Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘generali’

Politici ostaggi dei Generali?

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 maggio 2019

By Alessandra D’Andrea. Si inasprisce in queste ore la disputa tra i sindacati e la politica, “colpevole”, così si sussurra nei palazzi del potere, di essere assoggettata alle direttive dello Stato Maggiore Difesa.
Dopo mesi di trattative, di emendamenti presentati e quasi del tutto ignorati, lo Stato Maggiore della Difesa si è schierato apertamente contro i sindacati militari vietando, di fatto, l’uso di qualsiasi spazio delle Istituzioni di appartenenza, contrariamente a quanto stabilito dalla Corte Costituzionale con l’ormai nota sentenza 120/2018.
Laddove la Corte dispone che “in attesa dell’intervento del legislatore, il vuoto normativo possa essere colmato con la disciplina dettata per i diversi organismi della rappresentanza militare”, i Generali non hanno sufficienti motivazioni per applicare lo stesso trattamento ai sindacati militari, impedendo non solo lo svolgimento delle eventuali assemblee all’interno delle caserme ma, addirittura, vietando qualsiasi tipo di affissione nelle bacheche, relative a comunicati sindacali. Affissioni, peraltro, spesso consentite ad associazioni esterne al mondo militare.
Nei giorni scorsi, poi, è stata emessa una contraddittoria circolare del gabinetto del Ministro, la stessa Elisabetta Trenta firmataria dell’atto di riconoscimento dei sindacati nel gennaio scorso, con la quale si ribadisce che, al momento, le nuove associazioni sindacali possano avere rapporti con la sola forza armata di appartenenza e trattare argomenti di carattere generale. In queste ore è trapelata la notizia, non confermata, di una missiva indirizzata a tutti i membri della IV Commissione Difesa della Camera dei Deputati, a firma del SIM Carabinieri e del SIULM, sindacati riconosciuti dei lavoratori militari, dai toni molto aspri, nella quale pare i sindacati intravedano nella commissione accordi e compromessi con lo Stato Maggiore della Difesa, volto a portare in Parlamento una legge che, allo stato attuale, realizzerebbe solo in parte quanto sancito dalla Corte Costituzionale. Nella missiva sembrerebbe che i sindacati siano decisi a prendere le distanze dalla commissione stessa e dai partiti di riferimento dei suoi componenti, se la proposta di legge come strutturata dovesse essere approvata relegando i militari a lavoratori non degni di tutela, e a non dare la fiducia all’attuale classe politica in previsione delle prossime elezioni amministrative ed europee, delineandosi così la concreta ipotesi di un voto di protesta.Sarebbe un gesto eclatante che mai si era immaginato potesse arrivare dai nostri militari, che avrebbe una risonanza nazionale ed internazionale di notevole portata e che troverebbe, sicuramente, il consenso di tanti italiani, anch’essi delusi da questa classe politica, da sempre vicini alle nostre forze armate e forze dell’ordine. Si prospettano giorni di fermento nei palazzi romani del potere, in attesa di una replica dei destinatari di questa presunta missiva. (fonte: http://www.andradelab.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assicurazioni Generali S.p.A. Assigns Credit Ratings to Generali España, Sociedad Anonima de Seguros y Reaseguros

Posted by fidest press agency su sabato, 12 gennaio 2019

AM Best has upgraded the Long-Term Issuer Credit Rating (Long–Term ICR) to “a+” from “a” and affirmed the Financial Strength Rating (FSR) of A (Excellent) of Assicurazioni Generali S.p.A. (Generali) (Italy) and its main rated subsidiaries. The outlook of the Long-Term ICR has been revised to stable from positive while the outlook of the FSR remains stable. AM Best also has upgraded the Long-Term Issue Credit Ratings (Long-Term IRs) of debt instruments issued or guaranteed by Generali. The outlook of these Long-Term IRs has been revised to stable from positive. Concurrently, AM Best has assigned the FSR of A (Excellent) and a Long-Term ICR of “a+” to Generali España, Sociedad Anonima de Seguros y Reaseguros (Generali España) (Spain). The outlook assigned to these Credit Ratings (ratings) is stable. (See below for a detailed list of companies and debt instruments.)
The ratings reflect Generali’s balance sheet strength, which AM Best categorises as strong, as well as its strong operating performance, very favourable business profile and appropriate enterprise risk management.The upgrade of the Long-Term ICR reflects Generali’s record of consistently strong profitability in challenging market conditions, reflective of the successful execution of the group’s strategic plan, focusing on technical discipline and adapting to a persistent low interest rate environment. Generali’s balance sheet strength is underpinned by risk-adjusted capitalisation, as measured by Best’s Capital Adequacy Ratio (BCAR), at the strongest level, which has benefitted from ongoing solid organic capital generation over recent years. The group had a regulatory solvency ratio of 200% as at 30 September 2018. An offsetting rating factor remains Generali’s significant exposure to Italian sovereign bonds, amounting to EUR 60.0 billion as at 30 June 2018 (254% of shareholders’ equity). Whilst AM Best notes that Generali holds the majority of these sovereign bonds for asset and liability management purposes, this, together with significant investment exposure to financial institutions, leaves the group’s risk-adjusted capitalisation sensitive to shocks in the financial markets. The balance sheet strength assessment also factors in Generali’s financial leverage, which is higher than most peers.Generali demonstrates strong operating performance, resilient to the challenging market conditions prevailing in its core European markets, with the group reporting an operating result of EUR 3.6 billion for the first nine months of 2018. Profitability is driven by solid technical metrics. At year-end 2017, the five-year weighted average non-life combined ratio stood at 93.7% (as per AM Best’s calculation). The life segment produced an improved new business margin (standing at 4.01% at year-end 2017 – calculated on present value of new business premiums), driven by the management actions taken to reduce the average embedded guarantee within the life book and develop capital efficient products to augment profitability. The disposal of Generali Lebensversicherung AG in Germany has reinforced this plan, whilst reducing the group’s exposure to interest rate risk.Generali remains one of the largest insurers in Europe, with gross written premium in excess of EUR 66 billion in 2017. The group’s very favourable business profile is supported by leading and defensible positions in each of its core markets, namely Italy, Germany, France and Central and Eastern Europe, and is underpinned by a solid franchise. Generali benefits from excellent access to market as a result of its multi-channel distribution strategy, with a strong proprietary network.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stati Generali della Cultura

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 ottobre 2015

stefania gianniniRoma giovedì 29 ottobre presso l’Auditorium della Conciliazione in Via della Conciliazione 4, torna l’appuntamento con gli Stati Generali della Cultura del Sole 24 Ore. All’evento, organizzato in collaborazione con Fondazione Roma Arte-Musei, Interverranno il MINISTRO FRANCESCHINI e il MINISTRO GIANNINI, e vuole proseguire il dibattito lanciato col Manifesto della Cultura del 2012 fino alle riforme di oggi sul tema dell’investimento per una nuova cultura, in un confronto che coinvolge istituzioni, esperti del settore e investitori privati.
Segnaliamo, tra i vari relatori, Diego Della Valle che interverrà sul tema delle grandi aziende del Made in Italy a servizio dell’arte. Gli altri temi toccati nel corso dell’appuntamento, oltre a quello dell’arte, saranno la scuola e la moda.
Programma della giornata:
9.30 Saluto del Presidente Gruppo 24 ORE Benito Benedini
9.45 Introduzione ai lavori Roberto Napoletano Direttore Il Sole 24 ORE
Modera i lavori: Sebastiano Barisoni Vice Direttore Radio 24
10.00 Art bonus e riforma: la svolta della cultura in Italia
Dario Franceschini Ministro dei Beni Culturali e del Turismo
10.20 Modelli virtuosi di gestione museale
Gabriella Belli Direttore Musei Civici di Venezia
James Bradburne Direttore Pinacoteca di Brera
Flaminia Gennari Santori Gallerie Nazionali di Arte Antica Roma
Paolo Nicolini Consigliere delegato per i settori amministrativo-gestionali Musei Vaticani
11.20 Libro, eBook e coding. Una proposta per la buona scuola
Introduce Armando Massarenti Caporedattore Domenica Il Sole 24 ORE
Roberto CasatiDirettore Ricerca Centre National de la Recherche Scientifique Institut Nicod, Ecole Normale Supérieure Parigi
Paolo Ferri Professore Straordinario Università Milano Bicocca Un nuovo progetto per una scuola sostenibile
Franco Lorenzoni Maestro Elementare – Casa Laboratorio di Cenci
Conclude:
Stefania Giannini Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca
12.30 Le opere di restauro e la valorizzazione del patrimonio culturale

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Verso gli “Stati Generali della Scuola”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 novembre 2010

Firenze alla Fortezza da Basso “I servizi per l’infanzia sono ossigeno per la famiglia”. Per la fascia 0-36 è vicino l’obiettivo di Lisbona di Mauro Banchini “Essere genitore oggi, anche per via dello stress, è  impresa difficile: sostenere i servizi educativi è un modo per investire sulla famiglia, fornendole con i fatti e non a parole quell’ossigeno di cui ha estremo bisogno”. Stella Targetti, vicepresidente di Regione Toscana e assessore all’Istruzione, ha aperto così alla Fortezza da Basso il congresso internazionale promosso da AIFREF, associazione internazionale che si occupa di formazione e ricerca proprio nel campo dell’educazione familiare. A Firenze fino a venerdì 19, nel contesto di “Dire e Fare”, i delegati si confronteranno sulle buone pratiche a sostegno della genitorialità.
”La Toscana – ha sottolineato Targetti, da sempre si impegna con convinzione per la crescita dei servizi all’infanzia. È ormai prossimo il traguardo di Lisbona, cioè il 33% dei bambini sino a 36 mesi inseriti nei servizi la per prima infanzia.  Al 31 dicembre 2009 eravamo infatti al 31,6%, e non è un sogno raggiungere il 40% di copertura nella legislatura in corso, per di più associando la quantità con la qualità degli interventi”.
Sabato prossimo, sempre a “Dire e Fare”, la vicepresidente Stella Targetti presenterà il rapporto sui servizi educativi per la prima infanzia. Appuntamento ore 9:00 in Fortezza da Basso, a Firenze.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »