Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘gente’

“La xenofobia? Nasce dalla rabbia della provincia”

Posted by fidest press agency su sabato, 23 giugno 2018

L’autore di “CasaperCasa” ci spiega il legame tra il successo della Lega e lo smarrimento delle città della Pianura Padana. L’Italia di provincia non è più quella dei ritmi lenti vissuti all’insegna del “bon vivre”. È un’Italia che da tempo cova rabbia e frustrazione, sentimenti che la Lega ha saputo intercettare e tradurre in proposta politica. È di questa Italia che parla CasaperCasa, il romanzo – ma sarebbe meglio definirlo docu-fiction – ambientato da Abruzzese a Ferrara, emblema e simbolo di quel Bel Paese che non c’è più. Abbiamo chiesto ad Abruzzese (anch’egli in un certo qual senso migrante, campano che vive in Emilia per ragioni di lavoro) un commento sulla situazione attuale: Sono arrivati prima gli inni alla morte dei negri, i festeggiamenti alla notizia di suicidi, e poi è arrivato il ministro apertamente xenofobo, dai modi fascisti, come Matteo Salvini. CasaperCasa è la fotografia di tutto questo, dei rigurgiti che diventano sguaiati proclami di odio, di una politica mai affrancata dalle tentazioni di strumentalizzare e cavalcare il malessere. Ferrara non è solo il suo incanto rinascimentale, ci sono i fatti di Gorino e l’aperto razzismo della lega alle elezioni è stato premiato da una marea di voti.
Ferrara, proprio come l’Italia che Salvini strumentalizza, fa fatica a trovare un nuovo senso, e risponde al suo smarrimento traducendo la paura e la frustrazione in razzismo e odio.
CasaperCasa registra la perdita di senso delle nostre città. E anche quando si rifugia nella pianura circostante, dal Delta al cratere emiliano, in questi spazi di libertà finisce per incontrare dei luoghi dimenticati, che vivono un altro tipo di isolamento e sentono di non contare nulla».Scorrendo l’indice di Casapercasa si entra in un microcosmo dove ogni cosa – luoghi, legami, discorsi – è in bilico, fuori posto o fuori fuoco, come dopo un’esplosione. Nello spazio allargato della città ideale – una Ferrara che con la sua pianura circostante sembra contenere tutta l’Italia, tutta l’Europa – si accumulano i segni di una crisi radicale. Casapercasa è il tentativo di metterli in sequenza, di ricostruire un ordine narrativo, un filo, per interpretarli e farci i conti. Abruzzese costruisce così un reportage involontario, ironico e disarmante, di una ricerca di senso condotta con tenacia e leggerezza. Tra le pagine di taccuino del protagonista, un insegnante in anno sabbatico dopo un matrimonio fallito, ci imbattiamo in personaggi sradicati o sorprendenti, come Gisella e suo padre Athos, Tenora ma soprattutto Giorgio “Aggiustatutto”, il compagno di viaggio e amico ucraino con cui il protagonista cartografa città e pianura e impara a leggere la crisi. E, forse, a uscirne.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ritorno alla normalità per la gente del Kurdistan sarà una lunga strada

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 novembre 2016

kurdistanFOCSIV da due anni è a fianco agli sfollati nei campi di Erbil, nel villaggio di Dibaga ed a Kirkuk. Il lavoro dei volontari italiani e locali è stato rivolto, dopo aver provveduto alle prime necessità nell’emergenza, ai minori preoccupandosi di allestire un asilo per i più piccoli, in modo che le madri potessero lavorare o frequentare dei corsi di cucito, avviare attività sportive per i più grandi in modo da essere occupati anche nel dopo scuola e di poter avere una vita il più possibile adatta a dei bambini e degli adolescenti e, infine, organizzare corsi di formazione e di lingua inglese e curda. Ci si occupa, soprattutto, dei più vulnerabili delle donne con neonati, alle quali spesso, a causa della mancanza del latte materno provocato dalla paura e dallo stress, viene fornito latte in polvere; un’attenzione particolare viene rivolta ai disabili, con cure specifiche e medicinali. A questo si aggiunge la distribuzione di cibo, suppellettili e indumenti, soprattutto quelli invernali, l’inverno in questa area è molto rigido e lungo. La campagna “Humanity. Esseri umani con gli esseri umani.” per il Medio Oriente si fa portatrice del messaggio di pace per la Siria lanciato da Papa Francesco a luglio 2016 in occasione della campagna di Caritas Internationalis “Syria: Peace is possible” e si unisce agli sforzi già presenti nell’area mediorientale per promuovere attivamente la risoluzione del conflitto armato, per instaurare un dialogo inclusivo e basato sul rispetto della dignità umana e per sostenere i paesi e le persone colpite dal dramma della guerra, in particolare gli sfollati, i rifugiati, le minoranze e le comunità ospitanti dei paesi limitrofi. 6 Soci insieme a FOCSIV – Associazione Francesco Realmonte, Celim Milano, ENGIM Internazionale, Fondazione Internazionale Buon Pastore, FMSI – Fondazione Marista per la Solidarietà Internazionale, Associazione Punto Missione – in un consorzio che supporta migliaia di persone in fuga dalla guerra siriana e irachena in terra curda, libanese, giordana e turca.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sindacato labor: La rabbia della gente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 ottobre 2015

Per strutture come le nostre – dichiara il Sindacato Labor –, in alcun modo colluse con il potere ed estremamente vicine ai bisogni della popolazione, è facile rendersi conto di quanto sta accadendo in questi mesi tra le strade delle città italiane: la rabbia verso un governo giudicato illegittimo e appiattito sugli interessi dei potenti, sta crescendo a dismisura. La verità – continua l’organizzazione – è che l’esecutivo non sta facendo nulla per dare un segnale diverso rispetto a queste convinzioni, e anzi, il contenuto dell’ultima Legge di Stabilità non fa che confermare queste tesi. Temi come il lavoro, la precarietà, i giovani, il Sud e la ricerca, sono rilegati a delle piccole slide che non ottengono altro risultato se non quello di offendere l’intelligenza degli italiani. E tutto questo senza contare la gravità degli attacchi ai diritti delle persone e all’ulteriore decadimento morale di un Paese già duramente provato dalle legislature precedenti.
E’ di fondamentale importanza – conclude il Sindacato Labor – che l’esecutivo comprenda la gravità del rischio che viene dall’incapacità di garantire la tenuta sociale, nonché quindi l’urgenza di attuare delle misure che aiutino, non le facoltose aziende e persone del Paese, ma chi sta male e oggi si sente privato di tutto, anche della dignità.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione libro: Suore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2011

Roma 11 febbraio p.v. – ore 17.30 Sala della Protomoteca in Campidoglio –  Presentazione del libro Suore di Maria Pia Bonanate, scrittrice e giornalista di Famiglia Cristiana Nessuno ci racconta mai le loro storie, considerate evidentemente poco interessanti. Meno male che c’è chi ha sentito il bisogno di farlo… Il libro Suore Vent’anni fa spalancò le porte di monasteri e di conventi dei quattro continenti, raccontando storie sconosciute di “donne di Dio”, che avevano lasciato il mondo per viverlo nella pienezza della loro donazione, in mezzo alla gente, con la gente, “fiere corsare dell’amore più difficile”, come le ha definite Claudio Magris sul “Corriere della sera” in un brillante dialogo con l’autrice.Alcune di queste storie avevano affascinato il regista Dino Risi, che ne trasse il film televisivo Missione d’Amore. A distanza di vent’anni l’Autrice è tornata a incontrare alcune di quelle donne straordinarie e ha scoperto altre storie, altre frontiere del dolore e dell’emarginazione: dalla tratta delle “nuove schiave” alla prostituzione in terra di camorra… A riprova del genio femminile che, con impegno, coraggio e fantasia, costruisce speranza, trasforma l’impossibile in possibile. Lo stile giornalistico incalzante e immediato fa di questo libro una lettura molto coinvolgente, che racconta al vasto pubblico la presenza femminile in territori di frontiera, “un mondo rovesciato”, rispetto a quello nel quale viviamo – come ha scritto Dacia Maraini – che offre un modello di condivisione e di impegno umano e sociale tutt’altro che scontato e di cui si parla troppo poco. Alla presentazione interverranno il Presidente della commissione Cultura, sport, Politiche giovanili e Comunicazione del Comune di Roma, On. Federico Mollicone, la scrittrice Dacia Maraini, che ha firmato la prefazione del libro, la Responsabile dell’Ufficio Anti-Tratta dell’USMI Nazionale Suor Eugenia Bonetti, lo scrittore e vaticanista Marco Politi e l’autrice del libro Maria Pia Bonanate. Coordina l’incontro Franca Zambonini, Giornalista di Famiglia Cristiana.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani ai limiti della sopportazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 gennaio 2011

Lettera al direttore. Questa no. Questa gli italiani non potranno sopportarla. E’ vero che la rassegnazione l’hanno nel Dna, che si sono rassegnati a convivere con la mafia, a veder morire ogni giorno persone a causa d’incidenti sul lavoro, a mangiare porcherie, a respirare porcherie, a non essere informati, a  vedere gente che spreca e si sollazza, e gente costretta a privarsi del necessario; a vedere in televisione spettacoli desolanti, al fatto che ogni tre giorni in Italia una donna muore per le violenze subite da un uomo, al cemento che mangia la nostra bella terra;  a sentir dire e a veder fare cose che non direbbero e non farebbero mai, ma questa volta davvero gli italiani faranno la rivoluzione. Questa è la goccia che farà traboccare il vaso. Una gentil signora, senza volerlo, ci ha informati, certamente con cognizione di causa, che il Cavalier B ha il lato B flaccido. Non è possibile. L’uomo d’azione, l’uomo del fare, l’uomo dal passo aitante, dalla faccia liscia come il sederino di un bambino, ha il lato B flaccido. Crolla un idolo. L’unico rimedio per evitare la rivoluzione, è che i migliori chirurghi plastici estetici provvedano immediatamente a modellare e rassodare il lato B del Cavalier B. Oppure far sì che diventi subito presidente della Repubblica? (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Papa come Gesù. Berlusconi come Zaccheo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 gennaio 2011

Lettera al direttore. Non sono un buon cristiano, anzi, forse non sono neppure un cristiano, però mi piace tenere il vangelo sul comodino e leggerne un passo prima di dormire. L’altra sera ho letto ancora: “Or un uomo di nome Zaccheo, che era capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi fosse Gesù, ma non ci riusciva; c’era, infatti, molta gente, ed egli era troppo piccolo di statura. Allora…si arrampicò sopra un sicomoro perché Gesù doveva passare di là. Gesù, quando arrivò in quel punto, alzò gli occhi e gli disse: « Zaccheo scendi in fretta, perché oggi devo fermarmi a casa tua ». Scese subito e lo accolse con gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «E’ andato ad alloggiare a casa di un peccatore!». Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Signore, io do ai poveri la metà dei miei beni e se ho rubato a qualcuno gli restituisco il quadruplo » (cf Lc 19 ). Mi sono addormentato ed ho fatto un sogno. Ho sognato Silvio. Sì, proprio il Cavaliere, che voleva vedere il Papa, ma essendo piccolo di statura, non ci riusciva. Allora si arrampica su una transenna. Joseph lo vede, alza gli occhi e gli dice: «Silvio scendi in fretta, perché oggi devo fermarmi a Palazzo Grazioli ». Il Cavaliere scende subito e lo accoglie con gioia. Vedendo ciò, tutti mormorano: «Il Papa è andato ad alloggiare in casa di un peccatore!». Ma mentre sono a tavola, Joseph lo guarda negli occhi e gli dice: «Guai a voi che siete ricchi, perché avete già la vostra consolazione » (Lc 6,24); e poi:  « In verità vi dico: difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli; ancora vi dico: è più facile che una fune entri per la cruna di un ago, che un ricco nel regno di Dio » (Mt 19, 23 -24). E Silvio: «Santità, io do ai poveri la metà dei miei beni e se ho rubato a qualcuno gli restituisco il quadruplo». (Attilio Doni)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Trasporto pubblico in montagna

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

il miglioramento del Servizio di Trasporto Pubblico è per il PD uno dei punti cardine al fine di mantenere la gente nei propri luoghi d’origine. Sappiamo che questo Governo taglia tutto quanto è necessario e vitale per la montagna considerandola un mero “residuo elettorale” per la sua scarsa rilevanza percentuale elettorale. Ma sappiamo anche dello sforzo che la Regione Emilia-Romagna sta facendo per mantenere il più possibile efficiente questo servizio, nonostante i tagli indiscriminati effettuati dallo Stato. Per tutti questi motivi CHIEDIAMO di lavorare insieme alla Provincia di Forlì-Cesena e ad ATR affinché possano essere messe in pratica poche e semplici misure atte a consentire un sensibile miglioramento del servizio di trasporto pubblico che di seguito elenchiamo:
Riduzione dei tempi di percorrenza attraverso l’istituzione di alcune corse “rapide” che evitino il passaggio dal centro di Meldola. Il risparmio di 10 minuti a viaggio determina, nell’arco di un mese, il recupero di quasi 7 ore di tempo che nell’arco di un anno diventano 80. Non vogliamo dire che il tempo è denaro, ma sicuramente è tempo “rubato” allo studio o al riposo di tutti gli utenti.
Istituzione di un tavolo di lavoro da parte della Provincia, da riunirsi anche solo un paio di volte all’anno, a cui invitare la rappresentanza degli studenti, la rappresentanza dei pendolari, la rappresentanza degli autisti delle corriere e ATR, al fine di discutere insieme delle soluzioni possibili ai problemi che periodicamente si presentano.
L’obiettivo del “diritto al posto seduto”. Crediamo che per migliorare un servizio sia necessario porsi un obiettivo preciso e perseguibile. L’obiettivo che proponiamo è il raggiungimento del diritto al posto seduto per chi deve fare più di quaranticinque (45) minuti di corriera. Oggi non è per niente scontato, ma possiamo provare a lavorarci.
Questi tre punti risolti potrebbero dare un grande segnale a chi vive in montagna. Un punto di partenza per iniziare a discutere insieme di qualità del trasporto e del suo futuro, per condividere i problemi di chi vive il trasporto come utente o come gestore.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qui Belfast

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Roma via dei Volsci 26 ore 18 (San Lorenzo) presso la sede della Rash  20 anni di cronache dall’Irlanda di Bobby Sands e Pat Finucane – presentazione del libro con l’autrice, Silvia Calamati e con la partecipazione di Cristiano Armati. Qui Belfast è una raccolta di articoli, pubblicati nel corso di vent’anni, con cui Silvia Calamati, oggi collaboratrice di RAI News 24, cerca di aprire ancora una volta una breccia nel muro di omertà e connivenze costruito attorno al conflitto nord-irlandese: una censura il cui prezzo più alto è stato pagato da migliaia di cittadini innocenti. Girando in lungo e in largo le sei contee nord-irlandesi la giornalista ha raccolto le voci di gente comune, ma anche di personalità di spicco del mondo politico e culturale e religioso. Ha inoltre seguito il difficile processo politico che ha portato, dagli inizi degli anni Ottanta, alla firma dello storico “Accordo del venerdì santo” dell’aprile 1998.  Nonostante tale accordo, non si è ancora giunti a una “pace con giustizia” in Irlanda del Nord. Oggi il tentativo di far affievolire in tempi brevissimi una memoria storica di un conflitto in cui Londra ha avuto pesantissime responsabilità si scontra con il pressante bisogno di portare alla luce la verità su quel che è accaduto, così come richiesto dai familiari delle vittime, dai più prestigiosi organismi internazionali per i diritti umani e da giornalisti indipendenti (come Brian Feeney, del quotidiano The Irish News di Belfast, o Roy Greenslade, del londinese The Guardian), i cui articoli sono riportati in questo libro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I rischi della democrazia

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2009

Scrivevamo qualche anno fa che “Il clima di fiducia nei confronti dello Stato e delle sue diramazioni è, in Italia, molto basso”. E citavamo al riguardo “i più recenti dati dell’Itanes. Da allora ad oggi abbiamo motivo di credere che sono rimasti quali li avevamo lasciati: “soltanto il 24% degli intervistati risponde che “ci si può fidare della maggior parte della gente”. Mentre addirittura il 74% afferma che “non si è mai abbastanza prudenti con la gente”. Inoltre emerge che soltanto il 18,7% degli italiani era iscritto ai sindacati, associazioni di categoria e movimenti, il 20,4% vi era stato iscritto in passato. Infine il 61% degli italiani non era mai stato iscritto né ai sindacati, né ad associazioni di categoria, né a partiti  o movimenti. Già al suo tempo Tocqueville (La democrazia in America, Parigi 1895) aveva avvertito dei rischi di un regime democratico nella crisi di ogni nesso connettivo all’interno della società e tale da spingere verso l’individualismo affermando in proposito che “… un sentimento ponderato e pacifico, che dispone ogni cittadino ad isolarsi dalla massa dei suoi simili, a ritirarsi in disparte con la sua famiglia ed i suoi amici; così che dopo essersi creata una piccola società a proprio uso, abbandona volentieri la grande società a se stessa.” Ed aggiungeva Ibidem : “Se i cittadini continuano a chiudersi sempre più strettamente nella cerchia dei piccoli interessi familiari e ad agitarvisi dentro senza requie, c’è da temere che finiscano con il diventare  come inaccessibili a quelle grandi e potenti emozioni, che travagliano i popoli, ma che pure li sviluppano e li rinnovano….. si pensa che le società nuove cambino continuamente fisionomia; e, io, invece, temo che finiscano per rimanere troppo fisse nelle stesse istituzioni, negli stessi pregiudizi, nelle stesse abitudini, in modo tale che il genere umano si fermi e si limiti; che lo spirito di spieghi e si ripieghi eternamente su se stesso, senza produrre idee nuove; che l’uomo di esaurisca in piccoli moti solitari e sterili, e che, pur agitandosi senza posa, l’umanità non avanzi più.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alessandro Lombardi responsabile giovani Idv di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2009

“Auguro buon lavoro al giovane Alessandro- commenta Roberto Soldà, segretario romano dell’Italia dei Valori – che è stato chiamato a ricoprire l’incarico di responsabile dei giovani romani del partito. E’ un ruolo importante giacché ha il compito di coordinare i giovani simpatizzanti dell’Italia dei Valori e di collaborare con i quadri del partito per migliorare il futuro della Capitale”. “E’ fondamentale che cooperi -conclude Soldà- con i coordinatori municipali per agire con la gente e per la gente con l’energia e la freschezza che solamente i giovani possono avere”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »