Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘gettito’

Gettito canone Rai

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2017

Rai: sede di romaIl Mef ha comunicato che nel periodo gennaio-novembre 2016 le entrate per il canone televisivo finora pervenute ammontano a 2.050 milioni di euro. “Si tratta di un dato certamente positivo in termini finanziari, da noi ampiamente previsto fin dal novembre 2015. Il metodo adottato, infatti, non è mai stato da noi contestato rispetto alla sua efficacia nella lotta all’evasione, quanto rispetto all’onere a carico degli onesti contribuenti costretti a fare dichiarazioni per le doppie utenze elettriche diversamente intestate o a dover dichiarare a vita, di non avere una tv” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“In ogni caso si tratta di un extragettito di 300 milioni che attesta anche la bontà di una seconda previsione da noi fatta. Ossia che il canone è ancora troppo elevato, nonostante la riduzione da 100 a 90 euro prevista per il 2017. Per avere un gettito invariato rispetto al 2015, infatti, il canone, prendendo per definitivo il dato di oggi, dovrebbe essere al massimo di 85 euro, ossia 5 euro in meno” conclude Dona.L’associazione ricorda, infine, che l’art. 1 comma 153 della legge n. 208/2015 prevede che per superare la presunzione di detenzione di un apparecchio tv è ammessa una dichiarazione da inviare all’Agenzia delle entrate ma questa “ha validità per l’anno in cui è stata presentata”. A differenza della dichiarazione di addebito su altra utenza (ossia il quadro B del modellino), quindi, la dichiarazione di non detenzione (quadro A) va ripresentata ogni anno e va inviata entro il prossimo 31 gennaio.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giochi, entrate tributarie

Posted by fidest press agency su sabato, 16 luglio 2011

Fra gennaio e maggio 2011 le entrate erariali totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate sia come entrate erariali dirette sia indirette), come riprota Agipronews,sono risultate 5.826 milioni di euro (+880 milioni di euro sul 2010, pari a +17,8%), considerando solo le imposte indirette il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 5.584 milioni di euro (+904 milioni di euro, pari a +19,3%). È quanto si legge nel bollettino del Dipartimento delle Finanze. Hanno contribuito alla significativa crescita delle entrate relative ai giochi in particolare i proventi del lotto per 2.821 milioni di euro (+818 milioni di euro, pari a +40,8%) e quelli degli apparecchi e congegni di gioco per 1.590 milioni di euro (+147 milioni di euro, pari a +10,2%). Nel complesso, le entrate derivanti da lotto, lotterie e altre attività di gioco fra gennaio e maggio 2011, incidono sull’Erario per il 3,1%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu crescono del 3,1%

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Aumentano ancora le auto blu in Italia: hanno raggiunto il tetto record di 626.760 unità. E’ quanto emerge dallo studio condotto da Contribuenti.it, diffuso oggi a Napoli nel corso della presentazione del “Premio Amico del Contribuente” che, quest’anno, è stato assegnato a Diego Guida, assessore al decoro e arredo urbano del Comune di Napoli “per aver formalmente rinunciato all’auto blu accogliendo l’invito rivolto ai politici dall’Associazione Contribuenti Italiani”. Al secondo posto si è classificato Giuseppe Peleggi, direttore generale dell’Agenzia delle Dogane, “per aver primeggiato nella lotta all’evasione fiscale”, seguito da Giampietro Brunello, amministratore delegato della SOSE, Società per gli studi di settore, “per aver contribuito all’aumento del gettito tributario responsabilizzand o 3,7 milioni di contribuenti”. Contribuenti.it, per il conteggio, ha analizzato il parco delle auto blu utilizzate in qualunque modo dalla P.A., conteggiando sia quelle proprie che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici, Societa’ misto pubblico-private e Societa’ per azioni a totale partecipazione pubblica.
Nel 2009, in Italia, il parco delle auto blu in dotazione della pubblica amministrazione è cresciuto del 3,1% passando da 607.918 a 626.760 unità. Dopo la legge del 1991 che limitava l’uso esclusivo delle auto blu ai soli Ministri, Sottosegretari e ad alcuni Direttori generali, si sono sempre proposte regolamentazioni e tagli, mai effettuati.  Nella classifica dei paesi che utilizzano le “auto blu” primeggia l’Italia con 626.760 seguita dagli USA con 72.000, Francia con 61.000, Regno Unito con 55.000, Germania con 54.000, Turchia con 51.000, Spagna con 42.000, Giappone, con 30.000, Grecia con 29.000 e Portogallo con 22.000.  “Tagliare la spesa pubblica si può senza alcun danno per gli italiani – afferma Vittorio Carlomagno, presidente Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – Basta solo applicare le leggi vigenti anche alla casta. Gli amministratori pubblici, in Italia, hanno superato ogni limite Basterebbe pubblicare sul sito internet il nome degli utilizzatori e tassarli come fringe benefit per ridurre drasticamente il parco auto della pubblica amministrazione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Francia favorevole al carbon tax

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

Elisabetta Zamparutti, deputata radicale in Commissione Ambiente, ha dichiarato: “Confindustria Francia (Medef) si dichiara oggi, dalle pagine di “Le Monde”, a favore dell’introduzione della carbon tax sul piano nazionale e auspica l’introduzione di una simile tassa a livello europeo, esprimendosi a favore di “dazi ambientali” nel quadro di un accordo mondiale. Con Marco Cappato proponiamo che anche l’Italia, dove  la tassazione ambientale è tra le più basse in Europa, avvii un dibattito sull’uso della leva fiscale perché la produzione ed il consumo si orientino verso modelli sostenibili. Lo può fare a partire dall’introduzione di una di una tassazione delle emissioni di C02 nei settori non ETS il cui gettito vada a ridurre la pressione sui redditi da lavoro. Chiediamo anche una politica europea in tal senso con tasse all’importazione qualora il gettito sia restituito ai paesi di provenienza dei beni per investimenti nel segno della sostenibilità ambientale. Conosciamo oggi la posizione di Confidustria Francia. E quella di Confindustria Italia, qual è?”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Sardegna e risorse assegnate

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 dicembre 2009

“Ancora una volta si ribadisce che la copertura finanziaria per la manovra 2010, attualmente in discussione, esiste ed è frutto di attente valutazioni portate avanti con il servizio delle entrate del ministero”. E’ quanto affermato dall’assessore della Programmazione Giorgio La Spisa in merito ai dubbi sollevati nell’aula del consiglio regionale sul rischio che lo Stato non trasferisca alla regione le nuove entrate fiscali. “In riferimento alle risorse del bilancio dello Stato, che devono essere assegnate alla Sardegna per le nuove compartecipazioni previste dall’articolo 8 dello Statuto – ha spiegato l’assessore – preciso che il capitolo del bilancio dello Stato da cui sono devolute le risorse alle regioni a statuto speciale è il 2790: “Devoluzione alle regioni a statuto speciale del gettito di entrate erariali alle stesse spettanti in quota fissa”. Il capitolo è alimentato da un fondo, capitolo 2797: “Fondo occorrente per l’attuazione dell’ordinamento regionale delle regioni a statuto speciale”. “Il fondo – ha ripreso La Spisa – ha una dotazione di 16,5 miliardi di euro per il 2010, al quale devono essere aggiunti circa 6 miliardi di euro sussistenti nel conto dei residui 2009. “Il Ministero – ha concluso l’assessore della Programmazione – ha confermato che le risorse previste nel fondo per il 2010 tengono conto di quanto dovuto alla Sardegna a seguito della riforma dell’articolo 8 dello Statuto”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »