Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘gigante’

Film Ombre di luce

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2011

Roma E’ in uscita in prima nazionale il 28 Marzo presso il cinema Nuovo Aquila di Roma, il film Ombre di luce, nato dalla sperimentazione del laboratorio di scrittura creativa della ex facoltà di scienze umanistiche della Sapienza condotto da Annio Gioacchinio Stasi e Mery Tortolini. Il film che vede la collaborazione della Facoltà e del Centro Digilab  è prodotto da Il Gigante ed è diretto da Massimo D’Orzi.  La realtà universitaria viene vista per la prima volta dall’interno. Il racconto collettivo composto insieme ai due docenti racconta della sparizione di una donna e della ricerca intrapresa per ritrovarla mentre l’ultima contestazione dell’Onda scuote l’università. Tra finzione e realtà dal film emergono le ribellioni, le aspettative, i desideri degli studenti di oggi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La quarta capitale

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Roma 14 settembre alle 11,30 la presentazione presso il Tempio di Adriano Il libro di Cutrufo su Roma «Gulliver sull’isola di Lilliput: è questa l’allegoria che ho scelto per rappresentare Roma». A parlare il senatore Mauro Cutrufo, vicesindaco di Roma che domani, martedì 14 settembre alle ore 11.30 al Tempio di Adriano a piazza di Pietra, presenterà il suo libro su Roma Capitale dal titolo “ La Quarta Capitale”, edito dalla Cangemi Editore.  «Roma nella penisola italiana rappresenta un’enorme anomalia, un gigante urbano per popolazione, estensione e storia senza un riconoscimento giuridico della propria grandezza e rilevanza», spiega il Vicesindaco di Roma nella presentazione del volume.  «Mi sono reso conto in questi anni – ha detto Cutrufo – che il disinteresse mostrato nei confronti della nostra Capitale è spesso derivante dalla non conoscenza. I primati di Roma sono sconosciuti prima di tutto agli stessi romani. La ‘Quarta Capitale’ vuole tentare di colmare questa carenza informativa e dimostrare, con dati e fatti, quanto Roma sia speciale. Questo è per noi un mese importante. Siamo in attesa dell’approvazione dei decreti delegati da parte del Governo, un passaggio fondamentale per la città Caput Mundi».  Alla presentazione del libro insieme al Vicesindaco interverranno il Magnifico Rettore dell’Università La Sapienza di Roma, Luigi Frati ed il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che nella prefazione del volume ribadisce la necessità di dotare Roma “di una governance all’altezza della sua fama e del ruolo che le compete a livello nazionale e internazionale”.  La Quarta Capitale, con dovizia di dettagli e illustrazioni, accompagna il lettore in un viaggio che affonda le radici in un glorioso passato, ma per proiettarsi nel futuro, le cui sorti saranno inevitabilmente condizionate dalla capacità di forze sociali, economiche, politiche e culturali di condividere il completamento di una riforma storica e mai come oggi necessaria per la Città Eterna. All’appuntamento hanno confermato la propria adesione la presidente della Regione Lazio Renata Polverini, il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, il presidente della Provincia di Frosinone Antonello Iannarilli, della Provincia di Rieti, Fabio Melilli e della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi, parlamentari della Repubblica, assessori e consiglieri di Regione, Provincia e Comune, otto presidenti di Municipio, nonché rappresentanti delle più importanti istituzioni. Completa la rappresentanza delle categorie che ha dato conferma dell’interesse a partecipare. seguito: qui

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Matteo Basilè: Emmeotto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Roma 11 marzo – 30 aprile 2010  giovedì 11 marzo dalle 18,30 Emmeotto – Via Margutta 8 va in scena da Emmeotto l’atto finale della rappresentazione digitale ideata da Matteo Basilè per raccontare il Mondo Nuovo, cioè il nostro, gli ultimi sviluppi della civiltà d’Occidente.  Chi segue le peripezie visive di Basilè sa bene che l’epopea della nuova razza mutante e dei nuovi santi scaturiti nel terzo millennio da questa parte del pianeta è stata ispirata all’artista dall’incontro con Vladimir Luxuria, filmata passo passo durante l’esperienza della campagna elettorale ai fini della realizzazione di un documentario: L’Eletta (2006). Ora i Sacri Mostri che prefigurano il nostro futuro ritornano vestendo, come sempre nell’arte di Basilè, gli abiti del nostro passato. Perché “siamo nani sulle spalle di un gigante” e quel gigante è la sontuosa, ingombrante, impegnativa tradizione sulla quale non possiamo non arrampicarci per diventare a nostra volta giganti. Vedremo dunque da Emmeotto quattro delle opere più significative della vecchia serie e il suo epilogo: una serie di scatti realizzati a Roma e dintorni che nessuno, al di fuori dell’artista e del suo staff, ha ancora visto nella sua completezza. (ofelia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo schermo gigante

Posted by fidest press agency su martedì, 2 marzo 2010

Bologna 5 e 6 marzo 2010 Laboratori DMS, via Azzo Gardino 65/a  convegno di studi in onore di Franco La Polla. Ingresso libero. La giornata di studi si svolge ad un anno dalla scomparsa di Franco La Polla – americanista, critico cinematografico e insigne storico del cinema di Hollywood – per ricordare il suo contributo alle discipline umanistiche legate al cinema e all’America. Partecipano amici e colleghi, critici e storici italiani e internazionali.  Questo convegno di studi è promosso dal Dipartimento di Musica e Spettacolo – centro CIMES in collaborazione con Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Alma Mater, Cineteca del Comune di Bologna; con il patrocinio della Facoltà di Lettere e Filosofia, rivista “Cineforum”, Lab80film e con un contributo dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.
Venerdì 5 e sabato 6 marzo dalle ore 9.30 ai Laboratori DMS:, ingresso libero: Lo schermo gigante Convegno di studi in onore di Franco La Polla dopo i saluti dei rappresentanti istituzionali degli Enti coinvolti, interventi di:  Massimo Baciagalupo (Genova), Paolo Bertetto (La Sapienza – Roma), Jean Loup Bourget (Parigi, Francia), Cristina Bragaglia (Bologna), Alessandra Calanchi (Urbino), Roberto Campari (Parma), Giulia Carluccio (Torino), Thomas Elsaesser (Amsterdam, Olanda /Yale, USA), Vita Fortunati (Bologna), Giorgio Gosetti (Bologna), Emanuela Martini (rivista “Cineforum”), Franco Minganti (Bologna), Gabriella Morisco (Urbino), Carlo Pagetti (Milano), Guglielmo Pesatore (Bologna), Veronica Pravadelli (Roma Tre), Sergio Scalise (Bologna), Rob Swigart (Stanford, USA), Giorgio Tinazzi (Padova), Vito Zagarrio (Roma Tre). Il programma include, in apertura della giornata 6 marzo, ore 9.30:  Claudio Meldolesi ricorda Franco La Polla; lettura del testo scritto dal compianto Claudio Meldolesi per il collega appena scomparso, ad opera di Laura Mariani (vedova Meldolesi). (franco la polla)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il gigante e il mago. Una fiaba dell’inverno”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 dicembre 2009

Venerdì 25 dicembre, dalle ore 11.00 , Radio Rai2 trasmetterà “Il Gigante e il Mago”, una fiaba natalizia scritta da Vinicio Capossela e Marco Cervetti. Una fiaba che, attraverso la figura di “Nonno Gelo”, “Nonno Inverno” il “Ded Moroz” preso in prestito dalla tradizione favolistica russa, vuole recuperare lo spirito più autentico del Natale, quello più lontano dalla dimensione “consumistica” e più vicino al cuore delle persone.  La fiaba narra la storia di un bambino in compagnia dei suoi due amici immaginari, il Gigante e il Mago, che iniziano a raccontargli le avventure di  “Ded Moroz” un essere della Natura, una specie di Babbo Natale del bosco che si occupa di donare l’inverno e renderlo splendido a mezzo del gelo. “Ded Moroz” ha dei pupazzi giocattoli che porta in dono, e ha un nemico, il Lupo Grigio che incarna il mondo consumistico del Natale e sabota i  viaggi del “Ded Moroz” praticando buchi nel sacco dei giocattoli  che si disperdono così nel grande bosco oscuro.   Un sabotaggio del Lupo Grigio provoca la caduta dei pupazzi del Gigante e del Mago che, da allora, iniziano un’avventura nel bosco oscuro e incantato per ricongiungersi  al “Ded Moroz”. Un’avventura che li porterà ad incontrare diversi personaggi della fiabistica russa e che li porterà ad essere catturati dai servitori del Lupo Grigio. Solo grazie ai dono magici ricevuti nel bosco il Gigante e il Mago riusciranno a scappare e a ricongiungersi al “Ded Moroz” che radunerà le schiere del suo mondo antico per sconfiggere il Lupo. Per conoscere il finale della fiaba e sapere se lo spirito più autentico del Natale trionferà su quello legato alla dimensione “consumistica” dovremo aspettare la mattina del 25 dicembre.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I grandi leader politici nella storia dell’Italia repubblicana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 agosto 2009

Non possiamo parlare di leadership politica di oggi senza fare un passo indietro e rivolgere lo sguardo non tanto ai partiti nel loro complesso ma a quello che, nello specifico, e ci riferiamo alla Democrazia Cristiana, ha fatto, per quanto si voglia essere critici severi, la storia democratica del nostro Paese. Dagli anni postbellici fino al 1953 c’è stata l’indiscussa presenza di Alcide De Gasperi e, all’opposizione un altro gigante: Togliatti. In forma più sfumata, solo per via della modestia dei consensi elettorali, Nenni, La Malfa, Saragat, Malagodi, Almirante.  A De Gasperi seguì Fanfani e con lui, man mano, presero piede quelli che passarono alla storia come i “quarantenni” che si divisero in pratica tutti gli spazi esistenti nel partito a livello locale e riverberarono il loro influsso politico sul piano nazionale. Pensiamo ad Andreotti e Bonomi a Roma e nel Lazio, a Tupini nelle Marche a Rumor a Vicenza, a Taviani a Genova, a Colombo Emilio in Basilicata, a Moro in Puglia, a Elsa Conci a Trento, a Gui a Padova, a Zaccagnini a Ravenna, a Tupini nelle Marche, a Natali a L’Aquila e Spataro in Abruzzo e così via. Toccò a Fanfani gestire, fino al 1959 questi “primi della classe” e non senza difficoltà. Ma Fanfani non era solo in questo suo modo di gestire il partito. Lo accompagnarono, per un certo tratto del suo cammino, Vanoni, Gronchi, La Pira e Mattei. Il suo progetto era quello di poter realizzare un grande disegno riformistico, capace di operare quelle trasformazioni sul piano economico-sociale ispirate in gran parte alle linee del Codice di Camaldoli, che avrebbero dovuto dare all’Italia un volto più moderno., aperto al nuovo, con uno Stato a forte sensibilità sociale, che si assumeva nuovi compiti e nuove forme di intervento nella vita pubblica, animato dalla volontà di realizzare  un processo di modernizzazione e di sviluppo sul piano sociale ed economico. Sappiamo, oggi, che è stato un progetto che ancora attende una sua definizione. Il primo ostacolo fu interno allo stesso partito in quanto gli allora maggiorenti (parliamo di Taviani, Colombo, Segni, Rumor, Scelba, Piccioni, Andreotti e Pella) non ritenevano ancora maturi i tempi per l’apertura a sinistra. Mancò, in pratica, quel sufficiente realismo, per comprendere che la svolta dell’Italia non poteva non passare sui valori e sul patrimonio culturale della sinistra e di cui ne era custode, all’epoca, lo stesso segretario del Pci Berlinguer. Chiusure vennero anche dagli ambienti cattolici e vaticani che ribadivano l’inconciliabilità tra cristianesimo e socialismo (da ricordare gli ammonimenti di padre Messineo su Civiltà cattolica il periodico dei gesuiti). Fu un’occasione mancata che ancora oggi mostra una sua incompletezza e ci espone a ritardi che potrebbero essere fatali per l’avvenire stesso del nostro sistema Paese.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »