Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘gianni ambrosio’

Mons. Gianni Ambrosio in Uganda

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 gennaio 2012

Uganda

Image by uusc4all via Flickr

Da giovedì 26 gennaio in Uganda per il 40° di Africa Mission e fino a martedì 31 gennaio, partecipa al viaggio missionario in Uganda in occasione del quarantesimo anniversario di Fondazione di Africa Mission. Ad accompagnare il vescovo nella visita saranno il presidente di Africa Mission, don Maurizio Noberini, e il presidente di Cooperazione e Sviluppo, Carlo Antonello. Ad attenderlo in Uganda ci saranno anche il direttore Carlo Ruspantini e l’assistente spirituale nazionale mons. Sandro De Angeli, che raggiungeranno il Paese africano qualche giorno prima. Quello che oggi è il movimento Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo è stato fondato nel 1972 da Vittorio Pastori e da mons. Enrico Manfredini. Dopo mons. Manfredini è la prima volta che un vescovo della diocesi di Piacenza-Bobbio visita in Uganda le opere di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo. Il programma del viaggio prevede l’incontro con le realtà che si sviluppano a partire da entrambe le sedi del nostro Movimento in Uganda, quella nella capitale Kampala, da dove viene portata avanti tutta la parte amministrativa e logistica dell’opera di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo, e quella di Moroto, da dove sono coordinati tutti i progetti di cooperazione allo sviluppo realizzati in molteplici settori: da quello idrico, con la perforazione e manutenzione di pozzi per l’acqua potabile, a quello agro-forestale; dai progetti educativi e di protezione dell’infanzia a quelli in ambito sanitario; dagli interventi nelle situazioni di emergenza al supporto alla Chiesa e alle realtà locali. Durante il viaggio il Vescovo incontrerà le autorità civili e religiose ugandesi, i nostri collaboratori espatriati in Uganda e i missionari che il Movimento sostiene da anni attraverso l’invio di aiuti. Verrà accompagnato anche presso la missione di Matany, dove opera il laico comboniano Roberto Gandolfi, da anni impegnato in Karamoja e altro importante testimone della vocazione alla missionarietà dei piacentini. Gandolfi attualmente sta prestando la sua opera a Kotido, centro dipendente dalla missione di Matany. “Per il nostro Movimento – hanno dichiarato i dirigenti di Africa Misison – la visita di mons. Ambrosio in Uganda è un dono grande e un’occasione per ribadire il proprio legame con la Chiesa piacentina, da sempre fortemente impegnata in campo missionario e dalla quale anche l’esperienza di Africa Mission è partita 40 anni fa”. Da parte sua il nostro Vescovo ha giudicato importante il lavoro che i missionari piacentini stanno facendo in Uganda. Tra i loro obiettivi vi è quello di aiutare queste popolazioni attraverso interventi come quello del reperimento dell’acqua. Vi è una sete, però, ancora più importante da soddisfare – continua mons. Ambrosio – ed è quella spirituale, dell’annuncio del Vangelo. La missione in Uganda si inserisce nel contesto generale dell’impegno missionario della Diocesi e si aggiunge a quanto si sta facendo in Brasile: sono due punti di riferimento importanti che sollecitano la Chiesa piacentina a perseverare nella comunicazione del Vangelo. (Fonte rilevato da Ciani Vittorio x l’Ufficio Documentazione Diocesi Piacenza-Bobbio).

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera di Natale dal vescovo ai genitori

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 dicembre 2009

Carissimi genitori, in questi mesi ho incontrato molti di voi e ho parlato con diverse persone impegnate nel campo educativo. Desidero rinnovare a tutti – come ho già scritto nella Lettera pastorale – il mio grazie più sincero per la passione che mettete nella difficile arte dell’educare.  Se ci fermiamo ad ascoltare sul serio ciò che cerca il nostro cuore, ci accorgiamo che esso non si accontenta tanto facilmente, ma cerca ragioni alte per vivere in profondità l’avventura di ogni giorno, con le sue gioie e suoi dolori.  Anche l’educazione ha bisogno di ragioni alte.  Se ci chiediamo quali sono le ragioni del nostro impegno educativo, penso sia molto bello poter rispondere: educhiamo perché ognuno possa crescere in umanità, perché rispetti come sacra l’umanità dell’altro, perché impari a guardare avanti con fiducia e possa aprirsi al Mistero. L’atto educativo ha bisogno certamente di ragioni alte, ma da vivere dentro la quotidianità.  Oggi, lo sappiamo, le nostre giornate sono frenetiche, le nostre relazioni frammentate. L’educazione invece richiede la semplicità dello stare accanto, la pazienza dell’ascolto, la presenza affettuosa e autorevole. La nostra cultura – anche questo lo sappiamo bene – non ama attendere, esige risultati immediati. L’educazione, invece, è un atto di grande fiducia sul lungo periodo, non ha la certezza del risultato perché chiama in causa la libertà e il mistero della persona.   Ma per allargare gli orizzonti dei nostri ragazzi, abbiamo naturalmente bisogno di aprire innanzitutto i nostri orizzonti, di non farci prendere dalla paura e dallo sconforto. E di camminare insieme!  Quando Dio ci viene incontro, nel dono di un figlio e nel dono di suo Figlio, tutto cambia: si apre davanti a noi un altro modo di vivere la vita. Nel Natale Dio ci invita ad aprirci all’incontro con l’altro. L’altro è la risorsa di bene che in noi attende di venire alla luce, l’altro è la possibilità che non abbiamo ancora scoperto in chi ci vive accanto, l’altro è ogni persona che cerca una vita diversa, l’Altro è Dio che si è fatto uomo per accompagnarci con discrezione e con la forza dell’amore nel cammino di riscoperta del nostro volto di figli.  Natale immette nella nostra storia un impensato dinamismo di apertura. Vorrei suggerirvi un nome da dare a questo dinamismo: missione! Il 10 gennaio prossimo, nella nostra Cattedrale, daremo inizio alla missione popolare diocesana. La cura quotidiana che voi mettete nella crescita e nell’educazione dei vostri figli vi rende già missionari. La missione popolare ci offre la grazia di mettere insieme i nostri doni, di vivere un’alleanza educativa alla luce di quella misteriosa Presenza che il Natale, ancora una volta, ci ricorda e ci regala. Carissimi genitori, rinnovo il mio grazie e invoco su di voi la benedizione del Signore, perché nelle vostre case e nei vostri cuori risplenda la luce, la bellezza, la novità di vita del Natale. (+ Gianni Ambrosio, vescovo, in sintesi)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »