasciare il contatto umano che rimane fondamentale in questo campo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Relazioni: il futuro non è scritto

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2021

Esce il 27 ottobre il secondo numero di Relazioni. E’ il nuovo progetto editoriale di Luca Sossella editore. Un laboratorio che si propone di diventare strumento d’azione e di ricerca, ispirato da una domanda urgente: come coinvolgere i decisori – gli attori pubblici e privati che determinano scelte politiche – e indirizzare prima che sia troppo tardi i processi che determinano la disuguaglianza, la catastrofe ambientale, la radicalizzazione delle spinte regressive che stanno lacerando il nostro tessuto sociale? Dopo il primo numero (“Gli Stati Uniti, domani”), dedicato alle elezioni americane e che ha visto coinvolte personalità come il linguista Noam Chomsky, Alberto Abruzzese (mediologo), Alessandro Carrera (insegnante di Italian Studies e World Cultures and Literatures alla University of Houston), Gloria Manzelli (dirigente generale del Ministero della Giustizia, dipartimento amministrazione penitenziaria), Derrick de Kerckhove (sociologo), Valentina Parasecolo (European Parliament), Patrizia Longo (Forum Disuguaglianze Diversità), Franco Berardi Bifo (filosofo), il secondo volume, “Sostenibilità, la coscienza delle relazioni” è incentrato – per l’appunto – sul tema della sostenibilità, intesa come educazione e non solo ambientale, ma anche sociale, economica, tecnologica ed esistenziale.Le evidenze scientifiche esistevano da tempo, ma la crisi climatica si è avverata quando un pezzo di mondo occidentale ha cominciato a mettere in dubbio la sostenibilità della propria esistenza, individuale e collettiva. Vita, lavoro, consumi, relazioni con l’ambiente; ma anche identità, affetti, modi di esprimersi: tutto a un certo punto è sembrato sfinente, per sé, per gli altri, per il pianeta.In questo volume: contributi di Fritjof Capra e Hazel Henderson, Carlo Alberto Pratesi, Fabio Bozzato, Adriano Cancellieri, Gabriele Drago, Flaviano Zandonai, Giuseppe Imbrogno e Nicola Basile, Dario De Marco, Andrea Mondello, Raffaele Alberto Ventura, Luca Sossella, Carla Benedetti, Gian Piero Jacobelli, Roberto Siagri, Piero Cipriano, Edo Ronchi, Rosa Filippini, Tommaso Franci, Lorenza Lei, Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, le interviste a Carlo Corazza e Gianfranco Marrone, e ancora: le rubriche di Paolo Gervasi e Guido Vitiello, un dono, una graphic novel di Vincino, un racconto di Paolo Di Paolo, le analisi di Elisabetta Gola e Mario Pireddu…Immagini di Lisa Sorgini, Nicolò Panzeri, Jennifer Latour, Jessica Backhaus, Sara Angelucci, Taiyo Onorato & Nico Krebs, Olafur Eliasson, Gabriele Basilico, Robin Friend, Nicola Samorì, Nives Quenette, Masaru Takahashii, Melissa Shriek, Sage Szkabarnicki-Stuart.La versione cartacea di Relazioni: (formato 170×240 mm, 176 pagine, stampa a 4 colori) sarà disponibile in libreria dal 27 ottobre al prezzo di 20,00 euro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Novembre torna Glocal

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 ottobre 2021

Con quasi 30 incontri in programma in quattro giorni e più di 80 relatori, si apre ufficialmente a Varese giovedì 11 novembre Glocal – Festival del Giornalismo Digitale, l’appuntamento organizzato da Varesenews, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, Anso – Associazione Nazionale Stampa Online e la Camera di Commercio, che si rivolge a tutto il mondo dell’informazione e dei new media e che in questa sua decima edizione pone l’accento sul fattore tempo.“Il tempo è un tema centrale della vita delle persone – afferma Marco Giovannelli, direttore del festival -. Il digitale ha cambiato radicalmente il modo di intenderlo e di viverlo, basti pensare al fatto che siamo connessi ogni attimo della nostra vita. Quest’anno il festival è caratterizzato da questa parola e non solo per i temi trattati, ma per le riflessioni che queste aprono. Eravamo abituati a un tempo fatto prevalentemente di cronologia, oggi questo è cambiato completamente e l’informazione non può non risentirne”.Un tema ampio che nell’intenso programma viene affrontato in molte delle sue sfaccettature, ma che parte da una domanda: se il problema non fosse la mancanza di tempo dei lettori, ma il fatto che il giornalismo, o almeno una parte di esso, non è più all’altezza di meritare quel tempo? In questa ottica, doverosa è quindi una riflessione sul futuro del giornalismo: una professione che si muove tra notizie, mercato, pubblicità e deontologia, ma che ha “fame” di idee. Questo il tema del panel di apertura (l’11 novembre dalle 9 alle 11) con il presidente nazionale e il presidente lombardo dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna e Alessandro Galimberti, a colloquio con il sociologo Enrico Finzi e il giornalista Raffaele Fiengo. Sempre al futuro guardano l’appuntamento che chiude la prima giornata di Festival con il rettore della LIUC Federico Visconti e il giornalista de Il Sole 24Ore Luca De Biase, chiamati a riflettere sul lavoro, e l’incontro del 12 novembre con Mario Tedeschini Lalli fondatore di Offshore Journalism Toolkit e Marianna Bruschi, giornalista del Gruppo Gedi, protagonisti dell’incontro “Scrivere per il futuro: nuove opportunità, nuove libertà e nuove responsabilità”.Il tempo e la tecnologia sono al centro di una serie di panel che riflettono su come la seconda abbia cambiato il primo. Così Massimo Russo e Gianni Riotta guarderanno al potere delle piattaforme, come hanno polverizzato il concetto di territorio e “traslato” in un’altra dimensione le lancette dell’orologio. Si tratterà di intelligenza artificiale e di sicurezza informatica, ma anche del rapporto tra i millennial e il mondo dell’informazione. Di come si informano i più giovani, di quali testate si fidano e di cosa chiedono al giornalismo, attraverso i risultati di una ricerca condotta dal Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell’Università dell’Insubria. Non ultimo, il tempo del podcast come long form del racconto giornalistico. (fonte: Informa – agenda del giornalismo)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CAR-T Destinazione futuro: da AIL una campagna itinerante e online sul trattamento tumori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2021

Offrire percorsi informativi a pazienti ematologici e famigliari e favorire il confronto tra pazienti, specialisti e Istituzioni: sono gli obiettivi di CAR-T – Destinazione futuro, campagna itinerante e online promossa da AIL – Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma con il supporto non condizionante di Celgene (ora parte di Bristol Myers Squibb), Gilead, Janssen e Novartis. Un vero e proprio “viaggio nel futuro” della lotta ai tumori, che fa leva su una landing page dedicata sul sito AIL, con la mappa aggiornata dei Centri autorizzati alla somministrazione delle CAR-T, eventi organizzati nei capoluoghi di Regioni che ospitano i Centri abilitati e un video-racconto orale, che narra il percorso di scoperta delle CAR-T, dalle prime intuizioni alla pratica clinica. Una campagna “in progress” che proseguirà nel 2022 e sarà aggiornata in relazione alle continue novità che arrivano dal fronte della ricerca, delle autorizzazioni dell’AIFA e delle esperienze cliniche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le idee degli studenti italiani sul futuro dell’Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Torino venerdì 15 ottobre, al Salone del Libro di Torino, uno dei più grandi autori europei, Javier Cercas, terrà una lezione per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie sul futuro dell’Europa. L’evento, voluto dall’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, conclude il progetto “L’Europa ancora da scrivere” nel quale studenti e studentesse di tutta Italia si sono cimentati nella redazione condivisa di decaloghi intorno alla loro visione di come deve essere l’UE dei prossimi decenni. I decaloghi saranno caricati anche sulla piattaforma della Conferenza sul futuro dell’Europa. Il panel, aperto da un video messaggio del vice presidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo, sarà moderato dalla giornalista Paola Caridi e vedrà la partecipazione del responsabile dell’Ufficio del Parlamento europeo a Milano Maurizio Molinari. Il progetto – che ha coinvolto in tre incontri a tema futuro UE gli studenti delle primarie e secondarie con il giornalista Mario Calabresi, la scrittrice Anna Sarfatti, lo storico Carlo Greppi e lo scrittore Abdullahi Ahmed – ha visto la partecipazione di 75 scuole da 14 regioni italiane, con 37 decaloghi caricati sul blog del Salone del Libro e sulla piattaforma della Conferenza sul Futuro dell’Europa. Quasi duemila sono stati i votanti per i due decaloghi finali. L’iniziativa ha coinvolto anche i volontari della piattaforma del Parlamento europeo Insieme-per.eu.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ragazze e ragazzi che cambieranno il futuro del nostro paese

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2021

Al via il podcast originale di Radio 24 di Federico Taddia e Matteo Bussoli. Un viaggio nella “Generazione Z” una fotografia attuale, contemporanea, visionaria e sorprendente dell’Italia di domani. I Padrieterni di Federico Taddia e Matteo Bussola spostano il loro sguardo dai padri alle figlie e ai figli, per narrare i protagonisti di domani in campo politico, sociale, economico e artistico. In ogni episodio l’incontro con un under 20 che si sta facendo notare per le proprie capacità, intuizioni e iniziative, per parlare di futuro e di presente, di sogni e di realizzazioni, di conflitti con il mondo degli adulti e di fallimenti, di prospettive e di visioni. Un patto generazionale formato podcast, per scoprirsi e conoscersi meglio, con un occhio al presente e uno al futuro. Federico Taddia e Matteo Bussola, i padri perfettamente imperfetti del programma “I padrieterni”, incontrano e raccontano con il loro sguardo tipicamente curioso, ironico e meravigliato, i ragazzi che cambieranno l’Italia nel 2030. Tra intellettuali in erba, precoci scienziati, giovanissimi imprenditori, artisti, innovatori, creativi, freschi protagonisti del mondo della cultura, dello spettacolo, dell’economia e della società civile.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità italiana: “Guardare con fiducia al futuro”

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2021

Innovazione, prevenzione, sanità di prossimità, sono le parole chiave che descrivono l’impegno delle Istituzioni, del mondo scientifico e del settore industriale per superare definitivamente il Covid-19, lasciando alle spalle la pandemia e innescando un cambiamento che porti a nuovi modelli di finanziamento e gestione del nostro Sistema Sanitario. Il punto di partenza è il capitale di fiducia che il nostro Sistema Sanitario Nazionale è riuscito a consolidare durante la pandemia: secondo l’indagine “Priorità e aspettative degli italiani per un nuovo SSN” realizzata da Ipsos e presentata oggi in esclusiva, oltre 7 italiani su 10 esprimono un parere positivo sul Servizio Sanitario sia a livello nazionale che regionale, mentre per un italiano su 4 la valutazione è di assoluta eccellenza. Per il 52% degli Italiani, la Sanità viene considerata l’area prioritaria su cui concentrare gli investimenti, seconda solo al Lavoro (59%) e ancora più urgente della transizione climatica (22%), dell’istruzione (16%) e della digitalizzazione (11%). Come gestire la fase di transizione verso la fine della pandemia, facendo tesoro delle lezioni apprese nell’ultimo anno e identificando le aree di miglioramento sulle quali intervenire con più urgenza: su questo tema si è sviluppato il primo grande confronto sulle prospettive post Covid, nell’ambito dell’edizione 2021 di “Inventing for Life Health Summit”, l’evento organizzato da MSD Italia che ha coinvolto alcuni tra i più autorevoli rappresentanti del mondo scientifico, istituzionale e industriale, tra i quali il Ministro della Salute, Roberto Speranza e la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Acquistare casa nel futuro dei giovani

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2021

comperare una casa rimane un importante obiettivo di vita anche per i Millennials e gli appartenenti alla GenZ. Infatti, stando ai dati emersi dal sondaggio di Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, condotto su campione di 1.500 persone di età compresa tra i 15 e i 30 anni, quasi la totalità degli intervistati (98%) è intenzionata, non appena ne avrà l’opportunità, ad acquistare un’abitazione. Una soluzione indipendente (53%) e di nuova costruzione (50,5%) è l’identikit della casa dei sogni dei potenziali futuri acquirenti. Giudicata essenziale – ben l’85% degli utenti l’ha indicata come molto importante – la presenza di garage o posto auto nello stabile. A seguire sono particolarmente apprezzati un sistema di sicurezza, irrinunciabile per il 64% degli intervistati, e aree verdi attrezzate, molto importanti per il 42%. Memore sicuramente dell’esperienza del lockdown, la quasi totalità degli intervistati (92%) nella propria casa dei sogni vuole il giardino – o almeno un terrazzo o un balcone – così da godere di un proprio spazio all’aperto privato. Dal momento che le nuove generazioni prestano grande attenzione ai temi di sostenibilità ambientale, nonché alle loro tasche, anche la classe energetica elevata è considerata dalla maggioranza (80%) un requisito rilevante.Il sogno di possedere un’abitazione dotata di ogni comfort dovrà necessariamente scontrarsi con le disponibilità economiche. E i giovani sembrano esserne consapevoli, tanto che ben il 75% di loro pensa che potrà comprare la prima casa solamente col supporto di un mutuo, mentre il 14% crede che avrà bisogno di fare appello all’aiuto alla famiglia. L’11% di quanti hanno risposto al sondaggio invece ha dichiarato che preferirebbe risparmiare e procedere all’acquisto solo quando avrà l’intero importo a disposizione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guardare con fiducia al futuro’, Italia pronta ad affrontare post-covid

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2021

Roma – Innovazione, prevenzione, sanità di prossimità, sono le parole chiave che descrivono l’impegno delle Istituzioni, del mondo scientifico e del settore industriale per superare definitivamente il Covid-19, lasciando alle spalle la pandemia e innescando un cambiamento che porti a nuovi modelli di finanziamento e gestione del nostro Sistema Sanitario.Il punto di partenza è il capitale di fiducia che il nostro Sistema Sanitario Nazionale è riuscito a consolidare durante la pandemia: secondo l’indagine “Priorità e aspettative degli italiani per un nuovo SSN” realizzata da Ipsos e presentata oggi in esclusiva, oltre 7 italiani su 10 esprimono un parere positivo sul Servizio Sanitario sia a livello nazionale che regionale, mentre per un italiano su 4 la valutazione è di assoluta eccellenza. Per il 52% degli Italiani, la Sanità viene considerata l’area prioritaria su cui concentrare gli investimenti, seconda solo al Lavoro (59%) e ancora più urgente della transizione climatica (22%), dell’istruzione (16%) e della digitalizzazione (11%). Come gestire la fase di transizione verso la fine della pandemia, facendo tesoro delle lezioni apprese nell’ultimo anno e identificando le aree di miglioramento sulle quali intervenire con più urgenza: su questo tema si è sviluppato il primo grande confronto sulle prospettive post Covid, nell’ambito dell’edizione 2021 di “Inventing for Life Health Summit”, l’evento organizzato da MSD Italia che ha coinvolto alcuni tra i più autorevoli rappresentanti del mondo scientifico, istituzionale e industriale, tra i quali il Ministro della Salute, Roberto Speranza e la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti. A seguire, un primo confronto tra Julie Gerberding, Chief Patient Officer and Executive Vice President, Population Health & Sustainability MSD e Walter Ricciardi, Chair EU Cancer Mission, sulle lezioni apprese durante la pandemia che potranno rivelarsi utili in futuro. Due le tavole rotonde che si sono avvicendate: alla prima, introdotta da una video-intervista del Presidente dell’AIFA, Giorgio Palù, sul tema “Criticità e prospettive per il settore farmaceutico nel nostro Paese”, hanno preso parte l’economista Paolo Bonaretti, l’On. Angela Ianaro, membro della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, l’On. Beatrice Lorenzin, membro della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, l’On. Antonio Misiani, della Commissione Bilancio del Senato della Repubblica e il Presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi. Dal dibattito è emersa l’indifferibile urgenza di una revisione della governance del settore farmaceutico, attraverso una rimodulazione degli attuali tetti di spesa, un rifinanziamento della dotazione complessiva di risorse e l’ulteriore miglioramento di uno strumento – il Fondo per I Farmaci Innovativi – che ha dimostrato negli ultimi quattro anni il suo valore (anche attraverso un incremento del Fondo e la possibilità che i farmaci innovativi restino all’interno del Fondo anche dopo i tre anni oggi consentiti dalla normativa). Nella seconda tavola rotonda, dal titolo “Il nuovo ruolo della prevenzione nello scenario post Covid-19: partiamo dal territorio”, si sono avvicendati Paolo Biasci, Presidente FIMP, Silvio Brusaferro, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Alessio D’Amato, Assessore Sanità alla Regione Lazio, Antonio Ferro, Presidente SitI, Antonio Gaudioso, Presidente Assemblea dei Soci Cittadinanzattiva, Giovanni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria, Ministero della Salute e Silvestro Scotti, Segretario Generale Nazionale FIMMG. Tra i temi affrontati, quello dei ritardi, accumulati durante la pandemia, nei percorsi di diagnosi, cura e prevenzione. Sono, infatti, 3 su 10, nell’ultimo anno, gli italiani ad aver rinunciato alle visite di screening (per scelta o per aver ricevuto disdetta dalla struttura). La percentuale sale a 4 su 10 nel caso di visite specialistiche.Se saprà cogliere queste opportunità, il “Sistema-Italia” potrà valorizzare al meglio il contributo del settore farmaceutico e avviare un percorso virtuoso in grado di portare innovazione e crescita economica in tutto il territorio. Al termine dell’evento, sono stati consegnati i Premi “Angeletti-Mortari” che hanno voluto enfatizzare l’eccellenza della ricerca italiana, riconoscendo il lavoro di cinque giovani ricercatrici e ricercatori. ( fonte direnews.it in abstract)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Come sarà l’ambulatorio pediatrico del futuro?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2021

Il pediatra al centro della gestione della salute del bambino. È questo uno degli obiettivi della Guida pratica SIPPS-SICuPP-FIMP presentata da Lamberto Reggiani, pediatra: riuscire a evitare al massimo le resistenze batteriche nei confronti degli antibiotici, un problema che sicuramente sta aumentando e che è correlato a un utilizzo dell’antibiotico a volte non corretto”, precisa il medico. I test di valutazione delle urine o i tamponi per la ricerca dello streptococco “sono veloci, semplici da eseguire, poco costosi e si possono inserire perfettamente nell’attività quotidiana del pediatra”, spiega Reggiani. Accanto a questi test poi “dopo adeguati corsi di formazione, si potrebbe inserire anche un’attività diagnostica più avanzata effettuando, ad esempio, elettrocardiogrammi, ecografie o test cutanei allergometrici”. Insomma, l’obiettivo è consentire all’ambulatorio pediatrico di primo livello “di fare da filtro riducendo al massimo la prescrizione di antibiotici e gli invii inutili dei pazienti agli specialisti. L’ambulatorio pediatrico così pensato- garantisce lo specialista- diventerebbe un luogo in cui si chiude il cerchio intorno ai pazienti potendo fare tutto ciò che è necessario, in base alle maggiori e più specifiche competenze del pediatra”.Un ambulatorio così pensato potrebbe rappresentare anche un risparmio per il Sistema Sanitario Nazionale. “Se si creasse un maggior numero di case della salute, ad esempio, dove più pediatri visitano ed eseguono tutti questi test, si avrebbe un deciso miglioramento della sanità territoriale e si limiterebbe l’accesso alle strutture di secondo livello come i Pronto Soccorso. Fermo restando- precisa Reggiani- che questi test veloci potrebbero essere eseguiti anche negli stessi PS riducendo così il tempo di permanenza di bambini e famiglie”. Ad oggi, la realtà italiana “è a macchia di leopardo- spiega Reggiani- ci sono territori in cui, grazie anche all’intervento delle Regioni, sono stati favoriti gli accordi per l’esecuzione di questi test negli ambulatori pediatrici e i medici sono stati anche sostenuti economicamente nel fare gli investimenti. Mentre ci sono altre regioni in cui la realtà è diversa”. Il tentativo della Guida “è proprio quello di far capire ai professionisti quale può essere un ambulatorio pediatrico del futuro. Vorremmo che la possibilità di fare i test diventasse diffusa e permettesse così al pediatra di avere un rapporto diverso con le famiglie che spesso, mosse dall’ansia, ricorrono al Pronto Soccorso anche quando sarebbe evitabile”, conclude il medico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università Cattolica, un secolo di futuro

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Primo appuntamento giovedì 30 settembre, alle ore 17.00. Ad aprire il ciclo sarà Luciano Floridi, professore all’Università di Oxford e tra le voci più autorevoli della filosofia contemporanea, con la conferenza dal titolo “Tempi digitali. Riflettere sul cambio d’epoca in corso per mettere a fuoco i nuovi contorni di quel peculiare rapporto fra generazioni che è la sfida educativa. Con questo obiettivo l’Università Cattolica, in occasione del Centenario, dal 30 settembre promuove l’iniziativa “Un secolo di futuro: l’Università tra le generazioni”, il ciclo di Conferenze dove studiosi di fama internazionale offriranno alcune chiavi di lettura per interpretare le grandi trasformazioni imposte dalla tecnologia e per affrontare le sfide future che attendono le nuove generazioni. Tra loro, Luciano Floridi, Jeffrey Sachs, Maryanne Wolf, José Tolentino de Mendonça, Antonio Spadaro, Pierangelo Sequeri, Michael Sandel, Gianfranco Ravasi. «La domanda di fondo che abbiamo posto a tutti i relatori di questo ciclo è: come condividere con i giovani di oggi il valore di un sapere orientato alla ricerca della verità e del bene, che tenga conto criticamente delle radicali trasformazioni tecnologiche e delle nuove sfide globali?» spiega Fausto Colombo, Delegato alle attività di comunicazione e promozione dell’immagine in Cattolica. L’idea è «promuovere e avviare una riflessione sul cambio d’epoca in corso, cui con insistenza ci richiama Papa Francesco, alla luce non soltanto delle nuove scoperte scientifiche e tecnologiche, ma anche delle contraddizioni e delle attese nel campo dell’eguaglianza, della giustizia, dell’ambiente e di un’economia a misura della persona». Due i filoni di riflessione che caratterizzano il ciclo di Conferenze: «Uno più scientifico e disciplinare, orientato alla descrizione e all’interpretazione del “mondo esterno”, l’altro costituito dagli studi teologici, con il compito di leggere le nostre radici religiose come chiave di interpretazione del presente e del futuro: una soluzione inedita che testimonia la nostra visione olistica e umanistica della conoscenza» chiarisce il professor Colombo.www.cattolicanews.it

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5 previsioni per il futuro dei media statunitensi

Posted by fidest press agency su sabato, 25 settembre 2021

A cura di Nathan Meyer, Analista degli investimenti azionari di Capital Group. I cambiamenti strutturali nel consumo di contenuti mediatici stanno rivoluzionando i modelli di business dei colossi dei media tradizionali, con i consumatori sempre meno propensi a utilizzare le connessioni via cavo e più orientati invece ai servizi di video streaming e a forme interattive di intrattenimento. Il conseguente cambiamento delle abitudini di visualizzazione, soprattutto tra i giovani, potrebbe alterare profondamente le prospettive d’investimento per le società mediatiche negli anni a venire. È possibile distinguere cinque importanti temi che, molto probabilmente, svolgeranno un ruolo determinante nell’evoluzione dei media e dell’intrattenimento nel prossimo decennio: 1. I videogiochi supereranno la pay TV come il principale mercato dell’intrattenimento domestico.A seguito dei lockdown dovuti alla pandemia dello scorso anno, il settore dei videogame ha riscosso un successo mai visto prima d’ora. I creatori di console Microsoft (Xbox), Sony (PlayStation) e Nintendo (Switch), nonché gli sviluppatori di giochi come Activision, Electronic Arts e Take-Two Interactive, hanno registrato un enorme incremento di coinvolgimento e fatturato, mentre i consumatori costretti a restare a casa hanno fatto ricorso ai videogame come forma di divertimento interattivo e in un certo senso anche di evasione. 2. Il numero di abbonati ai pacchetti pay TV negli Stati Uniti scenderà drasticamente. L’aspettativa è che quasi tutte le visualizzazioni a scopo di intrattenimento si sposteranno dalla tradizionale TV a pagamento verso lo streaming on-demand. La NBCU, ad esempio, sta già trasmettendo la Premier League e le Olimpiadi sul servizio di streaming Peacock. Nel frattempo, il rinnovo del pacchetto sportivo fuori mercato per il football americano “NFL Sunday Ticket” nel 2022 potrebbe mettere fine alle forme di trasmissione così come le conosciamo. Con le partite disponibili su ESPN+, Amazon Prime Video o YouTube TV, sempre più spettatori finiranno per abbandonare i canali tradizionali. 3. Il video streaming diventerà la forma privilegiata di consumo di film e TV. È sempre più evidente, infatti, che questi servizi rappresentano il sostituto per eccellenza dei tradizionali pacchetti di pay TV. Man mano che i consumatori acquisteranno dimestichezza con queste forme di visualizzazione, a beneficiarne saranno soprattutto i giganti dello streaming come Netflix, Disney+ e Amazon Video. Netflix, ad esempio, ha stanziato entro il 2030 un budget per i contenuti compreso tra 25 e 30 miliardi di dollari, che consentirà potenzialmente alla società di lanciare ogni settimana quattro serie o film da 100 milioni di dollari. Con queste ingenti disponibilità finanziarie, è altamente probabile che Netflix pubblicherà contenuti apprezzati dalle famiglie americane, facendo salire il numero degli abbonati a circa 90 milioni. 4. L’audience del football americano professionale potrebbe attraversare un declino strutturale.. Il calo dell’interesse è invece proseguito fra i giovani, che seguono una più ampia gamma di sport e sono più restii a praticare il football al liceo. 5. Con la diffusione dei veicoli autonomi, il consumo di contenuti mediatici potrebbe aumentare di un’ora al giorno.L’adozione degli smartphone è ormai matura nel mondo sviluppato, dove il consumo quotidiano di contenuti multimediali è prossimo alle 10-11 ore a persona. Le auto senza conducente potrebbero assicurare un forte impulso alla crescita negli anni a venire. Inoltre, i circa 30 minuti per tratta del tragitto medio casa-lavoro negli Stati Uniti potrebbe aggiungere un’altra ora al consumo di media.Con circa 2 milioni di unità vendute nel 2020, oggi le vetture senza conducente non rappresentano una quota sostanziale del mercato, ma si prevede una crescita esponenziale. Secondo varie stime del settore, il calo dei prezzi e l’impegno dei governi a promuovere i veicoli elettrici potrebbe far lievitare a 58 milioni il numero di guidatori che entro il 2030 avranno scelto soluzioni driverless. Il risultato: molti più occhi liberi per guardare film in streaming, podcast e servizi musicali nel prossimo decennio.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »