Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘giacometti’

I volti di Soshana e Giacometti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2021

4 luglio – 29 agosto 2021 inaugurazione | sabato 3 luglio, ore 15.00 Centro Giacometti Strada cantonale 119, Stampa (Cantone Grigioni, Svizzera) Memoria, Assenza, Trauma a cura di Virginia Marano. Più di trenta opere tra disegni e dipinti celebrano, negli spazi di un’avita casa Giacometti prospiciente l’atelier del celebre scultore svizzero, l’opera della pittrice austriaca Soshana e l’amicizia tra i due artisti. Soshana – artista dalla vita intensa e drammatica, nata a Vienna nel 1927 con il nome di Susanne Schüller, emigrata in America in seguito alle leggi razziali naziste – utilizza per la prima volta il suo nome d’arte nel 1948 per una mostra al Círculo de Bellas Artes dell’Avana. A Parigi, negli anni Cinquanta, usa come studio gli spazi che furono di Derain e Gauguin; conosce artisti come Brâncusi, Calder, Chagall, Ernst, Klein, Picasso, intellettuali come Sartre, e naturalmente Giacometti, con cui nasce una profonda amicizia. Le opere esposte indagano il rapporto tra spazio, storia, genere e sessualità in cui il legame con l’opera di Giacometti si manifesta nello studio figurativo inserito in uno spazio immaginario.Una galleria di ritratti, volti, figure sottili che si appoggiano a tende scure o si proiettano su sfondi dorati, e si possono dividere in tre gruppi. Il primo, che comprende il ritratto di Isaku Yanaihara– filosofo giapponese di riferimento per Giacometti– rappresenta una riflessione sul ruolo della memoria; il secondo, in cui i volti ritratti richiamano il profilo dello scultore e sottolineano l’incontro tra i due artisti, riguarda il mistero dell’assenza; il terzo è dedicato al trauma della guerra, in cui entra prepotente il continuo esilio vissuto dall’artista in quanto ebrea. La mostra I volti di Soshana e Giacometti, a cura di Virginia Marano (Università di Zurigo), è organizzata dagli Amici del Centro Giacometti (Stampa), con prestiti di Amos Schueller (Vienna). L’allestimento è a cura dello Studio Alder Clavuot Nunzi Architekten GmbH ETH SIA (Soglio, Svizzera). La mostra si avvale del sostegno del Comune di Bregaglia, degli Amici del Centro Giacometti, della Fondazione Centro Giacometti, dell’Ufficio della cultura dei Grigioni / Swisslos, della Regione Maloja.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky

Posted by fidest press agency su domenica, 8 settembre 2019

Verona Lunedì 9 settembre, alle 9, il call center di Linea d’ombra (0422.429999, http://www.lineadombra.it) comincerà a essere preso d’assalto. Da quel giorno e a quell’ora iniziano, infatti, le prenotazioni per la grande mostra. Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky. Capolavori dalla Fondazione Maeght che Linea d’ombra e Comune di Verona, in accordo con la Fondazione Maeght di Saint-Paul-de-Vence, propongono alla Gran Guardia dal prossimo 19 novembre al 5 aprile 2020, con il fondamentale supporto del Gruppo Baccini, main sponsor dell’iniziativa. Già molti sono i segnali che indicano come intorno a questa affascinate rassegna l’interesse del pubblico stia lievitando in modo sensibile. È afferma il curatore della mostra, Marco Goldin – un’occasione imperdibile per conoscere uno dei momenti più straordinari dell’intera arte del Novecento. Una mostra ampia, forte di un centinaio di opere, che unisce una vera e propria antologica dedicata ad Alberto Giacometti, il più importante scultore del XX secolo, ma anche strepitoso pittore nonché disegnatore, ai quadri, spesso di grande formato, di alcuni autori che gravitarono attorno a Giacometti e alla Galleria Maeght nella Parigi degli anni precedenti o successivi il secondo conflitto mondiale. Per cui si vedranno capolavori da Kandinsky a Chagall, da Miró a Braque solo per citarne alcuni.
Goldin anticipa anche alcune caratteristiche di un allestimento che si preannuncia molto originale: Le splendide e ampie sale della Gran Guardia faranno da sfondo a un allestimento di poetica suggestione, con le grandi sculture di Giacometti, a cominciare dal celeberrimo L’uomo che cammina, che quasi galleggeranno sul pavimento su cui verrà stesa una speciale moquette scura, sulla quale si staglieranno le basi in pietra bianca su cui si poseranno poi le sculture stesse. Questo per seguire il volere di Giacometti che privilegiava proprio l’’utilizzo del bianco. Mentre sulle pareti attorno verranno appese sequenze mozzafiato di capolavori di Miró, Kandinsky e tutti gli altri, in un dialogo quasi teatrale tra colori accesi e monocromia delle statue, il tutto esaltato dallo studiatissimo apparato illuminotecnico che isolerà le singole forme nello spazio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Rodin – Giacometti

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 agosto 2019

Martigny (Svizzera) Rue du Forum 59 Prosegue fino al 24 novembre 2019 (Orario di apertura: tutti i giorni ore 9 – 19 )con grande apprezzamento del pubblico, presso la Fondation Pierre Gianadda di Martigny, in Svizzera, la mostra Rodin – Giacometti, organizzata con la partecipazione diretta del Musée Rodin e della Fondation Giacometti di Parigi, che hanno messo a disposizione opere delle loro importanti collezioni. Si tratta di una rassegna che comprende oltre 130 lavori e che mette di fronte le opere di due grandi maestri – Rodin (1840-1917) e Giacometti (1901-1966) – andando a studiare i parallelismi e gli echi che si possono riscontrare tra le loro produzioni. Negli oltre quarant’anni della sua storia la Fondation Gianadda ha dedicato ai due artisti memorabili mostre (fondamentali quella di Rodin del 1984 e quella di Giacometti del 1986), ma in questa occasione appare molto significativo il “faccia a faccia” tra i due scultori indagati con una selezione mirata delle opere fatta da curatori esperti ed appassionati come Catherine Chevillot, direttrice del Musée Rodin, Catherine Grenier, direttrice, e Hugo Daniel della Fondation Giacometti.Nel lungo percorso espositivo appare lampante l’interesse di Giacometti per l’opera di Rodin, che scopre e ammira a Parigi dove si trasferisce nel 1922 e dove frequenta i corsi e l’atelier di Emile-Antoine Bourdelle già allievo e assistente di Rodin, ed emergono i diversi approcci alle problematiche comuni della scultura, che vengono assunte come temi e sezioni specifiche della mostra: il modellato e la materia, l’imprevisto nell’esecuzione, i gruppi, la deformazione, l’attenzione all’arte antica, il problema del basamento, le serie, “l’uomo che cammina”.La mostra costituisce, nella sua originalità, un momento importante per la conoscenza dei due scultori, di diverse generazioni ma entrambi volti a superare l’accademismo e a porsi in modo nuovo (ognuno con la propria sensibilità) di fronte ad una rappresentazione tesa a raccontare la condizione e l’animo dell’uomo del loro tempo. http://www.gianadda.ch/Ingressi Adulti: CHF 20 – € 16.50 Senior (oltre 60 anni): CHF 18. – € 15. Bambini (dai 10 anni): CHF 12, € 10. Famiglia (genitori e bambini): CHF 42 – € 35. Studenti (fino a 25 ans): CHF 12 – € 10.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giacometti, Varlin e la Valle Bregaglia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 marzo 2017

alberto-giacomettiMilano Martedi 21 marzo 2017 ore 18.00 Centro Svizzero Via Palestro 2. Dopo il forte interesse e la grande partecipazione di pubblico e stampa ottenuti dall’analogo evento tenutosi a Lugano lo scorso novembre, la CORSI propone una nuova occasione per ricordare questi due artisti e il loro profondo legame con il territorio del Grigioni italiano.
Ne parlerà, sul filo dei ricordi personali, un tavolo di relatrici d’eccezione: Patrizia Guggenheim, figlia di Varlin e storica dell’arte, responsabile del lascito e archivio Varlin; Anna Maria Pucci Corbetta Sarfatti, architetto, che nella sua infanzia ha frequentato le case di Giacometti e di Varlin; Diana Segantini, responsabile del Dipartimento Cultura RSI Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana ed Elena Pontiggia, docente di Storia dell’Arte all’Accademia di Brera e al Politecnico di Milano, che potrà meglio inquadrare le figure di questi artisti che nel secondo dopoguerra furono introdotti a Milano grazie allo storico dell’arte Giovanni Testori.
Modera la serata Maria Grazia Rabiolo, giornalista RSI Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana. L’evento è posto sotto il patrocinio della Camera di Commercio Svizzera in Italia. La discussione prenderà spunto dalla proiezione di numerosi documenti audiovisivi storici conservati nelle Teche della RSI Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana, patrimonio di memoria importante e preziosa testimonianza della cultura della Svizzera italiana. I documentari con interviste ad Alberto Giacometti e Varlin, e i contributi su Giovanni Segantini offriranno l’occasione per parlare anche di altre personalità che hanno amato e frequentato una valle che ha sempre ispirato grande fervore artistico.Un grazie particolare al Consolato generale di Svizzera a Milano e al Dipartimento cultura RSI per il sostegno offerto alla serata. (foto: giacometti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »