Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘gino giugni’

5 ottobre: anniversario morte Gino Giugni

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Roma. Il padre dello Statuto dei lavoratori, Gino Giugni, muore il 5 ottobre 2009. La perdita è stata notevole se si considera che egli ha redatto lo Statuto dei lavoratori la celeberrima legge n° 300 del 1970. A far seguito da quella data si può affermare senza tema di essere smentiti che il mondo del lavoro trovò la disciplina di cui si sentiva tanto bisogno. Ebbene, alla luce dei fatti di quest’ultimo anno soprattutto, quando si disconosce oramai senza remore la soccombenza dei diritti dei lavoratori alle ragioni del mercato, più che mai il ricordo del compianto studioso trova una sua giustificazione aggiuntiva.
Ed è proprio sui diritti che si gioca l’attuale partita economica mondiale. E’ proprio a fronte della competizione divenuta insostenibile con quei paesi che non riconoscono ai lavoratori nulla più che  non un giaciglio ed un pezzo di pane che anche il mondo cosiddetto occidentale civile e progredito cerca di riportare indietro le lancette della civiltà. Uomini come Gino Giugni sono stati l’esempio di abnegazione e di studio volto solo all’acquiescenza dei diritti dei lavoratori in un momento storico molto “caldo” quando la protesta delle piazze divenne violenta e clandestina.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In ricordo di Gino Giugni

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 ottobre 2009

Dichiarazione dell’on.le Giuliano Cazzola, vice presidente della Commissione Lavoro della Camera ricorda Gino Giugni: “Grande giurista, ex senatore ed ex ministro, socialista, Gino Giugni non è stato solo un riformista, ma anche un riformatore. Fu, infatti, protagonista in prima persona, nei diversi ruoli ricoperti, dei più importanti eventi riguardanti il diritto del lavoro: dallo Statuto dei lavoratori del 1970, alla riforma del tfr, al protocollo sulle relazioni industriali del 1993, fino alla relazione del 1997 che prefigurava quelle linee di riordino del Protocollo che hanno trovato sbocco nell’accordo del 22 gennaio di quest’anno. E’ stato il fondatore del moderno diritto sindacale fin dai primi anni sessanta; capo della scuola di Bari insieme a Federico Mancini e alla sua scuola bolognese ha formato almeno tre generazione di giuslavoristi, oggi tra i migliori del Paese. Uomini come Giugni hanno onorato l’Italia, l’Università e le Istituzioni democratiche. Appartengono quindi all’intera comunità nazionale che oggi gli rende gli onori dovuti ai protagonisti del progresso scientifico e della crescita civile. Di lui resta un solo rimpianto: la malattia che lo aveva colpito, negli ultimi anni, ha privato il Paese di una voce autorevole che avrebbe potuto ispirare ed orientare le trasformazioni di cui ha bisogno il diritto del lavoro”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »