Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘gemelli’

Al Policlinico Gemelli di Roma eseguito con successo il primo impianto italiano della nuova valvola biologica Avalus™

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 gennaio 2018

ospedale gemelliRoma. Eseguito con successo presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma il primo impianto italiano con procedura mininvasiva della nuova valvola biologica Avalus™ di Medtronic. L’intervento è stato condotto dal cardiochirurgo Massimo Massetti, direttore dell’Area cardiovascolare del Policlinico A. Gemelli e professore ordinario di Cardiochirurgia all’Università Cattolica su una paziente settantenne affetta da stenosi valvolare aortica. Si tratta di una patologia isolata, di carattere senile degenerativo, molto comune nei Paesi Occidentali e una delle più frequenti in Italia: la fascia di età a rischio di stenosi valvolare aortica è quella superiore ai 65 anni.Se non adeguatamente trattata, la malattia è causa di morte nel 50% degli individui a distanza di 3 anni dall’inizio dei sintomi. Provoca calcificazioni estese che costituiscono un ostacolo alla normale fuoriuscita del sangue dal cuore, portando il ventricolo sinistro ad aumentare la propria pressione di spinta. Come conseguenza diretta si ha un’ipertrofia (ingrossamento) del muscolo cardiaco. Se il restringimento della valvola è lieve, si manifesta con un soffio al cuore. Quando la stenosi è severa – cioè in fase avanzata – il soggetto accusa fame d’aria (dispnea), dolore al petto (angina pectoris) e sincope (svenimento improvviso).«La paziente necessitava della sostituzione urgente della valvola aortica – spiega il professor Massetti, ordinario di Cardiochirurgia all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Direttore dell’Area Cardiovascolare e dell’UOC di Cardiochirurgia della Fondazione Policlinico A. Gemelli -. Dopo una stratificazione del rischio (processo che valuta gli oggettivi rischi di un intervento a cuore aperto rispetto a quelli della malattia) abbiamo avviato il programma di chirurgia valvolare mininvasiva con la valvola Avalus™. La paziente è stata operata nella sala ibrida del Gemelli a dicembre con una degenza complessiva di quattro giorni dopo l’intervento e una riabilitazione di circa due settimane. L’intervento è perfettamente riuscito; l’impianto non è stato seguito da complicanze e la protesi ha dimostrato i vantaggi previsti con un miglioramento della funzione cardiaca e delle condizioni generali della paziente».Data l’età media dei pazienti sempre più alta, è ormai preferibile ricorrere all’impianto di protesi biologiche al posto di quelle meccaniche che necessitano di una terapia anticoagulante a vita dopo l’intervento. Anche se la durata delle valvole biologiche si attesta intorno ai 10-15 anni con la successiva necessità di sostituirle, grazie alle bioprotesi di ultima generazione è possibile reintervenire tramite tecniche percutanee, piuttosto che sottoporre il paziente a una nuova operazione di sostituzione della valvola deteriorata.La nuova valvola biologica Avalus™, in pericardio bovino, sintetizza tutti i benefici ottenuti negli anni con le bioprotesi già in uso, le più impiantate nell’ambito della chirurgia valvolare. Continua il professor Massetti: «è composta da foglietti valvolari in pericardio montati su un supporto semi flessibile che ne garantisce il funzionamento favorendone il posizionamento. Ha numerosi vantaggi: un trattamento del materiale biologico, cioè del pericardio, che ne facilita la longevità, un profilo basso e un anello di sutura avanzato (la parte che permette di fissare la valvola a livello del cuore con fili di sutura in grado di saldarla prontamente). Il tessuto artificiale dell’anello, inoltre, favorisce la cicatrizzazione rendendo la valvola ancor più compatibile con l’apparato circolatorio. Un impianto più semplice e più “biocompatibile” rispetto al passato. Infine, permette una migliore gestione del paziente qualora il rimanifestarsi della patologia richieda un nuovo intervento chirurgico o transcatetere».Le prime protesi biologiche risalgono agli anni ’70 e venivano prodotte con tessuti dello stesso paziente. In seguito, si è passati a quelle provenienti da tessuti di suino, fino alle valvole in pericardio bovino o equino. Si tratta di animali altamente controllati, allevati appositamente per questo utilizzo. Oggi, ne beneficiano la maggior parte dei pazienti, in quanto in grado di garantire ottime prestazioni, preservando la qualità di vita.La anziana donna operata con successo al Gemelli di Roma grazie alla chirurgia valvolare mininvasiva ibrida, ha oggi una cicatrice finale di appena 3 cm. Un trauma chirurgico molto limitato, non paragonabile a quello della chirurgia tradizionale, di circa 25 cm.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Tbc al Gemelli

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 settembre 2011

“Non ci sono parole per il drammatico caso verificatosi ieri al Policlinico Gemelli, se non quelle di una profonda e totale vicinanza alla famiglia coinvolta – è quanto afferma l’on. Di Biagio in riferimento alla tragedia che ha colpito una giovane donna di 29 anni, la quale, recatasi presso la prestigiosa struttura ospedaliera per partorire, nella notte tra lunedì e martedì, ha dovuto apprendere dolorosamente il decesso della propria bimba – Un simile evento lascia attoniti e sgomenti. E tuttavia le circostanze del caso suscitano domande e interrogano profondamente, richiamando alla mente dubbi di malasanità sui quali è doveroso fare chiarezza. E’ senz’altro presto per avanzare qualsivoglia valutazione in merito – prosegue il deputato FLI – ma è intenzione mia e del collega Patarino chiedere che sia disposta quanto prima un’indagine dalla Commissione di Inchiesta sugli errori in campo sanitario, per valutare se i protocolli previsti siano stati seguiti opportunamente e per accertare le cause e le eventuali responsabilità di quanto tragicamente accaduto. Lascio a loro ogni valutazione – conclude Di Biagio – riservandomi unicamente l’espressione di un sentito cordoglio e di una personale partecipazione al dolore della famiglia”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cossiga al Gemelli: gli auguri di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 10 agosto 2010

Il senatore Mauro Cutrufo, vicesindaco di Roma, si è recato questa mattina al Policlinico Gemelli per informarsi sulle condizioni del presidente emerito Francesco Cossiga. «Ho voluto portare personalmente – ha detto Cutrufo – gli auguri della città di Roma anche a nome del sindaco Alemanno, in questi giorni convalescente». Nella breve visita il vicesindaco della Capitale si è intrattenuto con i familiari del senatore Cossiga, in particolare con il figlio, on. Giuseppe Cossiga, sottosegretario alla Difesa.  «Ringrazio il vicesindaco Cutrufo – ha detto il sindaco Alemanno – di aver testimoniato anche a nome mio la vicinanza di tutta la città di Roma a un grande personaggio come Francesco Cossiga. In questi momenti dobbiamo pregare affinché un grande maestro come il presidente Cossiga continui a vivere e operare nella nostra comunità nazionale. Parlo di maestro perché per noi il Presidente rappresenta non solo una delle più importanti figure politiche della storia repubblicana, ma anche un profondo  pensatore in cui il realismo politico e il radicamento nei valori sono sempre serviti a indicarci la strada nei momenti più difficili della storia recente. L’Italia ha ancora bisogno dell’insegnamento di Francesco Cossiga».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »