Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°178

Posts Tagged ‘giornata’

Giornata mondiale della Terra, i geologi: degrado del suolo provocato dall’attività antropica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2018

L’allarme è già stato lanciato: il 75 per cento del suolo sul pianeta è fortemente degradato ed entro il 2050 la percentuale potrebbe raggiungere il 95 per cento costringendo 4 miliardi di persone a vivere in terre prive d’acqua. I dati emergono dal primo rapporto mondiale sul degrado del suolo condotto da Ipbes, la “piattaforma intergovernativa scientifico-politica sulla biodiversità e i servizi ecosistemici” avviata nel 2012 dall’Unep, il programma delle Nazioni Unite per l’ambiente. Un fenomeno preoccupante di cui dobbiamo tener conto anche (e non soltanto) nel giorno in cui si celebra la Giornata mondiale della Terra (Earth day) istituita il 22 aprile 1970 proprio per evidenziare l’importanza delle risorse naturali alla base della sopravvivenza sul pianeta.“Le cause sono ovviamente tutte da ricercare nell’attività antropica dove l’uomo crea e distrugge allo stesso tempo” dichiara Francesco Peduto, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi. “Ormai le criticità riguardano ampie fasce della superficie terrestre, caratterizzata da una gestione non sostenibile che, in alcuni casi, ha raggiunto dei punti di non ritorno. Non a caso, l’obiettivo 15 dell’Agenda 2030 dell’Onu è quello di proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre” conclude il Presidente CNG.Ad aumentare significativamente il ritmo di erosione del suolo è la deforestazione che è responsabile del rilascio di gran parte delle emissioni di gas a effetto serra nell’atmosfera. La distruzione delle foreste da parte dell’uomo avrebbe molteplici conseguenze negative: innanzitutto una drastica riduzione di assorbimento di anidride carbonica; repentini e continui cambiamenti climatici; una perdita della biodiversità ed estinzione di numerose specie vegetali e animali oltre che un considerevole aumento dei rischi idrogeologici.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Nazionale della Salute della donna

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2018

Domenica 22 aprile il Ministero della Salute celebra la Giornata Nazionale della Salute della Donna. In questa importante occasione IVI vuole porre l’accento sulla tutela della salute riproduttiva e sensibilizzare sulla prevenzione dell’infertilità.“L’infertilità è considerata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) una patologia che riguarda le coppie che non riescono a concepire un figlio dopo circa 12/18 mesi di rapporti sessuali mirati e non protetti – afferma la Dottoressa Daniela Galliano, Direttrice del Centro IVI di Roma – e si stima che colpisca circa il 15% delle coppie in età fertile. Le cause dell’infertilità sia femminile che maschile, sono numerose e di diversa natura, e per contrastarle è necessario innanzitutto tenere sotto controllo e monitorare costantemente la salute dell’apparato riproduttivo attraverso una visita medica periodica dallo specialista di riferimento”.Nelle donne, infatti, i principali problemi d’infertilità riguardano principalmente ostruzioni e disfunzioni tubariche, turbe ovulatorie, endometriosi, malformazioni uterine, ridotta riserva ovarica e poliabortività.
“Oltre alle patologie dell’apparato riproduttivo, nelle quali rientrano anche le malattie sessualmente trasmissibili – sottolinea la Dottoressa Daniela Galliano – particolare rilievo hanno i fattori di rischio collegati all’adozione di stili di vita scorretti, quali abuso di alcol, dieta non equilibrata, vita sedentaria, fumo e uso di droghe. Altri fattori determinanti possono essere rappresentati dalle condizioni di inquinamento ambientale e da quelle socio-culturali. Tra queste ultime va considerato che le donne italiane decidono di avere il primo figlio in età avanzata, in media a 31 anni, quando la fertilità ha già iniziato il suo declino”.
La fertilità risulta, quindi, un bene da tutelare fin dalla giovane età e rappresenta un interesse che non riguarda solo il singolo individuo o la coppia, ma la salute dell’intera società.Molto si può fare grazie ad una corretta informazione per sensibilizzare la popolazione a fare prevenzione e a evitare, quindi, comportamenti che possano mettere a rischio il proprio patrimonio riproduttivo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata di studi “Manzoni e altri grandi postillatori tra Sette e Ottocento”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2018

Parma Lunedì 16 aprile, con inizio alle ore 9.30 in Aula E e alle ore 14.30 nell’Aula Ferrari (Plesso Universitario di via d’Azeglio), si terrà la giornata di studi “Manzoni e altri grandi postillatori tra Sette e Ottocento”, organizzata da Donatella Martinelli, docente del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma. L’incontro sarà introdotto da Giulia Raboni, coordinatrice nazionale del progetto PRIN 2015 “Manzoni Online: carte, libri, edizioni, strumenti”. Nel corso degli interventi verrà illustrata l’attività di “postillatori” di Alessandro Manzoni e di altri autori illustri del Sette e Ottocento: Voltaire, Vittorio Alfieri, Vincenzo Monti, Ugo Foscolo e Giacomo Leopardi.
«Se è vero che i marginalia sono l’espressione più tangibile di un rapporto speciale dell’autore con i suoi libri – ha scritto Donatella Martinelli – ecco che lo studio di questa testualità apparentemente periferica e ‘stravagante’ diventa uno strumento prezioso per entrare nel cantiere di lavoro dei grandi scrittori. Gli esempi sono ormai numerosi: ma il campo è ancora poco coltivato. Questo speciale esercizio di scrittura prevede la condizione di un possesso pieno, esclusivo dei testi da parte dell’autore: la postilla include il volume nel perimetro dello scriptorium privato, lo trasforma da mero strumento d’uso in testimone del proprio lavoro.
La nostra giornata di studi vuole indagare questo speciale rapporto dello scrittore con il libro attraverso un approccio tipologico che miri a descrivere, a partire dai dati ‘esterni’, la varia casistica e funzionalità dei marginalia. Questo taglio privilegiato non esclude altri tipi di approccio che dovessero apparire particolarmente produttivi.
Manzoni è un grande postillatore: il corpus dei marginalia fornisce chiavi di lettura importanti per comprendere il suo rapporto con i libri, che poi vuol dire il suo rapporto con la cultura, antica e nuova, percorsa in lungo e in largo. Questa interlocuzione variegata e molteplice si situa nel contesto storico-culturale della rivoluzione illuministica, capace di rifondare ex novo tutti i paradigmi del sapere scientifico. Il confronto del modus operandi manzoniano con quello di altri grandi protagonisti della cultura tra Sette e Ottocento consentirà di definire meglio la varia ‘utilità’ dei postillati quali data base, grandi ‘collettori’, documenti di lavoro, spogli di servizio, ed altro ancora. Si potrà così comprendere meglio le dinamiche di lavoro del Manzoni, nonché degli altri autori chiamati in causa. Di qui l’invito ai relatori perché vogliano fornire un quadro complessivo, se possibile, dei postillati dei singoli autori che consenta di individuare le aree privilegiate dei marginalia, la modalità e peculiarità di annotazione, e la loro ‘utilità’ specifica».

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Giornata della cultura senza frontiere”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2018

Perugia Il rettore dell’Università per Stranieri, Giovanni Paciullo, aprendo la manifestazione che l’Ateneo di Palazzo Gallenga ha dedicato al ruolo unificante della cultura, dopo i recenti fatti che hanno colpito la comunità cinese, ha sottolineato come l’evento riproponesse “lo stile abituale di una università che afferma quotidianamente il ruolo aggregante della cultura, combinando lingue e storie diverse in una sintesi solidale”. “Alla città, alle sue istituzioni – ha detto Paciullo – offriamo l’opportunità di una riflessione condivisa sulle buone ragioni che devono prevalere in una comunità, l’attenzione paziente capace di contrastare fattori di disgregazione, degrado, conflittualità”. Paciullo ha, quindi, sollecitato a non sottovalutare le paure e a non farle prevalere, ma ad ascoltarle ed assumerle per dare risposte “custodendo – ha detto – la virtuosa correlazione tra qualità della vita e vita di qualità”. Sulla prospettiva di un compiuto recupero del ruolo storico di Perugia città internazionale e solidale ha rinnovato l’impegno dell’Ateneo di Palazzo Gallenga ad essere parte di “un’impresa quotidiana e creativa”.
All’evento sono intervenuti, tra gli altri, il rettore Giovanni Paciullo, il prefetto di Perugia, Raffaele Cannizzaro; l’assessore regionale Antonio Bartolini; il questore di Perugia, Giuseppe Bisogno; il vicesindaco di Perugia Urbano Barelli; gli assessori comunali Maria Teresa Severini e Dramane Diego Wagué, e il presidente del tavolo delle associazioni del centro storico Gianfranco Faina.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Stranieri la “Giornata della cultura SenzaFrontiere”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2018

Perugia venerdì, 6 aprile, ore 11.00 piazzetta di Palazzo Gallenga. L’Università per stranieri di Perugia promuoverà venerdì 6 aprile, alle ore 11, nella piazzetta di Palazzo Gallenga, la “Giornata della cultura senza frontiere”, un’iniziativa che ripropone il ruolo di Perugia, città multiculturale e la funzione portante dell’Università per Stranieri nel rapporto-dialogo tra i vari Paesi. È intenzione dell’Ateneo perugino istituzionalizzare questa giornata riproponendola per gli anni futuri. Alla manifestazione aperta alla cittadinanza prenderanno parte le associazioni rappresentative del territorio, le autorità comunali e regionali, la scuola di ogni ordine e grado oltre all’intera comunità universitaria. All’evento interverranno il rettore Giovanni Paciullo, il prefetto di Perugia, Raffaele Cannizzaro, l’assessore regionale Antonio Bartolini, il questore di Perugia, Giuseppe Bisogno. Programma della “Giornata della #culturaSenzaFrontiere
Ore 11 Piazzetta di Palazzo Gallenga Interventi e saluti delle autorità
Ore 11.35 Corteo da Palazzo Gallenga a P.zza IV novembre
Ore 12.30 P.zza IV novembre Performance musicale del coro dell’Università, diretto dal M° Alberto Bustos.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale dell’Acqua

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

Parma Lunedì 19 marzo inizio ore 10, nella Sala Congressi del Plesso Aule delle Scienze al Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma, si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (GMA): il Centro Acque d’Ateneo presenterà infatti i risultati del progetto Monitoraggio dei carichi di nutrienti e sostanze pericolose veicolati dal fiume Po verso il Mare Adriatico, svolto sotto la responsabilità del prof. Pierluigi Viaroli, docente del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale e membro dell’esecutivo del Centro Acque, in un convegno aperto alla cittadinanza e ai docenti, studenti e personale dell’Ateneo.
Nel 2018 la celebrazione della GMA che si svolgerà al Campus raddoppia quindi quella che si terrà due giorni dopo, dal titolo From Water Scarcity to Water Efficiency, organizzata sempre dall’Università di Parma al Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci.
I lavori del convegno inizieranno alle ore 9 e prevedono una nutrita successione di relazioni tenute da ricercatori delle Università di Parma e Ferrara e da funzionari tecnici dell’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po, delle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia e di ARPAE servizio Idro-meteo-clima.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata mondiale della povertà

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 novembre 2017

poveroIl presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal plaude al messaggio del Papa nell’omelia della messa per la prima Giornata Mondiale dei Poveri, nel particolare in riferimento al “dovere evangelico di prenderci cura di loro”: in Italia la platea di chi vive in condizioni difficili è sempre più allargata e lo Stato ha il dovere di trovare delle misure per agevolarne l’esistenza, andando oltre ai 4.742.000 di cittadini sotto la soglia minima. Abbiamo il record europee di Neet: in Italia un ragazzo tra i 15 e i 29 anni su 4 (26%) non è occupato o non è iscritto a un percorso di formazione, contro una media Ocse del 14%. Ed il loro numero è in perenne aumento. Per chi lavora non va molto meglio: la realtà è fatta di nipoti con redditi inferiori ai nonni, di sempre maggiore esclusione sociale, di poco lavoro e mal retribuito, di giovani esclusi dal mondo del lavoro, di pensioni sempre più lontane e assegni vicini a quelli sociali.
“Fa bene Papa Francesco a chiedere di prendersi cura dei poveri. Ma bisognerebbe chiedersi chi va annoverato in una situazione di forte disagio, perché in Italia la platea di chi vive in condizioni difficili è sempre più allargata e lo Stato ha il dovere di trovare delle misure per agevolarne l’esistenza: i numeri ufficiali ci dicono che ci sono 4.742.000 di cittadini sotto la soglia minima, riconducibili ad un milione e 600mila famiglie, ma sono molti molti di più”. A dirlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, commentando le parole del Papa nell’omelia della messa per la prima Giornata Mondiale dei Poveri, nel particolare in riferimento al “dovere evangelico di prenderci cura di loro”. “Ci sono vari livelli delle condizioni di indigenza – ricorda Pacifico – e un Governo che tiene ai suoi cittadini deve fare in modo da porre i presupposti affinché le giovani generazioni non vi cadano. Purtroppo, nel nostro Paese sta avvenendo l’esatto contrario, perché un 25enne che non studia e non lavora non ha prospettive e vive aggrappato alle risorse della famiglia: i nuovi poveri sono i giovani senza futuro. Di recente l’Ocse ci hanno detto che abbiamo il record di Neet: in Italia un ragazzo tra i 15 e i 29 anni su 4 (26%) non è occupato o non è iscritto a un percorso di formazione, contro una media Ocse del 14%. Altri rapporti, ci dicono che deteniamo il numero più alto di Neet in Europa, con oltre 2,2 milioni i giovani di 15-29 anni che nel 2016 non studiano e neppure lavorano. Ed il loro numero è in perenne aumento”. Per chi lavora, non va molto meglio. “La realtà del nostro Paese – ha ricordato il sindacalista autonomo – è fatta di nipoti con redditi inferiori ai nonni, di sempre maggiore esclusione sociale, di poco lavoro e mal retribuito, di giovani esclusi dal mondo del lavoro, di pensioni sempre più lontane e assegni vicini a quelli sociali. Oltre a dipendenti pubblici con stipendi bloccati da dieci anni, nonostante l’aumento del 20% dei prezzi al consumo, insegnanti under 40 precari che invece di essere assunti devono fare nuovi concorsi e inserirsi in nuove graduatorie per lavorare fino a 80 anni e prendere assegni di 700 euro”. Ecco una sintesi degli elementi su cui il prossimo Governo è chiamato ad intervenire con urgenza:
IVC programmata: + 11 punti
Inflazione certificata: + 17 punti
Neet: 26%
Età media degli insegnanti: + 50% over 60
Stipendio medio, mensile: 1.500 euro
Rateo pensione 2011 dopo 35 anni di contributi: 80% dell’ultimo stipendio
Rateo pensione 2018 dopo 43 anni di contributi: 72% dell’ultimo stipendio
Rateo pensione 2050 dopo 50 anni di contributi: 42% dell’ultimo stipendio
Assegno sociale: 501 euro

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Posted by fidest press agency su domenica, 19 novembre 2017

violenza sulle donne“Aderendo alle celebrazioni della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, vogliamo ribadire il nostro disprezzo verso qualsiasi forma di maltrattamento, perpetrato non solo nei confronti delle donne, ma anche di qualunque altro soggetto che sia Vittima di abusi di potere, soprusi e forme di controllo o coercizione tali da condizionarne la normale vita di relazione e le libertà psico-fisiche, sessuali, economiche e religiose. Non facciamo alcuna distinzione tra le Vittime, per noi la violenza non ha genere, proprio come recita lo slogan che abbiamo scelto per la campagna nazionale che è „Prima le Persone“.Anche le donne uccidono, e sempre perchè la storia d’amore è finita, per vendetta o per un sentimento non più ricambiato; le statistiche su questo fronte sono approssimative, poco aggiornate, e il fenomeno emerge solo grazie all’iniziativa di pochi giornalisti d‘inchiesta e a fatti di cronaca atroci che fanno rimbalzare una specifica notizia sui giornali.Il concetto della cosiddetta “violenza di genere” è diventato un sinonimo che va sempre ad identificare una prevaricazione esclusivamente maschile, come se l’uomo fosse destinato a ricoprire solo il ruolo di carnefice e la donna quello di Vittima.Esiste, invece, anche una violenza della donna sull’uomo che si manifesta con caratteristiche, motivazioni e azioni considerate tipicamente proprie del ‚femminicidio‘, ma fa meno clamore, innanzitutto perchè non viene denunciata, in secondo luogo perchè il più delle volte gli stessi uomini faticano a riconoscersi nel ruolo di Vittima.Si debbono perciò investire tempo e risorse per incoraggiarli a far emergere il fenomeno, almeno tanto quante energie si sono spese per la donna, senza pregiudizi e senza eccezioni.Per questo, sebbene i dati siano sicuramente più sfavorevoli per le Vittime di genere femminile, è sbagliato parlare di ‚femmicidio‘.Riteniamo, dunque, che il 25 novembre sia una ricorrenza dove mettere al centro il valore dell’identità di ogni persona, la relazione tra uomini e donne, il rispetto della dignità umana.Abbiamo pertanto voluto estendere il concetto da “donna” a “persona”, perchè i cittadini e la politica devono prestare attenzione a tutte le possibili Vittime di tutte le forme di violenza, uomini compresi, certi che la risposta deve trovarsi in un concetto armonico di società, di coppia e di famiglia – vero fulcro della comunità umana – che dalla nostra locandina emerge come punto di forza (in blu) contro legami pericolosi (nastro nero) ai quali bisogna „dare un taglio“ (forbice).“Queste le dichiarazioni di Cinzia Pellegrino – Coordinatore nazionale del Dipartimento tutela Vittime di FdI AN – nell’avviare la campagna nazionale che aderisce alle manifestazioni del 25 novembre. (foto: violenza sulle donne)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata delle Ferrovie Dimenticate

Posted by fidest press agency su domenica, 29 ottobre 2017

treno4 marzo 2018. Vivere la cultura dello spazio aperto seguendo territorio e paesaggio lungo un filo dolce e continuo a bassa velocità. Ricercare bellezze paesaggistiche e storiche del territorio, ripercorrendole in tempi distesi per riscoprire ogni ricchezza culturale, estetica ed emozionale. Con queste buone premesse riparte il “Mese della Mobilità Dolce” ideato da Co.Mo.Do., Cooperazione per la Mobilità Dolce.
Due le giornate di punta: la prima dedicata alla Ferrovie Dimenticate, giornata che vanta 10 edizioni all’attivo, con grande partecipazione di appassionati e il coinvolgimento di centinaia di associazioni locali ambientaliste, di equiturismo, di cicloturismo e trekking che hanno avuto e hanno oggi il merito di portare all’attenzione dell’opinione pubblica le linee ferroviarie dismesse. Attraverso il sito http://www.mobilitadolce.org le singole associazioni potranno iscrivere un evento al calendario ufficiale della manifestazione.
La seconda sarà dedicata al turismo equestre, una risorsa sempre più importante per i nostri territori rurali, ma anche un prodotto turistico in crescita e con opportunità di sviluppo che tendono a premiare forme di movimento che offrono il miglior rapporto con le forme esteriori, con la natura, l’atmosfera, le sensazioni e gli aspetti del paesaggio, sempre nell’ottica di ricadute economiche sulle destinazioni. L’obiettivo di Co.Mo.Do. attraverso l’organizzazione del Mese della Mobilità Dolce è infatti di sensibilizzare alla “economia green” attraverso la mobilità leggera e l’intermodalità, in vie verdi a vocazione turistica e paesaggistica riservate a persone non motorizzate, in vie di comunicazione di pubblico dominio basate sul recupero del patrimonio ferroviario dismesso (linee, stazioni e altre infrastrutture), su alzaie di canali e argini di fiumi, dentro Parchi e oasi, su tratturi e strade bianche, all’interno dei borghi più suggestivi d’Italia.
Sotto l’impulso e il coordinamento di Co.Mo.Do. sarà ancora una bella festa per valorizzare un viaggio itinerante nei luoghi più evocativi del patrimonio ferroviario dismesso, per consolidare una campagna di educazione al paesaggio in una grande energica appassionata opera collettiva di riappropriazione e architettura degli spazi aperti e della loro percorribilità.
Nel corso delle settimane sul sito http://www.mobilitadolce.org sarà possibile tenersi aggiornati sugli eventi in programma durante il Mese della Mobilità Dolce. (foto: treno)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata per la pulizia delle mani

Posted by fidest press agency su domenica, 15 ottobre 2017

manoOggi si celebra la Giornata mondiale per la pulizia delle mani (Global Handwashing Day) e l’UNICEF ricorda che ogni anno, 1,4 milioni di bambini non vivono abbastanza a lungo per celebrare il loro quinto compleanno a causa di diarrea e polmonite. Lavare le mani col sapone è fra i modi più efficaci e meno costosi per prevenire queste malattie. A causa della diarrea ogni giorno muoiono più di 1.400 bambini sotto i 5 anni, ovvero circa 526.000 bambini all’anno; la polmonite uccide 2.500 bambini sotto i 5 anni al giorno e nel 2015 ha ucciso 920.000 bambini.
La semplice abitudine di lavare le mani con il sapone può salvare circa 230.000 vite ogni anno, arrivando quasi a dimezzare i casi di diarrea e diminuendo di quasi un quarto le infezioni respiratorie acute. Lavare le mani col sapone ha un impatto non solo sulla salute e la nutrizione, ma anche sull’istruzione, l’economia e l’equità.
Questa giornata ci ricorda che lavare le mani con il sapone non protegge solo la nostra salute, ma ci permette di costruire il nostro futuro, e anche quello delle nostre comunità e del mondo.
Questo la rende una delle principali cause di morte dei bambini sotto i cinque anni a livello mondiale. Quasi tutte le cause di diarrea dei bambini sono provocate da infezioni, ciò significa che la maggior parte di queste morti sono assolutamente prevenibili. Un riesame di oltre 40 studi ha scoperto che lavare le mani col sapone può prevenire 4 casi di diarrea su 10. I bambini che vivono in famiglie in cui vengono incoraggiati a lavarsi le mani e in cui il sapone è disponibile hanno tassi di diarrea dimezzati rispetto ai bambini che ne sono privi. Lavare le mani col sapone in seguito alla defecazione e prima di mangiare può inoltre diminuire il tasso di infezioni respiratorie di circa il 21-25%.
Oltre alla diarrea e alla polmonite, altre malattie si possono prevenire lavando le mani col sapone: l’ebola, le infezioni alla pelle e agli occhi, i parassiti intestinali e le infezioni associate all’assistenza sanitaria.
Lavare le mani col sapone ha un ritorno estremamente alto in termine di investimenti. Secondo uno studio, i programmi nazionali per l’igiene delle mani in India e in Cina fornirebbero rispettivamente un ritorno economico pari a 92 e 35 volte gli investimenti. Investire nell’igiene delle mani può fornire benefici per la salute simili agli investimenti sull’acqua e i servizi igienico-sanitari a un costo molto inferiore e può anche integrarsi in questi programmi già esistenti per diminuire i costi.
Nel 2016, oltre 213 milioni di persone hanno celebrato la Giornata mondiale per la pulizia delle mani con diverse iniziative in oltre 100 paesi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale dell’Insegnante: in Italia docenti per lo più precari, malpagati e vecchi

Posted by fidest press agency su sabato, 7 ottobre 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cIl Governo ha immesso in ruolo più di centomila docenti nell’ultimo biennio ma ancora uno su otto è chiamato come precario per far funzionare le ordinarie attività didattiche. Sono più di trecentomila gli aspiranti a un posto fisso tra graduatorie ad esaurimento e d’istituto in attesa dei nuovi concorsi. Circa il 60% di quelli di ruolo è over 50 e difficilmente i neo immessi sono under 45, mentre l’età pensionabile sta salendo a 67 anni. Il nuovo sistema di formazione e reclutamento introdotto con la Legge 107/2015 allunga di altri due anni l’entrata nella scuola. Gli stipendi, infine, sono da dieci anni slegati al costo della vita nonostante l’inflazione sia salita di 18 punti. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Quando uno studente sceglie come professione quella dell’insegnante, lo fa consapevolmente, con l’animo e la mente di chi vuole seguire le proprie attitudini e soprattutto trasmettere il proprio sapere ad alunni ancora da formare. E ci mette la sua passione, il suo talento: così la professione diviene missione. Ma tra precariato, stipendi bassi e pensione sempre più lontana, il ruolo dell’insegnante, ovvero colui che lascia un ‘segno’ ai suoi alunni, giorno dopo giorno si sta tristemente svilendo.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

49° Giornata del credito

Posted by fidest press agency su martedì, 3 ottobre 2017

giornata creditoRoma mercoledì 4 ottobre p.v., ore 9.30/13.00, presso l’ABI – Sala della Clemenza, si svolgerà la 49° Giornata del Credito, promossa dall’Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito – ANSPC. Ercole P. Pellicanò, Presidente ANSPC, aprirà i lavori, mentre i saluti istituzionali saranno affidati a Giovanni Sabatini, Direttore Generale dell’ABI.
La relazione di base sarà tenuta da Salvatore Rossi, Direttore Generale della Banca d’Italia e Presidente dell’IVASS. Seguirà una Tavola Rotonda, coordinata da Salvatore Maccarone, Presidente del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, alla quale interverranno (in ordine alfabetico):
Vincenzo Boccia, Presidente di Confindustria, Tommaso Corcos, Presidente di Assogestioni, Maria Bianca Farina, Presidente di ANIA, Paolo Garonna, Segretario Generale della FeBAF, Gaetano Miccichè, Presidente di Banca IMI, Fabrizio Pagani, Capo Segreteria tecnica del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Federico Vecchioni, Amministratore Delegato di ‘‘Bonifiche Ferraresi’ (foto: giornata del credito)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aspettando le Giornate del Patrimonio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 settembre 2017

MUSAmuseo multimedialeCervia domenica 17 settembre parte da MUSA un percorso storico-culturale dedicato alla città del sale sale fra memoria e realtà virtuale. Una visita guidata fra MUSA e il centro multimediale con aperitivo sulle saline. Il ritrovo è a MUSA, in via Nazario Sauro sul canale del porto alle ore 10.00 per una visita guidata al museo che ha sede nei suggestivi magazzini del sale. Qui sia andrà alla scoperta della storia del territorio, della salina e della civiltà del sale. Verranno passati in rassegna i rinvenimenti archeologici del territorio e i reperti sulla vecchia città. Al termine trasferimento al centro multimediale “Le saline di Cervia tra passato e futuro” per sfogliare virtualmente i libri della storia di Cervia. Qui i visitatori faranno una emozionante e coinvolgente visita multimediale della vecchia città, parteciperanno al trasloco di Cervia verso il mare e vivranno lo sviluppo del territorio attraverso una ricostruzione tecnologica che propone racconti audio-video a 360°.Al termine del percorso un po’ di relax con l’aperitivo sulla terrazza naturale che si affaccia al mondo magico della Salina di Cervia. Rientro a MUSA alle ore 12.30 circa. Si tratta di una proposta che mette in collegamento due importanti realtà museali locali con proposte diverse ma complementari allo scopo di aiutare il visitatore a comprendere meglio la storia della città e l’attuale realtà paesaggistica del nostro territorio. Costo complessivo del percorso aperitivo e trasporto incluso 9 euro a persona. (foto: musa, museo multimediale)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata europea delle lingue

Posted by fidest press agency su martedì, 12 settembre 2017

parlamento europeo romaIl 26 settembre è la Giornata europea delle lingue e in tutti i paesi si organizzano eventi per far conoscere al grande pubblico la ricchezza linguistica del continente e incoraggiare adulti e bambini ad imparare le lingue. La Commissione europea sostiene questa giornata fin dalla sua istituzione, nel 2001, e ogni anno si fa promotrice di numerose iniziative in tutti gli Stati membri.
A Roma, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e la direzione generale Traduzione organizzano due eventi.
Domenica 24 settembre un’intera giornata di giochi, laboratori manuali e creativi e letture a Explora, il museo dei bambini di Roma, Via Flaminia 80. Una festa variopinta per incuriosire i bambini ad apprendere le lingue straniere divertendosi. Quest’anno le famiglie potranno avvicinarsi a diverse lingue dell’est europeo, dal croato allo slovacco, dal georgiano al polacco passando per il lituano. Gli istituti di cultura e le ambasciate di questi paesi organizzeranno attività ludiche per i bambini dai 3 agli 11 anni, durante le quali insegneranno ai partecipanti alcune parole nelle rispettive lingue. Un’occasione unica per ampliare i propri orizzonti linguistici e culturali.
Martedì 26 settembre alle ore 17.30, a Spazio Europa, in Via IV Novembre 149, un incontro dal titolo “Europei si nasce, poliglotti si diventa”. Due poliglotti italiani, che conoscono oltre 10 lingue, e un iper-poliglotta greco, che ne conosce ben 32, racconteranno al pubblico com’è nata questa passione e come l’hanno sviluppata e coltivata. Sul podio ci sarà anche il professor Abutalebi, neurologo, che spiegherà che cosa succede nel nostro cervello quando impariamo una nuova lingua e che sfaterà alcuni falsi miti. Ospite speciale della serata, Carolina Zanchi, vincitrice dell’edizione 2016 del concorso Juvenes Translatores.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La fisioterapia rimette in moto la vita”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

san lazzaro di savenaSan Lazzaro di Savena (Bo) 9 settembre presso il palazzetto dello sport: “Una giornata importante per abbattere le barriere”, così l’ha definita Tavarnelli. “Sarà possibile per chiunque provare la scherma, quella in carrozzina e quella per non vedenti con l’aiuto di maestri e tecnici. Ci saranno poi grandi atleti che ci mostreranno dei veri ‘assalti’”, come Emanuele Lambertini vicecampione under 17 e poi 23 fioretto e spada paralimpico, un esempio di grande amore per la scherma che con il supporto della fisioterapia ha cambiato la sua vita dopo l’amputazione di una gamba. “La giornata si concluderà con un momento di musica per dare ancora di più il senso di una festa. Una giornata da ricordare, la festa della fisioterapia, che rimette in movimento la tua vita”, ha detto ancora il presidente AIFI.
La seconda iniziativa organizzata dall’Associazione italiana fisioterapisti si avvale invece della collaborazione e il sostegno di Federfarma, che oggi aderisce alla giornata informativa su tutto il territorio nazionale, presso le farmacie che si renderanno disponibili, dove i fisioterapisti soci AIFI potranno offrire un servizio informativo e consultivo gratuito sulla fisioterapia a tutti i cittadini interessati.
“Abbiamo siglato un accordo con Federfarmarma- ha spiegato Tavarnelli- con il duplice obiettivo di rafforzare nella cittadinanza il ruolo del fisioterapista e la conoscenza di questa figura, e quello dell’aspetto di centro di educazione sanitaria dei cittadini da parte delle farmacie. Saranno presenti i nostri associati per potere dare risposte a tutte le richieste e divulgare materiale informativo sul ruolo del fisioterapista e sulla valenza della fisioterapia”. Lo scopo di queste giornate, è dunque quello di sensibilizzare sulla figura del fisioterapista e sul fenomeno dell’abusivismo professionale: “Noi mettiamo in campo durante tutto l’anno iniziative contro l’abusivismo. Fino a che non ci sarà un Ordine professionale, noi saremo perennemente in campo per aiutare i cittadini a riconoscere il fisioterapista certificato. Proprio per questo l’AIFI è costantemente a disposizione delle amministrazioni pubbliche e dei singoli cittadini per la verifica dei titoli dei fisioterapisti. Tutte le iniziative che organizziamo fanno parte di quell’opera di sensibilizzazione della nostra campagna che si chiama appunto ‘Le mani giuste’”, ha concluso il presidente Tavarnelli.
“E’ assolutamente importante che il cittadino abbia consapevolezza del ruolo del fisioterapista nell’ambito del sistema salute, e sia quindi in grado di compiere scelte informate e consapevoli, in risposta ai propri bisogni. In mancanza di un Ordine professionale è difficoltoso quantificare il numero dei fisioterapisti ‘veri’, abbiamo comunque la certezza che il numero di abusivi sia spaventoso. Basta notare la quantità abnorme di pubblicità ingannevole, le locandine sui pali della luce che promettono di curare tutti i mali. Da anni abbiamo iniziato a ragionare in positivo, dicendo chi siamo e cosa facciamo, raccomandando ai cittadini di fare attenzione, ricordando a tutti che i nostri associati sono veri professionisti”. E’ quanto ha dichiarato Mauro Tavarnelli, presidente dell’AIFI, in merito alla Giornata mondiale della fisioterapia.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale del Cervello

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 luglio 2017

ictusIl 22 luglio si celebra la Giornata Mondiale del Cervello, iniziativa indetta annualmente dalla WFN – World Federation of Neurology – (Federazione Mondiale di Neurologia), un’Organizzazione non governativa affiliata alla Organizzazione Mondiale della Sanità, il cui obiettivo principale è quello di sensibilizzare la popolazione mondiale sulle problematiche relative alla salute del cervello. Quest’anno, la Giornata è dedicata all’ictus, con lo slogan “l’ictus è un attacco cerebrale! Preveniamolo e curiamolo!”.
L’ictus cerebrale è stato selezionato come tema della Giornata 2017. Perché:
1. è enorme l’impatto della malattia nel mondo: l’ictus è stato definito dal Presidente della WFN come l’“epidemia del 21° secolo”. Infatti, più di 17 milioni di persone al mondo sono vittime di un ictus ogni anno ed almeno 26 milioni di persone hanno esiti di ictus, spesso con rilevanti disabilità. In Italia, circa 170 000 persone soffrono di un ictus ogni anno e almeno il 50% dei sopravvissuti riporta disabilità rilevanti.
2. la prevenzione è fondamentale: il 90% degli ictus potrebbe essere evitato attraverso il riconoscimento ed il trattamento dei principali fattori di rischio come fibrillazione atriale, ipertensione arteriosa, obesità, diabete, fumo, alimentazione non corretta.
3. si registrano grandi progressi nella diagnosi e nella terapia: vi sono poche malattie per le quali terapie innovative abbiano fatto tanti progressi come l’ictus cerebrale. Per l’ictus ischemico, in particolare, oggi vi sono molte strategie terapeutiche per la fase acuta della malattia, come la trombolisi endovenosa e, in casi selezionati, la trombectomia meccanica.“Scopo della Giornata – spiega la Dottoressa Nicoletta Reale, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Onlus – è quindi quello di informare ed educare non solo la popolazione circa la possibilità di prevenire l’ictus cerebrale e di richiedere un trattamento appropriato nella fase acuta, ma anche di sensibilizzare i decisori pubblici circa la necessità di una equa distribuzione delle risorse sul territorio nazionale, perché tutti possano avere accesso alle giuste terapie, con i trattamenti appropriati forniti dagli specialisti competenti e nelle strutture opportunamente organizzate”.
“Non da ultimo – afferma il Dr. Massimo Del Sette, Presidente del “Neurosonology Research Group” della WFN – un elemento estremamente rilevate è il recente inserimento, nella nuova classificazione dell’OMS (ICD-11), dell’ictus tra le malattie del sistema nervoso. Questo fatto ribadisce che l’ictus è una malattia del cervello, da cui il termine “Brain attack” (Attacco cerebrale), come sottolineato proprio nella campagna della WFN per la Giornata del 22 luglio”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata di studio sul tema dell’Esilio

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 aprile 2017

parma universitàParma Giovedì 20 aprile 2017, nell’Aula Magna dell’Università di Parma (via Università, 12), si terrà una giornata di studio sul tema dell’Esilio, con la partecipazione delle scuole coinvolte nel progetto “Scuola e Università”.La giornata di studio, proposta dall’Unità di Antichistica del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, conclude un lavoro che ha coinvolto attivamente studenti e docenti delle scuole Liceo Classico Linguistico Scientifico “Corso” di Correggio (RE), Liceo Classico Linguistico “Muratori-S. Carlo” (Modena), Liceo Classico Linguistico Scientifico “Gioia” (Piacenza), Liceo Classico Scientifico “Ariosto-Spallanzani” (Reggio Emilia), Liceo Classico “Romagnosi” e Convitto Nazionale “Maria Luigia” (Parma).L’iniziativa fa parte del progetto “Scuola e Università” e mira a consolidare i rapporti didattici fra Istituti Superiori, Dipartimento e Ateneo.Alle ore 10 l’incontro sarà aperto dai saluti del Rettore Loris Borghi e delle autorità accademiche in rappresentanza del Dipartimento e dell’Unità di Antichistica. A seguire, gli alunni dei licei metteranno in scena i loro progetti, che li hanno visti impegnati durante l’anno scolastico sotto la supervisione dei docenti referenti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata mondiale dell’emofilia

Posted by fidest press agency su martedì, 11 aprile 2017

emofilia-geneticaRoma. Se ne è discusso ieri a Roma al Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi, dove la Federazione delle Associazioni Emofilici (FedEmo) ha organizzato la XIII Giornata Mondiale dell’Emofilia, in sinergia con l’Associazione Italiana Centri Emofilia (AICE), la Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza (SIMEU) e la Società Italiana di Medicina Emergenza Urgenza Pediatrica (SIMEUP).Al centro dei lavori, che hanno ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, proprio la gestione del paziente emofilico in Pronto Soccorso e i trattamenti d’urgenza in caso di incidenti, infortuni e malori improvvisi.L’evento capitolino è nato dunque con l’obiettivo di individuare parametri che possano essere sensibili in ogni Regione, fino all’identificazione del codice di triage che meglio agevoli l’accesso in Pronto Soccorso per chi è affetto da emofilia e da altre Malattie Emorragiche Congenite (MEC).“Abbiamo ideato questa Giornata – ha spiegato il Presidente FedEmo, Cristina Cassone – perché sul territorio italiano non esiste un’organizzazione omogenea nella gestione del paziente emofilico. Purtroppo le Regioni all’avanguardia sul tema dell’accettazione Pronto Soccorso sono ancora poche. Tra queste, come esempio positivo, figura l’Emilia Romagna, dove la collaborazione tra professionisti dei PS, ematologi dei Centri Emofilia e organi regionali ha generato linee guida specifiche per gestire le emergenze: il paziente emofilico è facilmente riconoscibile e viene immediatamente soccorso. Registriamo invece notevoli difficoltà nella maggioranza delle altre regioni, nelle quali non è presente un’organizzazione altrettanto efficace”.
Il paziente emofilico deve immediatamente ricevere l’infusione e successivamente le indagini diagnostiche, perché l’emofilia è una malattia tempo dipendente: prima si infonde il fattore, prima viene scongiurato qualsiasi esito che possa avere ripercussioni potenzialmente anche gravi sulla salute della persona. Inoltre, diverse sono le difficoltà che un paziente emofilico si trova ad affrontare. Deve infatti poter dichiarare la propria patologia essendo cosciente e avere il farmaco con sé, perché a volte i Pronto Soccorso non hanno a disposizione il fattore di coagulazione.”Ancora oggi la principale causa di morte negli emofilici è l’emorragia in urgenza (30% dei casi) – ha affermato Maria Pia Ruggieri, presidente nazionale Simeu – per questo motivo la nostra società scientifica è costantemente impegnata nella sensibilizzazione e formazione dei professionisti dell’emergenza-urgenza, medici ed infermieri, affinché il paziente emofilico soccorso in ambulanza e al pronto soccorso possa ricevere le cure migliori nel minor tempo possibile”.Ma come migliorare la situazione? “Oltre all’infusione immediata – ha dichiarato Cristina Cassone – bisogna informare: si dovrebbero organizzare corsi di formazione, che riuniscano AICE, SIMEU e SIMEUP in maniera capillare, motivando i Centri Emofilia all’interno delle singole Regioni. Nel Lazio, in Puglia e in Veneto – ha concluso – stiamo portando avanti la sperimentazione del braccialetto USB che, in caso di incidente, garantisce l’identificazione della persona emofilica da parte del personale sanitario e l’accesso ai suoi dati tramite computer, smartphone o tablet. All’interno dei Pronto Soccorso di queste regioni sono inoltre presenti locandine che sensibilizzano la visualizzazione di questo dispositivo, in modo che i medici lo riconoscano immediatamente quale supporto nelle emergenze emorragiche”.
La XIII Giornata Mondiale dell’Emofilia ha visto la partecipazione dell’ex pilota di Formula 1 Ivan Capelli, testimonial FedEmo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Giornata Torquato Tasso

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 aprile 2017

lugano-vedutaLugano Sabato 8 aprile si terrà al LAC di Lugano, in collaborazione con l’Università della Svizzera italiana, la terza delle giornate tematiche organizzate da LuganoMusica: dopo quelle dedicate a Henri Dutilleux e a György Kurtág, questa avrà come protagonista la figura di Torquato Tasso.
Il 450° anniversario di Claudio Monteverdi darà l’occasione di ascoltare Il Combattimento di Tancredi e Clorinda, celebre episodio delle Gerusalemme liberata del Tasso.
Dalle 10 di mattina nel Teatrostudio del LAC si approfondiranno i vari aspetti legati a questi due sommi artisti del Rinascimento: di Monteverdi parlerà Giuseppe Clericetti; la pittura narrativa attorno al Tasso verrà spiegata dal prof. Alain Navarra de Borgia, mentre il prof. Giacomo Jori considererà la Gerusalemme come poesia religiosa. Infine la prof.ssa Ilaria Gallinario porterà la nostra attenzione sugli eroi della Gerusalemme fra musica e poesia.
Alle ore 17 l’Ensemble Claudiana diretta da Luca Pianca eseguirà vari brani rinascimentali, per concludere poi la giornata con l’esecuzione del Combattimento messo in musica da Monteverdi. Opera radicalmente nuova perché vista come imitazione degli affetti, il pezzo concentra in 20 minuti un grande numero di elementi diversi: amore, morte, Dio, la redenzione. Scrive Luca Pianca: “La genialità di Monteverdi sta nell’assoluta qualità delle composizioni, ma anche nella sua incredibile capacità di sondare gli abissi dell’animo umano”. Biglietto unico Fr. 22.- Studenti e apprendisti Fr. 13.20.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale delle Malattie Rare

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

trapianto_reneIl 28 febbraio è la Giornata Mondiale delle Malattie Rare. Sono più di 6 mila le malattie rare, l’80% delle quali di origine genetica. Di queste, solo 583 sono ufficialmente riconosciute in Italia, dove colpiscono più di 670.000 persone.In occasione della Giornata delle Malattie Rare, IVI (Istituto Valenciano di Infertilità) fa il punto sulla diagnosi genetica preimpianto nella riproduzione assistita.“Malattia dominante del rene policistico, distrofia miotonica, fibrosi cistica, malattia di Charcot-Marie-Tooth, Còrea di Huntington: sono queste le cinque malattie rare più cercate dai pazienti che si rivolgono ad un centro IVI – spiega il Prof. Antonio Pellicer, Presidente IVI e co-direttore di Fertility and Sterility – Si stima che rappresentino il 42,2% delle malattie rare su cui si indaga attraverso la diagnosi preimpianto. Nel 2016, in coloro che hanno indagato sulle malattie rare presso i nostri Centri, abbiamo registrato un tasso di gravidanza pari al 56,92%. Ad oggi sono più di 200 i bambini nati da pazienti che si sono rivolti ad un centro IVI per avere una diagnosi di preimpianto su una malattia rara”.
“Nella riproduzione assistita i pazienti richiedono il test per la Diagnosi Genetica Preimpianto – afferma la Dottoressa Daniela Galliano, Direttrice del Centro IVI di Roma – perché hanno già avuto un bambino o perché hanno un membro della famiglia affetto da una malattia e sanno di essere portatori. Vale a dire, la malattia è identificata nella famiglia e chi è interessato sa che c’è il rischio che un bambino la erediti. Questo test ha un duplice vantaggio: il primo è che il figlio non erediterà la malattia e interromperà la catena di malattie genetiche; il secondo è che la malattia non farà mai più la propria comparsa nelle future generazioni”.
Per le malattie rare c’è un vantaggio applicabile a tutte le coppie. “Dato che oggi le gravidanze sono programmate – aggiunge la Dott.ssa Galliano – le cliniche IVI, tra le prime a farlo in Spagna, offrono la possibilità di usufruire di un test per sapere se si è o meno portatori di malattie genetiche. Il Test di Compatibilità Genetica (TCG) è volontario e viene proposto a tutte le coppie, anche se non hanno una malattia conosciuta, perché sappiamo che un rischio c’è sempre. E’ questo il modo di fare una prevenzione primaria”. “Oggi – conclude il Prof. Pellicer – la Società Europea di Ginecologia e Ostetricia raccomanda la visita pre-concezionale a tutte le coppie, anche se in pochi lo fanno. Consiglia inoltre una vista dal ginecologo e dal consulente genetico quando la coppia stessa decide di avere un figlio, per evitare il rischio di trasmissione di malattie genetiche. Tutti noi siamo portatori di 4/5 mutazioni recessive, che a priori non producono alcun problema, ma se la coppia ha mutazioni dello stesso gene è quello il momento in cui la malattia può fare la propria comparsa nel bambino”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »