Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Posts Tagged ‘geologia’

La difesa del litorale ibleo tra diritto, ingegneria, geologia e architettura

Posted by fidest press agency su martedì, 27 giugno 2017

PaganoRagusa Approccio multidisciplinare, gestione integrata del territorio e monitoraggio continuo delle coste, pur nella consapevolezza che il loro equilibrio è fragile e che nessuna soluzione può considerarsi definitiva. È quanto emerge dal seminario scientifico “Per la difesa del litorale ibleo”, che si è svolto questa mattina nella Sala Ideal di Piazza Libertà. L’incontro, organizzato da Betontest laboratori tecnologici e di ricerca in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali e il Genio civile di Ragusa, ha messo a confronto avvocati, architetti, geologi, geometri, ingegneri e periti industriali sul tema della salvaguardia, del risanamento e della valorizzazione della fascia costiera iblea.A introdurre i lavori sono stati Calogero Rizzuto, Soprintendente ai Beni culturali e ambientali, e Ignazio Mariano Pagano, ingegnere capo del Genio civile di Ragusa. Una circostanza insolita, questa, e sicuramente positiva per i professionisti del settore, come ha ricordato il presidente dell’Ordine provinciale degli Ingegneri Vincenzo Giuseppe Dimartino, perché è indice del dialogo tra le istituzioni e della volontà di affrontare assieme i problemi del territorio.Dopo i saluti dei rappresentanti dei vari ordini professionali coinvolti, MonacaAntonio Barone, docente di Diritto amministrativo dell’Università LUM “Jean Monnet” di Bari, ha trattato le questioni giuridiche sollevate dall’impatto dei fenomeni erosivi o di accumulo dei sedimenti sui confini demaniali e privati, nonché dai danni dei marosi ai fabbricati, dalla legittimità degli stessi, dall’eventuale responsabilità civile degli enti pubblici nei confronti dei privati per mancati interventi. Il giurista ha rilevato le incertezze del diritto nell’odierna società del rischio e ha evidenziato la necessità di una gestione integrata e mai statica della costa, secondo il modello della flexicurity. Quanto alla titolarità degli interventi di salvaguardia ambientale, Barone ha spiegato come la sussidiarietà orizzontale e il pareggio del bilancio abbiano aperto le porte ai privati anche in questo campo: diverse le tipologie di interventi in sinergia pubblico-privato per opere “calde”, che hanno una rilevanza imprenditoriale per gli investitori, e opere fredde dove è predominante la funzione sociale.Rosaria Ester Musumeci, ricercatrice del Dipartimento di Ingegneria civile e architettura dell’Università di Catania ha evidenziato come il problema riguardi tutte le coste italiane. Secondo recenti studi sull’arretramento delle coste, negli ultimi vent’anni solo l’Emilia Romagna è riuscita a dimezzare e quasi arrestare l’erosione costiera, grazie a interventi efficaci e ben realizzati. Nel ragusano, dove le coste sono in parte sabbiose e in parte rocciose, la situazione si presenta in evoluzione. Negli ultimi decenni, le strutture portuali di Pozzallo, Scoglitti e Marina di Ragusa hanno modificato profondamente il litorale, creando zone di erosione e di accumulo dei sedimenti. La studiosa ho offerto un’ampia panoramica delle cause, ma anche degli interventi (dai ripascimenti ai pennelli fino ai moduli per il ripopolamento ittico) che potrebbero riportare le coste in uno stato di equilibrio, seppure “dinamico” e provvisorio.
Darko Pandakovic, docente di Architettura del Paesaggio alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e consulente Unesco, nel suo intervento ha evocato la grecità del paesaggio ibleo, rilevando provocatoriamente come l’erosione potrebbe rivelarsi utile nella misura in cui inghiotta opere abusive costruite sulle scogliere o a pochi metri dal mare, cementificando e abbruttendo la costa. L’architetto Pandakovicpaesaggista ha invocato, inoltre, la restituzione di un’immagine originaria del territorio o almeno interventi leggeri di risanamento, ricordando quanto Poseidone, il dio greco del mare, fosse volubile e irascibile.Infine, Corrado Monaca direttore della Sperimentazione dei laboratori tecnologici e di ricerca Betontest ha ripercorso l’attività di ricerca dell’azienda, dal Fascicolo del fabbricato sul patrimonio edilizio esistente (2009) alla recente campagna d’indagine sullo stato di salute degli edifici scolastici con la tecnologia DifRob (diagnostica reticolare non distruttiva a raggi X) a Modica e a Noto, fino alle collaborazioni con enti di ricerca e università italiane.Al termine del convegno, i presidenti degli ordini professionali, il Soprintendente, l’ingegnere capo del Genio civile di Ragusa hanno sottoscritto un documento “Per Camarina”. I firmatari, preso atto della “gravissima condizione di degrado del promontorio di Cammarana” e del rischio di crollo delle antiche fortificazioni di Camarina in assenza di immediati interventi di consolidamento, peraltro già finanziati con D.D.S. 2008/13948, “esprimono l’unanime auspicio che il Comune di Ragusa possa attuare in brevissimo tempo le azioni di tutela e salvaguardia dell’importantissimo sito Archeologico”. (foto: pagano, Monaca, Pandakovic)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Laureati Unicam in geologia dall’America e dalla Cina

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

laureati-camerinoCamerino Il corso di laurea magistrale in “Geoenvironmental resources and risks”, tenuto interamente in lingua inglese, attira studenti internazionali da tutto il mondo. Nella giornata di venerdì 11 novembre, infatti, Alan Pitts proveniente dalla North Carolina (USA) e Ababekri Adudurahman dello Xinjiang (Rep. Popolare Cinese), hanno discusso la loro tesi di laurea davanti alla commissione composta dai docenti di Geologia. Alan Pitts ha svolto una tesi in Sedimentologia sotto la supervisione del prof. Claudio Di Celma, mentre Ababekri Adudurahman ha presentato il suo lavoro di tesi effettuato sotto la supervisione del prof. Michael Carroll e dei docenti tedeschi prof. Stuart Gilder e dr. Werner Ertel-Ingrish.Ababekri Adudurahman ha infatti partecipato al programma per il conseguimento del doppio titolo di laurea, riconosciuto sia in Italia che in Germania, grazie all’accordo internazionale attivo tra UNICAM e l’Università di Monaco di Baviera Ludwig Maximilians Universitaet (LMU). Ababekri, oltre ai corsi in Unicam, ha seguito dei corsi a Monaco e svolto lì il lavoro sperimentale in laboratorio per la tesi. Continuerà invece l’esperienza in UNICAM per Alan Pitts che rimarrà a Camerino, dove è stato accettato per il dottorato di ricerca in Scienze della Terra. (foto: laureati camerino)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il Lago d’Averno: dal vulcano al mito, trekking letterario con la geologa/scrittrice Ann C. Pizzorusso

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2016

campi flegreiGiovedì 20 ottobre, in occasione della IV edizione della «Settimana del Pianta Terra», presso la Libreria Iocisto la scrittrice/geologa Ann C. Pizzorusso, studiosa del Rinascimento italiano, presenterà il suo libro “Twittando da Vinci”: se Leonardo, eccellente geologo, avesse avuto un account twitter avrebbe raccontato come la geologia dell’Italia abbia influenzato l’arte, la scienza, l’ingegneria e l’archeologia. Ci soffermeremo in particolare sul secondo capitolo “L’inferno sulla terra: il viaggio di Virgilio negli Inferi” dove la mitologia, la storia e l’archeologia si intrecciano in maniera forte con le caratteristiche geologiche dei Campi Flegrei.
Verrà inoltre presentata l’escursione di sabato 22 che effettueremo presso l’oasi naturalistica di Monte Nuovo e sul lago d’Averno per visitare i luoghi descritti da Virgilio e dai viaggiatori del Grand Tour, richiamati nel libro della nostra ospiteAi partecipanti alla presentazione e/o all’escursione il libro sarà offerto con sconto. L’evento è realizzato in collaborazione con l’Associazione locus iste e MilleSentieri.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Geologia di Unicam prima in Italia per la qualità della didattica

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2016

tondiCamerino. Grande soddisfazione della Sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie per il risultato ottenuto nella Classifica Censis 2016-2017 stilata per Repubblica. La classifica delle lauree triennali posiziona la Geologia di Unicam al primo posto in Italia, per il secondo anno consecutivo. Due gli indicatori presi in esame: la progressione della carriera degli studenti e l’internazionalizzazione. Quest’ultimo indicatore, inoltre, è destinato inevitabilmente ad aumentare. Dopo la Laurea magistrale, coordinata con successo dalla Prof.ssa Eleonora Paris e già in lingua inglese da diversi anni, dal prossimo anno accademico anche le attività didattiche e formative del corso triennale saranno interamente erogate in lingua inglese.
“Con la laurea triennale in “Geological, Natural and Environmental Sciences” vogliamo dare anche agli studenti più giovani un respiro internazionale – ha dichiarato il prof. Piero Farabollini, Coordinatore del corso di laurea – vogliamo che le competenze acquisite possano essere spendibili non solo sul mercato italiano, ma anche su quello estero, sia in aziende private e nell’attività professionale che in enti ed istituzioni pubbliche”.“Questo risultato mostra anche una grande vivacità e preparazione dei nostri docenti e ricercatori – afferma il prof. Emanuele Tondi, Responsabile della Sezione di Geologia. Sono numerosi i progetti scientifici che hanno ottenuto finanziamenti negli ultimi anni, progetti che hanno principalmente carattere internazionale e a cui partecipano anche i nostri studenti durante lo svolgimento della tesi di laurea”. (http://geologia.unicam.it/) (foto: tondi)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti americani a Napoli “Twittando da Vinci”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 Mag 2016

pozzuoli tempio di serapideNapoli. Sabato 21 maggio un gruppo di studenti dell’universita’ “Molloy College” di Long Island, a New York arrivano a Napoli per fare parte di una gita seguendo il libro “Twittando da Vinci”. Gli studenti hanno studiato il libro mentre stavano frequentando i corsi di scienza, letteratura, storia dell’arte e la storia romana. In questa maniera potevano vedere come la geologia ha influenzato queste discipline.
Il libro “Twittando da Vinci” dimostra come la geologia ha influenzato la cultura dell’Italia. Da 21 maggio, gli studenti, guidati dall’autore del libro Ann C. Pizzorusso visiteranno il Vesuvio, i Campi Flegrei, l’isola d’Ischia, Napoli e Cuma. In questa maniera potranno vedere in prima persona una zona dove la geologia e’ molto complesso e nello stesso tempo ispiratrice delle piu’ grandi opere culturali della storia dell’umanità.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Calabria: rischio sismico

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2012

“Nell’ultimo anno, com’è noto, oltre 500 scosse sismiche di modesta entità si sono ripetute nell’area del Pollino, interessando diversi comuni della Calabria e della Basilicata, posti al confine tra le due regioni, alimentando timori tra gli abitanti”. Lo ha ricordato Arcangelo Francesco Violo , Presidente dell’Ordine dei Geologi della Calabria , intervenendo alla conferenza “Lo Sciame Sismico del Pollino”, svoltasi a Mormanno in provincia di Cosenza ed organizzata dall’Ordine dei Geologi della Calabria . Violo ha ribadito con fermezza “che non si può prescindere dalle norme antisismiche sulle costruzioni per prevenire e mitigare il rischio sismico. E’ indispensabile attuare un piano di messa in sicurezza degli edifici esistenti e deve essere attuata al più presto la Legge sismica della Regione Calabria (L.R. 35/09)”. E chiaro è stato anche Paolo Cappadona, Consigliere Nazionale dei Geologi . “L’intero territorio della Regione Calabria è esposto ad un elevatissimo rischio sismico come unanimemente riconosciuto dagli esperti del settore. Considerata la complessità e la fragilità strutturale del territorio Calabrese – ha affermato Cappadona – una seria politica di prevenzione e di difesa dai terremoti non può prescindere da una dettagliata mappatura delle aree che possono dar luogo ad amplificazione dello scuotimento sismico per le loro intrinseche caratteristiche geologiche e geomorfologiche.
Per questo motivo è stata evidenziata ai sindaci ed agli amministratori presenti al convegno, la possibilità di utilizzare i fondi previsti dalla OPCM 3907/2011 per la redazione degli studi di “microzonazione sismica” a scala comunale” L’evento organizzato dall’Ordine dei Geologi della Calabria e dalla Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) ha chiamato a confronto qualificatissimi relatori ed è stato un importante momento di approfondimento delle conoscenze sul fenomeno

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Olimpiadi Geologia: Italia 4 medaglie bronzo

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2010

Camerino. 4 medaglie di bronzo: è questo il grande risultato ottenuto dalla squadra italiana, composta da ragazzi delle scuole superiori provenienti da tutta Italia, che ha partecipato alle Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra (IESO 2010), svoltesi nel mese di settembre in Indonesia, e parte del merito è anche dell’Università di Camerino.  I ragazzi, infatti, lo scorso mese di luglio hanno partecipato ad uno stage teorico-pratico di  preparazione presso il Polo di Scienze della Terra di Unicam. In quell’occasione l’Ateneo di Camerino ha messo a disposizione della squadra italiana aule, laboratori, attrezzature didattiche e mezzi per le escursioni sul terreno. Grazie alla stretta collaborazione tra i docenti dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali (ANISN) e i Geologi Unicam, i ragazzi hanno potuto seguire un programma intenso su argomenti cha andavano dall’astronomia alla paleontologia, dalla climatologia all’idrologia fino alla geologia.  I risultati, dunque, non si sono fatti attendere e sono stati davvero ottimi!

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondi per Unicam dalla geologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 aprile 2010

Camerino, In questo particolare momento di tagli ai fondi per la ricerca, numerose notizie positive arrivano invece per Unicam: dopo aver ottenuto il finanziamento del progetto PRIN sui modelli di evoluzione dell’Appennino e la formazione del Mar Tirreno (coordinatore nazionale prof. Turco), uno dei 6 arrivati all’Ateneo,  la Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie ottiene il prestigioso FIRB Progetto Giovani, l’unico della geologia tra i 100 finanziati in ogni ramo delle scienze in tutta Italia per i ricercatori con meno di 38 anni!   Il progetto FIRB, finanziato con circa 250 mila euro è coordinato dal dr. Gabriele Giuli e riguarda lo studio degli effetti di alcuni elementi, come lo zolfo, sul comportamento dei magmi e delle implicazioni che questo può avere per le eruzioni vulcaniche esplosive. Un argomento quindi che mette in collegamento la ricerca di base in ambito mineralogico-vulcanologico e le implicazioni di particolare rilevanza ambientale come si e’ visto dalle recenti eruzioni in Islanda.  Grazie al finanziamento, il Laboratorio di vulcanologia sperimentale di UNICAM, in cui saranno effettuati tutti gli esperimenti, si arricchirà di nuovi strumenti che lo renderanno più competitivo e potrà mettere a disposizione borse di studio per giovani ricercatori.  Buona ricerca e buona didattica, in un connubio inscindibile e fruttuoso, testimoniato anche dal successo del corso di laurea magistrale in Geologia sulle risorse e rischi geologici (Geoenvironmental resources and risks, in inglese, in consorzio con Monaco di Baviera) che vede già numerose richieste di accedere al corso del prossimo anno da parte di studenti di altre università italiane e straniere. (G. Giuli, vulcano)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Archeologia virtuale per la Jesi romana

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2009

Camerino. Un progetto tra l’archeologia e la geologia vede coinvolti i geologi dell’Università di Camerino, coordinati dalla Professoressa Eleonora Paris, nello studio e nella divulgazione del patrimonio storico-archeologico della città di Jesi. Lo studio, finanziato dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Jesi e appena concluso, ha permesso di catalogare e rendere virtualmente fruibili al pubblico i maggiori siti archeologici presenti all’interno della cinta muraria jesina che, noti e già oggetto di scavo e di studio, sono di difficile  accesso o non più visibili.  “L’applicazione di metodologie GIS-SIT per l’acquisizione e gestione dei dati integrati territoriali e archeologici – ha sottolineato la Prof.ssa Eleonora Paris, docente Unicam del Dipartimento di Scienze della Terra – ha permesso di realizzare una biblioteca digitale della documentazione protostorica, romana e medievale a cui sono stati aggiunti i dati archeometrici ottenuti dallo studio dei recenti ritrovamenti delle mura romane in zona Porta Valle, effettuato anch’esso dai geologi Unicam”.    La Jesi Romana rivive così in forma virtuale e i risultati ottenuti rappresentano anche una proposta di attualità per tante altre città  in cui le antiche vestigia devono convivere con la vita moderna. L’applicazione delle tecniche di ricostruzione virtuale permette infatti di integrare i dati archeologici con la stratigrafia e la ricostruzione storica per una fruibilità totale e moderna dei beni culturali anche dopo la chiusura degli scavi, grazie all’organizzazione delle informazioni ottenute in una forma digitale, fruibili e a disposizione di tutti.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »