Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘geriatrica’

Nuova unità operativa di oncologia geriatrica

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 Maggio 2012

Milano Lunedì 7 maggio, alle ore 10.30, all’Istituto “Palazzolo-Fondazione Don Gnocchi” di Milano (via don Luigi Palazzolo, 21) si terrà la cerimonia di INAUGURAZIONE della nuova UNITA’ OPERATIVA DI ONCOLOGIA GERIATRICA. Il nuovo reparto accoglie pazienti di età superiore ai 65 anni affetti da patologia neoplastica, ma anche pazienti di età inferiore particolarmente fragili. Dispone complessivamente di 27 posti-letto convenzionati con il Servizio Sanitario (14 posti-letto di Medicina Oncologica e 13 posti-letto di Riabilitazione a orientamento oncologico) e rappresenta un modello organizzativo innovativo nel panorama sanitario milanese e lombardo. Interverranno alla cerimonia di inaugurazione:
– Roberto Formigoni, presidente Regione Lombardia
– Walter Locatelli, direttore generale ASL Milano
– Mons. Erminio De Scalzi, vescovo ausiliare Diocesi Milano
– Mons. Angelo Bazzari, presidente Fondazione Don Gnocchi
– Gianbattista Martinelli, direttore generale Fondazione Don Gnocchi
– Maurizio Ripamonti, direttore Polo Lombardia 2 – Fondazione Don Gnocchi
– Silvio Monfardini, direttore Progetto Oncologia Geriatrica – Istituto “Palazzolo-Don Gnocchi”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oncogeriatria a Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

Milano (via Palazzolo, 21) Ha preso il via, all’Istituto “Palazzolo-Don Gnocchi” di l’innovativo progetto che coniuga oncologia e geriatria, iniziativa all’avanguardia sostenuta dalla regione Lombardia. Si tratta del nuovo reparto di degenza per pazienti di età superiore ai 65 anni, affetti da patologia neoplastica: 27 posti letto, accreditati con il Servizio Sanitario Regionale, con accessi diretti o da altri centri ospedalieri dopo interventi di chirurgia oncologica o radioterapia. Il reparto si suddivide in due Unità Operative: Medicina Oncologica e Geriatrica e Riabilitazione Generale Geriatrica a indirizzo oncologico. Il nuovo servizio si affianca al day hospital-ambulatorio di oncologia geriatrica (4 posti), per la somministrazione della chemioterapia antitumorale, avviato al “Palazzolo” nello scorso mese di marzo e in grado di offrire la possibilità di ricovero ordinario per pazienti anziani fragili e vulnerabili per prestazioni di chemioterapia, terapia di supporto e riabilitazione. Direttore del Progetto di continuità assistenziale per pazienti anziani oncologici è il professorSilvio Monfardini, mentre il dottor Riccardo Sandri è il primario dell’Unità di Oncogeriatria.
Le attività previste dal progetto di continuità assistenziale per il paziente oncologico anziano sono le seguenti:
somministrazione chemioterapia antitumorale in Day Hospital e durante la degenza;
riabilitazione per pazienti oncologici;
visite oncologiche ambulatoriali;
collegamento permanente con i medici di medicina generale per la gestione extra-ospedaliera del paziente anziano ed eventuale attivazione dell’Assistenza Domiciliare Integrata o Custode sociale;
consulenze per pazienti interni ed esterni;
partecipazione al team per la discussione interdisciplinare sulla gestione clinica e sociale dei casi;
predisposizione e divulgazione di protocolli di cura del paziente anziano, interagendo con altre strutture operanti nell’area oncologica (Istituti Tumori, Aziende ospedaliere) e i medici di medicina generale;
corsi di formazione per il personale infermieristico e medico;
informazione al pubblico anziano su diagnosi precoce e terapia.
Di particolare importanza è la riabilitazione oncologica. Questa riveste oggi un ruolo di primo piano in una realtà caratterizzata da un crescente numero di interventi riabilitativi richiesti dalla patologia neoplastica e soprattutto dai trattamenti specifici (chirurgia, radioterapia, chemioterapia) ad essa correlati. In questo ambito è pertanto essenziale sviluppare “standard di cura” ottimali e valutarne successivamente gli impatti in termini di risultati e assorbimento di risorse. La prevalente componente anziana tra i pazienti oncologici, comporta un’ulteriore attenzione nella predisposizione di protocolli riabilitativi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un nuovo campo per la ricerca geriatrica

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

(Centro Maderna)  La sarcopenia, dal greco antico “carenza di carne”, è la riduzione della massa muscolare associata all’invecchiamento della persona. Questo fenomeno, che interessa il 10% degli ultrasessantenni con la percentuale che aumenta proporzionalmente all’età, e che fino a poco tempo fa veniva considerato semplicemente un effetto della vecchiaia, sta diventando oggi sempre più oggetto di ricerca da parte degli studiosi, che lo vedono ora come una condizione medica da diagnosticare, studiare e curare, proprio come, ad esempio, l’osteoporosi, malattia dagli effetti analoghi che colpisce invece della muscolatura, le ossa. Istituti di ricerca, case farmaceutiche e perfino grosse industrie alimentari quali Nestlè e Danone stanno investendo risorse per trovare sostanze che possano frenare il processo di perdita muscolare legato all’età. Una task force di scienziati si è già incontrata a Roma lo scorso Novembre e ad Albuquerque il mese scorso per stilare una precisa definizione della sarcopenia da pubblicare sulle riviste specializzate in modo da sensibilizzare su questa condizione medica. Tra le cause principali alla base della perdita muscolare che emergono da questi studi, vi sono i cambiamenti ormonali, la vita sedentaria, l’infiltrazione di grasso nei muscoli, infiammazioni e la resistenza all’insulina, mentre tra i possibili interventi per contrastarla l’esercizio fisico, la vitamina D e le proteine. “Preservare la muscolatura è possibile”, commenta il Dott. Luigi Ferrucci, studioso dell’Istituto Nazionale per l’Invecchiamento americano, “è solo che non conosciamo ancora quale sia la formula esatta per farlo”. (The New York Times, 30 agosto 2010)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »