Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘gallerie’

A Veronafiere dall’11 al 13 ottobre

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 giugno 2019

Verona Un’offerta di 140 gallerie rivolta alla qualità e alla ricerca artistica del nostro Paese, ma che allarga lo sguardo anche al contesto europeo. Torna a Veronafiere dal 11 al 13 ottobre ArtVerona, la manifestazione dedicata all’arte moderna e contemporanea alla sua 15ª edizione, la terza diretta da Adriana Polveroni.Accanto alla fiera, e per tutta la sua durata, ArtVerona quest’anno offre al pubblico un grande evento, dal giorno alla notte, con l’apertura straordinaria delle Gallerie Mercatali, suggestiva struttura di archeologia industriale di 6.400 mq. acquisita nel 2015 da Veronafiere, oggi al centro di un restauro conservativo.Lo spazio sarà riattivato grazie a un progetto ideato da Contemporary Locus e curato da Paola Tognon, che hanno invitato per l’occasione Norma Jeane, artista senza corpo e biografia personale, che identifica la sua nascita con la data della morte di un’icona, Marilyn Monroe, avvenuta a Los Angeles nel 1962.
Sul fronte dei giovani e del suo ruolo di scouting, ArtVerona rilancia Free Stage, la sezione dedicata agli artisti che ancora non sono rappresentati da una galleria, quest’anno a cura di Alberto Garutti, artista a sua volta maestro di tanti artisti delle ultime generazioni. Adriana Polveroni, direttrice di ArtVerona, mi ha invitato a presentare in fiera dei giovani artisti emergenti ed io ho accettato con molto piacere proponendone otto: Boris Contarin, Giulia Crivellaro, Eleonora Luccarini, Andrea Nicolò Malaguti, Matias Julian Nativo & Alessia Prati, Chiara Pagano, Bianca R. Schröder, Rob van den Berg.- commenta Garutti – I giovani sono interessanti perché immersi in una molteplicità di punti di vista tali da poter sentire, guardare e immaginare per noi qualcosa che ancora non sappiamo. D’altra parte, le fiere, pur mantenendo saldo nel sistema dell’arte il loro carattere di mercato, possono aprire a nuovi orizzonti e offrire possibilità di incontro con nuovi soggetti e scenari. Ciò che più conta nell’arte è la misteriosità dell’evento visivo: mi aspetto di scoprire qualcosa che non ho mai visto e che, tra questi lavori, anche solo uno mi indichi la strada.”
Per il programma in fiera l’attenzione di ArtVerona è focalizzata sul rapporto con il collezionismo, a cui sono dedicate occasioni di incontro anche nel corso dell’anno, a partire dal territorio del Nord Est, e con l’impresa, con nuove collaborazioni. Tra queste quella con Sineglossa, vincitrice in partnership con ArtVerona del Bando Cultura della Fondazione Cariverona per una mappatura delle imprese del territorio che fanno innovazione attraverso l’arte. Durante la fiera si svolgeranno un workshop e un talk moderato da Catterina Seia.Saranno inoltre introdotti nuovi riconoscimenti quali il Premio MZ Costruzioni, nato su iniziativa di due imprenditori e collezionisti campani, e il Premio Casarini ideato dal Gruppo DueTorriHotels e rivolto alla pittura under 35. Confermati tutti gli altri riconoscimenti: Level 0, Premio Icona, Premio WiDiCollect in collaborazione con Banca Widiba, Premio Fotografia under 35, Display, Sustainable Art Prize promosso dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, la seconda edizione del fondo di Veronafiere A Disposizione e l riconoscimento per i10 Spazi Indipendenti, nel decennale del progetto.
L’elenco delle gallerie e il programma completo degli appuntamenti collaterali saranno annunciati nel mese di luglio.La nuova immagine della 15ª edizione di ArtVerona è a cura di Agenzia del Contemporaneo ed è realizzata dal fotografo Pietro Cocco.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

‘Patto per la ricerca’ tra Gallerie degli Uffizi e Biblioteca nazionale di Firenze

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

Firenze. Le due istituzioni del Ministero per i beni e le attività culturali stanno infatti collaborando per favorire dialogo e integrazione tra i propri archivi digitali consentendo così a tutti gli utenti indagini informatiche più ricche e complete.
Grazie ad un accordo firmato dal Direttore della Biblioteca nazionale centrale di Firenze Luca Bellingeri e dal Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, un team formato da bibliotecari, specialisti di conservazione e informatici, ha reso possibile la sinergia fra i cataloghi delle due istituzioni. Dunque adesso, tramite il Thesaurus online della Biblioteca nazionale centrale di Firenze (http://thes.bncf.firenze.sbn.it/ricerca.php), ricco di oltre 60.000 termini, si creano collegamenti fra descrizioni di opere d’arte del patrimonio fiorentino del catalogo online delle Gallerie degli Uffizi e pubblicazioni sullo stesso tema possedute dalla Nazionale; allo stesso tempo, le Gallerie degli Uffizi hanno arricchito le funzionalità dei loro archivi digitali integrando negli strumenti di ricerca catalografica anche i riferimenti al Thesaurus, garantendo così interazione bidirezionale tra le banche dati dei due istituti. Tale modello di collaborazione, sottolinea Bellingeri, “è la prova di come, nel mondo dei beni culturali, sia fondamentale l’uso di strumenti comuni, aperti ed integrabili, pur nel rispetto degli standard dei domini di appartenenza”. E, aggiunge Schmidt, “da oggi, con questo accordo, arte e patrimonio librario parlano sempre più la stessa lingua”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le Gallerie degli Uffizi annunciano la mostra Antony Gormley: Essere

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Firenze dal 26 febbraio al 26 maggio 2019 – riunirà alcune opere di Antony Gormley, realizzate in diversi materiali e dimensioni, che esplorano il corpo nello spazio e il corpo come spazio. La nuova, ampia sala al piano terreno del museo, dove la luce naturale si diffonde in dodici nitidi spazi con copertura a volta scanditi da sei pilastri in pietra e privi di pareti interne, accoglierà dodici opere dell’artista. Altre due saranno collocate negli spazi della collezione storica, mentre un’altra sarà installata sulla terrazza degli Uffizi.Al centro della mostra il dialogo in atto tra Passage e Room, due sculture realizzate a trentacinque anni di distanza l’una dall’altra. Entrambe affrontano la questione dello spazio del corpo: Passage (2016) è un tunnel in acciaio Cor-Ten dalla forma umana lungo 12 metri che potrà essere percorso dai visitatori; e Room (1980) – una serie di abiti dell’artista tagliati in un nastro continuo largo 8 millimetri che definisce un recinto quadrato di 6 metri per 6, non accessibile al pubblico. Si tratta dunque di un dialogo per contrasto fra queste due opere, della contrapposizione tra stasi e movimento, fra spazio immaginativo e reale.
La mostra proporrà diverse nuove opere realizzate per l’occasione, tra cui Veer II (2018), un’evocazione tridimensionale in ghisa di un teso sistema nervoso al centro del corpo, a grandezza naturale, e Breathe (2018), un’opera espansiva di grandi dimensioni ricoperta di piombo che applica i principi cosmici del Big Bang alla singolarità di un corpo soggettivo. La relazione con il prezioso patrimonio culturale della città, e con gli Uffizi in particolare, è affidata alle due Another Time una delle quali sarà esposta tra le sculture classiche in galleria mentre l’altra verrà collocata nella terrazza degli Uffizi, prospiciente piazza della Signoria. Si è infine voluto cercare un terzo rapporto con la collezione storica degli Uffizi attraverso una sala dedicata al dialogo tra l’Ermafrodito dormiente, copia romana di età imperiale da un originale ellenistico del II secolo a.C. poggiante su un basamento, e il blocco Settlement (2005) che abbraccia invece il pavimento. Discostandosi dall’idea della mostra come spazio per la contemplazione estetica o per il godimento della narrazione o della rappresentazione, Essere sollecita la nostra partecipazione attiva come connettori tra oggetti definiti e spazi aperti in cui massa e vuoto, buio e luce, duro e morbido coinvolgono la presenza dello spettatore nello spazio.
http://www.antonygormley.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Gli Uffizi per gli studenti

Posted by fidest press agency su sabato, 10 novembre 2018

Firenze Con la riapertura dell’anno scolastico le Gallerie degli Uffizi hanno ripreso a pieno ritmo tutte le attività dedicate alle scuole di ogni ordine e grado.
Per queste ragioni è stato elevato, fino al raddoppio, il numero delle prenotazioni da riservare alle scuole. I contingenti scolastici sono stati aumentati fino a garantire 2500 posti quotidiani distribuiti fra Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli.
La decorrenza immediata del decreto che fissa questi numeri è una grande opportunità per le scuole che potranno scegliere il momento migliore per il loro soggiorno in città evitando magari i periodi di maggiore afflusso in modo da poter effettuare le loro visite con più agio e tranquillità.
Questa decisione a favore delle scuole fa immediato seguito all’istituzione della tessera annuale destinata alle famiglie che è anch’essa un segno dell’importanza che l’istituzione Gallerie degli Uffizi attribuisce alla missione educativa del Museo.
In un paese, l’Italia, e in una città, Firenze, in cui il patrimonio storico artistico è portatore di valori altissimi, coltivare l’educazione al patrimonio, favorire l’esperienza del museo a più livelli, familiare e scolastico, è molto utile e per questo degno di investimenti quanto più consistenti possibile.
“Le Gallerie degli Uffizi – commenta il direttore Eike Schmidt – continueranno a mobilitare le proprie risorse per favorire attività formative destinate agli insegnanti, alle classi di ogni ordine e grado e alle famiglie”.
La sensibilità e l’attenzione verso ogni forma di disagio e disabilità a vantaggio dei ragazzi e dei loro familiari saranno in primo piano. A sostegno della vocazione di Firenze come storica capitale dell’ artigianato artistico, si lavorerà per favorire l’introduzione dei giovani a questo mondo straordinario da sempre confinante con il mondo del museo. Proseguirà, infine, l’iniziativa “Ambasciatori dell’Arte” mediante la quale gli studenti degli istituti superiori si trasformano in guide turistiche per migliorare le loro competenze linguistiche e affinare le capacità espressive ed espositive.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TEFAF Maastricht annuncia le gallerie del 2019 e nuove procedure

Posted by fidest press agency su domenica, 7 ottobre 2018

Maastricht 2019 dal 16 al 24 marzo 2019 al polo espositivo MECC di Maastricht, Paesi Bassi. L’edizione 2019 di TEFAF Maastricht accoglierà 38 nuovi espositori in seguito a una revisione dettagliata dei protocolli di selezione della Fiera. I 277 galleristi che parteciperanno il prossimo marzo, la cui offerta coprirà ben 7000 anni di storia dell’arte, promettono di offrire ai collezionisti privati e istituzionali opportunità impareggiabili. In particolare, TEFAF è lieta di dare il benvenuto a una nuova selezione delle migliori gallerie di arte moderna e contemporanea, che si uniranno ai superbi espositori già presenti in Fiera.
Il mercato dell’arte è un ecosistema, e le sue trasformazioni ed evoluzioni vengono rispecchiate dalle fiere targate TEFAF. Nel 2019 infatti TEFAF Maastricht accoglierà gli espositori già delle precedenti edizioni insieme a ben 38 nuovi galleristi. I nuovi espositori interessano tutte le otto sezioni della Fiera (TEFAF Ancient Art, TEFAF Antiques, TEFAF Design, TEFAF La Haute Joaillerie, TEFAF Modern, TEFAF Paintings, TEFAF Paper e TEFAF Tribal), con un’attenzione particolare a TEFAF Modern, che in seguito a una massiccia ricalibratura ospiterà 13 dei 38 nuovi nomi.
Tra i nuovi espositori della sezione TEFAF Modern spiccano la Galerie Gmurzynska (Stati Uniti), la Simon Lee Gallery (Regno Unito), Pace Gallery (Stati Uniti), Almine Rech (Belgio), e Sprüth Magers (Regno Unito), solo per citarne alcuni. TEFAF Maastricht è da tempo nota come la fiera di arte del passato più importante del mondo; grazie all’ampliamento di TEFAF Modern, la Fiera cementerà la propria posizione di fiera più importante del mondo per tutte le discipline e i periodi.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dipinto di Johann Paul Schor, ultima importante acquisizione fatta dalle Gallerie degli Uffizi

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Johann Paul SchorFirenze “Spettacolare e raro” – così il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt ha definito il grande dipinto di Johan Paul Schor, datato 1664, appena acquistato dalle Gallerie degli Uffizi. – “La tela mostra un centinaio di figure vestite in abiti dorati che sfilano per il carnevale del 1664 insieme alle antiche maschere della commedia dell’arte. Il corteo accompagna gioiosamente un monumentale carro trionfale – capolavoro dello stesso Schor, documentato dalle fonti – e una carrozza che ospita personaggi dell’aristocrazia romana. Facendoci rivivere i fasti del barocco nell’Urbe, l’artista immortala e contestualizza un capolavoro effimero e pertanto ora perduto, appunto un monumentale carro trionfale dorato, e inoltre ritrae se stesso in basso a destra, nell’atto di mostrare orgogliosamente il foglio con la firma: Gio. Paul Schor de Insprvh fat(to) il carro e il quadro anno 1664. Il quadro quindi si inserisce anche nella raccolta di autoritratti iniziata proprio in quegli anni da Leopoldo de’ Medici, lo straordinario collezionista che celebriamo ancora fino al 25 febbraio con una grande mostra a Palazzo Pitti. Da ricordare che Schor, originario di Innsbruck in Austria, raggiunse fama internazionale a Roma, dove risiedette dal 1640 fino alla morte nel 1679: egli pertanto rappresenta in maniera emblematica la dimensione veramente europea della scena artistica italiana nel periodo barocco. Anche per questo motivo, l’acquisto del dipinto sottolinea la statura nazionale ed europea delle collezioni delle Gallerie degli Uffizi.” Aggiunge la Curatrice della Pittura del Seicento Maria Matilde Simari: “Lo scenografo e artista austriaco – che in Italia veniva chiamato Giovanni Paolo Todesco (1615 -1679) – ha dato in questo dipinto una originale testimonianza della sua straripante fantasia barocca. Schor era capace di concepire scenografie urbane di straordinaria inventiva, ma anche di eseguire pregevoli pitture ad affresco e su tela, oltre a progettare arredi e oggetti di uso quotidiano. Fu un assiduo collaboratore di Gian Lorenzo Bernini che in questo maestro nordico trovò affinità nella realizzazione di macchine e apparati esuberanti che espressero al massimo grado il gusto tipico del loro periodo storico.” Conclude la Curatrice della pittura del Settecento, degli Arazzi, dei Mobili e delle Carrozze Alessandra Griffo: “La destinazione prevista in apertura del nuovo Museo delle Carrozze di Palazzo Pitti valorizzerà appieno il significato e la particolarità iconografica del dipinto che corrispondeva a una specialità dell’artista. Al tema delle carrozze esaminate in dettaglio per le loro potenzialità decorative e rappresentative si riconducono infatti numerosi fogli di Johann Paul Schor e del suo ambito, patrimonio del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e di altre collezioni internazionali.” (foto: Johann Paul Schor)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Via Margutta diventa il distretto dei nuovi creativi

Posted by fidest press agency su martedì, 24 ottobre 2017

Brands Marguttafalanga tozzi marinoRoma Via Margutta, deve la sua popolarità in tutto il mondo, al presupposto di essere da sempre un luogo di residenza privilegiato per artisti, uomini e donne di cultura. Grandi personaggi del mondo dell’arte della musica e del cinema vi hanno vissuto e operato e con la loro presenza, l’hanno eletta come luogo di ispirazione interculturale.Grazie al progetto Creative District” ideato da Antonio Falanga e Grazia Marino le atmosfere creative di una volta sono tornate a rivivere in Via Margutta e le nuove arti: moda, fotografia, design e food sono state protagoniste sulla mitica via. L’evento giunto alla seconda edizione organizzato dalla P&G Events e dalla Together comunicazione, vanta i prestigiosi patrocini di CNA Federmoda e dell’Associazione Internazionale di Via Margutta.
Un vero e proprio distretto creativo, dove le gallerie, cortili e hotel di Via Margutta hanno ospitato le gaiacreazioni di otto brands di alta moda e alta gioielleria. Polo principale è stato lo spazio della P&G Events, nel quale è stata presentata la linea moda “Margutta Creative District” ideata e voluta dagli organizzatori della kermese Grazia Marino e Antonio Falanga, outfits “urban style” Made in Italy dedicati a Via Margutta.Il connubio “Moda e Design” si è sviluppato in due prestigiose sedi presenti in Via Margutta, nello spazio di “Margutta Home” nel quale Gaia Caramazza ha esposto la sua ultima collezione “Duality” in collaborazione con la scenografa Annamaria Di Vita che ha realizzato per l’occasione un’installazione di fiori in carta e cartapesta; e in quello di “Architetti Artigiani Anonimi” nel quale Filippo Laterza è stato presente con una delle sue creazioni d’alta moda ammirate a luglio in Altaroma. “Moda e Food” ha visto protagonista la linea couture beachwear delle sorelle Pandolfi “Raviolina” presentata al Margutta vegetarian food & art di Tina e Claudio Vannini, nel quale in asia neri 1asia nericollaborazione con la Food Connection Company “Excellence” dell’Editore Pietro Ciccotti, è stato organizzato un esclusivo Cooking Show a cura dello chef del Margutta, Mirko Moglioni.Durante la tre giorni marguttiana, nelle più prestigiose gallerie d’arte di Via Margutta la moda ha preso vita come opere contemporanee del nuovo millennio: l’Alta Moda di Filippo Laterza è ritornata nella “Galleria D’Arte Marchetti” dove tanti successi ha riscontrato durante Altarona luglio 2016; le creazioni sartoriali di Asia Neri protagoniste nella “Galleria Vittoria” e nella Galleria O.A.C. Alessandri; l’Alta Moda di Gian Paolo Zuccarello nello scenario esclusivo del Museo dei Sognatori di Paola Di Bari; in uno delle realtà d’antiquariato più prestigiose di Via Margutta la “Bottega Margutta” è stata presentata la collana della linea Ellebi disegnata da Livia Bonanni ispirata ai gioielli di Paco Rabanne. Presenza prestigiosa della moda Made in England quella di Krasimira Stoyneva che ha esposto i suoi esclusivi outfits realizzati con capelli sintetici, sia nella Galleria Arte Roma Russo, una delle location più internazionale d’Italia che nello spazio di Sesto Senso Art Gallery, sempre sensibile a promuovere i nuovi creativi.
gian paolo zuccarellogood luckLa Moda non solo nelle gallerie d’arte ma anche nelle più prestigiose realtà imprenditoriali presenti in Via Margutta e quindi nel magnifico Atelier del maestro orafo Gerardo Sacco la presenza di una esclusiva creazione d’Alta Moda Sposa di Gian Paolo Zuccarello; l’elegantissima capsule Luxury Resort “Good Luck” by Mirella Marsiglia presente sia nello splendido showroom della designer di gioielli -Alex Carelli che nell’esclusiva reception della BDB Real Estate; il Flagshipstore Trollbeads ha ospitato una delle creazioni di Asia Neri presentata a luglio ad AltaRoma; ed infine per il connubio dedicati ai tessuti uno dei kimoni della Collezione “Cruise Collection” di Raviolina esposto da Nuova Anteprima.
vannini miglioni ciccottiellebiNon solo moda statica in Via Margutta ma anche un set fotografico “live” organizzato dallo Studio Effetti Visivi di Roma durante il vernissage inaugurale e diretto dal fotografo Pietro Piacenti; a renderlo vivo le modelle dell’Agenzia Background Academy rese ancora più affascinanti da Michele Spanò esponente d’avanguardia dell’hair couture internazionale che, con il suo gruppo di professionisti del settore, ne ha curato l’immagine.Particolari ringraziamenti, da parte della Together Eventi Comunicazione e della P&G Events vanno a:FinecoBank banca del gruppo UniCredit, una delle maggiori reti di consulenza in Italia, e tra i leader nel settore del Private Banking; a Gino Tozzi, Senior Private Banker e membro del Comitato Wealth Management di FinecoBank, affermato professionista del mondo della consulenza; a Paola Di Bari, Presidente del BDB Real Estate e della BdB Luxury Rooms e del “Museo dei Sognatori”; all’Azienda vitivinicola Ciù Ciù di Offida (Ap) guidata da Walter e Massimiliano Bartolomei; ai I Sentieri di Bacco e alla Società Tiburtini struttura di riferimento sin da 1960 per lo sviluppo di progetti e attività di stampa e cartotecnica. (foto: Brands Margutta, asia neri, gian paolo zuccarello, gaia, good luck, ellebi, falanga tozzi marino, vannini miglioni ciccotti)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Danilo Maestosi al Vittoriano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Roma. La mostra “Concerto-Sconcerto”, ospitata al Complesso del Vittoriano dal 17 marzo al 5 aprile 2010, vuole far conoscere l’universo creativo di Danilo Maestosi attraverso una quarantina di opere inedite, tecniche miste su tavola – tempere, oli, catrami, smalti e vernici spray – appartenenti ad un ciclo sul tema intrecciato della musica e della memoria al quale l’artista ha lavorato negli ultimi tre anni: le emozioni create dall’ascolto di brani musicali, dalla musica classica e sinfonica al jazz, al folk ed alla canzone, sono rivisitate visivamente da Danilo Maestosi in composizioni ricche di colori e di segni, dove l’astrazione lirica suggerisce talvolta una ricerca formale, l’una e l’altra segnate da una sincerità d’intenti e felicità di espressione che sono una caratteristica dell’opera di questo artista. La mostra, che si avvale del Patrocinio del Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione –, della Provincia di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali -, della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, allo Spettacolo e allo Sport -, organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia e a cura di Carmine Siniscalco, sarà inaugurata martedì 16 marzo alle ore 18.30 presso il Complesso del Vittoriano.
Nato a Roma nel 1944, giornalista, Danilo Maestosi ha lavorato per varie testate (Il Tempo, Paese Sera, Rai, Ansa) e da oltre 20 anni si occupa d’arte, archeologia, cinema, teatro, letteratura nella redazione de Il Messaggero di Roma. Espone come pittore dal 1999 e, ad oggi, ha partecipato a prestigiose collettive in spazi pubblici e privati, in Italia e all’estero, e tenuto personali in gallerie romane e non solo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mondo piange la scomparsa di Keith Haring

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Nel ventennale della scomparsa dell’ultimo grande della Pop Art, B.C.Dalai editore propone ai suoi lettori la biografia ufficiale di Haring, frutto di quasi due anni passati a stretto contatto con il grande artista e di decine di interviste a chi l’ha conosciuto, amato e frequentato: dalla famiglia agli amici d’infanzia, dagli insegnanti a personaggi dello star system come Madonna, Andy Warhol, Brooke Shields e Roy Lichtenstein. La storia di un ragazzo che partì da una cittadina della Pennsylvania alla conquista di New York, diventando in pochi anni l’artista più popolare della Grande Mela.  Dai graffiti in metropolitana alle mostre nelle gallerie d’arte più prestigiose, dalla scoperta della propria omosessualità alla prematura morte per AIDS. E sullo sfondo la New York degli anni Ottanta: il Paradise Garage e la Factory di Warhol, l’East Village e i suoi figli prediletti: Kenny Scharf, Jean-Michel Basquiat e, ovviamente il ragazzo smilzo con gli occhiali da nerd e la faccia di un pulcino appena uscito dall’uovo. John Gruen, Keith Haring – la biografia, B.C.Dalai editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The best is yet to come…

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 giugno 2009

the bestTorino dal 30 giugno all’8 agosto 2009  Galleria Glance Via San Massimo 45 (interno cortile)  Una straordinaria collettiva di artisti internazionali saluta l’estate alla Galleria Glance di Torino. 9 artisti provenienti da tutto il mondo e un grandissimo talento italiano prestato all’estero esprimono i diversi stati dell’arte contemporanea attraverso la mostra The best is yet to come…(Il meglio deve ancora venire). Ma il tono sicuro del titolo cela in realtà, e in maniera del tutto ironica, il desiderio di superare la recente crisi economica.  Sarah Bedford, Chris Caccamise, Keltie Ferris, Seonna Hong, Caroline Hwang, Annick Ligtermoet, Saelee Oh, Gosha Ostretsov, Rebecca Saylor Sack e Federico Solmi provengono dalle gallerie di Lower East Side, quartiere di New York diventato recentemente un nuovo luogo di riferimento nel mondo dell’arte contemporanea grazie all’apertura del New Museum. The best is yet to come diventa quindi una sorta di motto di speranza, un’incitazione a non arrendersi e a puntare sulle proprie potenzialità in un momento in cui non c’è più niente di certo, ma tutto è ancora possibile.   In mostra un lavoro di Sarah Bedford (Roundup, 1969) artista di Brooklyn nata e cresciuta in un ranch del Montana. Proseguendo con ordine si passa a Chris Caccamise (New York, 1975) e al suo mondo di piccole sculture – installazioni di carta Bristol meticolosamente smaltate. Olio, acrilico e vernice spray compongono la tecnica di Keltie Ferris (Louisville, 1977). La mostra prosegue con Seonna Hong (Los Angeles, 1973) californiana di origini coreane la cui pittura sembra provenire dal mondo delle fiabe. Ritorniamo a Brooklyn con Caroline Hwang giovane artista che con un tocco di stravaganza unisce il mondo della pittura a quello più intimo del ricamo. L’incursione nella sensibilità artistica femminile continua con Annick Ligtermoet (Amsterdam, 1983) le cui fotografie  affrontano con romanticismo il lato dark e poetico della realtà. Saelee Oh (Los Angeles, 1981) è un’artista che dipinge con tratti delicati e parallelamente si cimenta in complicate costruzioni con pezzi di carta ritagliati.. Artista multimediale Gosha Ostretsov (Mosca, 1967) passa attraverso la satira per commentare visivamente il dispotismo nella Russia post-sovietica. Rebecca Saylor Sack (Framingham, 1979, vive e lavora a Philadelphia) considera i suoi dipinti campi d’azione in cui esprimere le proprie sensazioni corporee. E per finire un artista italiano, pur residente a New York: Federico Solmi (Bologna, 1973) talento provocatorio e irriverente molto apprezzato dalla critica internazionale che alla Galleria Glance espone il suo video The Evil Empire insieme ad alcune tavole. Ogni artista interpreta in The best is yet to come… la propria visione della situazione attuale, la propria reazione alla crisi. (the best)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I “Mondi Lontanissimi?” di Cristina Rodriguez e Vittorio Vecchi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 aprile 2009

rodriguezCherasco (Cuneo), 30 aprile alle ore 18 la mostra “Mondi Lontanissimi?”, in programma fino a domenica 17 maggio nella galleria “evvivanoé esposizioni d’arte” in via Vittorio Emanuele 56.la pittrice anglo-colombiana (per la prima volta in Italia) e l’artista ferrarese si incontrano per la prima volta.  L’esposizione, curata da Sara Merlino, mette a confronto le opere della pittrice colombiana Cristina Rodriguez (da vent’anni residente a Londra e di recente presentata sul New York Arts Magazine; per la prima volta in Italia) con le creazioni dell’artista ferrarese Vittorio Vecchi.
Cristina Rodriguez, nata a Bogotà (Colombia) nel 1964, da vent’anni vive e lavora a Londra. Ha esposto in tutto il mondo, dalla Fundacion “Alzate Avendano” di Bogotà alle più prestigiose galleria e fiere d’arte di Londra (tra cui la recente “International Art Fair” al Royal College of Art, in febbraio) nonché al “Carrousel du Louvre” di Parigi. Nel dicembre 2008 è stata presentata sul “New York Arts Magazine” (www.nyartsmagazine.com). E’ un’appassionata viaggiatrice; ha trascorso lunghi soggiorni in Sud America, Europa, Asia e in Africa. «Ogni Paese, con le proprie tradizioni, colori e atmosfere, ha arricchito e ispirato lo straordinario immaginario artistico di Rodriguez, facendo sì che le sue opere risplendano di vivacità e lascino trasparire echi di “mondi lontanissimi” –descrive Sara Merlino, direttrice artistica di “evvivanoè”- Le opere risplendono di colori caldi e brillanti; i suoi personaggi fluttuano in questo universo onirico e convivono pacificamente con gli animali, abitano in luoghi meravigliosi, dal sapore esotico in cui regna la bellezza. Il tutto, mescolando arte primitiva, mito e fiaba, trasmette un infinito senso di equilibrio e di serenità».
Vittorio Vecchi, da Ferrara, comincia la sua intensa attività artistica negli anni Ottanta, annoverando oggi nel proprio curriculum prestigiose esposizioni in Italia e all’estero, in particolare negli Stati Uniti. Recentemente è stato presentato da “evvivanoé” in Irlanda e in Olanda, trovando ampio consenso tra il pubblico e i collezionisti di quei paesi. La galleria cheraschese lo rappresenta in esclusiva per il Piemonte. http://www.cristina-rodriguez.com (immagine Rodriguez)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »