Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘gianni rodari’

“Gianni Rodari francese” alla F.ne Premio Napoli

Posted by fidest press agency su martedì, 22 ottobre 2019

Napoli mercoledì 23 ottobre 2019 ore 17.30 Fondazione Premio Napoli Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito 1 primo appuntamento con Il mio primo libro di poesie d’amore (edizioni Il Castoro), illustrato da Desideria Guicciardini. La mattina dopo, lo scrittore Bernard Friot incontrerà i suoi giovani lettori nelle scuole Poerio e Tito Livio, coinvolte nel progetto con l’IC Ferrajolo-Siani di Acerra, l’IC Giovanni XXIII-Aliotta di Chiaiano, l’IC Capraro di Procida, l’IC Filippo Caulino di Vico Equense, la SS I grado Pirandello-Svevo di Soccavo-Pianura, l’IC Ristori-Durante di Forcella, l’IC Foscolo-Oberdan del centro storico e l’IC Nevio del Vomero-Posillipo e la partecipazione della libreria napoletana L’Ibrido.
La Fondazione Premio Napoli adotta il progetto procidano “Il mondo salvato dai ragazzini”, ideato dall’Associazione culturale Kolibrì Napoli, e apre le porte alla Civiltà dell’Infanzia con quattro appuntamenti autunnali nel segno della Children’s Literature e un evento finale a dicembre, rivolto a oltre 600 giovani giudici-lettori delle scuole medie di Napoli e provincia, in attesa del Bando Ragazzi per l’edizione 2020.
Gli appuntamenti proseguiranno – alternando sempre presentazione pomeridiana aperta alla città nella sede della Fondazione Premio Napoli, e incontri nelle scuole il mattino dopo – lunedì 11 novembre con Vichi De Marchi, autrice del romanzo I maestri di strada (Einaudi Ragazzi); martedì 19 novembre con Emanuela Bussolati ed Elisabetta Garilli, autrici dell’albo illustrato Tinotino Tinotina tin tin tin (Carthusia edizioni); e martedì 26 novembre con Luigi D’Elia e Simone Cortesi, autori con Francesco Niccolini del graphic novel Aspettando il vento (Beccogiallo edizioni), per concludersi il 27 novembre con gli ultimi incontri ravvicinati nelle scuole, prima della votazione dei giovanissimi giudici-lettori, entro il 30 novembre.
Bernard Friot (Saint-Piat, 1951): scrittore, poeta, traduttore (dal tedesco e dall’italiano), già docente e poi responsabile del Bureau du livre du jeunesse a Francoforte, è considerato il “Gianni Rodari” di Francia.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Storia del libro in Europa: Frédéric Barbier

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Mag 2011

Bologna Lunedì 23 e giovedì 26 maggio 2011 alle ore 17 presso la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro, 22) Lezione magistrale di Frédéric Barbier École pratique des hautes études, Paris. Continua il ciclo di lezioni magistrali Storia del libro in Europa Scrittura, stampa e lettura promosso da CERB – Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna Universidad de Alcalá
Bologna Giovedì 26 maggio Lezione magistrale di Pedro M. Cátedra García Universidad de Salamanca
In Italia vi sono insegnamenti di Storia del libro e varie ricerche sono frutto di studiosi provenienti da molte aree disciplinari. Anzitutto gli storici e gli italianisti che hanno con quella Storia un’antica liaison. Hanno offerto contributi gli storici sociali, quelli delle idee e quelli del diritto (con specifico riferimento alla normativa sulla tutela della proprietà letteraria), nonché i paleografi e gli storici della scrittura, specie per il mondo antico e bizantino; non mancano approcci di genere e altre forme di interpretazione della millenaria vicenda che va dal rotolo al codice, dal libro tipografico all’e-book. La disciplina è affrontata nelle università e nei centri di ricerca, ma pure da bibliotecari che assolvono nei confronti del libro il compito della sua conservazione e, quindi, del suo studio storico, calato all’interno delle collezioni librarie. Considerata la molteplicità di metodi, l’impianto disciplinare è anch’esso in continuo movimento. Esso si propone come ricerca euristica a base filologica e come studio che muove dalle traiettorie bibliografiche, nel cui arco si colloca la maggior parte degli insegnamenti italiani. Ma che ne è della disciplina in Europa, da dove provengono studi illuminanti e dalle molte sfaccettature, siano essi storico-critici siano ispirati ad un fondamento più specificamente bibliografico? La disciplina è incardinata nelle università o si persegue come studio che trova spazi all’interno di diversi contesti? Si confronta con il mondo bibliotecario? Quando e da chi il libro, sia di antico regime tipografico sia frutto della più moderna e sofisticata strumentazione, è studiato e sotto quali forme? Quali conseguenze negli impianti storici e, dunque, nelle conquiste critiche raggiunte nei vari paesi europei? C’è una linea di demarcazione evidente che invita a separare la Storia del libro dalla Storia della stampa e dell’editoria, ad esempio? E ancora: tale Storia ha solo un valore cognitivo o invece ha guadagnato un nuovo, proprio e determinato statuto disciplinare? A questi interrogativi risponderanno i maggiori specialisti europei, per la prima volta chiamati in Italia a un simile confronto. Sarà un modo per capire di più e meglio e per alimentare le nostre riflessioni sul libro, preparati a proseguire gli studi verso mete sempre più ambiziose.
Comitato scientifico
• Antonio Castillo Gómez, LEA – SIECE, Dep.to de Historia I y Filosofía, Alcalá de Henares
• Maria Gioia Tavoni, CERB, Dip.to di Filologia Classica e Italianistica, Bologna
• Paolo Tinti, CERB, Dip.to di Filologia Classica e Italianistica, Bologna in collaborazione con Proyecto de Investigación Cinco siglos de cartas. Escritura privada y comunicación epistolar en España en la Edad Moderna y Contemporánea

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Grande Teatro dei Piccoli

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Monserrato. Si rialza il sipario al MoMoTI per la terza edizione de Il Grande Teatro dei Piccoli Dal 22 gennaio la manifestazione targata Is Mascareddas ritorna nel teatro della compagnia (in via 31 marzo 1943 n. 20) a Monserrato nella sua versione originale, quella di stagione: sei fine settimana fino all’11 aprile con spettacoli capaci di emozionare lo spettatore di ogni età e di riunire i bambini con i grandi in un’esperienza di crescita comune.
Un programma che si snoda lungo sei fine settimana: dodici le recite serali del sabato e della domenica, alle 18, più sei matinée riservati alle scuole, nell’appendice del lunedì, alle 10.30.
Vari i generi teatrali espressi dalle compagnie ospiti. In rappresentanza del teatro di burattini a guanto è di scena la compagnia di Lecco Il Cerchio Tondo. Per il teatro d’attore esordio sul palcoscenico del MoMoTI del gruppo piemontese Faber Teater e ritorno dei sassaresi La Botte e il Cilindro con un nuovo allestimento. Per la specialità delle marionette a filo arriva a Monserrato un maestro indiscusso, l’animatore di Barcellona Toni Zafra. Infine, per il teatro d’animazione contemporaneo sono presenti i padroni di casa Is Mascareddas e i ravennati Drammatico Vegetale.
Si parte sabato 22 e domenica 23 gennaio con Il Cerchio Tondo (matinée per le scuole con un’eccezionale doppia recita lunedì 24 e martedì 25), in scena con “Pinocchio – Le avventure di un burattino”. Ad un altro illustre autore di letteratura italiana per ragazzi  si ispira “Filastrocche in cielo, in terra e in mare”, lo spettacolo de La Botte e il Cilindro dedicato a Gianni Rodari e a Virgilio Savona de Il Quartetto Cetra, che musicò le celebri filastrocche dello scrittore e pedagogista.
Monserrato Teatro Tradicional de Marionetas Toni Zafra, sabato 26 e domenica 27  febbraio (matinée per le scuole lunedì 28) L’animatore catalano presenta “Mondo Nano”, otto numeri classici per solista tratti dalla fantasia e dalla varietà di immagini del mondo gitano del circo. Sabato 26 e domenica 27  marzo (matinée per le scuole lunedì 28) è volta di Faber Teater  con “I Viaggi di Gulliver”, adattamento dall’omonimo romanzo di Jonathan Swift firmato e diretto da Aldo Pasquero e Giuseppe Morrone. Il compito di chiudere la stagione spetta a Is Mascareddas, in scena sabato 9 e domenica 10 aprile (matinée per le scuole lunedì 11) con lo spettacolo di animazione di sessanta figure lignee “Giacomina e il popolo di legno”, ultima storia di un viaggio dentro un mondo “altro”. Nato da un’idea di Donatella Pau su ispirazione all’opera degli artisti figurativi sardi Eugenio Tavolara e Tosino Anfossi, diretto da Karin Koller, interpretato in un’animazione a tutto palco da Tonino Murru, Donatella Pau e Mimmo Ferrari e arricchito da una colonna sonora di Gavino Murgia e dal disegno luci di Loïc Hamelin,
Il costo del biglietto unico di ingresso alle serali del sabato e della domenica è di 5 euro. L’abbonamento a sei recite serali costa 25 euro http://www.ismascareddas.it;
Il Grande Teatro dei Piccoli • Monserrato è un progetto sostenuto da: Comune di Monserrato – Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport – Provincia di Cagliari, Assessorato alla Cultura, Identità, Spettacolo, Sport  – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo. (chop, is mascareddas, tre volte andersen)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gianni Rodari e la freccia azzurra

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 novembre 2010

Torino, 1 – 12 dicembre (Unione Culturale Antonicelli, Via Cesare Battiti 4B)  L’inaugurazione della mostra alle ore 17.30 Interverranno: Alessandro Gaido (Presidente dell’Associazione Piemonte Movie), Maria Fares (Produttore esecutivo di Lanterna magica) e Maria Luisa Cosso (Presidente della Fondazione Cosso). Il tema del ritorno alla fantasia, come una delle principali chiavi educative per le nuove e le vecchie generazioni, viene proposto nella mostra “Gianni Rodari e La Freccia azzurra” con l’esposizione delle scenografie originali del film La freccia azzurra (1996, animazione, 90’) di Enzo D’Alò, tratto dall’omonimo racconto di Gianni Rodari e prodotto da Lanterna magica. Con questa mostra, l’Associazione Piemonte Movie di Moncalieri e la Fondazione Cosso di Pinerolo proseguono l’iniziativa “Gianni Rodari, per un ritorno alla fantasia”, percorso di laboratori didattici avviato all’inizio del 2010 e che vedrà la sua conclusione a primavera 2011, in occasione dei 90 anni dalla nascita ed i 30 dalla scomparsa dello scrittore piemontese.
Grazie alla sensibilità  di Lanterna magica, casa di produzione torinese specializzata in animazione, al contributo dell’Archivio di Stato di Torino, che conserva e mette a disposizione del pubblico queste opere d’arte, e alla collaborazione del Coordinamento Genitori Democratici, attivo promotore della pedagogia rodariana ed ente che lo stesso autore contribuì a fondare, il pubblico potrà ammirare, per la prima volta, circa un centinaio di disegni, bozzetti e studi preparatori di uno dei capolavori italiani della cinematografia per l’infanzia che ha ottenuto grande successo nei maggiori paesi europei e negli Stati Uniti.
L’allestimento della mostra, a cura di Federica Zancato e Letizia Caspani, illustra le diverse fasi di creazione di un film di animazione: scenografie, layout e brevi sequenze di animazione dei personaggi originali del film, che hanno come filo conduttore le parole di Gianni Rodari, una guida al visitatore attraverso un viaggio fantastico per conoscere il mondo della Freccia azzurra.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La storia della bambina invisibile

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2010

Roma 13 luglio (ore 21,15) Parco degli Scipioni “La Storia della Bambina Invisibile” uno spettacolo in chiave femminile tratto dal racconto di Gianni Rodari  per la regia di Roberto Gandini.
In scena sei allievi della Piccola Compagnia del Teatro di Roma – Nasce dalla ripresa, in chiave femminile, dello spettacolo portato in scena dal Laboratorio Pilota del Piero Gabrielli lo scorso maggio al Teatro Argentina.  Lo spettacolo è tratto da un  racconto di Gianni Rodari, autore che per “il suo modo di stare insieme ai bambini che è alla pari, senza retorica, curioso nel sentire, divertito nel raccontare” è stato più volte scelto per gli spettacoli del Piero Gabrielli.  Gianni Rodari, infatti, oltre ad essere scrittore per ragazzi è stato maestro, giornalista, autore radiofonico, paroliere, drammaturgo ed anche un teorico della narrazione. Nel suo libro La Grammatica della Fantasia ha inventato una bellissima parola: “Fantastica”, ovvero la scienza di inventare le storie. Da buon “fantastologo” Rodari non era noioso, sapeva di dover tener viva l’attenzione dei suoi interlocutori ed è questo il suo segreto: non si voleva annoiare lui per primo.   Tonino l’invisibile è uno dei suoi più bei racconti: graffiante, irriverente, malinconico. Il racconto di Rodari, per la regia di Roberto Gandini, l’adattamento di Attilio Marangon le musiche originali di Roberto Gori, viene portato in scena da sei allievi della Piccola Compagnia del Piero Gabrielli, giovani interpreti con e senza disabilità che hanno acquisito una buona esperienza teatrale all’interno dei progetti del Laboratorio, prendendo parte a spettacoli come La Sirena di Rodari, La Tempesta di Shakespeare, Il Purgatorio di Dante e C’era 2 volte di Rodari.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »