Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘geotermici’

Sondaggi geotermici a Bagnoli

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 ottobre 2010

Intervento della senatrice Donatella Poretti, parlamentare Radicale: “Come è noto, l’area del territorio del napoletano su cui sorgono tra gli altri i quartieri di Bagnoli e il comune di Pozzuoli, è interessata da un’intensa attività geotermica e vulcanica effusiva che trae sua origine nella caldera magmatica flegrea, localizzata sotto lo specchio di mare antistante il Comune di Pozzuoli.Da notizie stampa si apprende che è prevista, nel corrente mese di ottobre 2010, un’attività di sondaggio geotermico fino a 500 metri, destinato a proseguire entro il prossimo anno fino alla profondità di 4 km, ad opera dell’organizzazione scientifica ICDP (International Continental Drilling Project), da una zona all’interno della municipalità di Bagnoli (Napoli) a ridosso dei quartieri di Cavalleggeri Aosta, Fuorigrotta e Posillipo (area che conta circa 300 mila abitanti), per acquisire nuovi dati di conoscenza scientifica. Dal punto di vista vulcanologico e geotermico un sondaggio a Bagnoli che si prevede fino a una profondità di 4 km non sembrerebbe trovare invece alcuna giustificazione scientifica: negli anni ’70 già avevano avuto luogo da parte di una joint venture AGIP-ENEL dei sondaggi analoghi che avevano già scoperto tutto quello che c’era da scoprire, ovvero che la risorsa geotermica nell’area è consistente ma con un grado di salinità che ne rendeva diseconomico lo sfruttamento. Mentre è appurato che l’attivià del nuovo sondaggio, con i relativi fanghi di perforazione che si estrarranno, determinerà un consistente inevitabile inquinamento dovuto a contaminati inorganici, di un’area che, attraverso un lungo e travagliato processo politico e con l’esborso di ingenti somme di denaro pubblico, sta finendo di venire bonificata dai relitti e dall’inquinamento dell’industria per lo più chimica che ne ha occupato il territorio durante la quasi totalità del secolo scorso. Oltre a questo, la letteratura scientifica descrive come notevolmente rischiosi questo tipo di sondaggi per il pericolo di scoppi improvvisi dei gas liberati e di movimenti sismici, e fornisce studi su esperienze drammatiche occorse in analoghe ricerche effettuate in regioni remote e disabitate (!) della Nuova Zelanda e dell’Islanda.
Per queste ragioni, con il collega Marco Perduca, abbiamo rivolto un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per sapere se il Ministro è informato dell’esistenza e della prossima attuazione di questo progetto, nel caso quali valutazioni abbia espresso a riguardo, e se non ritenga di dover approfondire la valutazione di ogni rischio che possa derivarne per l’incolumità della popolazione e per l’ambiente circostante.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ad Ancona un mega impianto fotovoltaico

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

Da una vecchia struttura in amianto nascerà uno degli impianti fotovoltaici più grandi d’Italia. A realizzarlo nel porto di Ancona sarà Energy Resources, realtà leader nel settore delle rinnovabili, che si è aggiudicata, in associazione di impresa con Conscoop, il bando di gara indetto dall’Autorità Portuale.  L’impianto sarà in grado di produrre 3.200 KWp (sufficiente per alimentare il fabbisogno di circa 1.600 abitazioni) e la sua realizzazione verrà preceduta da un intervento di bonifica dall’amianto, materiale altamente nocivo, di un ex stabilimento industriale in un’area depressa oggetto di riqualificazione da parte dell’Autorità Portuale. L’impianto coprirà il tetto dell’edificio con 15.248 moduli fotovoltaici ad altissima efficienza Sunpower, leader americano nella produzione di pannelli fotovoltaici, di cui Energy Resources è il principale partner italiano. “Con l’installazione di impianti fotovoltaici non solo è possibile produrre energia elettrica da fonte rinnovabile ma anche risolvere ulteriori questioni di natura energetica. L’unione di fotovoltaico e geotermico permette l’eliminazione del problema dei combustibili fossili e allo stesso tempo la soluzione di ulteriori problemi ambientali, come accade con la riqualificazione di aree depresse o contaminate da amianto – spiega Enrico Cappanera, amministratore delegato di Energy Resources – Ad oggi tutto questo si può fare a costo zero, avvalendosi di società come Energy Resources, che in qualità di Esco (Energy Service Company, ovvero società di servizi energetici) è specializzata nell’effettuare interventi nel settore dell’efficienza energetica, fornendo le risorse finanziarie e gestendo progettazione, realizzazione e manutenzione”.
Energy Resources è un’azienda di riferimento nel panorama delle energie rinnovabili, orientata alla ricerca, alla progettazione alla realizzazione di impianti fotovoltaici, geotermici ed eolici nel rispetto dell’ambiente. Nata nel 2006 ad Ancona dall’esperienza di professionisti operanti nel settore dal 1989, si distingue per l’impiego di nuove tecnologie e le importanti partnership internazionali. Alcuni numeri significativi: Energy Resources si avvale di 70 ingegneri professionisti specializzati nelle energie rinnovabili; tra il 2008 e il 2009 ha realizzato impianti per 15 MegaWatt di potenza, pari a 20 milioni di kWh prodotti e 8 milioni di Kg di CO2 non immessa nell’atmosfera; dai 14 milioni del 2008, l’azienda stima di raggiungere per il 2009 i 40 milioni di euro di fatturato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »